1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Herzogtum Anahlt: gli Slavi colpiscono ancora!

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da Sir Matthew, 7 Febbraio 2014.

  1. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    Eh sta moglie dell'imperatore, Feodosia, è proprio una gran figlia di Putiata (perdonatemi, non ho resistito).
     
  2. Mac Brian

    Mac Brian

    Registrato:
    26 Luglio 2010
    Messaggi:
    2.771
    Località:
    Mirandola
    Ratings:
    +401
    Dovresti pensare a convertirti al cristianesimo e ad espanderti in Polonia o Scandinavia, magari aspetta di avere uno zelota o qualcosa del genere.
     
  3. Mattia'

    Mattia'

    Registrato:
    26 Agosto 2013
    Messaggi:
    45
    Ratings:
    +4
    Se sta giocando di ruolo, non credo sia tanto fattibile :unsure:
     
  4. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    no infatti, giocando di ruolo è molto difficile che io riesca a convertirmi. non credo che ci sia un tratto che mi aiuti.
    se sono zelota lo sono per la mia religione di partenza, quindi proprio non va.
     
  5. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Per cambiare religione ti faresti bastare un cinico o richiedi una combo tra varie caratteristiche? O direttamente il tratto 'posseduto'?
     
  6. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    sì il cinico sarebbe già qualcosa, anche se finora mi sono limitato ad accettare che preti scorrazzassero per le mie terre, più che convertirmi. Diciamo che cinico più umile sarebbe una buona combo (tecnicamente la conversione avviene così: un prete viene da te e ti chiede di convertirti. quindi devi essere umile per accettare i suoi consigli).
    certo posseduto sarebbe perfetto.

    Comunque io spero che questo non avvenga, voglio rimanere pagano!
     
  7. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    Riformare la religione pagana non è poi così difficile, anzi.
     
  8. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Il cinico io lo interpreto come uno che usa la religione esclusivamente per fini terreni. Ad esempio in caso di possibilità di conversione valuta i pro e i contro materiali della cosa, nel caso ritenga più utile essere pagano imprigionerebbe i preti tanto quanto lo zelota.
     
  9. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    per ora è più difficile di quanto sembri: nel mod non ci sono più casus belli tipo guerra santa/subjugation per i pagani, almeno non all'inizio (credo si sblocchino una volta riformato...), quindi devo andare avanti una contea alla volta. Per ora ho solo le terre sacre di Rugen, me ne mancano 2 ma sono entrambe piuttosto lontane. E poi l'autorità religiosa deve essere a 50. E senza guerre sante non è così facile tirarla su (devo conquistare almeno un 4 luogo sacro, attualmente in mano infedele, quindi il tutto è ancora più difficile).

    esatto, è come lo interpreto io. Ho provato a far iniziare la catena di eventi della conversione con Aron (cinico), ma appena accettata la presenza di un prete sono stato ferito e la ferita si è aggravata. Per quanto cinico ho dovuto tornare sui miei passi, chiunque avrebbe pensato fosse una punizione divina.

    A vedere di quanto mi sono espanso finora credo che riuscirò a riformare la religione fra 200 anni.
     
  10. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    E in quale dei mod che hai hanno aggiunto questa cosa? In CK2+ riformare la religione è ancora relativamente facile, almeno io con la Danimarca ho riunificato la Scandinavia e ci sono riuscito.
     
  11. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    credo che sia in CKII Plus, dove hanno riprogrammato tutti i casus belli. ad esempio:
    1. non vedo più il casus belli subjugation
    2. il casus belli "conquest" può essere usato solo ogni 5 anni, come anche quello "holy war"
    3. per i regni e gli imperi il casus belli "de jure" può essere usato solo se la CA è media o superiore
     
  12. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    Eh è vero, sarà che io con la Danimarca ho avuto abbastanza culo ad ereditarmi buona parte della Norvegia.
     
  13. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    ed ereditare qualcosa da pagano è molto difficile...se poi ci metti anche che con i mod i figli muoiono come mosche e che il galvelkind spezzetta ogni eredità...
    e non dimentichiamoci che, per giocare di "matrimonio e coltello" devo avere il tratto deceitful, o almeno avere avuto l'educazione da spia...
     
