1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Drang nach Osten - AAR WITE - Blizzard vs aldila.deisogni

Discussione in 'War in the East' iniziata da blizzard, 22 Febbraio 2016.

  1. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.755
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.193
    Avete perso entrambi qualcosina in più. Sicuramente, al primo gennaio, il russo perderà di brutto rispetto alla realtà per via di Leningrado, vediamo come a a finire l'offensiva invernale di dicembre.

    Il 13 novembre, storicamente (in basso il link alla mappa originale):

    [​IMG]

    https://drive.google.com/file/d/0B3fB6FEUfgByRDdPXzVLaHFEeFk/view?usp=sharing
     
    • Like Like x 2
  2. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    Anche la mappa al 13 novembre sei riuscito a trovare :approved: :fumo1:
    Non é che hai anche le perdite in AFV ? :D
     
  3. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.755
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.193
    Al primo novembre i tedeschi avevano 4085 tank in condizione di operare e ne avevano persi 1909

    Edit: ups, avevo fatto male i conti, ci sono anche gli STUG da considerare quindi sono 1909+66=1975

    [​IMG]
     
    • Informative Informative x 3
    Ultima modifica: 1 Giugno 2016
  4. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    Order of battle (OOB) 20 novembre 1941

    Ecco, come promesso, l'OOB aggiornatissimo

    T23 OOB.JPG

    L'armata rossa ha superato i 5 mln di uomini, la Wehrmacht è più o meno costante nei numeri

    I numeri degli altri paesi dell'Asse riportati nell'OOB sono assolutamente fuorvianti:

    - gli Ungheresi hanno solo otto brigate e un paio di basi aeree, tutto il resto è rintanato in Ungheria e non disponibile, arriverà molto più avanti
    - gli Italiani hanno solo un paio di divisioni binarie e una brigata corazzata e alcune basi aeree , il resto è nei balcani, non utilizzabile
    - gli Slovacchi hanno reso disponibile solo una divisione
    - I Rumeni e i Finlandesi hanno invece gettato quasi tutto nella mischia, solo poche unità restano nei rispettivi paesei e saranno pure sbloccate a breve

    ungh ita.JPG
    Eccoli! Il grosso degli Ungheresi e degli Italiani riportati nell'OOB non sono invece disponibili. Sono rimasti in patria, o zone limitrofe, a mangiare spaghetti e gulash
     
    Ultima modifica: 2 Giugno 2016
  5. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    OOB secondo Glantz-House

    Allora eccoci, Glantz riporta nella "grande guerra patriottica dell'Armata Rossa" che i Sovietici al 1° dicembre 1941 avevano 4.197.000 uomini al fronte; i tedeschi 2.700.000 + 500.000 Finlandesi (!???) + 140.000 Rumeni (!!??).

    Questi numeri di Finlandesi e Rumeni mi lasciano un po' perplesso... Rispetto al gioco c'è un abisso... :cautious:

    Sembrerebbe inoltre che abbiamo entrambi avuto MENO perdite che nella realtà :)
     
  6. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    RUSSLAND, 20 November 1941 - Leningrado, i combattimenti si spostano alla periferia della città; 28 unità nemiche sovietiche distrutte tra Leningrado e Belgorod; l'armata rossa ammassa unità nel settore di Mosca

    Nevica su tutto il fronte, ormai da settimane, il ghiaccio ha iniziato a formarsi sui corsi d'acqua più piccoli, presto i fiumi non costituiranno più quella formidabile barriera che ha ostacolato il movimento degli uomini e dei mezzi e ha dato un grande aiuto ai difensori, a qualunque parte appartenessero.

    I combattimenti proseguono su scala ridotta, in ampi settori del fronte le due armate si scrutano dalla distanza e continuano a scavare fossati, a trasportare tronchi d'albero e a tirare filo spinato; continui bombardamenti anche notturni e il tiro dei cecchini ricorda a tutti che la guerra non è finita e il conto delle vittime prosegue inesorabile. A Leningrado e all'estremo sud va anche peggio, gli uomini non hanno un attimo di tregua e i combattimenti proseguono ininterrotti e sanguinosi; tre sacche sono annientate, i Russi perdono 190.000 uomini, 160.000 prigionieri ma è il canto del cigno.


