1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Partita con Venezia

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da redoctober79, 16 Febbraio 2013.

  1. redoctober79

    redoctober79

    Registrato:
    15 Giugno 2006
    Messaggi:
    189
    Località:
    Ferrara
    Ratings:
    +0
    Dopo lungo tempo ho ripreso in mano CK 2 con tutte le DLC e l'ultima patch e per curiosità ho voluto provare la Repubblica di Venezia. Ho trovato interessante l'idea di dover lottare per la successione con gli altri casati patrizi anche se trovo alcune cose da sistemare. Sono quasi sempre riuscito a mantenere il titolo di doge per i Contarini anche quando avevo candidati giovani e con poco prestigio perché solo io usavo i soldi per la campagna elettorale. Inoltre a differenza delle ultime volte che giocavo i grandi imperi non si sfaldano e ho subito diversi attacchi da parte dei bizantini che hanno saccheggiato le mie basi commerciali. Anche lo SRI mi ha attaccato a tradimento mentre combattevo una guerra santa in oriente. Le repubbliche però mi sembrano molto facilitate nell'espansione senza CB, potendo attaccare ogni città costiera una volta vinta la guerra è possibile dopo qualche anno avere il CB per attaccare pure la contea costiera.

    In sintesi nei primi anni mi sono espanso lentamente conquistando le zone costiere della Croazia per poi annientare il regno croato. Intanto cercavo di penetrare in Italia essendoci poche rivolte sono riuscito faticosamente a strappare solo Treviso e Ferrara al SRI. In seguito ho poi messo le mani anche su Lucca e e scacciato i pisani dall'Italia conquistando Pisa e Piombino. Pisa è comunque sopravvissuta in Sardegna e Nord Africa. Intanto tutto il sud era caduto sotto i Fatimidi ma è stato liberato in seguito ad una crociata svedese. Io ho approfittato di una rivolta per levargli tutto il regno di Sicilia esclusa Foggia mentre l'isola è stata poi riconquistata da un regno islamico e ancora non ho avuto tempo di liberarla. Il SRI si è espanso abbastanza a est e in seguito a nella penisola iberica che dopo oltre un secolo di dominio islamico con solo la Castiglia cristiana a nord, ora è divisa tra tedeschi, inglesi e francesi. L'unica rivolta degna di nota è stata quella del re di Baviera che è pure riuscito a rimanere indipendente per un po' ma è tornato sotto l'impero. Ora, sono nel 1260, i ducati italiani si sono quasi tutti rivoltati e attendo il momento buono per lanciare una campagna di unificazione italiana sotto la serenissima. Il problema è che nel frattempo ho vinto la crociata per Gerusalemme nel 1190 e mi sono espandendo a fatica in quell'area. Mentre combattevo una guerra santa il mio doge è morto e ho perso la successione così mi sono trovato un posizione subalterna mentre il doge si trovava a fronteggiare le rivolte dei vassalli orientali. Ora che ho ripreso il potere devo riconquistare le terre perse mentre ci sono ben tre minacce all'orizzonte. I due imperi mongoli dopo un lento inizio stanno devastando tutto l'est. L'Illkhanato sembra essersi fermato alla Persia ma l'Orda d'Oro ha distrutto i regni di Russia, Ruthenia, Polonia e dei bulgari del Volga. Ora stanno attaccando i regni scandinavi che si erano espansi in Lituania e confinano già con SRI, Ungheria e Bisanzio.
    Intanto sono apparsi i temibili aztechi a ovest e in pochi anni hanno occupato metà Francia e la Scozia e il Papa ha indetto una crociata per liberare la Francia dai pagani, ma la partecipazione è così scarsa che dubito possa avere successo contro le orde azteche.

