1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[AAR- FINALE] USA (Sicut Leones) -URSS(Basileus Romaion) 8/65

Discussione in '1° Torneo NWI di Steel Panthers Main Battle Tank' iniziata da Basileus Romaion, 9 Giugno 2010.

  1. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    Paparapappapaaa, annuncio che e' iniziata la finale!
     
  2. Arminio90

    Arminio90

    Registrato:
    1 Settembre 2009
    Messaggi:
    731
    Ratings:
    +20
    Alè!
    Dopo molto tempo:D
     
  3. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    1 Agosto 1965

    Dopo mesi in cui la tensione lentamente cresce, una telefonata improvvisa allarma il Politburo: "Compagno segretario, i capitalisti stanno ammassando truppe alla frontiera nel settore di Grabfeld, le guardie di frontiera odono ovunque rumori di motori e si avverte pure una strana puzza, come di rane fritte."
    Due ore dopo il maggiore Petrov riceve dal comando divisionale l'ordine di schierare un raggruppamento meccanizzato nelle campagne intorno al villaggio Grabfeld, col compito di mostrare la bandiera ed intimidire i pavidi capitalisti. "Compagno generale, ma nella zona di schieramento non ci sono coperture, se superano la frontiera appena raggiungono la collina hanno una bella visuale su tutta la zona."
    "Tanto meglio, maggiore, così avranno modo di ammirare la potenza e l'efficienza dell'Armata Rossa, in fondo il suo compito è quello di dissuadere le forze capitaliste, non si tratta certo dàingaggiare battaglia."
    "Però in caso d'attacco rischiamo di essere colti all'aperto a far da bersaglio."
    "Non si preoccupi, la situazione e' completamente sotto controllo: l'ordine arriva direttamente da Mosca, dubita forse del comando supremo?" "Ma se ci attaccano che facciamo?" "A dire il vero non c'è nessun ordine al riguardo".
    E così nel corso della notte il 2477° battaglione rinforzato si schiera nei campi di grano del villaggio di Grabfeld con ordini chiari e precisi.


    2 Agosto 1965

    Ore 6,00: Il generale Mikailovitsch viene improvvisamente svegliato dal suo capo di stato maggiore "Compagno generale, ingenti forze capitaliste hanno varcato la frontiera attaccando nel settore di Grabfeld". "Americani?" "no, francesi" "francesi?" "beh, sì anche qualche americano, i rapporti sono confusi, comunque li abbiamo nettamente respinti, anche se con perdite." "Bene, avranno perso la voglia di avanzare" "A dire il vero si parla soprattutto di perdite nostre, segnalano 5 carri, due semoventi contraerei ed un blindato, tutti colpiti da atgm lanciati da elicotteri che coprivano le forze meccanizzate" "e noi cosa abbiamo colpito?" "due elicotteri Alouette" "tutto qui?", "beh, poi abbiamo distrutto una gip a mitragliate"

    ore 6,30: dopo molte insistenze il maggiore Petrov riesce finalmente a far inoltrare la chiamata al generale, così, mentre è intento nella delicata operazione di spalmare la marmellata sul pane, il povero generale è costretto a destreggiarsi tenendo la cornetta tra testa e spalla mentre si dedica alla delicata operazione di spalmare un velo uniforme di marmellata sul pane.
    "Compagno generale, la situazione è critica, un'avanguardia di oltre trenta blindati ha superato la collina mentre gli elicotteri nemici continuano a bersagliare i nostri mezzi mantenendosi al di fuori della gittata della contraerea. Alcuni sono stati colpiti dai nostri atgm, ma sono troppi, nel momento in cui comparirà il grosso delle forze nemiche non so quanto possiamo resistere" "Faccia intervenire gli elicotteri ad alleggerire la pressione, intanto chiedo istruzioni a Mosca. Mi faccia sapere".
    Finalmente alleggerito dell'impaccio della cornetta: "Fjodor, fai chiamare il comando supremo, e già che ci sei porta altra marmellata di ciliege".


    ore 7,00: "Ci dica, generale, è davvero così grave la situazione a Grabfeld?" "Forze nemiche superiori per numero e mezzi hanno attaccato il maggiore Petrov infliggendo gravi perdite senza che si riesca a contrastarle" "Ma come, non avete i nuovissimi carri T-62 e la contraerea a puntamento radar?" "i carri non riescono a colpire bersagli piccoli e lontani, mentre sono aperti come scatolette dai missili degli elicotteri che la contraerea ha difficoltà nell'inquadrare, massimo riusciamo a sforacchiare qualche gip, bisognerebbe ripiegare prima che la situazione peggiori..." "Vede che è gia' qualcosa? suvvia, non si scoraggi generale, abbia fiducia nel fattore umano che sopperirà all'inferiorità tecnica. Nel frattempo deve tenere le posizioni a tutti i costi."

    ore 7,30: viene emesso il Bollettino N.1:
    Nel corso della notte forze nemiche hanno proditoriamente lanciato un attacco contro Grabfeld venendo respinte con gravi perdite subito dopo aver attraversato la frontiera. Alte colonne di fumo si alzano dai mezzi nemici incendiati. Il comando supremo ordina la mobilitazione generale di tutti i lavoratori per respingere l'assalto capitalista .


