1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Il Giappone nell'operazione Barbarossa

Discussione in 'Età Contemporanea' iniziata da Daniel Morrison, 12 Giugno 2012.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. Silvan

    Silvan

    Registrato:
    13 Gennaio 2011
    Messaggi:
    857
    Località:
    Trento
    Ratings:
    +35

    Parlare di storia con rob.bragg, per quanto possa diventare sgradevole quando scende sul piano personale, ha comunque senso (il nozionismo è una forma di sapere) ma parlare di storia con te o con huirttps non ha alcun senso perchè non avete neanche l'idea di quello che scrivete.

    A tuo dire quindi le centinaia di migliaia di persone coinvolte (Americani, Inglesi e Russi) nella programmazione e gestione di Lend-Lease potevano anche risparmiarsi di farsi il mazzo per consegnare 1,200,000 tonnellate di benzina avio, anzi poveri fessi era meglio portare altra roba! Vengono i brividi...


    Per tua informazione e cultura:

    The fuel component of Lend-Lease
    The protocol on supplying the Soviet Union under the Lend-Lease program (later referred to as the First Moscow Protocol) was signed by representatives of the Soviet Union, United States, and Great Britain at a conference held in Moscow on September 29 - October 1, 1941.
    Monthly deliveries of 20,000 tons of petroleum products for the Soviet air forces (high-octane aviation gasoline, octane-boosting avgas additives, and lubricants and motor oils) were especially stipulated in the First Protocol. Even this, however, was not enough in the first few trying years of the war. Despite the heroic efforts of Soviet oil workers, the extreme conditions of the war led to a drop in Soviet oil production, from 31 million tons in 1940 to 19.3 million tons in 1945, i.e., a reduction of 37.7%. They also aggravated the difficult situation in the oil industry's refining sector, which turned out to be incapable of fully satisfying the growing demand for high-octane aviation gasolines.
    If 1.269 million tons of aviation gasoline had been produced in the Soviet Union in 1941, only 912,000 tons were produced in 1942. It should also be noted that Soviet refineries were producing avgas with low octane numbers. In 1941, an overwhelming amount (75%) of the aviation gasoline produced had octane numbers from 70 to 74, the ones needed by obsolete types of domestically-produced aircraft.
    In response to a request from the Soviet government, the Allies increased deliveries of high-octane aviation gasolines and lubricants. According to the official data for the years of the Soviet Union's Great Patriotic War, 2,159,336 short tons of petroleum products were delivered from the United States alone under Lend-Lease and commercial contracts. The amount of high-octane aviation gasoline, converted into the metric system, was 1,197,587 tons, including 558,428 tons with octane numbers above 99. One other important item: in the nomenclature of American oil deliveries, the Soviet Union also received 267,088 tons of automotive gasoline; 16,870 tons of kerosene; 287,262 tons of fuel oil; 111,676 tons of lubricants; 5,769 tons of paraffin; 4,788 tons of chemical additives; and 999 tons of other products.
    It should be emphasized that in addition to petroleum products, the oil component of Lend-Lease included deliveries to the Soviet Union from the United States of equipment for four refinery complexes, along with drilling rigs and other oil industry equipment, pipe casings and compressor/pump piping, portable collapsible pipelines, instruments, tankers, tank trucks, railroad tanker cars, filling station pumps, and much else.

    estratto da:

    Alexander Matveichuk ,
    Ph. D. (History), Member, Russian Academy of Natural Sciences
     
  2. rob.bragg

    rob.bragg

    Registrato:
    1 Settembre 2009
    Messaggi:
    3.043
    Ratings:
    +937
    Ti ringrazio per l'apprezzamento !

    Ma se io sono un 'nozionista (mi immagino non sia estremamente positivo, una specie di secchione un pò tonto), oltre che arrogante (me l'hai simpaticamente ricordato almeno un paio di volte), e altri non sanno nemmeno quello che scrivono, TU invece come ti descrivi ? Chi sei ?
     