  14. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Regno di Kolman il Saggio (958 - 977)

    Quando salì al trono, a 28 anni, Kolman era un ragazzo coraggioso e paziente, nonché un fervente zelota. Era anche particolarmente ambizioso. Era sposato con Salme Hamalaimen, figlia del Gran Signore della tribù degli Hamalaiset, da cui avevagià avuto un figlio, suo erede, Aron.

    [​IMG]
    (Kolman e sua moglie)

    La situazione iniziale era pessima: quasi tutti i vassalli lo odiavano, anche se molti semplicemente perché ancora memori del regno di Aron. Altri lo odiavano per motivi più profondi, come il Gran Signore di Meckleburgo, suo zio, che avanzava pretese sul trono. A complicare la situazione, nel novembre 959 il Gran Signore di Boemia gli dichiarò guerra per riconquistare Plzen, appartenente de jure alla Gran Signoria di Boemia. Nel maggio 961, dopo 3 anni di battaglia, il Gran Signore di Boemia è costretto ad arrendersi. Subito dopo la guerra anche Kolman scoprì di avere una passione per il giardinaggio.

    Intanto Kolman si occupava della stabilità interna dei suoi possedimenti. Nel gennaio del 962 suo zio Miloslaw, Gran Signore di Meckleburgo, subì un colpo, e divenne totalmente incapace di intendere e di volere. Per quanto gli dispiacesse, era un problema in meno. Ma si illudeva. Il suo reggente aveva fatto fabbricare delle false prove in cui si testimoniava che io volessi far arrestare mio zio, e per questo iniziò una guerra per far abdicare Kolman in favore del figlio. Ma già nell'agosto di quell'anno gli eserciti di Miloslaw erano stati annientati, e stava per iniziare l'assedio del castello di Meckleburgo. Intanto nel febbraio del 963 Miloslaw moriva nel suo letto. La guerra l'avrebbe continuata suo figlio, Szczesny II di Meckleburgo, cugino di Kolman. Un anno dopo la guerra finiva, e i traditori venivano imprigionati. Nel marzo di quell'anno, per festeggiare la vittoria e la stabilità ritrovata (gli altri vassalli infatti, per quanto non vedessero ancora di buon occhio il regno di Kolman, erano ben lungi dal ribellarsi), decise di indire un Gran Torneo, che avrebbe visto sfidarsi tutti i migliori combattenti del regno. Inoltre provò ad alzare le tasse che gli dovevano i nobili, che però si opponevano alla riforma. Nel giugno 966 una buona notizia: la moglie di Kolman era incinta.

    Pochi giorni dopo, per approfittare di una ribellione interna allo Skjelland, Kolman decise di dichiarare guerra ad Arnfasts, Signore di Schleswig. Nel gennaio del 967 la guerra finiva vittoriosa e nasceva una figlia a Kolman, Geira. Ma già il 16 gennaio 967 il Signore di Schleswig giurava nuovamente la sua fedeltà al Gran Signore di Skyelland, rendendo tutti inutili gli sforzi di Kolman. Nel maggio del 970 Kolman si ammalò. Fortunatamente nel settembre dello stesso anno guarì, dimostrando ancora una volta la forte resistenza della fibra wend. Nei mesi successivi la sua fede vacillò. Ormai non credeva più nell'esistenza di enti ultraterreni. Perse tutto il suo zelo, e divenne cinicamente materialista.

    Si sentì così tanto meglio che, nell'agosto del 971, dichiarò guerra a Dytrych, Gran Signore di Pomerania, per il controllo di Stettino. La guerra andava bene, quando, nell'aprile del 873, il cugino di Kolman, Gran Signore di Meckleburgo, morì in prigione. Fu succeduto da Igor Seversky. Nel maggio di quell'anno la guerra finiva vittoriosa. Questa vittoria permise anche a Kolman di usurpare la Gran Signoria di Pomerana a Dytrych. Finalmente, in quell'anno, Kolman riuscì a far accettare ai nobili l'aumento delle tasse.

    Purtroppo nel gennaio 974 una nuova disgrazia si abbatté su Kolman: il Sacro Romano Imperatore, Giacomo il Lussurioso, dichiarò una guerra santa per l'Holstein. Fortunatamente un nuovo orgoglio Slavo si impossessò dei Signori e Gran Signori confinanti, che scesero in guerra al fianco di Kolman. Al fianco del Sacro Romano Imperatore scese il re d'Italia.

