1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Cecoslovacchia: Cechi si nasce-non si diventa!

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da Zio Adolf, 22 Maggio 2010.

  1. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0
    SFONDAMENTO A NORD

    Il nuovo anno è ricco di grandi avvenimenti: Mosca era sempre più vicina, ed ebbero luogo molte battaglie atte a circondarla, in modo da prenderla per fame. Il governo russo si spostò a Gorkij. Nello stesso tempo iniziarono alcuni attacchi a Leningrado per saggiare la consistenza del presidio sovietico.

    Mosca quasi circondata.jpg

    Il 3 febbraio Mosca venne circondata, dando inizio ad un lungo assedio.

    Mosca isolata.jpg

    Verso la fine del mese Continuava il restrellamento nei pressi di Mosca, e in Bielorussia scoppiarono alcune rivolte, subito contenute dalle truppe di seconda linea, che purtroppo non ci sono, quindi ci volle del tempo per ristabilire l'ordine. Nell'attesa, il Presidente decise di sedare lui stesso le rivolte. Infatti, si inoltrò in un bosco ed iniziò a sparare:
    "Bastardi rivoltosi, vi ammazzerò tutti! AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!"
    E nel frattempo sparava all'impazzata.
    Risultato: non riuscì a sconfiggere i partigiani, in compenso poco mancò che questi ultimi gli ridessero in faccia.

    Il fronte-febbraio 1948.jpg

    Ad aprile iniziò la battaglia di Mosca: i muri cadono e le case bruciano, ma nonostante tutto le difese sovietiche ressero all'urto iniziale e l'offensiva si bloccò.

    La battaglia di Mosca.jpg

    Il Presidente, per rincuorare le truppe, giunse al fronte per tenere un discorso e basta:
    "Miei soldati! Il nemico è molto, molto cattivo, e per sconfiggerlo voi dovrete esserlo molto di più!"
    Detto questo fece per tornare sull'aereo, ma durante il tragitto scorse una figura a lui familiare: era il portaborse! Che stava pulendo i cingoli del suo carro armato.
    Il President lo raggiunse e gli disse: "Cosa fai qui? Perchè non sei nel tuo ufficio a leggere la mia posta?"
    "Ma eccellenza, lei mi ha mandato qui!"
    "Ah già, è vero..."
    "Comunque, perchè non mi perdona?"
    "Sei forse scemo? Quando prenderai Mosca ne riparleremo. E adesso vai all'attacco, razza di stolto!"

    A maggio la situazione non era cambiata: Mosca rimaneva in mani sovietiche. Tuttavia i generali sapevano che era un fronte secondario, e trasferirono alcune delle migliori divisioni a sud, per realizzare un'avanzata di proporzioni epiche. Questa scelta si rivelò decisiva, perchè permise alle truppe cecoslovacche di spingersi fino al mare di Barents, impedendo che le truppe russe potessero eventualmente ripiegare in Asia.

    Grande sacca.jpg

    Quest'ultima mossa accelerò la fine della guerra: era solo questione di tempo prima che la Russia venisse sconfitta... oppure no?




     
  2. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0
    LA RUSSIA VERSO LA SCONFITTA

    Luglio 1948.
    Le truppe avanzano inesorabilmente; le armate celeri macinano chilometri su chilometri e contribuiscono ad accerchiare varie truppe nemiche.

    Quadrupla sacca.jpg

    Nel frattempo gli americani registravano progressi considerevoli, ed il congiungimento con il fronte cecoslovacco era questione di poche settimane.

    Avnzata americana.jpg

    A settembtre però i sovietici riuscirono a rompere una sacca ed a dismpegnarsi. A nord la penisola di Kola stava per essere conquistata.

    Rottura della sacca.jpg

    Il 3 ottobre accadde un fatto epocale: le truppe ceche e americane si congiunsero: per vari giorni entrambi gli schieramenti festeggiarono scambiandosi sigarette, cioccolato e pigne.

    Stretta di mano tra cechi e americani.jpg

    Sempre ad ottobre avvenne la disgregazione definitiva della Russia.

    Disgregazione sovietica.jpg

    Altre battaglie si susseguirono nel corso dell'autunno, e a dicembre solo la città di Leningrado rimaneva in mani sovietiche.

    Leningrado resiste.jpg

     
  3. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    Come sempre ottimo, ma è una super fortezza Leningrado?
     
