1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Market Storm (Tempesta nel Mercato)

Discussione in 'Strategici - Generale' iniziata da Luigi Varriale, 16 Giugno 2018.

  1. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Setembre 2019 Las Vegas Nevada

    Jennifer si sveglia circa alle 0700 del giorno dopo, un bel sabato mattina nella camera da letto di Alvaro. Trova solamente un biglietto sul cuscino del nostro, in una busta bianca. Alvaro, che da sempre si sveglia alle 5 di mattina, è andato a lavorare. Jennifer si guarda in giro e vede un bel vassoio con la colazione pronta, solo da aggiungere a piacimento le bevande calde. Prende la busta dal cuscino di Alvaro.

    Ho lasciato le chiavi della Ford nel cassetto del tuo comodino. Sono in ufficio. Ho preso il pullman che va in città. Ho Skype sempre aperto per te. In casa troverai Howard che è a tua disposizione per qualunque esigenza. Quando ti svegli, dovrebbe già essere lì. Sei la numero uno. Alvaro.

    Jennifer va alla finestra della camera da letto che dà sul vialetto di ingresso ed effettivamente c'è la Ford bianca parcheggiata ed un altro veicolo che deve essere quello di Howard. Jennifer si fa una doccia si veste e poi esce della camera per andare al piano di sotto.

    La signora preferisce la colazione servita in soggiorno o va bene in camera? Un uomo gigantesco di mezza età sbuca dal salotto. Sicuramente alto più di due metri e largo altrettanti di spalle, il colosso, dai capelli a spazzola bianchi riferisce a Jennifer di essere il maggiordomo di casa Pagano e che ha ricevuto ordine oltre che di occuparsi delle faccende quotidiane, anche di mantenersi a disposizione della signora.

    Jennifer osserva il bestione con un misto di sorpresa e timore. Gli occhi grigi e fermi non si spostano di un millimetro dalla posizione sulle scale nella quale Jennifer è rimasta a metà strada.

    Grazie Howard, risonde Jennifer imbarazzata al pensiero che il gigante immagini cosa ci sia stata a fare lì tutta la notte.

    Penso che mi preparerò un bel caffé ed andrò a bermelo in camera. Poi devo scappare a casa, Jennifer guarda l'orologio. Accidenti è tardi. La ringrazio molto, Howard. Il Gigante rimane impassibile.

    Come la signora desidera, in caso abbia bisogno, mi trova a tagliare l'erba in giardino. Il bricco di caffè lo trova in cucina. E' ancora caldo.

    Grazie ancora Howard.

    Senza aggiungere una sillaba, il "maggiordomo" si gira e se ne va.

    Jennifer va in cucina si versa il caffè e se ne torna in camera. Prima cosa telefona a casa avvertendo che sarà di ritorno in un paio d'ore, poi si siede alla scrivania della camera, dove c'è un computer acceso con Skype aperto ed un solo contatto nella lista a sinistra: Alvaro.

    Jennifer, come stai ! Ti sei svegliata bene ?

    Alvaro ! A che ora sei andato via ?

    Alle 5 e mezza, ho preso il primo pullman delle 6 così che c'era sopra poca gente. Sono in ufficio da 10 minuti.

    Ma non potevi svegliarmi, saremmo andati via insieme; tra l'altro devo pure tornare a casa.

    Potevo si, ma dormivi così bene; eri la cosa più bella del mondo.

    Sei un pazzo Alvaro; chi è l'armadio a quattro ante che ho incontrato al piano di sotto.

    E' Howard, il mio uomo di fiducia. L'ho rubato al servizio di sicurezza del casinò Mirage. Howard lo chiamo io, ma il suo nome è Kreuger. E' un ex forze speciali dell'esercito sudafricano, emigrato in America alla fine del regime bianco dell'apartheid. E' capace di qualunque cosa, da cucinare a stirare, a garantire la sicurezza di casa; è un bravissimo vecchietto.

    Si ma mette paura.

    Lo assunto apposta. E' capace di fare più di una cosa.

    Senti come ci vado a casa.

    A tua scelta; o ti fai accompagnare da Howard o prendi la Ford.

    No no, prendo la Ford. Ma quando te la ridò.

    quando ti pare. Tanto io o sono in ufficio o sono a casa; in ogni caso con Skype aperto. E se sto andando in ufficio o a casa, ho lo stesso Skype aperto sul cellulare.

    Senti vado a casa da mio figlio. Quando ci vediamo ?

    Quando vuoi tu. Quando vuoi sai come trovarmi. Salutami il ragazzo.

    Ma non sa nemmeno della tua esistenza ancora.

    Ah...

    Cretino; sa che sei uno dei miei più simpatici clienti; le cose si sono mosse troppo velocemente.

    Con una grande del tuo calibro, non poteva essere diversamente. Sei la numero uno.

    Un bacio Alvaro

    Ci sentiamo numero uno.

    Il suono della chiamata terminata su Skype segnala a Jennifer che è ora di muoversi. Si sofferma un attimo sullo schermo del desktop, raffigurante la statua della libertà. L'ultima relazione seria che ha avuto con un uomo, col suo ex marito, era una relazione dove lui voleva controllare tutto quello che lei faceva. Questa relazione, se tale si poteva già chiamare, era con un uomo che alla domanda quando ci vediamo, rispondeva quando vuoi tu, tanto sai come trovarmi. Un sorriso appare sul volto di Jennifer che non sa ancora cosa pensare di tutto ciò, ma le piace. Le piace molto. Al contempo affiora la paura di impelagarsi in un altro casino con un perfetto sconosciuto. Ma è così strano questo Alvaro, incatalogabile in nessuna categoria di uomo a lei conosciuta. Un totale salto nel buio. Mentre esce nel vialetto e riceve il saluto con un gesto di Howard, che ricambia con cauta gentilezza, Jennifer si chiede se sia vero che uno come Alvaro possa davvero esistere.

    La macchina me la ridai quando vuoi, mi trovi quando vuoi, ci vediamo quando vuoi. Dio fa che sia vero e che non sia solo l'entusiasmo del primo giorno.



    Alvaro intanto si organizza per il mese di Ottobre. Tanto per cominciare si mette su uno schermo separato nella stanza delle cose serie la quotazione giornaliera di Tenet Healthcare. Vuole sapere costantemente cosa fa questo titolo azionario, e pur senza aver detto nulla a Jennifer, si mette sullo stesso schermo pure la quotazione di Deltona Corporaition, l'impresa immobiliare per cui Jennifer lavora.

    Durante il mese di ottobre l'IMF segnala una netta ripresa dell'economia globale, e non è difficile per i mercati azionari ricominciare una moderata tendenza al rialzo. Di conseguenza non è difficile neppure per Alvaro scegliere quei due o tre titoli azionari sicuri che possono assicurare un buon guadagno durante questo mese. La scelta cade, a parte Hudson Group, che era già in portafoglio dal mese passato, ed anche su una dinamica impresa, la Biogen, che operea nel settore della ricerca scientifica. Gli operatori finanziari cominciano a comprare il titolo non appena si sparge la notizia che l'impresa ha brevettato un nuovo prodotto su cui farà i profitti esclusivi per i prossimi vent'anni. La terza impresa nel portafoglio delle call options di ALPHA per questo mese è la Fiat Automobili, che ha eguagliato il livello dei suoi utili del 2018 già nel terzo trimestre del 2019. Il titolo vola in borsa a gonfie vele. Questo mese quindi nulla di difficile per Alvaro, che si alterna tra il suo ufficio, dove per il momento lavora ancora da solo e casa sua. Resiste alla tentazione di chiamare Jennifer, la cui iconetta su Skype è comunque sempre vuota. E' chiaro che la ragazza deve essere occupata almeno quanto lui.
    upload_2018-7-14_18-11-56.png
    L'utile lordo per il mese di ottobre per ALPHA INVESTMENTS è circa 700 milioni di dollari; ancora una volta una cifra record. Il patrimonio netto del fondo ammonta oramai a 900 milioni e la liquidità ad un miliardo e cento di dollari. A questi occorre dedurre le tasse, stimate ad oggi per il 2019 a 250 milioni di dollari.

    A questo punto Alvaro, con la consulenza di Phil Kreuger, progetta la prima operazione di acquisizione diretta di una compagnia privata da parte del fondo ALPHA. Ed è una grossa, grossa operazione:

    Alvaro è interessato alla partecipazione come investor attivo in una compagnia di contractor privati di servizi militari. Kreuger non ha dubbi su quale sia l'impresa sulla quale investire. Per Il 30 ottobre, viene fissato un appuntamento con il management della Spynx Defense Ltd. un impresa di mercenari che conta circa 900 uomini, praticamente un battaglione di fanteria addestrato ad ogni tipo di operazione militare. Kreuger ha alcuni amici nel board dei fondatori della compagnia formato da cinque persone: due ex SAS inglesi un GSG9 tedesco un Shayetet-13 israeliano e un amico suo del Commando Hubert. La compagnia è quotata a Wall Street per un valore di 28 dollari e mezzo per ognuna delle 100 milioni di azioni sul mercato, detenute per il 7% per cento da un fondo di investimento di servizi generali e per il rimanente da risparmiatori di ogni tipo e caratura. Il management è costituito dai soggetti sopramenzionati, tutti conoscenti di Kreuger. La compagnia ha 880 milioni di dollari di business asset di ogni tipo, inclusi 4 elicotteri da trasporto Agusta Bell A-109, armamento militare fino al livello di mortaio da 81, con una particolare licenza del Pentagono che è uno dei clienti istituzionali della società. Inoltre la compagnia ha 80 milioni di dollari di contratti eseguiti da riscuotere e 5 milioni di dollari di liquidità per il pagamento degli stipendi e le spese urgenti. Dal lato passivo 597 milioni di dollari di debiti da pagare alla banca francese Credit Lyonnaise, 730 mila dollari di riserva per contingenze e 2 milioni e otto di tasse da pagare. Situazione finanziaria da migliorare, ma dal punto di vista dei flussi, la società è solida con 76 milioni di attivo nei primi 3 quarti del 2019 e buone prospettive di crescita.

    Di tutto questo ambaradan, Alvaro pianifica di acquistare il 20% rilevando le azioni dei piccoli risparmiatori nel numero di 20 milioni di azioni per un totale di 573 milioni di dollari; il più massiccio investimento da ALPHA GROUP fino a quel momento. Il 20% di acquisizione porterebbe il fondo ALPHA al controllo del pacchetto azionario di riferimento, trasferendo ad Alvaro il controllo della società.

    I motivi per cui Alvaro è interessato a questo particolare settore sono due: il primo è che per i piani che ha in mente, acquisire un'entità che si occupi dell'uso selettivo della forza militare è molto importante. I contractor privati militari stanno diventando un'entità di sempre più rilevante peso nella domanda di beni e servizi mondiali ed hanno un giro d'affari in crescita esponenziale. Il secondo motivo è che nel lungo periodo ha programmato di trasferire Jennifer e suo figlio a casa sua, sempre che questi siano d'accordo. Se questo dovesse mai succedere, l'abitazione di Pagano deve diventare un luogo sicuro e ben sorvegliato da professionisti, e quando "la sua famiglia" si muove, deve avere altrettanta protezione discreta ed invisibile. Di questo particolare aspetto ha parlato con Kreuger, che gli ha detto che non essendo figure pubbliche, i bersagli non avrebbero bisogno di una scorta ravvicinata, ma di una scorta a breve distanza sempre pronta ad intervenire contro il tipo di offesa più probabile in caso di privati facoltosi: il tentativo di sequestro. Un tale tipo di missione è possibile svolgerla senza che i soggetti da proteggere ne siano a conoscenza.

    Se una cosa del genere accade, Jennifer deve esserne a conoscenza, non esiste che faccio qualcosa alle sue spalle. questa compagnia ne ha di donne con i cazzi ?

    Ce ne sono otto, altamente selezionate, 3 sono ex servizi di sicurezza israeliani ed una ex servizi segreti taiwanesi, divisione operazioni dirette.

    Bene, se sarà mai necessario vogllio una donna alla protezione di Jennifer e Thomas, o almeno il comando deve essere affidato ad una donna.

    Non dovrebbero esserci problemi.

    Prima vediamo di concretizzare però

    Philip se mi metto d'accordo con i tuoi amici per l'acquisizione di questa società, me la dovrai organizzare a puntino, deve funzionare come un commando di forze speciali, ed io ti do il management della società a 850.000 dollari all'anno, che è uno stipendio quadruplo del mio. Gli altri 5 saranno ai tuoi ordini a 170,000 dollari all'anno.

    questo gli dimezzerà gli stipendi, fa notare Kreuger controllando carte e bilanci.

    Bene allora una formula sui compensi la troverai tu con i tuoi amici. Quello che deve essere chiaro è che la società la affido a te. Ci entro al 20% e decido io chi la amministra, o in questo caso, dato il tipo di impresa, dovrei dire chi la comanda.

    can do.
    upload_2018-7-14_18-12-32.png
    Foto scattata di straforo a Kreuger, mentre fa le faccende in giardino.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 14 Luglio 2018
  2. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    fine di settembre 2019 casa di Alvaro Las Vegas.

    Dopo quasi 3 settimane che Alvaro non vedeva Jennifer, il nostro trova un messaggio della sua numero uno:

    ti riporto la Ford se vuoi; questa sera sono libera. I miei mi tengono Thomas per domani e per domenica.

    Io sono qui a casa. Mi trovi qui.

    sono lì alle 7.

    Ti aspetto.

    Howard ?!

    Dimmi Alvaro.

    Prenditi serata e nottata; arriva Jennifer.

    Roger.

    Ci vediamo lunedì mattina 0500

    Bene; sicuro che non vuoi che rimanga a prepararti e servirti la cena?

    No; la porto fuori al Blue Rose.

    E come cazzo ci vai ?

    Mi riporta la Ford

    Ah..già.

    Ci vediamo lunedì.

    Ok, finisco di pulire i cessi qua e poi mi sgancio.

    Ok.

    Alle sette in punto, Alvaro è fuori sul vialetto ad aspettare Jennifer, fino a quando vede spuntare la Ford bianca dall'angolo della strada. Il cuore prende a battere come quando sul tavolo gli entra il colore all'ultima carta.

    Scende dalla macchina, sorride e riduce Alvaro ad un cumulo di macerie tremolanti.

    La accompagna dentro e la abbraccia; per cinque minuti rimane così senza riuscire a muoversi, nemmeno a baciarla. Lei profuma dell'aria limpida di settembre.

    Mi sei mancata come l'ossigeno; mi hai levato anche la voglia di vedermi le lezioni di macroeconomia su Youtube. Non avrei mai creduto di non avere voglia di sentirmi Friedrich Hayek su Youtube. Se non avessi avuto da lavorare tutto il giorno, tutti i giorni, non ce l'avrei fatta.

    Lei se lo tiene altrettanto stretto.

    Non mi hai chiamata.

    Ho pensato che fossi molto occupata.

    Nemmeno la macchina mi hai chiesto indietro; lo sai che te la potevo rubare ?

    Che mi fotte c'è la Jeep di Howard.

    Cos'hai organizzato ?

    Cena al Blue Rose

    No rimaniamo qui

    Ma Howard l'ho mandato via, non c'è la cena pronta

    Hai fatto bene, te la faccio io la cena.

    Si ?

    Si

    Pollo Panato e acqua minerale ?

    Ok, la roba per farlo ce l'hai ?

    Boh ? Devo esplorare in cucina. Io non ci entro mai; fa tutto Howard.

    Andiamo a vedere.

    Dopo un'ora i nostri eroi sono seduti fuori dove c'è il cortile del barbecue e la coppia di mini piscine.

    Pane, pollo panato e acqua minerale. Grazie a Dio a Las Vegas non ci sono le zanzare.

    I due mangiano e bevono tranquillamente; lentamente al rumore delle palme che si muovono con la brezza della sera. E oramai buio e a parte un candela sul tavolo ed un lampione in giardino, non c'è luce.

    Ho avuto tre settimane dure; clienti, clienti e clienti. Meno male che ce ne sono. Sono stanchissima ma contenta. Poi a casa c'è da fare con Thomas, portarlo alle visite, alle terapie.

    Senti non c'è nessun modo in cui possa alleggerirti il lavoro ?

    Non vedo come; Thomas dai medici ce lo devo portare e non è che posso smettere di lavorare e di occuparmi della casa.

    Alvaro apre la bocca e poi la richiude. Troppe volte in vita sua ha parlato quando era meglio stare zitto.

    Cosa stavi per dire Alvaro?

    Senti; da ora in poi qualunque cosa io sbagli nel dire, vorrei che tu capissi che non lo faccio volontariamente ok ? Se dico qualche cazzata tu me lo dici e io cambio argomento ok ?