    [​IMG]
    (Gli schieramenti all'inizio della guerra)

    Nonostante un iniziale vittoria, sotto le mura di Brandeburgo, nulla potevano fare gli Slavi contro i due più grandi regni cristiani dell'epoca. 15000 uomini infedeli scorrazzavano nelle sue terre, la decisione da prendere era una, ed una sola. Il 22 ottobre del 974 Kolman si convertiva al cristianesimo. Ma non volle che questo gesto sembrasse sincero. Infatti, pochi giorni prima di convertirsi, cacciò un prete che aveva tentato di convertirlo. Lui non si convertiva perché credeva in quello che i cristiani chiamavano dio, lui si convertiva per proteggere il suo popolo. Si dice che le parole di Kolman furono le seguenti: "I regni infedeli non sono mai riusciti a superare l'Elba, non lo faranno nemmeno questa volta." Pare che il Sacro Romano Imperatore uscì dalla cattedrale infuriato. Nelle terre degli Slavi fu chiara una cosa: quella guerre sante non erano ispirate dalla fede, ma semplicemente dalla sete di conquista.
    Ma Kolman era fedele alle sue tradizioni: già il 24 ottobre, dopo appena due giorni dalla sua conversione al cristianesimo, entrò nel Tempio di Brandeburgo (adibito a cattedrale) con la sua guardia personale, bruciò la croce, uccise i preti, e dichiarò restaurato il culto negli dei Slavi. Lo scandalo nelle terre cristiane fu enorme.

    [​IMG]
    (Il momento della restaurazione degli antichi dei)

    Nel giugno del 975 sua moglie era incinta: nel gennaio 976 nascerà Salomea. Nell'agosto di quell'anno Kolman partì per la conquista di Lubusz. Già nel febbraio del 976 la guerra era finita con la vittoria di Kolman. Finita la guerra, Kolman decise di rafforzare la sua guardia di nobili pagani aggiungendovi un corpo di fanteria pesante baltica, in tutto altri 300 uomini. A questo punto la sua guardia personale raggiungeva i 600 uomini, ormai era quasi un esercito permanente.
    Fu uno degli ultimi atti di Kolman. Infatti il 29 giugno 977 spirava di morte naturale, ad appena 47 anni. Gli succedeva il figlio Aron, che si era convertito al cristianesimo e aveva rifiutato di riconvertirsi ai vecchi dei.

    [​IMG]
    (Il regno dei Wend al momento della morte di Kolman)

     
  15. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Regno di Aron II il Gentile (977 - 1020)

    Aron, secondo del suo nome, salì al trono il 17 giugno 977. Fu il primo sovrano cristiano a sedere sul trono dei Wend. Era tutto quello che un cristiano doveva essere: credulone, gentile di modi, onesto ed amava la compagnia. Era sposato con Nur Ashkayada, figlia di Savtekin I, Beylerbey di Bukhara. Avevano una figlia, Wera.
    Il suo essere cristiano portava alcuni problemi all'interno del regno: per quanto non fosse animato da un fortissimo zelo, mal sopportava il fatto di avere la maggior parte del regno di fede diversa dalla sua. Per questo, iniziò una campagna di conversione della sua popolazione. Comunque, molti dei suoi vassalli non lo vedevano ancora di buon occhio.
    In ogni caso volle mantenersi libero dal giogo di Roma, e decise subito di nominarsi unico avente diritto di investitura. Inoltre, iniziò a far capire ai suoi vassalli che voleva alzare le tasse cittadine.

    [​IMG]
    (Aron II e sua moglie)

    Il 7 luglio nasce Kolman, assopendo così i malumori della corte per la mancanza di un erede maschio. Purtroppo nacque molto malato, e si temeva per la sua vita. La situazione interna intanto migliorava. Molti vassalli erano diffidenti verso Aron solo in quanto da poco salito al trono, e per il fatto di essere infedele. Ma con il tempo, il problema doveva risolversi. Intanto nel maggio 978 sua moglie era incinta. Nel dicembre di quell'anno nascerà Jolanda. Seguirono due anni di pace, in cui Aron pensò soprattutto a pacificare i suoi vassalli. Il tempo passava, e la diffidenza verso il nuovo sovrano lasciava spazio all'accettazione del suo regno. Fatta eccezione per un gruppo di nobili che auspicava una cambio di casa reale con l'avvento della zia di Aron, figlia di Miloslaw di Meckleburgo, non si vedevano troppe nubi all'orizzonte.
    Nell'aprile del 981 però Aron scoprì un complotto, ordito da Borijow, Signore di Altmark, per spingere il Gran Signore di Holstein alla ribellione. Il 19 aprile il colpevole venne immediatamente arrestato. Con il suo arresto, si poterono infine definire risolti i problemi interni con i vassalli: oltre a Borijow, ormai arrestato e quindi non più un problema, solo il Gran Signore di Meckleburgo era ancora scontento del regno di Aron, ma era ancora un infante, quindi forse quelle sono le opinioni del reggente...