    Heeres Gruppe Nord

    14 divisioni tedesche sono ammassate in pochi km quadrati nell'istmo di Karelia, l'ordine è quello di completare la riduzione della sacca spingendosi fino alla periferia di Leningrado e distruggendo quante più unità nemiche è possibile.

    Nel corso di tre sanguinosi assalti 7 divisioni nemiche sono costrette alla resa per l'assenza di munizioni e di viveri; anche la fine della speranza di essere salvati dal Fronte del Volkhov gioca la sua parte nel demoralizzare gli uomini.

    La prima a cadere è la sacca isolata sul Ladoga, un 10,99 : 1 non lascia scampo agli esausti difensori
    T23 resa Ladoga.JPG

    Poi è la volta delle unità sul confine finlandese, un'unità si arrende subito, le altre si salvano nella ritirata
    T23 resa Ladoga2.JPG

    per poi trovare comunque la loro fine al successivo assalto
    T23 resa Ladoga3.JPG Il confine finlandese è stato "liberato" dalla presenza sovietica.

    Le prime tre divisioni finlandesi (segnalini verde-blu), perfettamente addestrate per la guerra invernale iniziano a muovere verso sud per raggiungere il fronte del Volkhov.


    T23 Nord.JPG Sul fronte del Volkhov sono schierate consistenti forze nemiche; in ogni 10 miglia di fronte vi sono 3 unità nemiche a fronte di una sola tedesca.

    A Leningrado resistono i due hex urbani di Leningrado e Leningrado Nord, protetti rispettivamente da un livello 4,9 e 4,1 di fortificazioni. L'assalto da parte delle divisioni tedesche spompate quasi certamente si tradurrebbe in una debacle. molto meglio lasciare i difensori a rosolare in attesa che consumino i supplies, lasciare un piccolo cordone sanitario e spostare il gorsso delle truppe per puntellare la prima linea, non resta molto tempo.

    poont br.jpg
    Una postazione contraerea del XXVII corpo d'armata protegge l'unico ponte sulla Luga ripristinato dai genieri tedeschi; lunghe colonne attendono per poterlo attraversare e muovere verso sud; un ingorgo senza precedenti, sotto il fuoco delle artiglierie russe di Leningrado.


    Heeres Gruppe Mitte

    E' il fronte più tranquillo anche questa settimana ma non durerà a lungo, i Russi stanno ammassando un'incredibile quantità di truppe dietro alla prima linea, fino ad est di Mosca.
    t23 mOSCA IMPRESSIONANTE.JPG
    I segnalini marroni danno un bel colpo d'occhio, molte le unità corazzate presenti. I rossi hanno costruito almeno tre linee difensive dal fronte fino a Mosca

    sov tr.jpg
    ingenti truppe russe nel settore di Mosca; saranno le famose divisioni siberiane rese disponibili dopo la scoperta che il Giappone si sarebbe mosso contro gli Usa e non contro i sovietici?


    Il livello delle fortificazioni tedesche (cerchietti rossi in alto a sx) invece lascia molto a desiderare, in nessun punto è stato raggiunto il livello 2, obiettivo minimo richiesto. In molti posti non c'è neppure il livello uno!
    Sarà necessario spostare al più presto riserve mobili verso questo settore o potrebbe essere travolto dalla marea rossa.


