1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

CMBB Finlandia - Dario Vs Ciampo - partita a round progressivi

Discussione in 'Combat Mission' iniziata da Dario I, 20 Luglio 2014.

  1. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    In parallelo a quest'altra partita ci ritroviamo in Finlandia nel giugno del '41

    Iniziamo quindi con un ME da 300 p.ti su mappa small.
    fn416-012.jpg
    Una pattuglia di carri T-26 accompagnata da un plotone di fanteria entra in un villaggio abbandonato sul confine Finlandese in una fresca mattina di giugno. Il villaggio è ben difendibile e potrebbe essere una buona base di appoggio per le operazioni militari nella zona. Questo dettaglio non sfugge certo alle forze finlandesi, che a loro volta ci inviano una pattuglia in esplorazione accompagnata da 2 carri, T-26 anche loro.
    fn416-010.jpg
    Sebbene siano bene addestrati gli equipaggi finlandesi vengono colti di sorpresa e soverchiati in numero dai seppur inesperti carristi russi.
    A contribuire alla confusione c'è un tankette russo che, lanciato a tutta velocità verso il nemico, ne attira le attenzioni e il fuoco.
    fn416-011.jpg
    Centrato in pieno, regala pochi secondi di giubilo ai carristi dell'asse, ma gli saranno fatali.
    Senza più l'appoggio dei blindati i finlandesi non possono fare altro che barricarsi negli edifici senza possibilità di avanzare oltre. I sovietici occupano quindi il centro del paese, ma la partita non è ancora conclusa.
    Ingannati dalla situazione , i sovietici avanzano con i carri per spazzare via le ultime resistenze nemiche ma non si accorgono di un soldato armato di fucile AT che, a quella distanza , non fatica a perforare le deboli corazze dei T-26.
    I russi si mettono al riparo ma non prima di aver perso 2 carri, tra cui anche il carro comando.
    fn416-009.jpg
    Alla fine i finlandesi devono comunque ritirarsie i soviet strappano a fatica una vittoria tattica (2° livello).

    La prossima partita sarà quindi un attacco sovietico da 500 p.ti nell'agosto del '41
     
    • Like Like x 2
  2. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    Finlandia - mattino - agosto '41 - attacco sovietico - 500 p.ti

    Dopo aver costretto i finlandesi alla difensiva, il comando sovietico del settore decide di passare all'offensiva.
    Un plotone di carri T34 avanza indisturbato fino al limite di un bosco.
    Ad accompagnarlo c'è la compagnia del capitano Shakhnovich, composta da giovani coscritti armati di mitra e molotov.
    La compagnia è supportata da 2 mitragliatrici Maxim e un mortaio da 82.
    Shakhnovich è riuscito a farsi accompagnare da un tiratore esperto e lo usa per esplorare il lato sx del bosco, l'unico che offrirebbe un passaggio per i carri. Dietro di lui l'intero comando di compagnia con le mitragliatrici e il mortaio che vanno ad occupare il centro del settore.
    I 3 plotoni di fanteria tenteranno invece di aggirare le forze nemiche da dx.
    La mossa si rivela un errore. Arrivati in vista delle trincee nemiche, i fanti vengono investiti da una tempesta di fuoco; mitragliatrici, mortai e anche un cannone. Le giovani matricole si inchiodano dietro il riparo più vicino in preda al panico e chi può si dà alla fuga.
    fn418-005.jpg fn418-006.jpg
    Dall'altra parte del campo, Shakhnovich tenta di aiutare i suoi con il fuoco di supporto. Con il mortaio riesce anche a distruggere il cannone nemico ma il suo mitragliere se la da a gambe levate appena viene individuato dal nemico.
    FASE1.jpg
    Intanto, i carri sono avanzati con cautela fino ad un passaggio obbligato che appare bloccato da delle mine "daisy chain" stese tra gli alberi.
    fn418-009.jpg
    Servirebbe il genio ma Shakhnovich non ha il tempo per aspettare rinforzi. Decide di richiamare la sua fanteria sul lato sx e farla attaccare con il supporto dei carri.
    Dopo 20 minuti circa, solo il 3° plotone (tenuto come riserva) è disponibile e in posizione.
    Attacco!
    fn418-010_mosso.jpg fn418-011.jpg
    Anche questa volta i soldati, giovani e inesperti, si inchiodano ai primi colpi di fucile e un colpo di cannone, sparato a bruciapelo li manda in rotta disordinatamente.
    FASE2.jpg
    Dietro di loro i carristi, più esperti, individuano e martellano tutti i bersagli che si sono rivelati.

