1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Il leone del deserto

Discussione in 'Media' iniziata da Rob84, 13 Settembre 2008.

  1. Rob84

    Rob84

    Registrato:
    11 Gennaio 2008
    Messaggi:
    612
    Località:
    Genova
    Ratings:
    +0
    Forse non tutti sanno dell'esistenza di questo film: "Il leone del deserto" (Lion of the desert) del 1981 di Moustapha Akkad che parla dei crimini di guerra italiani in Libia nel periodo pre-II WW particolarmente incentrato sulla figura di Graziani.
    A me ha incuriosito perchè ho scoperto che in Italia è stato censurato per "vilipendio delle forze armate italiane" e volevo vedere cosa c'era di così clamoroso contro i nostri soldati. Ve lo consiglio perchè è veramente allucinante anche se fosse vero solo un terzo delle cose che si vedono. Gli italiani sono sistematicamente raffigurati come degli Imbecilli crudeli che non sanno fare la guerra e vengono costantemente presi per il naso dai ribelli libici di Omar Al-Mukhtar e allora si rifanno sui civili: stupri, stragi, fucilazioni, crudeltà varie, campi di sterminio, alcuni nostri generali appaiono come dei bamboccioni sadici.
    Più volte sono stato sul punto di interrompere la visione perchè mi sembrava una grossa presa per i fondelli agli italiani in generale ma ero curioso e anche un pò inquietato nell'entrare nell'ottica di chi è stato colonizzato da noi per circa una trentina di anni.
    Inoltre dal punto di vista strettamente storico è piuttosto curioso delle volte mi sembra accurato (nelle uniformi e negli automezzi degli italiani) però poi compaiono delle stranissime autoblindo e centinaia di carri armati vecchissimi (tipo I WW) che attaccano in massa l'oasi di Cufra. Mah :confused:
    I nostri uomini cadono a frotte e il film spiega che la guerra entrò in una fase di stallo e che le nostre perdite furono altissime. Quanto c'è di vero? Qualcuno è esperto di quel periodo e dei mezzi usati dagli italiani?
    Un discorso a parte lo meritano Mussolini che sembra un pagliaccio matto (sembra Hitler di Chaplin) e un Graziani inquietantemente sadico e squilibrato che manda a morte centinaia di suoi uomini per catturare il bandito libico. Mah.

    Qualcuno ha visto il film? Cosa ne pensate?
    Qui per una veloce letta su wiki:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Il_leone_del_deserto
     
  2. Panzer

    Panzer

    Registrato:
    26 Luglio 2007
    Messaggi:
    3.922
    Località:
    Bergamo
    Ratings:
    +9
    Beh, la Libia è stata sempre difficile da domare per gli italiani, almeno fino al 1933... Forse il film si rifà proprio a quel periodo, anche se naturalmente il regista avrà calcato la mano sulla vicenda...:humm:
     
  3. uriel1987

    uriel1987

    Registrato:
    24 Giugno 2007
    Messaggi:
    1.040
    Ratings:
    +31
    Io l'ho trovato nel complesso un bellissimo film, sicuramente un kolossal per gli attori e le risorse impiegate. Le carenze delle nostre truppe non so quanto siano esagerate, fatto sta che i nostri erano coscritti e male equipaggiati per la guerra nel deserto, mentre avevamo dei nemici molto ben guidati e comandati che colpivano di sorpresa con tattiche di guerriglia, oltretutto conoscevano molto bene il territorio. Fatto sta che crearono enormi problemi agli Italiani, che reagirono con i lager ben descritti nel film... Ho parlato con un libico che ha avuto un nonno fucilato dai nostri e mi ha confermato che ci andavamo abbastanza pesante :cautious:
    Comunque avevo letto non ricordo dove che il film ha delle inesattezze, come il colloquio tra i leader "amici" degli italiani, fatto per screditare gli altri gruppi etnici Libici, ma non so se sia vero.
    Più che altro sono rimasto sconvolto dalla ripetuta censura, davvero ridicola... E' come se censurassero Shindler List o Il Pianista in Germania...
     
  4. Rob84

    Rob84

    Registrato:
    11 Gennaio 2008
    Messaggi:
    612
    Località:
    Genova
    Ratings:
    +0
    si, è vero Gheddafi ha gentilmente chiesto al regista di mettere in cattiva luce i senussi, suoi avversari politici, che nel film cercano di convincere Al Mukhtar ad abbandonare la lotta contro gli italiani.



