1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

BI 8.5.3. - Glory of Comunism

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da albertismo, 30 Dicembre 2016.

  1. PPCT

    PPCT

    Registrato:
    19 Agosto 2013
    Messaggi:
    267
    Ratings:
    +40
    In Finlandia hai rovesciato le carte in modo assurdo, complimenti davvero. Anche l'esser riuscito a contenere ed insaccare il contrattacco tedesco è stato fantastico, ora non ti fermare fino a Berlino e da lì, tutti a Parigi!
     
  2. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    grazie! c'è stato un momento in cui 1/4 del mio esercito era intrappolato in Finlandia senza rifornimenti ed ho seriamente rischiato di essere sconfitto. Il contrattacco è riuscito ma a carissimo prezzo: credo che siano rimasti sul terreno più di un milione di soldati russi!
     
  3. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    Giugno - Ottobre 1944
    Si dice che l'animale ferito sia più pericoloso. E' così anche per l'uomo.
    Gli eserciti dell'asse sono ancora forti. Moderni caccia intercettori della Luftwaffe impongono la superiorità aerea mentre divisioni di nuovi carri pesanti affluiscono dalle fabbriche del Reich. Il terzo Reich controlla gran parte dei suoi territori ed ha ancora riserve per rimpiazzare le perdite. L'intelligence è inoltre convinta che gli scienziati tedeschi stiano sviluppando nuove armi capaci di cambiare le sorti della guerra.

    Prima di sferrare l'attacco finale, occorre indebolire fatalmente l'enorme forza di attacco schierata in ciò che fu l'Operazione Barbarossa. Hirler assisterà al sistematico accerchiamento e distruzione del suo esercito.

    I carri pesanti russi muovono lungo la Divina e insaccano 10/12 divisioni tedesche.

    1.jpg

    Chiusa la sacca, manovrano a ovest accerchiando Riga. Le 4 divisioni a difesa della città sono annientate.

    3.jpg

    Di nuovo, manovrano a sud chiudendo in una sacca 6 divisioni tedesche.

    5.jpg

    A sud, le Guardie rosse accerchiano 15/20 divisioni dell'Asse tra il fiume Dnepr ed il fiume Buh.

    2.jpg

    L'operazione apre un varco enorme nelle linee nemiche. Dal lato estremo della sacca puntano a nord ed insaccano altre 15 e più divisioni tedesche.

    6.jpg

    Al centro, altre truppe meccanizzate accerchiano e distruggono 5 divisioni tedesche

    7.jpg

    per poi manovrare ricongiungendosi alle armate sud, chiudendo in una sacca altre 15 divisioni dell'Asse impantante nelle Paludi del Pryp'jat'

    9.jpg

    Nelle operazioni sono distrutte 60/80 divisioni dell'Asse.

    Nel frattempo, giungono notizie dall'Europa. Gli americani sbarcano in Grecia e nel sud della Francia. Fortunatamente le forze tedesche sono ancora in grado di contenere gli invasori, che vengono fermati. Ora gli americani si ritirano in posizioni difensive attorno ad Atene e La Spezia.

    4.jpg

    8.jpg

    Sul fronte orientale iniziano a cadere i primi fiocchi di neve, è Ottobre. L'alto comando comunista si chiede se sia il momento di sferrare l'attacco finale all'Europa. Ciò che preoccupa sono le riserve di uomini, scese sotto il milione. L'URSS non può permettersi di sbagliare una mossa.
     

    Files Allegati:

    • 1.jpg
      1.jpg
      Dimensione del file:
      448,6 KB
      Visite:
      1
    • 2.jpg
      2.jpg
      Dimensione del file:
      426,1 KB
      Visite:
      1
    • 3.jpg
      3.jpg
      Dimensione del file:
      266,1 KB
      Visite:
      1
    • 4.jpg
      4.jpg
      Dimensione del file:
      244,9 KB
      Visite:
      1
    • 8.jpg
      8.jpg
      Dimensione del file:
      107,3 KB
      Visite:
      1
    • 5.jpg
      5.jpg
      Dimensione del file:
      228,7 KB
      Visite:
      1
    • 6.jpg
      6.jpg
      Dimensione del file:
      353,1 KB
      Visite:
      1
    • 2.jpg
      2.jpg
      Dimensione del file:
      373,9 KB
      Visite:
      1
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 27 Febbraio 2017
  4. auricaesar

    auricaesar

    Registrato:
    26 Luglio 2014
    Messaggi:
    1.521
    Ratings:
    +182
    Beh ora l'Asse è distrutto. Credo che sia ora di lanciare il piano di attacco bi-operazionale, lancia il grande attaccco nel 44 e nell'estate 45 lanci una seconda operazione, più piccola ma decisiva,
     
