1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

TGC: Seguire la storia... con qualche variazione

Discussione in 'Darkest Hour' iniziata da Gabriele Druido, 14 Aprile 2020.

  1. Gabriele Druido

    Gabriele Druido

    Registrato:
    27 Maggio 2010
    Messaggi:
    110
    Ratings:
    +7
    Salve,
    pur sapendo di non giocare ad una "novità", in quanto non proprio un esperto nel settore, in un post precedente si potrà vedere una mia "falsa partenza", mi farà piacere condividere motivazioni, idee ed evoluzione di questa mia prima partita con il mod TGC.

    Partiamo da ciò che intendo raggiungere nella prima fase, il focus delle mie scelte tra il 1914 ed il 1930. Il resto arriverà dopo, ammesso e non concesso che io riesca nel mio intento.

    La nazione con cui sto giocando è la Germania. Non interessandomi un esito diverso per la I Guerra Mondiale, ho fatto in modo di arrivare alla sconfitta del Novembre 1918.
    Pertanto il mio fine iniziale è quello di "accompagnare" la nazione tedesca verso il Nazionalsocialismo, curando lo sviluppo negli anni '20 degli alberi tecnologici di particolare interesse, per avere una struttura difensiva (intercettori, bombardieri navali, contraerea e fortificazioni), di corpi speciali (paracadutisti e fanteria di marina) e brigate "leggere", già sviluppati ed in parte anche prodotti, prima dell'avvento di Hitler al potere, sotto cui poi (nelle mie intenzioni) partiranno dei grandi investimenti nella fanteria, nei corazzati e nei bombardieri.
    Sfruttando il periodo di "armistizio" di Versailles, pur con tutti i limiti e gli avvenimenti annessi e connessi, storicamente esistiti e non, cercherò anche di implementare il numero di industrie sul territorio germanico.

    Al momento riassumo la situazione in cui mi trovo:

    Germania sconfitta, con repubblichetta di Waimar insediata da un anno e mezzo (Maggio 1920), e governo socialdemocratico. Trattati di Versailles già operativi per tutte le nazioni degli ex Imperi Centrali. La Renania è un fantoccio della Francia, ma non penso per sempre, e che io stuzzico con l'appoggio ai partigiani locali.
    Del mio esercito imperiale mi restano: n.2 QG, n.1 divisione di alpini, n.1 divisione di cavalleria e n.12 divisioni di fanteria, dotate di brigate di cavalleria, artiglieria e corazzati pesanti della Grande Guerra.
    Della poderosa marina del Kaiser resta poca roba; 17 unità, quasi tutte piccole/medie, tranne un paio di corazzate, che con il passare degli anni diventeranno obsolete. Ho prodotto un paio di trasporti navali, giusto per inviare qualche divisione in Prussia Orientale.
    Niente aviazione, ma tanto le condizioni di pace mi impongono al momento pesanti limiti al riarmo.

    Ho cominciato a potenziare l'apparato contraereo su tutta la dorsale occidentale della Germania, e delle aree altamente industrializzate; in previsione del futuro conflitto.

    La situazione geopolitica in cui mi muovo è interessante:
    La Russia comunista le sta prendendo dure dal Direttorio di Ufa e dall'Ucraina, dopo aver comunque annesso con facilità la Bielorussia e la Georgia.
    L'ex Impero dei Romanov vede anche la presenza di Armate di Volontari (bianchi), cosacchi ed insurrezioni un po' ovunque.
    Il fronte dell'Intesa si è ormai frantumato.
    Balcani, Polonia e Finlandia assestati come da rigore storico. Turchia ancora senza il suo "Grande Turco".
    Non vedo però all'orizzonte la richiesta di entrare nella Società delle Nazioni.

    Situazione politica interna:
    E' già stato fondato il Partito Nazionalsocialista, tuttavia non si sono ancora verificati né il Golpe Kapp, né l'insurrezione rossa a Berlino o in Baviera.

    Questo al momento è tutto, attendo eventuali commenti e suggerimenti. Proseguirò negli aggiornamenti, appena avrò maturato tutta una serie di condizioni salienti.

    A presto!!!!
     
    • Agree Agree x 1
  2. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.790
    Ratings:
    +1.186
    Ottimo! Ci voleva un bell'AAR!
    Per ora nessun suggerimento, anche perché conosco poco il mod TGC. Spero che per ora tutto prosegua come previsto.
     
    • Like Like x 1
  3. Gabriele Druido

    Gabriele Druido

    Registrato:
    27 Maggio 2010
    Messaggi:
    110
    Ratings:
    +7
    Al momento tutto secondo i piani. Prossimo aggiornamento, verso metà anni '20 :pompous:
     
    • Like Like x 1
  4. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.624
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +610
    quindi hai risolto con l'avvento di Adolfo?

