1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[AAR] À la guerre comme à la guerre - Linus (J) vs ste_peterpan (A)

Discussione in 'Le vostre esperienze: AAR' iniziata da ITAK_Linus, 15 Aprile 2018.

  1. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    69
    Ratings:
    +20
    L' impiego, ma penso anche la filosia di costruzione degli aerei alleati era per colpire duro e scappare evitando il dogfigt.
    Cosa che spesso poi i loro piloti meno scafati, ignoravano facendosi accoppare dagli assi avversari molto più esperti, c'era anche un sistema di rotazione per cui i veterani lasciavano i gruppi di prima linea. In pratica gli Usa un Sakai, un Galland o un adriano Visconti che hanno combattuto tutta la guerra non li hanno avuti.
    A parte il training è il problema di ogni alleato quando parte all' offensiva e non vuole/non si diverte/non ha la pazienza per fare il gruppone di ponti di volo e basta.

    India che tu e molti altri giocatori conquistate ben prima delle Filippine.
    Ovviamente è vantaggioso ma dal punto di vista storico anche un po' discutibile.
    Tu e Blizzard avrete modo di divertirvi non c'è dubbio
     
  2. Iscandar

    Iscandar

    Registrato:
    23 Novembre 2012
    Messaggi:
    1.061
    Località:
    Palermo
    Ratings:
    +226
    L'aviazione USA, nel pacifico, usava la tecnica del "Boom & Zooom", era altamente sconsigliato fare dogfight con i giapponesi, dato che la maggior parte dei loro caccia era più manovrabile di quelli USA. In Europa erano costretti ad accertarlo perché la scorta ai bombardieri era stratificata, parte vicini e parte a distanza, con i caccia che avevano l'autonomia
     
    • Informative Informative x 2
    • Like Like x 1
  3. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    69
    Ratings:
    +20
    Gli americani in fondo erano e sono rimasti dei cazzoni col complesso del duello a Laredo che pagavano a caro prezzo.
    Ma insuperabili nell'organizzazione, le scuole di volo che sfornavano piloti ben addestrati in quantità, gli hanno permesso di assorbire un rateo di perdite che avrebbe schiantato qualunque altra aeronautica.
    Sono molto meno preparato sulle tecniche guerra aerea in Europa, hai qualche buon testo da consigliare?
     
  4. duettoalfa

    duettoalfa

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.304
    Località:
    milano
    Ratings:
    +218
    :D :D john wayne ne ha fatti pochi di film così... :D
     
  5. Iscandar

    Iscandar

    Registrato:
    23 Novembre 2012
    Messaggi:
    1.061
    Località:
    Palermo
    Ratings:
    +226
    No purtroppo no, sono reminiscenze dai vari testi letti negli anni.
    Se è per questo non andavono neanche in bagno se non c'era un manuale che gli spiegava come dovevano fare
     
  6. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    4.608
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +622
    Su quest'ultima affermazione non sono cosi d'accordo. Hanno sempre lasciato (e lo fanno tutt'ora), ampia libertà d'azione agli ufficiali comandanti sul campo (soprattutto nelle operazioni a terra), libertà non tanto diffusa in molti altri eserciti, dove il comando è spesso centralizzato e si lascia poco margine di manovra.
    Poi che tale libertà, soprattutto oggi giorno, sia di fatto annullata da ROE di vario tipo è tutt'altro discorso.
     
  7. Iscandar

    Iscandar

    Registrato:
    23 Novembre 2012
    Messaggi:
    1.061
    Località:
    Palermo
    Ratings:
    +226
    Non mi sono espresso bene, non mi riferisco a cosa fare in combattimento, tipo supermarina, ma cose del genere:
    Per fare la pipì, prima abbassare la cerniera, tiralo fuori e poi sgrullare, rimetterlo dentro e tirare su la cerniera. Cose di questo genere.
     
  8. supertramp

    supertramp

    Registrato:
    27 Aprile 2009
    Messaggi:
    2.517
    Località:
    Nesso (CO)
    Ratings:
    +370
    Ma, tutto fermo o procedete in silenzio?
     
