1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[la religione]

Discussione in 'Una storia tutta da raccontare' iniziata da Filippo I di S.G., 9 Febbraio 2012.

  1. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.632
    Ratings:
    +139
    A parte il fatto che non mi risulta che nel racconto si parli di splendide vesti.

    Il culto è nato da almeno 100 anni, in tutto questo tempo avranno ben trovato il modo di recuperare le risorse per costruire il monastero, dopo tutto la maggioranza degli abitanti della provinci segue la religione del Sole Invitto.

    Senza contare che il monastero potrebe essere nato come un piccolo villaggio di casupole e poi essersi ingrandito ed espanso grazie al lavoro degli occupanti e dei nuovi arrivi, non deve per forza essere stato progettato e costruito com'è ora dall'inizio.
    Oltre tutto come luogo di nascit adle culto il monastero di Tabi sarà, molto probaiblmente, meta di pellegrinaggio dei fedeli e quindi godrà dei dell'incasso dei relativi oboli.

    Da un pò di anni è il culto è assiso alla vetta di religone di stato ed a avuto un'impennata di importanza, conversioni e quindi anche risorse.
     
  2. huirttps

    huirttps

    Registrato:
    1 Novembre 2009
    Messaggi:
    2.304
    Località:
    shamalaya
    Ratings:
    +674
    Secondo me queste tre affermazioni non possono coesistere. Come dice zethani, col quale sono d'accordo, una religione di Stato non può essere minoritaria.
    Riprendo dal rapporto Cristianesimo-Costantino http://it.wikipedia.org/wiki/Costantino_I#Il_contesto_religioso
    Costantino fu certamente il primo a comprendere l'importanza della nuova religione cristiana per rafforzare la coesione culturale e politica dell'impero romano.

    ..Dietro quella donazione, quindi, probabilmente c'era già il vasto disegno politico non tanto di favorire la supremazia del Cristianesimo..quanto di evitare che l'Impero fosse disgregato da tensioni religiose tra i culti pagani tradizionali ed il nuovo culto rappresentato dal Cristianesimo.

    ..La politica di Costantino mirava a creare una base salda per il potere imperiale nella stessa religione cristiana..

    Quindi l'appoggio è prettamente politico, un motivo di stabilizzazione. Piuttosto che dover perseguitare la maggioranza della popolazione con grossi rischi di insurrezione, tanto meglio ufficializzare un dato di fatto, cioè che la maggior parte della popolazione è cristiana.

    Bhè però aspetta, il cristianesimo, al quale si ispira questo culto, si era diffuso in quelle regioni che erano le più importanti dell'Impero!
    http://it.wikipedia.org/wiki/Economia_dell%27Impero_romano#Squilibri_fra_le_province

    ..Ad avvantaggiarsi furono la Gallia,..., e le province orientali, ricche di materie prime e di manodopera a basso costo, che consentirono loro un notevole sviluppo commerciale ed industriale.

    Il nuovo centro vitale dell'Impero romano si era spostato ad Oriente (Costantinopoli), non a caso l'Impero d'Oriente sopravvisse a quello occidentale.

    Per tornare a Xelenan direi che è, essendo una regione "nuova" (colonizzata da non molto) , di importanza relativa. Non mi sembra che ci siano risorse importanti (oro, argento..) quindi il culto del sole può essere nato da queste parti ma si deve essere necessariamente diffuso in vasti strati della popolazione dell'Impero, altrimenti perchè fare di una religione praticata in una sperduta regione di confine la religione ufficiale dell'Impero?

    @Cesare : il tuo abito mi piace un sacco! Come pensi di colorarlo?
     
  3. Filippo I di S.G.

    Filippo I di S.G.

    Registrato:
    30 Marzo 2007
    Messaggi:
    2.573
    Località:
    Santa Giustina Bellunese
    Ratings:
    +0
    Ho allegato una carta globale dell'impero, nell'altra discussione. Io direi che il nostro culto potrebbe essere predominante, oltre che nello Xelenan, anche nelle province poste tra esso e la grande insenatura che divida le province di Fagardia e di Dalaria, e in diffusione nelle restanti. Dunque ingloberebbe gran parte delle aree più popolose e rilevanti (vedi il verde).
    Lo Xelenan possiede ampie miniere di argento, proprio nei pressi della capitale Saala (che inizialmente è sorta proprio come centro minerario). Ci sono inoltre miniere di vari metalli nella zona di Rowotomi, quindi non è così insignificante economicamente parlando
     
  4. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.632
    Ratings:
    +139
    Magari perchè l'imperatore è un fedele di tale religione.
    In un contesto multireligioso tollerante può benissimo esserci una religone di stato che ha grosso seguito presso l'elite politico/economica ma è ancora minoritaria presso la massa popolare.
     
  5. cesare94

    cesare94

    Registrato:
    23 Dicembre 2011
    Messaggi:
    103
    Località:
    Un paesino disperso nelle campagne ferraresi XD
    Ratings:
    +0
    Mi fa piacere che l' abito sia piaciuto, prima di colorarlo vorrei sapere cosa ne pensa filippo e magari se a lui davvero interesserà mi darà lui stesso direttive.
    Comunque ora prima di tutto voglio disegnare Samus poi farò i colori (e finirò di fare il prete che gli manca il busto sempre se il vestito verrà accettato)

    COMUNQUE ti dico pure ciò che penso: i commenti sono abbastanza spaccati ce chi li apprezza, chi non si degna di guardarli e chi preferirebbe il buon uso della immaginazione. Accetto tutte le 3 cose e magari vorrei sapere che dice filippo: Se vorrà che tratto questi disegni e ne faccio altri...se vuole che tratto tutti i vari argomenti, se vuole che evito di disegnare i personaggi (per lasciare immaginare) e mi concentro su location, abiti, personaggi secondari (come i monaci) oppure se non vuole nulla di ciò. Comunque anche in quel caso mi divertirò lo stesso a disegnare anche se non avranno alcuna rilevanza, perchè è pur sempre una forma di espressione :)

    comunque si potrebbe lo stesso pensare a questa religione, vedi metalupo, come una religione dei ceti alti
     
  6. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.632
    Ratings:
    +139
    Io sono contrario a disegnare i personaggi, preferisco immaginarmi il loro aspetto, ma non a disegnare gli oggetti rilevanti, tra cui anche particolari abiti o divise, che possano apparire nella storia.
     
  7. cesare94

    cesare94

    Registrato:
    23 Dicembre 2011
    Messaggi:
    103
    Località:
    Un paesino disperso nelle campagne ferraresi XD
    Ratings:
    +0
    Si appunto come dicevo pure io tra le varie opzioni :)
     
  8. Filippo I di S.G.

    Filippo I di S.G.

    Registrato:
    30 Marzo 2007
    Messaggi:
    2.573
    Località:
    Santa Giustina Bellunese
    Ratings:
    +0
    Questa sera vedo di postare un'idea di come mi ero immaginato io gli abiti dei monaci ;) Comunque se ti piace farlo, hai il mio beneplacito per disegnare quello che vuoi. Come detto, i personaggi eviterei, sì invece a vestiti (anche uniformi volendo, anche se dobbiamo ancora delineare bene le tipologie di soldati che si incontreranno). Ma qui si rischia di finire Off Topic. Adesso ti mando un pm
     

Condividi questa Pagina