    Nel gennaio del 983 nacque un figlio ad Aron, chiamato Rostislav. Per evitare problemi alla sua morte, Aron decise di dare a quest'ultimo la contea di Stettino. Il suo piano iniziale era di dargli anche il ducato di Pomerania, ma si fece dissuadere da questo proposito dalla giovanissima età del figlio (effettivamente, aveva appena pochi mesi) e decise di dare il ducato a Zdislav z Kessin, Signore di Lubusz, in cambio della sua conversione al cristianesimo. Quell'agosto sua moglie era nuovamente incinta.

    Nel gennaio 984 Aron decise di dare il colpo di grazia ai nemici storici dei Damelincow, i Gran Signori di Boemia. Una guerra santa venne indetta. A guerra iniziata, nel marzo di quell'anno, nacque un nuovo figlio ad Aron, Kazimierz.
    Intanto la guerra andava bene: vari assedi vincenti avevano portato Aron in vantaggio, e nonostante l'aiuto di altri signori pagani i boemi non riuscivano a mettere insieme un esercito tale da impensierire il re. Durante una battaglia però, sotto le mura di Zatec, re Aron II fu ferito gravemente. Alla fine di agosto le terre dell' Holstein si erano finalmente convertite al cristianesimo. Ma pochi giorni dopo una pessima notizia giunse a corte: la ferita riportata in battaglia si era infettata, ed Aron delirava per la febbre. Fortunatamente il suo corpo reagì e dopo un mese di dolori e preoccupazioni la febbre sparì e dopo un altro mese la ferita guarì completamente, lasciandolo solamente sfregiato.

    Nel febbraio del 986 giunse la notizia che la moglie di Aron era incinta. Ma Aron era troppo debole ancora, e non aveva nemmeno incontrato sua moglie da quando era stato malato. Il dubbio di essere tradito lo attanagliava. Fortunatamente la fine vittoriosa della guerra santa contro Vladimir e la necessità di organizzare i territori appena conquistati lo distrasse dai problemi familiari.
    In particolare, dette la contea di Litomerice e il ducato di Boemia a suo figlio Kazimierz, la contea di Domazlice a Fedot Kryvich e la contea di Boleslav a Miloslaw van Penzlin. Purtroppo però ora si affacciavano nuovi problemi a corte: l'attuale legge di successione non permetteva di mantenere i domini al passaggio di consegne. Aron doveva al più presto risovere questo problema.
    Sempre in quel glorioso mese Aron decise di indire anche un Gran Torneo, per festeggiare la vittoria contro gli infedeli. Inoltre i nobili del regno finalmente accettarono un cambio nelle leggi del regno ed approvarono un aumento delle tasse per le città.

    [​IMG]
    (Il regno di Aron alla conquista della Boemia)

    Nel febbraio di quell'anno la moglie di Aron era incinta. Ma Aron aveva dei dubbi anche stavolta. Nel settembre di quell'anno nascerà Jedrzej. Ad un anno di distanza, nel febbraio 987, mia moglie era nuovamente incinta. Ma Aron in quell'anno era stato molto occupato, e non si ricordava di aver avuto così tanti rapporti con la moglie! Nel settembre di quell'anno sua moglie morì nel dare alla luce Bozena. I dubbi sui suoi tradimenti attanagliarono per sempre Aron. Per dimenticarla al più presto, tentò di approcciarsi, una notte, ad una cortigiana, che però lo scacciò malamente.

    L'anno successivo, nell'agosto del 988, Aron insieme al suo amico Wenceslaw, Gran Signore di Holstein, si ritrovarono a parlare dell'antica fede slava, ancora professata da Wencelsaw. Aron mostrò un discreto interesse. Il mese dopo si ammalò gravemente. Che dio volesse punirlo?