    • Like Like x 1
  9. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.384
    Ratings:
    +1.835
    Procediamo in silenzio. Ho il turno del 2 maggio 44 da fare.

    Mi sto trasferendo in mappa (fra venerdì e sabato) e sono un poco preso: non riesco a fare l'AAR in modo appropriato.
    Ho però tutte le info per recuperare nei prossimi tempi.
     
    • Like Like x 3
  10. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.384
    Ratings:
    +1.835
    Giovedì 25 Maggio - Domenica 4 Giugno 1944 - Turno 901-911 - Washington, ore 08:45
    DAY-92-102 DELLE OPERAZIONI
    Direttamente dalla mappa... Anzi, dall'offmap...

    IMG-20210410-WA0007-min.jpeg


    1) CenPac / Sub

    I miei sub continuano a colpire naviglio vario. Una grande TF di 15 sub viene portata a S-E di Babeldaob e poi splittata in vari gruppi e fanno strage. Qui un esempio del 03 Giugno 1944:
    Sub attack near Biak at 88,105

    Japanese Ships
    xAKL Tonegawa Maru, Shell hits 53, heavy fires, heavy damage

    Allied Ships
    SS Lapon

    SS Lapon attacking on the surface
    SS Lapon low on gun ammo, Craig, J.R. breaks off surface engagement and submerges
    --------------------------------------------------------------------------------
    Submarine attack near Biak at 89,104

    Japanese Ships
    xAK Maya Maru, Torpedo hits 1, heavy damage

    Allied Ships
    SS Rasher

    xAK Maya Maru is sighted by SS Rasher
    SS Rasher launches 6 torpedoes at xAK Maya Maru
    --------------------------------------------------------------------------------
    Sub attack near Dili at 71,114

    Japanese Ships
    DD Hatsuzuki, Torpedo hits 1
    DD Teruzuki
    DD Asagiri

    Allied Ships
    SS Bonefish, hits 5, heavy damage
    --------------------------------------------------------------------------------
    Sub attack near Biak at 88,105

    Japanese Ships
    xAK Juko Maru, Torpedo hits 3, on fire, heavy damage

    Allied Ships
    SS Tunny

    SS Tunny launches 6 torpedoes at xAK Juko Maru


    --------------------------------------------------------------------------------
    Submarine attack near Biak at 88,106

    Japanese Ships
    xAK Sakido Maru, Torpedo hits 2, on fire, heavy damage

    Allied Ships
    SS Mingo

    xAK Sakido Maru is sighted by SS Mingo
    SS Mingo launches 6 torpedoes


    --------------------------------------------------------------------------------
    Sub attack near Peleliu at 90,100

    Japanese Ships
    xAK Sangetsu Maru, Torpedo hits 1

    Allied Ships
    SS Flasher

    SS Flasher launches 6 torpedoes at xAK Sangetsu Maru
    --------------------------------------------------------------------------------
    Submarine attack near Peleliu at 90,100

    Japanese Ships
    xAK Sangetsu Maru, Torpedo hits 3, on fire, heavy damage

    Allied Ships
    SS Flasher

    xAK Sangetsu Maru is sighted by SS Flasher
    SS Flasher launches 4 torpedoes at xAK Sangetsu Maru

    Come si vede, un massacro continuo.

    Perdiamo entrambi una CVE a causa di sommergibili vari fra l'altro. Lui la Kayio e io un'anonima CVE a S-W di Milne Bay.


    2) SoPac

    Dopo aver concentrato i miei sforzi nelle DEI, sono tornato nel SoPac in forze con varie TF da bombardamento.

    Da Woodlark tengo sotto tiro tutte le basi del settore, accanendomi in particolare su Shortlands, dove il mio primo assalto ha visto odds orribili di 1:9.

    Sono sbarcato anche a Lunga e ho portato rinforzi consistenti a Namatanai per l'assalto a Kavieng.

