1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[GDR] - Biografie

Discussione in '[Partita Cooperativa] - Italia 1936' iniziata da rawghi, 26 Novembre 2009.

  1. rawghi

    rawghi Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    15 Dicembre 2008
    Messaggi:
    1.595
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +502
    In questa sezione è possible postare la biografia del proprio personaggio.
    Sarebbe preferibile non avviare qui discussioni al fine di mantenere la discussione pulita.
     
  2. rawghi

    rawghi Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    15 Dicembre 2008
    Messaggi:
    1.595
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +502
    Nome: Moravio Borghese
    Utente: rawghi

    Biografia
    Nasce da una famiglia borghese (di nome e di fatto) a Corsico in provincia di Milano nel 1896.
    Studia con buoni risultati e si iscrive all'Università alla Facoltà di Scienze della Storia fino al 1915 quando prende attivamente parte alla Prima Guerra Mondiale arruolandosi nei bersaglieri.
    Viene assegnato al XXV° Battaglione, 3° Reggimento, e combatte con questa unità in tutto il Nord-Est fino alla fine della guerra.
    Continua la carriera militare fino al 1920, raggiungendo il grado di Tenente.
    Dal 1920 al 1923 raggiunge il dottorato in Storia, e si trasferisce prima 3 anni ad Alessandria d'Egitto, poi 5 a New York, lavorando come docente. Al suo rientro in Italia nel 1931, si stabilisce a Milano, dove ottiene una cattedra all'Università Cattolica. Nel frattempo si iscrive al Partito Fascista e comincia la sua carriera politica.
    In pochi anni si distingue ottenendo prima la dirigenza della sede del partito a Milano (1933), poi scelto personalmente da Benito Mussolini come sottosegretario, si trasferisce a Roma.
    Alla morte di Mussolini si candida come possibile nuova guida del partito. Complice la sua giovane età, i suoi modi brillanti e le sue numerose conoscenze nei circoli intellettuali romani, viene scelto dal Gran Consiglio e diventa "Novus Dux" del popolo italiano a seguito di elezioni svoltesi in un clima particolarmente teso.

    Al momento, 40enne, vive in una villa in Via Vittorio Veneto a Roma. Non è sposato, essendo un frequentatore della vita notturna della capitale all'insegna del motto "Bacco, Tabacco e Venere..".
     
  3. paoloni

    paoloni

    Registrato:
    13 Novembre 2009
    Messaggi:
    44
    Località:
    Toscana
    Ratings:
    +0
    Nome: Paolo Thaon de Revel
    Utente: paoloni

    Biografia
    Paolo Thaon de Revel trascorre la sua infanzia nella villa Revel di Castagneto Po, fino a quando entra in Marina, nel 1873.
    Guardiamarina nel 1877, nel 1879 partecipa alla circumnavigazione del globo a bordo della fregata Garibaldi, sottotenente di vascello nel 1880, tenente di vascello nel 1886, capitano di corvetta nel 1896, è stato per quattro anni aiutante di campo di re Umberto I. Capitano di vascello nel 1906, ottenendo il comando dell'Accademia Navale di Livorno.
    Come contrammiraglio partecipa alla guerra libica, affondando nel porto di Beirut due navi turche e contribuendo alla distruzione dei porti lungo i Dardanelli. Capo di Stato Maggiore della Marina dal 1913 al 1915, spinge allo sviluppo dei navigli leggeri e alla costituzione di un'aviazione navale.
    Entrata l'Italia nella prima guerra mondiale, sostiene l'impiego dei treni armati e dei MAS; un suo piano conduce alle azioni concluse con l'affondamento delle corazzate austriache Santo Stefano e Viribus Unitis. Dopo la rotta di Caporetto sostiene il mantenimento della linea del Piave e della Laguna di Venezia. sul finire della guerra conduce il bombardamento di Durazzo e organizza la rapida occupazione delle isole e delle coste dell'Istria e della Dalmazia.
    Senatore dal 1917 e ammiraglio nel 1918, dall'ottobre 1922 entra nel cosiddetto primo governo nazionale in qualità di ministro della Marina e come uomo di fiducia di Vittorio Emanuele III; da questa carica rassegna le dimissioni nel maggio 1925 in concomitanza della salita al potere di Benito Mussolini.
    E' fatto duca Thaon di Revel del Mare il 24 maggio 1924 e nominato Grand Ammiraglio il 4 novembre 1924.
    Rientra in politica con incarico di MInistro del Commercio, Ricerca et Operazione il 24 Novembre 1935 sotto il governo Borghese.
    Nominato Generale del I Corpo di Armata Alpino il 13 Dicembre 1935.

