1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

l'Aquila torna a volare 3

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da TFT, 17 Agosto 2009.

?

Quale sarà la sorte di Bisanzio?

  1. Europa,Asia e America vedranno la bandiera romana sventolare

    26 voti
    40,0%
  2. Bisanzio tornerà grande e forte

    8 voti
    12,3%
  3. Bisanzio tornerà potente,ma sarà sempre superata dai nuovi Stati Nazionali

    9 voti
    13,8%
  4. Bisanzio tornerà ad essere una potenza regionale

    0 voti
    0,0%
  5. Bisanzio riuscirà a sopravvivere fra stenti ed agonia

    2 voti
    3,1%
  6. Bisanzio sarà conquistata dagli aborigeni dellei Isole Trobriand,con le loro cerbottante

    20 voti
    30,8%
  1. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    1720-1727 i 7 gloriosi anni di Tommaso I "il sublime"

    Guerra bizantino-mysoriana
    Tommaso I,in aperto contrasto con la politica bizantina che oramai da cento anni era dedita alle conquiste europee,decise di intraprendere una nuova avventura asiatica. Il suo obbiettivo era quello di creare una continuità territoriale che andasse per tutta l'india bizantina. Il Mysore era certamente l'ultimo ostacolo a questo obbiettivo. Naturalmente il misero esercito indiano,armato ancora di scudi,lance e sciamani,non potè nulla contro le moderne truppe bizantine,dotate di fucili a percussione,artiglieria e comandanti abili. La fine delle ostilità fu sincerata con una discreta espansione territoriale romana e l'unione delle varie province bizantine in india

    Guerra Bizantino-brasiliana
    Solamente un anno dopo la fine delle ostilità in India,Tommaso I diede il suo sguardo al "piccolo malato d'Europa",la Francia. Venne dichiarata la guerra al Brasile e come si supponeva i francesi intervennero in soccorso del loro alleato. Inutile descrivere una guerra che non è avvenuta; unica nota di merito va alle truppe del generale francese Charles de Borbone,che tentò di difendere Parigi con 3000 fanti,1000 cavalieri e 1000 cannoni contro 19mila fanti bizantini,con il risultato di una schiacciante sconfitta. Le trattative di pace che seguirono a questa "corta guerra",durata infatti meno di un anno,consegnarono ai romani quasi tutto ciò che restava di francese in Francia.
    Politica Interna
    Tommaso I si dedicò con vigore a sedare i ribelli e promuovere le fede ortodossa,che si diffuse in africa occidentale e in india. Tommaso fu inoltre l'ideatore della prima Costituzione di Bisanzio,il primo passo verso un futuro più sereno per tutti i sudditi di Roma. Ma questo progetto era ancora in fase di studio e solamente più avanti se ne potrà parlare
     

    Files Allegati:

  2. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    Il potere di Zoe II "la spietata" e i suoi primi dieci anni di governo (until 1737)

    Tommaso I morì improvvisamente,mentre stava stilando la Costituzione dell'Impero. La reggenza dell'Impero fu assunta da Zoe II,detta la Spietata. Molti sospettarono che l'Imperatore,divenuto pacifico e liberale,avesse attirato le antipatie della basilissa,che lo avrebbe fatto uccidere per prendere le redini dello stato. Fatto sta che una volta seduta sul Trono d'Oro l'Imperatrice mostrò immediatamente un cambio di rotta: la fede ortodossa fu usata come mezzo per cementare e unire l'Impero,nei successivi dieci anni furono convertite più province che negli ultimi 300 anni. metà dell'India e tutta la costa mediterranea divennero ortodosse. Quando la situazione si fu calmata venne poi lanciato un massiccio attacco contro l'Aragona,che portò il vessillo romano perfino in terra germanica,dove Colonia si arrese e divenne un mite vassallo.

    Come si evolveranno gli ultimi 90 anni di storia bizantina con una guida così aggressiva?
     

    Files Allegati:

  3. Markenos

    Markenos

    Registrato:
    11 Marzo 2009
    Messaggi:
    2.324
    Ratings:
    +1

    si evolverà che ci sta una bella guerra mondiale contro spagna e occidente (ciò che ne è rimasto)....:D:D:approved::approved::approved:
     
  4. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    Vogliamo la -1a Guerra Mondiale :approved: Ci vuole un finale da urlo :D
     
  5. Markenos

    Markenos

    Registrato:
    11 Marzo 2009
    Messaggi:
    2.324
    Ratings:
    +1
    magari per l'occasione potresti mettere come in rising nation che modificando il file religion ( e mettendo tutte annex = yes) si può annettere subito una provincia come colonia......vedi che se dopo scoppierebbe una guerra anche solo contro la spagnasarebbe una cosa spaventosa.....da crepare....:dead::dead::dead::D:D:D
     