    Nel febbraio del 989 Aron decise di fare un regalo al figlio, duca di Boemia: la contea di Praga, de jure parte del suo ducato. Per farlo, dichiarò guerra a Matous, conte di Praga e Znojmo. Pochi giorni dopo la dichiarazione di guerra morì sua figlia, Wera. Nel giugno di quell'anno Aron si risposò, con Teoktiste Makedon, figlia dell'Imperatore dei Romani e grazie alle cure della sposa nei primi di luglio la sua malattia si affievolì e poté dirsi totalmente guarito.
    Nel marzo 990 il regno abbandonò la legge di successione del galvelkind, per istituire una solida primogenitura. Ora la dinastia dei Dalemincow era molto rafforzata.

    Ora che non bisognava più preoccuparsi della divisione dei titoli ad ogni successione, Aron decise di fregiarsi anche del titolo di Re di Pomerania e immediatamente di iniziare una guerra santa contro Kojata Premislyd, signore di Brno e Hradec. Nell'aprile del 991 la guerra finì con la vittoria di Aron: l'entrata in guerra del Gran Signore di Pomeralia non fu abbastanza tempestivo per rovesciare le sorti della guerra. La contea di Hradec venne data al suo ultimogenito, Jedrzej, mentre la contea di Brno a Tomasz van Penzlin. Pochi giorni dopo la vittoria arrivò al campo la notizia della nascita di una figlia ad Aron: Judyta. Quell'ottobre inoltre iniziò la trafila per far approvare un aumento delle tasse del clero. Inoltre a novembre di quell'anno iniziò l'addestramento di un corpo che avrebbe dovuto affiancare i nobili pagani e la fanteria pesante baltica nella sua guardia personale: Aron decise che bisognava avere disponibili anche dei soldati armati in maniera più leggera, ma più manovrabili sul campo di battaglia. Si decise quindi per della fanteria baltica. Ormai la sua guardia personale contava 900 uomini. In pochi la chiamavano ancora guardia e non esercito.

    Sul finire del 993 Aron decise di aumentare ancor di più la sua autorità. Inizialmente ben pochi nobili erano felici di ciò.
    Intanto nell'aprile del 995 Aron decise di dichiarare una guerra santa per la Silesia contro Borzijow, Signore di Unterschlesien. Dopo appena un anno la guerra finì, e la contea appena conquistata venne data al suo erede, Kolman, l'unico dei suoi figli a non avere ancora dei possedimenti diretti.
    Intanto in quel tempo, subito prima di diventare conte, Kolman si convertì e divenne Ortodosso.
    A fine dicembre dell'anno 996 la moglie di Aron era nuovamente incinta. Il 24 luglio 997 nascerà un altro figlio maschio, Mikolàs.

    Nel marzo dell'anno 1000 una notizia curiosa, e terribile giunse nelle terre di Aron: il cadavere del precedente papa, considerato da tutti un pessimo papa, era stato esumato e portato in giudizio per la condotta riprovevole tenuta in vita. Giudicato colpevole, gli furono strappati i vestimenti papali, tagliate le 3 dita con cui benediva e buttato nel Tevere. Due mesi dopo Aron decide di togliere l'ultimo titolo che gli era rimasto a Vladimìr Premyslid, rivale storico della sia gente. Per questo dichiara la seconda guerra santa per la Silesia. Ma dopo pochi giorni arrivò la notizia della morte di Vladimìr: gli succedette il figlio, Vladimìr II, cristiano cattolico. La guerra santa finì così, con un nulla di fatto.

    [​IMG]
    (Il processo al papa morto)

    Finalmente, nel febbraio del 1001, dopo 8 anni di consultazioni e discussioni, l'autorità reale di Aron aumentava ancora: con l'editto promulgato quell'anno, ai vassalli di Aron non era più permesso di dichiararsi guerra a vicenda. In questo modo, tutte le forze del regno venivano conservato solo per il regno, e non più per futili guerre intestine. Quell'anno, ad ottobre, Aron decise di fregiarsi anche del titolo di re di Boemia.