  3. hdosbe

    hdosbe Guest

    Ratings:
    +0
    Sei sicuro che la Prussia, con le annessioni del 1864-66, gli alleati della confederazione del Nord e gli alleati bavaro-baden-wuttenburghesi, fosse tanto più piccola della Francia?

    La Russia contro il giappone impiegò al massimo 1/4 del suo potenziale bellico (sia come esercito che come marina), contro un paese che aveva 1/3 dei suoi abitanti, che aveva linee di rifornimento 20-30 volte più corte di quelle russe, centinaia di porti (sul Pacifico) contro 1 ......

    Mi dirai che avrebbe potuto inviare tutto il suo esercito, verissimo (ci avrebbe impiegato un paio d'anni sui 2 binari della costruenda Transiberiana), peccato che con tutto l'esercito russo in Manchuria, gli svedesi si sarebbero ripresa San Pietroburgo (il cui territorio, svedese era stato ceduto solo 185 anni prima), i tedeschi sarebbero giunti agli Urali, gli Austriaci nel Bacino del Donec, i Turchi ad Astrakan e gli stessi italiani avrebbero occupato parte della Crimea (abitata dai pugliesi di Crimea!!!!)
     
  4. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.603
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    Eh ??? Mi ricordi Eddie Murphy nel film "una bugia di troppo", dove lavora come agente letterario e ha un modo tutto suo per decidere se un libro è buono e merita la pubblicazione: leggere le prime e le ultime 5 pagine :asd:



    E linka no ? che ti costa ??

    http://www.oilru.com/or/47/1006/

    Letto questo ? si ? In 1941, an overwhelming amount (75%) of the aviation gasoline produced had octane numbers from 70 to 74, the ones needed by obsolete types of domestically-produced aircraft.

    E io cosa ho detto ? tracobetti ?
     
  5. Silvan

    Silvan

    Registrato:
    13 Gennaio 2011
    Messaggi:
    857
    Località:
    Trento
    Ratings:
    +35
    Di la tua su questa:

     
  6. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.603
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    Secondo te usare carburante a 100 ottani su motori pensati per carburante a 70-75 ottani a cosa porta ?
    1) il motore è bello allegro e le prestazioni migliorano, senza dubbio
    2) il motore scalda da matti, si usura di brutto, il rischio di fuorigiri aumenta e le probabilità di grippare pure
    3) Non ho idea delle ripercussioni che può avere sull'intero aereo, dai lubrificanti (scarsissimi, al pari del carburante russo) alla tenuta del resto dell'aereo (il lagg 1 e 3 si "accendevano" già col carburante russo, chissà con quello americano)

    Ma usare carburante avio russo su aerei alleati non era certo diverso, i merlin degli Hurricane, per esempio, rendevano molto meno, dovevano volare più bassi perchè i carburatori non riuscivano a gestire il carburante che tendeva ad addensarsi sotto lo 0° e s'intasavano spessissimo, tanto che i piloti dovevano evitare quanto più possibile le manovre in decelerazione, il rischio che si spegnesse tutto era estremamente elevato

    usando indistintamente entrambi i tipi di carburante avio cosa succedeva ? Che gli aerei si piantavano in volo, che i motori si usuravano più velocemente di quanto potevano venire sostituiti e riparati e che tantovaleva tenerli a terra se mancava il carburante giusto... Così, sistemate le linee logistiche, gli aerei d'importazione volavano solo col carburante d'importazione e i problemi erano risolti. Il tutto con le distinzioni del caso, esempio l'I-16 digeriva tutto senza grossi problemi...
     
  7. rob.bragg

    rob.bragg

    Registrato:
    1 Settembre 2009
    Messaggi:
    3.043
    Ratings:
    +937
    Silvan, sinceramente mi hai stufato.

