1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[OKH Oberkommando des Heeres] Esercito

Discussione in '[Partita Cooperativa] - Germania 1936' iniziata da rawghi, 13 Gennaio 2009.

  1. PzKpfW

    PzKpfW

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    1.705
    Località:
    British Empire
    Ratings:
    +4

    l
     
  2. Maglor

    Maglor

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    3.073
    Località:
    Rivara (TO)
    Ratings:
    +1
    OFF GDR - non ci siamo capiti... voglio le ART e le AT insieme a gruppi di 3 divisioni...
    le HI le voglio da sole sempre a gruppi di 3 divisioni...
    il rapporto nell'intero esercito lo voglio 1-1-1 se possibile...
    voglio usare le HI per per lanciarle nei varchi fatti dai carri e le ART e AT per rastrellare...
     
  3. Lottari

    Lottari

    Registrato:
    21 Ottobre 2007
    Messaggi:
    80
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +0
    Hai indubbiamente ragione sul fatto che consumano petrolio, a questo punto allora direi di puntare su artiglierie e AT risparmiando petrolio che in seguito sarà destinato alle divisioni corazzate e meccanizzate, in futuro però sarà comunque utile utizzare almeno qualche brigata di corazzati medi, e passare alle artiglierie a propulsione più efficaci di quelle normali.
    Riguardo alla suddivisioni dell'esercito proporrei di suddividerle in modo da formere gruppi da 4/6 divisioni (equilibrandole con varie brigate),e alle più importanti assegnarle un HQ.
    Ripeto inoltre l'utilizzo del Gruppenkommando 2 per arrivare in Renania nel giro di circa 3 giorni.

    Gen. Lottari
     
  4. andy

    andy

    Registrato:
    20 Maggio 2008
    Messaggi:
    2.342
    Ratings:
    +114
    seppur in ritardo ,mi presento, sono il gen. Andry Axel von Luxord, vicecomandante della 21a brigata aggregata all'88a divisione di fanteria d'assalto, sono entrato ufficialmente in servizio nel settembre 1916 in Romania e ho meritato la croce di seconda classe nella presa del monte Lesculiu, passato a sud ho combattuto coi bulgari e coi turchi a Monastìr sul fronte greco-macedone, ho guadagnato l'ordine di Osmaniyeh , massima onoreficenza turca per il valor militare, durante la battaglia di Megiddo, al settembre 1918, dopo la resa sono tornato qua e sono pronto a servire l'Impero e la Germania!
     
  5. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.780
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +113
    Entrò nell'ampio ufficio dell'OKH dove il Generale Lottari, seduto dietro la grande scrivania in legno di ebano, stava attendendo i vari generali della Wehrmacht per consegnarli formalmente il comando dei distretti loro assegnati.
    Gli era stato riferito che il distretto a lui assegnato era il Wehrkries Weiss e, per un veterano del fronte orientale come lui la Prussia Orientale e i confini con la Polonia erano un ottima destinazione, ne era molto felice, anche perchè era rimasto ben impressionato delle truppe che erano di stanza in quel settore durante la visita fatta qualche giorno prima.

    "Sono onorato dell'incarico che mi è stato da lei asseganto Generale e le posso assicurare che metterò massimo impegno e costanza nel gestire il distretto a me assegnatomi, effettuando frequenti ispezioni ed esercitazioni/giochi militari in modo da mantenere sempre a livelli di eccellenza la preparazione delle nostre truppe, come si addice alle divisioni della Wehrmacht!!!!"

    Si congedò con una vigorosa stretta di mano, con il consueto saluto militare e con il saluto istituito dal Fuhrer; la fila dei generali che il capo dell'OKH doveva ricevere era ancora lunga.....
     
  6. Malvagio91

    Malvagio91

    Registrato:
    13 Novembre 2007
    Messaggi:
    551
    Ratings:
    +19
    Dopo aver preso visione degli incarichi assegnati dall' OKW, ho alcune considerazioni da fare, dirette soprattutto al FeldMaresciallo Von Maglor.
    Riguardo all' operazione "Fall Zwilinge", per una buona riuscita della medesima credo sia prima necessario migliorare i rapporti con l' Italia. Infatti, sono sicuramente a Lei noti i rapporti d' amicizia tra il governo austriaco e quello italiano, e un possibile intervento di questi ultimi potrebbe causare non poche difficoltà al nostro esercito. Quindi, chiedo delucidazioni riguardo la strategia politica futura in tale ambito, e suggerisco vivamente di tentare un' occupazione pacifica del territorio austriaco.