    E così finisce il turno 2. Le perdite sono cospicue per i russi (5 T-62, 2 semov.c/a, 1 BTR-60), molto più leggere per i franco-americani (2 elicotteri Alouette, 4 cingolette con 106mm RCL, 5 gip con mitragliatrice). Intanto ecco la mappa ("mappa muta" come si diceva a scuola) della zona degli scontri.
     

    Files Allegati:

    • m308.jpg
      m308.jpg
      Dimensione del file:
      171,7 KB
      Visite:
      44
  4. Mcgerm

    Mcgerm

    Registrato:
    14 Gennaio 2006
    Messaggi:
    1.490
    Località:
    milano
    Ratings:
    +0
    perfetto e finalmente si è partiti

    mi immagino il povero generale attaccato dai francesi e senza aver fatto un'equilibrata colazione, proprio una pessima giornata :D
     
  5. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    Informo che dopo una breve pausa per colpa mia siamo arrivati a completare il turno 6, e che dopo tanti missili le opposte forze sono giunte finalmente a contatto balistico nel settore settentrionale (= hanno iniziato a prendersi a cannonate e mitragliate)
    A presto aggiornamento dell'AAR.
     
  6. Mcgerm

    Mcgerm

    Registrato:
    14 Gennaio 2006
    Messaggi:
    1.490
    Località:
    milano
    Ratings:
    +0
    evviva!!!
     
  7. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    2 Agosto 1965

    ore 8,00: Il maggiore Petrov legge perplesso gli ordini appena ricevuti dal generale Mikhailowitsch, che dopo una lunga premessa conclude che, in accordo alle norme di combattimento ecc.ecc., si esegua immediatamente il piano 1527/B. Il problema e' che non trova il piano 1527/B, l'unico piano B in suo possesso e' il 127/B, mah, sara' stato il solito errore di trasmissione. E cosi', dopo aver faticosamente trovato nell'archivio del battaglione la polverosa busta del segretissimo piano 127/B, da nessuno mai aperta prima, ordina, non senza qualche esitazione, la rapida avanzata dell'ala destra, che deve serrare le distanze e raggiugnere il confine travolgendo le forze nemiche che le si oppongono.

    ore 9,00: La compagnia del capitano Zhukov, appoggiata dagli elicotteri, raggiunge i margini del piccolo villaggio di Obergrabsfeld, senza aver trovato opposizione ed impegnata soprattutto ad evitare i missili degli elicotteri e schivare le granate di ben quattro batterie da 105mm. Degli americani nessuna traccia, se non un velo di gippette con mitragliatrice c/a sul fianco destro. Sara' una trappola? Intanto l'artiglieria bombarda un po', non si sa mai.

    ore 9,30: Per fortuna gli americani comunicano tra loro e coi loro elicotteri Sioux con segnali di fumo che permettono alle vedette, segretamente addestrate con la visione di proibiti film western, d'individuarne la presenza. Cosi' il primo plotone, con l'appoggio di un paio di carri, con una carica alla baionetta fa irruzione nel villaggio di Obergrabsfeld liquidando un paio di plotoni nemici, mentre il secondo plotone avanza sulla destra nel muro di gomma delle gippette.

    Nel settore meridionale lentamente fanti e carri prendono posizione per fronteggiare il previsto attacco francese che pero' non si materializza, i mangiarane compiono complesse evoluzioni davanti alle linee sovietiche senza rischiare l'affondo.


    Fine del turno 5: Gli alleati perdono qualche gippetta, alcune cingolette ed M-113 con RCL ed una trentina di fanti, contro un APC paio di fanti sovietici. Il comando tira un sospiro di sollievo.
     
  8. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    Ecco le segretissime mappe recuperate dagli hacker: (nella prima le X sono i carri distrutti a tradimento nel primo turno dagli elicotteri francesi)
     

    Files Allegati:

  9. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    2 Agosto 1965 (T6-T8)

    ore 10,30. Il generale Mikailowitsch, dopo aver digerito la colazione, legge il rapporto della compagnia Zhukov (settore settentrionale), frettolosamente inoltrato dal preoccupato maggiore Petrov:

    "In accordo con gli ordini ricevuti, in attuazione del piano 127/B..."
    qui si ferma pernsieroso: mmm, piano 127/B, chi l'aveva ordinato? mah, andiamo avanti
    "...la compagnia attacca il nemico nel suo settore:

    ore 10,00:
    - il gruppo A avanza verso ovest e raggiunge la frontiera dopo aver messo in fuga un paio di squadre di polizia militare.
    - il gruppo B piega verso la strada, un blindato americano (M113+90mmRCL) che presidiava l'uscita del villaggio viene colpito alle spalle, poi gli altri coprono col fumo.
    - il gruppo C avanza nel paese incontrando solo i resti del plotone gia' affrontato.

    ore 10,10:
    - il gruppo A, oramai oltre la frontiera, insegue la polizia militare americana.
    - contrattacco americano-francese contro il gruppo B: un gruppo di blindati avanza nel fumo e, nonostante la perdita di un carro lanciafiamme ed un altro mezzo riescono ad avvicinarsi a 50m ed a distruggere un T-62. Nella successiva reazione vengono distrutti altri due blindati francesi, un carro LF americano (M132) ed una gippetta c/a.
    - il gruppo C continua ad avanzare nel paese, scarsa resistenza."