    Blizzard sanguina e perde vari mercantili nel corso degli ultimi giorni. I miei attacchi aerei e una TF da bombardamento fanno secche una decina di xAK e xAKL fra Manus e Kavieng. Molto bene.


    3) DEI

    Qui la situazione è complicata.

    Il 27 Maggio tento un assalto a Dili con le CV/CVL/CVE e finisce in un massacro, senza fra l'altro che le navi giapponesi in zona vengano colpite più di tanto. Una mezza dozzina fra xAK e TK affondate, qualche bomba su vari CA e tre siluri sulla BB Kirishima.
    Il prezzo è altissimo:
    27_05_1944.JPG

    In pochi giorni riesco a rimpinguare i gruppi aerei imbarcati e adesso mi preparo ad un nuovo assalto:
    02_maggio_1944.JPG

    Come si vede, sono molte le TF in navigazione verso Darwin, dove oramai ho un congruo quantitativo di rifornimenti. Bathrust Island, base davanti a Darwin stessa, è stata catturata e sviluppata. Adesso è AF lvl2.

    Molte TF radunate un paio di hex sotto la scritta "Gulf of Carpentaria" sono pronte alla prossima grande operazione: una serie infinita di sbarchi nelle basi più meridionali delle DEI, così da creare "spazio".

    Saumlaki è già mia, ma non posso riparare l'AF né utilizzarlo a causa della sua sciagurata posizione: isolata in mezzo a mille basi giappo.
    La mia idea è di sbarcare in infinite basi del settore e creare così un network di AF e centri logistici dai quali mettere sotto pressione lo spazio di oceano fra Timor - Ambon - Tabefarne/AruIsland.


    I turni scorrono senza scossoni. Centinaia di aerei alleati vengono continuamente abbattuti, ma ho da tenere la pressione alta.
    Nabire, importante AF nemico, è quasi del tutto distrutta anche se la CAP continua ad alzarsi in volo. Dili è inavvicinabile ma ho in mente un'offensiva in grande stile per il prossimo turno.
    Babo, Boela, Ambon e Kendari sono altre basi moleste ma non posso toccarle causa distanze.


    4) Altro

    Situazione benzina in netto miglioramento.

    Costa N-W dell'Australia sotto pressione e dovrei essere in grado di crearvi un importante gruppo di basi logistiche per l'offensiva futura su Darwin.

    Svuotata di truppe e aerei Aden. Ora sono tutti a Cape Town.

    Pool di aerei moderni in caduta libera. Presto finirò gli aerei.
     
    • Like Like x 1
  11. duettoalfa

    duettoalfa

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.304
    Località:
    milano
    Ratings:
    +218
    ti vedo preoccupato :D

    dove sei?
     
    • Like Like x 1
  12. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    32.515
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +10.121
    È città del Capo, due passi dal Groote Schuur o Grotty, si chiama ancora così ?
     
    • Like Like x 1
  13. duettoalfa

    duettoalfa

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.304
    Località:
    milano
    Ratings:
    +218
    non avevo riconosciuto la table mountain...
     
    • Like Like x 1
  14. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    32.515
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +10.121
    la montagna che si vede è il duiwelspik
     
    • Like Like x 1
  15. duettoalfa

    duettoalfa

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.304
    Località:
    milano
    Ratings:
    +218
    ah, ecco perchè non l'avevo riconosciuta :D
     
    • Like Like x 1
  16. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.384
    Ratings:
    +1.835
    Si chiama ancora così. Confermo.


    Questa era facile però. :p:D
     
    • Agree Agree x 1
  17. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.384
    Ratings:
    +1.835
    Lunedì 5 Giugno 1944 - Turno 912 - Washington, ore 11:02
    DAY-103 DELLE OPERAZIONI


    1) Sub / CenPac

    Un paio di navi silurate: una TK al largo di Balikpapan e un DD vicino a Boela.

    La CV Intrepid, colpita eoni addietro, sarà pronta a PH fra tre giorni.