    Ok.

    Non è che posso mandarti qualcuno a casa ad aiutarti almeno a prenderti cura dei tuoi e della casa; sarebbe un aiuto no ?

    Alvaro, ci conosciamo da un mese, abbiamo passato una notte insieme, per quanto splendida, una sola e vuoi che già mi metta a pesare su di te ?

    Senti, io non ne capisco niente di strategie di coppia o di rapporti amorosi. Però questo lo so di sicuro: ti ho pensata spesso occupata ed oberata di casini. Non voglio intervenire nella tua vita, non lo farei nemmeno se fossimo sposati da cento anni, magari un giorno ti spiego anche le ragioni di questa mia attitudine, però devo dirti che sei la prima persona che ha un significato nella mia vita. Non ricordo nemmeno se ce l'ho mai avuta una persona di tale significato nella mia vita; probabilmente no. Se ti faccio una proposta è per migliorare la mia situazione e la tua. Se la tua situazione può essere migliorata allora la mia non è ottimale. Il vero peso è quando so che potrei darti supporto, ma non so se tu lo accetteresti.

    E la tua situazione migliorata quale sarebbe professor economista ? Chiede Jennifer guardandolo col mento appoggiato alle mani, ed i gomiti sul tavolo. La testa leggermente inclinata a sinistra, con i capelli che le scivolano di lato è ulteriore motivo di riduzione di Alvaro in macerie tremolanti.

    Posso dire quello che voglio come quando avevo 5 anni ?

    Non vorrei mai che tu mi dicessi nient'altro che la verità.

    Vorrei che tu venissi qui da me, con tuo figlio e che noi potessimo vivere insieme. Voglio dire, non deve una cosa ossessiva, ma comunque insieme con te. A casa dei tuoi ci manderei una persona ad aiutarli, o comprerei una casa più grande e farei venire qui anche loro. Così tu continueresti ad avere tutti vicini.

    E cosa vuol dire vivere insieme per te ?

    Ah questa è un'ottima domanda numero uno. Per me vivere insieme e osservare l'altro vivere senza interferire nelle sue scelte ed essendo a disposizione quando serve. Voglio dire, se non serviamo a nessuno cosa viviamo a fare ?

    Alvaro Pagano tu sei un pazzo; quante volte te l'ho già detto ? Cos'altro vuol dire vivere insieme ?

    Rendere la vita meno gravosa all'altro e nel farlo rendere più leggera la propria. Vedi ? Si tratta di un rapporto di scambio. Nessuno sfrutta nessuno. Io questa cosa che tutti hanno paura che qualcuno li voglia fregare non l'ho mai capita.

    Ci sono molte cose che non hai capito; pensi che tutti siano come te ?

    Non lo so; non me ne sono mai occupato.

    Lo sai da che esperienza provengo io ?

    Posso solo cominciare ad immaginare che situazione disagevole potesse essere.

    Non mi hai chiesto la macchina indietro per tre settimane.

    Quando presto le cose me ne dimentico.

    E se io dicessi di si a tutte le cose che mi hai detto, tu cosa penseresti di me ?

    Perché ti interessa ?

    Perché sei l'unica persona di cui mi interessa sapere cosa pensa di me.

    Se tu dicessi di si a tutte le cose che ti ho detto, dovremmo passare ancora un po' di tempo così che possa spiegarti da dove arrivo e dove voglio andare. Poi tu potresti dirmi che ti va bene oppure no. Se non ti andasse bene, cambierei la rotta dei miei progetti, perché tu sei la numero uno nella mia vita ed il mio primo obiettivo.

    Non mi conosci neanche

    Non serve

    Dicevo così anch'io a 17 anni di mio marito.

    Tu non sei come lui. Non rappresenti un rischio per la mia serenità.

    Come lo sai ?

    Lo so.

    Non mi hai ancora detto cosa penseresti di me.

    Quello che penso adesso; che sei la più magnifica creatura umana messa su questo pianeta.

    E' il turno di Jennifer di essere ridotta in macerie tremolanti. Il muro si crepa e il portone cede.

    E cambieresti mai idea ?

    No...nemmeno se cambiassi tu

    Alvaro...

    sicuro che non devi tornare a casa domani ?

    No mi sono presa il weekend.

    andiamo a letto numero uno; domani mattina a colazione ti spiego tutto il resto.

    Sipario chiuso.
     
    Ultima modifica: 14 Luglio 2018
  3. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Sotto gli ombrelloni del patio Alvaro e Jennifer sono sdraiati sulle sedie allungabili intorno alle piscine. Succo d'arancia, marmellata e pane per toast nella bella e secca mattinata di fine settembre. Già una ventina di gradi alle 10 di mattina. Jennifer, in biancheria intima si gode il sole mattutino, non ancora devastante. Alvaro, dopo aver fatto un po' avanti e indietro con bicchieri e piattini, si cheta pure lui sulla sedia.

    E' buona la marmellata ?

    Squisita ! E' quella di Meyer ?

    No è quella del pastry shop di Target, quella artigianale. L'ha comprata Howard due giorni fa. Normalmente se la mangia lui, ma mi fa piacere di vedere che piace pure a te.

    Sono proprio felice di poter permettermi questi due giorni di rilassamento qui con te.

    Alvaro che si sorseggia il suo latte e caffè bollente, sua tipica colazione, si distende anche lui sulla sdraio in posizione semi eretta per non buttarsi addosso la colazione.

    Senti, ieri sera prima di andare a letto mi hai detto che mi avresti spiegato il resto; cosa intendevi ?

    Volevo raccontarti brevemente le cose che non ti ho detto di me. Sono poche le cose che riguardano me sai ? Vantaggio che mi permette di non annoiarti più di tanto.

    Sono tutta orecchi dottor Pagano.

    Ho studiato qui in America e questo te l'ho detto. Ho lavorato in banca a New York con la Goldman Sachs, poi sono andato a lavorare in Italia per il ministero delle finanze.

    Anche questo me l'hai detto.

    Sai quello che non ti ho detto e che la mia idea di lavoro è sempre stata molto limitata. Qualcuno mi assegnava degli obiettivi ed io manovravo per vedere come raggiungerli.

    Mi pare normale, lo stesso faccio pure io.

    Si ma vedi, io mi sono sempre e solo limitato ad essere più produttivo possibile a vantaggio dei miei datori di lavoro. Ci credi se ti dico che non ho mai ricevuto uno stipendio in denaro per il mio lavoro ?

    Da quel poco che ti conosco non mi stupisco più di tanto. come ti sei mantenuto in tutti questi anni ?

    Mi hanno sempre mantenuto quelli per cui lavoravo, ma non ho mai voluto gestire denaro o costruirmi un futuro, non ho mai avuto bisogno di risparmiare e non ho mai guardato al di là della giornata successiva.

    E qui ?

    E qui ho dovuto cominciare a pensare in modo diverso, qui lavoro per me stesso e non ho nessuno che mi mantiene, quindi le decisioni sugli obiettivi devo prenderle io.

    E quali sono ?

    Vorrei diventare abbastanza grande e forte da dimostrare che le mie teorie economiche sono corrette. Anche in Italia volevo fare lo stesso; mi avevano dato abbastanza margine di libertà per poterle mettere in atto.

    Jennifer lo guarda ben fisso negli occhi, spostando poi lo sguardo sul pavimento del patio.

    Non hai bisogno di diventare grande e forte. Hai già pieno successo nella tua vita.

    Non prima di avere incontrato te; tu eri il pezzo mancante per renderla vera.

    E adesso cosa ti manca ancora ?

    Alvaro guarda fisso un punto sul pavimento: c'è chi ha cambiato il mondo con imprese rivoluzionarie che hanno migliorato il modo di vivere della gente. Ma vedi; sempre e solo in settori specifici. Prendi Microsoft per esempio. Nessuno però è mai riuscito ad incidere in maniera globale sulla qualità della vita delle persone, e per quello che i super ricconi creano le fondazioni per progetti di beneficenza. Perché si accorgono di non aver inciso in maniera globale con il loro lavoro.

    E tu saresti in grado di farlo ?

    Credo di avere gli strumenti teorici per farlo e di poterli usare nella pratica.

    Jennifer, si ferma a pensare; certo quello di cui sta parlando Alvaro non è il suo campo; ma è una donna troppo intelligente per arrendersi di fronte ad un argomento alieno.

    Fammi un esempio di miglioramento della qualità globale della vita delle persone.

    Lasciare tutti quelli che producono a loro stessi, senza aiuti e privilegi da parte dello stato, così l'unica cosa che gli rimarrebbe da fare sarebbe quella di allineare i loro interessi con i clienti o uscire dal mercato; questo vale sopratutto per chi lavora con il denaro, banche, assicurazioni, fondi di investimento eccetera.

    Tu lavori in questo campo no ?

    Si, e ne vedo succedere di tutti i colori. Lo sai qual'è la banca con la quale lavora la tua società ?

    Si, è la Wells Fargo & Company.

    Un colosso no ?

    Mi pare.

    E' una delle prime cinque banche del pianeta. Quanti mutui fai tu al mese a gente a cui un mutuo non andrebbe mai fatto ?

    Non lo so, non sono io che controllo le pratiche di valutazione dei clienti. Io devo solo portare i clienti alla firma dei contratti preliminari.

    Bene te lo dico: Wells Fargo ha il 40% del suo portafoglio attivo in mutui ad altissimo rischio di insolvenza.

    Non è vero !

    E' verissimo; ho un documento riservato interno della Goldman Sachs. Goldman fa lo stesso e le banche più grandi fanno lo stesso. Giocano col fuoco per avere un edge competitivo tra di loro. Lo sai perché fanno così ?

    No.

    Perché fino ad ora gli stati gli hanno sempre coperto le spalle in caso di botto, come con AIG e tutte le banche che dovevano fallire dopo Lehman Brothers ed invece sono state salvate, a partire da quella per cui lavoravo io.

    E questi salvataggi li pagano i cittadini vero?

    Sempre; questa cosa mi fa impazzire di rabbia; che i più intelligenti e facoltosi possano scaricare tutta la loro monnezza sulla gente comune, perché il potere politico glie lo permette, mi fa impazzire di rabbia. Se non avessero questa protezione mafiosa, la monnezza che producono sarebbe molto più limitata, non più del livello fisiologico dato dai normali margini di errore.

    E invece adesso ?

    Adesso vanno tranquilli agli investimenti pazzi, perché sanno che non subiscono mai conseguenze. Adesso che scatta la prossima crisi devastante, si riuniranno per riformare il sistema monetario sempre a scapito dei piccoli investitori e risparmiatori, come ha fatto Nixon nel 71. Certo nel 71, il livello del debito globale non era ancora a questi livelli.

    Non ti seguo più amore mio.

    Alvaro, ritorna in sé, ed in carreggiata. Per farla breve, il mio obiettivo sarebbe quello di diventare abbastanza influente per poter imporre a questi squali e sciacalli le mie teorie ed i miei modelli di mercato economico e finanziario. Quando ero in Italia ero sulla buona strada sai ? Avevo a disposizione un fondo sovrano di investimento che era diventato una potenza: 35 miliardi di portafoglio aveva, ed era oramai diventato un buon trampolino di lancio. Avevamo in mente già una riforma del sistema previdenziale delle persone che avrebbe portato un enorme sollievo al sistema italiano, e una volta copiato in altri paesi, a livello più globale.

    Jennifer osserva gli occhi di Alvaro aumentare di luminosità mentre rivanga i quasi successi del passato.

    Pensi di poterlo di fare da solo ?

    Da solo no; è impossibile. Con il tempo dovrò creare una rete di imprese, istituzioni, ma che dovranno lavorare nell'ambito delle mie teorie economiche, altrimenti diventeranno anch'esse strumenti malefici come quelli che già ci sono.

    E adesso a che punto sei ?

    Sono appena all'inizio; una goccia nel lavandino.

    Quanto è importante questa cosa per te?

    E' la numero due

    Dalla grandezza con cui ne parli, dovrebbe essere la numero uno

    E' la numero due. Tu lo condivideresti con me un progetto del genere o pensi che sia frutto della mente di un pazzo.

    Io non so nulla di economia e si, credo che tu sia pazzo. Ma non mi interessa quanto pazzo sei. Fino a quando tu lo vorrai, io sarò sempre con te.

    Possiamo anche accontentarci di quello che abbiamo. Ti assicuro che è già molto.

    Non abbiamo niente se non hai fatto quello che volevi provare a fare.

    Allora andiamo.

    Si andiamo.

    Quando cominceremo a crescere molto ci saranno da fare compromessi e rinunce

    Se sono con te non ho paura.

    Alvaro la fissa a lungo; la cosa più preziosa del mondo.

    Va bene allora andiamo. Comincio il mese prossimo. Ho una riunione per rilevare una grossa compagnia di militari privati. Mi serve come base per avere interlocutori all'interno del governo.

    Non hai detto che è cosa brutta ?

    Dipende da come la usi.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 15 Luglio 2018
  4. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Fine ottobre 2019 Cielo sopra San Diego

    La poltrona di prima classe del Jet della McDonnel Douglas contiene a mala pena Philip Kreuger con un minimo di comodità. L'aereo orbita intorno all'aeroporto di San Diego in attesa che la pista destinata a farlo atterrare sgomberi due voli in partenza.

    Allora è tutto chiaro Alvaro ? Con questi tizi devi essere piuttosto deciso. Sono gente con le palle, e non sottovalutare i loro cervelli; per passare le selezioni delle forze speciali più o meno in tutto il mondo puoi essere ignorante, ma non stupido.

    Non ho bisogno di contare sulla stupidità delle persone per condurre un negoziato. Se la trattativa ha basi solide, si risolve da sola.

    Come vuoi tu; io ti ho avvertito.

    Il thump delle ruote che toccano il terreno ricordano ai due che il loro viaggio da Las Vegas è terminato; ascoltano i soliti messaggi pre registrati in uscita dall'aeroplano, e una volta lasciatolo, personale specializzato dell'aeroporto preleva direttamente i nostri due eroi sulla pista per accompagnarli con un furgone in una sezione separata dalla parte centrale dell'aerostazione dove sosta, acquattato al suolo, un A-109 di produzione italiana fermo in mezzo ad una landing pad. Il pilota dell'elicottero è fermo ai comandi e gira appena la testa, nascosta dietro casco e visore nero, ad osservare i due personaggi in arrivo.

    Questi vengono accolti da un uomo e da una donna. L'uomo in impeccabile giacca e cravatta, la donna in tailleur elegante con pantaloni non è da meno in stile. L'uomo si presenta come John, la donna, asiatica, si presenta come Lin Mei. Kreuger e alvaro vengono rapidamente fatti salire sul velivolo e gli vengono date due paia di cuffie radio per proteggersi dal sibilo rombante dei motori e per poter comunicare.

    Abbiamo 20 minuti di volo all'HQ della compagnia, vi prego di mettervi comodi e di godervi il tragitto, sorride loro la donna asiatica, all'interno della cui cui giacca, durante i suoi movimenti per abbordare l'elicottero si intravede evidente un holster contenente un MP-5K (versione corta). Alvaro ne è terrorizzato, ma non lo da a vedere.

    Il volo dura né più né meno dei venti minuti annunciati prima della partenza, alla fine dei quali il velivolo atterra sul tetto di uno degli edifici di un complesso isolato nel mezzo della campagna californiana.

    Bel posticino, forse un po' troppo verde, pensa tra sé Alvaro mentre il velivolo termina le procedure di attracco.

    Vogliate seguirmi, invita la donna asiatica, una volta che tutti i passeggeri sono fuori dalla cabina dell'elicottero, il frastuono delle turbine si va affievolendo nella procedura di arresto dei propulsori della macchina italiana.

    Il gruppo scende scende giù per una scalinata interna, e giunge ad un atrio munito di due ascensori. All'arrivo delle persone presso quello di destra, le porte si aprono automaticamente, e scende di dieci piani fino ad arrivare al primo, che negli Stati Uniti corrisponde al piano terra. La donna accompagna il gruppo che comprende John e i nostri due eroi attraverso un corridoio che dà su una porta al fondo. Qui si ferma ed inserisce una scheda magnetica in un buco sulla destra della parete. Si accende un piccolo lampeggiante verde e le porte scorrevoli dell'entrata si aprono lasciando transitare il gruppo in un'ampia sala occupata da un gruppo di quattro uomini, due dei quali in pantaloncini corti, T-shirt e ciabatte, mentre gli altri due in giacca e cravatta. I quattro sono seduti intorno ad un lungo tavolo da riunioni ellissoidale in legno, in una stanza arredata con mobilia elegante e moquette azzurra. La donna fa il saluto militare ai quattro presenti, mentre Alvaro nota che John non si prende questa briga. Uno dei due uomini fa cenno alla donna che può andare e quando questa è uscita dalla stanza, Kreuger si dirige verso l'uomo che l'ha congedata con aria amichevole e decisa.

