1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[GC pbem] まだここに - Ciotto (J) vs Kaiser85 (A)

Discussione in 'Le vostre esperienze: AAR' iniziata da Ciotto, 26 Aprile 2019.

  1. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    Eccoci qui, ancora qui, dopo tanto tempo con rinnovata passione e furia divina pronti per affrontare il nuovo yankee che tenta di arginare l'inevitabile espansione dell'Impero Giapponese!

    Il mio avversario in questa partita sarà il buon Kaiser85 che ha gentilmente acconsentito ad utilizzare lo scenario 2 Hakko Ichiu (con SL), grazie al quale il Giappone usufruisce di alcuni "vantaggi" rispetto allo scenario classico in termini di LCU a disposizione e di risorse inizialmente stoccate in patria. Tanto ha avuto rassicurazioni da parte mia circa la mia effettiva incapacità di sfruttare a pieno tutti questi vantaggi che diciamo si traducono solamente in un aiuto nel poter avere più possibilità di portare avanti la partita nel tempo piuttosto che in strumenti per ottenere un più rapida vittoria.

    Si cercherà di portarla più in là possibile e questo è l'obiettivo per entrambi, ma niente patti o promesse per arrivare fino al 1946 in qualsiasi condizione. Se ne sono viste troppe di queste promesse e molto raramente, per un'infinità di motivi, si riescono a mantenerle. Siamo stati molto schietti in questo senso.

    Le HR che abbiamo concordato sono le seguenti:

    1- per spostare LCU fuori dalla sua nazione di inizio via terra (e non solo via mare) è obbligatorio il cambio HQ da restricted a non-restricted (non solo per il Kwantung Army). E non si possono mettere LCU sotto air HQ per risparmiare Punti Politici. Per es. se voglio spostare LCU dal canada agli usa, devo cambiare HQ, se vuoi spostare LCU dal manchuko alla china, devi cambiare HQ.
    2- nessun air night attack con moonlight sotto il 70% prima del 1943
    3- Night bombing solo dai 3000 piedi in su
    4- le lcu di parà non possono essere spezzettate in giro per la mappa
    5- LB quadrimotori non possono fare naval attack sotto i 10000 piedi
    6- vanno osservati i requisiti minimi di guarnigione, ma la guarnigione può fuggire quando il nemico è in hex adiacente.
    7- niente caccia alle CV americane per i primi 3 giorni
    8- PDU=on
    9- PRIMO TURNO: libero per il giapponese (ma con attacco a PH obbligatorio), mentre nessuna attività o modifica permessa all'alleato tranne che in Cina (le TF già create però possono muoversi liberamente)

    Il mio avversario è molto free nei confronti delle HR e lascia ampia libertà in questo senso.
    Mersing Gambit infatti è consentito (ho lasciato che decidesse lui se vietarlo o meno e devo ancora decidere se effettuarlo o meno) mentre di contro abbiamo convenuto che l'attacco a PH deve essere obbligatorio. Questo per evitare che la Kito Butai si ritrovi il 7 dicembre ad appoggiare sbarchi nelle DEI o a bombardare il porto di Manila.
    Mi sembra anche la decisione più corretta perché è PH l'evento scatenante della guerra ed è giusto che avvenga. Tanto non avrei avuto il coraggio di rinunciarci.

    Ho già impostato dopo vari giorni di ripasso tutta la produzione di motori, aerei e R&D.
    Sicuramente avrò fatto qualche errore, espanso troppo o troppo poco, anche se sono andato giù abbastanza tranquillo forte del fatto che parto appunto con un "parecchie" risorse in più.
    Ho ridotto la produzione a pochi modelli per concentrare così anche la produzione su poche tipologie di motori (es. niente più produzione di G3M2 Nell sostituiti in toto dai G4M1 Betty).
    Altri modelli lì ho lasciati per il momento in produzione in modo da smaltire tutti i motori altrimenti inutilizzati nel pool come ad esempio i Ki-36 Ida e i loro motori Hitachi (early).
    In linea di massima comunque ho agito in maniera simile alla miei due precedenti partite (riprendendo un po' quanto fatto nei pbem dei guru del forum) quindi per lo meno nel primo periodo non dovrei avere nessun tipo di problema.
    Per quanto riguarda la R&D invece mi concentrerò su pochi modelli che dovranno diventare la spina dorsale dell'aviazione nipponica nel più breve tempo possibile. Bloccate (non le riparerò) quindi le ricerche ai modelli del tardo '44 e del '45 per concentrarsi invece sui modelli del '43 da avere a disposizione nel minor tempo possibile (fine '42 - inizio '43). Sperem!