    Due cose:
    intendi procedere alla II GM come da sussidiario o vedremo i nazisti sulla Luna?
    se fai report diciamo ogni 6 mesi mi raccomando farciscili per bene che HoI regala sempre AAR da paura
     
    • Like Like x 1
    • Agree Agree x 1
  5. Gabriele Druido

    Gabriele Druido

    Registrato:
    27 Maggio 2010
    Messaggi:
    110
    Ratings:
    +7
    Ho ripreso da capo, dovevo aver saltato qualcosa.
    Al momento va tutto da "sussidiario" :ROFLMAO:, ad eccezione della situazione in Russia che è un vero marasma. Cosa che non mi dispiace, visto che voglio sicuramente seguire la storia, ma deviando a modo mio.
    I report saranno accurati!!! :approved:
     
  6. Gabriele Druido

    Gabriele Druido

    Registrato:
    27 Maggio 2010
    Messaggi:
    110
    Ratings:
    +7
    1924: Il contesto si fa interessante

    Salve,
    primo aggiornamento di sintesi.
    Sono nel Maggio/Giugno 1924 e, come da incipit, il contesto si fa interessante.

    Parto con la situazione interna della Germania.
    Politicamente il Governo socialdemocratico regge, ma a furia di dover tenere a bada rivolte, tentativi di golpe e le immancabili restrizioni di Versailles, il baricentro si è dovuto spostare un bel po' al centro. In questo modo ho potuto contare su ministri più competitivi in ambito di influenza economica, calmierando la loro scarsa popolarità con il Presidente Ebert e la presenza di Von Hindenburg a capo dello Stato Maggiore.
    Ottimo anche l'addetto ai servizi segreti (mi sono dimenticato di segnare il nome per questo post), con il quale ho agito sulla Renania "protettorato" francese, insistendo molto sul finanziamento ai partigiani. Risultato: Parigi ha mollato la Renania, dopo una serie di rivolte, in quanto impegnata sul fronte africano, in cui Marocco, Mali e Costa d'Avorio dovevano essere riconquistate. Ovviamente ho cercato di bilanciare queste attività aggressive "sottotraccia", con una politica estera amichevole.
    Sto tenendo a bada il nazionalsocialismo, ma il mio fine è a Voi noto.
    Ho rimbalzato l'offerta di entrare nella Società delle Nazioni; ho già troppi limiti al riarmo e alla produzione di acciaio. Anche perché sono riuscito a potenziare le difese della dorsale occidentale della Germania, e di quelle aree industrialmente importanti, e ad aumentare il numero di brigate, così potrò concentrarmi su altre produzioni più interessanti negli anni '30.
    L'albero tecnologico procede bene.

    Situazione internazionale.
    Della Francia ho già spiegato.
    La Gran Bretagna è alle prese con la questione irlandese, che io fomento di tanto in tanto.
    Il fronte dell'intesa si è già spaccato.
    La Guerra tra Grecia e Turchia è finita con la creazione di un impero greco autoritario, dal Peloponneso al Caucaso, sarà da tenere in considerazione?
    L'Italia ha vissuto una fase politica concitata; il "biennio rosso" prima, e la Marcia su Roma hanno messo a dura prova il sistema politico dello stivale. Risultato: l'Italia ha virato molto a destra, ma senza Mussolini, defenestrato dopo l'omicidio di Matteotti. Poco male, a me dell'Italia non mi è mai importato molto come alleato.
    Balcani stabili, così come la penisola iberica e la Scandinavia.
    Situazione interessante in Russia: il comunismo leninista è stato de facto sconfitto dal Direttorio di Ufa e dall'Ucraina, che si sono spartiti la Russia europea. I rossi sono confinati (ancora per poco) a Vladivostok, la Mongolia è stata annessa dal Direttorio di Ufa, il Caucaso vede la presenza dell'Armata dei Volontari e di una repubblichetta delle montagne (poca roba). L'area asiatica ex russa vede la presenza di una sorta di emirato uzbeko imponente sì, ma totalmente isolato.

    Per il momento è tutto... al prossimo aggiornamento.
    Come sempre commenti/suggerimenti saranno graditissimi.

    ;)
     
    • Like Like x 1
  7. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.790
    Ratings:
    +1.186
    Beh qua ci sono un po' di cambiamenti rispetto alla storia. A parte la Grecia, che potrebbe influenzare poco, forse l'Italia e soprattutto la Russia potrebbero portare a deviazioni storiche notevoli. Da un certo punto di vista una Russia "divisa" è un bersaglio molto più facile da attaccare, ma se il Direttorio di Ufa si alleassesubito con Francia e Regno Unito la guerra potrebbe essere più difficile da gestire su due fronti.