    I russi riescono alla fine a contenere la sconfitta infliggendo un pò di perdite all'avversario.
    Appare chiaro che non hanno affrontato l'esercito finlandese ma un contingente bene armato dell'esercito tedesco e questo potrebbe interessare molto ai servizi segreti di Mosca.

    La partita finisce con una vittoria tattica per l'asse (2°livello). Alla prossima si ripartirà quindi con un ME da 700 p.ti nell'ottobre del '41
     
    • Like Like x 1
  3. huirttps

    huirttps

    Registrato:
    1 Novembre 2009
    Messaggi:
    2.252
    Località:
    shamalaya
    Ratings:
    +637
    Begli AAR , complimenti! ;)
     
  4. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    Grazie mille huirttps ! Ora che so di avere un fan spero di non venir tradito dalla mia ansia da prestazione :shame:
     
  5. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    Finlandia - mattino - ottobre '41 - meeting engagement - 700 p.ti

    L'offensiva sovietica di agosto è stata fermata. I russi si sono ritirati su posizioni più arretrate e si sono riorganizzati per un paio di mesi.
    Ora anche i tedeschi si sono ripresi e entrambe le parti si muovono per cercare di riaquistare l'iniziativa.
    3 T-34 accompagnati da 2 plotoni di fanteria montata su camion stanno attraversando un tratto di steppa che presenta alcuni avvallamenti quando si incrociano con un colonna nemica che procede verso di loro.
    fin1041-002.jpg
    Mentre i sovietici rimangono compatti seguendo una rotta di avvicinamento al coperto di un rado boschetto, i tedeschi si dividono in 2 , puntando su entrambi gli obiettivi della mappa.
    Una prima colonna è formata da 2 carri leggeri seguiti da fanteria su camion. La seconda sono solo fanti appiedati che prendono subito il controllo di un bosco che domina l'obiettivo a nord.
    Chiave di volta della formazione tedesca è un potente cannone AT posizionato sul fianco sud dell'altura principale.
    Appena il primo T-34 spunta da boschetto (che corrisponde all'obiettivo sud) viene subito distrutto da questo cannone.
    E' a questo punto che, autonomamente, il giovane comandante di un T-38, che fungeva da guardia al fianco destro della colonna, si lancia in una carica che attraversa l'intera mappa. Il carro incassa un numero incredibile di colpi ma, coperto dalla stessa altura principale, non finisce mai in vista del cannone tedesco che, un paio di minuti dopo, se lo vede sbucare alle spalle.
    fin1041-001.jpg fin1041-003.jpg
    Senza più la copertura di questo pezzo e con un carro alle spalle, i carri tedeschi sono costretti a mostrare i fianchi e vengono rapidamente distrutti.
    fin1041-004.jpg
    A questo punto inizia una mattanza che porta al completo annientamento della colonna destra nemica.
    fin1041-005.jpg
    Le restanti forze dell'asse, impossibilitati a soccorrere i loro compagni, si fortificano nel loro bosco, accerchiati, fino alla fine dei combattimenti.

    La partita finisce con una vittoria decisiva per i russi (3°livello). Alla prossima si ripartirà quindi con un assalto da 1000 p.ti nel gennaio del '42
     
