1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[Trafalgar Square] Il Centro di Londra

Discussione in '[Partita Cooperativa] Regno Unito 1836' iniziata da Re_d'_Italia, 11 Marzo 2009.

  1. Re_d'_Italia

    Re_d'_Italia

    Registrato:
    16 Febbraio 2009
    Messaggi:
    653
    Località:
    Pescara
    Ratings:
    +0
    Da soli quindici anni, ove in precedenza erano situate le stalle reale, è stata fatta costruire una piazza, che oggi è il centro culturale e sociale più attivo del Regno.
    E' una grande piazza lastricata (nel 1836 non c'era ancora l'obelisco :D) nella quale si possono incontrare cittadini britannici di ogni strato sociale: dai nobili e i politici della corte di Re Philip, al sottoproletariato londinese.

    E' in questa piazza che molti politici o aspiranti tali tengono i propri discorsi, persino il Re, ogni primo giorno dell'anno, tiene in questa piazza il suo Discorso alla Nazione. Nei giorni normali, però, le fiere e i mercati la fanno da padroni, e aleggia un odore di verdure e scarti dei banchetti rimangono in terra nelle serate.

    :eek:fftopic:Va bene questa descrizione per la Piazza principale di Londra, la capitale del Regno? :asd::asd:

    [​IMG]
    Una rappresentazione dell'epoca della Piazza, Londra 1836
     
  2. Blede

    Blede

    Registrato:
    8 Agosto 2008
    Messaggi:
    1.648
    Località:
    Massa Lombarda (Ra)
    Ratings:
    +0
    OFF: Certo che va bene. Se poi mi trovi anche un'immagine della piazza all'epoca va ancora meglio. (Acc, ora devo anche scrivermi il discorso di inizio anno... vabbè vedrò di sfornare qualcosa :D).
     
  3. Re_d'_Italia

    Re_d'_Italia

    Registrato:
    16 Febbraio 2009
    Messaggi:
    653
    Località:
    Pescara
    Ratings:
    +0
    Mentre alcuni operai lavorano alla costruzione del palco che, in serata, ospiterà il Discorso di Inizio Anno del nuovo Sovrano, giunge un gruppetto di militanti liberali, alla testa dei quali si presenta un distinto signore, vestito con abiti costosi e con una pelliccia. Ai bordi della piazza, essendo il primo giorno del mese di gennaio, vi è accatastata della neve, ma l'attenzione dei presenti viene catturata da un giovanotto del Whig Party che esclama: "Popolo Britannico, Lord William Lamb di Melbourne vorrebbe tenere un discorso..."

    Ladies and gentlemen, popolo di Londra!

    Innanzi tutto auguro un buon inizio d'anno a tutti Voi.

    Come sappiamo, questo anno si apre con una bella notizia: l'incoronazione del nuovo Re. Ebbene, cittadini dell'Impero, ora il nuovo monarca avrà bisogno di un nuovo Primo Ministro.

    L'attuale governo, che, come tutti sappiamo, è ratto dalla maggioranza conservatrice, ha fatto disastri nell'economia, creando molteplici tasse che hanno penalizzato i ceti emergenti e le classi più deboli.

    Con una politica protezionistica come quella portata avanti dal Conservative Party, il Popolo è stato doppiamente tassato, mantenedo comunque un deficit abbastanza pesante nel bilancio (OFF:appena si inizia la partita con l'Inghilterra, il bilancio è subito in deficit! Non che voglia attribuire la colpa a McTremounts, però...:D:D).

    Perciò, la proposta mia e del Whig Party, è quella di azzerare in un anno i dazi doganali, magari, una volta raggiunto il pareggio, dare anche qualche sussidio al commercio. Ecco perché andrà accuratamente scelto il nuovo Cancelliere dello Scacchiere!

    Mi candido alla Segreteria del Partito perché sostengo che le varie correnti vadano riunite, così da poter creare una forte maggioranza in Parlamento e così da aprirci le porte a Dowining Street.

    Il mio obiettivo è semplice: dare parità di diritti a tutti i cittadini britannici, e far pagare meno tasse alla popolazione, aprendo la nostra economia agli impulsi provenienti dall'estero.

