1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Riportare Aquisgrana all'antico splendore

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da Sir Matthew, 19 Luglio 2012.

  1. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Dopo il fallimento del mio precedente AAR su euIII:DW (purtroppo l'avevo iniziato a ridosso del periodo di esami, e poi questi esami si sono avvicinati sempre più, nemmeno fossero l'orda d'oro :cautious:...), riprovo a cimentarmi in un AAR, stavolta su CKII. La contea scelta è quella di Julich, appartenente a Geharard von Julichau, vassallo de facto del duca della Bassa Lorena Gottfried III Wigeriche. Obiettivo della partita è riportare Aquisgrana all'antico splendore carolingio. Obiettivo un pochino più latente, è riuscire, alla fine di questa partita, a convertire questo AAR in un AAR per euIII, visto che @Pinky ha trovato un convertitore di salvataggi, se si dovesse riuscire a farlo funzionare saremmo a cavallo...(ovviamente la partita ad euIII continuerebbe con Aachen). appena ho tempo insirirò l'inizio della partita.
     
  2. Diego Alatriste y Tenorio

    Diego Alatriste y Tenorio

    Registrato:
    7 Giugno 2012
    Messaggi:
    573
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +25
    Bella contea ha appena iniziato anche io a giocarci, buon inizio!
     
  3. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Dal Libro di Ricordanze di Gerhard von Julichgau, conte di Julich. Libro I

    Ricordo che mio padre, Eberhard von Julichgau, raccontava spesso di come suo padre, mio nonno Gerhard von Julichgau, primo conte di Julich, di cui porto con meno onore e gloria il nome, fondò la contea di Julich conquistando grazie alle sue capacità militari la città di Aachen, ormai in rovina dopo i fasti dell'Impero Carolingio. La sua ambizione lo portò dal nulla al possedere una città. Mio padre invece, per ringraziare il Signore per le imprese del padre, fondò il monastero di Prüm, ora fiorente vescovado guidato dal mio padre spirituale, il vescovo Filippo di Prüm; inoltre ingrandì enormemente il castello di Julich, tanto che potè ritirarvisi lasciando così Aachen al fedele Otto von Aachen, attualmente ancora console della città. Mio nonno morì il giorno della Madonna delle Grazie nell'anno del Signore 1029. alla veneranda età di 59, mio padre il giorno di Maria Santissima Madre di Dio nell'anno del Signore 1051. Io, Gerhard von Julichgau, terzo conte di Julich scrivo queste righe nell'anno del Signore 1066, il giorno della Beata Vergine Maria Addolorata. Sono sposato con Suanehilde von Valkenburg, da cui ho avuto due bellissimi figli, Gerhard, nato 9 anni orsono, e Gerlach, nato 2 anni dopo Gerhard. Ringrazio il Signore per avermi donato una sicura discendenza e non v'è giorno che non preghi perché la protegga e la fortifichi. Entrambi i miei figli sono seguiti dallo stesso tuture, di cui mi fido ciecamente, Filippo di Moers. Spero che queste povere parole che qui scrivo possano un giorno servire alla mia discendenza oppure, se il Signore vorrà che la mia casata sparisca da questa valle di lacrime, spero che queste righe servano per non dimenticare il lavoro che la casata von Julichgau ha fatto per servire onorevolmente il sue signore, il duca Gottfried III Wigeriche e attraverso lui il Sacro Romano Imperatore, servo di Dio in terra, Heinrich IV Salian. Ho fatto disegnare una mappa delle mie terre da un noto geografo, sperando che i miei figli debbano presta aggiornarla. Io, Gerhard von Julichgau, umile servo di Dio, faccio tutto questo solo per la Sua gloria, affinché il Regno dei Cieli si avvicini alla nostra terra e la Città di Dio soppianti totalmente la Città del Mondo. Amen.