    Gia' si frega le mani, qui ci scappa una bella medaglia...

    "ore 10.20:
    - nonostante la copertura di fumogeni, il gruppo A e' sotto il tiro di elicotteri, che distruggono due BTR (scarichi :), una sezione mtg americana si arrende.
    - nulla da segnalare nel settore del gruppo B, se non l'intenso bombardamento nemico e l'avvicinamento di carri leggeri nemici, uno dei quali e' incendiato dall'artiglieria.
    - contrattacco nemico contro il gruppo C: una squadra di fanti ed un paio di blindati assaltano la punta avanzata, respingendo i nostri fanti e distruggendo un BTR-60 ed un carro pesante T-10M. In seguito un blindato francese viene distrutto da un secondo BTR-60 ed i fanti ripiegano sotto il fuoco fiancheggiante del gruppo B. Il gruppo e' sotto il fuoco continuo di due batterie da 105mm.

    Perdite del raggruppamento:
    nemiche:
    2 M132 (M113 lanciafiamme), 4 VP90 (blindati francesi con 106RCL), 1 M113R(90mm RCL), 1 M41 Bulldog, 1 gippetta AA, 60 fanti.
    proprie:
    1 T-62, 1 T-10M, 3 BTR, 10 fanti."

    Chiude una nota del maggiore: "Si chiede urgentemente di neutralizzare gli elicotteri nemici. La resistenza s'irrigidisce lungo la strada, negli scontri a breve distanza si rischiano perdite importanti, mentre il nemico sembra aver abbandonato il suo fianco sinistro, dove pero' e' difficile avanzare a causa degli elicotteri. Al momento nessun contatto coi carri M60 americani."
    Un brutto presentimento turba per un attimo il generale, che gia' pregustava una bella promozione: "non e' che finisce come a Grozny?" Grozny, Grozny... ma cosa era poi successo a Grozny? intanto chiediamo rinforzi, non si sa mai.
    Nel frattempo nel settore meridionale il capitano Eremenko e' stanco di intravedere blindati nemici danzare tra spesse volute di fumo, orami gli bruciano gli occhi e l'attesa infinita snerva le truppe (ed ancor di piu' il loro comandante). Finche' non ha un'intuizione geniale: "dove c'e' fumo c'e' anche arrosto" diceva la nonna, ... e gia', quindi "tanto fumo tanto arrosto!" cosi' ordina immediatamente di sparare in mezzo al fumo. Quattro gippette ed un blindato VP90 vengono cosi' incendiati dalle granate russe, mentre una quinta gippetta troppo audace viene abbandonata dopo una scarica di fucileria. A completare il successo un'autoblinda Panhard viene fortunosamente sventrata da una batteria d'artiglieria che aveva perso il contatto, mentre un elicottero distrugge da lontano un M132 americano. I francesi ripiegano dietro la cresta delle colline.
    In lontanaza si ode il ronzio dell'elicottero del sottotenente Lazov che rientra con tre successi al suo attivo (due gippette c/a ed una gippetta con atgm) dopo aver ingaggiato uno scontro ravvicinato con un elicottero americano (ed aver raggiunto per primo il famoso "bordo mappa").

    PS: Se nel settore centro-sud non si segnalano perdite, nelle retrovie si lamenta la perdita di un T-54 e di un semovente c/a da parte degli elicotteri franco-americani, quelli russi, oltre al gia' citato M132 riescono solo a sforacchiare una gippetta con mtg ed a distruggerne una con atgm.




    TOTALE PERDITE T6-T8:
    Sovietici:
    3 carri (1 T-62, 1 T-55, 1 T-10M), 3 APC (2 BTR-60, 1 BTR-60BP) 1 semovente c/a (ZSU-23), ~10 fanti, 1 elicottero danneggiato
    Franco-Americani:
    9 blindati leggeri (1 M41, 1 Panhard, 5 VP90, 2 M132) 1 APC (M113/90mm), 5 gippette, 1 gippetta ATGM, ~60 fanti, 1 elicottero danneggiato
     

    Files Allegati:

  10. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    2 Agosto 1965, ore 11 (T9-T10: nulla di nuovo sul fronte occidentale)

    Dopo gl'intensi scontri di meta' mattinata, sul campo di batatglia regna una calma irreale, si ode solo il fragore delle granate delle opposte artiglierie, che si accaniscono soprattutto intorno a Obergrabfeld. Il povero paese, gia' copito dai razzi, e' ormai raso al suolo da ben 6 batterie americane da 105mm e 175mm nella speranza di colpire i fanti russi. Con analoga speranza un paio di batterie sovietiche e qualche lanciarazzi battono il frutteto a ponente del paese cercando di spianare la strada ad una nuova avanzata.
    Apparentemente entrambi gli schieramenti si stanno riorganizzando in attesa dello scontro decisivo, le compagnie di riserva dell'armata rossa marciano a passo spedito verso il fronte.