  4. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0
    Ci sono circa 50 divisioni... ma prima o poi li prenderò per fame!
     
  5. Intruppoman

    Intruppoman

    Registrato:
    13 Novembre 2008
    Messaggi:
    88
    Località:
    Ostuni - Urbino
    Ratings:
    +2
    "ma prima o poi li prenderò per fame!"

    Mi ricorda qualcosa XD
     
  6. Erwin.Rommel

    Erwin.Rommel

    Registrato:
    27 Agosto 2010
    Messaggi:
    81
    Località:
    Viareggio
    Ratings:
    +0
    Anche nel mio AAR Leningrado è stata dura da conquistare...
     
  7. Dark_Angel_Of_Sin

    Dark_Angel_Of_Sin

    Registrato:
    14 Novembre 2006
    Messaggi:
    2.339
    Ratings:
    +30
    nel mio i tedeschi manco ci sono arrivatì là; le han prese sonoramente dall'Ucraina fino alla Francia XD

    saluti
    DAoS
     
  8. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0
    BIENNIO ATOMICO

    Gennaio 1949.
    La situazione in Asia è la seguente:

    Asia-1.jpg

    Le truppe inglesi erano sbarcate in Giappone, compromettendo le inizative belliche di quest'ultimo.

    Asia-2.jpg

    Contemporaneamente, nel centro dell'Europa, Praga domina. Infatti gli ingegneri, fisici, astronauti, progettisti e muratori cecoslovacchi avevano ampliato le dimensioni della centrale atomica, che ora raggiungeva l'impressionante grandezza di 8.
    Il Presidente celebrò l'evento alla radio nazionale. Ecco il suo discorso:
    "Care cecoslovacche, cari cecoslovacchi. Oggi proclamo il mese di luglio "Mese Atomico". Ogni anno celebreremo questo anniverario lavorando 4 ore in più. Sono sicuro che approverete questa mia iniziativa con viva e vibrante soddisfazione".

    Nucleare.jpg

    Ed ora...super inserto speciale! Argomento: bombe atomiche.

    bomba-atomica.jpg

    Gli americani cominciarono una devastante campagna di bombardamento sul Giappone per costringerlo ad arrendersi.

    Atomiche-1.jpg Atomiche-2.jpg Atomiche-3.jpg
    Atomiche-4.jpg

    I francesi approfittarono di questo fatto sbarcando a Tokyo. Inoltre nell'isola di Formosa scoppiarono numerose rivolte.

    Giappone.jpg

    Intanto la guerra contro l'URSS era giunta a una fase di stasi: Leningrado resisteva a tutti i tentativi di attaco. Per questo motivo lo Stato Maggiore progettò, nell'estate del 1950, un attacco alla Finlandia: inquesto modo sarebbe stato possibile unire i possedimenti cecoslovacchi in Svezia ed attaccare la fortezza sovietica da un'ulteriore direzione.

    Attacco alla Finlandia.jpg

    L'avanzata non fu un problema, ed anche il piccolo ma determinato esercito finnico venne sconfitto.

    Annessione Finlandia.jpg

    E questa è la situazione qualche giorno dopo la fine delle ostilità con la Finlandia. Nei territori russi conquistati iniziò l'opera di riammodernamento delle infrastrutture.

    Infra.jpg
    Europa-agosto '50.jpg

    Ma l'evento principale di quell'estate fu l'ultimo, decisivo attacco a Leningrado: il presidio sovietico, logorato dopo anni di assedio, cedette, e le truppe della quadrupla alleanza sciamarono nella città.

    Ultima battaglia a Leningrado.jpg

    All'annuncio che Leningrado era caduta, il portaborse noleggiò un aereo da turismo e si lanciò sopra la città senza paracadute. Dopo aver preso terra (non si sa bene come abbia fatto a non schiantarsi) girò in lungo e in largo per combattere i sovietici però, non trovandone nemmeno uno, ci rimase molto male. Il Presidente lo trovò in un angolo che piangeva, e gli disse: "Su col morale! In questa guerra ti sei fatto onore, quindi domani tornerai a Praga con me. Io ti perdono!" Sentendo queste parole il portaborse si alzò in piedi fulmineamente gridando: "Eureka! Eureka! Eureka!"
    Il President gli mise una mano sulla spalla e disse: "Va bene, va bene..."