    [​IMG]

    [​IMG]
     
  4. Diego Alatriste y Tenorio

    Diego Alatriste y Tenorio

    Registrato:
    7 Giugno 2012
    Messaggi:
    573
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +25
  5. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Dal Libro delle Ricordanze di Gerhard von Julichgau, conte di Julich. Libro II

    Ricordo che appena 3 anni fa avevo iniziato a comporre questo libro per i miei discendenti, ma non immaginavo che così presto avrei dovuto lasciare la penna a mio figlio!
    Ricordo ancora il giorno in cui decisi di dare una svolta alla mia vita, il giorno della Beata Vergine Maria Addolorata dell'anno del signore 1066, quante decisioni presi in così poco tempo! Il mio fido cancelliere Ekbert von Aachen venne inviato a Köln per fabbricare delle pretese su quel vescovado, il mio conestabile Johann von Julich invece rimase a Julich per milgiorare la qualità delle nostre truppe ricercando milgioramenti tecnologici e tattici. Anche il siniscalco Mathias von Aachen rimase nelle sua città natale per migliorare l'economia, mentre il mio balivo, nonché console di Aachen, Otto von Aachen iniziò a organizzare una rete di spie. Infine il mio cappellano di corte, il vescovo Filippo di Prüm, iniziò a dirigere una scuola cattedrale per migliorare la situazione culturale della contea. Decisi inoltre di portare al massimo le tasse feudali che i miei vassalli mi dovevano, per poter meglio gestire eventuali crisi future. I miei figlio non capirono quel giorno, troppo piccoli e inesperti ancora, il motivo del cambio di legge di successione dal galvenkind a quella elettiva, ma con il tempo capiranno e apprezzeranno la mie scelta; a causa di questo cambio dovetti nominare formalmente il mio erede, e la scelta ricadde sul mio primogenito, Gerhard. Ah, mi ricordo quanto volessi una figlia all'epoca, una piccola principessa in giro per il mio castello! Intanto presi la decisioni peggiore della mia vita, che me la rovinò totalmente, e forse è causa anche della mia prematura fine: organizzai una grande caccia a Breda. Andava tutto bene, quando un orso sbucò all'improvviso da un cespuglio. Lo sfidai, e vinsi, ma ci rimisi una gamba; ringrazio comunque il Signore per avermi fatto sopravvivere a quell'incontro. Al ritorno da quella caccia, disperato per il mio futuro, decisi di considerare la successione al vescovado di Prüm, nominando successore di Filippo di Prüm il mio siniscalco Mathiasvon Aachen e sposando quest'ultimo con Dorothea von Geldern. Il giorno di San Gennaro arrivò una lettera del mio signore Gottfried III: ero stato nominato conestabile del ducato di Bassa Lorena e inviato a Breda, terra infame per il mio petto, ad addestrare le truppe del mio signore, e tutto ciò nonstante la mia mutilazione, che onore! Pochi giorni dopo altre due belle notizie allietarono la mia vita: il giorno della Madonna delle Grazie il duca dell'Alta Lorena Gerhard I Chatenois accettò di fidanzare il mio primogenito Gerhard con la sua terzagenita Beatrix; mentre il giorno dopo, santificato alle Beata Vergine Maria della Mercede, il conte di Braunsweig e Friesland Ekbert Brunonen accetta di fidanzare il mio secondogenito Gerlach con la sua primogenita, Gertrude. Il giorno di San Dario di Nicea dell'anno del Signore 1067 la festa entrò nelle mie stanze: mia moglie era incinta! Dopo appena 7 mesi, certo presto, ma il numero 7 è il numero del Signore, il giorno di Sant'Elia Profeta della'anno del Signore 1068 nacque la mia prima figlia, Maria. Ormai la mia discendenza era sicura, considerando che la legge di successione era Agnatica-Cognatica, quindi la mia priorità divenne di aumentare il mio prestigio tra gli uomini. Forse Dio mi ha punito per quell'attimo di orgoglio e superba, quando decisi di dedicare la mia vita alla gloria terrena e non la salvezza e la gloria di Dio nostro Signore! Il giorno dei Santi Avventore, Ottavio e Solutore dell'anno del Signore 1068 non immaginavo ancora le sofferenze che il Signore mi avrebbe portato. Quel giorno fu la mia ultima gioia che conobbi: la contessa di Hainaut Richilde reginar accettò di fidanzare matrilinearmente il suo erede, Arnulf Boudewijnszoon van Vlandereen, con mia figlia Maria. Il Signore abbia pietà della mia anima, spero che ricordare questi giorni mi aiuti a pentirmi per espiare i miei peccati. Pochi giorni fa, il giorno di San Just e Sant'Emilio dell'anno del Signore 1069 contrassi il vaiolo. Ora mi sento vicino alla fine, è il giorno di San Kevin dell'anno del Signore 1069, stamattina mi sono svegliato sputando e tossendo sangue, la diagnosi è chiara: cunsunzione! Non mi rimane molto da vivere, affido i miei possedimenti a mio figlio Gerhard, sperando che porti in alto il nome dei von Julichgau, ma soprattutto raccomando la mia anima a San Benedetto di Aniane, protettore di Aachen, che interceda presso Dio affinché non venga dannato in eterno. Amen.
     