    • Agree Agree x 1
  5. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    Lo spero, però ho dubbi. Nonostante le vittorie, riesco ad avanzare ma con l'accorciarsi del fronte i tedeschi si riorganizzano, hanno ampie riserve di manpower e divisioni fresche. Sarà che non ci sono stati sbarchi in Francia e la Germania mi sta lanciando addosso qualsiasi uomo disponibile. Inoltre ho commesso alcuni errori che sto pagando cari: divisioni troppo leggere e scarso uso dell'aviazione (la Luftwaffe è invincibile, posso solo rallentarla)

    Storicamente l'Urss arrivò nel 1945 così "stretta" in termini di riserve come sta accadendo a me nel gioco? Io sto raschiando il fondo del barile
     
  6. auricaesar

    auricaesar

    Registrato:
    26 Luglio 2014
    Messaggi:
    1.521
    Ratings:
    +182
    Penso proprio di no dato che a fine guerra, riuscì a sopportare 600.000 perdite nella sola Prussia Orientale.
    Penso che tu stia pagando l'avanzata del Giappone ad Est e il fatto che la Germania sia penentrata troppo, rispetto alla storia, nel tuo territorio nel '41
     
  7. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    21 Ottobre, 1944
    L'Urss arriva stremata all'appuntamento con la storia. Ma non lo mancherà!
    La guerra con la Germania ha consumato generazioni di uomini, state spazzate via. Pioggie, inverno russo e coraggio hanno fermato e respinto l'Asse.

    Operation Bagradion (Oперация Багратио́н)
    Riserve all'inizio delle operazioni: 875.000 uomini
    Soldati sul fronte occidentale: 5.100.000

    Schieramento iniziale
    0.jpg

    Piano d'attacco
    L'attacco sarà concentrato a nord e al centro. Al termine delle operazioni dovremo assestarci vicino a Danziga. L'obiettivo è distruggere il maggior numero possibile di divisioni tedesche ed evitare che ripieghino sulla linea difensiva lungo la Vistula. L'accorciamento del fronte e la presenza di fortificazioni renderebbe il superamento del fiume troppo sanguinoso.

    01.jpg

    Fase 1
    I T44-85 delle guardia rossa sfondano, superano Wilno e raggiungono il fiume Neman. A Ovest, i T34-76c avanzano velocemente lungo il fiume Neman e si ricongiungono al primo gruppo. I tedeschi tentano disperatamente di chiudere la sacca, invano. Prima fase perfettamente riuscita, 13/15 divisioni intrappolate. Per risparmiare uomini ci limitiano a contenere la sacca fino alla resa, che avverrà in primavera.

    1.jpg

    Il piano è sospeso a causa dell'inverno, che rende troppo pericolose e dispendiose ulteriori operazioni. Tormente di neve spazzano l'intero fronte.

    --- 02 Gennaio 1944 --- L'Ungheria firma l'armistizio! i negoziati segreti hanno avuto successo, l'Ungheria abbandona l'Asse. Hitler è furibondo ed ordina l'invasione immediata di Budapest. Nel frattempo divisioni rumene e tedesche invadono da est. Il governo comunista ha vita breve, le nostre divisioni sono ancora lontane e non possono intervenire.
    L'esercito ungherese, duratamente colpito dalla disfatta finlandese, ormai era composto da poche decine di migliaia di uomini quasi tutti schierati sul fronte orientale. E' comunque un duro colpo politico, per la Germania. Il messaggio ai suoi alleati è il seguente: arrendetevi e l'Urss preserverà la vostra integrita territoriale (all'interno del Comintern ovviamente).

