1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

SPWW2 AAR URSS VS Germania 1946 (Ucraina)

Discussione in 'Le vostre esperienze: AAR' iniziata da Willy il Peyote, 4 Ottobre 2015.

  1. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    Le bombe erano piovute dal cielo senza preavviso. Il fischio che solitamente preannunciava la morte era coperto dal frastuono generato dai cingoli e dal motore di quel maledetto pachiderma che era stato appioppato alla Prima Compagnia. Il mastodontico carro si trovava accanto ad una casa di due piani quando gli ordigni erano arrivati, ora la casa era ridotta ad un cumulo di macerie, mentre il Panzer troneggiava tronfio in tutta la sua mole, a presidiare l’incrocio.

    Il Fuhrer in persona aveva dato ordini chiari sull’impiego del nuovo Panzer VIII, il bestione, ironicamente soprannominato “Topo”, doveva dimostrare la sua potenza nella ripresa offensiva ad Est e possibilmente comparire in qualche cinegiornale dal fronte, come prontamente suggerito dal ministro Goebbels. La sua stazza doveva schiacciare l’Armata Rossa e far tremare Stalin, soleva ripetere. Poco importava se in quell’operazione risultasse un inutile intralcio alla mobilità della Prima Compagnia SS.

    Il Maus, insieme ad alcuni Tigre di prima e seconda generazione e ad un lento cacciacarri JagdTiger, costituiva la difesa mobile del contingente impegnato in quell’angolo di Ucraina, mentre un plotone di Panther proveniente dallo Schwere Panzerabteilung 503 delle SS completava la compagnia carri, con compiti di sfondamento e sostegno all’avanzata dei fanti.

    L’Oberst Meyer fissava la sagoma dell’ennesima “super arma” che secondo Hitler avrebbe portato la Germania fino a Mosca. Il lungo cannone da 15cm fendeva il fumo sollevato dal bombardamento d’artiglieria e il motore rombava furioso anche ai minimi giri, un giocattolo inutile in quel frangente, un intralcio da quasi 200 tonnellate.

    “Un giorno spero di poter fare una guerra senza quei maledetti burocrati del Partito a insegnarmi il mestiere” pensava Meyer, mentre un giovane soldato gli veniva incontro attraversando l’incrocio.

    Il ragazzo fece per salutare come da regolamento il suo ufficiale, ma Meyer lo interruppe con un cenno, non era il genere di comandante che perdeva tempo in convenevoli sul campo di battaglia. L’etichetta serviva a forgiare l’obbedienza, non il coraggio, ripeteva sempre ai suoi uomini.

    -Signore, abbiamo il contatto radio con i gruppi d’avanguardia, vuole un rapporto?-

    -Fatemi parlare con il capitano dei Draghi.-

    Accomodatosi vicino all’apparecchio FuG da campo, cercò di capire qualcosa tra le forti scariche che venivano dagli altoparlanti.

    -Avvistati carri russi provenienti da Est, ripeto: carri russi da Est.-

    -Capitano, sono Meyer. Mi serve un quadro dell’avanzata nemica. Si tenga fuori dalla portata della contraerea e faccia rapporto su ulteriori sviluppi. Prenda le coordinate e le trasmetta qui al comando. Avete già consegnato la posta?-

    -Affermativo, signore. Abbiamo appena scaricato il pacchetto in posizione prestabilita. Mi mantengo in contatto radio per coordinate.-

    -Bene, trasmettete gli ordini alle altre squadre Drachen e tenetevi pronti con quelle coordinate- ordinò a quel punto Meyer agli addetti radio.

    -Signore, abbiamo perso il contatto con una di loro.-

    -Provate ancora!- ordinò secco Meyer.


    L’Hauptmann Heide scrutò oltre le cime degli alberi prima di prendere quota con il suo FA 223, portandosi lontano dalla radura dove aveva appena scaricato una squadra di ricognitori avanzati delle SS, assieme ad un cecchino e ad alcuni serventi che si portavano dietro un aggeggio ingombrante che a malapena erano riusciti a caricare sull’elicottero.

    Il velivolo a doppio rotore si librò come una libellula sopra la foresta e puntò ad Est, tentando di individuare le truppe nemiche che avanzavano verso le linee tedesche. La fitta vegetazione impediva una visuale chiara e la strada a ore 9 era deserta, se non per alcune motociclette sovietiche che sfrecciavano in direzione Ovest. Non avendo armi a bordo, Heide non potè far altro che segnalare la presenza di ostili via radio e proseguire nella ricerca.