    Ma la nobiltà non vedeva di buon occhio il regno di Aron. Il 2 gennaio 1002 si coalizzò per uccidere il suo erede, e ci riuscì, Kolman morì. Non si seppe mai il mandante. Il nuovo erede di Aron era il figlio primogenito di Kolman, Wlodzilsaw. Nel gennaio 1003 la moglie di Aron era incinta. Ad agosto nascerà il suo 10 figlio, Miloslaw.
    Nel maggio di quell'anno il papa decide di regalare ad Aron 100 ducati per i suoi sforzi contro gli infedeli.

    [​IMG]
    (Il dono del papa ad Aron)

    Nel maggio 1005 Aron decise di riportare all'interno dei suoi domini la contea di Znojmo, de jure parte del regno di Boemia. Già nel febbraio 1006 la guerra era vinta, e la contea di Znojmo data al suo penultimo figlio, Mikolàs.
    Nel giugno di quell'anno Aron dichiarò guerra anche a Vladimìr II Premyslid, per rientrare in possesso della contea di Oberchlesien, de jure parte del suo regno.
    La guerra non dava preoccupazioni ad Aron, almeno non quanto la situazione interna. Anche il suo nuovo erede Wodislaw, venne ucciso nel settembre 1006. Ora il suo erede era Rotislav l'Effeminato, conte di Stettino.
    Questa volta il colpevole si scoprì: era il sindaco di Krosno, Jedrzej. All'ordine del suo arresto, seguì la sua fuga e la sua ribellione contro il governo di Aron. Fortunatamente la fazione lealista si schierò con Aron. Dopo appena un mese le truppe reali entrarono a Krosno ed arrestarono Jedrzej. Appena in prigione, il suo titolo venne immediatamente revocato. Come si seppe dalla sua confessione, aveva non solo organizzato il complotto per uccidere Wodislaw, ma anche quello per uccidere Kolman.
    In ogni caso, mentre la guerra contro Vladimìr II finiva, la contea di Oberschliesen venne data al figlio ultimogenito di Aron, Miloslaw.
    La guerra per Oberschliesen finì nel maggio 1007. Il ducato di Moravia, così conquistato, venne dato al figlio Jedrzej, conte di Hradec.

    Nel giugno del 1011, approfittando di una guerra civile all'interno del Sacro Romano Impero, Aron decise di rivendicare il possesso della contea di Weimar, de jure parte del suo regno. La guerra civile però finì dopo pochi mesi, e la guerra di Aron si concluse con un nulla di fatto.
    Nel gennaio 1014 decise di indire una guerra santa contro Przemysl, Gran Signore di Pomeralia, per la conquista di Danzica e Slupsk.
    La guerra finì senza nessun cambio territoriale perché l'erede di Przemysl, succeduta dopo la sua morte, decise di convertirsi al cristianesimo. Ma la Pomeralia faceva parte del regno di Aron da sempre (pare ci fosse un documento in cui si citava la città di Danzica come parte dei domini della tribù dei Venedi), quindi Aron decise di far valere le sue pretese.
    Nel giugno di 1015 il villaggio di Muncheberg si era espanso abbastanza da poter essere considerato una città a tutti gli effetti. Quel giorno venne nominato il primo sindaco, Sobieslav. In circa un anno le truppe nemiche furono mandate in rotta, e la guerra vinta. Nello stesso anno, il Sacro Romano Impero implose, e tutti i suoi vassalli si ritrovarono indipendente. A questo punto, il regno dei Wends si trovò ad essere una delle forze maggiori della zona. Aron decise di fregiarsi anche del titolo di duca della Polonia Maggiore. I titoli appena conquistati (ossia i ducati di Pomeralia e Polonia Maggiore) vennero immediatamente dati a Dytrych z Kaszebow e Milobrat Kujawsi. Entrambi in precedenza erano vassalli della dinastia z Kessini, ma furono ben felici di giurare fedeltà al loro nuovo padrone.

    Per compiacere i nuovi vassalli, Aron decise di aiutarli nella conquista dei loro territori formalmente parte dei loro possedimenti. Per questo dichiarò guerra a Maslaw, signore di Kalisz. Nel giugno 1017 la guerra finiva vittoriosa. Intanto il duca di Holstein dichiarava guerra per riconquistare la contea di Amburgo, ed Aron preferì non immischiarsi. Era la prima volta che un suo vassallo dichiarava guerre di espansione autonome. Per consolidare il suo potere, Aron decise quindi di aggiungere un nuovo corpo di fanteria pesante baltica al suo esercito personale. Intanto le guerre ad Est continuavano, e i confini del suo regno si avvicinavano piano piano a quelle tracciate sulle antiche mappe.