    Ora devo passare alla pianificazione di tutte le restanti mosse, partendo dalla Cina (che anche dopo tutto questo tempo di assenza da WITP continuo ad odiare) fino ad arrivare agli sbarchi nel Pacifico.

    --------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Invito Kaiser85 a non proseguire oltre questo punto...hai già letto abbastanza :D!
    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
     
    • Like Like x 3
  2. duettoalfa

    duettoalfa

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.024
    Località:
    milano
    Ratings:
    +193
    ehi! queste le riconosco!
     
  3. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    2.362
    Ratings:
    +1.124
    Allora occhio che la fabbrica del Nell nel 43 fa l'upgrade al Nell a lungo raggio che è eccelso (normale di 21 hex ed extended di 26) sia come bombardiere normale che come recon.


    Nello Scen2 il giappo ha vantaggi immensi quindi magari ti vale chiudere la Cina subito così da sbarazzarti di un fronte molesto.
     
  4. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.908
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +476
    Dici poco chiudere la Cina. Ma il jap ha roba in più anche in Cina?
     
  5. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    2.362
    Ratings:
    +1.124

    No ma ha un fracco di LCU in più, molte più industrie e qualche vantaggio tecnico (p.ex. mi pare che i tojo montino l'Ha-35 rendendo così facilissimo produrre e ricercare un fracco di aerei).
    Last but not least, le truppe giapponesi aggiuntive sono truppe coi controcazzi: divisioni con exp al top, fra cui una divisione tank.
     
  6. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    Sinceramente mi viene il mal di testa ogni volta che l'occhio cade su questo teatro.

    Diciamo che mi concentrerò per prima cosa nel liberare la direttiva Chengchow-Sinyang.
    Poi l'idea sarebbe quella di riuscire a liberare la Cina del sud per collegare l'area di Nanchino-Shanghai con il Vietnam.
    Il problema è che le LCU cinesi sono infinite e gli spazi da coprire lo sono altrettanto quindi bisogna stare attenti a come si procede.
     
  7. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    2.362
    Ratings:
    +1.124

    Dipende come gioca Kaiser. Io sinceramente credo che il modo corretto per giocare la Cina non sia quello che si vede nel 99% dei match (cioe' il cercare di creare una linea del fronte da qualche parte), bensi tenersi fluidi. Chiaro che se il cinese gioca cosi, per il giappo e' piu' complicato gestirlo.

    In generale comunque in fase iniziale hai da segar via i cinesi nelle pianure a NORD-EST di Hankow. Se puoi, compra qualche unita' di tank dalla Manciuria.
    Fatto cio', sta al giapponese valutare come gestire la Cina. Inizialmente il giapponese non ha un buon posizionamento delle truppe, a differenza del cinese che in genere attacca moderatamente su tutta la linea.
    Bloccati gli attacchi cinesi, hai da vedere che fare e tutto dipende da come ti sei disposto conn le turppe mentre il cinese si faceva avanti: catturare la zona fra diciamo Shangai e il Vietnam e' molto, molto utile. Io preferisco un approccio diverso e in genere marcio in forze verso Sian per scardinare il NORD del fronte e relegare il cinese nella piana di Chungking da quel lato della mappa: contro Stefano presi Sian abbastanza in fretta e poi il fronte rimase immobilizzato per piu' di un anno lungo le foreste/montagne a Tienshui e SUD di essa.

    La Cina e' sempre un casino comunque e tutto dipende dall'esperienza dei giocatori nel Teatro.





    Ah e occhio anche al fatto che il surplus di truppe che avresti dal piegare i cinesi e' relativamente inutile se non perdi malamente la Birmania.
     
  8. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    Il punto è proprio il fatto che non conosco lo stile di gioco di Kaiser.
    Contro Blizzard a suo tempo la partita fu molto particolare dato il mancato attacco a PH, la Kido Butai nelle DEI fin dal 7 dicembre, ecc.
    La partita la giocava con il RA e poi era contro Blizzard quindi troppe variabili differenti, mentre contro ste_peterpan è durata troppo poco per poter trarre qualsiasi ipotesi. Sembrava molto aggressivo in generale ma per capire come si muove in Cina ci sarebbero voluti un po' più di turni giocati.