    Io mi trovo di fronte a molti dilemmi. Potrei fregarmene di tutto e cercare di unificare l'Italia attaccando Verona, Milano e Firenze diventate indipendenti quando ho perso il governo di Venezia e liberando finalmente la Sicilia. Potrei cercare di espandermi in Terrasanta anche se è molto dispendioso avendo poche forze in loco. Oppure potrei aspettare che le orde mongoli marcino su Bisanzio per vendicarmi dei bizantini e cacciarli dalla Croazia e dalla Grecia, ma poi sarei il prossimo sulla loro lista. Ci sono poi gli aztechi a ovest, forse dovrei aderire alla crociata per fermarli prima che diventino troppo forti ma speravo ci pensassero l'imperatore e l'Inghilterra, anche se vista la brutta fine dei francesi temo restino a guardare.
     
  2. Carlos V

    Carlos V

    Registrato:
    15 Dicembre 2010
    Messaggi:
    1.713
    Località:
    Puglia
    Ratings:
    +546
    In tutta sincerità, gli Aztechi che invadono l'Europa sono antistorici, quindi non sono un problema: ti basta disattivare il DLC Sunset Invasion senza compromettere in alcun modo la tua partita. Ma dal momento che ormai sono apparsi, non so fino a che punto potresti risolvere la questione, forse avresti fatto a meglio a disattivare il DLC già all'inizio.
    Io ti consiglio di comportati come fece storicamente Venezia e cioè conquistare delle basi lungo il Mediterraneo dall'Adriatico alla Terra Santa; nella realtà Venezia conquistò Creta, Cipro e per un certo periodo ebbe pure il possesso della Morea, insomma degli avamposti per la stada verso l'Oriente. Se vuoi mantenere un saldo controllo del Vicino Oriente, è indispensabile avere delle basi per supporto logistico e la superiorità navale, altrimenti potresti non essere in grado di intervenire in caso di ribellioni di vassalli o attacchi da parte dei Saraceni.
    Altro suggerimento è quello di lasciare per un attimo ogni progetto di espansione nel Vicino Oriente, per rafforzare i tuoi domini in Europa, anche perché come tu stesso hai detto Impero Bizantino e Sacro Romano Impero ti hanno attaccato a tradimento e quindi è meglio avere le spalle coperte prima di avventurarsi in terre esotiche. Suggerisco di pensare prima ai Balcani che all'Italia, oppure potresti espanderti nell'Italia Meridionale, ma attenzione che il Regno di Sicilia è molto più solido e forte di quanto sembri, i sovrani normanni governano con il pugno di ferro e riescono a tenere quasi sempre compatti i loro domini. Il alternativa prendi una testa di ponte a Napoli o Salerno e poi da lì parti alla conquista del regno siciliano.
    Spero di esserti stato d'aiuto. :)
     
  3. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Purtroppo la superiorità navale non gli serve ad una cippa dato che le battaglie navali non sono incluse... metteranno questa cosa fondamentale nel prossimo DLC -.-
     
  4. redoctober79

    redoctober79

    Registrato:
    15 Giugno 2006
    Messaggi:
    189
    Località:
    Ferrara
    Ratings:
    +0
    In effetti l'invasione azteca è assurda e antistorica ma lo scopo di questa partita era anche di arrivare a vederla. Le basi mediterranee sono difficili da conquistare a orienta nei primi anni quando si è deboli rispetto a una Bisanzio che non si sfalda mai e agli stati islamici che se attaccati spesso si coalizzano. Solo grazie alla crociata sono riuscito a conquistare Gerusalemme. Il regno di Sicilia è già mio a parte Foggia dopo che i normanni sono stati spazzati via dagli arabi e il sud è stata liberato da una crociata svedese e in seguito approfittando di una rivolta sono riuscito a soppiantare gli svedesi. Manca però la Sicilia ancora araba a parte Siracusa che è un dominio genovese.
    Il mio problema attuale è uno stato troppo frammentato e non sono in grado di affrontare due grosse guerre allo stesso tempo. Ho paura però che aztechi e mongoli si rinforzino troppo, sono curioso di vedere come reagiranno gli imperi.
     