  6. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    1737-1747 gli "anni gloriosi" di Zoe II

    La guerra indiana
    Passati tre anni in completa tranquillità,in cui Zoe II esportò la fede ortodossa nell'india interna,trovando una grande opposizione da parte della popolazione locale che venne prontamente repressa nel sangue,la Basilissa ordinò di preparare le truppe per l'invasione del Mysore,spezzando il potere del primo stato indiano libero per grandezza e forza. Nonostante i dignitari di corte e i diplomatici informarono la Signora che il paese necessitava di più tempo senza guerra per stabilizzarsi (BB 21),Zoe rispose semplicemente "radunate l'esercito",quindi fu la guerra. Il conflitto durò un annetto scarso,le truppe bizantine furono ovviamente stupefacenti rispetto alle deboli milizie di lanceri dei poveri indiani,che dovettero rinunciare a buona parte dei loro territori nel nord

    Germania Capta
    Ma nemmeno un anno dopo la fine della guerra indiana,Zoe mostrò alla Corte un progetto che sognava di realizzare fin da quando era principessa: la conquista della Germania con la distruzione del Sacro Romano Impero. Nonostante molti nobili e dignitari di corte ammisero che avrebbero preferito un'azione contro i resti della Francia,Zoe pareva intenzionata a portare il vessillo romano fino a Brandeburgo. Venne dichiarata guerra a Wuttemberg,che venne prontalmente difeso dal Sacro Romano imperatore di Maclemburgo e da altri piccoli staterelli tedeschi desiderosi di mostrare i muscoli al colosso bizantino. Furono impiegati appena tredicimila uomini per svolgere il conflitto,ma almeno 30mila soldati dei vari vassalli bizantini. LA guerra durò poco più di un anno e tutti gli stati tedesch coinvolti furono costretti a riconoscere la supremazia di Bisanzio,divenendo vassalli. Zoe era quindi in procinto di distruggere l'Impero germanico,quando i Grandi Elettori gli proposero di indossare la corona e divenire Imperatrice delle genti romane e delle genti germaniche. La proposta fu accettata e la Basilissa divenne la suprema Signora di Germania

    PS in rosso potete vedere le conquiste delle imprese militari
    il BB è a 22
    ho qualcosa come una quindicina di vassalli,per la maggior parte monoregioni
     

    Files Allegati:

  7. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    1747-1757 la Costituzione bizantina e le nuove guerre

    Zoe II,una volta eletta basilissa del SRi dovette affrontare un lungo periodo (5 anni) costernato di rivolte,richieste secessionistiche e religiose. la sua politica aggressiva gli aveva alienato molte simpatie (BB sulla trentina) e ora più che mai un Impero così vasto necessitava di alcune regole che dessero agli individui qualche libertà fondamentale,oltre quella religiosa. Così,dopo quasi in centinaio di anni dai primi moti liberali in europa Bisanzio concesse una sua Costituzione. In questo trattato veniva delegato il potere legislativo al senato di Costantinopoli,che tuttavia mantenne un'autorità poco più che nominale,visto che la basilissa disponeva del diritto di veto. Una volta sistemate le questioni interne Zoe II lanciò una nuova offensiva in India,che portò l'Impero ad acquisire nuovi territori senza alcuno sforzo. un paio di anni dopo ( 1753) l'occhio dell'Aquila fu puntato su Orleans,che cadde e venne annesso senza nemmeno tentare la resistenza. Ma la guerra più gloriosa successa in questo decennio è senza dubbio quella Omanica

    La guerra omanica (1755-1757)

    Antefatti
    l'Oman era l'Impero islamico più potente e più sviluppato allora esistente,esteso dall'Iraq fino all'isola di Zanzibar. le sue truppe erano temute perfino dagli europei e da tempo immemore vigeva con Bisanzio una gerra fredda. gli omanici cercavano di fomentare le rivolte nelle terre musulmane bizantine,mentre questi ultimi assoldavano pirati per bloccare i porti e fomentavano le rivolte in terra ortodossa omanica (etiopia e socotora). La goccia che fece traboccare il vaso fu la cristianizzazione de La Mecca e di Medina. Il sultano omanico minacciò ripercussioni e in tutta risposta Zoe II,che non era certo una sovrana paziente,inviò la dichiarazione di guerra. L'esercito bizantino era composto da due gruppi da 10mila uomini e uno da cinquemila,capitanati però da alcuni generali veramente eccezionali (tradizione militare 65) che rispondevano ai nomi di Skleros (per il fronte nord),Kastor (che avrebbe attaccato la costa orientale del mar rosso) e Kadornas (che avrebbe attaccato la costa orientale del mar rosso). L'esercito romano era inoltre stato appena ammodernato con nuove armi e tecniche (land 30),mentre quello omanico infondo pareva non essere veramente così moderno quanto gli altri affermavano (25)