    Il gigante saluta l'uomo dall'altra parte della scrivania che si alza lo abbraccia e lo apostrofa in Afrikaaner, per cui Alvaro non capisce un cazzo di quello che si dicono. Poi quando gli altri si uniscono ai convenevoli si passa all'Inglese e non c'è più problema.

    Philip introduce Alvaro ai quattro uomini.

    Alvaro lascia che ti presenti i fondatori della compagnia. A parte John che hai già conosciuto, qui abbiamo Karl, e indica un uomo sulla destra di taglia non molto inferiore a Kreuger stesso, Mark, Shaoul, e Alain. Signori, questo è Alvaro Pagano, l'uomo di cui vi ho parlato che è pronto a mettere sul piatto mezzo miliardo per la compagnia. I quattro presenti danno un'occhiata a raggi X al nostro che non cogliendo affatto né l'umore né i messaggi non verbali dei presenti, se ne rimane impalato ad aspettare un segno vitale da parte di qualcuno. Il primo a parlare è Mark, che tutto si aspettava di incontrare, meno un freddo bastardo italo-americano, la cui lingua glie l'anno trattenuta all'aeroporto. Il suo pesante accento del Nord Inghilterra, lo rende in un primo tempo quasi incomprensibile ad Alvaro.

    Gradisce qualcosa signor Pagano, mentre ci accomodiamo. Avete pranzato, si rivolge sia ad Alvaro che a Kreuger.

    Risponde il sudafricano che dice che ne hanno avuto più che abbastanza sull'aereo, ed è a quel punto che Alvaro apre la bocca per la prima volta.

    Gradirei un bicchiere di acqua minerale se fosse possibile.

    Il tamarro inglese in ciabatte e calzoncini si avvicina ad un intercom nel mezzo del tavolo per ordinare la parte liquida della riunione.

    Vi prego accomodatevi, fa cenno Mark ai due ospiti. Tutti si siedono intorno al tavolo

    Abbiamo un'idea vaga del motivo della sua visita, signor Pagano, ma forse lei è qui per illustrarci meglio.

    Il nostro si accomoda sulla sua sedia e si sporge in avanti in direzione degli interlocutori, soffermando l'attenzione su quello che sembra guidare il gruppo.

    Vi ringrazio innanzi tutto per avermi ricevuto quest'oggi e di avermi dato l'opportunità di formularvi una proposta che ho meditato in maniera piuttosto assidua negli ultimi due mesi. Ho notato che questa compagnia è molto competitiva nel suo settore di mercato, ma che potrebbe diventarlo di più con una gestione finanziaria più oculata.

    Intende dire che non siamo capaci a dirigere questa società, interviene il gigante a sinistra con un marcato accento tedesco.

    Intendo dire che siete evidentemente meglio versati negli aspetti operativi del vostro lavoro che in quelli finanziari. Le dirò di più signor Karl, ho notato che i vostri concorrenti non sono poi in posizione molto migliore della vostra. anche la Pinkerton Whitewater impresa leader nel mercato ha una situazione finanziaria che lascia leggermente a desiderare. Da quello che ho studiato in questi due mesi, questo è dovuto all'eccesso di domanda dei vostri servizi che ha costretto un po' tutti a fare il passo più lungo della gamba. Ho notato come tutti hanno parecchio diluito il capitale azionario al pubblico lasciando le vostre società vulnerabili a scalate ostili da parte di terzi.

    Signor Pagano, interviene Mark, nel nostro settore le scalate ostili non esistono, solitamente vengono impedite da una serie di incidenti stradali e simili calamità che possono colpire i froci di Wall Street che vengono a mettere il naso nei nostri affari.

    e mi dica Mark, incidenti simili possono capitare anche ai banchieri francesi con cui avete 600 milioni di debiti o sono loro che possono fare capitare incidenti a voi.

    Il Britannico si cheta ed interviene invece il tizio francese alla sinistra di Mark.

    Non hanno problemi ad aspettare. Sanno quello che facciamo e come lo facciamo; noi abbiamo un sacco di commesse e siamo in piena espansione.

    Vero, replica Alvaro, ma questa espansione vi ha ridotto con 5 milioni di dollari in cassa, che sono quelli che avete voi stesso dichiarato nello statement del 3 trimestre. Se dovete aprire anche una nuova operazione di scorta ad un cagnolino di qualche signora ricca, dovrete aumentare l'esposizione con la banca.

    Alvaro fa una pausa di riflessione ben studiata.

    Lo so che siete una compagnia efficiente, è esattamente per questo che ho scelto voi e non un'altra delle imprese che operano in questa industria.

    Quello che posso dare io a questa compagnia, non ve lo può dare nessun altro. Io vi garantisco capitale fresco ogni mese per le vostre operazioni. Aumentiamo il volume d'affari e ci portiamo davanti a tutta la concorrenza. Il mio progetto è di portarvi ad essere potenti quanto l'esercito di uno stato. I debiti che avete, mi date un po' di tempo e ve li estinguo io; poi sotto la mia guida, questa compagnia diventa leader del mercato e voi diventate ancora più ricchi di quanto già non lo siete, ma soprattutto ed ancora più importante, diventate gli operatori più prestigiosi di tutto il settore; i migliori clienti, le migliori commesse, i migliori affari.

    Garantisce capitale fresco ogni mese ? Interviene nuovamente Mark. E come ?

    Tu di questo no ti devi preoccupare, si inserisce Kreuger nella conversazione per la prima volta. Io l'ho visto in azione personalmente questo qua sui mercati finanziari; se garantisce capitale fresco, il capitale lo avrete e i debiti scompariranno. Dovete solo fare come dice lui ed occuparvi solo del management operativo della società. Pagano vi leva tutte le gatte da pelare finanziarie ed amministrative; niente più scartoffie, e niente più patemi di rientro sulla linea bancaria alla fine di ogni trimestre.

    I quattro si guardano tra di loro, ben sapendo che Kreuger non è uno che dice cazzate.

    Ed in cambio, interviene per la prima volta l'unico tizio che non aveva ancora parlato. in cambio lei cosa chiede?

    Mentre un personaggio entra nella stanza a servire quello che era stato richiesto, inclusa l'acqua minerale, tutte le teste si girano di nuovo verso Alvaro.

    Il controllo della società. Mi lasciate contattare una banca d'affari, senza che mi capitino incidenti stradali, alla quale chiederò di rastrellarmi il 20% per cento della azioni di questa baracca. Anzi se mi date il nome della banca che a suo tempo vi ha fatto la OPA, contatto direttamente loro. Mi ricompro le azioni dalle estetiste e dalle parrucchiere a cui le hanno vendute, ed assumo il controllo della società. Non intendo intervenire nelle questioni operative e nelle scelte tattiche. Ma la conduzione strategica e gli obiettivi strategici della società passano a me. Decido io che missioni si intraprendono e quali no, e gli asset operativi della società sono sotto il mio comando. Voglio Kreuger aggiunto al board degli amministratori dove voi vi organizzerete in sei e non più in cinque su come spartirvi responsabilità di comando tattico ed i compensi che vi assicuro cresceranno in maniera esponenziale anno dopo anno. Per essere totalmente sincero, cosa che sono abituato a fare, avevo proposto a Kreuger un aspartizione 50-10-10-10-10-10 a suo favore, ma lui mi ha detto che avrebbe preferito negoziare direttamente con voi. Naturalmente ne ha facoltà. Non c'è nessuno di cui mi fidi di più di Kreuger. Tengo anche a dirvi che io non toglierò mai un dollaro da questa società in termini di compensi per me o di dividendi di alcun genere. Tutto quello che la società produce ve lo spartite voi. Io non ci voglio entrare.

    Dopo questa mitragliata Alvaro si resetta ed attende reazioni da parte della platea.

    I cinque si guardano tra di loro e poi rivolgono uno sguardo compiaciuto a Kreuger. Interviene ancora Mark.

    Decide lei le operazioni da fare e noi le facciamo ?

    No, si riattiva Alvaro, le operazioni ve le decidete da soli, ma io ho diritto di veto sulle le cose che non approvo, e soprattutto voglio controllo sulle risorse della società e di decisione su eventuali operazioni che io ritengo utile intraprendere.

    quando parla di controllo sulle risorse della società cosa intende precisamente ?

    che tutti gli asset della società non finanziari, sui quali vi ripeto non metterò mai le mani, se non con lo scopo di aumentarli, siano sotto il mio comando, il che include voi, tutti i vostri dipendenti e tutti gli attrezzi del mestiere.

    Ma se lei ha il controllo delle risorse operative della società di fatto lega le mani a noi.

    Non sono venuto qua per remare contro lo sviluppo della società. Ma se ho bisogno di un plotone per compiti particolari voi me lo date, E se ho bisogno di una compagnia, voi me la date, compatibilmente con le operazioni in corso, non sono mica scemo o irragionevole. Quello che voglio che sia chiaro e che voi continuerete a controllare e a selezionare le operazioni della compagnia, ma io ho l'ultima parola.

    I nostri manager si guardano tra di loro un po' perplessi.

    Vi vedo indecisi, continua Alvaro, deciso ha dare lo spintone finale; e decide di tirare fuori l'ultimo jolly che si era tenuto di riserva (bisogna sempre averne uno in una trattativa complessa).

    Facciamo così; per scuotervi dalla vostra indecisione, vi allego al contratto di adesione al patrimonio azionario, che mi impegno a rivendere alla società o al pubblico, o a voi direttamente la mia quota azionaria, se non aumento ogni anno il capitale della società e così mi avrete fuori dalle palle se dovessi rivelarmi inutile. Fino a quando non lo decidete, però i vostri culi saranno miei alle condizioni che vi ho elencato prima.

    Il truzzo nord inglese si scambia una bella occhiata con i suoi collaboratori, poi una ancora più profonda con Kreuger. Infine, con aria decisa allunga una mano verso Alvaro.

    La banca d'affari che ci ha messo sul mercato è Merrill Lynch; in 24 ore la metto in contatto con il manager della banca che ha seguito l'operazione. Vediamo cosa cazzo sai fare Pagano

    E gli allunga il bicchiere di acqua minerale.

    Kreuger e gli altri quattro si uniscono alla bevuta.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 15 Luglio 2018
  5. DistruttoreLegio

    DistruttoreLegio

    Registrato:
    13 Settembre 2014
    Messaggi:
    10.927
    Località:
    Monza
    Ratings:
    +1.817
    sono nel posto giusto?
     
  6. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    si è il posto giusto
    adesso nei hai da leggere prima di andare a nanna,

    ah...a proposito
    «non si smette di giocare perché si diventa vecchi ma si diventa vecchi perché si smette di giocare » (qualcuno da qualche parte)
    quel qualcuno è Doyle Brunson; 2 volte campione del mondo di poker
     
    Ultima modifica: 15 Luglio 2018
  7. DistruttoreLegio

    DistruttoreLegio

    Registrato:
    13 Settembre 2014
    Messaggi:
    10.927
    Località:
    Monza
    Ratings:
    +1.817
    Sì lo so me l'ha rubata ... Gli sto facendo causa ...
     
  8. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Novembre 2019 Las Vegas

    Occupatissimo questo mese di novembre, Alvaro corre come una trottola tra la stanza delle cose serie e la stanza del comando. Questo mese l'ufficio di ALPHA fund si è arricchito di un nuovo componente: la signorina Megan Caron, che Alvaro si è fatto mandare da una compagnia di cacciatori di teste basata a Los Angeles. Master in amministrazione aziendale e finanziaria, 23 anni, nativa di Boston, un metro e 81 senza tacchi, bionda cenere, occhi verdi, presenza da vendere e soprattutto maniere e portamento a livello del ruolo: vedremo come se la caverà al ritmo forsennato di ALPHA, che per lei rappresenta il primo vero test dopo una internship in General Electric. Ha accettato la posizione in quanto finanza è la sua specializzazione e le piacciono gli ambienti di lavoro piccoli e dinamici. Alvaro, durante il colloquio conoscitivo le ha spiegato l'attività di ALPHA e vagamente i progetti futuri che lasciano intendere obiettivamente avanzamenti di carriera senza limiti. La ragazza ne è stata entusiasta e ha immediatamente accettato la posizione. Per quanto riguarda l'aspetto della selezione, un personaggio mandato da Warwick & Brothers, con la garanzia che si tratta di un personaggio valido, non necessita di nessun ulteriore approfondimento o confronto. La consulenza dell'impresa di selezione personale di Los Angeles è costata ad ALPHA trentamila dollari, quasi uno stipendio di un anno della ragazza ma ha anche levato ad Alvaro un sacco di grattacapi.

    A casa invece, Alvaro ha dovuto assumere nuovo personale per la conduzione domestica; alla fine ha assunto due persone a poco più dello stipendio che pagava a Kreuger, che adesso è passato sotto lo schema dei compensi di Spynx Defense, a ben diverso stipendio, e si è trasferito a San Diego. Alvaro ha assunto una coppia di mezza età, I signori Olbrich che si cureranno di tutti gli aspetti di casa Pagano a Las Vegas. Nei progetti di Alvaro c'è anche l'acquisto di un'abitazione più grande qualora Jennifer si decida davvero al grande passo di trasferirsi a vivere con lui, magari portando con sé i genitori. In questo caso ci sarebbe necessità di una dimora ben più grande di quella attuale, essendo fondamentale per Alvaro che ognuno possa godere di ampi spazi personali e nel caso anche appartati per condurre la propria esistenza; specialmente i genitori di Jennifer che sono pensionati e che hanno un ritmo di vita consistentemente diverso da quello di Alvaro e di Jennifer.

    Se le cose si sviluppano in questo senso, Alvaro dovrà cominciare a pensare a disinvestire fondi dalle sue riserve in titoli di stato. Un'abitazione come quella che ha in mente lui, a Las Vegas è nell'ordine delle sette cifre e non delle sei, con il primo numero superiore a 4.

    Per quanto riguarda le operazioni, la priorità numero uno questo mese e cominciare a duplicare le posizioni di trading di ALPHA anche su Spynx. Le promesse fatte al board di truzzi, devono cominciare ad essere mantenute subito, Dopo le sparate da grand'uomo fatte al meeting per l'acquisizione della società, un tentennamento, una sola incertezza avrebbero conseguenze incalcolabili. Prima di cominciare a dare ordini, Alvaro sa benissimo che deve cominciare a pompare capitale dentro la società, e deve farlo anche prima che le operazioni per l'acquisto del pacchetto di controllo vengano concretizzate; come segno di buona fede e di buona volontà. Prima cosa il nostro contatta il bassotto alla banca Lauretana e gli chiede di duplicargli i conti titoli che ha in dotazione su ALPHA e di collegarli al conto corrente della Spynx presso il Credit Lyonnaise, filiale di New York. Il bassotto gli domanda perché non trasferisce l'intero account della Spynx presso la Lauretanian Bank ed Alvaro risponde che la liquidità di ALPHA è passata dal 5 al 50% per cento della posizione liquida della banca canadese. Poi chiede al direttore di ripetere la domanda. Questi per nulla spaventato risponde ad Alvaro che la banca può assorbire le sollecitazioni.

    Abbiamo 4 miliardi e mezzo di obbligazioni e titoli a reddito fisso, creda che siamo in grado di fare fronte alle sue operazioni ci cassa. Naturalmente siamo anche a sua disposizione per eventuali sconfinamenti. Sappia che la linea di credito di cui la sua società può godere qui è di assoluto rilievo.

    Alvaro ringrazia, saluta e si prende un appunto mentale di cercarsi una nuova banca. Primo se va avanti così, quando ALPHA chiude i conti, la Lauretanian va in bancarotta, quindi prima si muove e meglio è; secondo, prima di indebitare una società sua con uno strozzino di qualunque natura si farebbe castrare e strappare gli occhi. Anzi occorre pensare seriamente a come risanare il passivo di Spynx coi cravattari francesi.

