1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

L'importanza di chiamarsi Chiaffredo

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da Giank56, 21 Gennaio 2013.

  1. Giank56

    Giank56 Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    26 Luglio 2009
    Messaggi:
    2.620
    Località:
    Paratico
    Ratings:
    +108
    Giank56 & Kasumoto productions presenta:

    L'importanza di chiamarsi Chiaffredo
    [​IMG]
    Condottiero Chiaffredo 1030-1074

    Chiaffredo nasce a Treviso nel 1030 da una famiglia di militari, raggiunta la maggiore età (che all'epoca si raggiungeva ad 8 anni) venne arruolato a causa della coscrizione obbligatoria del ducato di Carinzia, si distinse in tutte le battaglie, raggiungendo il grado di capitano alla veneranda età di 16 anni, nonostante fosse già vecchio per la carica ritornò a Treviso dove al potere c'era il buon vecchio Rambaldo I che governava da ormai 38-40 anni anno più anno meno, tanto che girava voce fosse immortale da tanti capelli bianchi aveva in testa, ad ogni modo divenne subito Maresciallo del conte, e a capo delle sue armate saccheggiava e guerreggiava, finchè della battaglia di Mantova del 1070 venne colpito da una freccia, che lo costringerà a fare la guardia cittadina fino alla fine dei suoi giorni.
    Il suo sacrificio permise a Rambaldo I ormai Duca di imporsi come guida dell'Italia nord-orientale nonostante tutta la sfortuna che lo colpì, al suo capezzale si dice si confidò al suo signore dicendogli: "Anch'io una volta ero un avventuriero come te... finchè non mi sono buscato una freccia nel ginocchio."

    [​IMG]

    CAPITOLO 1: Dove osano i trevisani...

    Niente di nuovo in quel di Treviso all'alba del 1066, il contadino Gustavo detto “il Gurzo” lavora i campi, il fornaio Girolamo inveisce contro Gustavo e il corriere Massimo fa quello che sa fare meglio, correre.
    Ma a palazzo qualcosa non va, Rambaldo sembra più irrascibile del solito, chiaro segno che si è svegliato male, ma il motivo è presto detto, alla veneranda età di 42 anni si è accorto di non avere un erede, per di più non è neppure sposato.
    A questo punto calmatosi spedisce Massimo in giro per l'Europa in cerca di una ragazza da sposare, ma appena Massimo inizia a correre verso Novgorod entra nel salone un messo normanno, che propone al conte un matrimonio con la giovane contessa Giovanna d'Altavilla, vincitrice di miss Meridione 1060, ad offerta accettata balena nella mente del conte un'idea malefica, creare un complotto per liberarsi dal suo signore duca di Carinzia e andarsene indipendente.
    Piano misteriosamente andato a buon fine nel 1070 quando, durante una passeggiata con la famiglia a Verona trovò per terra una piccola corona, e quando la indossò tutti i plebei veronesi gridarono al miracolo e preso in spalla venne portato al palazzo ducale dove venne riconosciuto ufficialmente Duca di Verona, proclamando l'indipendenza dalla Carinzia, dimenticando però di essere ancora un vassallo del Sacro Romano Impero...

    [​IMG]
    Rambaldo svegliatosi con la luna storta​

    CAPITOLO 2: Il signore di Verona, Il ritorno del duca...

    Ormai duca il nostro eroe Rambaldo I continua inutilmente a rapportarsi con sua moglie Giovanna che nel 1072 ancora non gli ha dato un erede maschio, ma solo una bambina il cui nome manco si ricorda, sfortuna vuole che il tifo se la portò via.
    Lo stesso giorno del funerale Rambaldo dopo un minuto di silenzio propone un matrimonio alla figlia di un qualche conte italiano, ma dopo anni di matrimonio non solo non gli diede figli maschi ma gli diede altre 2 bambine!!!
    Nel 1074 la morte di Chiaffredo e di altri membri molto abili del consiglio, indebolisce ulteriormente la già debole situazione del neonato ducato
    Ormai sconsolato il duca sa che i suoi domini spetteranno alla sua figlia primogenita, che manco ricorda il nome, per questo motivo gli anni seguenti lo portano a muovere armate su e giù per l'Italia per sfogare la sua bramosia e a cercare in tutti i modi di prendere Padova ancora in mano longobarda, per di più posseduta da Folco d'Este figlio infingardo del suo amicissimo Azzo d'Este, ma la questione non è ancora finita al gridio di “Padova ai veronesi! Padova ai veronesi!” urlato da tutti i patrioti veronesi, Padova sarà sua Deus vult!
    Seppure ormai impotente, Rambaldo non si arrende e già pondera altri piani malefici per unificare il suo ducato.