    Leningrado è nostra.jpg

    Subito dopo essere giunto a Praga, il President si diresse verso gli studi radiofonici per fare un discorso celebrativo, di cui noi riportiamo fedelmente la parte finale:
    "Cari cechi e non vedenti. La vodka russa è stata debellata come la peste nera! Anche se il prezzo è stato alto, le ricompense sono enormi! Grazie alle immense risorse conquistate potremo proseguire il nostro cammino verso la conquista del mondo! Questo giorno verrà ricordato per altri mille giorni a venire!".

    Annessione U.R.S.S..jpg
     
  9. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0
    CINA, TROPPO VICINA


    Luglio 1951.
    Dopo l'annessione della Russia un'altra notizia rallegrò un po' tutti: infatti il reattore nucleare di Praga aveva raggiunto livelli esponenziali (ben 10).


    Foto Ceco (117).jpg

    Il Presidente non poté rifiutarsi di celebrare l'evento con un discorso in stile mediocre:
    "Cari scienziati, care cecoslovacche, è con soddisfazione vibrante e viva che vi ricordo che al Natale manca poco! Ma comunque questa fabbrica di bombe atomiche ci sarà indispensabile per espandere le nostre conquiste oltreoceano ed oltre."

    L'estate passò tranquilla: si lavorò per trasformare la desolata steppa russa in un concentrato di infrastrutture ad alto livello. A novembre gli sforzi degli infaticabili schiavi russi... ehm sì, volevo dire cittadini cechi vennero premiati.

    Foto Ceco (119).jpg Foto Ceco (120).jpg

    Con il nuovo anno, al President vennero in testa preoccupanti mire espansionistiche. Egli riteneva che il suo esercito non era pronto per confrontarsi con gli Alleati, tuttavia non voleva che i suoi soldati rimanessero senza esercitazioni, e quindi diede l'ordine di attaccare la Cina, ordine che il portaborse eseguì con gioia, allegria ed un velo di commozione. E fu così che la dichiarazione di guerra fu consegnata il 9 marzo 1952.


    Foto Ceco (122).jpg

    L'esercito di invasione era immenso: ben 201 divisioni, ovvero 2 milioni e 412mila uomini armati fino ai denti calarono dalle montagne e scorrazzarono in lungo e in largo, non sapendo bene dove dirigersi.

    Foto Ceco (123).jpg


    In una quarantina di giorni il Sinkiang venne annesso senza difficoltà.

    Foto Ceco (124).jpg

    Poi fu la volta dello Xibei San Ma: ancora una volta il nemico peggiore furono le pessime infrastrutture locali; il portaborse lo annotò nel suo portatile e ordinò ai suoi ingegneri di cominciare la costruzione di strade e acquedotti.

    Foto Ceco (125).jpg Foto Ceco (126).jpg

    Anche la Cina comunista venne invasa in poco tempo. Contemporaneamente le truppe ceche vennero per la prima volta in contatto con i soldati di Chiang Kai Shek, che erano davvero tanti!

    Foto Ceco (127).jpg

    Erano tanti, sì, ma anche male armati e scarsamente addestrati, indi per cui fu semplice per i carri cecoslovacchi aprirsi la strada fino al mare ed isolando svariati mangia-riso.

    Foto Ceco (128).jpg

    2 mesi e mezzo dopo la situazione era la seguente:


    Foto Ceco (132).jpg

    E poi???? Ve lo racconterò in seguito!
     
  10. SVEN HASSEL

    SVEN HASSEL

    Registrato:
    20 Giugno 2008
    Messaggi:
    1.095
    Località:
    Povegliano Veronese
    Ratings:
    +6
    Stupendo AAR :ador:...però adesso non mi fare stare sulle spine per dei mesi eh :D:D:D
     
  11. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0
    Farò del mio meglio! E che con la scuola, le donne, la patente e il sonno non trovo mai il tempo di scrivere!!
     
  12. Mac Brian

    Mac Brian

    Registrato:
    26 Luglio 2010
    Messaggi:
    2.771
    Località:
    Mirandola
    Ratings:
    +401
    Uao!! Un AAR veramente fantastico.

    Non vedo l'ora della resa dei conti con gli alleati.
     