  6. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    grazie :) spero di riuscire a continuare in questo modo!
     
  7. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Dal Libro delle Ricordanze di Gerhard II von Julichgau, conte di Julich. Libro I.

    Ricordo che il giorno della morte di mio padre, il giorno di San Kevin dell'anno 1069, non potei nemmeno vegliarlo o visitarlo al capezzale, e nemmeno mio fratello Gerlach e mia sorella Maria poterono, ci dissero per evitare il contagio. Non solo per quello. Lo capii anni dopo, quando vidi un villico morente di vaiolo sul ciglio della strada. Venni investito conte quasi subito, non vi erano pretendenti al mio trono. Mia madre Suanehilde von Velkenburg venne nominata mia reggente, mentre il mio mentore non cambiò e rimase Filippo di Prüm. I rapporti con lui e il console di Aachen Otto von Aachen furno da subito buoni, per fortuna. Il giorno di Santa Lucia di Siracusa dell'anno del Signore 1070 decisi, sotto consiglio di mia madre, di iniziare i lavori per un villaggio annesso al castello di Julich, mi dissero che avrebbe cambiato l'economia. Un'anno dopo, il giorno di Sant'Adelaide imperatrice dell'anno del Signore 1071, i lavori furono ultimati. Oggi, giorno di Maria Santissima Madre di Dio dell'anno del Signore 1073, sono finalmente dell'età giusta per iniziare a governare, la reggenza di mia madre è finita. Per ora mi sono posto un solo obiettivo, fabbricare delle rivendicazioni sul ducato di Köln, attualmente posseduto dal mio Signore, il duca di Bassa Lorena e Köln, conte di Brabante e Breda, barone di Aarschot, Gottfried IV Wigeriche. Purtroppo nessuno sembra convinto ad aiutarmi, ma dell'oro e il tempo potranno aiutarmi. Intanto il Sacro Romano Impero è in subbuglio, tutte le provincie del Sud si sono ribellate, possa Dio aiutare il suo umile servo l'Imperatore Heinrich IV Salian a riportarle sulla retta via. Prego il Signore di aiutarmi in questa battaglia, che le forze non mi abbandonino mentre attraverso la valle oscura. Amen.

    [​IMG]

    [​IMG]
     
  8. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Dal Libro delle Ricordanze di Gerlach von Julichgau.

    Io Gerlach von Julichgau, fratello di Gerhard II von Julichgau conte di Julich, scrivo queste righe per ricordare mio fratello Gerhard von Julichgau, morto il giorno di Sant'Isidoro dell'anno del Signore 1091 nelle segrete del Califfo Mustansir I, dopo essere stato imprigionato durante una crociata, mentre combatteva per il nostro signore il duca du Bassa Lorena. Scriverò quanto segue secondo la foggia degli annali, in quanto non sono in grado di far diversamente, essendo io esterno alla maggior parte degli eventi:

    18 Gennaio 1073: matrimonio tra Otto von Aachen e Ute von Aachen
    8 aprile 1073: mio fratello viene nominato Gran Elemosiniere del ducato di Bassa Lorena
    5 agosto 1073: Otto von Aachen diviene tuture di mia sorella Maria
    26 agosto 1075: approvate le tasse massime per le città
    1 luglio 1076: mia madre viene reclusa al vescovado di Prüm
    28 gennaio 1076: mio fratello si sposa con la fidanzata, Beatrix Chatenois
    16 luglio 1079: muore filippo di prüm e viene sostituito al vescovado e come cappellano di corte da filippo von moers, humbert von düren viene nominato suo successore al vescovado
    21 marzo 1080: nasce mio figlio, Ruprecht von Julichgau
    28 agosto 1080: muore mathias von aachen e vengo nominato siniscalco.
    11 novembre 1080: humbert von düren diviene cappellano di corte e succede a filippo di moers al vescovado di Prüm
    elevate al massimo le tasse religiose
    2 febbraio 1082: mio fratello si sposa con Beatrix Chatenois
    7 maggio 1082: la moglie di mio fratello è incinta
    21 luglio 1082: ruprecht si fidanza con gerilde von nordgau
    8 dicembre 1082: nasce il primo figlio a mio fratello, gerhard, nominato subito erede della contea
    24 maggio 1083: la moglie di mio fratello moglie è incinta
    14 giugno 1083: il vescovo di Prüm viene nominato coppiere di corte
    Johann von Aachen viene nominato successore al vescovado di Prüm
    25 dicembre 1083: nasce il secondogenito a mio fratello, Guntram
    10 gennaio 1083: Guntram si fidanza con Gheertrude van Loon
    5 agosto 1084: mia sorella Maria si sposa con Arnulf, conte di Hainaut
    11 settembre 1084: la moglie di mio fratello è incinta
    13 aprile 1085: nasce la figlia di mio fratello Friedrica
    28 aprile 1085: Friedrica figlia si fidanza con il mio signore
    6 maggio 1085: il primogenito di mio fratello si fidanza con gertrude wigeriche
    30 luglio 1090: mio fratello viene fatto prigioniero dal Califfo Munstansir I, durante una crociata
    sua moglie moglie diviene reggente
    5 aprile 1091: mio fratello muore in prigione

    Chiudo pregando il Signore di continuare a dare la forza alla mia famiglia per attraversare questi tempi bui. Amen.
     
  9. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Dagli Annales Aquisgranensis, Libro II

    Io, Ekbert von Aachen, reggente per Gerhard III von Julichgau, conte di Julich, redigo questi annales, affinchè possa ricordare questi anni bui.

    12 ottobre 1091: muore Beatrix Chatenois, madre di Gerhard III von Julichgua
    6 dicembre 1091: iniziati i lavori per una palizzata di legno a Julich
    11 dicembre 1092: fine lavori palizzata
    9 maggio 1095: il Papa Giovanni Paolo I indice una crociata per gerusalemme
    7 aprile 1096: Ruprecht von Julichgau si sposa con Gerihilde von Nordgau
    12 novembre 1096: dopo 20 il cancelliere è riuscito a fabbricare delle rivendicazioni sul vescovado di Köln
    22 luglio 1097: nasce a Ruprecht una figlia, Barbara
    3 agosto 1097: Barbara si fidanza matrilenearmente con Konrad von Luxemburg
    9 dicembre 1098: finisce la reggenza, Gerhard III von Julichgau si sposa con Gertrude I Wigeriche, duchessa di Brabante, contessa di Brabante e Breda

    Possa il Signore conservare forte questa casata, il mio lavoro finisce qui e non smetterò mai di ringraziare il Signore per avermi aiutato a mantenere la dritta via in questa selva peccaminosa. Amen.
     
  10. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Io, Ekbert von Aachen, reggente per Gerhard III von Julichgau, scrivo questi Annali per futura memoria e consiglio, sperando che lo Spirito Santo sempre caodiuvi il conte.

    12 ottobre 1091: muore Beatrix Chatenois
    6 dicembre 1091: iniziati i lavori per una palizzata di legno a Julich
    11 dicembre 1092: fine lavori palizzata
    9 maggio 1095: crociata per gerusalemme
    7 aprile 1096: ruprecht si sposa con gerihilde von nordgau
    12 novembre 1096: dopo 20 il cancelliere è riuscito a fabbricare delle rivendicazioni sul vescovado di Köln
    22 luglio 1097: nasce a ruprecht una figlia, barbara
    3 agosto 1097: barbara si fidanza matrilenearmente con Konrad von Luxemburg
    9 dicembre 1098: finisce la reggenza, mi sposo con Gertrude I Wigeriche
     
  11. Gigi

    Gigi

    Registrato:
    31 Ottobre 2011
    Messaggi:
    27
    Ratings:
    +0
    Ha dieci anni l'attuale discendente al trono. Con l'elettiva, qalche rischio forse lo corri. Complimenti per l'esposizione!