    In 36 ore la linea di duplicazione dei conti titoli e derivati tra ALPHA e Spynx è in piedi ed Alvaro può cominciare ad operare. L'impresa che questo mese gli porta fortuna è proprio quella per cui lavora Jennifer; la Deltona Real Estate Corporation, che a forza di fare mutui subprime a manetta, ed a incassarci sopra laute commissioni, per poi vendere i prodotti collateralizzati a questa o quella istituzione finanziaria, vede il suo titolo volare a 122 dollari, ed Alvaro si mette a cavalcare questo Trend sia per ALPHA che per Spynx. Altre imprese di cui ALPHA compra opzioni call d'acquisto sui titoli sono la Goodrich Corporation e la HP, che questo mese vanno davvero bene, facendo guadagnare al fondo di ALvaro qualcosa come un miliardo e due lordi. Quasi un'altra mesata da record. Spynx, che non ha i fondi per acquistare opzioni dei due colossi USA rispettivamente della difesa e dell'elettronica, si deve accontentare delle opzioni di Deltona , che comunque le portano in cassa 18 milioni e mezzo con buona prima prestazione da sfoggiare al board della sua milizia privata. A San Diego, Kreuger e Mark, osservando i piccioli che entrano in conto corrente transitando per il conto opzioni e derivati, si guardano e sorridono.

    Te l'avevo detto o no ! Kreuger da una pacca sulla spalla all'ex SAS britannico che demolirebbe un albero, spostandolo di mezzo metro.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 18 Luglio 2018
  9. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Parco dei divertimenti Adventuredome Las Vegas

    E così tu saresti Thomas !

    Il ragazzino, con i capelli rossicci sbuffati sulla fronte, e le guance lentigginose guarda in alto verso la madre e poi si nasconde tra le sue gambe coprendosi la faccia con una mano.

    Dai Thomas, lo incoraggia Jennifer, questo signore è Alvaro, ti ricordi? il signore di cui ti ho parlato tanto.

    Il rumore della moltitudine di persone intorno a loro costringe Alvaro a fare un sovrumano sforzo di volontà, essendo la sua capacità di sopportazione degli stimoli visivi ed acustici piuttosto limitata. Ciò, unito all'imbarazzo per la situazione anomala, richiede tutta la capacità di autocontrollo del nostro. Non sa se si sta cagando addosso più adesso o di fronte al board di Spynx la settimana prima. Concentra quindi tutta la sua attenzione sul ragazzino, anche per isolarsi dal casino intorno a lui riuscendo persino nell'impresa di ignorare sua madre.

    si accovaccia sulle caviglie per giungere all'altezza del bambino.

    Senti; ci sei mai stato in questo parco dei divertimenti ?

    Solo una volta.

    E dimmi cosa ti piacerebbe fare ? La mamma mi ha detto che non avete cenato. Sai, nemmeno io ho ancora mangiato. Che dici andiamo a mangiare qualcosa prima di trovarci una bella giostra ?

    Il bimbo ancora guarda all'insù verso la mamma, che gli fa un cenno di incoraggiamento con la testa.

    Thomas annuisce all'indirizzo di Alvaro, ma senza dire una parola.

    Allora, dove vuoi andare; qui c'è tutto sai; McDonalds, Pizza Hut. c'è tutto quello che vuoi. Qual'è il tuo ristorante preferito ?

    Stake & Shake.

    Ah ragazzo ! Ottima scelta, anch'io vado pazzo per Stake and Shake, mente Alvaro sempre in base alla teoria che le menzogne che hanno effetti positivi sono legali.

    E senti un po'; lo sai tu dove dobbiamo andare per trovarne uno?

    Il ragazzino scuote la testa, tenendosi a debita distanza da Alvaro, particolare che questi non nota essendo totalmente incapace di cogliere qualunque linguaggio corporeo.

    Va bene; allora ce lo cerchiamo insieme, cosa ne dici ?

    Thomas annuisce timidamente senza scollarsi di un millimetro dalle gambe della madre.

    I tre si mettono a camminare verso la loro meta, schivando gente a destra e a sinistra che affolla gli spazi del parco, nell'aria frescolina della sera. L'odore dello zucchero filato e dei vari dolciumi in vendita sono un ulteriore motivo di disagio per Alvaro, che però da uomo coraggioso qual'è tira innanzi.

    Il primo minuto di camminata Alvaro lo passa in assoluto silenzio. Non riesce a capire se è più in ansia la sua nuova giovane conoscenza o lui stesso, che davvero con i bambini non ha mai avuto il benché minimo rapporto in vita sua. Poi, conscio di qual'è la sua missione per quella sera, assume un'aria serena, decide di rilassarsi e decide che per il momento la miglior cosa è lasciare cuocere il ragazzino nel suo brodo, mentre avvia una conversazione con Jennifer quaranta centimetri più in alto

    Come è andata la settimana numero uno ?

    Molto lavoro, poco tempo, tu ?

    Ho concluso l'affare con l'impresa di cui ti ho parlato a casa; adesso dobbiamo solo chiudere l'operazione di rilevamento delle azioni. Mi sono preso due nuove persone che si prendono cura della casa. Howard se ne andato a dirigere la nuova controllata a San Diego ed io ho sempre difficoltà a cuocermi un uovo.

    Il lavoro comincia anche lui a complicarsi un poco, Tra i rapporti con le banche, devo trovarmene un'altra perché quella attuale sta cominciando a diventare troppo piccola, e quelli con San Diego, da solo comincio a non farcela più. Mi sono preso una ragazza in ufficio per aiutarmi.

    Il decimo di secondo di arresto cardiaco di Jennifer Alvaro non lo nota, primo perché non noterebbe nemmeno se gli cambiassero il divano di casa, e secondo perché la donna lo dissimula con consumata naturalezza.

    E' brava ?

    Sarà meglio che lo sia; trentamila dollari mi è costata la selezione degli head hunters. Ha un master in amministrazione e finanza a Yale, ma il mestiere deve impararlo evidentemente sul campo. Comunque mi sembra una sveglia e non avrà difficoltà ad imparare in fretta.

    Quanti anni ha ?

    23, ha appena finito il master e l'internship l'ha fatta a casa sua a Boston alla Genereal Electric.

    Ah.

    Hai fame?

    Si, oggi non ho avuto nemmeno il tempo di pranzare.

    Hey Thomas; guardalo là...Stake & Shake in vista ! Alvaro indica l'inconfondibile livrea bianca rossa e nera tipica dei ristoranti della nota catena di fast food. Allora. ragazzo Hamburger, patatine, o gelatone ?

    Il ragazzo, accenna per al prima volta ad un mezzo sorriso:

    tutti e tre ?

    Ah...onesto !

    Alvaro allunga una mano verso Il bambino. Che dici corriamo ? E sfoggia il miglior sorriso di è capace, che prealtro non è un gran che.

    Thomas gli porge la sua. E i due si mettono a correre verso la porta d'entrata, con al seguito Jennifer verso cui il ragazzo non smette comunque di guardare un attimo.

    Dimmi che classe fai ? Thomas si sta mangiando lentamente le sue patatine fritte.

    La quarta.

    E come vai a scuola bene ? Nel momento esatto in cui Alvaro termina la frase avrebbe voluto non averla pronunciata. Il ragazzino si stringe nelle spalle e smette di masticare il suo hamburgerone gigante.

    Migliorerà, non e vero, Jennifer si rivolge teneramente al figlio.

    Senti Thomas, vuoi sapere un segreto ?

    Quello annuisce in maniera non tropo marcata.

    Anchi'io devo migliorare molto nel lavoro che faccio lo sai ? questo è quello che devono fare tutti. Anche quelli che quando li guardi sembrano molto bravi perché hanno un aria spavalda e sicura, devono migliorare anche loro. Tu nei hai di amici così a scuola ?

    si!

    Bene, pure loro devono migliorare.

    Ma sono già bravissimi ! E' la prima frase completa che Thomas pronuncia in tutta la serata.

    Vorrà dire che devono migliorare di meno. Tu invece devi lavorarci un po' di più. Se vuoi io ti posso aiutare. ti piacerebbe?

    Nuova occhiata col naso all'insù verso la mamma, che lo ricambia con uno sguardo di approvazione.

    E come faresti?

    Magari una sera vengo a casa tua e facciamo i compiti insieme; cosa ne dici ?

    Dai nonni ?

    Eh.

    Ma tu li conosci i nonni ?

    Alvaro e Jennifer si scambiano un'occhiata.

    No però mi piacerebbe molto conoscerli. Tua madre dice che sono molto simpatici.

    ...ma tu sei il fidanzato della mamma ?

    L'arresto cardiaco questa volta ce l'ha Alvaro, che dà due colpi a vuoto, come un carburatore degli anni ottanta ingolfato.

    Solamente se tu e la mamma siete d'accordo.

    Il ragazzino si ri-guarda la madre e le sorride.

    Jennifer prende in mano la conversazione nel passaggio dal piatto principale al gelato, servito dall'impeccabile e professionale cameriera bionda che se ne arriva con un bel pupazzetto per Thomas.

    Se la mamma ed il papà permettono, se ne esce la ragazza, guarda un po' cosa ho qui per te ? E tira fuori dalle trippe del pupazzo un bel rotolo di liquirizia.

    Alvaro si limita a guardare la cameriera come un idiota, ma lo salva Jennifer che sorride e ringrazia la cameriera, mentre il ragazzino non sa se attaccare prima il gelato o la liquirizia.

    Allora Thomas, cosa dici; lo invitiamo Alvaro a cena una di queste sere; magari ti aiuta davvero a fare i compiti.

    Hey, protesta Alvaro; se l'ho detto lo faccio; vedrete tutti e due; magari ci divertiamo pure.

    Ben Sazi i tre se ne escono per andarsi a godere le giostre.
     
    Ultima modifica: 17 Luglio 2018
  10. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    "Non abbiamo niente se non hai fatto quello che volevi provare a fare".
    tratto dal post #43

    quanti di voi vorrebbero avere una moglie/compagna/fidanzata che parli così ?
    le donne bisgona pur essere capaci di scegliersele, e come con i mercati, bisogna avere anche un po' di culo ;)
     
    • Agree Agree x 1
    Ultima modifica: 17 Luglio 2018
  11. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Sede di ALPHA Las Vegas Fine novembre 2019

    Megan,vieni qua, Alvaro chiama subitaneamente la sua segretaria nella stanza delle cose serie.

    Arrivo.

    La nostra lascia perdere la documentazione di richiesta chiusura rapporto che stava mettendo insieme per la banca Lauretana e il rendiconto sugli utili della Spynx che stava seguendo da vicino, e si precipita nella stanza nella quale Alvaro è seduto di fronte alla sua selva di monitor.

    vieni qua, siediti al mio posto, veloce.

    La ragazza si siede così di fretta alle urgenti sollecitazioni che non ha il tempo di sistemarsi bene sulla poltrona e la gonna del Tailleur le si alza di un paio di spanne.

    Alvaro ruota rapidamente e le si piazza dietro la poltrona con gli occhi fissi sul monitor di mezzo di fronte ai due; con una mano si appoggia allo schienale della poltrona dove Megan è seduta e con l'altra, indica il monitor
    upload_2018-7-17_12-50-14.png
    Questa line è di 1 minuto e mezzo fa; dimmi cosa fai...subito !

    La ragazza guarda il monitor e la sua bella pelle liscia perde due tonalità di colore: la General Electric si è appena ricomprata 4 miliardi di dollari delle sue stesse obbligazioni come se fossero noccioline al mercato. Megan rimane per qualche secondo a bocca semiaperta davanti allo schermo.

    Forza, ragazza !! Cosa Fai ??

    Vendo le obbligazioni della General Electric che ho; tutte !

    Non ne hai neanche una, cosa fai ?

    Le vendo naked short, facendomele prestare da qualche market maker.

    Brava; ma vuoi guadagnare e rischiare ancora di più...cosa fai ?

    Lascio perdere le obbligazioni e mi faccio dare le azioni da un broker.

    quante ne compri ?

    La ragazza rapidamente si protende in avanti ed agguanta il mouse; si butta sull'altro monitor con i fondamentali aziendali provvisti dal link con i brokers della Lauretana.

    General Elctric, capitalizzazione 251 miliardi...io...io ne posso comprare, passa all'altro monitor con le distinte in tempo reale su ALPHA...ne posso comprare... l'1 e 29 per cento.

    E te lo prendi un rischio del genere; è tutto il capitale di ALPHA.

    No !

    Quindi ?

    La ragazza si ferma un attimo sempre sguardo sui i monitor.

    Le opzioni ! Compro le opzioni di acquisto su General Elctric.

    Fallo !

    Scusi ??

    Fallo...trovati una controparte e fallo...forza Megan, prima che lo faccia qualcun altro !

    La ragazza si mette a digitare nervosamente a questo punto seduta sulla punta della poltrona; Alvaro vigile come un falco dietro di lei, chino sullo schienale osserva tutto quello che fa.

    Dottor Pagano, c'è Yahoo che vende opzioni nude sulla General Electric.

    ... ... ...Fallo

    Dottor Pagano, quante call options devo comprare ????

    Io non ci sono, vai da sola. Calcolati capitale e soglia di rischio; non ti hanno insegnato a fare i conti a Yale ?!

    La ragazza si gira velocemente a guardare Alvaro, i suoi occhi verdi sono puntati contro di lui. Alvaro non cambia la sua espressione di una virgola, e non proferisce parola.

    Megan si rigira verso il monitor con l'account opzioni di Yahoo Corporation che le lampeggia davanti al naso.

    Fuck it, la ragazza perde staffe e compostezza dimenticandosi di essere seduta davanti al suo datore di lavoro

    365, me ne compro 365 milioni di dollari.

    Alvaro, dietro di lei stringe le labbra, ma non commenta.

    L'ordine di acquisto passa attraverso le fibre ottiche che connettono l'ufficio di Alvaro. 365 milioni di dollari passano in un nanosecondo dal conto corrente di ALPHA a quello di Yahoo su Horizon National Bank, andando a buttare acqua sul fuoco delle perdite del colosso internet americano nell'ultimo trimestre; 770 milioni.

    Ma guarda un po' questi pezzi di merda, commenta Alvaro. Pensano di poterci usare come mucche da mungere per ripianare i loro casini, dice con ostentata calma, perché sa che la calma, come il panico è contagiosa, e Megan venti centimetri sotto di lui con gli occhi fissi sugli schermi, di calma ne abbisogna parecchia.

    La liquidità di ALPHA si è ridotta a un miliardo e sette, dopo che Megan ha premuto il grilletto.

    Sulla poltrona Megan comincia a traspirare, nonostante siamo all'a fine di novembre e caldo a Las Vegas non fa più. Il profumo naturale del corpo della ragazza mischiato al suo deodorante, surriscaldano la corteccia celebrale di Alvaro, che si impone comunque di ignorarli.

    Sul monitor in alto al centro della workstation... il titolo General Electric.

    21,05

    20,98

    20,84

    Oddio scende !! Escalma Megan. Terrorizzata, la ragazza si volta di nuovo verso il suo capo.

    Alvaro butta un occhio al conto opzioni di ALPHA

    -158 milioni

    -197 milioni

    -224 milioni

    Alvaro la guarda, Megan ancora voltata verso di lui.

    Con il tono più calmo che Alvaro abbia mai usato in vita sua e a voce estremamente bassa, stringendole una spalla con la mano sinistra:

    Metti in campo due operazioni paracadute...Adesso. Identifica le prime due imprese che ti sembrano papabili...e procedi.

    Megan si rigira verso il prospetto online del Dow Jones e ne richiama sullo schermo la scomposizione nelle prime 50 aziende.

    Staples...compriamo Staples...sembra buona.

    Non basta; ce ne vuole un'altra.

    La ragazza srotella con il mouse.

    American Stores; una garanzia negli ultimi cinque mesi. Quante ne compro ?

    Ti ho detto che non ci sono...procedi.

    Megan compra 39 milioni di Staples e 140 di AMS. Automaticamente i due nuovi titoli si aggiungono al ticker principale insieme a General Electric.

    GE: $ 20,54

    ALPHA options account; meno 259 M

    La quotazione di AMS si muove anch'essa contro Megan dei 140 investiti ne sopravvivono 53 e la quotazione si inchioda lì come un asino che non voglia più andare né avanti né indietro.

    Mentre Megan si sta sciogliendo come un gelato lasciato sulla spiaggia, Alvaro si è dimenticato di lasciarle andare la spalla.

    Metti ancora un'operazione paracadute; quante munizioni abbiamo ancora ?

    La ragazza consulta l'account.

    780 milioni e 144 sul conto marginale.

    Compra 300 milioni di Toyota; adesso !

    La ragazza esegue.

    La quotazione del titolo Staples sale, ALPHA guadagna 149 milioni facendo un piccolo scalpo a Banca Intesa, una banchetta italiana che si era messa short su Staples.

    Mentre Alvaro osserva Toyota rimanere ostinatamente immobile, Megan lo scuote dalla sua Trance.

    Dottor Pagano guardi !

    Alvaro butta l'occhio alla quotazione di General Electric.

