1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Arco vs moschetto: perchè l'arco fu mandato completamente in pensione?

Discussione in 'Età Moderna' iniziata da Armilio, 11 Agosto 2008.

  1. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    L'arco,rispetto al moschetto,ha innegabili vantaggi: cadenza di tiro e gittata molto maggiore in primis(fino a 300-400 m quello composito)...certo,il moschetto aveva dalla sua l'essere un arma completa,che poteva essere usata anche per il corpo a corpo e contro la cavalleria,e in più era relativamente facile da usare,mentre per saper usare l'arco ci volevano anni e anni di addestramento,e questo,unito alla capacità di superare le corazze,rese per eserciti di grosse dimensioni migliore il moschetto...anche perchè una rintroduzione in massa dell'arco avrebbe fatto ricomparire le corazze...

    Ma mi chiedo: visto le innegabili qualità dell'arco,non potevano tenere qualche unità d'elite munite d'arco per qualche azione di schermaglia,per imboscate ecc ecc?

    Ovviamente sto parlando del '700,perchè prima era il periodo dei tercios,con ancora unità con corazza e quindi ancora la necessità del moschetto per superare ogni tipo di armatura,mentre dopo sono arrivati i fucili a retrocarica che hanno superato l'arco in tutto...
     
  2. dags1972

    dags1972

    Registrato:
    16 Gennaio 2007
    Messaggi:
    47
    Ratings:
    +0
    Mi sono chiesto la stessa cosa guardando il film l'ultimo samurai, nell'ultima battaglia si vedono i danni che un gruppo ben addestrato di arcieri poteva fare su i reggimenti di fanteria dell'epoca ('800) costretti ad avanzare a file serrate,a fermarsi per sparare...solo che l'evoluzione tecnologica ha portato alla gatling...

    L'uso delle frecce forse poteva andare bene con la loro traiettoria parabolica per colpire assembramenti di truppe nascosti alla vista da ripari naturali... ma hanno inventato il mortaio.
     
  3. andy111

    andy111

    Registrato:
    5 Novembre 2006
    Messaggi:
    754
    Località:
    Morbegno (svizzera)
    Ratings:
    +1
    l'arco avrà anche degli innegabili vantaggi come leggerezza anche...ma era meno efficiente e dannoso, nel senso che bastava uno scudo e la freccia la fermavi. per contro il moschetto, almeno i primi modelli a canna liscia dovevano essere molto imprecisi ma PENSO (imho) molto più dannosi dato che non c'era scudo che teneva contro di loro:cautious:
     
  4. TrueKnight

    TrueKnight

    Registrato:
    7 Agosto 2006
    Messaggi:
    1.092
    Località:
    Piacenza
    Ratings:
    +99
    Da quello che ho letto sui libri di Bernard Cornwell ambientati nel medioevo, la chiave di tutto sta nella semplicità dell'utilizzo. I libri descrivono con dovizia di particolari la tremenda efficacia degli archi lunghi inglesi nella Guerra dei Cent'anni.

    A dire dello scrittore quest'arma rispetto alle armi da fuoco pre-'700 è più precisa, con un raggio maggiore, con maggiore cadenza di fuoco e, contrariamente a quanto si può pensare, capacità penetrazione nettamente superiore. Non dimentichiamoci che queste armi fecero strage della nobiltà francese ad Agincourt, che se ne stava protetta dietro le più pesanti armature dell'epoca. Anche i vari tipi di balestre superavano i moschetti per gittata, precisione e potenza.

    Solo a metà del XVIII secolo le armi da fuoco furono in grado di bucare una corazza a piastre, anche secondo Wikipaedia
    http://it.wikipedia.org/wiki/Corazza

    A detta di Cornwell, il motivo del successo delle armi da fuoco sta nella loro semplicità d'utilizzo;per addestrare un uomo ad usare un arco lungo ci voleva una vita intera, ed una forza impressionante...cosa che inevitabilmente, per chi doveva ingaggiare un reparto di questi formidabili guerrieri, significava penuria di rimpiazzi e sopratutto costi in termini di tempo e denaro altissimi.