    2.jpg

    20 Febbraio 1945 - Operazione Husky!
    Dopo aver conquistato la Libia, gli alleati decidono di invadere la Sicilia sbarcando nella zona di Gela. Occupano velocemente tutta l'isola, superano lo stretto (grazie al probabilissimo strapotere sui mari) ma sono fermati dagli italiani vicino a Gioia Tauro. Ora gli alleati dispongono di un'immensa portaerei nel mediteranneo, la Sicilia. In Grecia la Germania occupa Atene.

    3.jpg

    Fasi 2 e 3
    A metà Marzo le operazioni riprendono. Le pioggie primaverili e la neve sciolta trasformano le paludi ucraine in un inferno di fango. Riusciamo comunque ad avanzare. 10-15 divisioni tedesche rimagono intrappolate nelle paludi.
    Parte l'attacco a est. Ormai la nostra superiorità numerica è devastante. Decine di divisioni avanzano contro soldati mal organizzati ed in ritirata. A fine Aprile una divisione di carri pesanti raggiunge la baia di Danzica, sotto il costante bombardamento tedesco. Decine di divisioni tedesche non riescno a scappare e rimagono intrappolate. La sottile striscia è continuamente oggetto di inutili contrattacchi. Le difese sono puntellate con le divisioni in arrivo da est.
    4.jpg

    L'undici aprile Memel è conquistata: la Germania non ha più modo di rifornire le divisioni via mare. A fine maggio le divisioni tedesche si arrendono.

    Riserve al 14 MAggio: 415.000 uomini. La vittoria sembra vicina ma le riserve sono ormai esaurite, i territori del Reich sufficientemente difesi e, soprattutto, qualsiasi uomo in grado di imbracciare un fucile è spedito da Hitler sul fronte orientale. La situazione in Grecia e Calabria è sotto controllo, nessun sbarco alleato in Francia o altro.
     
    • Like Like x 2
    Ultima modifica: 5 Marzo 2017
  8. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    LA FINE DEL TERZO REICH :pompous:

    La schiacciante vittoria nel settore centro - settentrionale del fronte ha cambiato il corso della seconda guerra mondiale. Con alcune audaci manovre le forze corazzate sovietiche hanno circondato e distrutto le divisioni tedesche che ancora combattevano a nord del fiume Neman. Ormai non c'è sperenza, Hitler ha perso la guerra.

    Riconquistata Kiev, muoviamo velocemente verso ovest ed accerchiamo diverse divisioni tedesche in una città sul fiume Buh (?? non ricordo il nome :confused:). I contrattacchi sono feroci.

    25 05.jpg

    Le guardie rosse muovono in direzione Varsavia, che viene occupata nonostante i continui contrattacchi tedeschi, il 26 Giugno 1945.

    26 06.jpg

    Da Varsavia i corazzati muovono verso nord e si ricongiungono all'armata Nord. Un'altra sacca è chiusa.

    26 10.jpg

    Una Polonia molto ridimensionata viene liberata come fantoccio sovietico.

    La Fine della Romania

    Le ultime divisioni rumene sono accerchiate e distrutte tra i fiumi Dniester e Buh. La sacca viene velocemente chiusa. Avanziamo ed occupiamo Bucarest mentre Antonescu scappa in Germania.

    26 07.jpg

    La Romania firma la resa. Le nostre divisioni avanzano incostrate verso la Croazia e la Bulgaria osteggiate da divisioni italiane inviate in tutta fretta da Mussolini e da reparti della Guardia di Ferro.

    Il voltafaccia della Turchia

    Mentre occupiamo Romania e Bulgaria, la Turchia entra negli alleati con la speranza di occupare la Grecia-nazista. Le mire turche sono velomente ridimensionate da un paio di divisioni meccanizzate che creano un cuscinetto tra le divisioni turche e i tedeschi in ritirata.

    07 11.jpg

    Lo scherzetto turco non sarà dimenticato.

    L'occupazione della Germania Nazista e gli sbarchi alleati

    I combattimenti proseguono casa per casa, le nostre perdite sono altissime. Quasi un milione di soldati sovietici rimangono sul suolo tedesco, in una serie infinita di attacchi e contrattacchi. Tutte le divisioni di Garrison sono sciolte, ogni uomo è spedito al fronte.