  5. redoctober79

    redoctober79

    Registrato:
    15 Giugno 2006
    Messaggi:
    189
    Località:
    Ferrara
    Ratings:
    +0
    Sono riuscito a conquistare la Sicilia più alcune altre contee italiane, adesso posso schierare quasi 40000 soldati più i mercenari ma le mie forze sono ridicole contro gli aztechi. Ho tentato due volte di aiutare Inghilterra e Francia ma mi sono trovato contro 140000 aztechi che hanno polverizzato le mie forze, non so come fare visto che il mega esercito non soffre nemmeno dell'attrito che colpisce invece le mie forze.
     
  6. Carlos V

    Carlos V

    Registrato:
    15 Dicembre 2010
    Messaggi:
    1.713
    Località:
    Puglia
    Ratings:
    +546
    In effetti la situazione è drammatica. Non avendo il DLC Sunset Invasion non so come avvenga questa invasione, ma ho visto diversi screen in cui le armate azteche di 100.000 guerrieri erano all'ordine del giorno.
    L'unico consiglio che mi sento di darti è quello di trasferire la corte in un luogo più sicuro, se gli Aztechi dovessero bussare alle porte dell'Italia (se ti invadono via terra potresti non avere speranze), potrebbe essere una buona idea trasferirti su un'isola come la Sicilia o la Sardegna, confidando nel fatto che gli Aztechi non la potranno mai raggiungere. Per far ciò hai bisogno che l'isola di destinazione sia un tuo possedimento diretto (quindi niente vassalli), a questo punto devi semplicemente cedere il titolo di Conte (o Duca) di Venezia a qualche tuo cortigiano in modo che la tua capitale non sia più Venezia, ma una città siciliana o sarda.
    E' meglio che il cortigiano che assuma il controllo di Venezia sia quello con le abilità più scarse o quello con cui hai i rapporti peggiori, in modo che se Venezia dovesse venire conquistata dagli Aztechi non perderesti un vassallo valido, ma uno di cui in fondo potresti fare a meno.
    Il discorso vale ovviamente se gli Aztechi non dispongano di una flotta consistente, con la quale possono sbarcare dappertutto.
     
  7. Pinky

    Pinky

    Registrato:
    12 Luglio 2010
    Messaggi:
    3.826
    Località:
    Sardegna
    Ratings:
    +47
    La flotta la hanno, e sbarcano dappertutto
     
  8. Enok

    Enok Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    15 Ottobre 2009
    Messaggi:
    4.607
    Località:
    Roma
    Ratings:
    +160
    Pinky, impara a quotare solo la parte che interessa la tua risposta. :)
     
  9. redoctober79

    redoctober79

    Registrato:
    15 Giugno 2006
    Messaggi:
    189
    Località:
    Ferrara
    Ratings:
    +0
    Non credo abbiano problemi con le navi, del resto hanno attraversato l'Atlantico e ho visto una mega flotta di 1000 navi. Il mio dubbio però è che l'IA bari visto quanto costa mantenere le flotte in CK 2.
    Io sto conquistando il conquistabile in Italia, mi rimangono solo Genova, il Papato e Firenze mentre il resto è ancora nello SRI che sopravvive tranquillo pur confinando a est con l'Orda d'Oro e a ovest con gli aztechi ormai padroni di Francia e Scozia. Penso che finita la Francia si dedicheranno a Inghilterra e penisola iberica e la mia speranza è che il mega esercito perda un po' di forza ma ora potranno contare anche sulle leve feudali. A est Bisanzio si espande sempre più ai danni dei frammentati stati islamici mentre i due mega stati mongoli sembrano in una fase di stallo con l'Orda che è diventata cristiana e l'Illkhanato sciita. Ora sono sesto per numero di soldati e la mia speranza è che le cinque superpotenze inizino a scannarsi tra di loro, mentre io sto pensando di avanzare in Medio Oriente prima che ci pensino bizantini e mongoli, per crearmi un nuovo regno se arriveranno gli aztechi in Italia, anche se non so quanto convenga avere una frontiera coi mongoli.
     
  10. Pinky

    Pinky

    Registrato:
    12 Luglio 2010
    Messaggi:
    3.826
    Località:
    Sardegna
    Ratings:
    +47
    [Modalità utente fiscale ON]
    Da quanto ho visto si espandono in maniera casuale. Per esempio da me sono arrivati dal Marocco e hanno combattuto casa per casa fino a Firenze, dove sono stati fermati. Dove pensi di attaccare in Medio Oriente?
     
