1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[RTW] Esperimento Cooperativo- Seleucidi

Discussione in 'Total War' iniziata da Mikhail Mengsk, 26 Gennaio 2008.

  1. mazzocco

    mazzocco

    Registrato:
    14 Giugno 2007
    Messaggi:
    2.572
    Località:
    Rimini
    Ratings:
    +4
    a questo punto ritengo che la cosa migliore da fare per quanto riguarda lesercito occidentale sia andare a liberare tarsus, dopo di che, in concerto con maglorius, attaccare i parti, bvisogna farli pentire del loro tradimento
     
  2. Maglor

    Maglor

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    3.073
    Località:
    Rivara (TO)
    Ratings:
    +1
    sono con te collega strategos!!! :approved:
     
  3. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Ok, allora dividere l'Armata Meridionale: metà resta a Gerusalemme, metà va ad Antiochia, raccoglie rinforzi da tutto il fronte e attacca Tarsus. L'Armata Occidentale a sua volta si dirige verso Ovest.

    L'Armata Orientale attende il contrattacco dei Parti? Una ricognizione della spia ha scoperto tre formazioni nemiche in marcia dal Caucaso. Tutte insieme dovrebbero essere un migliaio di soldati o più :cautious:

    Costruzioni? Che si fa? Insisito con le coltivazioni? Ad Antiochia possiamo addestrare anche gli Elefanti ora :sbav: ma sono costosissimi :(

    Senato, l'obiettivo di potenziare le strutture militari che fine ah fatto? Ormai abbiamo un'eccellente disponibilità di truppe: il fronte centrale può produrre cavalleria greca, picchieri in tre città, falangiti ed elefanti a Antiochia. Tarsus produce cavalleria miliziana. Seleucia produce di tutto fino ai picchieri e a Susa sono disponibili glio Arcieri :contratto:


    Attualmente l'Armata Occidentale conta molti mercenari, per lo più tra la cavalleria (d'assalto e arcieri a cavallo) e le truppe da tiro (2 arcieri cretesi + 2 frombolieri). E' al momento l'armata più potente, essendo praticamente al completo :contratto: . I Pontici avranno di che pentirsi, ma la parte occidentale dell'Impero è scarsamente difesa. Mazoukos ho bisogno di sapere come muovere le truppe a Sardis e Alicarnasso, ci sono numerose truppe laggiù.:humm:
     
  4. mazzocco

    mazzocco

    Registrato:
    14 Giugno 2007
    Messaggi:
    2.572
    Località:
    Rimini
    Ratings:
    +4
    mi sono perso un attimo cosa mi è rimasto a sardis e alicarnasso?
     
  5. Maglor

    Maglor

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    3.073
    Località:
    Rivara (TO)
    Ratings:
    +1
    io vorrei qualche screen della posizione armate se possibile... :cautious:
     
  6. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Per quell'obbiettivo era finito il tempo...:contratto:

    I parti ora senza Susa saranno senza soldi,quindi la cosa migliore sarebbe stare sulle posizioni e difendere le città...tanto hanno una fanteria pessima...ora dovreste concentrarvi sui pontici...ho già capito che ormai se perso "l'attimo" per prendere Pergamo...:wall:
     
  7. Sforza

    Sforza

    Registrato:
    31 Ottobre 2007
    Messaggi:
    452
    Località:
    Casorezzo (Mi)
    Ratings:
    +0
    Direi di continuare a insistere sul costruire coltivazioni e mercati in tutte le città possibili...e dove si riesce aggiornare i templi e le fogne...

    Non mi ricordo più a che livello erano le tasse...cmq se sono sotto il medio direi di rimettere tutto a medio magari qualcosa raccimoliamo...
    Per far ripartire l'economia servono patti commerciali con stati lontani da noi e soprattutto cercare di uscire al più presto da tutte ste guerre che son veramente troppe...
     
