1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Drang nach Osten - AAR WITE - Blizzard vs aldila.deisogni

Discussione in 'War in the East' iniziata da blizzard, 22 Febbraio 2016.

  1. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    RUSSLAND, 5 marzo 1942 - La caduta di Leningrado , l'invasione della Crimea e altre fantastiche storie su OstFront digital radio



    Camerati, la notizia che attendevate è giunta, la culla del bolscevismo è caduta, la bandiera del III Reich penzola floscia su di un cumulo di rovine annerite :D

    main_600 (1).jpg

    Alla fine Leningrado si è arresa, ci sono voluti 6 mesi di assedio e un sacco di perdite ma l'impresa è compiuta

    Nuove divisioni fresche dalla Germania hanno dato alla 18° armata la potenza di fuoco necessaria.
    il primo assalto, supportato da oltre 230 aerei della Luftwaffe, è stato respinto dalle due divisioni fucilieri superstiti a cui si è ultimamente aggiunta una brigata di paracadutisti frettolosamente lanciati nella notte sopra alla città in fiamme.
    Impressionanti le perdite dell'aviazione sovietica che non ha mancato all'appuntamento decisivo, 68 aerei abbattuti contro un solo bf109 !!

    T38 leningrad 1.jpg


    I Rossi resistono casa per casa con la disperazione di chi non ha più nulla da perdere


    The-City-That-Would-Not-Die-Siege-of-Leningrad6.jpg

    L'assalto successivo ha successo, non rimane che la resa per gli stremati difensori, ormai senza rifornimenti degni di questo nome da settimane

    T38 leningrad 2.jpg

    L'assalto concentrico di 9 divisioni ha avuto la meglio, pochi gli aerei sovietici questa volta, forse le squadriglie hanno il morale a terra...


    battle_stalingrad100.jpg

    Rendiamo merito alla determinazione dei difensori che hanno dato tutto quello che potevano e non hanno lasciato nulla di intentato.

    Più a sud nel settore di Smolensk alcune puntate esplorative contro le unità nemiche unità più esposte distruggono un discreto numero di carri armati.

    T38 smolensk.jpg

    607bedc894def4c35b60d0686b8e2f54.jpg
    Truppe d'assalto si riposano in una pausa dai combattimenti nelle foreste attorno a Viazma

    Nel settore di Kursk 3 Panzer Korps escono dai rifugi invernali e iniziano un'operazione di sfondamento in direzione Kursk- Voronezh

    T38 Kursk.jpg

    Nel settore di Stalino i Rumeni ingaggiano con successo le brigate motorizzate lasciate indietro dal nemico per parare la ritirata del grosso

    T38 stalino.jpg
    Un impressionante sbarramento di truppe nemiche ha formato 4 linee difensive tra il fiume Kalmius e Rostov


    In Krimea due panzer Korps supportati dalla 3° armata rumena raggiungono le posizioni della ritirata nemica

    T38 Crimea.jpg
    ottimo lavoro dell'aereonautica rumena, nell'immagine 6 caccia russi abbattuti e 240 casualties tra i nemici.



    Questa è la situazione dei carri medi al termine del blizzard, ancora molti modelli obsoleti sono schierati in prima linea, ma il numero complessivo è buono, sembra che l'inverno non abbia devastato la capacità offensiva della PanzerWaffe

    T38 AFV.jpg


    Von_Moskau_41.jpg

    La Wehrmacht è tornata all'offensiva!
     
    • Like Like x 3
  2. ivaldi79

    ivaldi79

    Registrato:
    2 Aprile 2010
    Messaggi:
    1.802
    Ratings:
    +176
    Vedremo al prossimo inverno come resistere ahah , obbiettivi tuoi adesso quali sono?
     