    Ad ogni modo poco fa ho inviato il 1° turno, speriamo solo che vada tutto bene.
    A presto aggiornamenti...
     
  9. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    2.362
    Ratings:
    +1.124
    Stefano paga il fatto che contro Cohimbra ha fatto quiet China. Contro di me ha subito molto in Cina, unico teatro che credo abbia giocato in modo sub-ottimale.

    In linea di principio il giapponese ha da prendere le pianure e liberare le ferrovie Hankow-Shangai e Hankow-Pechino. Nel mentre AF di Hankow a livello 9 e porto al livello massimo. Poi si vede.

    La Cina non dà grandi vantaggi al giappo comunque:
    A) a livello industriale c'è pochino
    B) costa un fracco di supplies combatterci
    C) le truppe libere da impegni dopo la conquista non sono utili


    Riguardo al punto C) hai che le divisioni che liberi in Cina sono sopratutto le Type-C, molto inferiori alle Type-B e Type-A. Le AA, gli ENG i tank e le artiglierie le puoi sbloccare uguale dopo che stabilizzi il fronte poi....


    Fra l'altro non hai una carenza di divisioni se ti impegni a sbloccare le truppe mancesi e gestisci bene la Birmania. Fino al '44 inoltrato vai tranquillo.

    Dopo, dipende. La linea di difesa delle.marianne ti prende 15 divisioni (8 per ciaxjna delle Marianne più 2 nelle Bonin, 2 a Peleilu/Babeldaob e 3 in area Biak) ma nessuno ti obbliga a difendere così pesantemente l'area. Per burma e Sumatra/Malesia nord altrettante. Kurili e DEI dipende da come va il match.
     
  10. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    7 dicembre 1941

    E così ha inizio!
    Dopo lunghi giorni di preparazione l'Imperatore ha dato il suo via libera all'invio del turno.
    Ho pensato a lungo su come agire e il punto focale dell'intero rimuginare è sempre stato uno ed uno solo: Mersing.
    Nelle precedenti partite non ho mai avuto la possibilità di effettuare questa mossa per via delle HR ma questa volta Kaiser ha lui stesso proposto di consentire lo sbarco al day-1 se voluto.
    Inutile parlare delle conseguenze di un successo dell'operazione in questione tanto sono risapute.
    Alla fine però, nonostante tutti i dubbi nel non sfruttare una simile occasione, ho optato per non eseguire il suddetto sbarco. Questo perché mi aspettavo la sortita da parte della forza Z e non volevo rischiare in un ingaggio sbagliato da parte della mia TF in copertura con conseguente rischio di perdita dell'intera forza d'invasione.
    Mi è mancato il coraggio forse ma viste come sono andate le cose e le scelte di Kaiser voglio cercare di prenderla guardando al lato positivo della scelta.

    L'evento principale della giornata però è l'attacco a PH che porta ufficialmente in guerra l'Impero Giapponese contro gli Alleati.

    [​IMG]

    Ovviamente va decisamente peggio rispetto a tutte le simulazioni effettuate.
    Nessun mini-sub riesce a penetrare le reti ed il campo minato a protezione del porto e nonostante a tutti gli apparecchi disponibili è ordinato di concentrarsi sulle navi nemiche ignorando i campi di aviazione i risultati sono molto deludenti con ben 0 BB affondate! Perdite aeree relativamente contenute.