    Tuttavia, non appena l' alto comando e i tempi lo richiederanno, e informato con un preavviso sufficiente, verranno consegnati a lei GFM Von Maglor i piani d' invasione, in collaborazione con OKW, OKH e OKL; vorrei infine fare tale richiesta: richiedo un eventuale partecipazione all' operazione delle forze sotto il comando del Gen. Lucas von Rottenstain (Wehrkries Grun). Nel caso che la situazione diplomatica lo richieda, verrà inoltre stilato un piano che preveda la possibilità di una reazione italiana, con le conseguenze del caso.

    Saluti,
    Eric Von Raemmel​
     
  7. Maglor

    Maglor

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    3.073
    Località:
    Rivara (TO)
    Ratings:
    +1
    Ottimo generale. Quello che voglio da Lei e dai Suoi colleghi è un memorandum che preveda un possibile scenario (in questo caso l'invasione del territorio austriaco), individui gli obiettivi strategici, le dottrine di impiego, le direttrici di avanzata e stimi le forze necessarie a tale scopo.
    Il Wehrkries Grun potrebbe essere impegnato a controllare i nostri vicini cecoslovacchi, ergo preferirei che Lei contasse solo sul Suo distretto, nel caso in cui si rendesse necessario attuare i Suoi piani le verranno fornite le forze necessarie.
    Saluti.

    GFM Von Maglor
     
  8. Malvagio91

    Malvagio91

    Registrato:
    13 Novembre 2007
    Messaggi:
    551
    Ratings:
    +19
    Egregio GFM Von Maglor,

    la ringrazio per la sua solerte risposta. La Sua richiesta richiederà del tempo, tuttavia, non appena possibile, riceverà il memorandum completo, in cui saranno prese in considerazione anche le incognite dell' operazione.

    Mi preme rinnovare la richiesta di poter tener conto di un possibile intervento del Gen. Lucas von Rottenstain e delle sue truppe nel caso si verifichino le seguenti condizioni: non-intervento cecoslovacco; intervento italiano in difesa dell' Austria. Ritengo infatti, tenendo conto del quadro politico attuale, di non poter difendere in maniera efficace un possibile fronte difensivo nei confronti dell' Italia e contemporaneamente offensivo verso l' Austria con il numero di uomini che stimo verranno assegnati a questa eventuale operazione.
    Sono certo, nel caso di un intervento italiano, che ingenti rinforzi affluiranno verso il distretto a me assegnato, tuttavia l' intervento nelle fasi iniziali delle truppe del Gen. Lucas von Rottenstain a mio guidizio risulterebbe decisivo per una rapida conclusione dell' invasione austriaca.

    Certamente cambiamenti riguardo le nostre relazioni internazionali potrebbero non rendere necessari tali accorgimenti, ma La prego di prestare la dovuta attenzione a ciò che le ho appena scritto. In caso di assenso, la prego di inoltrare tale richiesta al Gen. Lottari.

    Cordialmente Suo,
    Gen. Eric Von Raemmel.​
     
  9. Maglor

    Maglor

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    3.073
    Località:
    Rivara (TO)
    Ratings:
    +1
    accordato.
     
  10. Lottari

    Lottari

    Registrato:
    21 Ottobre 2007
    Messaggi:
    80
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +0
    Mi congratulo col generale Eric von Raemmel per le precauzioni prese riguardo alla situazione austricaca, appogio pienamete anchio le vostre decisioni.

    Gen. Lottari
     
  11. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.780
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +113
    Presento a lei Generale i piani dell'operazione "Fall Gazelle" perchè li analizzi e se li riterrà validi li mandi alla vista dell'OKW e del Feldmaresciallo Von Maglor

    F. Von Ciotto
     

    Files Allegati:

  12. Lottari

    Lottari

    Registrato:
    21 Ottobre 2007
    Messaggi:
    80
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +0
    Complimenti per il lavoro svolto, il piano di guerra risulta davvero impeccabile.
    Sicuramente in futuro in vista di un vero assalto alla Polonia questo piano sarà sicuramente preso in considerazione.
    Per me può benissimo passare, aspettiamo notizie dall'OKW.
     