  13. SVEN HASSEL

    SVEN HASSEL

    Registrato:
    20 Giugno 2008
    Messaggi:
    1.095
    Località:
    Povegliano Veronese
    Ratings:
    +6
    A parte le donne....tutto il resto è eliminabile :D:D:D:D:D
     
  14. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0

    CINA, NON PIU' VICINA



    Autunno 1952.
    La piccola ma abbondante sacca a nord fu eliminata, e millemila cinesi vennero fatti prigionieri: d'ora in poi verranno costretti a formare piramidi umane semoventi che fungeranno da posti di osservazione per gli ufficiali cechi, perchè si sa... ogni cinese è un acrobata. A conferma di ciò un muso giallo dichiara: "Sono un acrobata cinese!"

    Foto Ceco (134).jpg

    Un mese dopo, precisamente il 30 novembre, anche il signore della guerra annunciò via webcam la caduta dello yunnan con un breve discorso: "Mi arrendo!"

    Foto Ceco (136).jpg

    Giorni dopo gli agghiaccianti americani lanciarono l'ennesima bomba atomica contro il Giappone.

    Foto Ceco (137).jpg

    Contemporaneamente l'avanzata in Cina proseguiva inesorabilmente, anche se il territorio era quello che era.

    Foto Ceco (138).jpg

    A gennaio del nuovo anno anche il Guangxi Clique venne annesso.

    Foto Ceco (139).jpg

    SPAZIO PROPAGANDA

    Qui di seguito potete ammirare il Feldmaresciallo Krejci mentre guida l'arata principale, formata dalle truppe più esperte e dotate dei migliori armamenti.

    Foto Ceco (140).jpg

    FINE SPAZIO PROPAGANDA

    Sempre a gennaio le truppe cinesi lasciate indietro dai carri vennero eliminate dalla fanteria in retroguardia.

    Foto Ceco (141).jpg

    Ci volle ancora un mese per avere il controllo degli ultimi territori cinesi sulla costa. Chiang Kai Shek firmò l'armistizio l'otto febbraio e fu esiliato in India. Mao era già da tempo confinato in Tibet, costretto a vivere con una famiglia di agguerriti monaci anticomunisti.

    Foto Ceco (142).jpg



     
  15. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0

    SALVIAMO IL GIAPPONE

    22 Marzo 1953.
    Il Presidente in un discorso a Radio Praga dichiarò:
    "Qualcosa è da fare per salvare il salvabile in Giappone! Gli unici gialli con un po' di buon senso sono in guerra con tutto il mondo e rischiano l'estinzione a cause delle radiazioni A-TO-MI-CHE degli americani! E' nostro dovere aiutarli con l'unico mezzo a nostra disposizione: la guerra".

    Foto Ceco (143).jpg

    La flotta da sbarco fu organizzata in fretta e furia: furono imbarcati qualche soldato che era in pausa caffè e qualche cinese. Vennero fatti sbarcare su qualche costa giapponese dal nome impronunciabile con l'obbiettivo di conquistare il più possibile, perchè i servizi segreti informarono lo stato maggiore su una probabile resa del Giappone con gli alleati.
    I risultati delle conquiste li potete vedere nelle foto:

    Foto Ceco (144).jpg

     
  16. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0

    EPOCALISSE

    Quel buon uomo del Presidente, anima pia e casta, minuti dopo la fine delle ostilità in Giappone pensò: "Mmmmmh... e adesso cosa faccio?" Indi organizzò una riunione spiritica con il Portaborse, sua moglie, la nonna, il cane, la pizza, la figlia della vicina. Si sedettero intorno ad un tavolo rotondo e iniziarono a battere i piedi su di esso. Dopo qualche ora che andavano avanti l'Imperatore del Siam apparve in sogno al Presidente e così lo incitò: "Sai quello che devi fare."
    "No, cosa?"
    "Ma sì, quella cosa lì... ci siamo capiti"
    "Non comprendo!"
    "Ne ho abbastanza! Fallo!" e sparì.
    A questo punto il Presidente cominciò a girare per la stanza piangendo e i presenti lo presero per pazzo; era la prima volta che si comportava così in pubblico, e come se non bastasse la figlia della vicina si unì al pianto ed il cane prese ad abbaiare ferocemente.

    -Qualche mese più tardi-

    Novembre 1953.

    Il Presidente aveva ormai dimenticato la faccenda, e stava tranquillamente facendo il pieno della sua macchina quando ebbe l'illuminazione: doveva attaccare la Persia, quell'immenso ammasso di deserto, harem, sassi e soprattutto petrolio. Presa questa grave decisione ordinò al fido Portaborse di preparare l'esercito, cosa che il sottoposto eseguì prontamente (dopo circa due settimane).
    La guerra scoppiò il 27 dicembre.