    Guarda, io con la censura non sono mai d'accordo. Anche a me sembrava strana perchè di solito (che sia giusto o no non mi interessa) quella parte della storia italiana che è il fascismo viene rinnegata in tutti i suoi aspetti. Per questo non capisco perchè censurare un film polemico verso l'Italia fascista. La spiegazione che mi son dato è che il regista non calca la mano solo sui mandanti e i pezzi grossi (Mussolini, Graziani) ma anche sul comune soldato. C'é una scena in cui un graduato italiano sceglie di sparare in testa a un libico appositamente perchè è vicino a un bambino. Il fatto è che i vari generali italiani che eseguirono gli ordini di Mussolini, per scelta politica, si è scelto di non condannarli. Roatta, Gariboldi, Bergonzoli, Gambara, Graziani etc. etc. qualcuno si è fatto qualche anno di galera, qualcuno no, qualcuno è diventato addirittura senatore ma nel film avrebbero potuto essere uno di quegli efferati generali. La censura secondo me è stata la continuità di questa politica.
     
  5. Solctis

    Solctis

    Registrato:
    24 Giugno 2007
    Messaggi:
    1.245
    Località:
    Regio IX Liguria. Dal Varo al Magra
    Ratings:
    +0
    Dai vostri commenti mi pare di capire che sia un film propaganda.
    Muhammar ci ha fatto una vita di proclami sull'odio versi gli italiani....
     
  6. uriel1987

    uriel1987

    Registrato:
    24 Giugno 2007
    Messaggi:
    1.040
    Ratings:
    +31
    E' chiaro che un film del genere, ancora di più fatto in libia non può essere che di parte, come la buona parte dei film sulla guerra comunque.
    E' anche chiaro che viene ridicolizzato il regime fascista, con la sua pretesa di riformare l'Impero Romano conquistando i beduini e il deserto libico :), oltre che alla impreparazione dell'esercito Italiano.
    Più avanti nel film comunque, man mano che gli Italiani prendono più sul serio i rivoltosi, arrivano equipaggiamenti più pesanti e più soldati addestrati, e a quel punto è un massacro dei guerriglieri Libici.
    Nelle scene di violenza, è vero sono molto crude ma sono tutte cose che sono sicuramente successe. Un'intero popolo deportato, donne violentate, e fucilazioni sommarie di civili, che all'epoca erano rappresaglie contro i ribelli perfettamente legali a quanto ne so :humm:.
    In generale a parte qualche pezzo chiaramente a scopo propagandistico è un film ben fatto, che ha come tema principale l'oppressione coloniale e la voglia di libertà dei popoli conquistati.
    Temo sia stato vietato sopratutto perchè il popolo Italiano al contrario di quello tedesco non sa delle atrocità commesse nelle nostre avventure coloniali ( che del resto cominciarono prima del fascismo) c'è questo mito dell'italiano brava gente e dopo la guerra c'è stata un'opera di rimozione, lo dimostra il fatto che nessuno sà delle nostre schifezze compiute all'estero, mentre si sa fino alla nausea della ferocia Tedesca e Giapponese...
     
  7. lorenzozanelli

    lorenzozanelli

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    197
    Località:
    genova
    Ratings:
    +0
    Ho visto il film e trovo che, nonostante le ovvie esagerazioni, il fatto di esser censurato in Italia sia molto, molto grave. :wall:
     
  8. ange2222

    ange2222

    Registrato:
    27 Dicembre 2006
    Messaggi:
    6.791
    Località:
    Brescia
    Ratings:
    +1
    purtroppo non l'ho mai visto,
    credo che la censura sia un errore: se il film è una cavolata si censura da se (vedi Alex l'Ariete):D
     
  9. Sicut leones

    Sicut leones

    Registrato:
    29 Agosto 2007
    Messaggi:
    970
    Località:
    Bergamo
    Ratings:
    +1
    le centinaia di carri armati usate dalle truppe "Italiane"(per maggioranza Ascari e Libici) a Giarabub, sono 2(due) fiat 3000 mod 21 e 8 Blindo leggere Tipo Libia,
    e alcuni camion attrezzati con mitragliatrici

    a Cufra invece usarono truppe cammellate contro i Senussi....
     