    E mi sono anche stufato di continuare a dover ripetere le stesse cose

    Post # 40.
    Mi accusi di cose NON DETTE

    Con il Post # 41 e 44 ti spiego cosa non hai (voluto) capire (due volte, perchè una non basta mai)

    Tra un epiteto e l'altro arriviamo al post # 57, nel quale spari una serie di bordate contro tutto, in topic e off topic, concludendo con i soliti apprezzamenti e riaprendo, tra le altre, nuovamente le questioni del post # 40

    Con il post # 60 ti rispiego TUTTO di nuovo da capo e con pazienza infinita.

    Rispondo a tutte le tue obiezioni, ovviamente in funzione delle miei idee, ma anche con fonti e precisi elementi storici. E penso di scrivere in un italiano comprensibile. Se non sei d'accordo, amen.

    Ma com'è tipico del tuo modo di discutere, non abbozzi, non neghi, non accetti ... nulla : cambi discorso ... (quindi avevo ragione ?, su tutto ?)

    E con il post # 61 attacchi in modo pesante sia me ('il nozionista') sia, soprattutto, altri (e non sono offese quelle ?)

    Ti rispondo ironicamente con il post # 62, chiedentoti cosa pensi di te stesso, visto che sei così bravo a giudicare gli altri. Ovviamente non rispondi.

    Anzi, con il post 65 fai finta di non aver capito l'ironia, ma poni l'ennesima domanda sconclusionata (forse speri di creare un nuovo flame), perchè derivante da UNA CITAZIONE PARZIALE di quanto detto da GyJex.

    La frase integra di Gy è :

    ma fu furbamente riporti solo

    NON E' MOLTO DIVERSO (il senso) E MOLTO SCORRETTO (l'approccio) ?

    E' ovvio che se su un aereo con motore X pensato per usare benzina con X ottani metti della benzina con Y ottani avrai dei problemi. E viceversa.

    Ma tu estrapoli solo quello che ti interessa per far sembrare che <<il rifornimento di carburante avio americano fu quasi più deleterio che utile>> in assoluto. Invece Gy ti ha solo ricordato che quella situazione logistica creò sicuramente molti problemi meccanici, fino a quando ... :

    E adesso basta, come detto mi hai veramente stufato.
     
  8. Silvan

    Silvan

    Registrato:
    13 Gennaio 2011
    Messaggi:
    857
    Località:
    Trento
    Ratings:
    +35
    Ti risulta che i Russi abbiano sbagliato a fare il pieno ai propri aerei?
    A me pare che GyJex con questa puntualizzazione sugli ottani ha concluso che l'invio di benzina avio fu addirittura deleterio. :humm:
    Alexander Matveichuk non parla di questi problemi... mah... forse i Russi sbagliavano a chiedere con tanta insistenza la benzina con alti ottani, e pensa gli americani si sono fatti un mazzo per mandargliela e alla fine gli hanno fatto grippare i motori. :wall:
     
  9. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.603
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    In fondo è divertente :asd:

    Se vuoi far volare un'aereo a tutti i costi... Gli fai bere quello che hai, se la decisione è tra il fargli bere carburante americano e il fargli bere aria, credo che sceglierai la prima, anche se poi magari te ne penti...


    trovarsi in volo alla fine di una cabrata con l'elica in bandiera, un po' deleterio può esserlo, per il contadino che si vede cadere l'aereo addosso dico, mica per il pilota...

    No... il carburante a 100 ottani serviva proprio per gli aerei stranieri, Hurricane, Tomahawk (li impiegarono da subito a Leningrado sul Ladoga, con pessimi risultati), Kittihawk, Aircobra... E per i nuovi modelli made in Russia, per esempio, la serie Yak era studiata su carburante avio 95-100... Solo che, proprio dall'articolo che tu citi e io linko, le raffinerie russe distillavano una quantità sproporzionata di carburante 70-74.
     
