1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Arco vs moschetto: perchè l'arco fu mandato completamente in pensione?

Discussione in 'Età Moderna' iniziata da Armilio, 11 Agosto 2008.

  1. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Possibile...anche se io vedo bene l'arco usato da truppe truppe tipo i voulteirs(o come cavolo si scrive).
     
  2. Catilina

    Catilina

    Registrato:
    28 Settembre 2007
    Messaggi:
    383
    Località:
    Piemonte
    Ratings:
    +4
    Non sono d'accordo :)

    Credo che la risposta sia davvero la più semplice: nessuno sapeva più usare l'arco nel '700. O per lo meno, a parte i 4 gatti ne conoscevano ancora l'uso, non esisteva più da generazioni una classe di arceri che potesse tramandare la perizia.

    E' solo una deduzione senza alcuna fonte da citare, purtroppo. Liberi di smentirmi ^___*
     
  3. TrueKnight

    TrueKnight

    Registrato:
    7 Agosto 2006
    Messaggi:
    1.092
    Località:
    Piacenza
    Ratings:
    +99
    Si, in effetti, avendo letto quanto complesso fosse tirare con l'arco in battaglia, mi pare una risposta molto logica.
     
  4. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Concordo,anche se si poteva sempre reintrodurre come cosa,ma vabbè, si pretende troppo...
     
  5. Piccolo Messe

    Piccolo Messe

    Registrato:
    4 Gennaio 2007
    Messaggi:
    2.444
    Località:
    Lamprecchio (PT)
    Ratings:
    +11
    E comunque non farei molto affidamento sulla celerità di tiro dell'arco, è vero un arciere in un minuto può sparare 7-8 freccie mentre col moschetto, se si spara anche solo 2 colpi siamo velocissimi nella ricarica, c'è da dire comunque che il tipo di ferita inferta da un arco o da una salva di moschetto è diversa, la pallottola penetra a fondo e lacera tessuti causando molto dolore, le freccie invece penetrano ma non hanno quel potere torcente che hanno i proiettili senza considerare la forza d'arresto, decisamente minore...

    Moschetto rulez :p
     
  6. Panzer

    Panzer

    Registrato:
    26 Luglio 2007
    Messaggi:
    3.922
    Località:
    Bergamo
    Ratings:
    +9
    Vero, bisogna anche tener conto del potere di penetrazione del dardo e della pallottola, che sono ben differenti...:humm:
     
  7. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    E poi per avere una buona velocità di fuoco, precisione e gittata un arcere deve rimanere abbastanza fermo, cosa che nuoceva alla salute dato che nel periodo si stavano sviluppando i cannoni.
     
  8. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Se uno viene colpito da una freccia senza corazza,non avrà mezzo braccio lacerato ma non potrà continuare a combattere...un pò come il 5.56 e il 7.62...:p

    Non mi sembra che con il moschetto si potesse sparare correndo...
     
  9. Caronte

    Caronte

    Registrato:
    16 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.733
    Località:
    in mezzo alla nebbia più fitta
    Ratings:
    +29
    Penso anche io così: anche attualmente l'arco (ma soprattutto la balestra) sono rimasti in ambito militare solo per forze speciali (spagnoli quasi sicuramente) o cerimoniali (inglesi, o meglio il reggimento di arcieri della Regina).
     
  10. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Sono daccordo con catilina.

    Unica cosa: una freccia scoccata da un arciere inglese a poitiers era perfettamente in grado di scaraventare un cavaliere francese corazzatissimo e in piena carica a terra. Altro che palla di moschetto. Una freccia aveva un potere d'arresto devastante!
     