    ONOREFICENZE:
    80px-Order_of_the_Most_Holy_Annunciation_BAR_svg.png Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima
    Annunziata

    80px-Cavaliere_di_gran_croce_OMS_BAR_svg.png Cavaliere di Gran Croce


    80px-Allied_Victory_Medal_BAR_svg.png Medaglia della commemorazione italiana della
    vittoria


    80px-Cavaliere_di_Gran_Croce_OCI_Kingdom_BAR_svg.png Cavaliere di gran croce dell'Ordine della Corona d'Italia


    80px-Cavaliere_di_gran_Croce_SSML_BAR_svg.png Cavaliere di gran croce dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro


    80px-Ordine_coloniale_della_stella_d'italia_cavaliere_gran_croce.png Cavaliere di gran croce dell'Ordine coloniale della Stella d'Italia
     
  4. Re_d'_Italia

    Re_d'_Italia

    Registrato:
    16 Febbraio 2009
    Messaggi:
    653
    Località:
    Pescara
    Ratings:
    +0
    Nome: Vittorio Emanuele Ferdinando Maria Gennaro di Savoia
    Utente: Re_d'_Italia

    Biografia:
    Vittorio Emanuele Ferdinando Maria Gennaro di Savoia nasce l'11 novembre 1869 a Napoli, figlio di Sua Maestà Umberto I e della Regina Margherita. Dopo una rigida educazione militare, a ben trentuno anni, dopo la morte del padre Umberto, il 20 luglio 1900 prende il nome di Vittorio Emanuele III, primo Re d'Italia del nuovo Secolo. Lo attendono tempi duri, passa attraverso un periodo di progressiva liberalizzazione del sistema politico italiano e nel 1915 prenderà il doloroso incarico di firmare la dichiarazione di guerra contro Austria e Germania prendendo parte alla Prima Guerra Mondiale che lo porterà ad una vittoria mutilata.

    Dopo una pesante crisi economica e sociale dovuta proprio alla Grande Guerra, il 29 ottobre 1922 vide svanire tutti i tentativi di conciliazione fra monarchia e parlamento con l'incarico di governo al -quasi- golpista Benito Mussolini, un giornalista divenuto fondatore del Partito Nazionale Fascista, tutt'oggi al potere.

    Vittorio Emanuele III, a 14 anni dall'ascesa al potere di Mussolini e del suo successore Borghese, eletto in condizioni a dir poco "anomale", è sempre più un sovrano senza trono: i poteri principali dello Stato sono esercitati da Borghese e dal suo "Gran Consiglio", mentre le istituzioni monarchico-costituzionali sono state quasi completamente svuotate dei ruoli previsti dallo Statuto Albertino sul quale lui giurò. Staremo a vedere come andrà a finire... :contratto:
     
  5. Raffaele96

    Raffaele96

    Registrato:
    8 Gennaio 2009
    Messaggi:
    435
    Ratings:
    +0
    Nome: Raffaele Guerra
    Utente: Raffaele96

    Biografia
    Nato il 10 Giugno 1896 a Napoli, in una famiglia economicamente molto modesta. Ha lasciato gli studi dopo le medie per via dell'esigenza di aiutare il padre nella sua panetteria, unica fonte di guadagno della famiglia ereditata da generazioni. Con l'inizio della Grande Guerra pensò che parteciparvi sarebbe stata una grande opportunità, fu così inviato nei pressi di Udine sotto le dipendenze della III Armata. Non si interessava di politica, della guerra sapeva solo che combatteva contro gli austriaci invasori. Durante la permanenza nelle trincee ha sviluppato un certo legame con la patria che, in futuro, sarebbe sfociato in una grande idea di patriottismo. Dopo i successi nella presa di Gorizia consegue la promozione a Caporale per il valore mostrato in battaglia e l'abilità di comando. Gli anni passano e la guerra assume una situazione di stallo finché, l’esercito austriaco, con una pesante offensiva ,costringe la III Armata italiana a ritirarsi lentamente combattendosi ogni sputo di terreno. Fu ferito alla gamba destra e, costretto a rimanere a riposo per qualche settimana, non ebbe la possibilità di combattere i momenti cruciali della guerra. Ristabilitosi a conflitto ormai terminato tornò a casa con la passione della guerra, dopo aver ripreso la scuola viene ammesso all’Accademia di Modena. Uscito a 22 anni con il grado di Sottotenente. Inizia ad interessarsi di politica e si iscrive all’Associazione Nazionalista Italiana. Promosso a Tenente mostra subito le sue abilità militari e di comando che faranno di lui un buono stratega. Conducendo un’ottima carriera giunge al grado di Capitano. Dopo un corso di scuola di Fanteria diventa Colonnello. Con la fusione tra i Fasci Italiani di Combattimento e l’Associazione Nazionalista Italiana va a confluire nel Partito Nazionale Fascista. Nel 1932 la promozione a Generale. Con la morte di Benito Mussolini viene designato come Generale d’Armata e prende in comando la I Armata.
     
  6. Mauro92

    Mauro92

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    659
    Località:
    Calabrifornia
    Ratings:
    +166
    non sono nuovo nel sito solo ke ho scordato password e tutto......

    Scusate il disturbo... Vi volevo chiedere se c'è qualcuno ke possa spiegarmi in maniera breve di cosa sono le partite cooperative , in ke maniera vengono fatte e qual'è il necessario x giocare :humm::humm:

    Mi piacerebbe molto partecipare:sbav:... Vedo ke ci sono ruoli vacanti magari mi dite di quello che vi occorre (un generale,ministro...) !!!
     

Condividi questa Pagina