    2) SoPac

    Infiniti bombardamenti navali su Shortlands.

    Sweep a casaccissimo di Hurricane su Kavieng. Un massacro di aerei alleati che distruggono la bellezza di UN Tojo. Nemmeno i 4E al seguito hanno poi successo.


    3) DEI

    In un'operazione delirante, lancio le CV in avanti e mille TF da sbarco al seguito.

    6 giugno 44 n2.JPG

    Le CV, fra Timor e Ambon, colpiscono poco e male. Alcune xAK e xAKL affondate, sì. Vari DD colpiti, ok. Ma niente di devastante alle numerose TF giapponesi nel settore.

    Le TF da sbarco, con le CVE davanti, sono a SUD di Aru Island & co. I giapponesi lanciano un timido tentativo con dei Nick a bassa quota, ma vengono respinti mettendo a segno giusto un paio di bombe da 250KG su una APA.

    Domani sono previsti sbarchi dovunque: Kaimana, Molu, Tabefarne, Aru Island, Selaroe, Babar. Le CVE coprono gli sbarchi di Kaimana, mentre le CV si portano ancora più in avanti. Gli altri sbarchi sono allo scoperto.
    Per quanto possa essere criminale fare sbarchi multidivisionali allo scoperto, ci provo. Se la KB interviene in full speed da Babeldaob sono cazzi da cagare però.

    Lancio numerosi sweep e bombardaamenti di 4E su Dili fra l'altro.

    A fine giornata le perdite sono pesanti per entrambi i lati:
    6 giugno 44.JPG

    Il mio grande vantaggio è che ho grossomodo creato un poco di spazio per effettuare gli sbarchi. Domani, forse, riesco a sbarcare al volo con una presenza aerea giapponese più affrontabile.

    Ordinati dozzilioni di sweep a casaccio anche per domani naturalmente.


    In tutto ciò, ordino anche ad un paio di TF bislacche di bombardare Dili e Boela, importanti AF nemici. Nabire me la sono lavorata nei giorni scorsi ad un prezzo folle e non dovrebbe più rappresentare un problema. Almeno per un paio di giorni.

    La mia grande speranza è di scardinare le difese giapponesi nelle DEI meridionali e da lì dilagare nelle isolette che portano a Giava, col target di arrivare a Giava medesima in fretta.


    4) Altro

    Nulla di nuovo. CVE varie in navigazione da Suva alle DEI. CV Franklin in arrivo a Gove.
    Una CV (la Intrepid di cui sopra) quasi pronta e un'altra in riparazione a Sydney (ne avrà per molto).

    Situazione benzina in netto miglioramento. Situazione supplies in forte peggioramento.

    Quasi terminato il trasporto di truppe da Aden e Mombasa a Cape Town.



    I prossimi passi sono complicatissimi:
    I) sbarcare nelle varie isolette nelle DEI meridionali
    II) sbarcare a Timor con le truppe che hanno preso Darwin e altra gentaglia
    III) sbarcare ad Ambon
    IV) sbarcare a Kendari
    V) sbarcare nelle isolette fra Timor e Giava
    VI) sbarcare in grande stile a Giava
    VII) sbarcare a Sumatra e nel Borneo

    La mia teoria è di fare lo sbarco a Timor con le TF in rientro dagli sbarchi multipli di domani e poi, da Timor, rientrare verso Perth, dove carico le truppe per invadere Giava.
    Una volta messo piede a Giava, la situazione giapponese nelle DEI è del tutto compromessa: non c'è modo di reggere da nessuna parte, anche se in teoria, tenendo Ambon-Kendari, Blizzard può provare a rifornire le truppe a Timor e nelle isole fra essa e Giava.
    Le mie linee di comunicazione per Giava saranno assenti, quindi ho da sbarcare un fottio di supplies e sperare di farmele bastare finché non prendo Timor e le isole fra essa e la testa di ponte a Giava.
     