    I sovietici in teoria hanno sfondato le linee nemiche a nord del paese Obergrabfeld, i rapporti della ricognizione aerea non segnalano nulla ma l'avanzata e' frenata dal timore dei missili degli elicotteri, per cui avanzano per primi i fanti sia anord del paese sia a sud, con l'obiettivo di superare il terreno scoperto prendendo posizione sulla siepe di alberi prima dell'arrivo di forze corazzate nemiche.
    Nel resto del fronte i fanti iniziano ad avanzare sfruttando l'assenza dei veicoli blindati francesi, di cui si sono perse le tracce. Dove saranno andati quei 25-30 veicoli? Tranne un VP90 colpito da un elicottero sulla cresta centrale non se ne ha notizia. E dove saranno i finora mai avvistati carri americani?


    La risposta a questi quesiti nelle prossime attesissime puntate.
     
  11. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    2 Agosto 1965, ore 12: La seconda battaglia di Obergraben (T11-T13)

    T11
    L'apparente quiete non dura a lungo. Per evitare il pesante bombardamento ed i cumuli di macerie che ingombrano le strade, i russi avanzano lentamente sui due lati del paese, sul lato meridionale ingaggiano vittoriosi duelli con le opposte fanterie. Nel frattempo l'ala sinistra compie la sua ampia manovra per avvolgere le (supposte) posizioni americane del frutteto, in modo da limitare i rischi di un attacco frontale. All'improvviso una massa di blindati assale con grande decisione le forze avanzate russe puntando decisa verso il villaggio. In contemporanea una colonna americana di carri leggeri M41 ed M113/RR emerge dal frutteto ed attacca frontalmente lungo la strada ed a sud di essa mentre VP90 e Panhard francesi da sud-ovest sbucano inattesi dalla siepe di alberi.
    Il violento attacco, condotto con grande determinazione, coglie impreparate le forze russe.
    Pur con la perdita di un VP90 i mezzi franco-americani riescono a serrare le distanze e distruggere l'unico T62 in prima linea mettendo nello stesso tempo in fuga la prima linea di fanti. Quindi un enorme elicottero americano sbarca sulla linea del fuoco un plotone misto di paracadustisti e poliziotti, che balzati fuori dall'elicottero immediatamente assaltano tutti i loro vicini (e con una bomba a mano immobilizzano un BTR :-()
    Per fortuna i fanti russi non si fanno prendere dal panico, si riordinano nonostante le perdite e, appoggiati dai due BTR rimanenti (compreso quello immobilizzato) e dall'appena arrivata squadra comando della "compagnia macchinisti" vanno a riprendere le loro posizioni, distruggendo l'elicottero, due Panhard, 3 VP90 ed un M41. Una squadra nemica si arrende!
    Il s.ten.Lebedev viene proposto per una medaglia al valore: rifiuta di abbandonare il mezzo immobilizzato da cui con la sua mtg da 14,5 mm colpisce inesorabile tutti i veicoli nemici a portata di tiro.

    (PS: veramente efficaci queste mtg da 14,5 mm che forano senza problemi tutti i mezzi leggeri nemici da breve distanza (50-100m). Un aiuto insperato).


    T12
    Quanto visto era solo l'assaggio dell'offensiva. Una nuova e piu' massiccia ondata d'assalto (almeno 6-7 VP90, 3-4 Panhard, 4 M41, alcuni M113/RR con fanti al seguito) s'abbatte sulle precarie posizioni russe, questa volta il baricentro e' poco piu' a sud del paese, dove VP90 e Panhard con appoggio di elicotteri caricano a testa bassa i fanti russi scoperti nella pianura. In un furioso combattimento l'attacco s'infrange sanguinosamente sull'eroica resistenza dei pochi fanti (e del BTR immobilizzato) aggrappati vicino alle prime case del paese (persi 2-3 carri leggeri e blindatini) ma nella pianura gli attaccanti infliggono durissime perdite ai fanti (e distruggono anche l'unico BTR mobile) al prezzo di un paio di veicoli ed un elicottero troppo ardito (abbattuto a fucilate).
    I fanti russi ancora una volta si riordinano stoicamente, una sezione RPG-7 distrugge fortunosamente un VP90 mentre un carro T10 in arrivo dalle retrovie ne incendia un altro. La situazione è però critica, le perdite gravissime, i fumogeni ormai terminati, il morale dei superstiti vacilla: per tenere la linea di fronte ad un nuovo assalto, non rimane che sperare nel rapido arrivo della compagnia di lavoratori in marcia verso il fronte. Dovesse crollare quell'ultimo puntello i velocissimi blindati francesi potrebbero dilagare nelle retrovie.

