1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

I vostri 10 migliori libri sulla seconda guerra mondiale

Discussione in 'Media' iniziata da Invernomuto, 23 Gennaio 2007.

  1. qbcat

    qbcat

    Registrato:
    8 Marzo 2010
    Messaggi:
    101
    Ratings:
    +36
    Guarda, ordinato ora, davvero di non facile reperibilità! Grazie !
     
    • Agree Agree x 1
  2. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    4.116
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +521
    Interessante questo thread.
    A mio avviso è difficile dare i 10 migliori libri sulla 2 WW. Vuoi perché ognuno ha gusti diversi in fatto di scrittori, vuoi perché, inoltre, ci sono tanti argomenti differenti, fronti differenti, e cosi via.

    Per citarne alcuni, posso menzionare "Sfida per il Pacifico", qualcuno l'ha già fatto ma mancava l'autore, ovvero Robert Leckie (uno dei protagonisti di The Pacific, per intenderci). E' incentrato sulla campagna di Guadalcanal e visto che ci ha combattuto in prima persona, credo che sappia di cosa stia parlando. E' un libro che ho letto almeno tre volte e lo adoro davvero. Mi piace il suo modo di scrivere e non tratta mai i japs in modo, diciamo, denigratorio. Probabilmente è il mio libro preferito.

    Gy l'ha menzionato, ma lo faccio pure io. "Storia della Guerra del Pacifico", di Marcel Giuglaris. Avendo vissuto parecchi anni nel Giappone, Giuglaris scrive un libro, non molto lungo, con un'occhio un po' più di riguardo per i Giapponesi. Se non sbaglio il libro è della fine degli anni '60, perciò tante informazioni non erano ancora reperibili, però devo dire che, nel suo piccolo, non è davvero male.

    Restando nei libri in italiano (perché se andassimo su quelli di lingua inglese non saprei davvero quale menzionare), vorrei citare:

    - "Caccia alla Bismarck" di Ludovick Kennedy, imbarcato sul cacciatorpediniere Tartar durante quei frenetici giorni del 1941. Ovviamente è tutto scritto dal punto di vista britannico, ma dalle sue parole traspare l'ansia e l'angoscia che la Royal Navy visse in quel periodo.

    - "La Fortezza Malta. Un'isola sotto assedio" di James Holland. Questa devo dire che è una citazione un po' particolare. Ho iniziato a leggere questo libro, in italiano, ma poi sono passato alla versione inglese, su kindle. L'edizione cartacea in italiano conta diversi strafalcioni, sia di traduzione, che di grammatica italiana vera e propria e, ad un certo punto, non ne potevo più. Sono passato alla versione inglese e poi, casualmente, ho passato qualche giorno a Malta proprio mentre stavo leggendo il libro. Holland non lo definirei proprio uno storico militare. Forse più un divulgatore di storia militare, i cui libri sono incentrati spesso su momenti di vita vissuta in quegli anni che, tra l'altro, a volte valgono trasmettono molte più emozioni che non libri di storici militari affermati.
    Leggere quel libro mentre gironzolavo per Malta mi ha dato delle forti emozioni, potendo visitare i luoghi citati nel libro. Non si tratta di un capolavoro, ma è consigliato magari per qualcuno che dovesse passare qualche giorno nell'isola mediterranea.

    - "Addio ciliegi in Fiore", di Mitsuru Yoshida. Il libro racconta l'ultima missione della corazzata Yamato, nell'ambito dell'Operazione Ten-Go" dalle parole di Yoshida, imbarcato quel giorno sulla mitica corazzata.

    "La Germania Bombardata" di Jörg Friedrich, che racconta, in modo abbastanza dettagliato come la città tedesche furono spazzate via e come fu vissuta questa tragedia dal popolo tedesco.


    Poi potrei citare, velocemente (alcuni sono già anche stati menzionati):

    "La Guerra del Pacifico" di Bernard Millot
    - "Samurai" di Saburo Sakai
    "La Battaglia d'Italia" di W.G.F. Jackson

    La lista sarebbe davvero infinita, perciò credo che sia meglio fermarsi qui, almeno per ora.
     
    • Like Like x 2

Condividi questa Pagina