1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

AAR: Salve Salve o Libertà

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da TFT, 17 Luglio 2010.

  1. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.350
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +363
    Dopo quasi due anni di assenza ecco che torno a riprendere quel gioco che è HOI2 DD. Mi cimento con la mia amata Grecia, nella speranza di far tornare il grande impero romano-bizantino.


    1936-1940 Affilare le lame
    La Grecia, Paese bellissimo ma dal potenziale industriale assai scarso, è circondata da nemici bellicosi e protetti da pesanti garanzie. Solamente la piccola Albania pare un bocconcino prelibato ed è su questa che cadono gli occhi del governo. Viene inviato il 1° Battaglione Kataphraktory, che rapidamente conquista l'intero staterello. Questo fa sorgere enormi scontenti a livello mondiale e lo stesso governo greco deve dimettersi per non far sprofondare il Paese in un circolo vizioso simile a quello dell'Italia per l'Etiopia. é qui che prende il potere Ioannes Metaxas, verso la fine del 36. Il nuovo presidente guarda con indifferenza alla guerra civile spagnola e si concentra principalmente su due fronti: industrializzare la grecia e abolire le leggi liberali dello Stato, diventando a tutti gli effetti un Despotas.
    Nei tre anni che seguono vengono create tre nuove induistrie ed Atene diventa una città dall'alto potenziale industriale, anche se nel complesso il Regno è ancora parecchio arretrato. Gli sforzi dei ricercatori si concentrano sul potenziamento dell'induistria e sulla ricerca di alcune dottrine, in particolare Difesa Pre Pianificata e Trench. Verso la fine del 39, quando oramai la guerra totale pare alle porte, Ioannes decide di mobilitare l'esercito ellenico. Così viene creata una guarnigione fissa ad Atene, dotata di batteria antiaerea per proteggere la ricca città induistriale. Infine sono messe in coda divisioni di fanteria, tutte quante da equipaggiare con anti aerea o artiglieria.

    1940-novembre 1940 Guerra Totale
    Quando la Francia capitola, pare evidente che la guerra volga dalla parte della Germania. Così Metaxas decide di entrare nell'asse e dare pieno supporto alle forze italo-tedesche, che inviano immediatamente i propri velivoli nei porti greci. La prima azione della Grecia in guerra è l'occupazione di Cipro, compiuta nuovamente dal 1° Kataphraktory, con un rapido sbarco. La piccola flotta ellenica da supporto a quella italiana, ma le forze inglesi nel mediterraneo paiono insormontabili, soprattuto grazie alle portaerei. Metaxas decide quindi che è il momento per far rinascere l'Impero bizantino a tutti gli effetti. Segue una dichiarazione di guerra doppia e simultanea a Bulgaria e Iugoslavia. Immediatamente ne approfitta anche la Romania, che entra nell'asse. L'armata "Stratiotis of Athens" e "Stratiotis of Jannina", composte entrambe da 5 divisioni di fanteria, attaccano simultaneamente la Jugoslava da sud, passando per l'Albania e sfondando nella zona di Pristina. Tessalonica invece è difesa dall'armata omonima e resiste più volte ad una serie di attacchi bulgari. I tedeschi giungono rapidamente da nord, annettendo buona parte della Jugoslavia ed infine sfondano a Sofia, sbaragliando l'esercito bulgaro. La confusione generata permette ai greci di impossessarsi della Bulgaria del sud e chiudere la guerra con buone conquiste territoriali.
    Frattanto gli italiani vengono ripetutamente battuti in Egitto; questo convince Metaxas ad inviare il 1° Kataphraktory in zona, riuscendo a stabilire una line di confine a pochi chilometri da Tobruk. Nel frattempo i tecnici ellenici iniziano le manovre per la costruzione dei primi carri armati

    Che fare ora? Invadere la Turchia subito? Attendere Barbarossa? ditemi voi io in HOI non sono tanto bravo

    Il mio esercito è composto da

    5 divisioni di fanteria del 36
    11 divisioni di fanteria del 18
    6 brigate di artiglieria della grande guerra
    3 brigate antiaeree base
    2 brigate motorizzate base
    2 brigate anticarro base
    1 presidio del 18