    • Like Like x 3
  18. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.384
    Ratings:
    +1.835
    Martedì 6 Giugno 1944 - Turno 913 - Washington, ore 11:46
    DAY-104 DELLE OPERAZIONI


    1) Sub / CenPac

    Faccio un paio di centri coi sub. Niente di eclatante. Il grosso della flotta o è in riparazione o è schierata a protezione delle operazioni nelle DEI.

    Blizzard centra e affonda un APD.


    2) SoPac

    Lancio vari assalti. Sia Kavieng che Shortlands finiscono male:
    Ground combat at Kavieng (106,122)

    Allied Deliberate attack


    Attacking force 48728 troops, 706 guns, 1448 vehicles, Assault Value = 1493

    Defending force 33068 troops, 412 guns, 201 vehicles, Assault Value = 531

    Allied adjusted assault: 399

    Japanese adjusted defense: 1319

    Allied assault odds: 1 to 3 (fort level 5)


    Combat modifiers
    Defender: terrain(+), forts(+), experience(-)
    Attacker:

    Japanese ground losses:
    684 casualties reported

    Squads: 7 destroyed, 42 disabled
    Non Combat: 0 destroyed, 10 disabled
    Engineers: 2 destroyed, 14 disabled
    Guns lost 14 (4 destroyed, 10 disabled)

    Allied ground losses:
    3445 casualties reported

    Squads: 119 destroyed, 163 disabled
    Non Combat: 57 destroyed, 104 disabled
    Engineers: 3 destroyed, 18 disabled
    Guns lost 43 (11 destroyed, 32 disabled)
    Vehicles lost 242 (67 destroyed, 175 disabled)

    Assaulting units:
    3rd USMC Tank Battalion
    111th(Sep) Infantry Regiment
    754th Tank Battalion
    2/7 Cavalry Cdo Battalion
    2/5th Armoured Regiment
    2/6th Armoured Regiment
    13th Australian Brigade
    24th Infantry Division
    32nd Infantry Division
    40th Infantry Division
    4th Armoured Brigade
    108th Tank Attack Regiment

    Defending units:
    8th Division
    1st Raiding Regiment
    30th JNAF AF Unit /1
    5th Air Defense AA Regiment
    3rd Air Division
    7th Naval Construction Battalion
    4th Air Defense AA Regiment
    1st JNAF AF Unit
    51st Air Defense AA Regiment
    25th Ind. Engineer Regiment
    15th Medium Field Artillery Regiment
    3rd JNAF AF Unit
    3rd Air Defense AA Regiment
    26th Air Defense AA Regiment
    39th Ind. Engineer Regiment
    1st Ind.AA Gun Co
    8th Base Force
    22nd AA Regiment
    23rd Ind.AA Gun Co
    52nd JNAF AF Unit
    42nd JNAF AF Unit /1
    --------------------------------------------------------------------------------
    Ground combat at Shortlands (109,131)

    Allied Deliberate attack


    Attacking force 15470 troops, 230 guns, 500 vehicles, Assault Value = 385

    Defending force 20049 troops, 229 guns, 69 vehicles, Assault Value = 407

    Allied adjusted assault: 238

    Japanese adjusted defense: 331

    Allied assault odds: 1 to 2 (fort level 6)


    Combat modifiers
    Defender: terrain(+), forts(+), disruption(-), supply(-)
    Attacker:

    Japanese ground losses:
    336 casualties reported

    Squads: 3 destroyed, 27 disabled
    Non Combat: 0 destroyed, 4 disabled
    Engineers: 0 destroyed, 1 disabled
    Guns lost 5 (1 destroyed, 4 disabled)

    Allied ground losses:
    132 casualties reported

    Squads: 0 destroyed, 13 disabled
    Non Combat: 0 destroyed, 11 disabled
    Engineers: 1 destroyed, 1 disabled
    Guns lost 9 (1 destroyed, 8 disabled)

    Assaulting units:
    762nd Tank Battalion
    93rd Infantry Division
    5th USMC Tank Battalion
    97th Field Artillery Battalion

    Defending units:
    110th Division
    12th Air Defense AA Battalion
    54th Field AA Battalion
    16th AA Regiment
    4th Base Force
    12th Ind.AA Gun Co
    44th Field AA Battalion
    49th Field AA Battalion
    8th Medium Field Artillery Regiment
    2nd Naval Construction Battalion
    1st Ind. Engr Rgt /1

    Per Shortlands si intravede uno spiraglio di luce: hanno finito le supplies e ho dozzilioni di navi in bombardamento ad ogni turno.


