1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Giappone '44

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da emanuelep90, 5 Settembre 2013.

  1. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    Giappone '44

    a mio avviso una delle partite più interessanti del gioco per varietà delle missioni, spazio di manovra e difficoltà. Mi sto davvero divertendo!!

    C'è una situazione iniziale di svantaggio generale - superiorità navale, aerea ed economica degli Usa, inglesi che incalzano in India est, gli alleati tedeschi vicini alla resa - ma non catastrofica ed irrimediabile com'è ad esempio la partita con la Germania '44.

    Vi racconto la mia partita finora, per punti; sono a fine '46, con modalità hard.

    L'idea di fondo è:
    1) bilanciare lo svantaggio strategico iniziale con situazioni tattiche favorevoli e artifizi vari, ricostituire fronti e via dicendo
    2) stabilizzare la situazione e riorganizzare esercito e produzione
    3) passare a piccoli e pazienti contrattacchi finalizzati a consolidare la posizione e rafforzare la produzione

    - Conquista della Cina: una manovra senza particolari ostacoli. Sposto le divisioni di fanteria presenti in Corea del Nord sul fronte cinese e, un po' con la superiorità militare della fanteria giapponese sulla milizia cinese, un po' chiudendo in una sacca le truppe cinesi nella zona est, con poche manovre e qualche settimana di scontri conquisto la cina nazionale.
    La quale mi diventa, bug del gioco, sia puppet che territorio annesso.
    Poco male, mi restano una valanga di divisioni di milizia cinesi come corpi di spedizione, deboli e mal organizzate, ma sufficienti per riversarli sul confine con la Cina Comunista, lo Yunnan e lo Xibei Xian
    In questo modo dispongo della fanteria giapponese per altri usi...
    Dichiaro guerra alla Cina comunista, non avanzo subito, bensì uso tutti i bombardieri tattici per letteralmente annientare le divisioni del piccolo stato: piccola astuzia per far fare esperienza cospicua ai bombardieri, da utilizzare poi più efficacemente su altri fronti.
    Con lo Yunnan aspetto perchè, se conquistato, mi espone agli inglesi

    - Pacifico: superiorità navale soverchiante degli usa: inutile tentare di fronteggiare a viso aperto la marina, sarebbe un bagno di sangue. Sono costretto a perdere qualche isoletta sparsa quà e là, ma non Ivo Jima e Taiwan, che difendo con corpi d'armata interi.

    - India est e Indocina: il fronte con gli inglesi non è sostenibile, troppo forti i loro corazzati. Provo a riformare in ritirata un secondo fronte lungo un fiume poco a ovest del Siam, ma vengo sfondato nell'unica provincia non protetta dal fiume (l'unico modo per contenere i corazzati e meccanizzati e avere fronti protetti da fiumi). Così, sono costretto a sacrificare il Siam, il Vietnam del Sud e Singapore (nonostante altro tentativo).
    Riesco infine a stabilizzare il fronte poco sotto Hanoi, in Vietnam del Nord, lungo un fiume. Grazie alle infrastrutture a 10%, cioè non agibili, il fronte si riduce a due province, 5 divisioni ciascuna a presidio

    - Indonesia: anche quì situazione difficile. Perdo inizialmente qualcosa, ma anche gli Stati Uniti si arenano, tra supply e infrastrutture inagibili. Nel 1945 subisco uno sbarco da parte degli Australiani, che infine respingo con due corpi d'armata annientando la maggior parte del loro supposto esercito (6-7 divisioni di fanteria)

    -Situazione militare: come dicevo all'inizio, il Giappone non è messo poi così male. Certo è in svantaggio rispetto a Usa e Inghilterra, ma ha ancora molte truppe di terra, un numero discreto di aerei e un numero decente di navi - anche se per un bel po' praticamente inutilizzabili per via dello svantaggio.
    Inoltre con la buona IC che c'è, si può lavorare

    - Situazione economica-produttiva: con la perdita della penisola di Singapore e del Vietnam vado un po' in crisi con le risorse (ed anche per le difficoltà a trasportare convogli, di cui dirò)... anche perchè ho l'embargo della Russia e sostanzialmente non ho partner economici con cui commerciare. Ad ogni modo faccio affidamento sulle scorte
    In produzione metto principalmente: 1) fanteria (sempre 5-10 divisioni) 2) intercettori (2-3) 3) bomb tattici (2-3) 4) bomb navali (2-3) 5) qualche nave 6) convogli e scorte a manetta