    La zona rossa nella mappa rappresante la "Sacca di Macedonia", dove le forze greche riuscirono ad insaccare e distruggere ben 3 divisioni serbe
    una flotta cagosa
     

    Files Allegati:

  2. bjb

    bjb

    Registrato:
    8 Marzo 2009
    Messaggi:
    757
    Ratings:
    +1
    Turchia-Medioriente-Suez-Egitto


    Non pensare a Barbarossa per il momento,i Russi i primi mesi le prenderanno sonoramente,aiuta prima l'Italia contro l'Uk
     
  3. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    Fossi in te ammodernerei quelle fanterie del 18 il prima possibile
     
  4. ronnybonny

    ronnybonny Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    3.309
    Località:
    Padova e Udine
    Ratings:
    +327
    Turchia (sperando che i russi non si incazzino), Siria, Medio Oriente (cerca di diventare il petrolierie di fiducia dell'asse :D) e infine aiuta l'Italia in Egitto
     
  5. Megalomane

    Megalomane

    Registrato:
    9 Dicembre 2009
    Messaggi:
    1.198
    Ratings:
    +0
    Come già detto da lord attilio ammoderna le divisioni del 18: le divisioni sono le fondamenta della macchina bellica, se le fondamenta sono scadenti tutto il resto, anche se di qualità, ci crollerà sopra.
    A giudicare dallo screen l'italia può resistere per un po', quindi puoi tentare la conuista della turchia(occhio mi sembra sia garantita dall'URSS), ti servirà comunque una forza navale per potere attraversare lo stretto una volta presa Bisanzio. La flotta turca non è il top quindi puoi tentare (se non sei messo proprio a terra) anche a costo di qualche unità navale.
    Se decidi di muovere guerra alla Turchia, cerca di chiudere la partita velocemnte altrimenti potrebbe allearsi con gli alleati e ti rallenterebbero al puntoda non poter più aiutare l'italia.
     
  6. ronnybonny

    ronnybonny Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    3.309
    Località:
    Padova e Udine
    Ratings:
    +327
    per la Turchia ti consiglio come già detto di Megalomane di andare di attacchi anfibi dal sud, una volta presa Istanbul (o Costantinopoli :ador:) i turchi si arroccano a Bursa e tu hai un sacco di malus nell'attacco, ti conviene sbarcare in Antalya e a Izmit e prenderli da sud, poi una volta presa anche Bursa è tutta discesa (se i russi non intervengono)
     
  7. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    Se non attacchi la Turchia non puoi considerarti erede dell'Impero Bizantino :ador:
     
  8. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.350
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +363
    Novembre 1940-Aprile 1941 Operazione "Alexios Comnenos"

    L'alto comando ellenico, dopo un'attenta riflessione, decide il da farsi. La Turchia deve cadere prima dell'Operazione Barbarossa, in modo da supportare i tedeschi nel caucaso e impossessarsi successivamente dei pozzi petroliferi dell'Iraq. Questo era il piano originale, ma grazie alla potenza tedesca i risultati superarono di molto le aspettative. Quando venne dichiarata guerra alla Turchia l'esercito greco inviò due armate, per un totale di 11 divisioni, contro la Tracia, difesa da 3 divisioni turche. La regione cadde rapidamente e i greci tornarono in possesso di Costantinopoli. Frattanto però i turchi posero una forte difesa a Bursa, supportati da 3 divisioni inglesi, appena giunte in loro soccorso. Un paio di attacchi degli ellenici furono rapidamente vanificati e pareva che il fronte dovesse stabilirsi in quella regione per parecchio tempo. La flotta ellenica risultò frattanto vittoriosa su quella turca, che venne affondata nei pressi di Efeso. Passò solamente un mese e la situazione prese una piega estremamente favorevole. I tedeschi inviarono una decina di divisioni a Costantinopoli, una buona metà composte da modernissimi panzer. Insieme a queste nuove forze lo Strategos Papagos lanciò una poderosa offensiva che fece crollare le difese dei turchi. Dopo lo sbarco greco-tedesco a Bursa il ruolo dei greci fu sostanzialmente annullato. I Panzer si muovevano rapidamente, conquistavano regiono su regioni e le cedevano alla Grecia, che non riusciva nemmeno ad inviare le truppe sul posto. La Turchia venne assessa e 4 divisioni inglesi furono annientate nella battaglia del lago Van. Fu allora che Metaxas decise di invadere la Siria, per supportare gli italiani che nel frattempo ripiegavano in cirenaica, direttamente a Tobruk. L'induistria greca passò da 22 a 28 punti, mentre la ct andò a 288 e questo rese estremamente difficoltoso il movimento delle truppe elleniche. Ma anche stavolta i tedeschi fecero il loro lavoro, sconfiggendo gli inglesi sia in Siria che in Iraq e giungendo addirittura fino a Suez. Uno sbarco inglese nel basso iraq su contenuto e gli Alleati dovettero ripiegare, con 5 divisioni, nella sola città di Kwait. Nel frattempo in Libia la situazione precipitava. il 1° Katapraktory fu annientato nella battaglia di Bengazi, mentre gli italiani ripiegavano frettolosamente verso Tripoli. il Governo di Atene divenne un grandissimo esportatore di petrolio e acciaio, in cambio di rifornimenti bellici, principalmente da e con la Germania.