    Improvvisamente si alzò una scia di traccianti da circa ottocento metri, provenienti da un semovente antiaereo che presidiava un lieve rilievo all’orizzonte. Il capitano manovrò con perizia l’apparecchio portandosi fuori tiro e decise di puntare verso Sud, dove i cieli erano sgombri da traccianti e raffiche mortali.

    Tra la vegetazione riuscì a scorgere alcuni carri sovietici che accompagnavano camion e fanteria, ben nascosti dal verde della vernice che si confondeva con quello delle fronde.

    -Sembra proprio che abbiano preso coraggio. Passa le coordinate al comando.- ordinò al suo vice.



    -Hai capito questi buffoni della Luftwaffe? Ci mollano qui in mezzo ai rossi e se ne vanno a zonzo nei loro trabiccoli, mentre noi ci dobbiamo portare appresso questo affare pesantissimo! Merda quest’aggeggio pesa più di quel lardoso di Hermann con la sua divisa candida coperta di ferraglia!-

    -Sprechi fiato, idiota disfattista che non sei altro. Se non parlassi di uno di quei presuntuosi dell’aviazione sarebbe mio dovere denunciare le tue offese ad un alto maresciallo del Reich!-

    -Denuncia quella buona donna di tua moglie alla Buon Costume, piuttosto! Scommetto che mentre tu stai qui a gingillarti con questo nuovo giocattolino di Adolfo, lei si trastulla con il giocattolo del postino!-

    -Ma la volete finire farabutti che non siete altro?! Vi ricordo che siamo qui senza invito di Stalin e il baffone non gradisce imbucati alle sue feste. Piazzate quel coso piuttosto e state zitti!-

    I due soldati cominciarono a maneggiare attorno alla base del congegno, montarono la slitta di lancio e finalmente prese forma una delle ultime armi che il Reich metteva nelle loro mani per uccidere un po’ di comunisti.

    Si trattava di un X-7, ultimo ritrovato in fatto di armi anticarro, un missile guidato che consentiva di colpire con più potenza di un Panzerfaust ma soprattutto garantiva una gittata che non costringeva gli uomini a lasciare avvicinare il nemico per colpirlo con precisione.
    I soldati si radunarono attorno al pezzo, curiosi di poter finalmente testare in battaglia quella nuova arma.
    Un cecchino a qualche metro da loro gli indicò un semovente antiaereo che stazionava a quasi mille metri dalla loro postazione, ignaro della loro presenza.

    -Bene, vediamo cosa sa fare questo affare!-

    Uno dei PanzerJager si mise al lavoro sul dispositivo di puntamento, incerto di quel che stava facendo. Dopo alcuni istanti attivò il lancio e il missile schizzò sulla rampa di lancio con una fiammata violenta e un sibilo acuto. Presi i comandi, il soldato manovrò sulla sagoma del semovente sovietico e quando questi esplose alzando una colonna di fuoco e fumo, rimase egli stesso impressionato, non aspettandosi quel risultato strabiliante.

    Tutto attorno gli uomini si davano pacche sulla schiena e ridevano di gusto, esaltati da questi giochi mortali.
     
    • Like Like x 1
  2. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    Usare gli ATGM contro StarUGO, in WW2, è come entrare in un bar di lesbiche e appoggiarlo sul bancone come se niente fosse.
    Minimo ne esci eunuco, con StarUGO ti becchi qualche 203 mm sulla capoccia
     
  3. DistruttoreLegio

    DistruttoreLegio

    Registrato:
    13 Settembre 2014
    Messaggi:
    11.144
    Località:
    Monza
    Ratings:
    +1.847
    Scusate il ritardo spero sia cosa gradita se avete modifiche dichiaratele

    Città:
    Kiev
    Odessa
    Leopoli
    Charkiv
    Kyevo Pečers'ka Lavra
    Cattedrale di Santa Sofia
    St Andrew's Church
    Majdan Nezaležnosti
    Pryp'jat'

    Monti:
    M. Carpazi
    M. Hoverla
    M. Crimea

    valli:
    Valle Dnepr
    Valle Dnestr

    strade:
    H11
    H24
    E50
    E46

    map 279j.jpg
     
    • Like Like x 1
    • Useful Useful x 1
  4. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    Pietà!
    L'abitudine mi ha colto in fallo, mon père, il s'appelle Ugò aussi