    Per quanto riguarda l'organizzazione dell'amministrazione del Partito, ricordo a tutti i cittadini britannici, che è ufficialmente aperto il Primo Congresso del Whig Party e invito tutti i liberali e le persone che lottano per i nostri ideali, a parteciparvi.

    Viva il Popolo Britannico, Viva il Nostro Re!
     
  4. Tito Manlio

    Tito Manlio

    Registrato:
    21 Agosto 2008
    Messaggi:
    135
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Durante il discorso del Lord un distinto signore con indosso un cappotto nero ed una tuba, tenente in mano il Financial Times, si avvicina per ascoltare le parole del liberale....
    finito il discorso il signore dice con forte accento scozzese:

    Mio caro signore, se è vero che il passato governo ci ha danneggiati, ( tira una boccata alla pipa) come mai la nostra è ancora la più grande e fiorente nazione del mondo? Si ci sono dei buchi nel bilancio ma questo perchè noi, in linea con la nostra politica (OFF- mi sembra che i conservatori non possano alzare le tasse più di tanto :humm: o erano i reazionari...) abbiamo cercato di favorire con imposte più basse l' industria che è la nostra principale fonte di ricchezza e poi perchè abbiamo favorito il riarmo e l' espansione coloniale....
    mentre l' uomo fa una pausa un cittadino lo interrompe e gli dimanda che sia
    oh... me meschino non mi sono presentato, io sono Adam McThreemounts, passavo di qui e sono venuto a salutare il vecchio Lamb di Melbourne. Comunque voi Lord William che cosa avete intenzione di fare a livello internazionale? continuerete la nostra politica d' interventismo o ci lascerete isolati?
     
  5. Blede

    Blede

    Registrato:
    8 Agosto 2008
    Messaggi:
    1.648
    Località:
    Massa Lombarda (Ra)
    Ratings:
    +0
    OFF: in realtà è il laissez faire liberale che impedisce alle slide delle tasse di andare oltre il 50 %, l'interventismo non dà limitazioni...
     
  6. Tito Manlio

    Tito Manlio

    Registrato:
    21 Agosto 2008
    Messaggi:
    135
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    off- doh :cautious:(vergogna):cautious:... comunque noi abbiamo favorito l' industria punto. :D
     
  7. Zarch

    Zarch

    Registrato:
    29 Aprile 2008
    Messaggi:
    318
    Ratings:
    +0
    .
     
  8. Re_d'_Italia

    Re_d'_Italia

    Registrato:
    16 Febbraio 2009
    Messaggi:
    653
    Località:
    Pescara
    Ratings:
    +0
    scuotendo il capo al dire dei due lords profilatisi dinanzi, l'uomo decide di controbattere alle loro accuse, aggiustandosi la giacca, prima di iniziare

    Lord McThreemounts, sappiamo tutti sin troppo bene chi tutela gli interessi del Regno; non certo voi conservatori, che avete speso miliardi di sterline nel riarmo, mentre lasciavate la popolazione britannica in preda al caos. Se ci fossero state politiche differenti, certo noi saremmo ben di più di una super potenza.
    Noi, milord, dovremmo essere un esempio per tutto il Pianeta, in quanto, una prima potenza mondiale degna di tale nome deve pensare innanzi tutto ai propri cittadini.

    Non fraintendetemi, sir Adam, io non negherò mai che le conquiste fatte in ambito militare sino ad oggi non siano state di inpulso alla elevazione al rango di Prima Potenza Mondiale, ma, un buon esercito, va coadiuvato da una popolazione con un livello di benessere e di civiltà avanzata, mentre, ancora troppa gente è sfruttata, e ancora troppe classi sociali non hanno i diritti che si spettano, però concorrono pesantemente all'accrescimento degli introiti del Regno, che non sono mai reinvestiti sulla gente.

    Per quanto riguarda la politica estera, temo che vada fatto molto, specialmente per migliorare i rapporti con gli Stati Uniti e la Francia. Queste grandi nazioni, potrebbero costituire alleati strategici in caso di una guerra contro la Prussia o la Russia.
    Ebbene sì, avete capito bene. Le nazioni che più devono preoccuparci sono il Regno Prussiano e quello Zarista, due potenze che, a mio avviso, sono anti democratiche e cercano la supremazia sul nostro Paese.