    [​IMG]
    Rambaldo scopre di aver avuto un'altra figlia​
     
  2. Kasumoto

    Kasumoto

    Registrato:
    14 Novembre 2010
    Messaggi:
    109
    Ratings:
    +0
    [​IMG]

    Antefatto:

    Sud della svizzera, asilo infantile di Santa Polenta Taragna presso Novi?no!svizzero!, ridente cittadina dei Grigioni. Qui Folco d’Este, per tutti, Folco Boffin (di cui potete vedere la foto), sta parlando con il suo cancelliere, il sign. Rezzonico, il suo generale, il poliziotto Huber, e l’antipaticissimo maestro delle spie il sign. Gervasoni. Puntò il dito sulla mappa lego portata dai suoi collaboratori, e chiese:
    “o t’ho guarda queste armate, di chi sono?”.
    “Del conte Rambaldo I di Treviso”.
    “E chi le comanda?”.
    “Un tale… leggiamo … Chiaffredo!”.
    “AHAHAHAHAHAHAHAAH”. Scoppiarono tutti in sonore risate. Anche il sign. Gervasoni.

    [​IMG]
    (ecco da sinistra il sign.Rezzonico, gran cancelliere, il poliziotto Huber, gran generale, esibirsi in un classico scherzo dei Grigioni fatto alle spase del maestro delle spie il sign. Gervasoni) ​


    Folco d’Este era il figlio secondogenito del Duca Alberto Azzo d’Este (Duca di Lombardia e conte di Padova) e giustamente detto “Albertazzo” e di Garsenda, una moglie francese di seconda mano. Folco era il conte dei Grigioni, che allegria eh? Era condannato a passare il resto della sua misera esistenza tra caprette intente a fargli ciao, e gli appassionanti intrighi orditi dal sign. Gervasoni ai danni del sign. Rezzonico e puntualmente sgominati dal poliziotto Huber. A lungo andare stufavano. Al che, ancora costretto per 4 anni presso l’asilo di Santa Polenta Taragna, il giovane Folco decise di premeditare le azioni future.

    [​IMG]
    (Folco "Boffin" d'Este all'età di 16 anni)​

    Ah t’ho, Rambaldo I è diventato Duca di Verona. Chiaffredo sta guidando le truppe scaligere verso il Mekleburgo per aiutare l’imperatore. AHAHAHAHAAH Chiaffredo!!!

    p.s. Rambaldo non avrà mai Padova! Sarà MIA!!!


    KILL UGO VOL.1


    Mentre riceveva lusinghiere proposte di matrimonio matrilineare dal suo vicino Rambaldo I, sempre delicatamente rifiutate, sempre più si faceva chiaro un imperativo: KILL UGO!
    Eh sì perché il povero Folco aveva un fratello maggiore che si sarebbe ereditato tutto il cucuzzaro. Folco, che in realtà era un giovane hobbit, era però anche un bastardo maniacale. Aveva due passioni: la terza colazione, e l’assassinio brutale di consanguinei. Però essendo sotto reggenza non poteva fare un bel nulla. Allora si rivolse ossessivo-compulsivamente al suo vicino Rambaldo I.
    “Mi uccideresti Ugo?”
    “Mi uccideresti Ugo?”
    “Eh?”
    “Eh?”
    “EH?!?”
    “Me lo ammazzaresti? Eh? Eh? Eh? EH?!”

    Rambaldo I “mi dispiace non ho soldi e non ho plot… ma se mi dessi Padova…”

    p.s. Rambaldo non avrà mai Padova! Sarà MIA!!!

    Al che Rambaldo I iniziò a complottare per prendersi Padova, Folco invece per prendersi l’anima di suo fratello Ugo… covando nell’intimo e attendendo la propria maggiore età..