  10. ange2222

    ange2222

    Registrato:
    27 Dicembre 2006
    Messaggi:
    6.791
    Località:
    Brescia
    Ratings:
    +1
    non sottovalutiamo troppo il FIAT 3000,
    Ras Tafari Maconnen divenne Negus Neghesti grazie all'aiuto di un FIAT 3000.
    :D

    PS: se non sbaglio furono impiegati a Gela contro gli americani nel 1943
     
  11. Rob84

    Rob84

    Registrato:
    11 Gennaio 2008
    Messaggi:
    612
    Località:
    Genova
    Ratings:
    +0
    Sicuramente, almeno in parte, è stato manipolato da Gheddafi. Nel film Gheddafi dovrebbe essere il bambino che assiste all'impiccagione di Al-Mukhtar.
    In più c'è la storia della messa in cattiva luce dei senussi.
     
  12. Rob84

    Rob84

    Registrato:
    11 Gennaio 2008
    Messaggi:
    612
    Località:
    Genova
    Ratings:
    +0
    Ah ecco! C'è una scena del film in cui gli italiani scaricano così tanti carri armati a Tripoli che ho cominciato a pensare che l'Afrika Corps avesse cominciato a mandare le prime unità nel '29 :D
     
  13. lucared95

    lucared95

    Registrato:
    12 Ottobre 2007
    Messaggi:
    1.457
    Località:
    Belluno
    Ratings:
    +0
    penso che un film del genere sia uno di propaganda libico:D:D
    a sentire voi questi libici sembrano tutti rambo:D, poi parlando seriamente tutti gli eserciti commettono atrocità, e forse Graziani era uno dei più "cattivi", tuttavia se pur con metodi poco ortodossi riuscì a pacificare la libia...
    poi che il film sia stato censurato mi pare assurdo, sarebbe allora da censurare qui asterix o sturmtruppen in germania:D! ovvio che chiunque capisce che cè una(forse non tanto ) implicita presa in giro...


    p.s. per essere precisi l'oasi di cufra venne conquistata nel gennaio 1931
     
  14. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    pacificarla completamente? le regioni interne non mi pare... e comunque i suoi bei metodi ci hanno fatto un bel servizio...
     
  15. Maglor

    Maglor

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    3.073
    Località:
    Rivara (TO)
    Ratings:
    +1
    va reso atto a graziani del fatto che suppur utilizzando metodi al limite del genocidio riuscì effettivamente a portare la libia sotto il controllo italiano, regioni costiere ed interne, infatti i ribelli superstiti furono costretti a fuggire in tunisia...
    c'è anche da dire che le morale dell'epoca era ben diversa da quella odierna, tant'è verò che anche all'estero graziani era considerato un vero esperto di operazioni "coloniali", anche nei circoli britannici...
    precisato quanto sopra per amor di verità non mi resta che dire che se i libici ci odiano fanno bene... abbiamo messo a ferro e fuoco il loro paese per trent'anni...
     
  16. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    intendevo proprio quel genere di conseguenze.
     
  17. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.643
    Ratings:
    +140
    Non che i Turchi, precedenti occupanti, fossero da meno.
     
  18. ange2222

    ange2222

    Registrato:
    27 Dicembre 2006
    Messaggi:
    6.791
    Località:
    Brescia
    Ratings:
    +1

    hai qualche riferimento in proposito?
     
  19. lorenzozanelli

    lorenzozanelli

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    197
    Località:
    genova
    Ratings:
    +0
    non credo che giocare a rimpiattino scolpevolizzi qualcuno...
     
  20. Maglor

    Maglor

    Registrato:
    10 Ottobre 2006
    Messaggi:
    3.073
    Località:
    Rivara (TO)
    Ratings:
    +1
    se per questo neanche buttare lì dei luoghi comuni... i crimini italiani in libia, siano essi di guerra o di pace, sono ampiamente documentati, se hai dei dati o dei riferimenti in merito a fatti del genere perpetrati dai turchi nello stesso periodo o in quello immediatamente precedente postali e saremo felici di discuterne... ti assicuro che questo intervento non ha fini polemici, ma se leggi lo speciale regolamento di storia militare capirai cosa intendo...
     

Condividi questa Pagina