  3. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    Credo meglio, ormai la Wehrmacht é dotata di equipaggiamento invernale e non dovrebbe piú subire come in questo inverno.
    I piani dell'OKH sono rigorosamente top secret (in realtà non ho ancora deciso :D )
     
  4. ivaldi79

    ivaldi79

    Registrato:
    2 Aprile 2010
    Messaggi:
    1.802
    Ratings:
    +176
    Ma una super mossa a tenaglia? vogliamo qualcosa di grosso, certo che è difficile aldilà ha fatto un ottima difesa in profondità.
     
  5. CapHydra

    CapHydra

    Registrato:
    29 Giugno 2016
    Messaggi:
    178
    Località:
    Italia
    Ratings:
    +37
    Bravo!:approved: anche se penso che il gigante russo non si sia ancora svegliato completamente;).. domanda la schermata dei panzer come l'hai presa? ancora una se posso, hai riscontrato anche te che i tedeschi dopo il primo anno perdono diversi k di uomini per attrito anche di estate?
     
  6. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    Cercherò di non deludervi;)

    Grazie. Il gigante russo é appena all'inizio del risveglio :eek:
    La schermata dei panzer é bella nascosta, nel :Commander's , HQs e poi clicchi sopra al numero di AFV nella riga dell 'OKH.
    L'attrito c'è tutto l'anno , in inverno é solo molto di piú :)
     
    • Useful Useful x 1
  7. CapHydra

    CapHydra

    Registrato:
    29 Giugno 2016
    Messaggi:
    178
    Località:
    Italia
    Ratings:
    +37
    grazie andrò a cercarmela :p no, d'inverno lo so il fatto è che il tedesco subisce molto di più del russo in primavera/estate anzi praticamente il russo non ne subisce.. non mi sembra ci sia FOW nelle perdite:cautious:
     
  8. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    Ne subisce il Russo di perdite da attrito e sempre molte di piú che il tedesco ;) anche 30-40k a turno! solo che non si vedono con chiarezza perché sono annegate nella fase logistica russa e quando carichi il turno nuovo non sono piū visualizzate nello schermo come perdite del turno ma sono già contabilizzate nei totali .

    Ma basta che guardi quante perdite complessive aveva il Russo alla fine del tuo turno, quante ne ha quando ricarichi e vedrai che sono salite di molto di piú di quello che é visualizzato che ė imputabile ai soli combattimenti :)
     
  9. CapHydra

    CapHydra

    Registrato:
    29 Giugno 2016
    Messaggi:
    178
    Località:
    Italia
    Ratings:
    +37
    Fantastico:approved: non riuscivo davvero a capire perchè non vedevo perdite da attrito :rolleyes:
     
  10. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    RUSSLAND, 19 marzo 1942 - L'offensiva in Crimea e le Panzer Armée all'attacco a Briansk e Kursk.

    CSIR_a_Gorlowka.jpg
    Questa settimana vede il battesimo del fuoco per il CSIR, il corpo di spedizione italiano in Russia, nei pressi di Kursk.
    Finora era stato utilizzato nelle retrovie con compiti di guarnigione e antipartigiani





    GRUPPO DI ARMATE SUD

    L'offensiva in Crimea procede senza intoppi; la prima settimana i panzer raggiungono la nuova linea difensiva sovietica situata 30 miglia a nord di Sebastopoli che sfrutta i rilievi montuosi.
    A est sfondano le difese sulla penisola di Kerch e raggiungono l'omonimo porto che domina lo stretto di accesso al Mar d'Azov

    T39 crimea.jpg
    1° settimana di avvicinamento e primo assalto fallito alla stretta imboccatura della penisola

    T40 crimea.jpg

    La 2° settimana i panzer sfondano e dilagano verso Kerch; anche le difese in pianura davanti a Sebastopoli cedono; resistono le posizioni sulle alture

    La 398° divisione fucilieri e due basi aeree sono circondate e isolate presso Ak-Manay presso la penisola di Kerch.