    22 11.jpg

    Berlino viene occupata il 5 Gennaio 1946. Una dopo l'altra, tutte le principali città tedesche sono occupate dall'Urss. Anche Vienna Cade.
    La Wehrmacht, senza rifornimenti ed allo sbando, ripiega in Francia e Italia. Hitler fugge a Milano. E' il trionfo dell'URSS!

    27 03.jpg

    Grazie alla pressione sovietica, che costringe Mussolini a dispiegare molte divisioni in Jugoslavia, gli Usa sfondano ed occupano Roma. Viene creata la RSI.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 13 Marzo 2017
  9. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    Che fare adesso? dichiarare guerra agli alleati? liberare la Francia e consegnarla ai Francesi? rinforzarsi e riconquistare la Siberia, occupando Cina e Giappone? aspetto i vostri consigli, compagni!
     
  10. StarUGO

    StarUGO

    Registrato:
    15 Dicembre 2006
    Messaggi:
    5.382
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +896
    Attaccare la Turchia (cosi' imparano) ed espandersi in medio oriente(petrolio:greedy:) ?
     
  11. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    Ecco la situazione mondiale al 27/03/1946
    Nero: Asse
    Blu: Alleati
    Rosso: URSS
    Verde: Stati neutrali

    @StarUGO: per attaccare la Turchia dovremmo dichiare guerra agli alleati e dispiegare l'esercito nelle sguarnite regioni al confine con Turchia, Medio Oriente ed India

    HoI3_MAP_SOV_1946.3.27.3_1.jpg
     
    Ultima modifica: 14 Marzo 2017
  12. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    Vittoria totale

    3.jpg
    Maggio 1946
    Con la resa delle ultime sacche di combattenti nei balcani e sui monti austriaci, insieme alla sconfitta delle RSI, la Germania capitola. Hitler e tutti i principali gerarchi nazisti sono catturati o uccisi in combattimento.
    Francia, Olanda e Norvegia liberate sono accolte nell'URSS come fedeli alleati. In Oriente, il Giappone restituisce tutti i territori occupati e rinuncia ad ulteriori azioni contro gli alleati. E' la fine della seconda guerra mondiale.

    L'URSS è ora l'impero più avanzato e ricco di risorse del pianeta, oltre che esteso. Gli alleati controllano solamente Roma ed il Belgio. Il resto d'Europa è comunista, da Parigi a Mosca, da Atene a e Oslo, passando per Berlino.
     
    • Like Like x 4
    Ultima modifica: 21 Marzo 2017
  13. ronnybonny

    ronnybonny Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    3.304
    Località:
    Padova e Udine
    Ratings:
    +326
    Adesso fai tuoi gli ultimi paesi neutrali e poi scatena l'Armata Rossa contro il capitalismo!
     
    • Like Like x 1
  14. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    PS: ho sbirciato nel file defines.lua e come end date è indicato 1.1.1968.... tempo ne abbiamo, l'AAR continua!
     
  15. Carlos V

    Carlos V

    Registrato:
    15 Dicembre 2010
    Messaggi:
    1.713
    Località:
    Puglia
    Ratings:
    +546
    Scopro solo ora questa fantastico AAR! Complimenti per la partita e per come hai saputo volgere a tuo favore il conflitto! :) La battaglia in Finlandia è stata la chiave per la riscossa sovietica, unita all'arrivo del Generale Inverno, che ha indebolito molto le forze tedesche.

    Secondo me dovresti liberare qualche fantoccio o potresti avere le necessità di controllare un territorio così vasto con numerose guarnigioni. Magari tieniti per te:
    - la Germania (industrie e risorse)
    - il nord Italia (come cuscinetto per gli Alleati)
    - la Grecia (in funzione anti-turca)
    e rendi le nazioni balcaniche degli Stati satelliti.

    Concentrati sullo sviluppo delle armi segrete: metti i tuoi scienziati al lavoro sulla bomba atomica (anche se probabilmente dovrai prima studiare le teorie scientifiche che sono alla base dell'energia nucleare) e sui motori a reazione.
    Dal modo in cui hai combattuto la guerra (e come tu stesso hai affermato), deduco che l'aviazione sia stata il tuo punto debole: questa cosa non deve più ripetersi. Produci numerosi stormi di CAS, bombardieri tattici, bombardieri strategici (da cui sganciare le atomiche eh eh eh :D) e caccia multiruolo.
    Per la marina dovresti produrre sottomarini, incrociatori da guerra, cacciatorpediniere e portaerei, da dislocare in egual misura nel Mar Baltico e nell'Oceano Pacifico.
     