    20,59

    20,99

    21,23

    Vai ! Vai !! Alvaro, per un solo attimo perde la compostezza davanti alla sua dipendente. Non avrete mica creduto che il mercato potesse ignorare che la più grande impresa omni product del pianeta si ricomprasse il 12% della sua esposizione obbligazionaria a 450 milioni netti di guadagno; Alvaro esclama ad alta voce rivolto idealmente agli analisti di Yahoo.

    21,89

    22,50

    22,83

    23,90

    24,45

    24,72

    Esci !! Esci !! Stop Gain, Stop Gain Adesso !!

    Megan esegue all'istante e butta sul mercato le opzioni di acquisto di GE. Anche se prima di riuscire a venderle il prezzo soffre un po' ALPHA ha decisamente sfasciato Yahoo per quasi tre miliardi dollari. La compagnia americana deve ricorre ad un prestito bancario ponte d'emergenza per pagare gli stipendi il mese dopo. Come spesso avviene, l'operazione da paracadutare ha salvato le operazioni paracadute che dovevano paracadutarla.
    upload_2018-7-17_12-51-4.png
    upload_2018-7-17_12-51-17.png
    upload_2018-7-17_13-20-28.png


    Alvaro lascia cadere la fronte in avanti sullo schienale della poltrona dove Megan è ancora seduta immobile come una statua. La cravatta mezza slacciata di Alvaro le pende lungo il braccio destro della camicetta.

    Complimenti ragazza, ingiunge Alvaro con un sospiro rauco tra l'esausto ed il compiaciuto. Hai fatto la tua prima operazione di trading per questo gruppo finanziario. E l'hai fatta quasi da sola. Hai fatto guadagnare a quest'impresa 2 miliardi e 8 e hai semidistrutto gli utili di un anno della seconda web company americana.

    Megan gira la testa a destra verso il volto sudato di Alvaro, ancora appoggiato fronte sullo schienale.

    Dottor Pagano io...

    Andiamo a bere qualcosa Megan.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 18 Luglio 2018
  12. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Con 20,02 di media visualizzazioni per post, questo thread ha battuto tutti i miei precedenti; pure quello sulla campagna d'Africa Settentrionale. Forse è perché qui entriamo proprio nella vita dei personaggi dell'AAR

    Volevo ringraziarvi.

    Come sempre il mio sforzo è quello di trasportarvi con più forza possibile nei luoghi dove si svolgono i fatti.

    Spero che la lettura sia di vostro gradimento.
     
    • Like Like x 3
    • Agree Agree x 2
    Ultima modifica: 19 Luglio 2018
  13. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.330
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +569
    Mah sicuramente anche il fatto di entrare nell'attualità influenza. Ricordo con piacere il tuo AAR su steel panthers sulla guerra civile ;)
     
  14. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Natale 2019 sobborghi sud di Las Vegas

    In un traffico da paura anche per gli standard di una metropoli come Las Vegas, Alvaro guida la Ford Fusion lungo la tangenziale in direzione di Henderson dove vive Jennifer con la sua famiglia. Alvaro cerca di ricordare qual'è l'ultima volta che è uscito di casa la vigilia di Natale, ma per quanto vada indietro con la mente, non gli viene in mente nulla. Da bambino, si metteva in viaggio con madre e padre per andare a trovare i nonni nel sud Italia, ma il ricordo che nessuno dei suoi genitori era mai veramente contento di farlo pone la questione nella categoria dei memorie non piacevoli.

    Oggi invece Alvaro è contentissimo ed allo stesso tempo spaventatissimo. Nella sua vita ha incontrato ossi duri di vario genere, banchieri, vertici di governi ed in qualche modo con i suoi protocolli e le sue abilità, se l'è sempre cavata. Ma la cosa oggi è totalmente diversa: la sua incapacità sociale oggi potrebbe essergli fatale. Si gioca l'incontro con la sua nuova famiglia. La sua mente razionale ha difficoltà a riconciliare il fatto che in una famiglia uno possa anche non nascerci dentro, che debba anche doversela guadagnare. Ad ogni modo adesso il suo compito è quello di cominciare con il piede giusto in un compito che non avrebbe mai creduto di dover affrontare in vita sua: un incontro con estranei che non ha alcun scopo immediato, ma il ben più ampio fine di farsi accettare. Lui, che ha a mala pena ha mai accettato sé stesso e che non ha mai dovuto preoccuparsi di essere accettato da nessuno; è sempre andato avanti a suon di prestazioni e risultati, ma a questa gente tutto ciò non interessa. Questa gente ha in gioco una figlia ed un nipote, con l'aggravante che alle spalle hanno un'esperienza precedente disgraziata. Che garanzie può offrire lui; un disadattato incapace.

    La devi smettere di pensare così coglione ! Tu sei il più amabile e morbido bastardo che esiste sulla terra e sei in grado di conquistare chiunque. Ricordati quali sono gli interessi degli interlocutori e soddisfali; questo devi fare !

    Imboccata l'uscita 564 della tangenziale sud, dopo un po' di driving around sotto la fida guida del navigatore satellitare Garmin di serie sulla sua carrozza, arriva il momento fatidico: 171 La Jolla Drive.

    Alvaro trova un parcheggio proprio davanti alla casa di Jennifer dove è parcheggiato anche il suo SUV Dodge Durango Rosso. Non riesce anche ancora ad abituarsi alla facilità con cui si trova parcheggio negli Stati Uniti.

    Spegne il motore e si ferma con le mani sul volante, come quando il flop scende sul tavolo e lui ci mette sempre lo stesso tempo a decidere se puntare o checkare in maniera da non dare nessun indizio agli avversari al tavolo.

    Esce dalla macchina e si dirige verso il baule, dove ha depositato l'armamentario di regali che è riuscito nell'impresa di andare a comprare personalmente downtown Las Vegas per Thomas per Jennifer e per i suoi genitori: un computer portatile per il ragazzo, un bel pigiama rosa a pallini bianchi per Jennifer, una Dunhill limited series per Mr, Shmittd, che Jennifer gli ha detto che il papà fuma la pipa, ed una bella pianta per la signora, anche questa su suggerimento di Jennifer. Completano il "carico" due bottiglie di Romanée-Conti del 1990 ed una di Armand de Brignac Brut del 94 per festeggiare il Natale in maniera decente. Sulla spesa totale per i vini, soprassiedo, perché tutto compreso costano quasi quanto la Ford; ma che cazzo ! Natale è una volta all'anno no ?

    Alvaro si arma quindi delle due borse con il contenuto natalizio e si dirige verso la porta illuminata di ingresso del complesso a schiera dove vivono gli Shmittd. Mentre si avvicina all'ingresso illuminato da una singola lampada esterna soffusa, questa si apre da sola e compare Jennifer in un elegante vestito rosso monopezzo giusto sopra al ginocchio, che dà ampio risalto al suo bel corpo rotondetto. I suoi capelli castani lisci sopra, e che tendono al poco mosso quando raggiungono il seno in due parti equilibrate ed equidistanti, il trucco leggero e quasi invisibile, le belle e sobrie scarpe nere chiuse in punta e dietro e con due bande eleganti ai lati del dorso del piede con un moderato tacco, sono tutti gli elementi che danno ad Alvaro il solito mancamento agli iniettori quando vede Jennifer. Per cui deve fermarsi un secondo per riorganizzarsi. Ad aggiungere danno a beffa, quando Jennifer lo vede fermo in mezzo alle scalette che danno sul portico, gli spara contro uno di quei suoi sorrisi beffardi e dolci allo stesso tempo che gli iniettori minaccia di mandarglieli a puttane del tutto. Per cui si dà un calcio in culo mentale e prosegue fino alla porta.

    Ciao numero uno.

    Alvaro, finalmente sei arrivato, dai entra che fa freddo; il fumetto che esce dalla bocca di Jennifer mentre gli parla, gli ricorda che anche se siamo a Las Vegas è comunque dicembre.

    Il nostro entra in uno stretto corridoio con una scala lineare in legno bianco a destra in stile britannico. Il muro opposto pieno di fotografie di famiglia che Alvaro fa appena in tempo a guardare. L'odore di cucina da ad Alvaro un senso di morbida familiarità ricordando per altro ad Alvaro che non mangia dalle 1100. Alla fine del corridoio, dove Alvaro ha un po' di difficoltà a muoversi con le due borse, Jennifer lo introduce a destra nel soggiorno, dove l'intera famiglia è in piedi ad aspettarlo. Dietro il nonno compare Thomas, già in pigiama e all'americana in calzini sulla moquette.

    Prima ancora di soffermare lo sguardo su coloro che Alvaro considera i suoi futuri genitori, molla le borse e si piega sulle ginocchia; cerca Thomas, sporgendo la testa oltre la testata del divano, e quando lo individua. allarga le braccia in fuori.

    Hey ragazzo, lo sai che ti ho portato il regalo di Natale. I compiti però li facciamo un'altra volta visto che oggi è Natale eh ?

    Il ragazzino, dopo una frazione di secondo di esitazione si dirige deciso verso Alvaro a lo va ad abbracciare, come avevano fatto prima di lasciarsi al parco di divertimenti, dopo che Alvaro gli aveva fatto provare quasi tutte le giostre esistenti nel circondario. Alvaro se lo tiene stretto per qualche bel e lungo secondo. Ha qualcosa di particolare l'abbraccio di un bambino. E' vero è profondo ed allo stesso tempo leggero. Alvaro ne gode in piena libertà e senza inibizioni.

    Allora tigre, si riferisce Alvaro al colore dei capelli che il ragazzino deve avere evidentemente preso dal padre, è un bel po' che non ci vediamo. Ma io adesso sono venuto qua per giocare con te, e ti aiuterò anche a fare i compiti nei prossimi giorni come ti avevo promesso eh ?! Cosa ne dici.

    Thomas lo guarda con una sincera aria di felicità che riempie Alvaro di gioia.

    Alvaro si rialza e si dirige verso la signora.

    signora Shmittd, sono felice di incontrarla finalmente e le prende la mano per baciarla alla europea, stile Presidente del Consiglio Italiano ai meeting internazionali quando incontra le mogli dei colleghi. La signora Shmittd gli sorride un pelo imbarazzata.

    Ben venuto figliolo, riprende la donna; ti stavamo aspettando, Jennifer ci ha parlato così tanto di te, che non vedevamo l'ora di conoscerti.

    Alvaro si gira poi verso il signor Shmittd, che lo guarda in silenzio e non ha ancora accennato ad alcun gesto o movenza amichevole.

    Alvaro si stoppa per un secondo come si fosse scontrato con un Linebacker da 130 chili.

    Signor Pagano, gli fa quello, mi risulta che lei non ha detto tutto a mia figlia. Lei deve stare molto attento sa ? Alvaro fermo pietrificato come un cartello stradale.

    Sappia, continua l'uomo che io so bene chi è lei, ed organizzo la mia partita casalinga di poker ogni weekend con i miei amici; da ora in poi la organizzerò con il preciso intento di spennarla vivo.

    La signora Shmittd sorride, ed anche il padre, si lascia ad andare ad un ampio sorriso e si fa avanti per abbracciare Alvaro col singolo abbraccio all'americana da un lato solo che si fa solo tra amici o parenti, e comunque tra maschi è una cosa molto delicata, accettabile solo tra gli elementi più in confidenza.

    L'unica che rimane per una volta in mezzo alla camera come un'idiota è Jennifer.

    Papà, di cosa stai parlando ? Gli chiede la figlia una volta che riesce a richiudere la bocca; e si volge alla madre che anch'essa la guarda con aria di scherno.

    Non ti ha detto niente questo signore ? Chiede Albert alla figlia sempre più ignara di cosa succedendo.

    No; ma di cosa ?

    Questo giovanotto a giugno ha vinto il campionato del mondo di poker alle World Series, e solo una svampita come te che non guarda mai la televisione può non sapere abitando A LAS VEGAS che il suo fidanzato è il giocatore che ha vinto il Main Event.

    Jennifer si gira verso la madre e poi verso Alvaro.

    Il nostro eroe mette le mani davanti alle spalle in difensiva.
    Hey...non ho mai ritenuto che la cosa fosse rilevante, del resto è stato un caso, sono stato molto fortunato, al torneo successivo sono uscito 574° su 577 persone.

    Si, interviene di nuovo Albert, ma il mese dopo hai pelato ad Olea 200,000 dollari in 6 mani. quando in TV ti ho visto mettere 80.000 dollari sul turn di quella sesta mano, ho avuto un mezzo arresto cardiaco. Immaginati poi quando poi mia figlia il mese ancora successivo mi ha detto il nome dell'uomo che stava frequentando. Se non ci fosse stata mia moglie a darmi un calcio negli stinchi le avrei spifferato tutto. Quando ho chiesto a mia moglie perché mi aveva preso a calci, mi ha risposto che se tu non avevi ritenuto di dire a Jennifer della tua carriera pokeristica, avrai avuto i tuoi buoni motivi, e chi ero io per interferire; ed io ho massimo rispetto di mia moglie; l'espressione di Albert nel pronunciare quell'ultima frase diventa leggermente più seria.

    Ma non si tratta di una carriera, la mia carriera è tutta un'altra; mi ci sono trovato così per gioco, del resto è proprio questo che è no ? Un gioco. E mi è capitato di vincere. Ora quando mi invitano vado a giocare, ma la cosa finirà non appena si gioca il nuovo campionato e me ne esco tra i primi eliminati.

    Figliolo, campione del mondo una volta, campione del mondo per sempre. Hai la tua gigantografia nella sala principale del casinò Mirage per l'eternità. Comunque non preoccuparti, ci penseremo io e miei amici a farti scendere dal piedistallo.
     
    Ultima modifica: 17 Luglio 2018
  15. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Seduto a tavola con gli Shmittd Alvaro fa mentalmente il conto di quanti anni sono passati dall'ultima volta che si è trovato in una situazione simile. tornando indietro con la mente arriva a una ventina di anni prima, quando ospiti a casa di suo padre la nonna e la zia, quest'ultima gli aveva preparato un minestrone con 21 peperoncini, così solido che ci si poteva piantare dentro il cucchiaio e quello rimaneva in piedi. Purtroppo anche questa memoria non è esattamente idilliaca, in quanto in quella stessa cena vi era stato un litigio furibondo tra i suoi genitori, nel quale alcuni familiari avevano dovuto portare via sua madre in un'altra stanza prima che le cose degenerassero.

    Alvaro, tutto ok ? Lui se ne esce dal suo coma e si volta sulla sua destra dove Jennifer gli sta porgendo il mestolo per servirsi il minestrone che lei e la madre gli hanno preparato. Si tratta di un parente molto povero del minestrone al quale è abituato lui; una specie di minestrone americano, tutto liquido e probabilmente niente sapore, ma il nostro è riuscito a dissimulare il suo dissenso abbastanza bene e nessuno si è accorto di nulla. Dopotutto è giovedì, ed oltre a tutte le cibarie tradizionali che gli Shmittd hanno preparato, Jennifer non si è dimenticata del minestrone del giovedì, preparato esclusivamente per Alvaro.

    Per l'amore di Cristo, afferma Albert mentre, dopo esserci divorato una delle ali di pollo abbrustolite che fanno parte del menù, ma da dove arriva questo vino ? Non ho mai assaggiato nulla di più buono in vita mia.

    Arriva dalla Francia Mr. Shmittd, si tratta di un vino molto vecchio e anche molto buono,

    Lo vedo che è vecchio Alvaro, Il signor Shmittd osserva con attenzione la bottiglia; quanto costa questa bottiglia?

    Non me lo ricordo Mr. Shmittd; una cosa normale.

    La cena prosegue normalmente con vari aneddoti sull'infanzia e l'adolescenza che mettono nel tradizionale imbarazzo la figlia dei padroni di casa. Poi l'argomento passa inevitabilmente alle robe serie.

    Mi occupo di finanza, Mr. Shmittd; investo denaro sui mercati finanziari con lo scopo finale di creare e migliorare imprese.

    E' un lavoro complicato ?

    Può esserlo.

    E dimmi, che progetti hai per il futuro.

    Alvaro, si pulisce la bocca con il tovagliolo e se lo ripone con cura sulle gambe.

    Prima di incontrare sua figlia, nessuno Mr. Shmittd. Mandavo semplicemente un giorno avanti all'altro senza una meta o uno scopo preciso, solamente lavorare per il solo fine di lavorare.