    L'armata circondata a Sebastopoli è invece rifornita via mare dai porti del Caucaso


    A Rostov la 3° Armata rumena raggiunge le nuove posizioni difensive nemiche situate davanti al fiume Mius, tuttora gelato

    t39 rostov.jpg

    Gli attacchi nel cuore industriale del Donetsk non riescono a riconquistare la città di Gorlovka ma fanno progressi nelle campagne circostanti


    I Corpi corazzati del gruppo di armate sud (tre panzer korps appartenenti alla prima e seconda panzer armee) sfondano le difese a nordovest di Belgorod e avanzano per 50 miglia in direzione della città di Kursk

    T39 Kursk.jpg
    In contemporanea puntate diversive verso sudest cercano di ingannare il nemico sulle reali intenzioni dell'attacco.

    All'inizio della settimana successiva il nemico ha evacuato le 13 divisioni sul saliente di Oboyan e si è rischierato più a nord sulla riva sud del fiume Seym.
    IL comando, valutata la consistenza delle difese attorno a Kursk decide di sfondare proprio la linea del Seym che appare la più debole, essendo il letto del fiume gelato.

    T40 kursk.jpg

    Con una manovra a tenaglia i PzKps circondano 5 divisioni tra cui due della Guardia.
    Ai reparti corazzati tedeschi sono aggregate anche la 3° divisione Celere italiana Principe Amedeo, e la divisione mobile slovacca. Le capacità dei generali tedeschi possono spremere il massimo anche da queste deboli unità; sarebbero sprecate lasciate in mano ai comandi originali.

    2itkah2.jpg
    La neve di marzo non fa più paura come nel cuore dell'inverno, i reparti che sono ormai dotati di equipaggiamento migliore possono tornare all'attacco.


    GRUPPO DI ARMATE CENTRO

    A Briansk si raggruppano i corpi corazzati organici all'AGC (3° e 4° armata Panzer) e sferrano un'offensiva contro il saliente nemico isolando tredici unità tra cui 3 divisioni della Guardia

    T40 Briansk.jpg

    La sacca è però lasca, il numero insufficiente di unità che partecipano all'offensiva e le forti difese nemiche non consentono di sigillare le truppe circondate; le linee di rifornimento nemiche sono comunque tagliate e le unità nemiche non potranno essere rifornite se non eventualmente per via aerea.

    Altre divisioni panzer in arrivo da nord via treno attendono nei pressi di Smolensk di smontare dai vagoni ferroviari per partecipare all'attacco.



    GRUPPO DI ARMATE NORD

    Nel nord poco da segnalare, i Finlandesi abbandonano le posizioni sul Volkhov, avvicendati dalle divisioni tedesche della 18° armata e rientrano in patria per rimpolpare gli organici o vanno a Leningrado e hinterland come truppe di guarnigione.

    T40 partisans.jpg
    Azioni sporadiche di partigiani su ferrovie secondarie


    Il quadro complessivo delle perdite al termine delle due settimane
    T40 losses.jpg
    Le forze dell'Asse superano il milione di uomini persi.
    I Sovietici hanno perso più di 20.000 corazzati dall'inizio di Barbarossa contro solo 2.720 tedeschi


    7,62-cmFlakM38-1.jpg
    Cannone tedesco in dotazione ai reparti della Flak della Luftwaffe, quando serve è utilizzato anche in funzione AT contro T-34 e KV1.


    Dalle informazioni raccolte da alcuni prigionieri pare che i comandi nemici siano rimasti piuttosto scossi da questa repentina e inattesa ripresa delle offensive tedesche prima della fine dell'inverno.
     
    • Like Like x 3
    Ultima modifica: 3 Agosto 2016
  11. CapHydra

    CapHydra

    Registrato:
    29 Giugno 2016
    Messaggi:
    178
    Località:
    Italia
    Ratings:
    +37
    Bravo Blizzard:approved: Come prevedi di risolvere il problema partigiani?
     
  12. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    Fortunatamente i partigiani non sono un problema, pochi attacchi sporadici finora.
    Ho sempre tenuto le città al massimo della guarnigione per evitare che ingrossassero le fila.
    E inoltre è stata osservata poca attività di rifornimento aereo da parte del nemico.
    I partigiani vanno "acccuditi" e fatti crescere dal Russo altrimenti restano in
    stato larvale, senza quadri e munizioni non costituiscono una minaccia.