    T13.
    L'artiglieria nemica continua il suo lavoro demolitore sul paese e sui fanti intorno ad esso.
    Il paese è raso al suolo e lungo la strada, all'ingresso ovest ed a sud è un deposito di rottami: in un rettangolo di 300mx200m si contano ormai oltre 20 veicoli in fiamme (due elicotteri, 1 T62, 1 T10, 3 BTR-60BP, 4 M41, 4 Panhard, 10 VP90, 3 M113/R, 2 gippette... comprese le perdite degli scontri dei primi turni, naturalmente. Alcuni esagoni hanno 3-4 rottami!) oltre ad un paio di BTR immobilizzati.
    Sullo sfondo di questo paesaggio spettrale il nemico ritorna l'assalto, questa volta un po' piu' cauto ed allargando il fronte verso sud: infligge ulteriori perdite alle gia' decimate schiere dei fanti, mentre sembra rinunciare all'assalto diretto verso il paese. I fanti russi sono troppo stremati per contrattaccare e possono solo cercare riparo dietro le carcasse, soltanto l'eroico capitano Menshikov della compagnia macchinisti avanza lungo la strada assaltando i carri leggeri americani e scacciando i fanti, non si fa scoraggiare neppure dalla distruzione del BTR che l'aveva portato (l'ultimo BTR-60BP presente in zona!), sventrato da una granata da 175 mm.
    Gli elicotteri russi sono tornati al fronte dopo essersi riforniti, questa volta raggruppandosi in due gruppi e collocandosi alle due ali dello schieramento (estremo nord ed estremo sud). Proprio il gruppo settentrionale avvista per la prima volta un paio di carri M60 che seguono i blindati francesi nell'assalto e riescono a colpirne uno con un atgm. Naturalmente gli elicotteri franco-americani non stanno a guardare neppure loro e nel settore nord mietono altre vittime: un T62 ed uno ZSU-23 contraereo.

    Nulla di significativo da riportare negli altri settori, i fanti e le compagnie lavoratori avanzano ovunque approfittando dell'assenza dei blindati francesi, l'ala destra (estremo nord) nella sua manovra aggirante giunge quasi fino alla strada senza incontrare resistenza. Viene avvistata soltanto una gippetta contraerea (che non vive a lungo). Le forze però sono modeste ed un po' sparpagliate (con le ultime perdite rimangono 3 gippette con RCL in avanguardia, quindi un plotone di fanti con un BTR-60, poi molto indietro altre forze motocorazzate stanno accorrendo).

    Pare di essere giunti alla vigilia dello scontro decisivo: i blindati francesi hanno completato la temuta lunga marcia che dal settore meridionale li ha portati al settore settentrionale ed hanno attaccato con grande violenza infliggendo gravi perdite e sono prossime ad aprire una breccia, cui poco si puoà opporre, mentre la manovra aggirante ha portato i russi quasi alle loro spalle.
    Ora il grosso di entrambi gli eserciti è concentrato intorno al paese. Prevarrà il peso della sparpagliata massa russa o la mobilità franco-americana?


    PERDITE (T11-T13):
    Russi:
    2 carri T-62, 3 apc (BTR-60BP, piu' un quarto immobilizzato), 1 semovente contraereo ZSU-23, ~100 fanti
    Franco-americani:
    1 carro M60A1, 14 carri e blindati leggeri (3 M41, 4 Panhard, 7 VP90), 2 apc (M113/RR), 1 elicottero Huey 1D (mtg), 1 elicottero da trasporto, ~40 fanti.
     

    Files Allegati:

  12. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    Colpo di scena (T14-T16)

    Con lo stesso fragore con cui era iniziata la battaglia all'improvviso termina. Con grande stupore gli stanchi fanti russi scoprono che i blindati nemici si sono dileguati, e nessuno sembra sapere dove siano finiti. Appartentemente hanno rinunciato all'attacco e si limitano ad un intenso bombardamento di artiglieria sulle posizioni che invano hanno tentato di occupare.
    Se i cannoni tacciono, l'epicentro della battaglia si sposta sui cieli, ma sempre nel settore settentrionale, questa volta sulla testa del raggruppamento aggirante. Un Sioux americano da ricognizione distrae la contraerea sovietica, quindi 3 Huey assaltano la squadra aerea russa: come sempre (in spmbt) gli elicotteri non rispondono al fuoco e si limitano a scappare inseguiti dagli avversari: dei 4 elicotteri russi, due sono abbattuti, uno e' danneggiato, l'ultimo ha la ventura di scappare sopra la squadra di fanti del maggiore Voroshilov che abbatte a fucilate due inseguitori.
    Segue la vendetta dei due superistiti apparechi russi che abbattono l'ultimo Huey ed il Sioux da ricognizione. (Alla fine sono messi ko 3 russi e 4 americani, ma due dei russi erano con atgm :-( ). Mentre sulle loro teste si svolgono i duelli aerei, l'ala destra affronta vicino alla strada le avanguardie (o retroguardie?) nemiche: una gippetta perisce in uno scontro a fuoco con un Panhard, un M113-munizioni mandato in ricognizione(!) fa la stessa fine mentre cerca di aggirare le loro posizioni da ovest.

    Tutto lascia presagire che minaccia aggirante portata dall'ala destra sia stata giudicata sufficientemente grave da dirottare sul fianco nord almeno parte dei blindati franco-americani. Ciò imporrebbe di concentrare le forze, sparpagliate in gruppetti per evitare gl'insidiosi missili degli elicotteri, nell'eventualità di un contrattacco.

    Intanto la fanteria approfitta della calma ed entra nel frutteto dove incontra scarsa resistenza da parte di alcune squadre nemiche (a dire il vero un po' stordite dall'artiglieria) ed occupano gli obiettivi (VH).
     