    - Tedeschi bye bye: si arrendono, ma resistono più del previsto: fino a settembre '45 (in altre partite li ho visti collassare in tre mesi)
    Ovviamente i Russi si prendono tutto, Francia e Italia compresi
    Mi aspetto, e temo, una dichiarazione di guerra da parte russa, ma per ora niente
    Provo a migliorare le relazioni diplomatiche con l'unico strumento a disposizione (c'è ancora l'embargo): mi proclamo garante...ahahah
    Garantisce un miglioramento annuo delle relazioni. Non so se servirà...per ora, fine '46, nessuna guerra

    - Guerra sottomarina: semplicemente insostenibile. è il vero snodo della partita: ad un certo punto rimango senza convogli nonostante la coda eterna, le scorte sembrano inutili ed inoltre i cacciatorpedinieri che mando in giro ad intercettare o non beccano niente (mai un sottomarino ingaggiato, soltanto individuati) o ritornano ammaccati o non ritornano proprio per aver intercettato flotte via via più inaffrontabili.
    Mi ritrovo senza convogli e impossibilitato a rifornire le truppe in giro e a ricevere risorse: partita compromessa
    Dopo vari tentativi e varie combinazioni mi rassegno: modifico, per questa sola partita, i parametri: 1) convogli e scorte più veloci da produrre di 10 volte; 2) spie che aumentano di più l'unità nazionale, altrimenti a picco (mi affondano fino a 70 convogli a settimana!); 3) aumetata capacità di rilevamento sottomarino e attacco sottomarino ai cacciatorpedinieri
    In questo modo riesco di tanto in tanto a intercettare qualche sottomarino, di tanto in tanto mi faccio male coi cacciatorpedinieri in giro, e nel complesso la situazione è sostenibile: produzione/perdita di convogli equilibrata e unità nazionale che scende, ma molto lentamente (ora a 62)

    - Sbarchi Usa: un po' ovunque. All'inizio come detto lascio qualche isoletta e alcuni territori in Indonesia. Il pericolo più grande è rappresentato dall'isoletta a sud del Giappone, a portata di tiro dei bombardieri (non mi ricordo il nome). Non faccio in tempo a difenderla.
    Nel frattempo si liberano le divisioni impegnate in Cina e le reimpiego un po' per difendermi in Vietnam dagli Inglesi, ma soprattutto per rinforzare i presidi dei porti in mio possesso, e per formare dei "corpi di pronto intervento" di 5 divisioni da utilizzare per respingere i vari sbarchi.
    Dopo alcuni modesti sbarchi nelle Filippine, tutti respinti, ricevo una vera e propria invasione nel Giappone nord dove avevo una sola divisione a presidio, non aspettandomi attacchi lì
    I miei complimenti all'AI, che faceva pena nel gioco base, mentre è valida nel Semper FI: mi attacca il porto con due marines e 4 fanterie, mentre sbarca nelle vicinanze rispettivamente 4 divisioni di corazzati pesanti e 4 meccanizzate, per un totale di 14 divisioni.
    Dopo un primo sbandamento, riesco a riorganizzare un fronte: 2 corpi interi li metto a difesa nel Giappone centrale, dove è arrivata l'avanzata, un terzo lo uso per un contro sbarco nei territori invasi, così da obbligare gli Usa ad un doppio fronte. Pian piano assorbo l'invasione, conquistando prioritariamente il porto.
    Diciamo che quì me la sono vista brutta e me la sono cavata non di molto.
    Dopodichè ricevo via via sbarchi simili, anche minori, ma diventano meno pericolosi sia perchè so come fare, sia perchè i "corpi di pronto intervento" diventano 5, cioè un'armata intera a disposizione, che trasporto di qua e di là scortate da tutte le corazzate e il naviglio pesante a disposizione. Sempre augurandomi di non incontrare la super mega flotta Usa intercettata una volta, che consta di 185 navi!!
    Quindi vari sbarchi....da ricordare 2 in Corea, 1 consistente nelle Filippine, svariati tentativi di prendere Ivo Jima (arrivata a proteggere con 9 divisioni) e un altro molto grosso (15 divisioni) nel Giappone Sud
    In questo modo, distruggendo di volta in volta divisioni nemiche e senza subire perdite, neutralizzo un po' il vantaggio produttivo degli Usa. Unica, piccola pecca dell'AI: basterebbe un unico megasbarco e tanti saluti.
    Ma meno male, meglio così! :)