    Svolgimento e battaglia di Moka
    L'esercito bizantino a nord vinse una piccola battaglia e conquistò la fortezza locale. Kadornas si mosse con celerità assediando Tigre e Massaua,giungendo entro la fine dell'anno a Zeta e schiacciando i gruppi di cavalleria omanica che ogni tanto si vedevano ingiro. Kastor invece iniziò ad avanzare e si trovò subito di fronte il grosso dell'esercito omanico,ventunmila uomini capitanati dallo stesso sultato Ibra-hal-hadi,che si vantava di essere un fiero guerriero. L'esercito omanico ebbe ragione di alcuni piccoli battaglioni di memelucchi vassalli di Bisanzio,che avevano posto d'assedio alcune città nemiche costiere. Molti chiesero a Kastor di arretrare fino a Medina e di attendere i rinforzi da nord,ma lui non cedette alla paura e espugnate alcune fortezze nemiche si mosse verso la città di San'a,assediandola. Immediatamente il sultano fece dietro front e si mosse verso la città,dando battaglia al grande generale romano che gli inflisse una sconfitta schiacciante come non se ne erano mai viste prima di allora. L'esercito del sultano ripiegò allora su Moka,ben fortificata e rifornita di provviste,cercando volontari per rimpolpare la sua armata. nonostante la vittoria gli omaniti erano ancora in netta superiorità numerica rispetto alle forze di kastor,che tuttavia non si diede pervinto e assediò Moka,combattendo il sultano per la seconda volta e distruggendo la sua armata in modo definitivo. lo stesso Ibra cadde vittima della battaglia. Una volta sconfitto l'esercito nemico a Moka gli omaniti persero la speranza e non seppero più organizzare una resistenza efficace


    La disfatta di Mascate e la resa
    L'esercito del vassallo veneto intanto sbarcò a Zanzibar,prendendo la città e risalendo rapidamente lungo la costa africana. Kadornas occupò interamente l'AOO (Africa orientale Omanica). Unico successo dell'esercito omanico in tutta la guerra fu l'essedio dell'Isola di Mahe,un borgo di pescatori che non disponeva nemmeno di una guarnigione. Kastor risalì poi la costa arabica,assediando e prendendo ogni città fino alla capitolazione di Mascate,la capitale,dopo che un esercito di circa 3000 uomini ebbe tentato una flebile resistenza. Le trattative di pace fecero arricchiere Bisanzio di immensi territori in africa e arabia,mentre i generali della guerra vennero portati in trionfo sotto la Porta San Romano

    Nella seconda cartina potete vedere le fasi della guerra,l'avanzata romana in rosso,le conquiste romane in porpora aereografato e le conquiste omaniche in grigino aereografato


     

    Files Allegati:

  8. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    :eek: grande TFT, mai visto l'america quasi completamente spagnola o_O
     
  9. BlackTopo

    BlackTopo

    Registrato:
    6 Luglio 2008
    Messaggi:
    122
    Località:
    Novara
    Ratings:
    +0
    Non so se ne avrai il tmepo, ma la una guerra contro la spagna sarebbe davvero un bel conflitto ;)
    Come t sei regolato con il BB e l rivolte? non ne soffri con un impero così vasto? quanti uomini schieri e con che mantenimento?
     
  10. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    BB è sempre sulla tretina purtroppo,mentre le rivolte non le sento minimamente,capita che si ribellino quei 20mila indiani ogni tanto ma li sconfiggo senza problemi (forse anche per via di una tradizione militare pari a 60)
    Il mantenimento è sempre al massimo e di uomini dovrei averne sui 200 mila più o meno. una guerra contro la Spagna è impossibile: riesco facilmente ad occupare tutte le province continentali ma poi loro con la loro invicibile flotta mi distruggono la WE bloccandomi i porti
     
  11. Gali88

    Gali88

    Registrato:
    17 Settembre 2009
    Messaggi:
    236
    Ratings:
    +0
    grande tft! ho iniziato anche io una partita con bisanzio ed è davvero molto bella come fazione!!
     
  12. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    Basileus Basileon, Basileuon Basileuonton! fai vedere al mondo che Bisanzio non cederà!