    • Like Like x 1
  6. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    Gennaio '42 - Assalto sovietico - 1000 pt
    Da ottobre l'asse si è dedicata a costituire una forte linea difensiva per permettere alle sue forze di riorganizzarsi in vista della controffensiva prevista a primavera. Per allora le sue forze nel settore saranno pronte e nel mentre potranno impegnare numerose forze sovietiche, sottraendole dal fronte principale.
    Per questo motivo il comando sovietico decide di anticipare i tedeschi e scatena un assalto in grande stile nel gennaio del '42.
    La mossa è un azzardo. Con neve altissima e temperature estremamente rigide avanzare è difficile e rischioso.
    Si conta sul fattore sorpresa.
    E' in questo contesto che si inizia l'assalto al villaggio di Reikä lumi.
    fin-002.jpg
    Una compagnia di sciatori (regolari) accompagna 2 plotoni di T34 e uno di KV1 (8 carri in tutto) nell'assalto di questo villaggio posizionato in una depressione sulla strada per Rovaniemi.
    Per ammorbidire le difese, il reggimento ha assegnato alla missione ben 4 osservatori di artiglieria: uno di una batteria da 76, 2 da 82 e uno da 120.
    Gli obiettivi della missione sono tutti nascosti dietro un crinale, sul culmine del quale c'è una chiesa che domina l'intero villaggio.
    Il comandante Bagramain dispone il suo primo plotone sulla destra con l'obiettivo diretto di conquistare tale chiesa.
    Il secondo plotone invece accompagnerà gli osservatori e il gruppo di comando lungo il fianco della strada principale, sfruttando la copertura di alcune case.
    fin-004.jpg
    Sulla strada avanzano invece un plotone di T34 e i 2 carri pesanti.
    fin-005.jpg
    Sulla sinistra, infine, il 3°plotone e il 2° plotone di T34 per l'esecuzione di una manovra diversiva.
    fin-003.jpg
    Nonostante la preparazione delle truppe e l'attrezzatura sciistica, l'avanzata si dimostra incredibilmentedifficile e faticosa.
    fase1.jpg
    Gli uomini si stancano presto e il clima rigido rallenta il recupero delle forze.
    I carri pesanti KV-1 affondano nel fango e nel tentativo di liberarsi il carro comando rompe la trasmissione e rimane immobilizzato.
    Potrebbe essere un massacro ma fortunatamente la neve rallenta anche i difensori, che non avanzano sul crinale ma preferscono rimanere nelle loro calde posizioni che però non dominano le vie di avanzata dei russi.
    Gli unici che sembrano muoversi senza troppi problemi sono i T34.
    Il primo di questi che si porta in vista del nemico viene subito distrutto da un unico, precisissimo colpo di 76. A quel punto avanza l'apripista del plotone di sinistra che finisce anche lui centrato e distrutto al primo colpo da un'altro 76.
    fin-006.jpg
    La disposizione delle batterie tedesche è eccellente, con campi incrociati che si coprono gli uni con gli altri.
    I carri sovietici si fermano.
    fase2.jpg
    E' necessaria l'artiglieria fuori mappa per neutralizzare le batterie nemiche o stendere cortine fumogene, ma gli osservatori sono ancora lontani.
    Serviranno quasi 20 minuti prima che gli osservatori dei mortai da 82 riescano a dirigere il fuoco su queste 2 batterie.
    Nel mentre una cannonata vagante uccide gli osservatori dei mortai da 120. E' una perdita assai grave, ma senza cannoni i carri riprendono ad avanzare e si posizionano a tiro di 2 bunker in legno e li annientano.
    La fanteria è infine arrivata sul crinale ma, rallentata dalla neve alta, è facile bersaglio del fuoco delle mitragliatrici e dei fucili nemici.
    Avanzare è impossibile ma gli osservatori di artiglieria hanno nel mentre neutralizzato tutte le batterie anticarro e ora i T34 possono avanzare fino agli obiettivi.
    fase3.jpg fin-007.jpg
    La fanteria tedesca si lancia all'assalto dei carri ma ora sono loro ad essere rallentati.
    Fuori dai loro rifugi sono facilmente respinti dalle armi di bordo e dal tiro a distanza della fanteria (che non riuscirà mai ad avanzare se non sulla sinistra ma con grande ritardo), nonchè dal rigido clima invernale finlandese.
    fin-008.jpg
    Il più grande alleato dei tedeschi, il tempo , è stato sconfitto per un pelo.
    fin-009.jpg
    La partita finisce con una vittoria decisiva per gli alleati (3°livello). Viene assegnato il primo punto vittoria. Il prossimo round sarà quindi un ME da 2000 punti (+10% per l'asse) ambientato nell'aprile del '42.
     
    • Like Like x 2
  7. Lirio

    Lirio

    Registrato:
    16 Agosto 2012
    Messaggi:
    2.777
    Località:
    Piemonte
    Ratings:
    +396
    Posso fare una domanda stupida?
    Perché giocate ancora a un gioco bellissimo ma di cui esiste una versione più moderna?
    Spero non risulti offensiva, pura curiosità.
     