  10. huirttps

    huirttps

    Registrato:
    1 Novembre 2009
    Messaggi:
    2.304
    Località:
    shamalaya
    Ratings:
    +674
    Rimanendo all'interno del contesto della comune passione (a differenza di altri utenti, faccio tuttaltro tipo di lavoro nella vita) per la Storia Militare, il solo fatto di essere considerato distinto da ciò che sei tu è il più bel complimento che abbia ricevuto oggi.

    Rob e Gy (non mi reputo sufficientemente esperto da mettermi al loro livello) hanno ottime capacità di ragionamento (che a te mancano totalmente) , realizzando analisi basate su dati e conoscenze apprese da fonti riconosciute come affidabili a livello mondiale. Da loro c'è solo da imparare.

    Tu sproloqui ed inventi ipotesi partorite dalla tua mente senza lo straccio di una tesi a favore. Siccome nel piccolo mondo immaginario di Silvan è così, allora è così. Chiaro..:cautious:

    Qualche esempio della tua nullità (a livello di conoscenza storica e capacità di analisi, magari sei un bravo bimbo, non lo so e non mi interessa) ce lo hai già fornito nella "dotta" discussione su un what if campato per aria, dove poi la discussione è finita sulla battaglia di El Alamein. Sei riuscito a renderti ridicolo anche su una delle battaglie più famose della Seconda guerra mondiale.

    In questa discussione ci hai già "deliziato" con
    Fonte? boh
    Ma per i dati invece ci fornisci il massimo dell'autorità : wiki
    Dove chiaramente si dice che un certo numero di tons è stato consegnato, senza specificare quali "goods" siano arrivati. Insomma un intervento che nulla aggiunge alla discussione.

    Poi la perla
    e giustamente Invernomuto ti fa notare che
    Si torna sulla dimensione degli aiuti e la loro capacità di ribaltare le sorti del conflitto
    Avrebbe impedito? Sicuro? Chi lo dice..tu? Su quali basi?
    Al momento critico potevano voler dire cambiare le sorti : forse si, ma anche no. Bel contributo, complimenti!

    Dopo questa è iniziata la diatriba con Rob.

    In tutto ciò non hai portato nulla di costruttivo alla discussione se non le tue banalità, hai offeso me ed altri, quindi chiedo alla Moderazione :

    Premessa la seguente
    Regolamentazione Speciale Per Questo Forum

    Cari partecipanti è intenzione di NWI, mantenere un certo livello nel forum di storia e possibilmente elevarlo, per cui al costo non voluto di non essere sempre equi e giusti la moderazione sarà particolarmente rigida (eliminazione discussioni, cancellazioni post, troncature discussioni e loro chiusure, assegnazione di warning multipli); si confida nell'impegno e nella buona fede di tutti coloro che frequentano NWI , nel perseguire questo obiettivo.
    Appare quanto mai evidente la necessità che tutti pongano nel postare particolare attenzione, verificando lo stile accettato dalla moderazione, ed evitando azioni in malafede o che potrebbero sembrare tali, in quanto queste comporterebbero comunque conseguenze sugli utenti e non solo sui post da essi prodotti.
    In questo forum ci si distingue innanzitutto per competenza e voglia di conoscere e confrontarsi su temi attinenti la storia militare e non per altre tipologie di "comportamenti".

    Ricordate che si devono citare sempre le fonti a sostegno di quanto si scrive, preoccupandosi di scegliere fonti un minimo attendibili.


    L'accesso a questo forum è consentito solo ad utenti con almeno 20 post all'attivo.
    Postare messaggi sensa senso negli altri forum per raggiungere tale soglia sarà considerato SPAM oltre che tentativo di aggirare una regola. ​


    Cosa dobbiamo ancora subire da parte di Silvan per sbatterlo fuori permanentemente da NWI?
     
  11. Invernomuto

    Invernomuto -

    Registrato:
    30 Gennaio 2006
    Messaggi:
    6.036
    Località:
    Torino
    Ratings:
    +429
    Chiudo, tanto sta diventando una diatriba fra utenti.
     
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.

Condividi questa Pagina