    BB Arizona, Bomb hits 7, Torpedo hits 6, heavy fires, heavy damage
    BB Maryland, Bomb hits 3, Torpedo hits 2, heavy fires, heavy damage
    BB California, Bomb hits 7, Torpedo hits 3, heavy fires, heavy damage
    BB Pennsylvania, Bomb hits 8, Torpedo hits 1, heavy fires
    BB Nevada, Torpedo hits 3, on fire
    BB Tennessee, Bomb hits 5, Torpedo hits 4, on fire, heavy damage
    AO Neosho, Torpedo hits 1
    BB West Virginia, Bomb hits 4, Torpedo hits 7, on fire, heavy damage
    AV Wright, Bomb hits 1, on fire
    BB Oklahoma, Bomb hits 5, Torpedo hits 3, on fire, heavy damage
    CL Honolulu, Bomb hits 3
    AD Whitney, Bomb hits 1, Torpedo hits 1, and is sunk
    DM Preble, Bomb hits 1, on fire
    DMS Wasmuth, Torpedo hits 1, and is sunk
    DD Ralph Talbot, Bomb hits 1, heavy fires
    DD Downes, Bomb hits 1, on fire
    PG Sacramento, Bomb hits 1, heavy fires
    AK Castor, Torpedo hits 1, heavy damage
    DM Ramsay, Torpedo hits 1, and is sunk
    AV Tangier, Bomb hits 1, on fire
    AS Pelias, Torpedo hits 1
    AMc Cockatoo, Bomb hits 1, and is sunk
    CA New Orleans, Bomb hits 1
    DD Helm, Torpedo hits 1, and is sunk
    AK Alchiba, Bomb hits 1, Torpedo hits 1, heavy fires, heavy damage

    Non va molto meglio a Manila dove 90 bombardieri tra Betty e Nell riescono ad affondare solamente 1 DD e 1 SS (danneggiandone gravemente altri 2).

    Risultati più apprezzabili si hanno nei raid contro vari aeroporti alleati in Malesia, Birmania e Filippine.
    Numerosi gli apparecchi danneggiati e distrutti a terra (oltre ai danni alle strutture) ad Alor Star, Georgetown, Rangoon e Clark Field. Pochi attacchi ma ben concentrati. Perdite non indifferenti (5 distrutti e 6 danneggiati) in un singolo raid non scortato di Ki-48-Ib Lily.

    Le restanti perdite aeree della giornata le si registrano tra le fila dei Betty e dei Nell che compiono una serie di missioni tra le più importanti e rilevanti della giornata.
    Proprio al largo di Mersing venie infatti individuata la forza Z che viene attaccata nel corso di 3 distinti raid (1 la mattina e 2 il pomeriggio).
    Durante il secondo raid la BB Prince of Wales e la BC Repulse vengono colpite a morte da numerosi siluri e vengono affondate! Il terzo raid contro alcuni DD della scorta porta solo alla perdita di 6 Nell.
    Sinceramente mi ha lasciato un po' perplesso questa mossa di Kaiser. Non riesco a capire se ha mosso la forza Z contro Mersing perché si aspettava un mio sbarco oppure se non ha modificato il suo percorso storico iniziale nonostante potesse farlo (la HR l'avevamo ampiamente chiarita). Mi piace pensare che abbia cercato di impedire un mio probabile sbarco a Mersing; in questo modo mi sento meno in colpa per non averlo effettuato.

    Sul mare altri due successi da segnalare:
    1) l'affondamento di uno dei rognosissimi SS olandesi ad opera della TF a protezione di uno degli sbarchi in Malesia.
    2) l'affondamento del CL Marblehead ad opera dei Kate della Mini-KB lanciata vicino allo stretto di Makassar per coprire gli sbarchi nipponici

    Anche qui secondo me Kaiser non è andato a modificare gli spostamenti delle proprie TF e non ne capisco il motivo.
    Qualche piccolo successo però arriva anche per gli inglesi che con i fastidiosi Vildebeest III colpiscono per ben 3 volte la BB Kongo lasciandola in fiamme (così diceva il report ma alla prova dei fatti è uscita praticamente indenne e con gli incendi subito domati).
    Alcuni mezzi da trasporto qua e là danneggiati da batterie di terra o mine a protezione dei porti.

    Le varie invasioni vengono tutte portate a termine con successo e con anche sommo stupore dell'Imperatore stesso che nelle simulazioni di guerra non aveva visto tutte le TF prendere terra fin dal primo giorno!
    Nelle DEI gli obiettivi raggiunti sono Tarakan, Balikpapan e Ambon.
    Nelle Filippine, sull'isola di Mindanao, Butuan e Cagayan, mentre a Luzon i soldati nipponici prendono terra a Laoag, Aparri e Lingayen.
    In Malesia gli sbarchi si concentrano invece a Kota Bharu, Kuantan e Singora.
    Tutte queste basi dovrebbero cadere già a partire dalla giornata di domani con l'eccezione di Tarakan che ho il sentore che possa resistere qualche giorno.