  8. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    Ciao Lirio
    Non riesco proprio a vedere niente che possa essere offensivo nella tua domanda :happy:
    La domanda comunque non è stupida. Ma potrebbe esserlo questa risposta: non ce l'abbiamo.
    In realtà , come già esposto in altri tread, i nuovi CM's (plurale anglosassone) non li trovo divertenti come questi.
    Se ci aggiungi il costo esagerato, l'atomizzazione degli scenari e delle unità in miriadi di pack, un sistema di protezione folle, la difficoltà a gestire campi di battaglia di grandi proporzioni, il costo esagerato, il fatto che non puoi farlo girare su PC obsoleti, il fatto che la nuova serie non copre comunque Nord Africa, Eritrea, Creta, il costo esagerato, la politica delle patch a pagamento...
    Insomma, personalmente (è anche un fatto di gusti naturalmente):uh?: , ritengo i nuovi CM inferiori a quelli vecchi nelle caratteristiche che ritengo "specifiche" di questo gioco.

    Ciao :)
     
  9. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    Aprile 1944

    Nonostante i piccoli successi locali, le rigide temperature dell'inverno Finlandese hanno alla fine arrestato l'offensiva russa.
    Ora però è primavera e la stabilità del meteo ha permesso a entrambi gli schieramenti di ricominciare le manovre.
    Il 1° Battaglione della 2a Divisione "Ottobre Rosso", comandato del Maggiore Fomenko, sta avanzando per prendere possesso del villaggio di Poro humalassa e guadagnare il controllo del suo importante incrocio stradale.
    Fin00.jpg
    La 1a compagnia è montata su camion, disposta su due colonne ed è scortata da un plotone di T34, che fanno da apripista.
    Le altre 2 compagnie seguono a piedi.
    Arrivati in vista del villaggio il Maj Fomenko vede dei soldati tedeschi che sbarcano dai camion e si barricano nelle case intorno all'incrocio principale.
    Fin05.jpg
    La colonna motorizzata di destra cerca di accelerare il passo per riuscire ad ingaggiare i crucchi ancora impreparati.
    La colonna di sinistra invece curva verso il bosco a sinistra del villaggio, dal quale si potrebbe comunque dominare l'incrocio e il villaggio.
    I camion costano poco, ma la loro mobilità fuori strada è pessima. Appena avvistati vengono facilmente messi fuori uso anche dalle armi leggere e le truppe a bordo sono costrette ad abbandonarli e ad avanzare a piedi.
    Il carro apripista della colonna dx riesce ad arrivare ai limiti del villaggio ma lì scopre che i tedeschi hanno nascosto tra le case anche 2 carriarmati che lo centrano in pieno.
    Fin08.jpg
    Il secondo carro, quello a sx, viene a sua volta colpito sulla torretta. Riesce a mettersi al riparo ma il cannone è inutilizzabile!
    Mentre i fanti della prima compagnia cercano di avanzare verso il villaggio e il bosco, tra proiettili e rottami di camion, le altre compagnie avanzano ai fianchi, cercando di sfruttare le coperture offerte dalla vegetazione.
    Dopo 10 minuti, la 3a compagnia, è schierata a Pieve di Poro; sulla destra della 1a. Dopo altri 5 min. anche la 2a avrà raggiunto la sua posizione sul lato sinistro.
    Fin11.jpg
    All'estremità destra della mappa Fomenko ha piazzato un osservatore di artiglieria con il compito di trovare un buon posto di osservazione e lo ha fatto precedere da un tiratore a bordo di una jeep, come precauzione.
    La jeep è stata subito neutralizzata da un carroarmato nascosto dietro agli alberi e il tiratore verrà poi ferito mentre cercava di fuggire.
    La situazione è bloccata. Il capitano Rizhkov, comandante della 1a compagnia, ha raggiunto il bosco-obiettivo e sta organizzando le truppe e gli sbandati che lo raggiungono per difenderlo.
    Le altre forze però non possono avanzare oltre. I tedeschi hanno almeno 8 carri armati e varie mitragliatrici che minacciano tutti i possibili passaggi in campo aperto. Fomenko cerca di creare una cortina fumogena davanti al villaggio per permettere ai suoi uomini di avanzare, ma senza successo.
    Fin15.jpg
    Al 15° min. un carro tedesco sbuca dal bosco sulla strada a sinistra e affronta il carro danneggiato. A qualche centinaio di metri dietro di lui però staziona, nascosto in un avvallamento il carro comando e il suo cannoniere dimostra di avere una mira eccellente.
    La consapevolezza dell'esistenza di un altro carro e il rombo di un paio di cannoni che , faticosamente , sono stati fatti avanzare, scoraggia di fatto i tedeschi dal tentare altri azzardi.
    Fin20.jpg
    Fomenko è bloccato e in una pessima situazione. Non può permettersi di rischiare il suo ultimo carro. Cerca allora di spostare i cannoni in posizioni sempre migliori e più efficaci.
    Fin25.jpg
    Al 25°min. riesce a portare un cannoncino antiaereo in vista del villaggio, senza essere notato. Quando questo cannoncino apre il fuoco coglie di sorpresa uno dei carri nel villaggio e lo distrugge. L'immediato fuoco di risposta del nemico però lo neutralizza distruggendo anche il camion che lo trasportava.
    Fin35.jpg
    Approfittando del diversivo il T34 comando si sporge dalla sua copertura e riesce a centrare un'altro carro.
    La situazione è ormai comunque cristallizzata e la partita non offre altre sorprese.
    fin0442-fine.jpg