  13. Maglor

    Maglor

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    3.073
    Località:
    Rivara (TO)
    Ratings:
    +1
    OFF GDR - mancano due cose fondamentali, ovvero la stima delle forze necessarie ad attuare il piano e la coordinazione con l'aviazione e la marina.
    inviterei ciotto a sentire i suoi colleghi aviatori e marinai per sviluppare al meglio il piano e poi a valutare di quante e quali unità ci sarà bisogno per metterlo in pratica.
    buon lavoro... :D
     
  14. franz

    franz

    Registrato:
    3 Dicembre 2007
    Messaggi:
    472
    Ratings:
    +61
    Ho letto con attenzione il fascicolo nominato fall Gazelle mi sono quindi dedicato alla stesura di un piano di impiego per l'aeronautica, di seguito viene presentata la suddivisione in regioni aeree del teatro d'operazioni orientali, come si può vedere sono 11:

    [​IMG]
    [​IMG]

    Dal punto di vista della Luftwaffe la campagna contro la Polonia non dovrebbe presentare grossi problemi, la consistenza delle forze aeree polacche è e sarà poca cosa, proprio per questo motivo, e ipotizzando un probabile intervento di Francia e Regno Unito in difesa della sovranità polacca, vorremmo impiegare su questo fronte principalmente, se non esclusivamente, unità da supporto aereo ravvicinato in un numero che stimiamo per il 1939 non inferiore a 14 gruppi mentre al confine con la Francia concetreremmo i gruppi da difesa aerea per contrastare le forze riunite della RAF e dell'Armée de l'Air, inoltre vista la superiorità che queste forze avrebbero nei nostri confronti, al fronte occidentale verrebbero forniti anche tutti i gruppi da bombardamento Tattico onde tenere sotto una continua pressione le basi aeree presenti nei dintorni della piazzaforte di Metz (probabile zona di principale concentrazione delle forze aeree francesi) e potendo così perseguire l'obiettivo di una difesa attiva (anche per chiari fini propagandistici).
    Per quanto concerne la distribuzione delle unità aeree sul fronte orientale, nei grafici seguenti sono stati evidenziati i raggi d'azione dei CAS a partire dagli aeroporti più prossimi alla zona d'operazioni cioè Berlin, Breslau e Konigsberg:

    [​IMG]

    Come si può vedere l'aeroporto di Berlin permette di effettuare operazioni aeree su una ristretta regione del fronte, regione tra l'altro completamente compresa nella zona raggiungibile dall'aeroporto di Breslau.
    Si sconsiglia invece l'utilizzo dell'aeroporto di Konigsberg in quanto quasi completamente circondato da territorio polacco, perciò di difficile difesa e di difficile rifornimento (almeno fino all'occupazione di Danzica), inoltre, dal programma presentato dall'esercito risulta che l'occupazione del territorio che è raggiungibile solo da questo campo d'aviazione (la parte più orientale della Polonia) risulta appartenere alla fase 3 del piano Fall Gazelle (la 'mezza parata')
    Quindi la Luftwaffe, per questi motivi, vorrebbe concentrare tutte le unità CAS a Breslau e con queste supportare in toto le fasi principali (1 e 2) del piano Fall Gazelle.

    Riassumendo, la distribuzione sarebbe la seguente:

    -Non meno di 14 gruppi CAS a Breslau;
    -Non meno di 8 gruppi intercettori distribuiti tra Kassel e Stuttgart (si veda anche il recente piano di difesa aerea);
    -Non meno di 8 gruppi da bombardamento Tattico concentrati a Stuttgart;

    Naturalmente questi sono i 'numeri' minimi, in quanto non considerano la produzione aeronautica del 1939.

    Mi faccia sapere cosa ne pensa, nel frattempo le porgo i miei più cordiali saluti.