    Adesso, che ho conosciuto Jennifer i miei progetti sono del tutto cambiati. Mi piacerebbe dare il mio piccolo contributo per migliorare il mondo in cui viviamo, in maniera che Thomas ci possa vivere un po' più sereno di come la gente è costretta a vivere oggi; ma il discorso, Mr. Shmittd, sarebbe lungo. Mi piacerebbe anche sposare vostra figlia (silenzio di tomba al tavolo con Jennifer che ci mette qualche secondo a richiudere la bocca) e darle tutta la felicità e la serenità di cui ha bisogno, e che in questi anni non ha avuto. E' vero che tutti commettiamo errori, ma è anche vero che ci deve essere concessa la possibilità di ripartire. Mi piacerebbe infine dare a Thomas uno o più fratelli e sorelle. Il ragazzo ha avuto il potere in una volta e mezza che l'ho incontrato di instillarmi una certa passione per i piccoli, sperando che siano tutti più o meno simili a lui. Da ultimo vorrei portare a questa famiglia, se voi mi concederete mai di entrare in questa famiglia, tutto l'aiuto ed il supporto che posso, e chiedere a voi di fare lo stesso con me, che da persone come voi di aiuto e supporto me ne serve molto, a partire da quello che mi state dando adesso e senza il quale sarei probabilmente a casa mia da solo con un libro di qualche argomento economico in mano, come è successo nell'ultimo ventennio.

    Ecco l'ha sparata tutta. Alvaro chiude momentaneamente gli occhi. Meglio tutta e subito, il più vera possibile, concentrata, come l'anestesia del dentista.

    Jennifer gli prende la mano sotto il tavolo e glie la stringe, mentre Martha si alza portando via un paio di piatti e si porta via anche il suo tovagliolo, e sulla strada per la cucina se lo porta al volto, mentre il Signor Shmittd, lo osserva in silenzio per qualche secondo.

    Non si può dire che tu non sia uno che non va al sodo figliolo.

    Ho sempre odiato le circumnavigazioni Mr. Shmittd.

    Lo sai cosa è successo a Jennifer la prima volta vero ?

    Si.

    Il signor Shmittd si assicura che il piccolo Thomas abbia evacuato l'area.

    Quel bastardo ubriacone l'avrei ammazzato io con le mie mani se non si fosse ammazzato da solo. E solo per amore di mia figlia e del piccolo Thomas, se non gli ho sparato in testa a quall'inutile e dannoso animale. Avrei dovuto in verità ammazzare mia figlia prima che si impuntasse per sposarselo, ma avrei buttato via la bambina e l'acqua sporca no? Anche lui venne qui a chiedermi di sposare mia figlia, ed io non ero molto d'accordo ma Jennifer aveva 18 anni allora e non trenta. Non mi ascoltò e tre anni dopo venne Thomas e da lì le cose andarono decisamente peggio, fino al casino finale.

    spiegami ragazzo cosa c'è di diverso questa volta ?

    Non posso provarle nulla Mr. Shmittd non adesso. Non ho ancora fatto nulla di quello che sono andato dicendole. Conosco sua figlia da cinque mesi e l'avrò vista dieci volte. A quanto pare abbiamo tutti e due una vita alquanto frenetica. Ma credo Mr Shmittd che in ognuna di quelle dieci volte io e sua figlia ci siamo arricchiti ogni volta sempre un po' di più. Vorrei solo continuare questo processo. Inoltre, Mr Shmittd, una cosa glie la posso assicurare, e Alvaro punta i suoi occhi dritti dentro quelli di Albert;

    In vita mia non ho detto mai una cosa che poi non ho fatto; non sono il tipo che la spara grossa e poi lascia tutto nell'incertezza o trova scuse. Le scuse Mr. Shmittd sono come i buchi dei culi; tutti ne hanno una, ma io mi vanto di fare eccezione a questo principio. Se la sparo è perché so bene quello che sto sparando. E se sbaglio pago le conseguenze delle mie valutazioni senza coinvolgere gli altri nel pagamento. Detta in breve, Mr. Shmittd, poniamo per assurdo che io sposi sua figlia, e dopo x tempo mi stanco di lei. Posso assicurarle che non se ne accorgerebbe nessuno, né lei né Jennifer né nessun altro. Sono abituato da sempre a non far pagare a a nessuno le conseguenze delle mie scelte. Naturalmente questo è un assurdo. Solamente un imbecille animale, come l'ha definito lei, potrebbe mai stancarsi di sua figlia.

    Albert continua ad osservare il nostro eroe in silenzio nel tremendo sforzo di catalogare questo giovanotto un po' spostato che parla "dritto come un fuso". Stringe gli occhi mantenendoli fissi su Alvaro, nel tentativo di trovare le parole per continuare.

    Alvaro, mia figlia dice che tu sei l'uomo più eccezionale della terra, ed io prego Dio che a trent'anni le sue capacità di valutazione siano migliorate, ma lasciati dire una cosa ragazzo; penso che voi due siete molto simili. Io certo con mia figlia arrivata all'età a cui è arrivata, non posso certo dirle cosa deve fare; non potei anni fa, figuriamoci adesso. Voglio che tu sappia che qui sei il benvenuto qualunque saranno le decisioni di Jennifer.
     
    Ultima modifica: 18 Luglio 2018
  16. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    24 dicembre 2019 Appartamento della signorina Megan Caron

    Megan e la sua famiglia tornano dal giro dell'ultimo momento per i rifornimenti commestibili e liquidi per la celebrazione del Natale. quest'anno è il turno di Megan di invitare genitori ed il fratello minore Frank a casa sue per la celebrazione delle festività natalizie. Il fratellino è in trasferta dal Connecticut perché anche lui frequenta Yale; precisamente è al terzo anno di legge. La famiglia di Megan, una tipica fmiglia della classe media americana, ha fatto e sta facendo sacrifici da fachiro per mandare i figli al college. Megan stessa ha ancora 240.000 di dollari di debiti con la prestigiosa istituzione di New Haven per la sua formazione. Il resto glie lo hanno già pagato i genitori con rinunce non da ridere. Stesso iter per Frank.

    Chiuse le due macchine con cui la famigliola è tornata a casa, Megan chiede gentilmente al fidanzato Daniel, un ingegnere informatico della Subaru, se per favore le ritira la posta mentre loro portano in casa tutta la mercanzia.

    Megan e la mamma sistemano tutte le groceries negli sportelli appositi della cucina ancora prima di togliersi i cappotti. Finito questo lavoro, Megan si avvia in soggiorno per svestirsi e nota le scartoffie che Daniel le ha scaricato sul tavolo, prelevate dalla cassetta della posta: oltre alla solita pubblicità delle varie catene commerciali e la fattura della Verizon, la compagnia del telefono e della televisione, c'è anche una lettera proveniente da ALPHA FUND INVESTMENT GROUP

    Megan, istintivamente lascia perdere tutte le altre cose e nervosamente apre la lettera della compagnia per cui lavora. In America i licenziamenti sono comunicati sommariamente via lettera e sono liberi.

    Scarta, sbusta e apre:

    All'attenzione della signorina Megan Caron.

    Le comunico che a seguito dell'operazione in opzioni su titolo General Electric relativa al mese di novembre 2019, con controparte Yahoo Incorporated USA, questa compagnia ha deciso di assegnarLe in via unilaterale e definitiva l'intero ammontare previsto a titolo di bonus ed incentivo sugli utili societari a favore del management della società stessa per l'anno 2019. Il suddetto management rinuncia con la presente ad ogni diritto sul sopracitato compenso straordinario che assegna invece a Lei a titolo integrale.
    Le comunico altresì che il relativo wire-transfer presso la Sua banca, Capital One Financial Co. è stato presdisposto nell'ammontare di $1.180.000 e sarà versato insieme al Suo regolare stipendio il 7 gennaio 2020 con valuta di accredito 1 gennaio 2020.
    Nel ringraziarla per la sua attenzione Le porgo i miei più cordiali saluti e Le faccio le mie più sentite congratulazioni.

    alvaro pagano Chief Execuive Officer

    Megan si appoggia al tavolo cercando di rimanere in piedi. Gli occhi le si riempiono di lacrime che prendono a scenderle copiose sul viso, devastandole il trucco.
    Con voce rotta chiama gridando la madre e il padre che accorrono all'unisono di fretta preoccupatissimi.

    ...Buon Natale a tutti
    upload_2018-7-18_14-14-8.png
     
    Ultima modifica: 18 Luglio 2018
  17. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Notte di Natale 2019 casa di Jennifer

    Per quanto abbiano provato a stare su un po' tardi Jennifer e Alvaro, hanno dovuto arrendersi alle fatiche della giornata vieppiù dopo l'ottima cena innaffiata con vino abbondante che non ha altro che contribuito alla stanchezza dei nostri eroi. Messo a letto Thomas, con l'incentivo che Babbo Natale non visita le case dei bambini ancora svegli, e non si può mai dire quando arriva, i nostri eroi si congedano dai genitori di Jennifer e si ritirano in camera con l'idea di essere più tonici l'indomani, giorno di natale, con tutti i giochi da fare e tutti i regali da aprire.

    Alvaro apre il piccolo trolley che si è portato dietro e si cambia per andare a dormire, mentre Jennifer ritorna dal bagno dopo aver fatto le ultime cose. Si distendono semidistrutti, ma il sonno vero e proprio tarda a venire.

    sei assolutamente certo di quello che hai detto a cena Alvaro ?

    Assolutamente numero uno; io sono pronto quando vuoi tu, e lo sono da tempo.

    Lei si stringe appoggiando la testa sul suo torace.

    Se dobbiamo farlo allora, voglio che sia assolutamente perfetto, sei davvero convinto di volere che ci sposiamo. Sei disposto ad andare così avanti ?

    E' la prima volta che sono veramente convinto di qualcosa.

    Mio Dio ! Sposarmi di nuovo ! Non l'avrei creduto più possibile. Alvaro, ti prego, dammi un motivo per non farlo; ho davvero tanta paura. Thomas non ce la farebbe mai ad andare incontro ad un altro fallimento. Cosa succede se fallisco ?

    Non lo permetteremo Jennifer; ti giuro che non lo permetteremo.

    Allora voglio che sia perfetto. E' incominciato in modo perfetto e voglio che continui in modo perfetto minuto dopo minuto.

    Sono assolutamente d'accordo Jen

    Se davvero mi vuoi sposare, voglio che tu sappia che nulla mai mi ha onorato così tanto Alvaro. Io voglio che tu sappia che tu sei l'uomo più onorevole, più generoso e più modesto che abbia mai incontrato in vita mia.

    Io invece voglio solo che tu cominci a vivere, voglio che tu abbia tempo per te stessa; Cristo hai 30 anni; e ci sono già abbastanza motivi per cui la vita deve essere complicata, altri che non avere un attimo di respiro perché hai tutte le responsabilità sulle tue spalle. Te ne voglio alleggerire qualcuna, in maniera che tu possa concentrarti meglio su quelle che ritieni pi importanti.

    Va bene amore mio; se vogliamo fare le cose davvero fatte bene, allora sposiamoci prima che io venga a vivere con te.

    Va bene. Quando vuoi tu me lo dici. Tanto che voglio sposarti lo sai; per me va bene anche domani.

    Anche per me va bene domani.

    Davvero il giorno di Natale ?

    Eh...perché no.

    E poi vieni a vivere con me ?

    Si...se tu lo vuoi si.

    Oh Dio numero uno; davvero ??

    Si

    Alvaro improvvisamente non si sente più stanco neanche un po'. Uscirebbe a correre intorno all'isolato.

    E per i tuoi ?

    Ne parlerò, ma credo che preferirebbero rimanere dove sono

    E possiamo mandargli qualcuno che si occupi un po' di loro

    Preferirei continuare a farlo io, magari mi trasformo il lavoro in part time

    Questa è un eccellente idea Jennifer; mi piace quest'idea. Potremmo fare sai cosa ?

    Cosa

    Potremmo far finire l'anno. A capodanno ho il torneo di poker di fine anno tra i migliori 6 giocatori del mondo o presunti tali, al Mirage. Io preparo quell'evento e tu prepari il matrimonio. Hai carta bianca; organizzalo come vuoi tu.

    Invito i miei genitori e le mie amiche.

    Esatto.

    E tu chi inviti ?

    Beh, io non ho nessuno da invitare; stavo pensando magari di chiedere a Howard se vuole venire.

    Chi l'armadio a quattro ante ?

    Si proprio lui...e...Jennifer ?!

    Dimmi

    Già a partire dall'evento al Mirage, ci sarà un cambiamento.

    Che cambiamento ?

    La mia controllata di San Diego...ho chiesto loro di mandarmi su un team per la sicurezza nostra e di Thomas.

    Sicurezza ? che sicurezza?

    Sai a Las Vegas, se vado in giro in centro mi conoscono tutti; sai per la storia del Poker. Poi cìè la questione di ALPHA che per ora è una cosa che non si vede, ma sto già meditando il prossimo passo.

    E quale sarebbe.

    Devo aprire una banca

    Una banca ??

    Si una banca, per poter cominciare ad entrare in contatto con le imprese capisci ? Fa parte del famoso progetto di cui ti parlai mentre facevamo colazione.

    E quindi ??

    E quindi, sia per la storia del Poker, speriamo che perda presto tutti i tornei così almeno quella finisce presto, che per il fatto che aprendo una banca devo uscire dall'anonimato, dobbiamo pensare ad occuparci della sicurezza, capito ?

    Oh Dio e questo cosa comporterà ?

    Nulla, ci saranno solo delle persone che vanno dove andiamo noi e sorvegliano casa.

    Ovunque andiamo, e a casa ci saranno sempre ? anche al lavoro mio ?

    Si ma sono persone molto discrete sai ? Howard mi ha detto che il board è al settimo cielo; a dicembre ho fatto guadagnare alla società un centinaio di milioni; un quinto dell'esposizione bancaria totale. Sono proprio al settimo cielo; pensa che uno dei membri del Board, Karl Freytag ha deciso di venire personalmente lui a comandare il team. Sai faceva parte di una squadra che, tra le altre cose, fa la scorta al cancelliere tedesco; si chiama GSG9

    GSG che?

    9

    Ah. E dovrei tenermi sempre attaccata addosso un energumeno di scorta come quelle celebrity idiote ?

    No le guardie del corpo delle celebrity sono più per prevenire che che per curare, voglio dire, molto visibili, molto fichi e basta; il personale che Spynx manda su da San Diego sono soldati professionisti, combattenti, gente che non si fa vedere, ma sono davvero pronti a tutto...mi mandano anche la migliore in assoluto in tutta la compagnia per la protezione VIP, più specializzata ancora del tizio del GSG9. E' una ragazza israeliana. Mi hanno detto che è molto gentile; si chiama Sara...Sara Yehoudith e faceva perte dei servizi di sicurezza israeliani...molto brava, molto discreta.

    Una ragazza ??

    Si

    Una ragazza che fa la guardia del corpo ?

    Eh Si...perché...guarda che le ragazze sono brave quanto e più degli uomini lo sai ?

    A si...si! Non lo metto in dubbio.

    E quindi Sara si occuperebbe specificamente di Te e di Thomas, Karl di me.

    E nel frattempo si sono fatte le due di notte, ma alvaro andrebbe a correre intorno all'isolato.

    Alvaro

    Si

    A proposito di tutta questa cosa della banca e del poker e della notorietà; c'è una cosa che avrei voluti dirti già da tempo.

    Cosa ?

    In cinque mesi ci siamo visti dieci volte.

    Eh!

    Ho cercato di non starti troppo addosso

    Fin troppo hai cercato ! Ma le cose devono andare come vuoi tu, non come voglio io.

    Ho sempre avuto paura

    di cosa

    che tu pensassi che sono interessata a te per via dell'aspetto economico.

    Eeeeh ?

    Per il fatto che hai a disposizione molto denaro, che puoi spendere 10.000 dollari per avere un tavolo anche se non hai prenotato.

    e che vuol dire ?

    Beh sai; è credenza comune che le ragazze tendano ad essere molto influenzate da quest'aspetto nelle loro scelte.

    Ah; e tu lo sei ?

    non lo so; certo è una bella cosa, può darsi che davvero influenzi in parte i miei sentimenti per te.

    e quindi ?

    E quindi tu cosa ne pensi ?

    Boh ?...io non sono mai stato ricco; in vita mia ho sempre avuto la libertà di stare chiuso in camera mia o nel mio ufficio a divertirmi.

    Ma adesso ?

    Adesso il fondo ALPHA ha 4 miliardi di patrimonio netto, ma non è mica molto ricco; l'industria degli edge funds è nell'ordine dei trilioni. Direi che ALPHA è ancora piuttosto povero.

    Alvaro ! Mi prendi in giro ?

    No, di certo no...fammi capire piuttosto esattamente cosa vuoi dire, commenta Alvaro sinceramente interessato a capire lo stato d'animo della sua compagna, visto che, che ci crediate o no cari lettori, non è assolutamente in grado di comprenderlo.