    PS per fare questo il Russo ha a disposizione molti bombardieri a lungo raggio che vanno impostati in missioni notturne di rifornimento; ogni notte lanceranno supplies, munizioni, squadre di quadri politici (NKVD) ed equipaggiamenti pesanti alle formazioni partigiane facendole crescere.
    Ad un cero punto quando raggiungono il 50% del TOE escono dallo stato unready ed iniziano ad operare.

    partiz2n.jpg
    Partigiani minano una ferrovia
     
    Ultima modifica: 4 Agosto 2016
  13. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    RUSSLAND, 26 marzo 1942 - Piove in tutto il settore centrale!! Il meteo ballerino annega l'offensiva tedesca nel fango... Conquistata Kerch in Krimea


    Noooo, piove a fine marzo '''42 la stagione delle piogge quest'anno ha anticipato in tutto il settore centrale dove si stavano sviluppando le offensive tedesche :mad::mad::mad:

    T41 il ritorno del mud.jpg
    E dal prossimo turno pioverà ovunque, probabilmente per un mese e mezzo... è la rasputitsa primaverile
    La neve si scioglie , si forma un gran pantano e tutto resta immobilizzato


    A ovest di Briansk una parte delle divisioni accerchiate è riuscita a sfuggire , c'era da spettarselo... quando la 1° panzer division richiude - a fatica - la porta restano dentro solo 7 delle 13 divisioni originariamente insaccate.
    t41 BRIANSK.jpg

    Le Panzer divisioni di rinforzo scaricate dai treni a Smolensk non vengono fatte neppure avvicinare al fronte, restano lì dove sono; con questo fango arriverebbero con metà dei veicoli in avaria.

    Il pool dei veicoli a disposizione per il resupply delle unità è già al limite, 119k su 119k necessari, giusti giusti; le settimane di fango che attendono la Wehrmacht metteranno a dura prova gli automezzi.
    Bisogna restare il più vicino possibile ai terminali ferroviari.

    battlemoscow13-16.jpg
    La neve che si scioglie in un pantano ha portato ad una brusca interruzione delle operazioni sulla gran parte del fronte


    Anche a Kursk non è possibile ridurre la sacca, le divisioni di fanteria riescono a fatica a raggiungere le nuove posizioni sovietiche. L'aviazione russa rifornisce gli assediati dal cielo.

    t41 KHARKOV.jpg

    Evidenziate sulla mappa le posizioni delle divisioni italiane (sono in giallo le unità del CSIR)


    Nel Donbass non ha ancora iniziato a piovere, la quarta armata rumena appoggiata dai panzer del XXXXVI PzKps coglie un paio di vittorie contro la prima linea fortificata nemica
    T41 STALINO.jpg
    La strada per Rostov è ancora lunga... la cosa migliore sarebbe una manovra aggirante da nord per bypassare quella muraglia di divisioni sovietiche, ma con il mud è tutto rimandato.

    28gvvrr.jpg
    Una postazione di mitragliatrice nel settore di Stalino


    In Crimea c'è ancora giù la neve, la 1° Panzer armee ne approftta per spingere a est occupando Kerch dopo un combattimento con la 102° brigata di fucilieri della marin
    a
    t41 crimea.jpg
    La 398°divisione, circondata, si arrende.

    A Sebastopoli si prevede ci sarà un assedio molto lungo; le difese nemiche appoggiate alla catena montuosa sono formidabili e i rifornimenti arrivano tranquillamente via mare


    Le perdite


    T41 losses.jpg

    Metto anche quelle aeree:
    T41 losses air .jpg
    La Luftwaffe sta assestando dei colpi duri all'aviazione sovietica che a questo punto della guerra schiera solo aerei moderni.
    Evidentemente i comandanti sono ancora scadenti e i piloti sono poco addestrati o col morale basso.