    PS: Come non detto. Non avevo letto l'ultimo post. :)
     
  12. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    ops scusate per il doppio post, ma oggi non riesco proprio a connettermi decentemente...
    @Gigi grazie mille :)!
     
  13. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    ecco alcuni screen:

    il mio attuale regnante (notare la sposa di PRIMO letto, duchessa di brabante e lo stronclaim su koln, e quello debole sull' alta lorena):

    [​IMG]

    la situazione europea, con il colpo alla cristianità che ha perso tutta l'italia:

    [​IMG]
     
  14. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    è accaduto un piccolo guaio, per fortuna risolto velocemente: un opportunissimo (maledetto lui!!!) blackout mi ha appena costretto a rigiocare l'ultimo anno di gioco (per capirci, da 1097 al 1098 fino alla fine della reggenza), causando un piccolo cambiamente (niente ci che ai fini della partita): mia moglie non è più duchessa di brabante e contessa di brabante e breda, ma duchessa di koln e contessa di hainaut, non riesco però a spiegarmi questo cambiamento in appena un anno...da ora in poi spero non capitino più incidenti del genere
    (per il resto è tutto uguale per fortuna)
    mi scuso per il disguido, se successivamente non dovreste più capire il motivo di certe azioni, chiedete pure.
     
  15. Gigi

    Gigi

    Registrato:
    31 Ottobre 2011
    Messaggi:
    27
    Ratings:
    +0
    A me l'Italia così non era mai capitata. O_O
     
  16. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    potenza dell'islam...comunque in tutte le mie partite i fatimidi dominano nettamente, e con loro i musulmani (mai visto la reconquista)
     
  17. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Dal Libro delle Ricordanze di Gerhard III von Julichgau, conte di Julich. Libro I

    Ricordo che mio nonno, Gerhard von Julichgau, teneva un libro di ricordanze. Lo vedevo mentre lo scriveva ogni mattina, prima di uscire per la caccia. Anche mio padre ne compilava uno, ma purtroppo l'aveva con se quando è partito per la crociata che non lo vedrà far ritorno. Immagino che attualmente stia marcendo in qualche segreta degli infedeli, dimenticato. Faccio voto a Dio che tutta la mia discendenza, con tutte le sue forze, finchè sarà possibile, farà di tutto per riportare quel sacro cimelio della mia famiglia in terra natia. Io, Gerhard von Julichgau, terzo conte di Julich, posso per ora solo rinnovare quella tradizione, iniziando a comporre un libro di ricordanze per conto mio. Da quando è finita la reggenza molto è mutato in questa valle di lacrime: gli infedeli, maledetti da Dio, hanno strappato alla Cristianità tutta l'Italia, tranne alcune zone costiere. Anche l'Impero Bizantino ha sofferto, perdendo buona parte dell'Anatolia. Possa Dio fortificare le mura Cristiane, e scendere in battaglia con il Suo popolo, affinché il Suo Unico Figlio trionfi e possa salvare tutte le terre che la Sua immensa bontà abbraccia. Ne approfittano anche i nemici interni, che non hanno diritto di essere chiamati fratelli, e vanno estirpati dalla vigna del Signore: la regiona della Borgogna ha praticamente dichiarato tutta l'indipendenza, come buona parte del corso del Reno. L'Impero attualmente sta combattendo per riportare queste terre sotto la protezione dell'Imperatore, servo del Signore. Nelle mie terre intanto ho iniziato ad ampliare le miei tenute: la città antistante il castello di Julich è diventata tre volte più grande, e pure la cinta muraria ora è più possente che mai. Grazie alla mia abilità il giorno delle Ceneri dell'anno del Signore 1099 sono stato nominato siniscalco del ducato di Koln, mentre esattamente un mese dopo, il giorno di Santa Casilda da Toledo mia moglie era incinta, e dopo una lunga e fremente attesa, il giorno della Dedicazione della Basilica Lateranense, mise alla luce una bambina, Hildeburg, che subito, il giorno dei Santi Avventore, Ottavio e Solutore, venne fidanzata con Lambert von Luxemburg. Mi chiamano, oggi è il giorno del matrimonio di mio fratello Guntram con la fidanzata, devo quindi andare. Rimetto la mia vita, la mia anima e tutto ciò che è mio nelle mani del Signore, sperando che sempre protegga la mia stirpe e aiuti la Cristianità in questi tempi bui. Amen.
     