  11. archita

    archita

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.269
    Ratings:
    +1
    indubbiamente l'arco era eccellente ( e ancora oggi si può utilizzare, Rambo ha distrutto un elicottero :D )

    ma la ragione principale per cui l'arco venne definitivamente accantonato è perchè l'arco richiede anni di addestramento mentre il moschetto richiede molto meno tempo e lo si poteva dare a tutti anche se il costo medio di un arma da fuoco dell'epoca doveva forse costare molto di più :cautious:
     
  12. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    è semplice: l'arco,per poterlo usare bene ed avere una velocità di tiro decente richiede anni e anni di addestramento,il moschetto lo può usare qualunque idiota con effetti ben visibili
     
  13. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Ma perchè nessuno legge bene il mio quesito e si ferma alla domanda del titolo? :mad:
     
  14. Caronte

    Caronte

    Registrato:
    16 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.733
    Località:
    in mezzo alla nebbia più fitta
    Ratings:
    +29
    Perchè l'arco presenta alcuni limiti e richiede troppo addestramento per un uso limitato: per imboscate silenziose e schermaglie allora meglio una più maneggievole balsetra da poter usare nel folto di un bosco senza impigliarsi in rami e con verrettoni pesanti e quindi letali anche a distanze maggiori.
     
  15. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Sì questo è vero,ma io avevo in mente anche azioni di guerra più grosse in cui la gittata dell'arco e il suo ratio di tiro avrebbero potuto dare un grosso vantaggio...comunque eravamo arrivati alla conclusione che forse nessuno(o pochissimi) se lo ricordava più come si usava un arco,in quel periodo...

    O comunque i vari capi degli eserciti erano abbastanza inquadrati nell'uso del moschetto...

    P.s:Grazie di aver capito ciò che intendevo! :asd:
     
  16. DistruttoreLegio

    DistruttoreLegio

    Registrato:
    13 Settembre 2014
    Messaggi:
    10.819
    Località:
    Monza
    Ratings:
    +1.812
    Scusate se riapro la discussione ma è da quando sono nato che mi chiedo questa cosa ora potrò tornare a dormire la notte ...

    il fatto che non ci siano prove non vuol dire che non sia stato usato ... magari è stato usato solo per fare imboscate o dagli esploratori che dovevano rimanere occultati ... mi sembra assurdo che avendo la possibilità di usare un arma silenziosa i pochi che la sapevano usare non la usassero ( molti cacciatori non avevano i soldi per un fucile e usavano archi e balestre per cacciare perciò sapevano usarli ) ... nelle gradi formazioni per me aveva una cadenza di tiro micidiale rispetto il fucile ma non è stato usato per l'effetto psicologico e per l'onore ... e come se formi un esercito oggi e gli dai in mano fucili ad avancarica se sei fortunato ti sparano alla schiena ... un più al tempo era un disonore combattere in maniera "atipica" ti davano del contadino ignorate e perdevi l'onore e il rispetto della gente il tuo cognome non era più rispettato e non potevi fare propaganda ... facciamo l'ipotesi che ti mando in guerra oggi con un arma di un secolo fa tu soldato cosa faresti? sai che hai un arma letale in mano ma che il nemico ha un arma migliore come tecnologia e efficacia andresti comunque in guerra e faresti i tuoi morti magari vinci anche ma malaugurate perdi dai la colpa a chi? alla troppa bravura del nemico o al tuo generale che ti ha dato un arma di un secolo fa? ... in più l'arco si poteva usare solo in uno scontro frontale o per difesa se già l'avversario era trincerato dietro a un bancale l'arco non aveva la penetrazione di un fucile ... anche al giorno d'oggi si usano archi e balestre non vedo perché al epoca non li dovrebbero aver usati ... se potessi scegliere tra 100 moschetti o 100 archi\balestre sceglierei sicuramente archi e balestre anche solo per la cadenza di fuoco ... poi pregerei il mio dio che facesse piovere ... per i danni preferisco prendere una freccia in su un braccio che una palla di piombo e non è di poco conto come considerazione ... tornando al topic se no mi banano per quel poco che conosco nelle grandi formazioni non fu mai usato ( a patto che questo sia realmente vero) per i problemi psicologici e di morale sulle truppe non per la sua inefficacia in combattimento ... spero si capisca e mi scuso con i dottori d'italiano che leggeranno ...
     
  17. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Hai ripescato una discussione creata da me giovane e sgrammaticato, per questo meriteresti la pena capitale.