    Ora però la preoccupazione principale è diretta ad una conquista la più rapida possibile di Singapore.
    Vediamo se i reparti corazzati che ho portato potranno essere di aiuto nel chiudere la linea ferroviaria malese. In ogni caso non sono segnalati movimenti da parte delle truppe inglesi per il momento ma è anche normale questo dato che per HR non potevano muoversi.

    Grandi movimenti in Cina da parte di entrambi le armate. A sud Kaiser sembra ritirarsi e la cosa non può che farmi piacere dato che sto già cominciando ad avanzare con 3 divisioni e 1 reggimento. Stessa cosa sembra fare anche nella Cina centrale dove si vedono ritirarsi numerose unità in direzione di Nanyang.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 29 Aprile 2019
  11. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    Visto che sto aspettando che lo Yankee rientri dalle ferie nel frattempo ne approfitto per chiedere delucidazioni circa un'idea che ho in testa da un bel po' che e che ho già cominciato a mettere in moto. E la scrivo qui, lontana da occhi indiscreti, perché nei miei sogni questa è la mossa che mi consentirà di far capitolare Singapore in maniera relativamente rapida.

    Tutto ruota sempre intorno alla decisione di non effettuare il Mersing Gambit per le ragioni che ho spiegato in precedenza.
    Il punto è che nell'istante in cui ho preso quella decisione ho cominciato anche a pensare a come poter impedire allora la ritirata di massa dell'esercito inglese a Singapore (se poi dovesse essere questa la mossa di Kaiser).

    Per prima cosa ho portato 3 LCU corazzate a Kuantan. Il loro obiettivo principale è sfruttare la conquista della base al day-2 restando in modalità Reserve (Pursuit), inseguire le forze nemiche in rotta ed infliggergli una seconda sconfitta al day-3 e rendere così più rapida l'avanzata e più agevole l'attraversamento del fiume al centro della penisola malese.
    Tuttavia, anche tutto dovesse andare come programmato, è altamente improbabile che potrò riuscire a raggiungere la linea ferroviaria che collega le basi nella Malesia del nord a Singapore prima che il nemico riesca a ritirarsi completamente a sud.

    L'esigenza però di evitare l'ennesimo bagno di sangue a Singapore e riuscire per una volta a conquistare questa benedetta città mi ha fatto pensare che forse, dopo 2 PBEM come giapponese, forse è il caso di cominciare a mettere sul campo quei piccoli reparti di paracadutisti che sono basati a Formosa.

    Il piano è semplice nell'ideazione ma non avendo mai utilizzato un'unità di parà in azione ho qualche domanda.
    - Day-1 e day-2 una delle due unità di parà viene trasportata via aerea da Formosa a Cam Ranh Bay, in Indocina.
    - Day-3 l'unità viene trasportata sempre via aerea in una base a range dell'obiettivo prefissato.
    - Day-4 lancio sull'obiettivo prefissato.
    - Day-5 trasferimento degli ultimi reparti dell'unità sull'obiettivo (si spera) conquistato.
    - Day-6 trasferimento della squadra aerea a Formosa per cominciare l'imbarco dell'altra unità di parà a disposizione e ripetere il tutto.

    Direttrici d'avanzata.jpg

    Il nodo ferroviario di cui i parà devo impadronirsi è quello di Kuala Lumpur, attualmente presidiato solamente un HQ che non dovrebbe avere modo di difendere la base.
    Inoltre il nemico non ha a disposizione unità sufficientemente vicine da poter far intervenire; comunque non in tempo utile se la tabella di marcia dell'operazione viene rispettata.
    L'unico obiettivo è quello di tenere il nodo ferroviario il più a lungo possibile rallentando ed impedendo la ritirata inglese verso Singapore fino al ricongiungimento delle forze provenienti da Kuantan.

    Ora però ho un paio di domande visto che è la prima volta che effettuo un'operazione con i parà:
    1) C'è differenza nel far partire gli aerei con imbarcati parà da un aeroporto come può essere Saigon piuttosto che da Kuantan (che dovrebbe cadere domani)? Nel senso che c'è differenza e quali rischi comporta lanciare un'invasione aerea da una distanza di 14 esagoni piuttosto che da una di 3? Aerei che si perdono per strada? Che guastano? Altri possibili problemi?
    2) E' necessario che gli aerei da trasporto siano scortati? Non rientrando "nelle animazioni" non saprei dire. C'è il rischio che vengano intercettati? Mi posso limitare a fare uno sweep sulla base nemica o devo tenere in escort anche una squadriglia di caccia?
    3) E' fattibile come cosa? Ha un senso o sto fantasticando senza sapere di cosa parlo?
     