    Heeres Gruppe sud

    Al sud prosegue l'operazione di riduzione delle sacche, il maltempo ha impedito ai nemici di tentare di liberarle: si arrendono così 20 divisioni nemiche, tra cui una corazzata particolarmente potente, con 400 carri nei sui ranghi. Tra quelli non sabotati si racimolano una quindicina di T-34 intatti che andranno ad arricchire l'armata brancaleone dei carri tedeschi. :)

    t23 SETTORE DI KHARKOV.JPG Lungo la linea del fronte attacchi di opportunità sulle posizioni nemiche conseguono successi locali; la distanza di almeno un hex dal nemico consente di costruire i forti molto più rapidamente, senza la minaccia di cecchini e artiglieria; inoltre il logoramento risulta molto ridotto.


    I soivietici avevano tentato di rifornire le sacche tramite aerotrasporto ma queste azioni si sono rivelate un mezzo fallimento per l'intervento della Luftwaffe
    T23 strage di aerei sulla sacca.JPG Qui i Messerschmitt, in un'azione particolarmente fortunata, abbattono 18 bombardieri russi utilizzati per paracadutare rifornimenti alle truppe assediate


    plane snow.jpg
    Questo il triste destino per molti aerei ed equipaggi russi che hanno tentato di soccorrere i propri compagni


    A sud l'armata rumeno-tedesca si spinge per 40 miglia di profondità all'interno della Crimea; ma bisogna combattere per ogni singolo hex, i rossi non mollano...

    t23 cRIMEA.JPG


    Il conto delle perdite

    in aria
    T23 air losses.JPG Questa è una delle settimane migliori in cielo per la Luftwaffe, il tentativo di ponte aereo russo fa lievitare le perdite


    E sotto, l'elenco delle unità unità nemiche che si sono arrese questa settimana:

    T23 unità russe arrese.JPG 28 unità nemiche dovranno essere riformate nelle retrovie; l'intelligence segnala che iniziano a scarseggiare le armi al nemico, lo spostamento di molte fabbriche verso gli Urali, la distruzione di altre presto non consentirà di armare tutti gli uomini che vengono arruolati


    Una delle settimane peggiori dall'inizio della guerra per l'armata rossa, 187.000 uomini in meno:

    T23 losses.JPG


    That's all folks ;)
     
    • Like Like x 4
    Ultima modifica: 2 Giugno 2016
  7. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    RUSSLAND, 27 November 1941 - Leningrado, si combatte casa per casa i Sovietici perdono i quartieri a nord; in Crimea l'Asse avanza, ma su tutto il resto del fronte si scava alacremente

    A Leningrado infuriano i combattimenti casa per casa, i difensori sono sconfitti solo dopo l'attacco congiunto di 2 divisioni panzer, due divisioni motorizzate e quattro di fanteria; appoggiate da numerosi battaglioni aggregati tra cui 4 di artiglieria.

    Il rapporto di forze è soverchiante, di oltre 6:1 per gli uomini, 8:1 per le artiglierie, 100:1 per i corazzati

    Due divisioni di fucilieri sovietiche si arrendono, le perdite dell'Asse sono tutto sommato lievi per essere in terreno urbano, solo 1000 uomini , 9 art e 16 AFV

    T24 leningrado nord.JPG
    Solo i quartieri centrali di Leningrado resistono, l'interrogatorio dei prigionieri consente di appurare che restano 3 divisioni di fucilieri arroccate all'interno della città.


    snow flak.jpg
    Una postazione di flak quadrinata a guardia delle collinette attorno a Leningrado. nell'ultima battaglia i sovietici hanno perso 37 aerei contro 7 tedeschi



    Gli unici altri combattimenti avvengono in Crimea, dove i Russi hanno operato una ritirata strategica dietro al fiume Salagir; le truppe dell'Asse sembrano un po' limitate in numero per poter sperare di conquistare il resto della penisola

    t24 Crimea.JPG


    Ma soprattutto bisogna fare i conti con la realtà, dicembre è dietro l'angolo e le previsioni per il prossimo turno
    danno BLIZZARD ovunque!