    L'OOB

    t41 oob.jpg

    I numeri riportati sono fuorvianti in quanto molte delle unità in mappa (conteggiate nell'OOB) sono in realtà congelate nei Balcani e quindi non possono partecipare in alcun modo ai combattimenti.


    I numeri veri che l'Asse schiera sono i seguenti:

    3.700k tedeschi
    250k finlandesi
    65k italiani
    560k rumeni
    100k ungheresi
    20k slovacchi

    per un totale di circa 4.650k uomini

    contro 6.346k sovietici (di cui però una parte potrebbe essere a sua volta congelata, ad es. nel Caucaso)

    questi numeri comprendono tutto, quindi non solo le truppe combattenti ma anche i battaglioni di lavoratori che ripristinano le ferrovie e scavano le trincee, gli avieri, i comandi di armata corpo d'armata ecc.., gli autisti che trasportano i rifornimenti, in una parola tutti !
     
    • Like Like x 1
  14. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.607
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.109
    Hai la panzerwaffe praticamente intatta, Io direi che potresti anche puntare su Mosca a questo punto.
     
  15. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    Ho anche piú truppe che all'inizio di Barbarossa se é per questo! :eek::cautious:
    Ho perso piú di un milione di uomini, quasi 3.000 corazzati ma la Wehrmacht é in ottima forma....sono un po' perplesso, non c'è qualcosa che non torna ? :contro:
     
  16. ivaldi79

    ivaldi79

    Registrato:
    2 Aprile 2010
    Messaggi:
    1.802
    Ratings:
    +176
    Ma concordo , avevano raggiunto quasi un milione di perdite tra feriti,disperti e morti alla fine di barbarossa.
     
  17. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.607
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.109
    Non ti sei esaurito a mantenere posizioni assurde, tutto qui, però adesso è una questione di tempo, o chiudi la partita entro l'estate o son dolori.
     
  18. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    Chiudere la partita!! Dici nulla :lol::lol::ROFLMAO::ROFLMAO:

    Attualmente ho 209 punti, per "chiudere" con una vittoria automatica devo farne 290!!!
    Ne mancano 81.
    - Mosca dà 16 punti (ma solo con tutti e tre gli hex)
    - a nord ovest di Mosca ci sono 4 città che danno un punto l'una (Vishny, Torzhok, Rzhev e Kalinin)
    - a sud-ovest di Mosca ci sono Vyazma, Kaluga e Briansk che danno 1 punto l'una, - a sud Tula 3 punti
    - Orel, Voronezh e Kursk danno 3 punti l'una
    - nel sud Belgorod, Voroshilovgrad e Boghuchar un punto l'una
    -Rostov 3 punti
    - Stalingrado 4 punti
    - nelle steppe sopra al Caucaso : Krasnodar e Baku 3 punti,
    - altre 6 città nel Caucaso: 1 punto considerando anche quelle a sud della catena
    - a est di Mosca(entro 100 miglia) : Yaroslav e Ivanovo 3 punti l'una ; Ryazan e Vladimir 1 punto.


    Se sommi tutti insieme solo questi "facili" obiettivi fa... 64 punti
    Ne mancherebbero altri 15...

    In pratica per vincere bisogna conquistare tutto fino a 300 miglia dagli Urali.
    Contro un'Armata Rossa grande il doppio di un anno fa, con 40 divisioni della guardia e le fabbriche che sfornano T-34 a pieno ritmo.

    T41 victory cond.jpg

    Va beh 'na passeggiata de salute...ci sarà da divertirsi :rolleyes:
     
    Ultima modifica: 4 Agosto 2016
  19. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    dato che un'immagine rende più di 100 parole...

    ve ne metto due ;)

    mappa nord.jpg
    mappa sud.jpg
     
    • Like Like x 1
  20. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.607
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.109
    Beh, significa che un modo c'è :D

    Io faccio il tifo per i buoni, eh!

    Ma il Caucaso che vantaggi da ? Val la pena allungare così tanto il fronte ?
     

Condividi questa Pagina