  12. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    2.362
    Ratings:
    +1.124
    Vedila cosi: Singapore cade senza ombra di dubbio alcuno ma ci devi portare molti AV e senza Mersing Gambit non e' uno scherzo tagliare la ritirata alleata. I para' servono relativamente a poco ma puoi provare: il discorso e' che i para' avresti da trasportarli via nave da Formosa e poi schiaffare i TR conn air support in Malesia etcetc

    Fai prima a muovere le truppe di terra gia' in loco a sto punto.


    Personalmente, vista la situazione malese, farei cosi:

    A) Centro di gravita' su Georgetown per catturarla in fretta, metterci air support e chiudere lo Stretto della Malacca da NORD.
    B) Movimento a discendere verso Singapore senza troppe pretese (ti serviranno un 2,500AV circa)
    C) Sbarchi rapidissimi nella punta NORD-OVEST del Borneo (il magico trio Singkawang-Sambas-Kuching) per poterci basare AKE e compagnia cantante fra cui air support a sfare.
    D) Sbarco nella base davanti a Sumatra (Singkep)
    E) Procedi poi con una avanzata classica radunandoti a Johore Baru e da li poi assalti Singapore che tanto e' sigillata da tempo e non riceve rinforzi.


    Se prendi Kuala Lumpur a diciamo il day-4, e' ok. Se pero' la prendi a mettiamo gia' il day-5 o -6, l'Alleato si e' gia' bellamente ritirato.
    Fai conto che le LCU piu' lente ci mettono 3 giorni a impacchettarsi per lo strategic. Piu' uno di effettivo movimento via ferrovia fino a Singers. Il che non ti lascia molto tempo. 8, 9, 10 Dicembre a impacchettarsi e 11 in trasporto. Il 12 Dicembre, potenzialmente, Alleato ha gia' tutto dentro la citta' se si muove in fretta.

    Il dramma non e' tanto segare via i tizi in Malesia, quanto tenere Singers sigillata e sotto pressione. Una volta che Alleato ha chiuse le possibili vie per mandarci rinforzi e si becca bombardamenti quotidiani, c'e' poco da fare. Nel mio primo PBEM avevo il divieto di Mersing per tipo 2 settimane e quindi Alleato si chiuse dentro la citta' facilmente e ci sbarco' pure rinforzi. In compenso la sigillai abbastanza facilmente e la tenni sotto pressione coi bombardamenti (ci rimisi oltre 100 a/c eh). Cadde in anticipo sulla data storica se non ricordo male (o il giorno della caduta storica addirittura)



    Per i lanci di para': no fighter in escort. La distanza deve essere il piu' breve possibile. Considera che in extended gli a/c mi pare non lancino para' e che comunque hanno capacita' di carico dimezzata. Inoltre, da AF di livello inferiore a 4 non puoi andare in extended.
    Qualunque cosa tu faccia, ricordati di usare TUTTI i bombardieri e i fighter in ground attack sulla posizione a quote BASSE (2-3k). Se brasi la posizione conn un centinaio di LB e una cinquantina di F (anche le 2x50kg del Nate danno disruption e fatigue), non hai problemi.

    Fermo restando che Alleato probabilmente contrattacca e si riprende la citta' conn le truppe che ha in loco.
     
  13. bacca

    bacca

    Registrato:
    19 Ottobre 2009
    Messaggi:
    9.584
    Località:
    Veneto Indipendente
    Ratings:
    +1.366
    1)Non molte
    2)pure
    Al massimo Delle perdite operazionali insomma.
    3) per me è inutile
    Con reparti Tank puoi lo stesso bloccare tutto ciò che è a nord senza usare quei para che sembrano nati per portare blair
     
  14. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    2.362
    Ratings:
    +1.124

    E dove lo portano?
     