    Sarebbe basato l'intervento dei Panzer per salvare gli italiani? Riusciranno i tedeschi a occupare port Said? E quando scatterà Barbarossa, come si comporteranno le truppe greche schierate a Trebisonda?
     

    Files Allegati:

  9. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    Lunga vita al Basileus :ador:
     
  10. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.350
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +363
    Maggio 1941- Ottobre 1942 Operazione "Kazaria"

    22 Maggio del 1941 Hitler annuncia l'attacco all'Unione sovietica. Metaxas non si fa trovare impreparato e dispone in questo modo le sue forze:
    Stratiotis di Kavala a Trebisonda (6 divisioni)
    Stratiotis di Athenes nella regione adiacente (5 divisioni)
    Stratiotis di Jannina in Moldavia (4 divisioni)
    Stratiotis di Tessaloniki a Suez (6 divisioni, comandate dal generale Papagos)

    Lo scopo dell'Operazione "Kazaria" è quello di lanciare un attacco su due fronti, attraverso il Caucaso e le steppe dell'Ucraina, per poi far ricongiungere gli eserciti e infine marciare su Stalingrad. La situazione andrà meglio del previsto

    Fronte del Caucaso:
    Qui gli eserciti greci lanciano una serie di offensive, che purtroppo non modificano minimamente le sorte del conflitto ma longorano le truppe elleniche. Passano un paio di mesi e questa volta sono i russi a passare al contrattacco. Le truppe elleniche combattono con coraggio ma sono sconfitte nell'Alta Armenia, sul lago Van e a Trebisonda. Un tentativo di creare una sacca a Van, attaccando l'armenia con la forze combinate di entrambe le armate, si risolve in un completo disastro. I russi colpiscono le già sconfitte armate greche e penetrano fino a Sinope. A questo punto però avviene la Svolta. I tedeschi decidono di correre in aiuto dei greci e varie divisioni di panzer tornano all'assalto, riportando rapidamente il confine a Trebisonda. Qui il popolo ellenico tenta una nuova offensiva verso la Georgia; in un primo momento i russi vengono scacciati ma ritornano in forze e fanno tornare il fronte allo stato originario. Nel frattempo si apre il fronte iranico e i tedeschi sono costretti a mandare truppe a sud. Fortunatamente i russi non dispongono di uomini sufficienti in loco per concludere una valida offensiva. Passato l'inverno le truppe elleniche sono rinforzate con 1 divisione regolare del 36, dotata di anticarro, una divisione di miliziani e la divisione Vardariotay, la prima divisione di carri armati ellenici. Con queste nuove forze e con l'aiuto dei tedeschi da sud e da nord, gli ellenici lanciano una poderosa offensiva che li porta quasi al mar Caspio.

    Fronte Africano:
    Il Generale Papagos tenta una serie di offensive verso Port Said, tutte quante culminate con delle seccanti sconfitte. Nel frattempo gli italiani cedono terreno e si ritirano prima a Tripoli e poi a Zuara, dove resisteranno per quasi un anno. Creta è presa dagli inglesi, riconquistata, ripresa, riconquistata, presa dai filippini (0_0), riconquistata e alla fine occupata definitivamente dagli inglesi. La flotta ellenica, dopo aver combattuto egregiamente nel mar nero, viene chiamata nel mediterraneo per aiutare la Regia Marina. In un primo momento i greci sconfiggono delle flottiglie inglesi in un paio di battaglie, ma l'arrivo di mezza mediterranean fleet piega la piccola flottiglia ellenica, che subisce perdite pesantissime e si ritira ad Atene. Quando anche Zuara cade, Papagos ordina di fortificare Suez e di stare pronti all'attacco inglese. In effetti un paio di divisioni neozelandesi tentano un assalto sbargando a Gaza, ma vengono sconfitte. La fortificazione di livello 1 viene ultimata ad ottobre del 42.