    EDIT: si può avere uno screenshot delle situazione in Russia?
     
    • Like Like x 1
  8. Gabriele Druido

    Gabriele Druido

    Registrato:
    27 Maggio 2010
    Messaggi:
    110
    Ratings:
    +7
    Appena possibile, farò un reportage dettagliato ;)
     
  9. Gabriele Druido

    Gabriele Druido

    Registrato:
    27 Maggio 2010
    Messaggi:
    110
    Ratings:
    +7
    Salve a Voi,
    avendo ripreso a lavorare a tempo pieno (faccio il camionista), ho dovuto attendere un po', prima di poter aggiornare questo post.
    Per prima cosa, non sono riuscito a fare lo screenshot della partita, in quanto pur dopo vari tentativi, non riuscivo a caricare su nessun programma delle immagini di ciò che stavo facendo.
    Al momento mi trovo sul finire del '42 e la partita si è fatta molto interessante.

    Detto questo, passo agli aggiornamenti per punti:

    Situazione politica interna alla Germania
    Sono riuscito a "traghettare" la Repubblica di Waimar verso il Nazionalsocialismo. Ho progressivamente reso sempre più autoritario il sistema politico, grazie alla Presidenza Hindenburg, e ad una congiuntura internazionale più che favorevole, la crisi economica del '29, che ha inciso molto sulle democrazie, le ha distratte dal mio riarmo.
    Tuttavia, al momento di scegliere per un secondo mandato di Hindenburg nel 1933, ho preferito "svoltare" definitivamente, facendo vincere Hitler. L'AI mi ha allora proposto di lasciare il vecchio prussiano alla presidenza, e mettere Hitler cancelliere. Cosa che ho fatto. Alla morte di Hindenburg, il Nazionalsocialismo era ormai solido al comando, così ho fatto piazza pulita di ciò che restava di Waimar. Attraverso questi passaggi, tutti i comandanti militari sono cambiati, permanevano infatti quelli della I Guerra Mondiale, ed i ministri si sono allineati alla fazione politica scelta. In data 1942 la Germania è un monoblocco bruno.

    Situazione produttiva e tecnologica della Germania
    L'idea di potenziare i sistemi difensivi e la rete industriale sfruttando la "parentesi" di Waimar è stata vincente. Fortificazioni, contraerea ed installazioni di vario tipo, hanno reso completo il mio apparato difensivo ad occidente, corroborato anche da squadroni di intercettori e caccia.
    Con l'avvento del NSDAP mi sono liberato dei vincoli al riarmo, ed ho potuto impegnare l'industria in una serie di massicce produzioni volte agli aspetti offensivi di un conflitto. Ho tenuto il sistema produttivo sotto pressione, ed il malumore del popolo ogni tanto si palesava, ma con percentuali sempre comunque al di sotto del 10%. Attraverso una serie di decisioni personali e scelte offerte dall'AI, ho potuto ulteriormente avere a disposizione altre divisioni, e qualche unità navale di medie dimensioni. L'albero tecnologico e gli ammodernamenti conseguenti sono andati di pari passo.

    L'esercito mortificato dai Trattati di Versailles non esiste più; sostituito da una potente macchina da guerra articolata e differenziata.
    Allo scoppio del II conflitto mondiale tra Agosto e Settembre del '39 potevo contare su:
    9 Corpi d'Armata di fanteria, di cui 3 QG, composti ciascuno da 6/7 divisioni di fanteria, 1 divisione di fanteria motorizzata, e non meno di 4 brigate di vario tipo.
    6 Panzer Armee, composti ciascuno da 2 divisioni panzer, 1 divisione di fanteria motorizzata, e non meno di 3 brigate di vario tipo.
    3 Corpi d'armata di cavalleria, composti ciascuno da una divisione di cavalleria, non meno di 3 divisioni di fanteria, e non meno di 2 brigate di vario tipo.
    4 divisioni di fanteria di maria, con non meno di 2 brigate di vario tipo
    4 divisioni di paracadutisti, con non meno di 2 brigate di v.t.
    4 divisioni di alpini, con non meno di 2 brigate di v.t.

    Ovviamente, dato che sono nel '42, ho potenziato un po' tutti i Corpi d'Armata, sto inserendo la fanteria meccanizzata, ed aumentando le divisioni di corpi speciali.