    Con un obiettivo controllato per entrambi e una quantità uguale di danni questa partita non poteva che finire in pareggio. Il prossimo round sarà quindi un altro ME da 2000 p.ti che si svolgerà al pomeriggio.
     
    • Like Like x 1
  10. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    Aprile '42 - pomeriggio - ME 2000 p.ti (+10% all'asse)

    Entrambi gli schieramenti stanno effettuando grandi manovre per trovare eventuali punti deboli nello schieramento avversario.
    E' in questo contesto che, in un pomeriggio di aprile, la compagnia di ricognitori del maggiore Kachalov si scontra con una colonna corazzata tedesca nel bosco di Metsä epäsiisti.
    Fin00.jpg FN_048.png
    I russi, forti di tre plotoni di T-34 e preceduti da un plotone di T-70, hanno potuto piazzare le loro armi antiaeree su alcune alture e decidono di concentrarsi sulla presa di una collina a nord.
    Anche i tedeschi però sono dotati di cannoni anticarro e alla comparsa della colonna sovietica aprono il fuoco, distruggendo 2 carri in 2 minuti.
    Kachalov risponde immediatamente concentrando il fuoco dei mortai su ogni cannone che viene via via individuato e i carri rimanenti raggiungono la collina obiettivo.
    Dall'altra parte della collina una colonna tedesca di pari forza è entrata nel bosco e i carri tedeschi respingono facilmente i primi T-34 che spuntano dalla cresta, danneggiando il cannone di uno di loro e distruggendone completamente un'altro.
    Fin01.jpg
    Mentre un plotone di carri mantiene la sua minaccia sulla cresta, appoggiato ora da 2 plotoni di fanteria, un'altro effettua una manovra aggirante per cogliere i carri tedeschi di fianco.
    I tedeschi contromanovrano distaccando un carro a difesa del fianco e il primo T34 che spunta dalla collina viene distrutto. Ma gli altri 2 carri che arrivano sono più fortunati e i carri tedeschi vengono in fine accerchiati e distrutti.
    Una seconda colonna tedesca è avanzata intanto, in campo aperto, verso l'obiettivo principale della mappa, un pò più a sud.
    Fin02.jpg FN_049.png
    La colonna subisce il fuoco dei pezzi antiaerei e dell'artiglieria sovietica che ne distruggono i veicoli più lenti, come camion e cannoni, ma riesce infine a controllare l'obiettivo.
    Vedendo la loro colonna di sinistra in difficoltà, due carri avanzano tra i boschi per cogliere alle spalle i carri russi.
    Kachalov ha però tenuto in riserva il suo plotone di T70 dietro una collinetta a sud, alla sua sinistra, e al momento opportuno questi carri scattano alle spalle dei carri avanzanti e li eliminano con i loro 45mm.
    Senza altre minacce, questo plotone inizia la sua manovra di aggiramento sulla sinistra sbaragliando gli ultimi difensori.
    Fin03.jpg FN2_012.png
    Arriva in questo momento, dal comando superiore,l'ordine di interrompere l'avanzata e consolidare le posizioni.
    Il comandante tedesco è ben contento di accordare un cessate il fuoco e la battaglia termina con una vittoria tattica per i russi.