    T24 arriva il blizzard.JPG

    Questa sono state verosimilmente le ultime offensive tedesche dell'anno, dal prossimo turno entra in campo il migliore alleato dei sovietici, il Generale Inverno

    Le conquiste tedesche nel 1941 terminano qui, in rosso il fronte attuale, in nero quello storico alla data del 5 dicembre 1941, termine dell'avanzata tedesca.
    T24 global general map with history.jpg
    salta all'occhio la differenza al centro e al sud, evidente conseguenza di aver spostato un Panzer Gruppe dal centro al sud rispetto alla storia.


    Le perdite complessive, in aerei

    T24 air losses russia.JPG


    e di terra:

    T24 losses.JPG



    trenches snow.jpg

    Gli uomini, provati, attendono nelle trincee poco profonde l'arrivo dell'uragano rosso,
    sulle cinture c'è scritto GOTT MIT UNS, presto vedremo se è vero
     
    • Like Like x 4
  8. ivaldi79

    ivaldi79

    Registrato:
    2 Aprile 2010
    Messaggi:
    1.802
    Ratings:
    +176
    Mandaci gli italiani in Crimea xD
     
  9. mazza73

    mazza73

    Registrato:
    27 Maggio 2015
    Messaggi:
    13
    Ratings:
    +1
    ciao un paio di valutazioni, hai pensato se non sia il caso di arretrare il fronte in carelia al di sopra del lago ( in modo da difenderlo com meno unità) e di spostare quelle che si rendono disponibili tramite ferrovia prima ad eliminare quelle unita sovietiche sulla costa finlandese e poi da li il tutto portarlo sul fronte principale per dare un pò di respiro alle truppe tedesche?
     
  10. auricaesar

    auricaesar

    Registrato:
    26 Luglio 2014
    Messaggi:
    1.521
    Ratings:
    +182
    Blizzard secondo me DEVI dare la mazzata finale a Leningrado, ancora poi finisce come a Stalingrado che ti trovi accerchiato nell'istmo.
     
  11. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Con il blizzard il CV delle unità tedesche crolla e la conquista di Leningrado potrebbe farsi difficile.

    Non mi ricordo le regole: i finlandesi possono già attaccare il nemico? Nel caso potrebbero occuparsene loro che non subiscono malus durante uk blizzard.

    Ciao
     
  12. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    Sí ci mando I Piemontesi :rolleyes:

    Non ci avevo pensato e sai che ti dico? è un'ottima idea! Mi dispiace solo per il sangue finlandese versato. L'alternativa a cui avevo pensato è lasciare un unico rgt per hex, tanto equivale ad una divisione russa come forza.
    Le divisioni sulla Costa da eliminare non ho capito quali intendi?
    P.S. ho capito intendi Hanko! che é rimasta come una spina nel fianco, adesso che non é piú rifornita da Leningrado i CV dei difensori sono scesi e potrebbe essere il momento giusto per sbarazzarsene e guadagnare altre 3 brigate alla causa ;)
    Tranquillo no pasaran ;)

    E' cosí come dice @maie: a dicembre 1941 il CV dei tedeschi in attacco crolla a un terzo, quindi qualsiasi assalto a posizioni fortificate é votato all'insuccesso. Questo vuol dire che Leningrado per ora é salva SE - c'é un se - se il meteo si mantiene su blizzard. Se per caso c'è un turno anomalo con meteo snow si puó invece provare l'assalto finale.
    I Finlandesi non possono attaccare sotto alla "finnish no attack line" che coincide con i confini storici. Quindi il loro utilizzo per conquistare Leningrado é purtroppo impossibile.

    Winter_war.jpg
    I Finlandesi salvatori della patria? Tedesca si intende ;)
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 4 Giugno 2016
  13. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.755
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.193
    • Like Like x 1
  14. mazza73

    mazza73

    Registrato:
    27 Maggio 2015
    Messaggi:
    13
    Ratings:
    +1
    I finlandesi si sbloccano in attacco ad un certo punto ma non ricordo se come dice altro utente con la presa di Leningrado o dopo una determinata data,cmq da li in avanti li usi in attacco fino alla no move line (che è più a sud della linea di no attacco )
     
    • Like Like x 1
  15. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    I FINLANDESI, LA CONQUISTA DI LENINGRADO E ALTRE FAVOLE

    Caspita @GyJeX e @mazza73 avete ragione! mi era proprio sfuggita questa cosa dello sblocco dei Finlandesi in attacco:facepalm::bag::wall:.