  13. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    Continua l'avvincente e seguitissimo scontro:

    Rovesciamento di fronte (T16-T20)


    Come temuto, la massa corazzata franco-americana che aveva improvvisamente interrotto l'attacco a sud del paese si e' richerata sulla (loro) ala sinistra e, con l'appoggio degli elicotteri attacca la sparpagliata ala destra sovietica capovolgendo la situazione nel settore nord. Il ritardo e' stato forse dovuto alla necessita' di aggirare il secondo villaggio (ed abbattere alcune case) e di effettuare qualche ricognizione.

    Il gruppo che con manovra aggirante aveva raggiunto la strada e' il primo ad essere travolto. Il primo contatto in realta' lascia ben sperare perche' volge a favore dei sovietici che con un colpo di RPG eliminano un M132 lanciafiamme, poi e' la catastrofe.
    Padroni del cielo (anche l'ultimo elicottero sovietico rimane vittima di uno scontro a fuoco) e scarsamente contrastati dalla contraerea russa (ma si sta provvedendo a portare avanti alcune mtg c/a) gli elicotteri aprono la strada all'attacco dei blindati francesi eliminando le due gippette. Quindi una massa di VP90 decimano i fanti e distruggono il loro BTR-60. Non ci sono superstiti.
    Gli altri rggruppamenti potrebbero contrattaccare, ma rimarrebbero esposti e dopo aver ottenuto qualche piccolo successo sarebbero alla merce' dei blindati nemici, per cui cercano di raggrupparsi al riparo.

    I blindati francesi, sempre preceduti dagli elicotteri, avanzano ancora ed assaltano altri due raggruppamenti russi. All'estremo nord, un raggruppamento di due carri, un BTR-60 ed una squadra fanti viene annientato a costo di 2 Panhard ed un VP90, al bordo del frutteto vengono persi un carro e un BTR-60BP al costo di due VP90, ma qui i rimanenti fanti riescono a ripiegare entro il bosco.

    Nel frattempo altri blindati con un M60 eseguono una manovra a piu' corto raggio [vedere mappa] passando anche loro a nord della strada. I fanti russi, che rastrellato il frutteto stavano avanzando, sia pur con qualche perdita riescono a rimanere padroni della strada e degli accessi al VH verso cui ricacciando i fanti americani.

    In sintesi l'estrema ala destra russa non esistre piu' ed i blindati franco-americani hanno via libera per penetrare nelle retrovie sovietiche.

    Nel resto del fronte c'e' poco da dire, la battaglia si gioca a nord: i fanti sovietici raggiungono le colline centrali ed iniziano a scambiare fucilate con alcune squadre americane su tutta la linea, all'estremo sud un plotone di polizia militare e' messo in fuga con perdite. Un M132 viene colpito da un elicottero, ma e' l'unico successo. La riserva corazzata, finora tenuta al coperto per timore degli elicotteri nemici, si mette in marcia verso il fronte - sia pure con cautela e spargendo doverosamente fumo ad ogni sosta.



    Perdite

    Sovietici:
    3 carri (2 T-62, 1 T-55), 3 apc (1 BTR-60BP, 2 BTR-60), ~50 fanti, 1 elicottero.

    Franco-americani:
    7 blindati (2 Panhard, 4 VP-90, 1 M132), 1 gippetta con mtg, ~30 fanti.


    Come al solito, una mappa vale piu' di 1000 parole.
     

    Files Allegati:

  14. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    Ore decisive (T21-T23)

    Nel settore settentrionale si è pronti per lo scontro finale che deciderà l'esito della battaglia. Entrambi gli schieramenti hanno subito perdite atroci e sono sull'orlo del collasso, basta una spintarella in più... La situazione nel settore è, grossomodo, la seguente:

    L'ala destra sovietica e' svanita e le rimenenti forze, concentrate lungo la strada, nel boschetto ed a sud del villaggio, hanno il fianco destro completamente esposto all'infiltrazione dei blindati nemici. Le riserve del settore sono state completamente assorbite dagli scontri, rimangono soltanto un paio di T-55, una sezione atgm, un paio di mtg da 12,7mm ed una mtg c/a da 23mm che in fretta e furia vengono mandati a fornire un minimo di copertura. Tutto il resto è stato inghiottito dalla battaglia. La collina e' difesa da un'unica isolata mtg c/a da 14,5 mm messa da poco in batteria nel vanop tentativo d'infastiire gli elicotteri americani, senza piu' proiettili c/c (gia' sprecati dalla IA). Circa un plotone di fanti, tre carri e due apc (di cui uno con mtg da 14,5) si radunano nel frutteto decisi a vendere cara la pelle, un altro plotone è intorno alla strada e blocca la via di penetrazione più facile (oltre che, si spera, a minacciare il VH che ormai è a 100 m). Un quarto ed ultimo carro è poco più indietro, mentre a sud del paese rimangono un paio di plotoni di fanti con rpg-7 che faticosamente hanno appena liquidato la retorguardia americana.