  8. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    A Sardis e Alicarnasso ci sono 7-8 opliti, 2 cavallerie miliziane, 2 generali, forse un paio di altre truppe. Una ricognizione verso Pergamo ha scovato un'armata Pontica al completo lungo la costa nordovest :cautious:

    L'Armata Orientale è a susa, quella occidentale è a nordovest di seleucia, lungo il tigri.

    L'esercito pontico a tarsus saranno 4-5 unità, sconosciute

    Le finanze sono in pareggio: +72 per il prossimo turno :wall:
     
  9. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Mi servono le direttive sulle truppe di alicarnasso e sardis :cautious:
     
  10. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Mmmmh ok griderò un po' nel deserto sperando che qualcuno mi senta...:cautious:


    Estate 259ac

    Il Tribuno Pakaristofanes legge con attenzione gli ordini del Senato: deve assolutamente mandare il grosso della sua Armata a Nord in difesa di Tarsus. I Pontici, quei maledetti, l'hanno messa sotto assedio e non resisterà a lungo.

    Pakaristofanes guarda verso le mura di Gerusalemme. Manca poco ormai alla sua caduta: gli eserciti egiziani che girano nelle vicinanze sono troppo esigui per poter togliere l'assedio. Ma dividere la sua armata potrebbe essere pericoloso. Meglio tagliare la testa al toro: avrebbe assalito la città e distrutto tutti gli eserciti egiziani! Poi avrebbe potuto amndare il grosso dell'Armata Meridionale a nord, in tutta sicurezza.

    Il piano gli piaceva. Immediatamente fece suonare l'adunata, e dopo un'ora tutto era pronto.

    Avevano un solo ariete, ma per fortuna le torrette di arcieri di Gerusalemme non riuscirono a danneggiarlo. Ben presto una breccia era stata aperta, e l'Armata Meridionale sciamò dentro la città. Ad attenderla nella piazza centrale solo un'unità di cavalleria. La carica simultanea di tutta la cavalleria seleucide la spazzò via tranquillamente.

    Ma nel frattempo gli eserciti egiziani nei dintorni erano arrivati ed erano entrati dalle porte secondarie! Un generale egizio su carro tentò di penetrare nella piazza da una viuzza, ma Pakaristofanes chiuse la porta con due unità di opliti coscritti. Da lì non sarebbe passato.

    Dall'entrata Nord invece erano sciamati una moltitudine di mercenari beduini guidati da un altro generale. Pakaristofanes allontanò la cavalleria, facendo avanzare i picchieri. Il nemico tentò di romperne la formazione, ma lo schieramento a scaglioni era letale: appena dei cavalieri aggiravano la prima unità si trovavano esposti alle picche della seconda linea, e se tentavano di disimpegnarsi finivano in pasto ad una terza unità di picchieri.

    Persino i carri egizi non potevano nulla contro una simile formazione, e ben presto vennero decimati. Pakaristofanes allora ordinò la carica alla sua cavalleria e spazzò via i superstiti. Il generale egizio tentà la fuga ma nel caos il suo carro venne rovesciato. Il Generale Demetrios lo vide appiedato e stordito, e lo abbatté con la sua lancia.

    Vistosi solo, l'ultimo generale su carro tentò una carica disperata sugli opliti, ma ancora una volta la falange seleucida ebbe la meglio e i carri egizi vennero massacrati.

    Gerusalemme era caduta! Pakaristofanes si stabilì nella città e mandò come promesso gran parte dell'Armata Meridionale verso Nord.

    Nel frattempo l'Armata Occidentale che stava marciando verso Ovest venne informata dell'arrivo di un'altro esercito Armeno avvistato a Nord di Hatra. La disgraziata città intanto veniva assediata dai Pontici...



    Inverno 259ac

    Il 259 fu un anno di grandi vittorie e del ritorno della speranza di una vittoria su tutti i nemici dell'Impero. Per prima cosa il Tribuno Maglorios si riconfermò capace di mantenere l'ordine nelle province orientali, distruggendo l'ennesimo esercito ribelle.