    Mentre accadeva ciò, Aron ebbe due incomprensioni con il papa: prima fu costretto ad istituire le investiture papali, quindi i vescovi del suo regno sarebbero stati nominati da Roma e non da lui. Successivamente il papa si lamentò del fatto che alcuni suoi consiglieri non erano cristiani. Gli consigliava quindi di licenziarli. Questa volta Aron non scese a patti, e preferì mantenere i suoi consiglieri e peggiorare i rapporti (già abbastanza tesi) con il papa. In fondo doveva governare un territorio dove la maggioranza della popolazione era ancora slava, e consiglieri slavi erano comunque utili.

    [​IMG]
    (Il papa richiede di poter nominare lui i vescovi nelle terre di Aron)

    Nel febbraio 1020 suo figlio Miloslav, conte di Oberschliesen, morì dopo una lunga malattia. Era il terzo conte che, come dissero i contadini, "la contea si mangiava". Gli succedette Mikolàs, un cortigiano. Ormai erano in molti a definire quella contea maledetta.

    Nella notte tra il 16 e il 17 luglio 1020, mentre preparava i piani per una nuova guerra santa ad est, re Aron si sentì male, e spirò dopo poche ore. Il suo lungo regno, ben 43 anni, era considerato il più glorioso tra gli slavi, portatore di catastrofi tra i latini. Il fatto che avesse portato i suoi "barbari" ad essere il regno più importante della cristianità, insieme alla Francia Occidentale ed all'Italia, metteva i brividi ai latini. Soprattutto considerando il fatto che regnò a cavallo di una data considerata fatidica. Lasciava il trono a suo figlio Rostislav.

    [​IMG]
    (Il regno di Aron pochi anni prima della sua morte)

     
  16. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.603
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +441
    Regno di Rostislav l'Effimanto (1020 - 1030)

    A dispetto del soprannome con cui era conosciuto all'epoca, non aveva nessuna inclinazione omosessuale. Ma era brutto, molto brutto. Questo lo portò a pensare che per lui il mondo non potesse fare di più, quindi era soddisfatto della situazione in cui si trovava. Dovette anche fare di necessità virtù, ed era infatti ligio ai suoi doveri di marito. La sua ascesa al trono lo colse del tutto impreparato: era particolarmente intelligente, quindi avrebbe potuto occuparsi del regno senza troppi problemi. Ma tutti lo deridevano, dicevano che era troppo brutto per governare. Due furono le reazioni: fece tagliare la lingua in uno scatto d'ira a tutti coloro che l'avevano deriso, ed ebbe comunque il coraggio di farsi vedere in pubblico, con la moglie, Zwinislawa Vestenie, e i due figli, Bartosz ed Aron. Anche loro (la moglie e i figli), erano particolarmente brutti, quindi presentarsi tutti a corte era veramente un atto di coraggio. Come se non bastasse, il suo primogenito era anche ghiotto di qualsiasi cosa, mentre il secondogenito era gravemente malato.
    Non ci si deve quindi sorprendere se ben pochi vassalli sopportavano la vista e la presenza del re.

    [​IMG]
    (Il brutto Rostislav e la brutta moglie)


    Nel settembre 1020 Rostislav era ormai preso dalle questioni del regno, e passava sempre meno tempo con la moglie. Litigavano sempre più spesso, tanto che alla fine ci fu una rottura: divenne evidente a tutti che la famiglia reale seguiva semplicemente un protocollo ufficiale, quando era in pubblico, ma ormai i due coniugi non si sopportavano più.
    Nel maggio dell'anno successivo comunque la moglie di Rostislav rimase incinta. Alla vigilia di capodanno nascerà Salomea, una bruttissima bambina.

    Nel novembre 1023, mentre i Wend vivevano in pace, la notizia di un grosso cambiamento giunse da Est: il regno di Moscovia era stato ereditato da un cristiano ortodosso. Era praticamente la fine dell'antica fede slava.
    L'anno successivo un lieto evento aprì il cuore di Rostislav: un amico! la prima persona che si intratteneva volentieri con lui! Si trattava del Cappellano di Corte, Ludvik, ed insiemi passarono molto tempo.
    Intanto nell'agosto del 1025 il duca di Polonia Maggiore dichiarò una guerra santa per la Polonia Minore. Per quanto Rostislav non riuscisse a comprendere la volontà di accaparrarsi altri titoli, lo lasciò fare.
    In ogni caso per quell'anno Rostislav aveva indetto un Gran Torneo, e nonostante la guerra del vassallo si tenne e fu un successo.