    -Situazione generale a fine '45: STABILIZZATA E SOTTO CONTROLLO!! Ora posso organizzarmi per piccoli e mirati contrattacchi



    CONTRATTACCHI

    - Singapore: per ora la principale e vincente manovra l'ho fatta sugli inglesi. Molto utile per svariate ragioni
    Organizzo la riconquista in questo modo: sposto nelle Filippine, cioè a portata di base militare, dapprima 2 corpi convinto che possano bastare.
    Il primo lo faccio sbarcare nel lembo di terra ridotto a una provincia, e protetto da fiume, che si trova già nel Siam occupato, per contenere efficacemente il riflusso di truppe da nord
    Il secondo lo faccio sbarcare nei pressi del porto più vicino, 6-7 province a sud, colmando subito quelle provincie per i rifornimenti.
    Mi accorgo che ci sono troppe divisioni inglesi e sposto dal Giappone un altro intero corpo. Resto così con soli 3 corpi interi in Giappone, faticando un po' a respingere la contemporanea invasione nel sud del Giappone.
    Pian piano avanzo a sud ma alla fine, vuoi per un fiume, vuoi forse per un afflusso di truppe inglesi, le truppe non bastano ancora.
    Così vado a prendere un quarto corpo rimasto in Indonesia, quello che aveva respinto gli Australiani, e lo faccio sbarcare nei pressi di Singapore: attacco Singapore, la occupo con una divisione, mentre le altre quattro avanzano a nord andando a prendersi l'ultimo porto rimasto nella penisola. Intanto gli inglesi si devono sdoppiare e senza troppe difficoltà assorbo le divisioni: una dozzina di divisioni spazzate via e Singapore riconquistata!!
    Questo mi dà i seguenti vantaggi:
    1) respiro con le risorse, soprattutto petrolio e materiali rari
    2) posizione strategica preziosa
    3) prendo il controllo della utilissima base aerea di Singapore, da cui riesco a bombardare con i navali i porti inglesi presenti nel Borneo riconquistato e qua e là in Indonesia. Così faccio una prima strage di sottomarini (11) e qualche incrociatore-cacciatorpediniere.
    Ora si stanno riorganizzando per il secondo giro

    - Isoletta: lavoro di routine: riprendo la piccola isoletta a sud del Giappone, da cui venivo bombardato con gli strategici.

    Ed eccomi quà...ho ricostruito la partita fino ad adesso, 2 anni e mezzo di gioco
    Scusate se non ho pubblicato screen, ho deciso tardi di fare questo resoconto (il mio primo)...ma davvero una bella partita, intensa
    da adesso cercherò di porre rimedio!! :)

    Ora sono indeciso su quali manovre fare: se conquistare Australia e Nuova Zelanda (guadagno di produzione e leadership, ma ampi territori da difendere); se avventurarmi nelle isolette del Pacifico; se tentare una maxi manovra contro gli inglesi o sbarcando nel Vietnam del Sud, o invadendoli in Bangladesh tramite lo Yunnan

    .......vi farò sapere!!
    grazie a chi è arrivato fin quì
     
    • Like Like x 1
  2. PPCT

    PPCT

    Registrato:
    19 Agosto 2013
    Messaggi:
    279
    Ratings:
    +43
    Caccia i diavoli bianchi dalla sfera di cooprosperità ;);):approved::D:D
     
  3. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    chi intendi per diavoli bianchi scusami?
     