    Maresciallo Franz von Rudel Und Galland
     
  15. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.780
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +113
    La ringrazio innanzitutto per la prontissima risposta e per il piano da lei esposto nei minimi dettagli e devo dire che mi trovo perfettamente daccordo con le proposte che avete presentato.
    Ottima la scelta di utilizzare come aereoporto per le operazioni aeree Breslau e non Berlino o Konigsberg per i motivi da lei detti; compltamente d'accordo anche con l'utilizzo di soli veivoli da supporto aereo ravvicinato anche se qui io richiederei almeno 4 squadriglie di caccia o intercettatori per evitare perdite eccessive di Stuka.

    Comprendo, e sarei io il primo a spingere sull'utilizzo totale della caccia a disposizioni per le operazioni aeree contro la RAF e la Armée de l'Air ma se si riuscisse ad avere anche una piccola parte della caccia in Polonia, per lo meno durante i primi giorni della campagna, sarebbe molto utile per proteggere e mettere a tacere le risposte dell'aviazione polacca (è vero che sarà poca cosa ma comunque qualcosa da mandarci contro l'avranno e la utilizzeranno senza riserve); ma qui sarà lei insieme a tutto l'OKL a decidere in base alla disponibilità dei mezzi.

    In conclusione mi trovo complatamente d'accordo con lei Maresciallo per questo piano e non ci resta che attendere l'apporvazione del Feldmaresciallo Von Maglor riguardo questa cooperazione tra Heeres e Luftwaffe durante l'operazione "Fall Gazelle".

    F. Von Ciotto
     
  16. Blede

    Blede

    Registrato:
    8 Agosto 2008
    Messaggi:
    1.648
    Località:
    Massa Lombarda (Ra)
    Ratings:
    +0
    So che in un'operazione del genere (mi riferisco a Fall Gazelle) le forze della Kriegsmarine potranno fare poco più che gli spettatori, ma suggerirei di usare due Panzerschiffe accompagnate dalla KMS Konigsberg e dalla KMS Koln per prendersi cura di eventuali flottiglie polacche (tanto, legati come siamo dall'accordo navale con Londra, non servirebbero a molto nel mare del Nord contro una ipotetica ma a vostro giudizio assai probabile alleanza franco-anglo-polacca), inoltre si potrebbe prendere Danzica con un'attacco anfibio invece che terrestre, questo per allenare i marinai e gli ufficiali con una vera azione di guerra. Sarebbe anche la prima azione di guerra della Marina da parecchi anni, e questo solleverebbe molto il morale dei marinai tutti (motivo spudoratamente propagandistico). Se posso fare un'osservazione, non per rubare il lavoro a lei generale von Ciotto, ma Danzica fra Prussia orientale e il resto della Germania non un collegamento troppo esile e facile da recidere? A mio modesto giudizio di dilettante sarebbe meglio prendere al suo posto Bydogoscz, e poi rinforzare il collegamento prendendo anche Danzica con un'assalto anfibio, insaccandoci magari anche qualche unità terrestre e perchè no aerea. In questo caso le nostre navi potrebbero darvi appoggio con i loro cannoni bombardando la costa.

    E' comunque uno splendido piano, i miei complimenti. Non vorrei essere al posto di chi si troverà contro di voi !!

    Saluti e w il Fuhrer
    Admiral Friedrich von Bledow
     
  17. franz

    franz

    Registrato:
    3 Dicembre 2007
    Messaggi:
    472
    Ratings:
    +61
    Dimenticavo la principale regola dell'arte bellica: mai sottovalutare il nemico, vedremo di fornire alcuni gruppi intercettori con cui liberare i cieli dai PZL polacchi, mi permetto però di raccomandarle la velocità di azione, quegli aerei potrebbero servirci a occidente.

    Cordiali Saluti

    Von Rudel und Galland
     
  18. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.780
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +113
    Al Maresciallo franz Von Rudel und Galland: è esattamente quello che intendevo e la ringrazio per la promessa di alcuni gruppi di intercettori per le operazioni in Polonia, ed ha la mia parola che il loro impiego non si protarrà per più di 4-5 giorni, tempo stimato per la totale distruzione dell'aviazione polacca.