    1 Attacco alla Persia.jpg

    Nulla di più facile! Ma santi numi! Nel bel mezzo delle ostilità i maledetti australiani dichiararono guerra alla Cecoslovacchia! Il Presidente, disperato, chiese al Portaborse: "Ma perché hanno fatto ciò?" la risposta fu: "Perché in tutti questi anni abbiamo fatto grandi cose... Terribili!"
    Il Presidente fece cenno di aver capito e si diresse verso la sua camera mormorando: "Terribili cose... terribili... terribili cose..."
    Ma il giorno dopo, al risveglio, divenne un altro: prese dall'armadio il suo smoking preferito, convocò il capo di Stato Maggiore e davanti ad una cartina cominciò a dare le prime direttive. Poi si recò agli studi radiofonici e fece un grande discorso alla nazione. Ecco un estratto:
    "Care cecoslovacche, cari cecoslovacchi, tuttora tuttavia soprattutto tutto quanto è nelle vostre mani. Dovete lavorare alacremente nelle fabbriche per sostenere il nostro impegno nella guerra che cambierà il futuro dell'umanità tutta. I vili popoli anglofoni credono di sconfiggerci in poco tempo: gli faremo vedere che si sbagliano!"

    Contrariamente alle parole del Presidente, la Cecoslovacchia era tutt'altro che impreparata: migliaia di soldati si trovavano già nelle zone di confine pronti a scattare in avanti, la flotta aveva già individuato i luoghi più adatti per degli sbarchi anfibi, l'aviazione, beh... avrebbe fatto quello che avrebbe potuto.

    Il primo colpo di scena fu un ordigno atomico lanciato contro la città di Londra: gli Alleati capirono di aver fatto il passo più lungo della gamba.


    2 Atomica londra.jpg

    Contemporaneamente le divisioni celeri avanzavano in Manciuria:


    3 offensiva in russia 1.jpg 5 Atomica in russia1.jpg 7 offensiva in manciuria1.jpg
    9 Offensiva in manciuria3.jpg

    ...mentre i possedimenti nemici venivano devastati dalle bombe. Anche la città di Chicago non venne risparmiata:


    4 Atomica USA1.jpg

    In Egitto i carri cechi coglievano importanti vittorie riuscendo anche ad accerchiare alcune incaute unità nemiche:


    6 Nord africa1.jpg

    2° mese di guerra.
    Alessandria sta per essere conquistata dalle invitte divisioni cecoslovacche; tuttavia gli inglesi reagirono sbarcando a Tripoli, costringendo le truppe che avanzavano in Tunisia ad arrestare la loro marcia:


    10 europa1.jpg

    Nella penisola iberica, il disastro più totale: Portogallo invaso e devastato dai soliti barbari inglesi, Madrid occupata. Agli spagnoli non si chiedeva altro che conquistare Gibilterra, ma evidentemente tutti questi anni di pace (pace?) hanno contribuito ad inficiare il loro spirito combattivo; toccherà come sempre a mamma Cecoslovacchia risollevare la situazione.


    11 Europa2.jpg

    In Asia il Giappone era ancora oggetto di dispute territoriali, mentre, cosa senz'altro più sensazionale, i soldati cechi entravano finalmente in Siam! Il Presidente non stava più nella pelle dalla gioia, era contento, molto contento! Anche perché con questa guerra non si sarebbe annoiato per anni e anni.


    12 Asia aprile.jpg

    Nel frattempo, dall'Himalaya calarono le truppe dell'impero Ceco-Austro-Ungarico, decise a sconfiggere l'India il prima possibile per ottenere favoritismi dall'alto comando:


    13 IndiaAprile.jpg

    Passavano i giorni, giorni di determinazione e coraggio, e la creazione dell'Islanda era sintomo della decadenza degli americani, poveretti.


    14 Europa maggio.jpg

    Il 7 maggio 1954 la campagna d'India poteva dirsi conclusa.


    15 Fine India Maggio.jpg

    La guerra entrava ora un una nuova fase...oppure no?
     