    Tutt'altra storia quando si parla di addestrare un uomo a sparare e ricaricare un archibugio. Senza dubbio anche quest'arma richiedeva massicci addestramenti per essere utilizzata con grande efficacia, ma anche un addestramento scarso permetteva ad un reparto di contadini pagato con quattro soldi di dire la sua sul campo di battaglia, cosa impensabile se si parla di archi...

    Evidentemente molti hanno trovato il trade-off fra efficacia e costo delle armi da fuoco più vantaggioso rispetto a quello offerto da archi e balestre.
     
  5. Mikhail Mengsk

    Mikhail Mengsk

    Registrato:
    1 Febbraio 2007
    Messaggi:
    7.448
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +0
    Poi, l'evoluzione del moschetto rese ancora più semplice utilizzarlo, e lo rese letale quasi quanto l'arco. A quel punto l'arco non aveva più ragione diesistere.

    Ma i primi scontri tra eserciti con moschetto e con arco dove fu? E quando? Chi vinse?
     
  6. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Non vi fu mai un vero scontro tra arco e moschetto credo,anche perchè i moschetti all'inizio erano disciplinati nei tercios o nelle formazioni similari...avrebbero vinto gli archi probabilmente nel periodo in qui si usavano ancora tutti e 2...

    Comunque non avete letto bene il mio post,infatti io dico:

    Ma mi chiedo: visto le innegabili qualità dell'arco,non potevano tenere qualche unità d'elite munite d'arco per qualche azione di schermaglia,per imboscate ecc ecc?

    Quindi non per battaglie in campo aperto,ma, nel '700,quindi in un periodo dove non c'erano più scudi o corazze diffuse,per azioni di guerriglia,per imboscate,o anche per quello che poi faranno i voulteirs francesi. Infatti:

    Ovviamente sto parlando del '700,perchè prima era il periodo dei tercios,con ancora unità con corazza e quindi ancora la necessità del moschetto per superare ogni tipo di armatura,mentre dopo sono arrivati i fucili a retrocarica che hanno superato l'arco in tutto...

    L'arco lungo infatti,poteva arrivare fino a 300 m con una gittata utile di 150-200 m con una cadenza di tiro di 5-6 tiri al minuto,il moschetto del settecento 1-2 tiri al minuti con una gittata utile di 50 metri...
     
  7. andy

    andy

    Registrato:
    20 Maggio 2008
    Messaggi:
    2.342
    Ratings:
    +114
    uff avete già detto tutto comunque volevo aggiungere che l'arco aveva, rispetto alle armi da fuoco anche effetto pisciologico diverso, una freccia òla vedevi ,una pallottoloa no ecco tuttto, poi che sia una freccia che una pallottola fossero letai lo si è visto nella storia, ma inoltre l'arco oltre al costo aveva dalla sua il fatti di non essere innovativo ma antico di circa 11.000 anni quindi per la cultura europa del tempo, soprattutto rinascimento dico, l arco era qualcosa di obsoleto, nel 1595 l'ultimo arciere del modno metterà via l'arco e non sarà più usato sul campo di battaglia.
     
  8. Hieronimous Bosch

    Hieronimous Bosch

    Registrato:
    21 Aprile 2007
    Messaggi:
    542
    Località:
    Biella, Italia
    Ratings:
    +0
    Nel film "Conan: un cane lupo non è un lupo", ambientato tra le fila di un gruppo di "arditi" francesi nella IWW, si vede chiaramente che una tattica usata era proprio utilizzare la balestra dalla media distanza (letale e pochissimo rumorosa) soprattutto per sfoltire le fila di piccoli gruppi di nemici prima di attaccare con armi normali e coltelli. Ovvio che l'effetto sorpresa unito alla silenziosità e quindi alla difficoltà di comprendere da che lato parte il colpo è stato utile, ma penso in pochissime occasioni e al massimo fino all'avvento di proto-silenziatori.
     