  11. Lestat

    Lestat

    Registrato:
    15 Febbraio 2013
    Messaggi:
    28
    Ratings:
    +0
    scusate l'off topic.. ma sta storia degli aztechi che invadono l'europa mi sconvolge; la cosa figa di CK2 è che è piuttosto realistico; una DLC che mette eserciti di 100.000 aztechi che con le loro zattere vengono a invadere l'europa, per me equivale a mettere una DLC con invasione aliena o apocalisse zombie... proponiamolo alla Paradox! si intitoleranno "The dawn of the dead knights" e "bisanzio against mars" XD

    Comunque (tornando in argomento) se sei in grado ti consiglio di danneggiare gli aztechi come puoi; non so come funziona nel sunset invasion; ovvero non so se gli aztechi si limitano a distruggere e saccheggiare, o se annettono proprio le terre al proprio regno; ma se così fosse, ti consiglio di risparmiare le forze per aiutare inghilterra e impero; dopodiche potrai consolidarti come meglio credi (ma secondo me è meglio che ti consolidi il più lontano possibili dai mongoli... il nord africa è proprio inagibile?
     
  12. redoctober79

    redoctober79

    Registrato:
    15 Giugno 2006
    Messaggi:
    189
    Località:
    Ferrara
    Ratings:
    +0
    Sono arrivato al 1320 e ormai le mie possibilità di espansione sono assai limitate anche se mi mancano ancora 4 contee per reclamare anche la repubblica d'Italia dopo quelle di Pisa, Genova, Gerusalemme, Sicilia e Croazia. Ho diversi problemi interni con rivolte specie a oriente e in Croazia con numerosi vassalli turbolenti ed eretici. Sto cercando di mandare il mio cappellano di corte in giro a convertirli ma l'eresia si diffonde rapidamente.

    Finalmente sono riuscito a sfatare l'invincibilità azteca, approfittando di una crisi di successione ho dichiarato una guerra santa per l'Aquitania e pur inferiore di numero sono riuscito prima a decimare e poi a sconfiggere un mega esercito di 74000 aztechi. Peccato che con la conclusione della guerra civile la mia armata logora si è trovata accerchiata e ho dovuto proporre una pace bianca per evitare l'annientamento fintanto che ero in vantaggio. Adesso è invece scoppiata una guerra tra l'Impero Azteca e lo SRI sostenuto dall'Orda d'Oro. Sono indeciso sul da farsi. Potrei unirmi allo SRI e cercare di distruggere le maga armate azteche, così da avere vita più facile nella prossima crociata di liberazione della Francia, oppure potrei attaccare lo SRI per avvicinarmi alla creazione dell'Italia o come ultima opzione potrei rimanere a guardare sperando che nello scontro le armate azteche e mongole si logorino. Restano fuori dalla guerra Bisanzio e l'Illkhanato, con i bizantini che hanno una forza pari a 250000 soldati, 4 volte più numerosa della mia. La mia unica speranza è che l'impero imploda visto che le due orde mongole si guardano bene dall'attaccare Bisanzio.
     
  13. redoctober79

    redoctober79

    Registrato:
    15 Giugno 2006
    Messaggi:
    189
    Località:
    Ferrara
    Ratings:
    +0
    Sono ormai arrivato al 1360 e la situazione si è stabilizzata con l'indebolimento dell'Impero Azteco. Sono riuscito a liberare la Provenza dagli aztechi e in seguito ad una crociata la Francia è tornata indipendente ed è governata da un mio parente anche se oltre metà del territorio è ancora azteco insieme a Scozia, Irlanda e parte della Spagna. Ho sconfitto anche lo SRI in una guerra ad armi pari conquistando Padova e creando la repubblica d'Italia anche se mantengo quella di Venezia come titolo primario. Ora vorrei liberare il resto del nord Italia dallo SRI oppure potrei avanzare in Francia, proseguendo le riconquista.
     

Condividi questa Pagina