    Per gli standard di una persona normale come me sei molto ricco.

    Non lo so; non abbiamo mai parlato di questo, ma se vuoi posso specificare; sul conto personale alla Lauretana ho 1 milione e sei. Ho 10 milioni e cento di titoli di stato, che li tengo lì in caso convinca i tuoi a venire a vivere con noi e trasformo i titoli in una casa grande abbastanza per tutti. Poi ho 1 milione e sette al Mirage, che mi è rimasto per il bankroll del poker. Questo è tutto quello che ho...

    ...ah no dimenticavo; c'è anche la casa 455.000 dollari e la Ford, 28.000 dollari.

    E ti pare niente ?

    A te pare tanto ?

    A me si !

    E sei preoccupata che io pensi che tu stia con me per via di questi asset.

    Asset ?

    voglio dire, di questi soldi che mi sono messo da parte in questi mesi ? Ma sai li ho messi da parte solo perché dovendo lavorare da solo, non avevo più nessuno che mi pagasse le cose che mi servono. E poi te l'ho detto se i tuoi...

    Oh Alvaro quello che hai basterebbe per attirare il settanta per cento delle donne di questa città ed io non voglio che tu pensi che io sia una di quelle.

    Ah ho capito, è questo che ti preoccupa ?

    Si

    Allora te lo risolvo subito io il problema !

    Davvero ? E come ?

    ALPHA quest'anno mi paga un milione e cento di stipendio per il managememt.

    E scusa cosa centra ?

    Centra, perché questo è solo lo stipendio, poi ce ne sono altrettanti di bonus per i profitti conseguiti.

    Un altro milione e cento ?

    Eh...un altro milione e cento, ma quello è per i profitti.

    Non ti seguo.

    Lo sai chi ha eseguito l'operazione più redditizia di tutto l'anno in ALPHA ?

    Tu...chi altri?

    No...l'ha fatta Megan, la ragazza di cui ti ho parlato il mese scorso. Ho deciso di dare il milione e cento di bonus a lei invece che a noi. Tu che ne dici ?

    Jennifer all'inizio non afferra...poi lentamente comincia a capire la dinamica del test.

    Alvaro !...Lo vedi Alvaro...te l'ho detto che tu sei l'uomo più generoso e più pazzo del mondo ? Lo vedi perché ti amo ?

    E tu lo vedi perché non devi stare preoccupata ?
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 18 Luglio 2018
  18. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Piccolo inciso: sembrerebbe che Alvaro sia un personaggio irrealistico. Un'idea di "ricco" distante anni luce dalla nostra mentalità tipica di come dovrebbe essere un ricco.
    Andatevi a leggere una biografia di Dale Carnegie oppure di Warren Buffet, entrambi nella top ten degli uomini più ricchi della storia, e vedrete che il personaggio non è poi così fantasioso.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 19 Luglio 2018
  19. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    Casa di Jennifer giorno di Natale 2019

    Leggermente devastato per la mancanza di sonno Alvaro si alza e va a svolgere le faccende urgenti in bagno. Martha che da sotto la scala lo vede gli strilla se ha bisogno di qualcosa. Il nostro fa un cenno che significa "tutto bene". Assolti i compiti base, tra cui anche quello di darsi una lavata sommaria, torna in camera dove Jennifer è ancora addormentata a pancia in giù con il sopra del pigiama e le mutandine. Rimane un attimo a guardarla e un paio di pensieri hard gli si affacciano veloci alla mente; poi recupera contegno visto anche il luogo in cui si trova, si siede sul letto, tira fuori il modem e il tablet ed accende entrambi gli strumenti. Sul desktop del tablet appare l'iconetta di Gmail con una serie di messaggi in arrivo. Apre l'applicazione e a parte tutta la monnezza da buttare nel cestino, ci sono un e-mail di Kreuger, uno di Megan ed uno da Scott Fox, un suo vecchio collega in Goldman.

    Quello di Megan dice solo: Dottor Pagano, seguito da punti esclamativi uno dietro l'altro che coprono l'intero schermo del tablet. Alvaro sorride e rimane per qualche secondo a guardare il messaggio della ragazza. Poi passa quello del manager della Spynx:

    Team Minder parte domani notte ETA Las Vegas 14:00 circa. Ho messo al comando la ragazza perché è la più qualificata in termini di anni di esperienza. Ti confermo che Minder 2 è il Tedesco. Minder 3 è un ex SFOD DELTA, ottimo elemento. tieni conto che ho dilapidato l'organico VIP protection dell'azienda per soddisfare le tue esigenze, ma Mark ha detto che sei un investimento che va protetto con le migliori risorse. A presto Howard.

    Alvaro sorride anche a questo e-mail e passa a quello di Fox:

    O rincoglionito era un bel po'. E la prima volta in assoluto che mi mandi un e-mail, deve essere successo qualcosa di grave. Finita la vacanza in Italia ?
    il 12 gennaio va bene. Ci vediamo a pranzo all'Old Bridge, di fronte alle Nazioni Unite. Conferma. Ciao. Scott.

    La mattinata trascorre serena tra aperture dei regali per tutti; La signora Shmiddt ha fatto personalmente e a mano per Alvaro un magnifico maglione blu scuro a collo alto sulle misure che Jennifer le aveva dato, Da Albert riceve un set da poker completo, con chips, due mazzi di carte, bottone del dealer eccetera, che sarà anche quello che Alvaro dovrà portare ogni volta che si organizzerà la partita con gli amici del padre di Jennifer.

    Tanto per cominciare potrei usarlo tra oggi e domani per levarti la pelle in un uno contro uno, ridacchia Albert, sfidando a duello Alvaro. Grazie a Dio i regali sono tutti apprezzati, incluso il pigiama rosa a pallini che Jennifer ricambia con un bacio che imbarazza Alvaro alquanto, dal momento che è scoccato di fronte ad entrambi i suoi futuri suoceri.

    Il piccolo Thomas in particolare è già su internet a scaricarsi applicazioni per il suo nuovo Tablet PC che funziona in tutti e due i modi, con tanto di touchscreen e tutto il resto.

    Albert propone pranzo da Red Lobster a condizione che Alvaro e Jennifer gli permettano di offrirlo ai suoi ragazzi, come li chiama lui. Così terminato il ripulisti di tutte le cartacce dei regali ed rimesso un po' di ordine in casa, si organizzano per uscire.

    La Jolla Drive non è uno luogo molto frequentato, per cui i nostri non hanno problemi ad infilarsi nel Durango di Jennifer e a guidare verso il più vicino ristorante della famosa catena di seafood americana. I guai cominciano quando i nostri arrivano nel parcheggio del ristorante, comprensibilmente affollato il giorno di natale con un sacco di famiglie che sono uscite per pranzare fuori. Già questo da solo basterebbe a mettere a disagio Alvaro che nei luoghi affollati ha molte difficoltà come per esempio al parco dei divertimenti, dove almeno però era sera e quindi poteva passare inosservato.

    Qui è invece pieno giorno, e non appena scende dalla macchina, molte moltissime persone, troppe persone lo riconoscono. Da tutte le parti, dita cominciano a puntare nella sua direzione, e con gran sgomento del nostro cominciano a procedere veloci nella sua direzione, portandosi appresso bambini, passeggini ed ogni altro genere di amenità. Gli fanno capannello intorno, tutti armati di cellulare, chi gli chiede un autografo, chi vuole un selfie, chi si offre di pagargli il pranzo e soprattutto la moltitudine gli limita lo spazio vitale che per uno come Alvaro è veramente vitale. Con gran rottura di coglioni per Jennifer, non mancano le ragazze e le donne che gli si fanno intorno con atteggiamenti decisamente troppo amichevoli; insomma la nostra famigliola a stento, con molta diplomazia ed acrobazie, e non senza aver concesso un certo numero di autografi, abbracci e selfie, riesce a rimontare sulla macchina di Jennifer e ad evacuare l'area. Nessuno, neanche Albert aveva pensato alle conseguenze dell'uscita in solitaria del campione del mondo di Poker, peraltro a Las Vegas, la patria del gioco.

    Sconsolati e tra le profuse scuse di Alvaro ai nostri eroi, non resta che entrare in un drive di Domino's e comprarsi un po' di pizze da portare a casa, cosa che per altro fa enormemente piacere a Thomas a cui l'idea di pranzo a base pesce non garbava neanche un po'.

    Il pranzo che non è meno piacevole di quello che si sarebbe svolto al ristorante è occasione per discutere dei piani immediati di Alvaro e Jennifer.

    L'intenzione è quella di fare il matrimonio all'inizio dell'anno prossimo, afferma la ragazza. Io e mamma organizzeremo la cerimonia e gli invitati. L'idea era quella dell'ultimo weekend di gennaio o di febbraio a seconda del punto a cui saremo con i preparativi.

    Alvaro strizza l'occhio con un sorriso a Thomas, che mentre si sbafa la sua pizza lo guarda con occhioni spalancati, guardingo nei confronti della conversazione, dato che si tratta di acquisire un nuovo pseudo papà, e probabilmente di traslocare un'altra volta; cambiamenti in vista che Thomas apprende con un certo grado di timore, come si vede chiaramente dal suo atteggiamento.

    Alvaro lo chiama e se lo siede sulle gambe.

    tu non ti devi preoccupare di nulla Tigre, sarà la più grande cosa che ci è mai capitata, e poi io ti prometto che ti porto ogni weekend dai nonni, così sarà come se tu non li avessi mai lasciati.

    Ma dovrò cambiare scuola ? Chiede preoccupato il ragazzo ?

    Quest'anno no Tigre. Finirai il tuo anno scolastico nella tua scuola, e ti prometto che per quando l'anno scolastico prossimo comincerà tu non avrai più paura di nulla, anche se cambierai scuola. Avremo fatto tanti di quei compiti insieme, che sembrerà una passeggiata.

    Il ragazzo lo guarda con la testa all'insù non totalmente rassicurato. Alvaro se lo tiene in braccio, accarezzandogli i capelli, mentre Thomas gioca con uno dei dinosauri che ha ricevuto da Babbo Natale.

    E andrete a vivere a Stuart Place chiede Albert.

    La mia idea, si schiarisce la voce Alvaro era quella di chiedervi se volevate muoverci con noi. Farebbe molto piacere a me a Jennifer e soprattutto a Thomas. Ho individuato una casa nei dintorni del Royal Links Golf Club, che è molto bella, molto grande a darebbe molta privacy a tutti noi se volessimo andare ad abitarci.

    Quella in Painted Fether Way ? Chiede Jennifer; l'abbiamo anche noi in catalogo. Ma lo sai quanto costa Alvaro ?

    Si che lo so: 8 milioni, ma sono sicuro che se la tratti tu che sei del mestiere, ci fanno lo sconto.

    Ma Alvaro sono 960 metri quadrati di casa con 15 stanze, più tenuta esterna e campo da golf privato.

    Eh...esatto; ho detto o no che ci dobbiamo stare tutti comodi con la privacy.

    In una roba del genere non riusciremmo a trovarci l'un l'altro all'interno della casa. ci vorrebbe il taxi. Saremmo 5 persone Alvaro; in 1000 mille metri quadrati solo di interni ?!

    Ah...dici che è troppo grande ? Sai io ho visto le foto e mi pareva molto bella.

    Albert interviene nella conversazione: ragazzi, sono spiacente di interrompervi la discussione, ma non credo sia necessaria. Ho questa casa da 40 anni e non ho nessuna intenzione di lasciarla, si rivolge alla moglie che lo osserva con un'espressione di approvazione sul viso. Quando vorrete ci verrete a trovare, ma devo dirvi, sono decisamente tropo vecchio per cambiare casa.

    Jennifer ed Alvaro si guardano un po' rassegnati, ma anche con l'aria di chi aveva previsto e voluto fare lo stesso un convinto tentativo.

    Allora potremo stare dove sei sei adesso Alvaro. A me piace molto la tua casa, anche se ci sono stata solo tre volte.

    Io sono dell'idea di trovarne una nuova in un'altra zona intorno alla città, magari più vicina al tuo lavoro, visto che tu hai gli orari meno flessibili. Mi piace l'idea di cambiare posto; del resto questo è un nuovo capitolo no ? Se però tu hai qualche particolare ragione per preferire la casa attuale, ci rimarremo se vuoi.

    Alvaro facciamo così, su questo lascio a te la scelta. La casa di ora è bella, ma se vuoi muoverti per me va bene, tanto per me sarebbe nuova comunque.

    Ok, perché non cominci a vedere qualcosa con Deltona. Se prendiamo una casa nuova devi essere assolutamente tu a decidere quale deve essere. Sei tu l'esperta immobiliare.

    Va bene Alvaro mi ci metterò su dopo le feste.

    Prendi una cosa che secondo vada bene per te e Thomas, e se non so, qualche volta vuoi invitare degli ospiti; Alvaro pronuncia quest'ultima frase in tono lievemente minore; l'idea di avere degli estranei in casa lo terrorizza, come infatti lo terrorizza l'idea di accogliere il team Minder l'indomani.

    Il pomeriggio viene trascorso da Jennifer e la madre a cominciare a mettere giù uno scheletro di piano per il matrimonio, dove Alvaro si inserisce per suggerire che da parte sua oltre ad Howard, potrebbe essere decente invitare anche Megan e magari i genitori o fratelli se ne ha.

    Jennifer approva di tutto cuore l'idea.

    Si Alvaro, mi pare proprio al livello minimo di decenza che inviti l'unica tua collaboratrice al tuo matrimonio, anche se devo dire, non è sempre obbligatorio, dipende dal rapporto.

    Alvaro inclina la testa da un lato come un pastore tedesco, come al solito sottigliezze e sarcasmo non sono di casa nel suo scervello scombinato.

    Alvaro dà poi l'annuncio che la permanenza deve essere accorciata di un giorno perché il suo personale della sicurezza è in arrivo a Las Vegas da San Diego con un giorno di anticipo per il briefing iniziale, a causa di un malinteso nelle comunicazioni. Avrebbero dovuto arrivare solo il 27 dicembre ed invece sarà qui domani.

    Albert perdona il nostro a patto che si metta 200 dollari di chips davanti e si faccia sfidare in uno contro uno a poker.

    Hey sei pazzo ? gli ingiunge Martha, ti vuoi giocare la pensione contro il campione del mondo ?

    Non ti devi preoccupare Martha, ho i miei modi per farlo nero il giovanotto.

    Gli ci vogliono 31 mani ad Alvaro per ripulire il suocero di tutti e duecento i dollari, quindi non proprio pochine. Albert mette in piedi una difesa ostinata del suo castelletto di chips, è per un certo tempo si porta pure in vantaggio. Poi nel lungo periodo, l'aggressività di Alvaro, unita forse ad un pelo di timore reverenziale da parte di Albert - sarà pure il futuro genero, ma è pure il più aggressivo scaltro bastardo con cui abbia mai giocato - lo mettono in chiara difficoltà. Alvaro non gli dà tregua per tutta la sessione, stringendolo d'assedio con puntate e rilanci che sa non possono essere tutti genuini, ma che però quando gli va a vedere, sono sempre maledettamente genuini; lo becca solo una volta a bluffare. in tutte le 31 mani giocate, ma chissà quante altre volte l'avrà fatto.

    Doveva venire a vedermi ogni volta, esclama Alvaro con un sorriso.

    Tu sei un dannato prestigiatore ragazzo mio gli afferma Albert, mentre gli passa le due banconote da 100 alla fine della partita; al torneo di capodanno spacchi il deretano a tutti.

    Viene la sera del 25, quando Alvaro, Jennifer e Thomas devono mettersi in macchina. Al briefing dell'indomani con il team Minder, ci devono esserci tutti e due, come ha specificato Kreuger, in maniera che ci possa essere immediata sintonia tra loro e gli angeli custodi che sembrano essere destinati a far loro compangia per molto tempo. Per questo motivo Jennifer ha già preparato due piccole valigie per sé e per Thomas, visto che si tratterranno da Alvaro fino all'anno nuovo.

    con chi vuoi andare in macchina Thomas; con la mamma o con me ?

    Il ragazzino gira la testa a destra, a sinistra, poi chiaramente indica con un dito la madre.

    La famiglia per il momento si divide, si saluta e si da appuntamento a breve per il torneo di capodanno, dove Alvaro assicura ad Albert e signora che farà avere loro due biglietti in primissima fila.

    E' bello avere una familgia.
     