    Ricorda un fatto fondamentale: Ungheria e Ottomani...una volta buttati fuori questi due puoi fare tutto quello che ti pare

    Io sono nel 1767 ora e ho BB 22,non so se annettere quello che rimane della Francia o eliminare gli stati tedeschi che non mi votano (colonia e Assia)
     
  13. Gali88

    Gali88

    Registrato:
    17 Settembre 2009
    Messaggi:
    236
    Ratings:
    +0
    eh per adesso sono ancora all'inizio. aprirò comunque un aar in merito
     
  14. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    Gli ultimi anni di Zoe II
    L'imperatrice rimase calma solamente per qualche annetto,sentendosi oramai vecchia e prossima alla morte decise di compiere la sua ultima impresa; il suo sogno era quello di portare la bandiera bizantini agli antichi confini occidentali,conquistando Artois,Piccardia e in generale eliminando la Francia dalla faccia della terra. Gli anni che precedettero la guerra (64-67) furono giustamente chiamati il "periodo dell'edificazione",durante questo tempo infatti la basilissa diede un fortissimo impulso alla colonizzazione dell'africa centrale,cambiò inoltre il volto dei balcani e dell'asia minore edificanto 15 mercati,7 laboratori,un paio di guardie e un'università. La religione ortodossa divenne dominante in Italia e India,di fatto rimanevano solamente gli infedeli dell'Iran e i protestanti francesi,tutto il resto era sotto il comando della Vera Croce.

    La guerra con la Francia e le imprese di Kastor
    L'inizio delle ostilità furono alquanto improvvise e feroci,flettendo immediatamente a favore di Bisanzio. L'esercito francese,forte di una riforma militare e comandato daun valente generale tenne testa alle truppe bizantine per quasi 4 mesi,respingendole in continuazione e mantenendo saldo il comando su Parigi. Tutto il resto però andava in rovina,le terre degli alleati francesi (papisti,provenzali,guasconi) cadevano una dopo l'altra nelle mani delle possenti armate romane,sicchè a fine anno solamente la capitale poteva definirsi ancora libera. Per concludere in guerra questa campagna Zoe II assegnò un corpo di diecimila fanta al famosissimo generale Kastor,che venne chiamato dall'Italia dove era stato lungamente impegnato a sedare con successo una rivolta di ben 20mila napoletani. L'arrivo di Kasto Mouzalon accellerò le sorti del conflitto,facendo cadere Parigi in 12giorni di assedio,dopo che il suo esercito fu spazzato via,nessuno dei 15mila francesi sopravvisse. Le clausole di pace che vennero imposte limitarono la sovranità francese alla sola Parigi e al Lussemburgo

    l'Impero di Michele V e la guerra d'africa (1773-1773)
    Non appena la guerra fu terminata,sentendo il successo dell'assedio di Parigi,Zoe II spirò. Non avendo lasciato alcun figlio per governare l'Impero,il Senato di Costantinopoli elesse all'unanimitò imperatore Kastor Mouzalon. Tuttavia il vecchio generale preferì ritirarsi a vita privata,nominado suo successore il proprio primogenito,Manuele Mouzalon,che salì al trono con il nome di Manuele V. Manuele era cresciuto con il padre negli ambienti militari,non era quindi una persona molto diplomatica,ma sapeva come comandare un esercito ed era dotato anche di buona competenza amministrativa. Profondamente devoto,restò indignato quando il regno d'etiopia abbandonò la chiesa copta per convertirsi allo sciamanesimo. Essendo il Difensore della Fede e non tollerando oltre questo terribile fatto,decise di muovere guerra agli etiopi,con l'intento di riportarli sulla retta via. La guerra durò meno di sei mesi, due eserciti composti da diecimila uomini assalirono l'etiopia,dividendola in due e quindi schiacciando ogni sacca di resistenza. L'esercito del Negus,forte di 35mila uomini armati di lance e bastoni non potè nulla contro i cannoni e i fucili dei romani. L'etiopia fu sostanzialmente inglobata nello stato bizantino. Sotto Manuele V aumentò la pressione commerciale dei marcanti bizantini,che oramai detenevano il monopolio di 15 centri commerciali. La dinastia Mouzalon fu la terza a prendere il potere,dopo quella dei Palelogi (che lo presero nel 1261) e quella dei Laskaris (che lo presero nel corso del 1600)


    ps sono possedimenti Bizantini anche il corno d'oro e il sudafrica verde,sorry mi sono dimenticato di colorarli


     

    Files Allegati:

  15. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    Io non ho ancora capito, chi è quello stato blu enorme che si estende a nord dei confini impreriali in medio oriente :confused:
     
  16. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    La Georgia,ma fidati che è grande solo sulla mappa...sarà a dir tanto una trentina di regioni,le terre asiatiche sono povere e grandissime
     
  17. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    Un'Impero apparentemente potente ma povero ed arretrato :approved: Hai intenzione di buttarla giù anche quella ?
     
