1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

WitP - una riflessione

Discussione in 'War in the Pacific: Admiral Edition' iniziata da GeorgePatton, 21 Aprile 2021.

  1. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    4.009
    Ratings:
    +2.084

    Io contro Blizzard non sbarco direttamente ad Onshu mica perche' me ne freghi qualcosa della storia. Non ci sbarco perche' non me lo permetterebbe.



    Saltare le Filippine o cosa per esse non e' una scorciatoia. Richiede saper giocare molto bene. Ben di piu' che fare le usuali azioni.

    Fallo contro un avversario tosto e sappimi ridire. Vedrai che si fa quel che l'avversario ci permette di fare e non ci sono scorciatoie: l'unica e' giocare meglio e avere una strategia completa e seria.

    E' estremamente facile voler forzare l'avversario a fare le cose che vogliamo noi e che ci tornano comodo e criticare chi agisce in maniere che ci mettono in difficolta'.


    Fra i tanti che hanno criticato il mio stile di gioco, non ne ho mai visto uno che fosse in grado di replicarlo. Ne' ho mai visto uno che sapesse darmi spiegazioni precise sulla propria strategia e il proprio setting operazionale.
    Contro Blizzard ho sviluppato una grand strategy molto complessa e ho operazioni pianificate nel dettaglio delle LCU coinvolte e dei movimenti navali per oltre UN ANNO.
    Tant'e' che i tanti che ho visto ampiamente capaci di replicare e fare meglio non hanno mai avuto niente da ridire, se non suggerire di fare di piu'.

    Ripeto: prova con chi sa quel che fa e vedi se e' facile.


    E' come dire "te giochi per l'autovictory". No. Uno: non gioco per l'AV. Due: prova a ottenerla e ottienila e mi sai ridire com'e' facile farlo.


    Se uno e' bravo e' giusto che faccia meglio e non abbia catene di HR strampalate ad appesantirlo. Sta all'avversario migliorare il proprio gioco, invece di provare ad imbrigliare chi sta dall'altra parte.
     
  2. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    180
    Località:
    Casale Monferrato
    Ratings:
    +53
    Non serve sei stato esaustivo, ti ringrazio
    Con queste tempistiche un alleato attento ha il tempo per rinforzare India e Oz che con offensive lampo non avrebbe.
    Le 6 divisioni risparmiate per Luzon fanno tutta la differenza del mondo
     
  3. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    Ancora la stai mettendo sul piano della bravura, cosa che io non ho mai messo in discussione. Non ho mai detto che giocare nella maniera alternativa sia facile.
    Il mio pensiero, ripeto, è quello di giocare una partita che mi aggrada di più per verosimiglianza storica. Tutto qua.
    Non ho criticato chi gioca nella maniera che tu prediligi per il fatto che lui vinca ed io perda. Ho solo affermato il fatto che giocare in questa maniera non ha più nulla che si avvicini ad un andamento storico della guerra, andamento che io prediligo. Non perché io vinca o io perda. Prova ne è il fatto che ho adottato questa strategia come jap contro Roccia, ben sapendo che, una volta che arrivano i rinforzi agli alleati, perderò. Il mio obiettivo sarà quello di fare meglio della controparte storica. Tutto qua.
    Come detto, e lo ripeto, ci stanno anche partite giocate in maniera strategicamente fantasiosa. Solo che vorrei, ogni tanto, anche giocare una partita più tradizionale.
     
  4. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    4.009
    Ratings:
    +2.084

    Non proprio se ti devo dire la mia.

    Servono circa dalle 8 alle 12 settimane per far arrivare roba dalla WC all'India ad esempio. E non e' poco.



    Secondo me l'Alleato puo' ragionevolmente rafforzare alcuni punti chiave se e' veloce e ha sangue freddo, ma e' comunque difficile.


    Quando feci la "Variante Birmana", cioe' una difesa solida di Burma con focus strategico in CBI Theater, riuscii ad avere in loco circa 3.000AV fra ultima settimana di Dicembre e prima di Gennaio. Ma ero messo male dappertutto.

    Credo che qualunque azione giapponese ben pensata possa ottenere ottimi risultati se fatta entro la fine di Gennaio 1942. Se gia' si va a Febbraio diventa piu' impegnativo. Marzo io me lo riservo sempre come "extra" dato che c'e' sempre bisogno di limare qualcosa ed avere il bonus sbarchi aiuta assai.


    In generale, ti dico che secondo me un Alleato che non sa dove il giapponese va a parare e come, non ce la fa a difendere contro uno sbarco convinto a fine Gennaio 1942. Ce la fa pero' a mettersi in una situazione tattica, strategica e logistica tale da evitare il disastro e contenere il giapponese con perdite complessivamente accettabili.
    Individualmente, almeno, non credo che riuscirei a fare piu' che contenimento fino alla fine del bonus sbarchi giapponese.
     
  5. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    180
    Località:
    Casale Monferrato
    Ratings:
    +53
    Partendo dall' assioma: chi vuol difendere tutto, non difende niente, intendevo riuscire ad avere in loco asset tali da far faticare l' avversario, negargli la cosiddetta passeggiata militare e magari costringerlo a rinunciare a conquistare che so, un isoletta o una base, importanti per una buon ripartenza.
    Es conquisti l' India ma mi lasci PM o il nord OZ o Suva, risultato impossibile da ottenere se non mi batto alla morte da qualche altra parte, ma per poterlo fare ci vuole un minimo di tempo perchè la guarnigione indiana e ancor di più l' aeronautica a dicembre sono ridicole
    L' Australia è un po' diversa
     
  6. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    4.009
    Ratings:
    +2.084

    Si avevo capito male. Hai perfettamente ragione. Tant'e' che, ricollegandosi al filo del discorso del topic, il punto di tutto sta in cosa ci permette di fare l'avversario e la "storicita' " e' grossomodo ricreata dall'equilibrio dinamico che si crea fra i due giocatori.