    Il mio partito sostiene uno sviluppo di nuove colonie in Africa, terra ancora poco sfuttata e che, a mio parere, fra qualche anno sarà attaccata dalle nazioni straniere.

    Poi girandosi verso un uomo abbronzato, un militare a suo dire, l'uomo decide di rivolgersi a lui osservandolo dalla testa ai piedi

    Economista io? Dite sul serio? Credo vi sbagliate in quanto io sono una persona che guarda al bene del Popolo Britannico e se ciò significa essere "economisti", allora son cancelliere dello scacchiere! (mi spiace per McThreemounts :D:D, scherzo!)

    Voi credete veramente che investendo solamente sulle armi il nostro divenga un Paese migliore? Non pensate che si debba cambiare qualcosa in questa società, sempre mentalmente più chiusa e più piegata su sé stessa?

    A questo punto, il distinto signore decide di tornare a parlare al Popolo tutto, rivolgendosi a tutti i passanti

    Popolo Britannico, avete sentito i ragionamenti dei conservatori e dei reazionari? Non vi sembrano simili, non vi sembra di ascoltare sempre la stessa solfa mascherata con nomi differenti?
    E' giunta l'ora di cambiare questo Regno, di farlo divenire veramente Unito, come vuole il nostro nome, e come avrebbero voluto i nostri Padri Fondatori!

    Solo con un'alternativa vera si possono abbattere tali differenze, con un'apertura totale, sia dell'economia che della cultura! Basta al protezionismo economico - sociale, imposto dai conservatori! Ci vuole... una svolta liberale!
     
  9. Tito Manlio

    Tito Manlio

    Registrato:
    21 Agosto 2008
    Messaggi:
    135
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    l' uomo alle parole del reazionario esclama:
    non credo che con le sole armi si possa avere la gloria, il prestigio di questa nazione sta nel benessere raggiunto con la nostra politica, se ad oggi la nostra è la più grande economia del mondo lo dobbiamo al nostro lavoro sull' industria, e poi un buon esercito richiede rifornimenti e quindi industrie per produrli...

    poi salendo di corsa sul palco e palesandosi accanto a William Lamb dice:

    cittadini di sua maestà!! Devo ammettere che è vero che sono stati trascurati gli interessi di alcuni, ma questo è stato fatto nell' nteresse della nazione tutta!
    Chi se non noi h debellato la criminalità, chi se non noi ci ha resi grandi....
    forse i liberali? no no non credo... forse la reazione? no, nemmeno loro....
    ciò che ci ha fatto grandi è stata la coesione con cui abbiamo operato, e ve lo dico io uno scozzese...
    Chi vi ha dato la stampa libera che avete? NOI! Chi ha fatto ridurre i massacranti orari di lavoro minorili? NOI! non certo i liberali!
    ma non cadiamo in polemica e ascoltiamo ciò che dice il caro William...
    noi Sir Lamb avremmo modo di discutere in parlamento...
     
  10. Re_d'_Italia

    Re_d'_Italia

    Registrato:
    16 Febbraio 2009
    Messaggi:
    653
    Località:
    Pescara
    Ratings:
    +0
    ridacchiando al dire del messere appena giunto al suo fianco

    ah, ah, ah! Posso capire che difendiate il vostro operato, ma, almeno, riconoscete la grandezza dei nostri predecessori! Vi ricordo, sir McTremounts, che se queste libertà oggi esistono, è grazie a governi guidati sì da conservatori, ma supportati anche da liberali! I nostri padri hanno avuto il coraggio di unirsi e stabilire ciò che più sarebbe stato meglio per il nostro Regno, sono stati coraggiosi, cosa che, temo, oggi non accadrebbe più...

    poi tornando a rivolgersi ad un gruppetto di persone radunatesi dinanzi ai due

    Britannici, oggi, da questo palco, io prometto a Voi tutti che, se il mio partito prenderà le redini del Paese, creeremo, naturalmente se verrò eletto Segretario, un nuovo progetto politico, nel quale saranno coinvolti tutti i Parlamentari della nostra Grande Nazione!

    Lord Adam, se Voi vorrete, tutti noi siederemo ai tavoli di Downing Street, ognuno per il bene del Regno. Certo è, che per le riforme politico-sociali, o collaboreranno tutti, oppure inviterò personalmente la Camera dei Lords ad inviare il Paese a nuove elezioni.