  18. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Dal Libro delle Ricordanze di Gerhard III von Julichgau, conte di Julich. Libro II.

    Ricordo che il precedente libro si interrompeva con il matrimonio di mio fratello, mi sembra opportuno riprendere da quel lieto evento. Mio fratello Guntram si sposò con Gheertrude van Loon il giorno di San Severino abate dell'anno del Signore 1100 e sull'onda del dolce evente riuscii, appena un mese dopo, il giorno di Santa Dorotea, a far approvare la leva massima per le città, senza che questo distruggesse i rapporti con i vassalli. Pochi mesi dopo, il giorno di San Giorgio, mia sorella Friedrica si sposò con Ekbert Brunonen. I miei due fratelli erano entrambi sposati, ormai mancava solo un figlio per completare la discendenza. Arrivò il giorno di Sant'Enrico II, quando nacque una figlia a mio fratello Guntram, chiamata Ida. Intanto i rapporti con mia moglie languivano: eravamo sposati da 6 anni e ancora non mi aveva dato un erede, iniziavo ad avere dubbi sulla sua possibilità di averne. Il Signore udì le mie sofferenze e come con Abramo decise di donarmi la felicità di essere padre: un anno dopo, il giorno della Madonna della Lettera dell'anno del Signore 1105, mia moglie era incinta! Lo stesso giorno dovetti scendere in guerra con la contea di Loon per difendere il ducato di mia moglie. La guerra, la prima a cui le truppe della contea di Julich partecipavano direttamente, si concluse presto e con esito vittorioso. Dopo questo trionfo, finalmente nacque l'erede che tanto aspettavo: il giorno della Beata Angela da Foligno dell'anno del signore 1106 nacque Stefan von Julichgau, erede del ducato di Koln, della contea di Julich e della contea di Hainaut. Tre giorni dopo, il giorno di San Giuliano diacono, i vescovi mi donarono ancora una volta la loro fedeltà approvando subito la leva massima per i vescovadi. Avevo un erede, ora bisognava che l'erede del mio erede ereditasse qualcosa in più di Stefan. Fidanzai quindi quest'ultimo con Ethelinde von Dagsburg, erede della contea di Nassau. Il giorno di San Bruno di Colonia, santo appena canonizzato che dà lustro al vescovado di Koln, dell'anno del Signore 1107, il mio cancelliere riesce a fabbricare delle rivendicazioni su Mainz, purtroppo non riuscirò ad usare queste rivendicazioni, in quanto il Vescovado di Mainz appartiene de facto al ducato di Alta Lorena, e uno scontro di questo tipo non posso ancora permettermelo. Forse mio figlio Stefan, possa il Signore che sia così, riuscirà nell'impresa. Il giorno di San Marco Evangelista dell'anno del Signore 1108 una nuova lieta notizia riempì la mia giornata: mia moglie è nuovamente incinta! Nascerà una bambina, Sybille, il giorno di Santa Flora dell'anno 1108. La chiamammo Sybille perché, all'epoca, il Regno di Francia era riuscito a spingersi all'interno della valle del reno conquistando le contee di Verdun, Metz e Pfalz, e il vescovado di Trier. La moda era allora quella francese, e quasi tutti ci aspettavamo un'annessione futura al re di Francia. Aggiungo qui una mappa dell'epoca, donatami da un amico geografo:

    [​IMG]

    Finisce qui il mio racconto: un'importante dieta mi aspetta per decidere del futuro della mia contea, e di mio figlio Stefan. Che il Signore mi protegga, solo così la mia discendeza sarà numerosa come le stelle nel cielo e la sabbia nel mare. Amen.
     

Condividi questa Pagina