    Intanto sign. Rezzonico, perché non vai a fare inutili rivendicazioni nello Shwyz e in giro per la Svizzera? Grazie. E attento a non rimanerne offeso…


    KILL UGO VOL.2

    Nel mentre che i Papi morivano come mosche, ma proprio eh! Tipo 4 in 2 anni, e il nostro baldo Folco Boffin si godeva la solita Canossiata (ndr. Canossiata: tipica azione idiota che vede il granducato di toscana ribellarsi da solo contro l’Impero.), il tempo passava e l’arcinemico Ugo era diventato maggiorenne, e osava pure sposarsi il maledetto!
    Folco dalla sua forzata residenza dell’asilo di Santa Polenta Taragna presso Novi?no!svizzero! in cui l’aveva lasciato il suo tutore, il sign. Rezzonico, contava gli anni, i mesi, le settimane, i giorni, le ore, i minu…zZzZzZz. ….
    …..
    Ah! Che lo dividevano dalla sua maggiore età.

    “FINALMENTE!!!! SONO MAGGIORENNE!!! Ho gli anni che aveva Chiaffredo quando ricevette la sua nomina a capitano… Chiaffredo…. AHAHAHAHAAHAHAHAHAHAAHAH”

    “Allora, controlliamo la nostra lista”
    1- Fare la terza colazione (fatto)
    2- KILL UGO
    3- Togliersi i battufoli dall’ombel….

    "Aspetta aspetta! KILL UGO! Vediamo un po’ … CAVOLO HA MESSO AL MONDO UNA MARMOCCHIA. C’è mancato poco….Vediamo un po’. Gervasoni!!!! Corrompi a destra e a manca alla corte di mio padre per farci spalleggiare nel plot!".

    *poco dopo*

    “Una lettera da mio papà? Che bello! Che dice?”
    “Smettila di complottare contro tuo fratello o ti sculaccio”
    “Uffa peròòòòòòò!”
    “Tanto lo rifaccio” (bofonchiò)

    Infatti da lì a poco Ugo venne promosso a Conte di Padova (Padova sarà un centro focale dell’universo tutto) e trasferitosi con famiglia e tutto, fu ucciso dalla sua graziosa moglie, che lo amava così tanto: Luitgard Von Zahringen. Forse era frustrata per il suo nome. Anche io lo sarei se mi chiamassi Luitgard Von Zahringen. Soprattutto sarei molto cattivo. Ah giusto, lo sono già. Pur chiamandomi Folco Boffin ed essendo un garrulo Hobbit.

    [​IMG]
    ("Vai a controllare l'antenna tesoro" Ultime parole di Luitgard Von Zahringen a suo marito Ugo d'Este conte di Padova) ​



    UN NUOVO INIZIO.

    Ora che questa è fatta posso togliermi i batuffoli.
    Ora provo ad uccidere anche mio padre valà, tanto è vecchio. Però a quanto pare è molto amato…! Vecchio ma non schiatta! E deve farlo in fretta prima che perda Padova, quell’idiota rinfanciullito.

    E declinare i tentativi di Rambaldo di coinvolgermi nel suo complotto per usurpare Padova alla mia tenera nipotina. -_-‘ inizio a pensare che questo Rambaldo mi creda un idiota. Staremo a vedere.

    P.s. Rambaldo I non ha figli maschili uhauhauhauhauhauhauhauh!!! Chissà quanto spenderà in scarpe!

    p.p.s. o cavolo nemmeno io ho figli maschi, anzi non sono nemmeno sposato! Vabbhè dai per fortuna che sono fidanzato con …con … non ricordo il nome ma è una Canossina (da non confondere con una canossiana, quelle sono suore). Ucciderò i suoi fratelli casomai…
     
  3. Kasumoto

    Kasumoto

    Registrato:
    14 Novembre 2010
    Messaggi:
    109
    Ratings:
    +0
    Contea di Padova? A chi le vostre preferenze??? VOTATE SIORI E SIORE!

    Da un lato il Duca Rambaldo I, vecchietto arcigno e fortunello, padre di tre figliuole, ex mecenate del grande CHIAFFREDO! (AHAHAHAHAHAHAHAHA)

    Dall'altra il conte-futuro-Duca Folco I, giovane e rampante hobbit svizzero dalle manie omicide, fratricida e dal fervido appetito!
     

Condividi questa Pagina