    Ho verificato :leggo: ed è come dite voi, i Finlandesi sono sbloccati in attacco anche sotto alla "finnish no attack line" se cade Leningrado; devono cadere entrambi gli esagoni che rappresentano la città. Quindi anche l'hex 81,16 che ancora resiste.

    Come si vede dall'immagine ci sono tre divisioni asserragliate nell'hex residuo, con un combat value complessivo di 117 (!!!) , fortificazioni di livello 4,9 (su un massimo possibile di 5,1).
    In teoria si sarebbe dovuto riuscire a conquistare Leningrado prima del blizzard con i tedeschi, perchè i finlandesi non sono comunque intenzionati ad avere parte attiva.
    A questo punto la frittata è fatta... quei turni che ho perso per espandere il fronte oltre il Volkhov oppure per eliminare le altre divisioni russe nella sacca sarebbero stati molto meglio investiti per la conquista di Leningrado città :piango::piango::piango:
    Tradimento!!! delle teste devono cadere!!!! Von Leeb dovrà restituire le fronde di quercia con spade!!! :D bello fare i maramaldi con i sottoposti eh :lol:

    Dal prossimo turno i CV in attacco tedeschi sono ridotti a un terzo, Leningrado diventa impossibile da conquistare. Avete visto che fatica solo per conquistare Leningrado Nord dove c'erano solo due divisioni a difendere (invece di 3) ed è stata conquistata con un risicato 2.08:1 con un tiro fortunato di dadi e utilizzando forze soverchianti.

    Leningrado è protetta su tre lati (NW, NE, E) dalla Neva, questo comporta che le divisioni che attaccano da quei lati hanno una considerevole riduzione dei CV (mi pare due terzi i corazzati e metà la fanteria). e come si vede dall'immagine è piena di supplies.
    L'unica speranza è un turno di snow ma... abbiamo appena upgradato il gioco alla versione 1.08.08; in questa release le probabilità di avere snow anziché blizzard in inverno si riducono dal 15% al 5%.... sono furbo eh? :lol:


    T24 Leningrad.JPG
    Va beh diciamo che adesso la partita diventa molto più interessante in questo settore, i sovietici hanno tutto l'interesse a cercare di liberare Leningrado prima della fine dell'inverno. E I FINLANDESI POSSO UTILIZZARLI SOLO IN DIFESA, combatteranno con una mano legata dietro alla schiena, diventano una sorta di difesa statica, devo almeno cercare di non farli circondare perchè in quel caso sarebbero spacciati.
    Chissà se la sa questa storia il mio avversario, magari non la sa neppure lui, al momento non mi sembra di vedere gran concentrazioni di truppe dietro alla prima linea del Volkhov...
    Sembra tutto concentrato nel settore di Mosca... Maskirovka? :cautious:



    Come giustamente ricordava @mazza73 ci sono altre due operazioni interessanti che i Finlandesi possono fare:

    La prima è la conquista di Hanko, questo porto strategico situato all'imboccatura del golfo di Finlandia è stato ceduto ai Russi con il trattato di pace successivo alla guerra d'inverno.
    E' massicciamente fortificata (4,1) e vi si trovano due unità di fortificazione e una brigata di guarnigione; adesso che non riceve più i rifornimenti da Leningrado i CV dei difensori sono diminuiti molto e la conquista appare possibile. e permetterebbe di sbloccare i 3 reggimenti posti a guardia

    T24 hanko.JPG


    La seconda operazione si può fare in Karelia, dove attualmente il fronte è esteso più di 100 miglia e richiede 11 unità per il presidio.
    Ci si potrebbe ritirare fino al lago Janisjarvi , una sorta di termopili finlandesi, e utilizzare solo 4 o addirittura 3 unità per presidiare il fronte.
    Tutte le unità restanti potrebbero andare sul Fronte del Volkhov.