    • Like Like x 1
  16. auricaesar

    auricaesar

    Registrato:
    26 Luglio 2014
    Messaggi:
    1.521
    Ratings:
    +182
    Prendi un pò di respiro... Ricostituisci almeno un milione di riserve, e nel frattempo, se vuoi, conquistati la penisola iberica. Poi tutto sarà pronto per il Ragnarok finale.
     
    • Like Like x 1
  17. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    Prendiamo fiato
    Per ora decidiamo di non liberare nazioni, anche se vi sono alcune ipotesi sul tavolo.
    Prima però è tempo di cancellare del tutto il fascismo dall'Europa.

    Il piano è semplice. La guardia, elite dell'armata rossa che risponde direttamente a Stalin, attaccherà lungo la costa spagnola che si affaccia sul Golfo di Lione. Le truppe corazzate avanzeranno fino a Barcellona e poi proseguiranno a ovest lungo il fiume Ebro, tagliando fuori i pirenei ed il grosso delle armate spagnole ammassate sul confine francese.
    L'azione vedrà per la prima volta l'impiego della flotta: nel golfo di Biscaglia, le portaerei Moskva (Ismail Class, livello I) e Kiyev (Project 72-class, livello III) scorteranno 5 divisioni di fanteria che occuperanno, grazie ai nuovi mezzi da sbarco varati, Bilbao e le provincie adiacenti e chiudendo la sacca. Nel frattempo, intercettori e bombardieri tattici forniranno il supporto aereo. Sarà testato anche il bombardamento a tappeto delle ferrovie nemiche intorno a Madrid.

    1.jpg

    Il 2 Agosto 1946, I T34 sfondano e l'operazione ha inizio. Il piano viene eseguito alla perfezione. L'esercito spagnolo rimane fermo di fronte alla fulminea avanzata dei nostri carri. Un dispiegamento punta direttamente su Madrid che viene occupata.
    In mare, la task force sfa sfaceli della flottiglia spagnola che incontra in zona.

    2.jpg

    Dopo aver occupato tutte le principali città, a fine Ottobre la Spagna si arrende. Franco fugge.

    Diamo il benvenuto ad un nuovo membro nella famiglia rossa.

    4.jpg

    Decidiamo di invadere anche il Portogallo, viste le influenze Usa e Giapponesi. Per la prima sono impiegati marines russi, che in pochi giorni sbarcano a Lisbona.

    3.jpg

    Il Portogallo non si arrende, nonostante l'occupazione di tutte le città.

    Ridispiegamento strategico
    Il quartier generale della flotta viene spostato lungo il fiume Elba.
    Il Belgio viene completamente circondato. Un enorme ammasso di uomini è concentrato nel nord della Germania.
    Il comando del Gruppo Armate Sud viene spostato da Stalingrado a Sebatopoli. Le divisioni sono spostate lungo il confine turco a oriente e ad occidente, altre divisioni sono spedite al confine con l'Iraq ed ex Iran occupato da UK. Da oriente arrivano altre divisioni che andranno a posizionarsi lungo il confine con l'Afganistan. In tutta l'area il numero di truppe inglesi è molto alto, la guerra con l'Impero Giapponese è terminata ed i soldati afflusicono dall'India.

    Situazione della nazione
    Il 30 Gennaio 1947 i 500.000 uomini che mancavano nelle linee sono ripristinati e le riserve ammontano a 1,1 milioni.
    Tutta la potenza industriale è impiegata nel potenziamento della flotta e dell'aviazione: sono in corso di costruzione 5 portaerei moderne, 6 LC (altre sono state già varate).
    Vicino ad Arkhangelsk iniziano i lavori di costruzione del primo reattore nucleare russo.
    4 linee di nuovissimi (ma antiquati) missili strategici V2 sono schierati in Francia. Sono puntati verso nord.
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 23 Marzo 2017
  18. albertismo

    albertismo

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    642
    Ratings:
    +85
    gagarin-28.jpg

    l'AAR è in pausa, riprenderà la prossima settimana o quella successiva! dopo tante conquiste serve un poco di relax...
     

Condividi questa Pagina