    Fronte Ucraino:
    Gli Stratiotis di Kavala supportano le truppe rumene nella conquista della Moldavia, che fra l'altro si rivela alquanto facile. Così gli ellenici proseguono in avanti senza problemi, venendo solamente fermati in Crimea. Qui bisognerà attendere per 3 mesi l'arrivo dei Panzer tedeschi ma alla fine la penisola cade e i germani si dirigono direttamente a Stalingrado, mentre i greci combattono ancora qualche mese sulle coste del mar nero, per poi ricevere un'ordinanza di rientro a Tirana, per paura di uno sbarco inglese in grecia. A Settembre del 42 gli Stratiotis si mettono in marcia.

    Considerazioni globali:
    La Finlandia e la Svezia, che avevano subito una forte sconfitta nel 39, entrano nell'Asse per combattere i russi. Il Giappone non ha invaso la Cina ma ha dichiarato guerra alla Russia già dal 41. Mosca, Stalingrado, Leningrad e Vladivostok sono cadute da almeno un mese, ma ne Hitler ne Stalin paiono intenzionati a negoziare


    Situazione delle forze elleniche:

    16 Divisioni di Fanteria del 36
    2 Divisioni di Fanteria del 39
    2 Presidi del 18
    6 brigate di artiglieria della grande guerra
    3 brigate antiaeree base
    2 brigate motorizzate base
    3 brigate anticarro base
    1 divisione di carri armati pesanti della grande guerra
    2 divisioni di milizia base
    tre stupide navi

    In arrivo:
    1 gruppo di caccia base
    1 presidio del 39


     

    Files Allegati:

  11. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    TFT, se riesci a conquistare l'altra sponda di Suez, dichiara guerra alla Spagna così che i Tedeschi la occupino insieme a Gibilterra. In questo modo gli inglesi perderanno tutto il Mediterraneo.
     
  12. Megalomane

    Megalomane

    Registrato:
    9 Dicembre 2009
    Messaggi:
    1.198
    Ratings:
    +0
    Bella partita, sembra avvincente, ma a mio parere continui a trascurare troppo la fanteria : devi farne la tua priorità, dal punto di vista tecnologico(aggirnamento armamenti e soprattutto dottrine) e della produzione.
    PS non so se ne hai ancora in produzione, ma lascia stare le industrie: occupano troppi PI che adesso ti servono per l'esercito.
     
  13. Dark_Angel_Of_Sin

    Dark_Angel_Of_Sin

    Registrato:
    14 Novembre 2006
    Messaggi:
    2.339
    Ratings:
    +30
    "grande è la confusione sotto il cielo, quindi la situazione è eccellente" :D

    continua così :approved: (ma attento alla 'bitter peace')


    saluti
    DAoS
     
  14. supertramp

    supertramp

    Registrato:
    27 Aprile 2009
    Messaggi:
    2.459
    Località:
    Nesso (CO)
    Ratings:
    +335
    Così sui due piedi:
    - prima o poi l'URSS cadrà se attaccato anche dai jappo, quindi preoccupati soprattuto degli alleati, quindi benissimo i caccia, come aeronautica concentrati solo su quello e non sprecare tecnologie per CAS o tattici
    - gibilterra deve essere tua: hai un sacco di soldi e petrolio, con quelli comprati parà e aerei italiani o tedeschi, quello che non riesci ricercalo e crealo, ma gibilterra deve essere tua; puoi provare da Casablanca quando Vichy passa nell'asse, è troppo importante per te, puoi liberare un sacco di coste;
    - una volta presa questa, coi parà puoi provare leone marino, può essere azzardato, ma come la vuoi vincere altrimenti la guerra?
    - un puppet per abbassarti la CT non credi sia utile?
    - carri armati, non erano meglio le meccanizzate, più economiche e meno ciucciapetrolio?
     