    Aviazione attuale:
    16 unità di bomb. tattici (con caccia di supporto)
    4 unità di bomb. strategici (con caccia di supporto)
    8 unità di bomb. navali (idem)
    16 unità di intercettori
    16 unità di caccia
    6 unità da trasporto paracadutisti

    Marina attuale:
    1 corazzata
    1portaerei leggera
    16 incrociatori di vario tipo
    16 unità medio/piccole
    8 sottomarini
    16 navi da trasporto truppe

    La situazione internazionale fino al '39
    Il fatto più significativo, che incide anche su alcune questioni relative alla Germania, è l'assenza dell'URSS. Non essendoci il comunismo, tutto ciò che ne gravita intorno (pro o contro) finisce col non avvenire. Tranne per la guerra civile spagnola o l'avvento di una debole repubblica maoista in Cina. Il Direttorio di Ufa e l'Armata dei Volontari si fondono per dar vita ad una Russia nazionalista, che nel volgere di un decennio passa dall'autoritarismo alla socialdemocrazia, cosa che avviene anche per l'Ucraina, la Repubblica del Caucaso, e l'Azerbaijan. Non per l'Uzbekistan, che resta de facto una realtà completamente isolata.

    In Italia è tornato Mussolini, dopo una breve parentesi di un'Italia fascista senza il Duce. Ha occupato l'Etiopia nel '36 ma non l'Albania nel '39.
    La Spagna, come accennato, ha visto la guerra civile ed il trionfo di Franco, da me aiutato giusto con un supporto materiale e qualche volontario.
    In ragione della mancanza dell'URSS, e di una mia precedente mancata adesione alla Società delle Nazioni, sia l'annessione dell'Austria, sia la spartizione della Cecoslovacchia non avvengono... Ho provveduto diversamente :devil:

    La Cina è riuscita ad unificarsi territorialmente durante gli anni '30, salvo poi entrare in conflitto con il Giappone, ed esserne sconfitta e posta quale vassallo proprio nel '42.

    Le democrazie non hanno avuto particolari "novità", rispetto al canone storico.

    La II Guerra Mondiale '39/'42
    Non presentandosi l'opportunità di seguire il canone storico, il conflitto mondiale l'ho fatto scoppiare invadendo prima l'Austria, poi la Cecoslovacchia.
    Sono passato poi a conquistare la Polonia, gli Stati baltici, Danimarca, ho sconfitto la Francia che ha capitolato, ed annesso Lussemburgo, Olanda e Belgio. Ho salvato la Norvegia dal tentativo di assalto inglese, cosa che mi è valsa una sua alleanza.
    I Balcani sono in mio potere; Ungheria e Bulgaria sono miei alleati, Slovacchia e Romania miei vassalli. Ho fatto sparire la Jugoslavia dividendola, purtroppo, oltre che con i miei alleati, anche con l'Italia, che sta conducendo una guerra personale contro Gran Bretagna e Stati Uniti.
    Norvegia, Svizzera e penisola iberica al momento neutrali, o con trattati di non aggressione con Berlino.
    Ho un trattato di non aggressione anche con la Grecia che, vi ricordo, è composta anche da quella che fu la Turchia.

    In Oriente il Giappone, dopo aver fagocitato la Cina in blocco, ed averla vassallata, sta combattendo gli alleati, con esiti ancora tutti da capire.
    L'Italia è vittoriosa in Africa del Nord e in Africa Orientale, grazie anche al fatto che Londra ha subito una dura perdita in Francia e Norvegia, e gli USA non sono ancora al 100%.
    Con un golpe sono riuscito a portare l'Egitto indipendente dalla mia parte, ma la sua esistenza è ancora incerta, nonostante io abbia già inviato Rommel con un Corpo d'Armata apposito.

    Al momento le mie attenzioni sono verso Est... la primavera del '43 vedrà la mia personale "Operazione Barbarossa".

    Seguiranno altri report
     
  10. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.790
    Ratings:
    +1.186
    Beh, mi sembra che per il momento la situazione sia decisamente a tuo vantaggio. L'unica ombra secondo me è il coinvolgimento degli USA nella guerra con l'Italia, col tempo dovrebbero diventare una seria minaccia.

    Una domanda sulle unità aeree. Mi sembrano abbondanti e ben scelte, ma perché non hai costruito CAS?
     
    • Like Like x 1
  11. Gabriele Druido

    Gabriele Druido

    Registrato:
    27 Maggio 2010
    Messaggi:
    110
    Ratings:
    +7
    Al momento ho ristretto all'essenziale l'impiego di unità aeree durante le offensive. Ho preferito il bombardamento tattico e alle infrastrutture, o nella difesa dalle agguerrite sortite delle unità anglo/americane. Per inciso; i bombardamenti su Germania e territori occupati a ridosso della Manica sono violenti.
     

Condividi questa Pagina