    Ai piedi della collina si sono radunati i blindati francesi, stimabili in almeno 10-15, pronti a sferrare l'assalto ai VH e/o ad aggirare da nord le posizioni sovietiche. Nello stesso tempo fanti con M113/RR ed almeno un M60 sono segnalati nello spiazzo ad ovest del frutteto. Almeno un plotone deve trovarsi a presidiare la strada, un altro difende il VH vicino alla strada. Oltre a queste forze va aggiunta la possibilità di un attacco eliportato, un elicottero da trasporto si trova in zona (i parà hanno pure contribuito al successo della controffensiva) e l'appoggio degli elicotteri rimanenti (2-3). Infine, dove saranno gli M60 americani?

    L'attacco franco-americano è immediato (vedere mappa) sia a nord che a sud del paese e, come sempre, condotto con grande determinazione:

    Un primo gruppo di blindati (almeno 4 VP-90) aggira la collina da nord giungendo senza opposizione fino all'altezza del paese. Un secondo gruppo (5-6 blindati ed una gippetta) assalta risoluto la collina caricando l'isoltata mtg c/a da 14,5mm. Pur nella situazione disperata i mitraglieri non si lasciano intimorire e sparano a bruciapelo sugli assalitori. Ondate su ondate si abbattono su di loro ma le mtg da 14,5 mm fanno il miracolo, la collina si riempe dei rottami dei veicoli distrutti (1 gippetta, 3 Panhard, 2 VP90), gli ultimi abbattuti dal fuoco fiancheggiante di un apc nel boschetto. Un assalto diretto verso i VH condotto dai fanti meccanizzati appoggiati da un M60 riesce a conquistare la prima fila di alberi costringendo i fanti russi a ripiegare ma non sfonda.

    Mentre i mitraglieri sulla collina contemplano increduli i rottami intorno a loro, il primo gruppetto che era penetrato già alle loro spalle viene annientato dalle riserve: 4 VP-90 cadono sotto i colpi precisi di una mtg c/a da 23mm appena messa in batteria e di un T-55 della riserva che si era celato in una piega del terreno (altro in zona non c'era).

    Dopo l'inatteso doppio rovescio subito dai francesi gli americani provano un secondo disperato attacco verso i VH. Dopo aver percorso poca strada, però, i fanti sovietici contrattaccano eliminando l'M60 e due M113/RR. La minaccia sul fianco destro sembra essere svanita, ma potrebbero esserci altri infiltratori che, muovendo lungo il margine della mappa dietro le siepi di alberi, potrebbero non essere stati individuati. Un gruppo di elicotteri americani (2-3, un Sioux viene però abbattuto) che si è portato nelle retrovie sovietiche, dove riesce a distruggere un apc, potrebbe essere l'avanguardia/nucleo esplorante di tali infiltratori. Qualora si infiltrassero potrebbero facilmente raggiungere gran parte dei VH e tutti i lanciarazzi. Tutti coloro che hanno qualche speranza di arrivare entro 3-4 turni sono mandati a nord (non che siano in molti, un paio di carri dal centro, una sezione atgm su apc, gli elicotteri con missili non appena abbiano finito di rifornirsi. Le mtg c/a non possono muovere causa mancanza di mezzi di trasporto adeguati.)

    Nel frattempo un plotone di 4 M60 con un M132 lanciafiamme in testa marcia minaccioso verso il paese da sud, più o meno nella zona del contrattacco dei turni 10-14, prendendo a cannonate i poveri fanti sovietici e permettendo ad un plotone aviotrasportato di prendere posizione. Tuttavia dopo il rovescio a nord del paese ripiegano, solo l'M132 lanciafiamme tenta di assalire i fanti ma dopo qualche successo inevitabilmente soccombe.

    Nel resto del fronte i fanti sovietici ingaggiano scontri a fuoco contro i omologhi capitalisti e, sia pure con grande fatica, avanzano di poche centinaia di metri, soprattutto grazie all'appoggio dell'artiglieria e dei carri che stanno finalmente sopraggiungendo. Il fuoco delle mtg e dei pezzi c/a americani aprono parecchi vuoti nelle loro fila, i fanti americani si difendo bene nelle loro posizioni. Probabilmente il loro vero successo è stato contribuire a sospendere l'attacco del plotone M60.

    Perdite

    Sovietici:
    1 apc, ~50 fanti..

    Franco-americani:
    10 blindati (3 Panhard, 6 VP-90, 1 M132), 1 gippetta con mtg, ~50 fanti, 1 elicottero.Sioux
     

    Files Allegati:

  15. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    Per la gioia dei numerosissimi lettori, ecco come regalo di Natale l'ultima parte della battaglia.

    Epilogo (T23-27).

    Nele retrovie forze sparse (2 T55, 1 apc con 14,5mm, 2 apc, 2 squadre fanti) cercano di dare la caccia a temuti infiltratori nemici mentre si posizionano un po' meglio atgm e mtg c/a (ma senza piu' apc in grado di muovere le mtg c/a c'e' poco da fare). Alla fine per fortuna erano solo due Panhard, uno dei quali e' colpito da un atgm, l'altro assaltato da un T-55. I due elicotteri verificano con sollievo l'assenza di altre forze.

    All'estremo opposto gli altri due elicotteri, sprovvisti di atgm, riescono ad abbattere due velivoli nemici infiltrandosi a loro volta nelle retrovie nemiche ma senza concludere altro (l'azione e' un po' fortunosa, alla fine si scoprira' che hanno sfiorato le posizioni dei fanti nemici).