  15. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.350
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +363
    Ottobre 1942- 22 Novembre 1943 L'Operazione "Heraklios" e la caduta dell'URSS

    Per tutta la durata dell'inverno il fronte si mantiene ben calmo; mentre i tedeschi avanzano a nord e combbatono per la Persia a sud. Gli Stratiotis di Jannina vengono richiamati dall'Ungheria e anzichè essere spediti in Albania, vengono inviati in Siria.
    Lo scopo è lanciare l'Operazione "Heraklios", consistente in un massiccio attacco delle truppe greche nell'alto caucaso, con lo scopo di occupare la capitale sovietica a Baku, quindi scendere a sud ad aiutare i tedeschi in Persia.
    A Febbraio viene lanciata l'Offensiva e 11 divisioni greche attaccano Baku per tre volte, non riuscendo a perforarne le difese. Frattanto a sud gli Alleati riescono a resistere in Persia e tentano un contrattacco verso la mesopotamia, che fa retrocedere rapidamente i tedeschi. L'arrivo degli americani in Marocco non può che peggiorare la situazione. In breve la situazione diviene critica. Le truppe anglo-nepalo-australo-franco-sudafrico-americane sfondano a Bassora e conquistano tutto il basso Iraq. I russi colgono l'occasione per lanciare un'ultima e poderosa offensiva, trvolgendo le forze greche in battaglie e facendole frettolosamente ripiegare. Nonostante la CT sia stata abbassata dalle dottrine l'esercito ellenico risulta ancora debole e lento rispetto alle proprie controparti e deve ripiegare sostanzialmente fino alla costa del Mar Nero. Solamente il Generale Papagos, al comando dei suoi Stratiotis di Tessaloniki e di 5 divisioni tedesche, riesce a impedire la conquista di Suez da parte di 14 divisioni degli Alleati. Le fortezze costiere (livello prima 2 e poi 3) sicuramente hanno giocato un ruolo decisivo. Nel frattempo viene varato il primo corpo aereo ellenico, che si impegna in una campagna preventiva contro le forze aeree sovietiche. Tuttavia la scarsezza di effettivi da parte dei greci convince Papagos a cedere la Forza Aerea alla Germania. I Tedeschi accolgono bene la cosa e spediscono i velivoli greci in Danimarca, a distruggere i convogli navali degli inglesi, quindi li inviano a combattere nella Oslo occupata e infine presso Hammerfest. Purtroppo la forza aerea greca sarà distrutta nel giro di 5 mesi. Un eroico tentativo degli ellenici di riprendersi Creta culmina con la sconfitta del reparto inglese locale ma con la completa disfatta della flotta ellenica.
    Nel frattempo il fronte si era ristabilito al confine con la Siria, l'inverno stava arrivando e giocava a sfavore dell'Asse, che tuttavia non si perse d'animo. Il contrattacco venne lanciato ai primi di settembre, quando 12 divisioni tedesche e 6 greche sconfissero 15 divisioni russe a Baku, quindi dilagarono a sud, racchiudendo 8 divisioni russe nella "Sacca di Yeravean". Il mese dopo la sacca venne liberata e le divisioni che la difendevano distrutte. Stalin comprese di avere falllito, non poteva più sopportare il peso della guerra, quindi chiese la pace e si dimise. I tedeschi si dimostrarono generosi (ho usato acceptall per farmi dare 5-6 province, altrimenti per me era zero) e concessero alla Grecia "1 ottantesimo e mezzo" delle loro conquiste. Così lo stendardo greco tornò a sventolare sulle antiche province di Lazica, Chersonese, Theodosia, Armenia Maior e Varaspukan. Era il 12 novembre 1943.
    Con l'URSS fuori gioco un immenso mare di tedeschi si riversò contro gli Alleati in Norvegia e Iraq, facendoli retrocedere rapidamente.
    L'Iraq meridionale era ancora in mano britannica, ma per quanto lo sarebbe restato?
    Gli Americani tenteranno l'Invasione della Sicilia?
    La guerra pare procedere per il meglio