    Nel giugno 1026 il duca di Holstein si ribello "alla tirannia" di Rostislav, citando prove di atti non consoni evidentemente inventate. La reazione di Rostislav fu pronta e rabbiosa. Nel marzo del 1027 il castello di Meckleburgo era stato riconquistato e l'esercito ribelle distrutto. Durante quella battaglia una carica avventata di Rostislav lo portò a ferirsi gravemente. Il duca di Holstein tentò di finire la guerra proponendo una pace bianca, ma Rostislav era furioso per l'affronto e rifiutò. Nel mentre, la ferita di Rostislav si aggravò, e salì la febbre. Fortunatamente già ad aprile la febbre passò. Nel luglio del 1027 una nuova complicazione: il re di Sassonia aveva dichiarato una guerra santa per il possesso dell'Holstein. Rostislav doveva vincere in fretta. Fortunatamente quello stesso mese Marian si arrendeva e veniva arrestato. In uno scatto d'ira, Rostislav prima lo privò del titolo di duca di Holstein, e successivamente lo bandì dal regno.

    [​IMG]
    (La prima ribellione contro la tirannia di Rostislav)

    La contea di Holstein e il ducato omonimo vennero dati ad Aron, il secondogenito. Finita la guerra finirono anche i dolori di Rostislav: la ferita si cicatrizzò lasciandolo solo sfregiato. Molti dissero che quell'orrenda cicatrice migliorava il volto del sovrano. Pochi giorni dopo una pessima notizia: il papa Eusebio II, sotto pressioni ricevute da re di Sassonia Luidolf III il Trovatore, scomunicava Rostislav. Fortunatamente una copiosa donazione in denaro permise a Rostislav di far capire al papa quanto era pentito, e la scomunica venne eliminata.

    [​IMG]
    (Il papa elimina la scomunica di Rostislav)

    Sul finire del 1027 il duca di Meckleburgo complottò contro delle persone vicine a Rostislav. Quest'ultimo, al rifiuto del duca di Meckleburgo di smettere di complottare, decise di imprigionarlo, ma il duca di Meckleburgo preferì la fugo e la ribellione. La fazione religiosa e quella lealista, purtroppo, si schierarono con lui, contro il potere (loro dissero "la tirannia") di Rostislav. Rostislav inizialmente lasciò che le truppe ribelli si concentrassero a sud e conquistassero anche qualche castello, mentre ammassava le sue truppe nel Brandeburgo. La situazione stava migliorando: dopo aver respinto la prima offensiva del 1028, Rostilsav poté dedicarsi a ricacciare i ribelli nei loro territori. Nel gennaio del 1029 purtroppo il re venne mutilato in battaglia, mentre con coraggio si batteva in prima linea.
    Nel giugno del 1030, nel bel mezzo della guerra contro i ribelli, che stava andando ormai bene, Rostislav morì, per un aggravarsi della ferita.

    [​IMG]
    (La seconda ribellione contro la tirannia di Rostislav)

    Fu succeduto da Bartosz, suo figlio primogenito.

     
  17. Mac Brian

    Mac Brian

    Registrato:
    26 Luglio 2010
    Messaggi:
    2.771
    Località:
    Mirandola
    Ratings:
    +401
    Poveretto, brutto lui e pure tutta la sua famiglia :D.
     
  18. alberto90

    alberto90

    Registrato:
    18 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.435
    Località:
    torino
    Ratings:
    +336
    Se era anche solo lontanamente simile al tipo della foto non era per niente brutto ... un bel maschione barbuto e secondo me pure dotato ..... perchè brutto????? uomo barbuto sempre piaciuto ....
     
  19. andry2806

    andry2806

    Registrato:
    24 Novembre 2013
    Messaggi:
    912
    Località:
    Bologna
    Ratings:
    +48
    già...prendi Steve Jobs...
     
  20. alberto90

    alberto90

    Registrato:
    18 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.435
    Località:
    torino
    Ratings:
    +336
    A me non piace .... il mio ideale è più un ..... marito della Angiolini ecco .....
     

Condividi questa Pagina