    Poi i Pontici tentarono l'assalto a Tarsus: una battaglia che appariva senza speranza per i difensori. L'esercito nemico infatti era molto più numeroso e meglio addestrato, e inoltre una spia nemica aveva aperto i cancelli della città!

    Il comandante della guarnigione ordinò ai suoi uomini di asserragliarsi nella piazza centrale, chiudendo la via d'accesso principale con le sue uniche due unità di opliti. Egli stesso alla testa dei cavalieri miliziani bersagliò il nemico lungo il tragitto, ritirandosi all'ultimo momento dietro gli opliti.

    L'impatto delle fanterie nemiche sul muro di lance fu tremendo, ma inefficace. Nella mischia i fanti nemici si ostacolavano e ferivano l'un l'altro, e le lance massacravano facilmente le prime file. Il comandante seleucide mandò anche i contadini nella mischia, aumentando la pressione sul nemico che stava aprendosi un varco a sinistra.

    Ad un certo punto il generale nemico tentò di sfondare le falangi caricando coi suoi carri, ma fu un errore fatale. La carica dei carri in quello spazio così ristretto schiantò la formazione della fanteria nemica: molti fanti orientali vennero falciati dai carri. La carica si schiantò sulle lance degli opliti e il generale stesso venne infilzato.

    Il nemico andò in rotta, e i seleucidi inseguirono e catturarono quasi tutti i superstiti. Tarsus era di nuovo libera!


    Intanto, gli Armeni stavano tentando di fermare la marcia dell'Armata Occidentale. FInalmente erano riusciti a tagliarle la strada verso Ovest, isolando l'Armata su una bassa collina. Quindi, tentarono l'attacco.

    Pessima idea: l'Armata Occidentale era piena di eccellenti tiratori, che falciarono moltissimi armeni prima ancora che ci fosse un contatto tra gli eserciti. Gli Armeni tentarono di caricare i tiratori sulla collina, ma vennero accolti dalle lance degli opliti, mentre la cavalleria seleucida devastava le loro retrovie.

    Alla fine l'intera armata Armena si diede alla fuga. I pochi che sfuggirono ai rastrellamenti dei Seleucidi si dispersero. La via verso Hatra era libera.




    Estate 258ac

    I Tribuni passarono quasi tutto l'anno a riorganizzare i propri eserciti, mentre l'Edile Jacopulos III tentava in ogni modo di fermare la crisi economica e mantenere il popolo sotto controllo. Ci riuscì: alla fine dell'anno il bilancio era tornato a fiorire, e la fedeltà delle città era di nuovo a livelli accettabili.

    Intanto l'esercito del Ponto che assediava Hatra decise di ritirarsi di fronte all'arrivo dell'Armata Occidentale. Ma non sarebbe sfuggito all'ira di Mazoukos!



    Inverno 258ac

    Mazoukos infatti era deciso a non lasciarsi nessun nemico alle spalle nella sua inarrestabile corsa verso Ovest. L'Armata Occidentale quindi passò l'Eufrate e penetrò nel territorio Pontico. Qui inseguì e attaccò l'esercito del Ponto che aveva tentato di sfuggire alla sua vendetta.

    La battaglia fu una consacrazione degli arcieri cretesi: le loro salve di frecce incendiarie fecero imbizzarrire i cavalli che tiravano i temibili carri falcati pontici. I carri impazziti seminarono caos e morte tra le fila dell'esercito nemico, pressato anche dal tiro dei cavalieri seleucidi.

    Alla fine il nemico tentò di caricare, ma le falangi Seleucide erano pronte, e l'impeto armeno si frantumò contro le lance degli opliti. Ben presto l'intero esercito armeno si dette alla fuga mentre i carri continuavano ad imperversare e a cadere uno dopo l'altro. La cavalleria seleucida falciò i fuggitivi, e alla fine della giornata l'intero esercito nemico era stato annientato.

    Nel frattempo Pakaristofanes era combattuto: doveva continuare verso Nord, oppure visti i rovesci subiti dai nemici settentrionali doveva tornare a premere sugli Egiziani? Il dilemma lo tormentava....