    Ma, per questa utopia, dovrò divenire prima un autorevole esponente del Whig Party... (quindi, eleggetemi! :contratto:)
     
  11. Tito Manlio

    Tito Manlio

    Registrato:
    21 Agosto 2008
    Messaggi:
    135
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Amico mio avete ragione a dire che fummo coraggiosi in passato, io c' ero e vi assicuro che furono anni d' oro...
    per questo vorrei rinnovare una antica alleanza che ci ha salvati dal nanetto francese ( off- non avete indea di quanto mi abbia ferito scrivere questo :piango:)
    e dalle sue idee espansionistiche.
    dunque dopo una pausa continua
    Vi propongo qui ufficialmente di creare tra noi un governo di unità nazionale per difendere la nazione dalle monarchie assolute orientali (off- plutocrazie suonava meglio ma non ci entrava niente) e dalla demagogia.
    Se accetterete sarò ben lieto di darvi il supporto del mio partito, sempre che io venga mantenuto alla carica di segretario.
     
  12. Blede

    Blede

    Registrato:
    8 Agosto 2008
    Messaggi:
    1.648
    Località:
    Massa Lombarda (Ra)
    Ratings:
    +0
    OFF: Anche perchè siete voi i plutocrati demagoghi :asd::asd:...
     
  13. Zarch

    Zarch

    Registrato:
    29 Aprile 2008
    Messaggi:
    318
    Ratings:
    +0
    L'Uomo Abbronzato scoppiò a ridere fragorosamente, interrompendo il duetto del Conservatore e del Liberale, e rimanendo tra la folla, riprese la parola: "Gente! Gente! Guardate!" -esclamò a gran voce indicando i due sul palco- "Il Gatto e la Volpe che si accordano per rubarvi anche le braghe! Per finanziare le loro industrie, i loro commerci e le loro tasche. Ma mi chiedo io se quei Damerini che parlano tanto hanno mai infilzato una baionetta nel ventre d'un indigeno?! Io credo proprio di no! Io invece l'ho fatto ed ho condiviso il rancio coi figli dei Contadini, degli Artigiani, degli Operai chiamati alle armi per servire il Re, la Regina e l'Inghilterra. Gli ho ascoltati, ho sentito le loro parole e so con precisione cosa il Popolo Inglese vuole, lasciate quindi perdere il Gatto e la Volpe che stanno là sopra e votate per l'Inghilterra! Votate per il Partito Nazionalista!"
     
  14. Re_d'_Italia

    Re_d'_Italia

    Registrato:
    16 Febbraio 2009
    Messaggi:
    653
    Località:
    Pescara
    Ratings:
    +0
    scuotendo il capo alle parole dell'uomo abbronzato, si stringe nelle spalle osservando McTremounts

    E' colpa di individui così che noi ci siamo scontrati... Direi che un governo d'unità nazionale potrebbe essere la soluzione migliore. E' chiaro che se verrò eletto segretario del Whig Party, sarò chiamato quasi certamente a guidare la nazione, insieme al nostro Re.
    Quindi, vi avverto messere, della grande coalizione che sta venendo a delinearsi, voi e il vostro partito non farete parte, questo è chiaro.

    poi tornando a rivolgersi al popolo

    Signori, impiegati, agricoltori, operai: sembrerebbe impossibile riunrci tutti, eppure, con un governo d'unità nazionale, sarà possibile! Contro le tirannie orientali e per la libertà del Popolo Britannico!

    OFF: anche per me è difficile fare la parte del nemico di Bonaparte e dei francesi, j'aime l'histoire française! :D:D
     
  15. Blede

    Blede

    Registrato:
    8 Agosto 2008
    Messaggi:
    1.648
    Località:
    Massa Lombarda (Ra)
    Ratings:
    +0
    OFF: Beh, contando che saranno i nostri principali rivali almeno fino alle crisi coloniali con la Germania dell'inizio '900 meglio che vi abituiate a dar contro ai mangiarane, soprattutto tu Re_d'_Italia che sei il ministro degli esteri...

    P.S.: perchè l'uomo abbronzato :confused:??
     