    • Like Like x 2
  15. bacca

    bacca

    Registrato:
    19 Ottobre 2009
    Messaggi:
    9.584
    Località:
    Veneto Indipendente
    Ratings:
    +1.366
    Port Blair ...
    Il correttore
     
  16. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    No nel giro di 3 giorni dovrei avere la mia bella unità di parà pronta al lancio grazie ad una squadra di L3Y2 Tina con la quale riesco a portare l'unità da Formosa a Cam Ranh Bay direttamente.
    A quel punto da lì, utilizzando anche altre squadre di aerei presenti in zona, conto di portare i parà ancora più vicino (spero Kuantan) ed in un solo giorno, arrivando così al lancio il 10 dicembre.
    Considerando che il primo giorno gli inglesi non possono muovere qualcosa spero di riuscire a tagliare fuori.


    Sicuramente cercherò di seguire questo copione.
    Gli sbarchi per la punta nord-ovest del Borneo sono già in preparazione.
     
  17. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    NEWS LAMPO: dobbiamo rifare il primo turno perché, come da mia sensazione, Kaiser85 mi ha confermato che nel fare il turno si era dimenticato un’infinita di cose.
    Lo avevo infatti notato che molte mosse delle TF erano identiche a quelle dell’IA (una su tutte la forza Z).
    Proprio per questo Kaiser mi ha chiesto la possibilità di rifare il primo turno.
    Per quanto la cosa un po’ mi scocci, mi sembra anche brutto partite con il piede sbagliato e la cosa è risultata talmente palese che non ho dubbi sul fatto che sia sincero quando dice di essersi dimenticato di impostare molte cose. Inoltre siamo al turno 0 quindi ancora in tempo per rimediare.
    Ovviamente a patto che non sfrutti quanto ora sa (dove ho colpito e con cosa) per impedire il tutto.
    Purtroppo la forza Z si salverà.
    Speriamo che dove può andare meglio vada meglio (Pearl Harbor) e dove può andare peggio non vada peggio.
     
  18. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    7 DICEMBRE 1941
    Dunque per farla breve, Kaiser ha rifatto il primo turno.
    Qualcosa è andata meglio, qualcosa peggio, anche se alla conta avrei preferito tenermi la forza Z sul fondo del mare.
    Kaiser la ritira nel porto di Singapore e qui si becca una misera bomba da 250 kg da parte delle squadre di Nell e Betty che hanno come obiettivo il porto della grossa città malese.

    La consolazione arriva da Pearl Habor dove i risultati sono decisamente migliori questa volta!
    Nonostante nessuno dei mini-sub riesce a penetrare nel porto meglio va con l'attacco della Kido Butai:

    Allied Ships
    BB California, Bomb hits 4, Torpedo hits 4, and is sunk
    BB Arizona, Bomb hits 4, Torpedo hits 3, on fire, heavy damage
    BB Nevada, Bomb hits 5, Torpedo hits 3, heavy fires, heavy damage
    BB Oklahoma, Bomb hits 5, Torpedo hits 5, and is sunk
    BB West Virginia, Bomb hits 3, Torpedo hits 5, on fire, heavy damage
    BB Pennsylvania, Bomb hits 4, Torpedo hits 3, heavy fires, heavy damage
    BB Tennessee, Bomb hits 8, Torpedo hits 2, heavy fires, heavy damage
    CL Helena, Bomb hits 1, on fire
    BB Maryland, Bomb hits 6, Torpedo hits 3, heavy fires, heavy damage
    DM Gamble, Bomb hits 1, on fire
    CL St. Louis, Bomb hits 1, on fire
    DD Hull, Bomb hits 1, on fire
    DD Conyngham, Bomb hits 1, Torpedo hits 1, and is sunk
    SS Cachalot, Torpedo hits 1, and is sunk
    CA San Francisco, Torpedo hits 2, on fire
    CL Phoenix, Torpedo hits 1
    CL Honolulu, Bomb hits 1, Torpedo hits 1, on fire, heavy damage
    AVD Hulbert, Bomb hits 2, heavy fires, heavy damage
    PG Sacramento, Bomb hits 1, heavy fires
    DD Case, Torpedo hits 1, on fire, heavy damage
    CM Oglala, Torpedo hits 1, on fire, heavy damage
    DM Montgomery, Bomb hits 1, on fire
    DD Allen, Bomb hits 1, heavy fires, heavy damage
    AVP Avocet, Bomb hits 2, heavy fires, heavy damage
    AV Tangier, Torpedo hits 1
    CL Raleigh, Torpedo hits 1, on fire, heavy damage
    DD Dale, Bomb hits 1, heavy fires
    DD Cassin, Bomb hits 1, heavy fires

    Nonostante però il report parli di due BB sui fondali del porto non ne ho conferma dall'intelligence.
    Abbastanza elevate le perdite dovute alla flak tra le file dei Kate imbarcati.