    Ultima modifica: 19 Luglio 2018
  20. Luigi Varriale

    Luigi Varriale

    Registrato:
    8 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.244
    Località:
    Piemonte (Italia)/Indiana (USA)
    Ratings:
    +919
    26 dicembre 2019, casa di Alvaro Las Vegas

    Jennifer Alvaro e Thomas hanno finito di pranzare. La signora Olbrich sta sparecchiando la tavola e preparandosi a riassettare la sala da pranzo, mentre il marito è fuori a completare la manutenzione delle due piccole piscine prima di chiuderle definitivamente per l'inverno. Jennifer aiuta la signora Olbrich, come è abituata a fare a casa con la mamma, cosa che a lei sembra del tutto naturale. Un po' meno sembra alla signora di mezza età, abituata da anni a svolgere i suoi compiti di servizio presso facoltose famiglie americane.

    Oh Signora, la prego, non deve disturbarsi, sono qua apposta io.

    Non preoccuparti Juliett, lo faccio sempre a casa e per favore, chiamami Jennifer. Se mi chiami signora mi metti in imbarazzo.

    Va bene, come vuole lei signora Jennifer.

    Alvaro visto che il 26 dicembre non c'è nessun santo Stefano in America, anche se le scuole sono ancora chiuse, è sui compiti delle vacanze con il piccolo Thomas.

    Allora questa divisione, fammi vedere come si fa.

    Ma non riesco...non so come si fa ! Protesta il ragazzo.

    Hai ragione, questo metodo che usano nella tua scuola non l'ho mai visto nemmeno io. Allora cosa facciamo quando qualcosa è difficile?

    Il ragazzino lo guarda con aria interrogativa.

    Proviamo un metodo e poi un altro, e poi un altro, fino a quando non troviamo quello giusto. E sopratutto stai allegro, che che con questo modo, riesci a fare qualunque cosa tu voglia.

    La sessione di coaching è interrotta dal citofono di casa.

    La signora Olbrich si avvia verso la porta.

    Lasci stare Juliett, le intima Alvaro, so chi è; vado io ad aprire.

    Come vuole signor Pagano.

    Alvaro esce sul vialetto e vede un furgone nero sulla strada davanti a casa. si avvicina al finestrino del conducente, e riconosce immediatamente Karl Freytag, il tizio che gli aveva fatto la prima obiezione alla riunione con il board della Spynx.

    Karl, mettilo qua sul vialetto, Alvaro gli indica l'ultimo parcheggio rimasto libero dei tre sulla proprietà di casa Pagano.

    Il Crucco, accenna ad un cenno di assenso e si mette a manovrare il furgone; mentre questo è ancora in movimento dalla parte opposta si apre la porta e balza fuori una ragazza, probabilmente sulla trentina scarsa o ventina abbondante, di corporatura medio piccola in jeans stretti sulle gambe, piumino leggero rosa mezzo aperto con sotto una maglia girocollo bianca; scarpe quasi piatte che lasciano scoperto l'intero dorso del piede senza calze; tipo ballerine ma non completamente a terra. Occhiali scuri e capelli castani moderatamente lunghi legati a coda di cavallo dietro la nuca. Rossetto non troppo pronunciato ma visibile, aria molto atletica.

    La ragazza gli si fa incontro.

    Alvaro ?

    Si

    Mi chiamo Sara. Mi è stato assegnato questo reparto per la salvaguardia tua e mi dicono di due familiari, donna e bambino. L'accento ebraico si sente ma non è fortissimo.

    Il tono confidenziale e deciso della ragazza nel rivolgersi all'azionista di maggioranza dell'impresa che ce l'ha a libro paga, sorprende un attimo il nostro eroe, che però non è certo tipo da formalizzarsi a priori.

    Te lo confermo.

    questa casa ha un seminterrato? chiede Sara, che già butta gli occhi alle fattezze ed al perimetro della proprietà

    Si certo.

    Bene, se non ti dispiace portiamo lì l'attrezzatura per il momento; ci si accede da fuori o da dentro ?

    Da dentro.

    La ragazza si rivolge a Karl che sta facendo manovra col finestrino aperto.

    Mettiti con il culo qua, così scarichiamo senza aprire le porte laterali. Sara indica il limite posteriore del posto auto libero tra la Ford e il Dodge di Jennifer con la mano.

    Roger

    Assicuratasi che Freytag proceda come ordinato, Sara si avvicina ulteriormente ad Alvaro, togliendosi gli occhiali da sole e mettendo in mostra due occhietti stretti stretti e neri come la notte. Nell'avvicinarsi, estende in avanti la mano destra.

    Sono felice di conoscerti. Mark mi ha detto che sei il suo principale, Sono onorata di aver avuto questo particolare incarico, anche a nome dei miei uomini.

    Mark mi ha riferito che sei la numero uno in questo tipo di incarichi e che i ragazzi sono pure quanto di meglio c'è in giro.

    Karl e Irvin sono molto bravi e anche io me la cavo.

    Da che tipo di esperienza provieni ? Kreuger mi ha riferito in dettaglio degli altri due, ma su di te è stato molto generico.

    Diciamo che è preferibile per tutti se rimaniamo generici.

    Ah.

    Il motore del furgone si spegne. Karl smonta anche lui dal posto del conducente e saluta anche lui Alvaro con una stretta di mano. Le porte posteriori si aprono e ne viene fuori un tizio tozzo, abbronzato, capelli un po' brizzolati all'indietro, pizzo bianconero, camicia scura e pantaloni da operaio. si presenta come Irvin; pare un tizio riservato, poi risale sul furgone e si mette ad armeggiare all'interno.

    Karl si unisce al collega nell'iniziare a scaricare il furgone.

    Alvaro vogliamo andare dentro ? Così do un occhiata ai fondamentali.

    Certo, i tuoi uomini hanno bisogno di niente ?

    Che lasci la porta aperta.

    Ok.

    Alvaro fa strada e i due entrano nell'atrio della casa, dove Sara si mette ad osservare subito angoli del soffitto e l'ubicazione delle finestre.

    Da dove si va nel seminterrato ?

    Vieni ti faccio strada.

    Nel procedere verso il vano che porta al piano di sotto, i due incrociano Thomas che insegue la sua macchinina telecomandata.

    Sara gira la testa verso il ragazzino, che si ferma a guardarla.

    La ragazza si ferma anche lei, cambia direzione avvicinandosi a Thomas che rimane impalato con il telecomando in mano.

    Tu devi essere Thomas gli dice la ragazza che gli si avvicina e si piega sulle ginocchia. Gli prende le mani e se lo tira dolcemente in mezzo alle gambe rivolgendogli un enorme e sincero sorriso. Io sono Sara, sono un'amica della mamma che tu ancora non conosci. Sai la mamma mi ha invitato a stare un po' con lei perché è molto tempo che non ci vediamo sai ? Da prima che nascessi tu; eravamo amiche da ragazze.

    Davvero? Le risponde Thomas con improvvisa aria di curiosità.

    Davvero ! Sai La mamma mi ha chiesto di portare anche due miei amici per aiutarci a fare le cose, come andare a fare la spesa, portare te a scuola o accompagnare la mamma ed il papà al lavoro.

    Thomas guarda sopra la spalla Alvaro che le sta dietro, sentendolo nominare come il papà. Alvaro gli rivolge un gesto di intesa e riassicurazione.

    Davvero mi porterai a scuola?

    Certo che si! L'ho detto alla mamma prima di venire e lei ha detto di si.

    Allora anch'io dico di si.

    Si?

    Mi piacerebbe che tu mi portassi a scuola, sei molto bella, come la mamma.

    Grazie Thomas. La ragazza gli prende la testa e gli somministra un delicato bacio in fronte.

    Senti adesso devo scaricare le valigie, ci vediamo fra poco ok ?

    Si.

    Thomas fa per girarsi ed andare a cercare la madre, quando questa compare dall'altra stanza.

    Jennifer ? Come stai Jennifer, l'Israeliana le si fa incontro e le prende entrambe le mani nelle sue.

    Bene...risponde quella leggermente interdetta.

    Sorpresa eh ? Non ti aspettavi di vedermi arrivare oggi ?

    Jennifer guarda Alvaro sulla sinistra, che gli fa un cenno di accondiscendenza e poi con gli occhi indica thomas che gli volta le spalle.

    Poi Alvaro ringrazia Dio di essersi scelto una donna magari non molto colta, ma di una pronta e viva intelligenza.

    No ! No me lo aspettavo, non dovevi venire la settimana prossima ?

    L'ho fatto apposta per farti una sorpresa !

    Accidenti, risponde Jennifer, come sono contenta di vederti !!

    Anch'io Jennifer. Senti perché non mi aiuti con Alvaro a scaricare i bagagli ?

    Ok vengo subito.

    Juliett,

    Arrivo Signora

    Senti per favore, mi badi a Thomas per un attimo mentre io aiuto qui.

    Certo signora.

    Sara, si rivolge ad entrambi Jennifer ed Alvaro.

    Scusatemi per l'improvvisazione, ma il primo contatto con un piccolo in questo genere di missioni è fondamentale, che ci crediate o no un primo contatto insoddisfacente può pregiudicare un'intera operazione.

    Alvaro e Jennifer si guardano l'un l'altro, poi si rifocalizzano su Sara.

    Sara si rivolge a Jennifer.

    Sono Sara Yehoudith Jennifer, comandante del team assegnato alla vostra protezione, e noi siamo amiche d'infanzia, che non si vedono da molto tempo e che quindi avranno da passare un po' di tempo insieme.

    Sono molto felice di conoscerti Sara.

    La donna rivolge un altro dei suoi sorrisi a Jennifer, che ha una specie di magnetismo perché quando sorride i suoi occhietti diventano ancora più piccoli e dolci e la sporgenza del suo bel naso si accentua ancora di più.

    Arrivano anche gli altri due con parte dell'armamentario che hanno cominciato a scaricare dal furgone, tutto contenuto in valigie rigide di metallo o plastica.

    Tutto viene alla fine trasportato nel seminterrato.

    Allora una cosa alla volta, fa Sara, cerando di organizzarsi mentalmente.

    Tira fuori da uno dei contenitori rigidi una cartelletta di documenti. Questa è una copia dell'autorizzazione da parte dell'FBI alla detenzione di armi da fuoco ed altro equipaggiamento militare fino al livello di lanciagranate in questa abitazione. Questo è il documento che dovete firmare alla Spynx, con cui a conoscenza di quest'autorizzazione del governo, consentite l'introduzione di queste armi all'interno di casa vostra. Delle armi sono responsabile legalmente io, per cui se Thomas prende un fucile d'assalto e ci si mette a giocare sono io che ne rispondo. Quindi la prima cosa su cui dobbiamo intenderci bene e sul trattamento e sull'ubicazione di questo materiale. Tutto ciò non sarebbe necessario se la dimora non fosse tra gli obiettivi da proteggere; ma visto che lo è ci dobbiamo adattare.

    Alvaro e Jennifer rimangono impalati ad ascoltare.

    questo per quanto riguardare le scartoffie. Ora veniamo alle cose importanti.

    Avete avuto altre esperienze di questo genere in passato ?

    No mai

    Sara scambia un'occhiata con i suoi uomini, che non cambiano la loro espressione di una virgola.

    Va bene allora cominciamo dall'inizio.

    Il team lavora per voi. Voi dettate le condizioni in cui il team opererà, anzi in un certo qual modo voi ed il vostro stile di vita SIETE...le condizioni. Ma sul terreno, voi fate quello che dico io. Preferisco essere licenziata perché ho trattato male il mio cliente che perché me l'hanno ferito o ammazzato, in particolar modo se sono coinvolti minori. Il motivo è che nel primo caso trovo un altro lavoro, nel secondo no. Finora seguendo questo principio non ho mai perso nessuno, e voglio continuare a mantenere la reputazione. Ci sono difficoltà su questo ? In maniera da sapere se devo firmare una lettera di dimissioni a Mark oggi stesso.

    Alvaro si prende una pausa, per darsi il tempo di soppesare la ragazza e valutare il significato delle sue parole. Dopo rapidissima analisi trova entrambe le cose sensate.

    No non ci sono difficoltà su questo; rivolge uno sguardo a Jennifer per cercarne l'approvazione.

    Ottimo. Seconda cosa; non è necessario per voi nessun tipo di addestramento particolare con noi. L'unica cosa, periodicamente e senza nessun preavviso svolgeremo delle veloci simulazioni di situazione di pericolo, possibilmente quando siamo fuori da occhi indiscreti. Potrà capitare che so, che siamo in strada ed io gridi il comando Delta. Questo è lo stesso comando che griderei in caso di pericolo reale. A questo punto dice l'Israeliana rivolta ad Alvaro, l'unica cosa che devi fare è abbassarti, aggrapparti a me dovunque puoi, che non siano le gambe che mi servono per muovermi e le braccia che mi servono per guidarti e per sparare. Al di fuori di queste aree qualunque altra parte del corpo va bene, e non porti problemi perché sono una donna. In Siria, in un'operazione di estrazione sono rimasta incastrata in territorio ostile e gradita ospite dei Saika di Assad per 45 giorni, prima che mi scambiassero con un agente siriano ferito. La mia concezione di molestie sessuali è necessariamente diversa da quella comune.

    tutto quanto sopra vale anche per te Jennifer, chiunque di noi stia in qual momento occupandosi della tua persona. Per Thomas le cose sono più facili. Verrebbe prelevato di peso ed evacuato sotto la copertura degli altri componenti del team.

    Alvaro rimane muto.

    Veniamo alla distribuzione del personale; continua Sara.

    Karl, è Minder 2 e sarà assegnato a Jennifer e Thomas, in caso di separazione della famiglia.

    Irvin è Minder 3 e sarà elemento di supporto, anche perché tra noi è il miglior sniper ed il miglior medico.

    Io sono Minder 1 e sono assegnata alla protezione vicina tua Alvaro in caso di separazione della famiglia.

    In caso Thomas viaggi separato dalla famiglia è passibile di essere sotto la protezione di chiunque di noi.

    Se la famiglia è unita, ci sono almeno due di noi sempre presenti, quindi le distribuzioni precedenti perdono ragione di esistere.

    Ero d'accordo con Kreuger, che tu ti saresti specificatamente occupata di Jennifer e Thomas, interviene Alvaro, obiettando alle disposizioni di Sara.

    Kreuger è un sabotatore, non sa nulla di protezione vicina di civili. La protezione vicina a Jennifer la fornirà Minder 2 perché Jennifer è una donna; lo spettro delle minacce è più ampio a parità di criticità sociale ed economica e può essere anche circostanziale; quindi per lei abbiamo bisogno di un po' più di deterrenza e dissuasione. Invece io mi occuperò di te perché le minacce nel tuo caso sono più ristrette e quasi mai o mai occasionali, come potrebbe avvenire invece per Jennifer. Nondimeno necessitano di una risposta pronta ed efficace.

    Alvaro è seccato sia dal cambiamento di una cosa che lui dava già per acquisita, che dalla logicità delle argomentazioni del comandante del team.

    Ultima delle cose introduttive, dopo la quale potremo cominciare ad organizzarci: i vostri nominativi sul terreno, che vi assicuro finiranno per diventare i vostri secondi nomi. I nostri ve li o già detti. Per voi in operazione useremo i seguenti nominativi:

    Alvaro è RULER

    Jennifer è QUANTUM

    Thomas scegliete voi, ma deve essere breve e suonare inconfondibile nei confronti di qualunque altra parola.

    TIGER ! Esclama immediatamente Alvaro.

    TIGER, conferma Sara; Jennifer obiezioni ?

    Jennifer, che è piuttosto confusa dalla subitaneità con cui tutto si sta svolgendo, esita un attimo a riprendere contatto con la conversazione.

    No, mi piace TIGER

    upload_2018-7-19_17-59-58.png
    questa foto è stata scattata un po' nel futuro rispetto a questo post.
    Minder 2 durante il torneo di poker di fine anno. Sullo sfondo alcune spettatrici che vorrebbero avercelo loro Minder 2 come guardia del corpo invece che Jennifer.
    upload_2018-7-19_18-0-57.png
    Lo stesso per questa foto; un po' nel futuro
    Minder 3: pattugliamento di routine all'interno della proprietà privata Pagano Homestead.

    upload_2018-7-19_18-1-26.png
    Minder 1 ancora giovinetta in addestramento allo Shin-Bet

    upload_2018-7-19_18-2-10.png
    Minder 1 invece pochi giorni prima del post; prima del trasferimento da San Diego a Las Vegas, mentre riprende fiato durante le continue esercitazioni di house protection contro attacchi portati con armi pesanti, a cui i colleghi ex SAS di Spynx l'hanno sottoposta a martello prima di muoversi per la missione Pagano.
     
    • Like Like x 2
    Ultima modifica: 20 Luglio 2018

Condividi questa Pagina