    Detto in altre parole, contro Blizzard sto seguendo all'incirca una timetable storica, anche se per ora su direttrici diverse, perche' lui non mi permette(rebbe) di fare altrimenti.
    Gioca in modo eccelso: preciso, organizzato, previdente, logico, calibrato.

    Se prendi una logica simile nel '41/'42 da lato Alleato, hai che si puo' perdere qualcosa e rafforzare territori chiave sperando di creare intoppi nella timetable giapponese.
    Credo che la grandissima difficolta' stia nell'agire tempestivamente. Ho ereditato tanti match e spesso c'erano LCU inutilizzate ancora nella primavera del '42. E' inaccettabile. Se vogliamo difendere bene c'e' da usare ogni asset disponibile immediatamente e da creare una catena logistica coi controcoglioni dal day-1.
    Non e' facilissimo, ma e' comunque estremamente fattibile anche per i meno esperti.
    A quel punto, e' abbastanza plausibile difendere l'India anche contro uno sbarco molto "early" (prima settimana di Gennaio). Si perde l'Assam (e' quello?), cioe' grossomodo tutto quello che e' fra Calcutta e Burma. C'e' poco e sono perdite accettabilissime.

    Sempre sulla falsariga della "storicita' creata dall'equilibrio sul campo fra i due giocatori", ti dico anche che quando sbarcai a Calcutta contro Stefano avevo l'intenzione proprio di prendere l'area fra essa e Burma e utilizzarla come cuscinetto per i pozzi di Magwe fino al 1943. Le cose poi sono andate diversamente... Ma l'idea iniziale era quella.



    L'Australia e' un'altra bestia e ci sono considerazioni varie da fare. Secondo me, e' decisamente una scelta povera in termini strategici perche' non lascia tante risorse, crea un perimetro infinito, fa consumare benzina ed e' per soprammercato difficile da conquistare. Last but not least, non aumenta la nostra disponibilita' di truppe, anzi, e' un peso.
    Se proprio siamo costretti, e' fattibilissimo fare Filippine+Australia. Probabilmente piu' facile che sbarcare in India, ma e' appunto una scelta strategicamente discutibile.
    Con le spalle al muro, direi che la logica migliore e' muovere rapidi su NZ e Perth mentre si fa una campagna tradizionale in zona Brisbane senza attivare i rinforzi di emergenza.
    Cio', dovrebbe darci un po' di respiro piu' tardi nel match sul fronte del SoPac visto che non c'e' per l'Alleato il tempo materiale di concentrare tanto fuel e tante supplies in Australia nel solo 1943. Come si vede nel mio match contro Blizzard, c'e' da iniziare a portare roba in modo organizzato nel 1942 se si vuole poi esser tranquilli nel late game.
    Credo che una conquista oltre la linea di attivazione dei rinforzi di emergenza sia infattibile se l'Alleato ha sangue freddo ed e' sopratutto disposto a subire grande attrito. Fondamentalmente, non e' improponibile portare un 4-5 divisioni fra USArmy/USMC in Australia assieme ad un paio di milionate di supplies. Magari ci rimettiamo un centinaio o due fra xAK e xAP, ma ne vale la pena e ci si dovrebbe riuscire se la pensiamo bene. A quel punto e' impossibile prendere Sydney e Melbourne. La cosa in se' non e' tragica, ma e' dove ci sono il grosso delle industrie e quindi si perde un po' il senso di catturare l'Australia se non si prendono Sydney+Melbourne.
    Insomma, un casino.


    In generale direi che se giocassi Alleato contro Blizzard dal '41 non proverei la "Variante Birmana" (mi ci schianta), ma tenterei comunque una strategia molto storica con la sola variazione di un'allocazione di forze maggiore al CBI Theater e minore al SoPac, direi nell'ordine di un 25% differenza.
    Questo perche' appunto Blizzard non mi consentirebbe grandi divergenze storiche.
    Penso che l'opposto sia, pure, valido: non e' che potrei fare chissa' che da giapponese contro Blizzard, salvo grandi errori di valutazione da parte sua (p.ex. appunto rinforzare l'India con millemila robe mentre io punto al CenPac).
    Probabilmente prenderei l'Assam e magari una Celyon in contropiede, ma li' finirei.
     
  7. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    Mi hai quasi convinto (non sono ironico)
     
  8. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    180
    Località:
    Casale Monferrato
    Ratings:
    +53
    Grazie concordo
    Non ho (ancora spero) la vostra profonda conoscenza di certe dinamiche del gioco AAR, ma non ho ancora perso una certa visione strategica, bene :D
    Che dire, spero di fare prima o poi una bella partita con un Jappo aggressivo, perchè il mio fraterno avversario di una vita su tanti campi di carta è conservativo, conquisterà la zona di coprosperità e poi mi aspetterà al varco, sperando che sopravvalutando le mie forze faccia qualche mossa avventata ;)
     

Condividi questa Pagina