    T24 Karelia.JPG



    Anche Babbo Natale che risaputamente risiede in Finlandia è stato chiamato alle armi e ha dovuto tagliare la barba

    renna.jpg

    La guerra continua al grido di SANTA KLAUS MITT UNS :confused::D
     
  16. cohimbra

    cohimbra

    Registrato:
    10 Marzo 2015
    Messaggi:
    2.660
    Località:
    Livorno
    Ratings:
    +1.083
    Utilizzando gli alleati dei teteski in attacco bisogna fare attenzione alla disponibilità di rimpiazzo dei vari devices. Se non ricordo male i finlandesi non hanno grosse quantità di rimpiazzi, ma io giocavo con una versione troppo precedente a questa per fare statistica (inoltre come detto potrei anche ricordare male). Il mio consiglio è di tenere un occhio al pool rimpiazzi (specialmente alla disponibilità di Rifle Squads) se intendi attaccare coi finlandesi. A meno che non sia cambiato tutto.
     
    • Like Like x 1
    • Agree Agree x 1
    Ultima modifica: 5 Giugno 2016
  17. kaiser85

    kaiser85

    Registrato:
    29 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.938
    Località:
    Catania
    Ratings:
    +410
    ma se catturi leningrado ti becchi pure la fabbrica dei KV1?
     
  18. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    E' vero i Finlandesi hanno solo 1.000 uomini di rimpiazzo a settimana e praticamente nessun AFV o aereo.

    Infatti avendo attaccato per venti turni di fila adesso le divisioni finlandesi sono più o meno al 65% degli effettivi...

    Ulteriori attacchi sono impensabili, a parte Hanko, saranno schierati in difesa.

    No i Russi distruggono tutto prima di abbandonare una fabbrica, restano solo le macerie... ma almeno non ce li hanno piú neanche loro
     
  19. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.127
    Ratings:
    +1.538
    RUSSLAND, 11 Dicembre 1941 - La tormenta di neve imperversa lungo tutto il fronte, crollano le temperature e insieme la capacità combattiva dell'Asse. La Prima Armata d'urto sovietica sfonda le linee tedesche a Bryansk.

    Il termometro scende in picchiata a 25° sotto zero, le tormente di neve imperversano dalla Karelia all'Ukraina; è l'inverno più rigido del XX secolo; le truppe dell'Asse (tranne i Finlandesi) non sono dotate di equipaggiamenti adeguati, l'abbigliamento invernale tedesco non è assolutamente sufficiente a fronteggiare queste temperature. L'olio congela e i motori grippano; ci sono 50.000 tra auto, semicingolati e autocarri che sono fermi per rotture varie. Le armi si inceppano e diventano inservibili, quella che era un plus dell'industria tedesca, la precisione nei meccanismi, ora si ritorce contro, le armi sovietiche costruite con le tolleranze maggiori non si inceppano mai per il freddo.

    Anche nel settore ferroviario marca male, le caldaie delle locomotive tedesche non sonoo attrezzate per il freddo e si rompono; aggiunto al fatto che le strade sono coperte da un metro di neve la logistica tedesca è pesantemente sotto stress; non si riesce a far arrivare al fronte i rifornimenti e le munizioni necessarie. Tutte le unità sono in deficit.

    Come conseguenza la capacità combattiva dell'Asse è franata a un terzo in attacco e della metà in difesa.

    La capacità combattiva russa è invece raddoppiata anche se la mobilità fortunatamente è ancora scarsa. Solo ora iniziano a essere fomati i primi grossi raggruppamenti mobili: i corpi di cavalleria; le brigate corazzate russe non hanno la forza di operare grosse avanzate.