  17. Tasso

    Tasso

    Registrato:
    16 Maggio 2008
    Messaggi:
    957
    Località:
    Scandiano(RE)
    Ratings:
    +138
    occhio che se dai del cecoslovacco a un ceco nella vita reale si irrita e non poco (morosa ceca, non parlo per sentito dire)
     
  18. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0
    MEDITERRANEO:
    DALLA SCONFITTA ALLA VITTORIA


    12 Giugno 1954.
    Un'eclisse di sole colpisce la Francia... ah no, è una bomba atomica!
    Jacques: "Bonjour Jean-Claude, commen ça va? Est-ce que tu as vu l'éclipse cette matin?"
    Jean-Claude: "Oui... mais il n'était pas une éclipse... c'était une bombe athomique! Tout le monde le sait!"
    Questo potrebbe essere un veritiero dialogo tra due contadini francesi della bassa Savoia.

    Foto Ceco (162).jpg

    Contemporaneamente, al confine franco-spagnolo, un'altro ordigno nucleare colpisce Tolosa, le truppe spagnole fermano la loro avanzata e preferiscono ritirarsi per paura di radiazioni...

    Foto Ceco (163).jpg

    Il giorno dopo anche Alessandria subisce la stessa sorte delle città francesi. I generali cecoslovacchi erano increduli: speravano in una testa di ponte... gli si offriva loro un vero fronte.

    Foto Ceco (165).jpg

    Parigi. La torre Eiffel è ormai un ammasso di rovine radioattive, come buona parte della città, del resto.

    Foto Ceco (166).jpg

    Meanwhile in Manchuria...
    Continua l'avanzata delle truppe ceche, grazie anche alle solite bombe atomiche che disperdono i difensori americani.

    Foto Ceco (167).jpg

    Passa il tempo, e ad agosto la situazione in Europa occidentale è la seguente:

    Foto Ceco (171).jpg

    Dalla Germania, la linea Maginot è crollata sotto i colpi di mezzi ultrapotenti, permettendo alle truppe stanziate in Italia di ricongiungersi. I francesi si aspettano un attacco in direzione di Parigi, e inviano ingenti forze per difendere la capitale. La corsa per Bordeaux si rivela quindi un completo successo, che permette anche di insaccare le divisioni francesi nei Pirenei. La situazione non era altrettanto rosea in Spagna: gli anglosassoni dilagavano nella penisola: ci sarebbe voluto tempo prima che i cecoslovacchi potessero scacciarli, quindi il Presidente inviò segretamente il Portaborse per ristabilire la situazione. Obiettivo: paracadutarsi nella Spagna occupata, contattare i partigiani spagnoli e condurre azioni di disturbo.
    Sfortuna volle che il lancio fu mal coordinato, e d il Portaborse, senza saperlo, prese terra nella Spagna franchista. Quindi i soldati che cercava di incitare alla lotta lo fraintesero: lo credevano infatti una spia inglese. Venne quindi arrestato e portato a Barcellona per essere giustiziato nella piazza nel paese. Ma, mentre veniva condotto attraverso un bosco scortato da 3 soldati, si ricordò dello stratagemma usato in Russia, e ad un tratto disse: "Guardate, un Pinaceae Abies!" quelli si girarono: "Qui non c'è nessun abete bianco!" ma intanto il Portaborse diede una spinta a un soldato particolarmene basso e piccolo ed iniziò a correre ammanettato per il bosco.
    Sarà riuscito a tornare dal suo amato Presidente? Oppure no?

    A settembre, le cose non andavano male sul fronte orientale:

    Foto Ceco (173).jpg

    Sul fronte orientalissimo la Corea, in mano agli americani, venne isolata dal resto del contingente, mentre il Giappone non era ancora completamente in mano cecoslovacca, così come l'Indocina:

    Foto Ceco (174).jpg

    Ma ritorniamo in Europa. In Francia, Parigi è caduta, numerose divisioni francesi sono insaccate al centro del Paese. Come sempre, le cose vanno peggio in Spagna, dove le linee spagnole sono superate in più punti. Ora che la missione del Portaborse è ffallit, chi salverà la faccia a Franco?
    Anche in nordafrica la va male: le regioni costiere della Libia e dell'Egitto sono sotto il controllo inglese, tranne 2 piccole province. Urge una controffensiva; beh, forse tra qualche mese se ne riparlerà.

    Foto Ceco (176).jpg

    L'arrivo dell'autunno porta un sacco di novità... atomiche.