    Comunque, oggi sono di buon umore e ti rispondo pure: in realtà che i pallettoni di archibugio avessero più capacità di penetrazione è stato messo in forte dubbio, dipende dalla superficie da perforare ovviamente, ma per esempio un pallettone di piombo su una corazza di acciaio rimbalza, a meno che sia proprio un colpo a bruciapelo. Il discorso è che l'arco da caccia non è l'arco lungo tanto superiore al moschetto. L'arco lungo richiede un addestramento militare. Che sia stato usato ancora nell'era dell'archibugio è probabile, del resto la guerra delle Due Rose è stata una guerra medievale in una epoca in cui nuove tecniche e tecnologie si stavano imponendo nel resto d'Europa. Però poi è anche una questione di "mode", o di idea/modello dominante. Nel momento in cui il Tercio è un modello vincente, tutti lo imitano, prima di pensare a superarlo, ma nel frattempo il moschetto si era imposto come principale arma da fanteria insieme alla picca, e tornare indietro è difficile. Del resto l'arco lungo e la balestra erano specialità rispettivamente inglesi e dei comuni del nord Italia, ed entrambi per motivi diversi non hanno più combattuto vere e proprie guerre con le proprie milizie per un lungo periodo di tempo, durante la transizione verso le armi da fuoco. A volte nella storia succedono cose senza una vera ragione, l'umanità sbaglia.
     
    Ultima modifica: 4 Marzo 2015
  18. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.619
    Ratings:
    +139
    L'arco lungo era praticamente un'arma Inglese, gli altri eserciti, tipo quello Francese, tendevano ad utilizzare i balestrieri.
    Per cui più che confrontare moschetto ed arco lungo bisognerebbe confrontare moschetto e balestra, visto che l'arco lungo era già prima della comparsa del moschetto un'arma poco usata per i motivi già detti nei post precedenti, ossia richiedeva uno specifico e particolare addestramento.
    Come caratteristiche le balestre ed i primi moschetti si assomigliavano molto, non richiedono un addestramento particolare per essere utilizzate, hanno all'incirca la stessa cadenza di tiro, permettono di mirare con più calma e quindi un tiro più preciso, sono utilizzabili anche in situazioni in cui non si riuscirebbe a tirare con un arco, stesi a terra ad esempio.
    Infatti nei primi tempi hanno convissuto nei Tercios, poi lo sviluppo tecnologico a fatto prevalere i moschetti sulle balestre facendole, per un certo periodo, sparire dalla scena fin che la necessità di azioni silenziose non le ha fatte ricomparire.
     
  19. vota dc

    vota dc

    Registrato:
    7 Agosto 2009
    Messaggi:
    353
    Ratings:
    +11
    Per me semplicemente mancava la testa. All'epoca c'era la tendenza a semplificare tutto, si usavano soprattutto divise sgargianti (i reparti mimetici erano eccezioni) per via che le armi da fuoco sollevavano polveroni perciò i generali si occupavano solo di tirare fuori la maggiore potenza di fuoco e di limitare il fuoco amico. Quindi anche se qualcosa conviene sulla carta la mentalità non lo consentiva, del resto quando faccio le ricostruzioni della Grande Guerra se non faccio l'austroungarico con la vecchia divisa che ha le ghette mi tocca mettere quelle maledette mollettiere che portavano più vantaggi che svantaggi (costavano un po' meno però rendevano più lunga la vestizione, erano un impiccio quando penzolavano, bloccavano la circolazione del sangue, peggioravano la mira del soldato per la mancanza dei fattori Paperone e Gastone presenti invece nelle ghette) eppure si sono diffuse grazie alla mentalità dominante.
     
  20. blubasso

    blubasso

    Registrato:
    28 Marzo 2009
    Messaggi:
    3.206
    Località:
    Vienna Austria
    Ratings:
    +640
    Io dal basso della mia ignoranza penso che il successo delle armi da fuoco stia nel tipo di ferite prodotte: la palla era relativamente lenta e si deformava subito, producendo ferite spaventose in caso di impatto con la carne. Una freccia non e' sempre sufficente a uccidere qualcuno e se non colpisci punti vitali, il tipo puo' sembrare un puntaspilli d continuare a combattere prima di
    morire. Una palla a bassa velocita' e deformata puo' fare danni devastanti quindi penso che abbiano abbandonato archi e balestre per questo motivo e per il fatto di essere psicologicamente terrorizzante per il tipo di ferita che produceva.
     

Condividi questa Pagina