    All'Ammiraglio Von Bledow: sono contento che la marina si interessi così minuziosamente anche ad operazioni che sulla carta la porterebbero ad essere esclusa per la poca utilità che avrebbe; sono davvero convinto che con questo impegno e questa costanza la Kriegsmarine potrà guadagnasi ben presto grande prestigio agli occhi del mondo.
    Riguardo all'impiego di parte della flotta di superficie per contrastare il naviglio polacco mi trovo d'accordo con lei per tutto ciò che ha detto.

    Un attacco anfibio a Danzica potrebbe essere preso in considerazione ma non sarebbe comunque la direttrice principale dell'attacco alla città, sarebbe invece un sostegno alle truppe di terra che occuperanno la città nel giro di 2-3 giorni massimo senza grosse difficoltà, si prevede.

    Per concludere mi soffermerei sul suo consiglio strategico; iniziamo col dire che ogni suggerimento è ben accetto e sono veramente contento della cooperazione tra le armi della Wehrmacht che si sta sviluppando nell'ultimo periodo.
    Le sue osservazioni non sono per niente fuori luogo: il corridoio Danzica potrebbe risultare, come da lei osservato, "facilmente" riconquistabile rendendo vano il collegamento con la Prussia Orientale ma, per come la vedo io, anche se ciò dovesse verificarsi (cosa che comunque non sarà facile vista la netta superiorità nella preparazione e nell'equipaggiamento della Wehrmacht rispetto all'esercito polacco), non risulterebbe un problema poichè sono certo che, nel tempo in cui i polacchi riconquisterebbero Danzica rimarebbero comunque accerchiati secondo le manovre previste.
    Tuttavia l'ipotesi di occupare Bydogoscz non è comunque da scartare e rimane, parola mia, presa in seria considerazione, visto che probabilmente una tale mossa potrebbe rendere più facile il rastrellamento della sacca una volta chiusa anche se.
    Insomma diciamo che un eventuale riconquista di Danzica non comporterebbe problemi per i motivi sopra-citati ma l'opzione da le proposta probabilmente eviterebbe una "sconfitta" (che comunque dubito fortemente ci sarebbe) alla Wehrmacht.
    A tale proposito penso che si potrebbe benissimo discutere questa ipotesi anche con il Generale Lottari e il Feldmareciallo Von Maglor; la ringrazio dell'aiuto, dei consigli e dei complimenti.

    F. Von Ciotto
     
  19. Tito Manlio

    Tito Manlio

    Registrato:
    21 Agosto 2008
    Messaggi:
    135
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Il Colonnello Manfred Von Manlien camminava frettoloso per i corridoi dello Stato Maggiore, in attesa di ricevere un comando, erano anni che non aspettava di ricevere di nuovo un incarico operativo...
    Nato nel 1896 a Breslava da una famiglia della piccola nobiltà prussiana Von Manlien aveva frequentato l' accademia militare di Danzica, e successivamente col grado di Tenente aveva partecipato alla Grande Guerra distinguendosi nella battaglia di Caporetto comandando per mancanza di ufficiali una compagnia di Jager (Off- c'è un modo per mettere la dieresi sulle lettere??). Dopo la guerra con il disarmo era stato assegnato all' Accademia militare di Potsdam come istruttore con il grado di Capitano.Rimasto sotto le armi durante la decadente repubblica di Weimar solo grazie ai meriti conseguiti nella grande guerra ha fatto una lenta carriera arrivando a essere Colonnello e comandare un reggimento di Artiglieria nel 1935.
    "Non vedo l' ora di incontrare il Generale Lottari, speriamo di ricevere un comando e di non essere mandati di nuovo all' accademia di Potsdam..."
    Dunque l' Herr Oberst si sedette su di una panca con in mano la lettera per richiedere il comando di un Reggimento di Alpini...
     
  20. andy

    andy

    Registrato:
    20 Maggio 2008
    Messaggi:
    2.342
    Ratings:
    +114
    volevo chiedere, al mio esimio superiore, Gen. Lottari, se sono necessari, a breve termine da questi giorni, i termini e i piani di invasione terrestre(tralasciando un eventuale supporto aereo o marino il cui studio verrebbe affidato ai generali preposti) della Danimarca.
    cordiali saluti, A.A. Von Luxord
     

Condividi questa Pagina