  4. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    Dunque dunque...
    ecco un po' di screen ;)

    il lembo di terra protetto da fiume+giungla che presidia la penisola di Singapore. Invalicabile dai corazzati
    [​IMG]

    la situazione frastagliata in Indonesia
    [​IMG]

    i corpi di "pronto intervento" presenti in madrepatria (hanno appena assorbito una invasione USA)
    [​IMG]


    lo scacco di Singapore, da cui bombardo preziosamente diversi porti
    [​IMG]

    piazzata la mia flotta principale nel porto di Singapore, colleziono piccoli colpi
    [​IMG]

    una delle invasioni di routine, questa volta degli inglesi
    [​IMG]


    a breve aggiornamento!!
     
    • Like Like x 1
  5. MetallicA

    MetallicA

    Registrato:
    8 Marzo 2011
    Messaggi:
    293
    Ratings:
    +20
    vogliamo conoscere la situazione internazionale !!!!! Più news più news ! mi piacciono questi scenari alternativi!!!! :) GRANDISSIMO !!!
     
  6. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Ma le atomiche quando arrivano?
     
  7. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    Spero proprio non arrivino! ...

    A me non piace ricorrervi: la trovo una scorciatoia che va contro il senso del gioco
    ti prendi qualche territorio, butti una valanga di atomiche su un obiettivo importante e la nazione si arrende per unità nazionale...I don't like it ;)
     
  8. MetallicA

    MetallicA

    Registrato:
    8 Marzo 2011
    Messaggi:
    293
    Ratings:
    +20
    guarda ne basta una sola..... XD
     
  9. PPCT

    PPCT

    Registrato:
    19 Agosto 2013
    Messaggi:
    279
    Ratings:
    +43
    Ma naturalmente gli anglo-americani :D.
    Si vede che non hai mai letto supereroica :eek::D
     
  10. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    Pazientate un po' .... non riesco più a caricare immagini, ma credo proprio sia dovuto ai problemi di connessione che ho in questi giorni...va e viene

    la partita va avanti, anche se è destinata ad un lungo stallo :piango:
    Intanto raccolgo gli screen

    senza screen non c'è gusto, credo
     
    • Like Like x 1
  11. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    Non c'è molto da dire...
    La Russia ha conquistato l'Europa e se ne sta bella e buona
    [​IMG]
    (la Francia è puppet dei sovietici)

    Per il resto il Giappone è il vero centro del mondo...teatro di inutili e ripetuti tentativi da parte degli anglo-americani di spezzare la resistenza nipponica :)
     
    • Like Like x 1
  12. MetallicA

    MetallicA

    Registrato:
    8 Marzo 2011
    Messaggi:
    293
    Ratings:
    +20
    ma che figata di partita !!! germanici e italici sono caduti ! E gli alleati non sono in guerra con il blocco soviet ?!?!
     
  13. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    Dunque dunque!!
    La partita va avanti e ha avuto notevoli evoluzioni!
    Ma....tappa per tappa, da dove eravamo rimasti



    Valutata la situazione, ho preferito buttarmi su Australia e Nuova Zelanda, in sostanza per avere qualche IC in più (per avere una produzione ottimale dovrei incrementare di 50-100 punti IC). Anche se ciò mi espone a controattacchi e sbarchi su una superficie maggiore e quindi mi obbliga ad impiegare più divisioni a presidio.

    Le alternative erano attaccare a viso aperto gli inglesi in Indocina (truppe insufficienti) o prendere di petto le isolette del Pacifico: pressochè impossibile vista la superiorità navale Usa e i suoi controsbarchi da 10 divisioni di marine.


    ...per cui.....


    Operazione Oceania



    Il piano prevede l'occupazione rapida di tutte le provincie australiane che hanno punti vittoria mediante sbarchi mirati.

    L'occupazione e l'avanzata terrestre sarebbero troppo lente e lunghe, vista la grandezza dell'isola e le basse infrastrutture.

    L'esercito australiano non è massiccio, e già ho eliminato alcune divisioni in combattimenti nelle varie isolette
    [​IMG]
    i corpi di invasione pronti all'attacco



    Altri corpi rimangono in patria per contrastare le solite invasioni.


    Iniziano gli sbarchi in varie zone, e non si incontrano particolari resistenze, se non di circostanza.
    Dopo pochi giorni, buona parte dei punti strategici sono occupati, e l'Australia è vicina alla resa
    [​IMG]

    [​IMG]
    la capitale conquistata, e le poche divisioni rimaste dell'esercito australiano

    [​IMG]
    ma appena mi avventuro nelle isolette, australiane, che valgono punti vittoria, subisco i contrattacchi usa, provienienti da questa flotta piccola piccola.......
     