    Heeres Gruppe Nord

    L'aggiornamento alla versione 1.08.08 porta , tra le altre, una gradita novità, l'introduzione delle:
    1) ritirate combattendo (fighting withdrawals)
    2) contratttacchi (counterattacks)

    questo tipo di azioni possono essere eseguite dal difensore se la capacità dottrinale (espressa nel gioco dal morale) supera quella dell'attaccante, tanto maggiore è il divario tanto cresce la probabilità di esecuzione.
    Il primo tipo può avvenire in caso di sconfitta del difensore; il secondo in caso di vittoria. entrambi moltiplicano le perdite dell'attaccante.
    Praticamente viste le capacità tedesche e russe del momento storico questo accade sempre.

    Nell'esempio sotto le truppe della 269° divisione, pur sconfitte, hanno operato una ritirata combattendo (identificata da una "W" nel combat report) che ha portato a perdite quadruple agli attaccanti.


    T25 nord.JPG
    Il logoramento è pesante anche per i russi, bisogna vedere se una volta distrutta la prima linea di fortificazioni tedesche e creati i Corpi di cavalleria la musica cambia

    Soviet_infantry_moving_to_attack_.jpg
    Il blizzard alla fine è arrivato, la visibilità é di poche decine di metri


    Le prime 3 divisioni finlandesi si schierano sulla sponda occidentale del Volkhov gelato, che non costituisce più una barriera, attraversare i fiumi è adesso facile come attraversare uan pianura qualsiasi.
    T25 finland.JPG
    Altri rinforzi finlandesi sono in arrivo dalle retrovie, anche via treno


    Heeres Gruppe Mitte

    Come negli altri settori, anche qui il fronte è tenuto solo dalla fanteria; i Panzer Korps sono ritirati nelle retrovie per non essere circondati ed essere disponibili ad eventuali contrattacchi

    t25 CENTRO.JPG Nel settore di Mosca i sovietici attaccano in tre punti, ottenendo ovunque successi locali, anche se pagati a caro prezzo. Le truppe tedesche ripiegano ordinatamente.



    La situazione peggiore è tra Vyazma e Briansk, qui un imponente raggruppamento nemico di nuova costituzione, la Prima Armata d'Urto, sfonda la linea tedesca e apre un varco di 20 miglia, ma senza avere poi la forza di infilarci nulla. Almeno per il momento. In zona non ci sono rinforzi corazzati tedeschi anzi non ci sono proprio unità di riserva :eek:


    T25 CENTRO DUE.JPG
    I nemici della prima Shock Army possono contare su diverse divisioni della Guardia e Corpi di cavalleria

    sn.jpg
    Truppe sovietiche della prima armata d'urto in azione a nord di Briansk


    Heeres Gruppe Sud

    A sud solo attacchi sporadici , sembrerebbe per provare le difese tedesche e trovare un punto debole; quasi tutti hanno successo.

    T25 SUD.JPG


    In Crimea i Tedeschi devono molllare l'osso e ripiegare verso le imboccature della penisola; improvvisamente i rapporti di forza si sono ribaltati...

    T25 Crimea.JPG
    Si segnala un curioso tentativo di sbarco alle spalle delle forze dell'Asse. Una divisione russa partita da Sebastopoli sbarca ad Armyansk, proprio in bocca alla 35° divisione di riserva rumena asserragliata in loco. L'esito, una batosta per i Russi e la rivincita per i Rumeni ;)

    01e5e2b961d8380c5d0be31f2a4bb133.jpg

    Un pioniere russo controlla la presenza di mine su quella che sarà la direttrice dell'attacco

    si prospettano tempi difficili per l'Ost Armée
     
    • Like Like x 1
    • Informative Informative x 1
    Ultima modifica: 9 Giugno 2016
  20. ivaldi79

    ivaldi79

    Registrato:
    2 Aprile 2010
    Messaggi:
    1.802
    Ratings:
    +176
    Secondo te è fattibile nella seconda offensiva estiva chiudere la crimea dal caucaso?
     

Condividi questa Pagina