    Ecco il mio esercito:
    10 Divisioni di Fanteria del 36
    10 Divisioni di Fanteria del 39
    4 Presidi del 39
    3 Milizie base
    1 divisione di carri pesanti base
    6 brigate di artiglieria della grande guerra
    4 brigate antiaeree base
    2 brigate motorizzate base
    4 brigate anticarro base
    1 cacciatorpediniere di prima generazione


    Sicuramente il "BUUUUU" di questa partita va all'Italia, il ventre molle dell'Asse. è Riuscita a farsi massacrare dagli inglesi pur non essendo in inferiorità numerica. Nel momento di massima espansione non è mai andata oltre due pezzetti di terra in Egitto. Fra l'altro non aveva nemmeno la CT ad imbottigliarla visto che la Grecia ce l'ho io e il Dodecanneso mi è stato regalato (non ho capito perchè).
    Anche adesso hanno 30 divisioni e le tengono tutte li in Italia, mai vista una sul fronte russo, mai vista una sul fronte siriaco....a malapena muovono due o tre caccia nel mediterraneo...una pena insomma


    Nell'immagine due potete vedere fino a dove sono arrivati i russo-alleati nella loro riconquista


    CONSIGLIO: mi dite di tenere i confini così o di simulare un trattato e fare si che la Grecia ceda l'alto caucaso, la sua parte di persia e il Varaspukan ai tedeschi, in cambio di bulgaria e parte della Serbia?
     

    Files Allegati:

  16. ronnybonny

    ronnybonny Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    3.309
    Località:
    Padova e Udine
    Ratings:
    +327
    Grandissimo TFT :ador::ador:



    prenditi la bulgaria e la serbia...
     
  17. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.350
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +363
    20 Novembre 1943: Il Trattato del 20 Novembre

    In Questa importantissima giornata per l'Asse si incontrano i vari capi delle maggiori potenze a Vienna, per discutere di fatti militari, amministrativi e territoriali. Sono presenti il Fhurer Adolf Hitler, il Presidente della neonata Repubblica di Finlandia, Carelia e Kola; il Magister Militum e Gran Domestikos dei greci, Ioannis Metaxas. Infine il Re di Romania e di Bulgaria. L'Italia, per il suo pessimo andamento in guerra, non viene invitata.

    Tralasciando i vari fatti, riportiamo le conclusioni tratte dalla discussione tra Ioannes e il Fhurer. Nella foto potete vedere quel bell'uomo di Metaxas uscire trionfante dalla Sala delle Conferenze.

    [​IMG]


    Discussione finale:
    Metaxas: No tutti rivolgiamo il nostro più caloroso saluto all'Imperatore dei germani, augurandogli una lunga vita e un governo saggio, in seno alla Santa Madre Chiesa. L'Imperatore dei Romani Costantino, nella persona di Giorgios II di Grecia, il Gran Domestikos Ioannes Metaxas, con l'aiuto di Dio, prestano fedeltà al seguente trattato stipulato con il nostro alleato e nipote spirituale.
    Sia dunque deciso: l'Impero cederà ai germani le terre di Lazica, dell'Alta Georgia e dell'Alta Albania, ponendo il suo confine nella terra di Armenia. Inoltre sia ceduta anche la regione mesopotamica di Kirkut. Infine i romani si impegneranno a cedere in seguito la Persia al popolo tedesco, in cambio di una cessione territoriale ulteriore nei confronti dei romani. I germani restituiscano all'Impero le terre di Sofia e Varna e la Bulgaria tutta; siano inoltre donate le terre di Belgrado e Nis, per un totale di metà delle terre che furono dei Serbi e prima ancora dei Romani.

    Firma di entrambi i candidati....
    ecco come si presenta l'Impero bizantino ora
     

    Files Allegati:

  18. Lord Attilio

    Lord Attilio

    Registrato:
    14 Giugno 2008
    Messaggi:
    2.928
    Località:
    Socialismo
    Ratings:
    +128
    Dopo questo trattato darei una bella sfondatina in Africa per dare all'Impero le terre che giustamente gli apartengono.
     
  19. l'emanuele

    l'emanuele Guest

    Ratings:
    +0
    ma ci sono gli Inglesi in Norvegia?
     
  20. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.350
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +363
    Si, l'avevano presa quasi tutta ma da quando il fronte russo si è chiuso sono stati massacrati, ora mantengono una sola regione
     

Condividi questa Pagina