    I fanti sovietici avanzano su tutta la linea, appoggiati dai carri e dalle mtg ormai collocate nelle posizioni dominanti che mettono a tacere mtg e pezzi c/a americani. Riescono ovunque a guadagnare terreno contro le esauste fanterie americane, parte delle quali ormai in evidente crisi morale, tranne che nelle pianure meridionali, spazzate dalle opposte mitragliatrici.

    Mentre alcuni fanti rimangono a tenere la collinetta settentrionale facendo compagnia agli eroici mitraglieri, un piccolo nucleo (un carro, due apc, un plotone fanti) avanza lungo la strada sbaragliando i pochi e scossi fanti americani fino a rioccupare incontrastati il VH piu' lontano. Gli altri tre carri del raggruppamento settentrionale cercano di unirsi ai fanti nella caccia agli M60, che pero' dopo aver ripiegato, sembra muovano verso sud. Il primo della colonna e l'M113 trasporto munizioni sono colpiti dagli atgm (e/o da un elicottero), ormai appostati lungo la cresta ad aspettarli.
    Nel settore meridionale, dopo essersi coperti col fumo, fanti e carri caricano le posizioni americane intorno al VH. Nella reazione nemica viene perso un T62 ma alla fine il raggruppamento nemico e' in rotta con perdite.

    Nel momento in cui l'ultimo VH viene conquistato, spmbt decreta la fine anticipata dello scontro.
     

    Files Allegati:

  16. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    597
    Ratings:
    +36
    Anche se forse nessuno se n'era accorto, la partita era finita. Ecco la schermata "ufficiale" come da regolamento:
     

    Files Allegati:

    • fine.jpg
      fine.jpg
      Dimensione del file:
      149,1 KB
      Visite:
      24
  17. Sicut leones

    Sicut leones

    Registrato:
    29 Agosto 2007
    Messaggi:
    970
    Località:
    Bergamo
    Ratings:
    +1
    Confermo il risultato , Basileus si è confermato un ottimo player e un eccellente scrittore di AAR, malgrado che dal suo generoso AAR si può aver l'impressione opposta è riuscito sempre a trovare le giuste contromisure ai miei tentativi di invertire l'inerzia della battaglia.

    Dopo una partenza buona ma sotto le attese, progettavo di eliminare almeno una decina di carri come nelle prove contro l'AI con gli elicotteri ATGM, pensavo di fare una veloce puntata a sud con una quarantina di VP90 e fanteria elitrasportata per eliminare gli altri carri e le katiusce mentre a nord avrei combattuto una battaglia di attrito usando ingenieri e fanterie da combattimento ravvicinato ,
    dopo aver fatto danni importanti trasferimento a nord grazie agli elicotteri e sfruttando la velocità delle mie tankette AT sperando che nel frattempo il gruppo nord rosso si fosse scornato....

    In realtà i VP90 si sono rivelati molto vulnerabili al tiro indiretto dei carri russi, con la conseguenza che pur riuscendo ad evitare l'arty russa grazie alla loro mobilità quando si sono raggruppati per dare il colpo decisivo hanno subito parecchie perdite e soppressione anche dietro lo schermo dei fumogeni, portando alla rinuncia di questa parte del piano.....

    Il piano B sperava di spezzettare i gruppi russi nel Nord e non ha tutto sommato funzionato male , con un pò più di fortuna con gli elicotteri ATGM e attenzione da parte mia in un paio di scontri come quello contro la MG da 14.5 sarei forse riuscito a riprendere la zona urbana con i molti VHex, anche se non sarebbe bastato per vincere la partita magari, avendo in quel momento molti elicotteri atgm , una strage fortunosa di carri russi in contrattacco avrebbe riequilibrato lo score ;)

    Devo dire che gli oobs non è che fossero molto equilibrati , non si nota subito ma battagliando i russi hanno sempre quel poco meglio in tutti i campi, fattore che sommandosi ai miei errori sia di manovra che di acquisto ha reso praticamente ineluttabile la sconfitta..
    Pazienza, andra meglio la prossima volta, sperando in un futuro torneo più veloce come tempi!
     
  18. MrBrightside

    MrBrightside

    Registrato:
    1 Dicembre 2008
    Messaggi:
    1.985
    Località:
    Genova
    Ratings:
    +150
    Visto che nessuno li fa, i miei più sentiti complimenti.

    Effettivamente, quand'è cominciato il torneo io non ero ancora manco iscritto al forum... :D
     
  19. qwetry

    qwetry

    Registrato:
    29 Giugno 2006
    Messaggi:
    6.691
    Località:
    Sud
    Ratings:
    +957
    complimenti a entrambi i finalisti,e a basileus anche per l'ottimo(come sempre) aar:approved:


    è passato così tanto tempo che quasi neanche ricordo che di aver partecipato al torneo :asd:
     
  20. Sicut leones

    Sicut leones

    Registrato:
    29 Agosto 2007
    Messaggi:
    970
    Località:
    Bergamo
    Ratings:
    +1
    allora eravamo in Tre!

    Certo che SPMBT ha perso molto seguito..
     

Condividi questa Pagina