    Foto Ceco (182).jpg

    In Spagna la situazione si stabilizza: con l'arrivo dei cecoslovacchi si insaccano gli inglesi ad Almeria, si avanza fino alle porte di Madrid.
    La Francia è interamente conquistata.
    La tanto attesa controffensiva in nordafrica giunge con un attacco dalla Palestina, che permette la conquista del canale di Suez e dell'Egitto.

    Foto Ceco (183).jpg

    Finalmente l'impiego massiccio di ordigni nucleari ha i suoi frutti: scoppiano varie rivolte negli Stati Uniti a favore della democrazia cecoslovacca, che poi tanto democratica non è, ma pazienza.

    Foto Ceco (187).jpg

    Gennaio 1955. Dall'Egitto le divisioni corazzate e motorizzate ceche avanzano nel deserto libico con obiettivo Casablanca, sempre dall'Egitto si giunge al confine con il Sudan; ci si prepara a riprendere l'Etiopia conquistata negli ormai remoti anni '30.

    Foto Ceco (188).jpg

    A Marzo la penisola è tornata sotto il controllo delle brave persone, eccetto Lisbona, ancora inglese, e 3 regioni spagnole a nord.

    Foto Ceco (193).jpg

    Sempre a Marzo le truppe del generale Patton si arrendono a Khabarovsk: 9 divisioni di fanteria più il loro famigerato comandante, che venne schiaffeggiato da tutti i soldati americani natiralizzati cechi... poveretto.

    Foto Ceco (195).jpg Foto Ceco (197).jpg

    Ritorniamo per l'ennesima volta in Europa, dove l'ultima resistenza anglo-franco-maori in territorio spagnolo avviene a Oviedo. Ricacciati i cattivi in mare il Presidente si fa un preciso appunto mentale: mai più lasciare soli gli spagnoli!

    Foto Ceco (199).jpg
     
  19. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    A me pare che questi cechi ci vedano benissimo :D avanti così, ti seguo ;)
     
  20. Zio Adolf

    Zio Adolf

    Registrato:
    26 Aprile 2008
    Messaggi:
    1.037
    Località:
    Treppo Grande, Italy
    Ratings:
    +0
    OPERAZIONE "Ci"

    Estate 1955.
    La situazione era instabile: tutte le truppe erano in subbuglio a causa delle immense vittorie dell'armata bianca rossa blu, insomma di arlecchino.

    Foto Ceco (200).jpg

    Il Presidente era scocciato a causa della troppo lunga guerra nel nord della Manciuria quindi decise di fare qualcosa di terribile: preparò un piano con i controcazzi, l'operazione "Ci".
    Il Portaborse nel frattempo era impegnato in un'operazione segreta in Nord America sotto mentite spoglie per trovare il sostegno delle tribù indiane che abitavano negli Stati Uniti per un futuro sbarco.
    L'operazione "Ci" cosisteva in una classica manovra a tenaglie multiple con uso di carriarmati e uomini: avanzare da Mosca e da Vladivostok direzione Magadan.

    Foto Ceco (203).jpg Foto Ceco (220).jpg Foto Ceco (223).jpg Foto Ceco (224).jpg Foto Ceco (225).jpg

    Foto Ceco (229).jpg Foto Ceco (234).jpg

    Continua anche la guerra pisicologica:

    Foto Ceco (201).jpg

    In Nord-Africa si avanza in Sudan e in Algeria:

    Foto Ceco (207).jpg Foto Ceco (208).jpg
    Foto Ceco (226).jpg Foto Ceco (228).jpg
    Foto Ceco (232).jpg

    Nel Sud-Est-Asiatico la situazione era in via di miglioramento da Singapore si avanzava verso Bangkok

    Foto Ceco (218).jpg

    Il 14 ottobre Hong Kong viene rasa al suolo:

    Foto Ceco (231).jpg

    Viene dichiarata guerra alla Cambogia, che si era dichiarata indipendente dai francesi, e conquistata in poco tempo.

    Foto Ceco (233).jpg Foto Ceco (235).jpg

    Tre giorni dopo la nascita di Gesù bambino Venne concessa la sovranità al popolo SIAMESE!

    Foto Ceco (236).jpg

    A fine febbraio l'ultima provincia libera in nord africa veniva occupata dalle truppe ceche.

    Foto Ceco (237).jpg
     

Condividi questa Pagina