    Maglorios invece non aveva l'imbarazzo della scelta: un ennesimo esercito ribelle si era riunito tra Seleucia e Susa, e di nuovo condusse l'Armata Orientale alla vittoria, disperdendo i rivoltosi. Sarebbe mai finita questa storia?

    Le spie intanto riportavano di eserciti dei Parti in arrivo da Sud e dal Caucaso... Per la precisione un esercito che arrivava da Sud era piuttosto vicino al confine. Era composto da 3 frombolieri, 2 fanti orientali, 1 arciere a cavallo e 1 cavalleria beduina. Al suo approssimarsi, di nuovo i ribelli formarono un esercito, stavolta nei pressi di Seleucia. 2 arcieri, 2 contadini, 1 fante orientale e 1 generale minacciavano la città. Le forze di Maglorios erano molto superiori a questi nemici, ma il grosso delle truppe era a Susa, troppo lontano per intervenire. La guarnigione di Seleucia era abbastanza forte per distruggere l'esercito ribelle da sola, ma forse avrebbe trovato difficoltà contro l'esercito dei Parti...

    Infine, un altra ribellione era in atto ad Est di Antiochia. 5 unità ribelli si erano riunite.




    COmmenti? Direttive?
     
  11. Sforza

    Sforza

    Registrato:
    31 Ottobre 2007
    Messaggi:
    452
    Località:
    Casorezzo (Mi)
    Ratings:
    +0
    Io opterrei per continuare a mazzuolare gli egiziani...
    Per le direttive delle costruzioni vorrei sapere un pò come sono messi itempi nelle varie città...perchè starei pensando di potenziarli al massimo in oigni città per aumentare la felicità con annessa il potenziamenti dei mercati così sblocchiamo le fogne ecc...che fanno aumentare la popolazione(quindi tasse) e la salute pubblica quindi felicità..
     
  12. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    I templi sono messi bene: quasi tutte le città sono a liv 2 se non 3. Adesso ho frenato la corsa al tempio per concentrarmi sulle fattorie come da istruzioni. Sistemi fognari sono disponibili in molte città ma ho notato che la situazione dello squallore è abb buona ovunque :humm:
     
  13. Sforza

    Sforza

    Registrato:
    31 Ottobre 2007
    Messaggi:
    452
    Località:
    Casorezzo (Mi)
    Ratings:
    +0
    Allora fai così... alterna una di coltivazioni e una di mercati dove puoi così iniziamo anche la produzione di spie e assassini...L'emissario dov'è??? mi servono più accordi commerciali possibili...soprattutto se abbiamo buone risorse da scambiare(laggasi schiavi e metalli preziosi)
     
  14. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    L'emissario è in Ponto, al momento penso abbiamo accordi + o - con tutti quelli con cui non siamo in guerra. Più che altro via terra non possiamo andare da altre parti e siamo senza marina....

    Ok all'alternanza mercati-fattorie :approved:
     
  15. Sforza

    Sforza

    Registrato:
    31 Ottobre 2007
    Messaggi:
    452
    Località:
    Casorezzo (Mi)
    Ratings:
    +0
    mi sembra che l'emissario possa passare per lo stretto del bosforo anche senza navi...oppure succede solo in CB non mi ricordo...
     
  16. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Allora appena riparto mi faccio i balcani in cerca di partner commerciali :approved:
     
  17. mazzocco

    mazzocco

    Registrato:
    14 Giugno 2007
    Messaggi:
    2.572
    Località:
    Rimini
    Ratings:
    +4
    scusa la prolungata assenza ma per colpa della mia poca attenzione non ho proprio visto che avevi richiesto direttive :facepalm:

    per alicarnasso e sardis, direo di spostere alcune unità di picchieri verso est per supportare la guerra contro i parti e gli armeni, sempre se sul fronte greco riteniamo di essere relativamente al sicuro, lo spostamento di truppe naturalmente non deve intaccare la fedeltà delle città.
     

Condividi questa Pagina