    Nota: per regolamento il prossimo round avrebbe dovuto essere un attacco da 5000 punti ma ho voluto andare a memoria e mi sono sbagliato e ho impostato tutto come una vittoria marginale! La prossima sfida sarà quindi un "probe" da 3000.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 25 Aprile 2015
  11. Dario I

    Dario I

    Registrato:
    4 Luglio 2009
    Messaggi:
    220
    Località:
    Cologno M.
    Ratings:
    +28
    Finlandia Maggio 42 3000 p.ti allied probe

    (Mi sono fatto una cultura sulla simbologia militare sovietica per voi)

    Dopo gli scontri di aprile, il comando della 1à Divisione di cavalleria "Ottobre Rosso" decide di sondare la linea difensiva dei tedeschi per trovare eventuali varchi da utilizzare per l'offensiva prevista per l'estate.
    Il settore di Punaisen Lokakuun viene assegnato al 3° Battaglione del 4° reggimento di cavalleria "Ottobre Rosso" comandato dal maggiore Erastov.
    Lo scopo di Erastov è quello di prendere contatto con il nemico e farlo arretrare, per evitare che possa fortificarsi.
    Gli obiettivi da conquistare sono spostati verso sud rispetto al campo di battaglia, così Erastov decide di concentrare un pò più a nord il suo massimo sforzo, immaginando la zona come poco difesa.
    Una volta raggiunto il limite ovest del settore avrebbe curvato verso sud, prendendo la linea difensiva nemica d'infilata.
    Erastov ha a disposizione ben 4 compagnie di fanti, una compagnia di mitraglieri e una di artiglieria (4 cannoni da 75 e 4 AT da 45mm). Mag42_0.jpg
    Come rinforzo, la divisione gli ha assegnato 2 plotoni di genieri d'assalto e un contingente di 8 carri armati, distaccati dalla 2° divisione corazzata "Ottobre Rosso".
    Lo sforzo principale, all'estremità nord del settore, è affidato alle compagnie Anna e Boris.
    La compagnia Zenter deve invece avanzare frontalmente verso l'obiettivo principale, supportato dall'artiglieria e da un plotone di carri.
    La compagnia Dimitri, infine, deve suddividere i suoi plotoni lungo tutto il restante fronte per impegnare il nemico su tutta la linea e ostacolarne le manovre.

    Le avanguardie delle compagnie A e B ci impiegano più di 20 minuti per attraversare a piedi i quasi 2 km di mappa. Con loro sorpresa però il fronte nord nemico è completamente sguarnito. Nemmeno un cecchino.

    La compagnia C invece avanza di riparo in riparo sotto il fuoco nemico.
    Viene individuato un bunker armato di cannone AT e subito si cerca di distruggerlo portando tutti i cannoni a tiro, tenendoli il più possibile al riparo.

    Intanto la compagnia D è avanzata silenziosamente per i boschi.
    Il primo plotone cerca di avvicinarsi attraverso un ampio prato ma finisce sotto il tiro di due bunker. Uno armato di mitragliatrici e uno armato di cannone.
    Gli altri 3 plotoni avanzano fino ad arrivare a contatto con la linea nemica. Qui si fermano.
    Per sfruttare eventuali occasioni viene fatto affluire tra il 3° e il 4° plotone uno dei 2 plotoni di genieri d'assalto.

    Sono passati 25 minuti circa. Alla fine il bunker a nord è stato centrato e il grosso delle forze sbuca da un bosco alle spalle del contingente che difende l'estremità nord dello schieramento tedesco. Sono stati trovati solo 2 campi minati nel bosco, subito rimossi dai genieri.
    Mag42_1.jpg
    Circondati su tre lati e perso l'ultimo cannone che aveva cercato di posizionarsi a difesa delle spalle dei bunker, i tedeschi si ritirano.
    assalto.jpg fronte.jpg retro.jpg

    La partita è stata considerata come vittoria decisiva. Con l'assegnazione di un ulteriore punto, a Ciampo spetta ora il 25% di bonus. La prossima è l'ultimo round. Meeting Engagement da 5000 p.ti nell'agosto del 42.
     

Condividi questa Pagina