  14. PPCT

    PPCT

    Registrato:
    19 Agosto 2013
    Messaggi:
    279
    Ratings:
    +43
    Purtroppo gli USA sono troppo op nel pacifico e a meno di giocare con una grande potenza navale
     
  15. MetallicA

    MetallicA

    Registrato:
    8 Marzo 2011
    Messaggi:
    293
    Ratings:
    +20
    allora l'unico modo per buttare giù gli usa via mare è giocare in combinazione aviazione e marina. Cerca di operare nelle zone chiave, intercettare i piccoli gruppi colpire e scappare velocemente, crea i tuoi gruppi in modo che possano ritirarsi velocemente punta sulla velocità, supportali con NAV e INT la chiave è buttare giù le portaerei, una volta che ne intercetti una bombardala con i NAV e gli INT, non fartele mai scappare, colpiscile forte anche in porto ! FAMMI SAPERE! le immagini si vedono piccole mettile piu grosse
     
  16. MetallicA

    MetallicA

    Registrato:
    8 Marzo 2011
    Messaggi:
    293
    Ratings:
    +20
    il blocco sovietico è intoccabile, speriamo ce si dichiarino guerra alleati e sovietici altrimenti non vedo molte possibilità di azione!
     
  17. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Guarda che non mi riferivo mica ad un uso da parte tua :p
     
  18. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    guarda, quando intercetto piccole flotte USA composte da 3 portaerei, 1 cor 2 incorciatori e 2 cacciatorpedinieri, è incredibile a dirsi ma è così, mi affondano tutto ciò che mando.
    Letteralmente: ho fatto vari tentativi. Una volta ho mandato la mia mega flotta (3 portaerei, 4 corazz, 3 incr pesanti, 3 leggeri, 4 torpedinieri, con bassa penalità di posizione e ottimo comandante) e mi hanno affondato 8 navi a fronte di nessuna! Vanno subito giù le organizzazioni, nonostante gli intercettori mandati. Poi ho provato anche con soli torpedinieri o comunque naviglio leggero, ma ovviamente è stato anche peggio
    Le portaeree inglesi, invece, vanno giù. Con difficoltà ma vanno giù.

    Per cui mi son messo l'anima in pace: superiorità navale schiacciante degli Usa nel Pacifico.
    Ogni tanto riesco ad intercettare qualche sottomarino che gira vicino al Giappone e il resto.....vedrete nei prossimi post come ho aggirato il tutto ;)
     
  19. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    Dopodichè.........anche gli inglesi contrattaccano e accorrono in difesa dell'alleato australiano, cogliendo impreparati i presidi nipponici rimasti nelle cittadine occupate

    [​IMG]
    Per la campagna Australiana servono più truppe!


    Nel frattempo, dalla base navale di Singapore colleziono una serie di colpi sulla marina inglese....
    [​IMG]
    [​IMG]
    [​IMG]

    Il traffico navale inglese e l'afflusso di truppe in Indocina sono messi a serio rischio.
    Singapore fondamentale
     
  20. emanuelep90

    emanuelep90

    Registrato:
    26 Giugno 2013
    Messaggi:
    64
    Ratings:
    +14
    Attivismo degli USA

    Con l'afflusso di nuove truppe in terra australiana riesco senza troppe difficoltà ad ultimare la conquista dell'isola e a scacciare le invasioni inglesi e americane. Di slancio, la conquista della Nuova Zelanda, operazione di routine.