  18. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    mha non ci ho mai pensato,infondo sono ortodossi dai vogliamogli bene...e poi non mi servono le terre siberiane. Non so se conquistare la Germania,quello che resta della Francia,l'India o l'Indocina..o l'arabia
     
  19. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    1773-1790 L'alba di una nuova era

    La morte di Michele V Kastor
    L'imperatore regnò ancora qualche anno,sedando rivolte e portando l'ortodossia fino al corno d'africa,estripando musulmani e sciamani vari. Purtroppo però il sovrano fu colto da un terribile malore e spirò poco dopo. Nonostante la prematura morte il Basileus aveva già preparato il piano finale per la conquista di Parigi,che sarebbe stata di li a poco ribattezzate Lutetia

    Manuele IX Kastor e la conquista di Parigi
    Il fratello minore di Michele,Manuel, fu designato dal Senato e dal precedente sovrano come successore al trono di Cristo,prendendo il potere con il nome di Manuele IX. Il primo atto che fece il nuovo imperator fu l'emanare una serie di leggi favorevoli alla ricerca scientifica,che permisero di migliorare non poco le tecnologie governative (43),mentre l'esercito rimaneva alquanto vecchiotto rispetto a quello delle potenze mondiali come Spagna e Scandinavia (solo 33). Tuttavia le armate imperiali,forti di un numero spropositato di effettivi,si sentivano sicure e marciarono su Parigi non appena Manuele dichiarò la guerra. La resistenza dell'esercito parigino fu feroce ma non bastò per fermare l'abilità del generale Palyologo,che portò la bandiera romana sulla città ponendo la parola fine a più di mille anni di storia Franca. Gli alleati della Francia: Scandinavia e Louisiana,continuarono a combattere per un paio di anni una guerra alquanto statica,fatta soprattutto di piccole scaramucce e labili conquiste in territorio di oltreoceano,infine il tutto si concluse con una pace bianca

    Napoleone l'intrepido
    la situazione pareva tranquilla e Manuele stava già pianificanto l'invasione dell'Oman,con il pretesto di liberare gli ortodossi di Socotora dal dominio arabo. La sua spedizione dovette aspettare e venne addirittura rimandata per una serie di gravissimi eventi. A Nasso scoppiò una rivolta di rivoluzionari democratici (10mila) che tennero impegnate le truppe di tre Strateghi per quasi un anno. Ma questo fu solo l'inizio,infatti nel 1788 un giovane comandante francese di nome Napoleone Bonaparte. guidò una pesantissima rivolta che prese fuoco dalla Borgogna fino a Parigi e vide più di 30mila uomini a sostenerla. I Rivoluzionari volevano l'indipendenza della Francia sotto un regime democratico e liberale,non tollerando la dominazione bizantina. Gli eserciti romani furono più volte sconfitti e Parigi venne occupata dai bonapartisti,che si mossero verso sud per ricongiungersi con i loro alleati che nel frattempo avevano preso la Borgogna. Ci vollero più di 50mila uomini alla testa del generale Laskaris Ghiorghios per sedare la rivolta,sconfiggendo i nemici presso Orleans e quindi annientandoli definitivamente poco a nord di Lutetia. Napoleone fu condannato a morte e la sua impresa rivoluzionaria rimase un tentativa fallito di ribellione contro l'Impero



    Legenda Mappa Europa (1790)
    in porpora le terre dei romani
    in nero le terre non dei romani
    in rosso gli stati germanici che sostengono il Sacro Romano imperatore Manuele IX
    in giallo gli stati tedeschi avversi al dominio bizantino
    in rosso sono scritte le province romane,mentre i pallini sono le capitali sono,a partire da sinistra: Cordoba,Barcellona,Bordeaoux,Lutetia,Tolosa,Calais,Treviri,Vienna,Bratislava,Mondavar,Ryazan,Ragusa,Bucarest,Costantinopoli,Mistra,Antiochia,Gerusalemme,Alessandria,Cirene,Cartagine,Glasgow,Lubecca
     

    Files Allegati:

  20. andy

    andy

    Registrato:
    20 Maggio 2008
    Messaggi:
    2.341
    Ratings:
    +114
    Ottimo, dai fonda la UE Bizantina :D
     

Condividi questa Pagina