  9. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Un arco lungo sulla breve distanza la scaglia a 48 metri al secondo La balestra a 82 metri al secondo. Non riesci a vederla, e per di più è silenziosa.
     
  10. Antigono

    Antigono

    Registrato:
    9 Febbraio 2006
    Messaggi:
    910
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +5
    La balestra quasi 400 km/h, sei sicuro?
     
  11. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Era una trasmissione di Sky, però non ricordo bene se si riferiva alla balestra o all'arco compound moderno.
     
  12. Hieronimous Bosch

    Hieronimous Bosch

    Registrato:
    21 Aprile 2007
    Messaggi:
    542
    Località:
    Biella, Italia
    Ratings:
    +0
    Oggi alle olimpiadi la media di una freccia mi pare fosse sui 210 km/h.. Una balestra penso sia molto superiore..
     
  13. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Figurati che forava perfino le corazze delle cavallerie pèesanti medioevali.
     
  14. Panzer

    Panzer

    Registrato:
    26 Luglio 2007
    Messaggi:
    3.922
    Località:
    Bergamo
    Ratings:
    +9
    Credo che il moschetto sia stato preferito anche per una questione di maggior numero di munizioni a disposizione (credo...:humm:), oltre alla maggior capacità di penetrazione...
     
  15. Piccolo Messe

    Piccolo Messe

    Registrato:
    4 Gennaio 2007
    Messaggi:
    2.444
    Località:
    Lamprecchio (PT)
    Ratings:
    +11
    La risposta, te la sei data in parte da sola Armie :approved:

    Utilizzare un arco, richiede molta moltissima esperienza, e inoltre il numero di truppe da impiegare per ottenere uno sbarramento efficace è molto elevato, invece il moschetto, molto più semplice da utilizzare combinava la facilità di addestramento con una potenza fuori dal comune all'epoca

    e non escludiamo nemmeno l'effetto psicologico che introdusse
     
  16. Panzer

    Panzer

    Registrato:
    26 Luglio 2007
    Messaggi:
    3.922
    Località:
    Bergamo
    Ratings:
    +9
    Esatto, era un'arma altamente psicologica (almeno all'inizio), anche solo per il baccano che provoca....:approved:
     
  17. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172

    MA nessuno capisce la vera domanda del mio post?:mad: :mad:

    io non sto dicendo che bisognava reintrodurre l'arco in tutto l'esercito,per i motivi che mi sono detto da solo e per l'effetto psicologico che comunque nel periodo di cui sto arlando ('700) era scemato. Io sto dicendo di dare l'arco a pochi uomini che sarebbero adatti per schermaglie e imboscate...
     
  18. Pandrea

    Pandrea Guest

    Ratings:
    +0
    Beh, un'imboscata prevede una distanza di ingaggio corta, che vanifica il fatto che l'arco ha più portata.
     
  19. Armilio

    Armilio

    Registrato:
    18 Settembre 2007
    Messaggi:
    6.034
    Località:
    Hinterland di Milano
    Ratings:
    +172
    Bhè,non per forza c'è bisogno di essere a 50 metri uno dall'altro,inoltre l'arco ha anche il vantaggio di avere una celerità di tiro maggiore...
     
  20. TrueKnight

    TrueKnight

    Registrato:
    7 Agosto 2006
    Messaggi:
    1.092
    Località:
    Piacenza
    Ratings:
    +99
    Butto lì una risposta, anche se proprio non me ne intendo del periodo...forse perché nessuno nel '700 dava importanza a schermaglie ed imboscate.

    Probabilmente erano situazioni viste come marginali, rispetto alle grandi battaglie campali che decidevano gli esiti delle guerre, e di conseguenza a nessuno importava quale fosse l'equipaggiamento migliore da avere in quella situazione. Possibile?
     

Condividi questa Pagina