  16. Re_d'_Italia

    Re_d'_Italia

    Registrato:
    16 Febbraio 2009
    Messaggi:
    653
    Località:
    Pescara
    Ratings:
    +0
    Naturalmente non avrò pietà per i nemici della Patria! :contratto:

    Abbronzato perché l'ha detto lui che è abbronzato, non faccio mica la famosa gaffe del nostro Presidente del consiglio! :D:D
     
  17. Tito Manlio

    Tito Manlio

    Registrato:
    21 Agosto 2008
    Messaggi:
    135
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    OFF- shhh!! lo so ma non si può dire! :asd:
     
  18. Dohor

    Dohor

    Registrato:
    7 Novembre 2008
    Messaggi:
    1.232
    Ratings:
    +2
    Entra in quel momento una figura distinta, cappello nero, alto, imponente.

    "Non ho ricevuto nessun invito mie colleghi, ma ho voluto comunque onorarvi della mia presenza. E' un momento buio miei signori, le popolazioni si rivoltano, reclamano l'indipendenza delle loro nazioni. Il mio partito, il Partito Radicale va incontro a questo popolazioni, offrendo la piena cittadinanza. I momenti di crisi si risolvono solo affrontandole e non reprimendole. Non sono meno intelligenti di noi, i loro dei non sono peggiori dei nostri, le loro usanze non sono meno elevate e raffinate delle nostre. Non sono una razza inferiore. Nel suddetto periodo di crisi, in cui serve il pugno di ferro verse certe nazioni, dove i sentimenti anti-francesi sono ancora molto forti, dove la popolazione tedesca chiede con forza, attraverso le idee di nazionalismo dei filosofi tedeschi (Fitche), la sua unità, dove i moti italiani del '21 devono far riflettere, io mi chiedo come il partito Whig possa essere antimilitarista. Serve una potente militarizzazione dell'esercito, una coscrizione obbligatoria e aumentare la produzione industriale di cannoni e armi per l'esercito e potenziare la marina, affermando la nostra potenza navale come totale, unica al mondo, superiore a qualsiasi altra nazione, superiore ad un unione delle nazioni stesse. Un'ultima cosa. Liberamioci delle false credenze, delle superstizioni. La nostra nazione è grande, potente non per volere di Dio, ma per il sudore e il sangue che i nostri avi hanno donato alla nostra posizione privilegiata. Non è per volere di Dio che abbiamo battuto Napoleone a Waterloo, o L'invincibile armada Spagnola. Ho portato due esempi semplicissimi, che sono due battaglie. Dio predica la pace e l'amore tra i popoli, come possono esistere quindi le guerre. Liberiamoci dalle false credenze, dalle supertizioni. Sono gli unici modi per affermare definitivamente la nostra posizione al sole"

    Un applauso accompagna le ultime parole, il Partito Radicale si afferma con forza nella scena.

    Winston Percival James Auchinleck 1° Visconte di Celle
     
  19. Blede

    Blede

    Registrato:
    8 Agosto 2008
    Messaggi:
    1.648
    Località:
    Massa Lombarda (Ra)
    Ratings:
    +0
    OFF: e da quando ci vuole un invito per andare in piazza ??
     
  20. Re_d'_Italia

    Re_d'_Italia

    Registrato:
    16 Febbraio 2009
    Messaggi:
    653
    Località:
    Pescara
    Ratings:
    +0
    il conte si fa riflessivo, il suo volto diviene pensoso, ascoltando le parole del nuovo giunto

    Sir, perdonatemi, ma vorrei prorpio porvi una domanda: secondo voi, gli armamenti non sono un modo per accentuare le disparità da voi elencate? Mi spiego meglio, non credete che l'esercito sia solamente un mezzo di repressione?

    Ultimamente, i grandi generali illuminati, sono stati investiti del compto di garantire anche l'ordine pubblico, e ciò non è accettabile, non posso tollerare che un militare, per quanto illuminato esso sia, debba guidare il Dicastero degli Interni. Tutte quelle rivolte da voi citate, sono di competenza di questo dicastero che è nelle mani di militari!

    Insomma, voi siete in contraddizione con le vostre parole... Daltronde è il vostro partito una contraddizione vivente...

    a questo punto, la folla comincia a bisbigliare e sopraggiungono molti liberali ad applaudire al conte di Melbourne
     

Condividi questa Pagina