    3) DEI

    Il fulcro dell'azione.

    Lancio dunque la mia offensiva in grande stile nelle isolette intorno a Saumlaki.

    Le posizioni delle TF dicono tutto:
    7 giugno 1944.JPG

    In notturna scontri feroci davanti a Dili dove una mia TF di CA e DD incoccia nei CA giapponesi. Due CA e almeno 3 DD giapponesi sono affondati, io ho varie navi pesantemente danneggiate.

    Al sorgere del sole iniziano sweep senza senso dappertutto. Blizzard lancia vari strike aerei sulle mie CVE a Kaimana, dot a SUD di Babo. Ben due strike hanno qualche aereo che passa nonostante la CAP di 200 e rotti Hellcat.
    Una bomba da 800Kg si piazza su una CVE danneggiandola leggermente e due siluri finiscono su un'altra che invece credo affonderà.

    Io piazzo sei bombe da 500Kg su un CA giapponese a Dili e forse l'affondo. Altre navi giapponesi minori sono colpite e affondate.

    Le perdite nei cieli sono altine per il buon Blizzard:
    7 giugno 1944 n2.JPG

    Gli sbarchi riescono senza grossi intoppi. Alcune APA sono colpite e una affonda, ma ci sta.

    Domani inizio a lavorarmi i difensori. Aru Island e Tabefarne sono blandamente difese (200AV dietro forts lvl6). Selaroe se la vede coi marines.
    Le altre basi sono invece più ostiche perché ho poche truppe, ma conto di riuscire a prenderle.

    Le navi danneggiate sono scortate verso casa dalle CVE, mentre le CV, pure, rientrano.

    La mia idea è di sgomentare Blizzard con una manovra che non si aspetta: invece di far rientrare tutti su Normanton, rientro con un paio di TF verso di essa e le altre le mando a Darwin, dove faccio refuel alla meno peggio e carico divisioni varie da sbarcare su Lautem.
    Da Normanton arrivano altre truppe, sempre per Lautem, sulle APA più veloci.

    Se mi riesce il trick, è un capolavoro. Dubito però di poter prendere la suddetta Lautem, difesa con le unghie e con i denti da Blizzard. In compenso, credo di poter mettere sotto pressione Timor.


    4) Altro

    Tutto tace.
     
    • Like Like x 2
  19. duettoalfa

    duettoalfa

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.304
    Località:
    milano
    Ratings:
    +218
    io sono sgomentato invece dalla quantità di AV che il jappo ha a disposizione, decine e decine di divisioni. a me ne arrivano forse una ventina da qua a fine guerra.
     
  20. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.384
    Ratings:
    +1.835

    Se perdi l'india con tutte le truppe in essa (e le industrie!).
    Se perdi la Cina con tutte le truppe in essa (e le industrie!).
    Se non muovi per anni da nessuna parte.

    Ecco che il Giappone va fuori controllo.

    Per poco tu abbia, in Burma hai sempre una dozzina di divisioni.
    In Cina, minimo minimo un'altra dozzina di divisioni la prelevi facilmente in termini di PP se non hai da combattere.
    E siamo già a un 24 divisioni in più al fronte.

    E supplies per farle combattere. E industrie per fornire rimpiazzi.



    In un match normale la quantità di roba che arriva all'alleato è semplicemente vergognosa. Non faccio altro che spedire truppe e navi dalla West Coast.
    Ho 5000AV a cape town e mancano i rimpiazzi, ma volendo son comunque l'equivalente di altre dieci divisioni e rotte.
     

Condividi questa Pagina