    Ma nel frattempo....gli Usa lanciano una serie di operazioni di contrattacco in diversi luoghi

    1) Ivo Jima: perdo purtroppo la preziosa isola di Ivo Jima, ultimo avanposto giapponese nell'Oceano Pacifico. Isoletta monoprovincia, posta a sud est del Giappone da cui si riesce a bombardare qualche provincia nipponica con gli strategici.
    Attacco con 10 divisioni di marines contro cui poco si può fare. Riesco a far pervenire in tempo una flotta con dei trasporti per far ritirare le 5 divisioni presenti sull'isola sulle navi e riportarle in patria "salve".
    Da questa operazione mi convinco definitivamente che le isolette del Pacifico mi sono precluse: quand'anche le si conquisti con sbarchi, nulla si può fare contro i loro controsbarchi.
    E l'unica cosa che non posso permettermi è di perdere divisioni (mentre ne devo annientare continuamente di q
    uelle nemiche per controbilanciare il divario di produzione)


    2) Australia: lungo la costa nord orientale dell'Australia da poco conquistata, subisco un mega sbarco, in cui gli americani riversano una valanga di Corazzati Pesanti (già, avete capito bene: guardate quì)

    [​IMG]
    si tratta di una quindicina di divisioni corazzate pesanti, più qualche meccanizzata e qualche unità di fanteria. A cui poi si aggiungeranno dei presidi nell'unico porto conquistato.


    Poco male: terreno montuoso a sud, inaccessibile per i corazzati........avanzata subito fermata da due corpi d'armata di fanteria nipponica.
    A ovest, si incontrano ben presto infrastrutture al 10%, il che significa che le truppe restano bloccate in un fazzoletto di terra, potendo eventualemente avanzare soltanto a sud.
    Inoltre......!!! L'unico porto conquistato ha base navale al 2, quindi completamente insufficiente per rifornire tutte quelle truppe. Per cui, lascio la situazione in questa fase di stallo per un po' di tempo, sbrigando nel frattempo altre faccende.
    Dopodichè, al secondo tentativo.....


    [​IMG]
    sbarco nella provincia a nord della base navale, attacco subito, e occupo il porto, lasciando definitivamente fuori dai rifornimenti una valanga di truppe.
    Avevo già fatto un tentativo, con un corpo d'armata intero, ma appena occupata la base navale ero stato ricacciato dai corazzati, ritirandomi a sud nelle provincie da me occupate.


    Dopodichè il lavoro è di routine, e si tratta solo di lasciare che il tempo (=mancaza di rifornimenti) faccia la sua parte

    [​IMG]
    Con questo epilogo! (non sono tutte lì le truppe fatte fuori, alcune si sono perdute durante la lentissima ritirata)



    3) Nuova Zelanda: apparentemente anonima, l'invasione della Nuova Zelanda si rivela molto più ostica da respingere del previsto, per via di particolari conformazioni del territorio e di questioni tecniche...
    Vediamo:
    [​IMG]
    Vado subito a stabilizzare il fronte lungo i due fiumi che tagliano l'isola nord. L'immagine è stata catturata diverso tempo più tardi, e testimonia come la situazione non si sia sbloccata.


    Ogni volta che sfondo nella provincia in cui sto attaccando e vado ad occupare l'unico porto secondo il copione tradizionale, vengo respinto da 5 divisioni che si trovano nascoste sulla punta est, fuori dal mio raggio visivo.
    Per cui quì è stallo totale. Ma tutto sommato mi va bene così
    Unico momento problematico è stato quando gli inglesi hanno invaso Wellington, la provincia con il porto e l'HQ, lasciandomi tagliato fuori dai rifornimenti.
    Ho dovuto far intervenire il mio corpo specializzato di marines (che ormai ha 48% di esperienza) per ristabilire la situazione.

    4) Indonesia: solite e continue scaramuccie in Indonesia, con invasioni Usa/inglesi di volta in volta respinte


    [​IMG]

    5) Filippine: subisco anche un'invasione nel sud delle Filippine. Quì di seguito una serie di screen con le varie fasi dell'operazione, presentate in maniera più dettagliata

    [​IMG]
    invasione, occupazione parziale dell'isola e contenimento dell'avanzata, sempre sfruttando difensivamente i fiumi


    [​IMG]
    contrattacco con sbarco nella provincia limitrofa alla base navale


    [​IMG]
    occupazione dell'unico porto: le truppe nemiche sono tagliate fuori dai rifornimenti

    [​IMG]
    lasciate esaurire le scorte, si procede al riassorbimento





    Nel frattempo............si radunano nel sud del Giappone una serie di truppe di nuovo reclutamento per oscure ragioni........................................................................................
    [​IMG]
     

Condividi questa Pagina