    Il bombardamento aereo sul porto di Manila invece è un mezzo flop con l'affondamento certo di 1 sommergibile statunitense. Meglio di niente ma speravo in qualcosa di più. Lo ripeterò domani nella speranza di maggior fortuna ora che ho anche alla spalle una giornata di ricognizioni aeree intense sulla città.

    Decisamente più contenute le perdite aeree tra le squadre di bombardieri basate a terra, mentre risultano sostanzialmente identiche quelle patite dagli Alleati rispetto alla precedente versione del turno.

    Buono l'ingaggio aereo della Mini-KB al largo dell'isola di Mindanao dove la squadra del CL Marblehead non riesce a sfuggire al range esteso dei Kate che nonostante l'utilizzo delle sole bombe da 250 kg riescono a colpire durante l'incrociatore per ben 7 volte! Non risulta ancora sul fondo del mare ma credo sia questione di tempo. Colpito anche il DD Barker.

    Infine meno fortunate sono state un po' tutte le TF da sbarco che hanno subito molti più danni causati dalle varie mine e batterie costiere. Rischio di perdere in particolare due o tre dei prezioni AK-t che hanno sbarcato truppe a Tarakan.

    Per il resto vediamo. La forza Z al sicuro a Singapore mi preoccupa parecchio visti i ricordi di quanto fatto dal malefico Duettoalfa nella scorsa partita con tutte le sue scorribande di bombardamento costiero alla mie basi che queste navi possono raggiungere in una notte, scomparendo poi al sicuro nel porto di giorno.
     
    • Like Like x 1
  19. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    2.362
    Ratings:
    +1.124
    Ottimo l'aver crivelato il naviglo minore. Ci mettera' poco a ripararlo ma e' comunque bene.

    Le BB USA sono totalmente inutili e attaccare PH e' deleterio comunque ti vada quindi amen

    Peccato per i sub di Manila, loro sono il bersaglio grosso iniziale. Assieme alla Force Z ovviamente. In se' per se' non ti daranno grossi fastidi ma son comunque 25xSS almeno da affrontare dal '43 in poi quando hanno i siluri buoni. I sub alleati sono da affondare a dozzilioni finche' si puo' e l'unico vero modo per affondarli e' colpirli in porto dato che in mare hai un ROI orrendo rispetto a quanta roba devi dispiegare per anche solo danneggiarne uno.
    E non ti fidare mai dei vari report che ti indicano SS colpiti dagli a/c. Menzogne spudorate.


    In generale credo il Marblehead sia venuto giu' dato che i CL americani sono buoni ma non e' che siano sti grandi incassatori.
    Tarakan e' sempre un dito nel culo dato che ha i cannoni costieri da 155mm apparentemente maneggiati da reparti coi controcazzi. La sfiga e' che da giappo c'e' da prenderla per forza abbastanza presto e che l'unica cosa fattibile e' uno sbarco.

    Occhio alle PT nella zona delle Filippine, mi stanno dando discrete soddisfazioni.



    In linea di massima, che piani hai? Qual e' la tua strategia?
     
  20. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.774
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +112
    Sono sempre rognose da affrontare. Avevo predisposto loro una bella accoglienza per l'8 dicembre ma ovviamente la mia TF è rimasta bellamente indietro :mad:!


    La strategia grosso modo è Singapore, Singapore, Singapore....poi forse passo a Singapore! Questa ha la priorità su tutto!
    Anche le Filippine però non voglio lasciarle troppo a lungo alle spalle. Già ci ho investito parecchio durante le invasioni del 7 dicembre quindi ora devo cercare di battere il martello fin che è caldo.
    Tutto ciò che posso muovere lo devo muovere per prendere tutte quelle basi "secondari" delle DEI in attesa di liberare, si spera relativamente in fretta, sufficienti truppe per passare alle isole di Sumatra e Java.
    Grossomodo l'obiettivo è il perimetro storico, che per inesperienza mia e bravura dei miei precedenti avversari, non sono mai riuscito a completare. Poi si vedrà...
     
    • Agree Agree x 1

Condividi questa Pagina