    Ora che abbiamo la mappa diamo due news.
    Avanzo in 4 gruppi verso EST, due gruppi principali muovono a NORD e SUD, abbiamo panzers, fanteria e ogni diavoleria ci fornisca il Reich per tenere i due centri abitati.
    Al centro avanzo con fanteria e blindati 251.
    Prima volta con ughetto quindi mi baso sui report altrui per conoscere l'avversario.
    Cauto, esperto del gioco come dimostrato con quell'arty al terzo turno, ottimo ricognitore che si affida molto alle truppe motorizzate per infiltrare le mie linee mentre predispone una difesa elastica da poter manovrare sul fronte.
    L'idea appunto è quella di farlo correre per la mappa, grazie ai due eli che mi rimangono e che infiltreranno cecchini e altri figli di buona donna per confondere le acque.
    Per il resto al Nord manderò il Maus a tenere quei due VH in ECHO 1, supportato da quelle poche truppe che posso sacrificare, quindi fanteria e Tiger.
    Forse ho esagerato con qualità e mi ritrovo davvero poche truppe. Lui arriverà con almeno il doppio dei miei uomini, credo.
     
    Ultima modifica: 11 Ottobre 2015
  5. StarUGO

    StarUGO

    Registrato:
    15 Dicembre 2006
    Messaggi:
    5.492
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +906
    Sono tecnologicamente surclassato in maniera imbarazzante tra Jet,elicotteri e ATGM.
    L'aviazione tedesca si accanisce contro la mia contraerea.
    Pero' un pezzo grosso (non quello grossissimo che chissa' dove si e' rintanato) ci ha lasciato sulla strada tra Odessa e Leopoli. :asd:
     
  6. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    Germoney Turno circa il decimo

    L'intero fronte si sollevò una mattina di Novembre. L'artiglieria tedesca aprì il fuoco all'alba, dando inizio alla mattanza con un concerto da 12.2 cm. I Sovietici risposero con i loro 122 mm, il fuoco delle batterie cadde sulle linee di entrambi gli schieramenti, innalzando colonne di terra e distruggendo le macchie d'alberi. Quando il fumo si diradò il paesaggio appariva mutato, dilaniato e costellato di crateri.
    I Russi avanzarono, prima alla spicciolata, poi in numero sempre maggiore, come una marea urlante.
    A Nord un cacciacarri SU-100 si fece sotto, ma lo attendeva il 75 di una Pantera. Il semovente avanzò con una potente accelerata, alzando una nube nera dagli scarichi che rivelò la sua posizione al capocarro tedesco che scrutava l'orizzonte dal visore.
    -Ore 12, dietro l'avvallamento. Quando mette il muso fuori voglio un centro perfetto, Gunther! Cerca di prendergli i cingoli, blocchiamolo.-
    Il boato fece sussultare un giovane soldato che si trovava a pochi metri dal Panther, dalla canna partì una fiammata ma il proiettile viaggiava a velocità troppo elevata per poterne seguire la traiettoria. Il giovanotto si sporse dalla sua buca, sperando di vedere una carcassa fumante in lontananza, ma vide solo il pennacchio nero sollevato dagli scarichi del cacciacarri sovietico, che si ritirava a tutta velocità.
    -Gunther, mi chiedo se tu abbia mai centrato qualcosa nella vita.- disse laconico il capocarro.
    Il colpo di risposta dei Russi cadde a qualche metro dal carro tedesco, erano troppo distanti per poter ingaggiare con precisione.

    Poco più a Sud, nei pressi di un piccolo villaggio sorto ai lati della strada, di recente asfaltata con sovietico catrame dal compagno Stalin, i Rossi tentarono l'assalto alla collina che sorgeva ad Est delle case.
    I tedeschi avevano posizionato degli osservatori sul monte ad Ovest del villaggio, questi tenevano sotto continua osservazione gli spostamenti dei sovietici ad Est, coordinati con un Drache che sorvolava le linee nemiche tra raffiche continue provenienti da terra. L'elicottero era sprovvisto di armi, dunque non poteva far altro che evitare la contraerea con continue manovre evasive. Ma gli osservatori erano in collegamento radio con il corpo d'assalto che si stava disponendo nei pressi del villaggio e della suddetta collina. Questo era composto da un eterogenea marmaglia di militi delle SS, supportati da blindati Sdkfz e carri Panther F. I soldati erano veterani del Fronte Orientale, pertanto sapevano esattamente come muoversi su quel terreno.
    Per prendere il villaggio posizionarono una MG a coprire il dispiegamento e uno di quei nuovi X-7 anticarro fornì la copertura per eventuali sortite improvvise da parte dei carri sovietici.
    Le Pantere erano pronte a scattare, gli uomini raggiungevano le ultime posizioni e i blindati muovevano in avanscoperta.
    Improvvisamente uno di questi, avventuratosi sulla cresta della collina per disturbare il nemico sui fianchi, esplose con fragore.
    Era iniziata!
    Un Panther si lanciò subito tra due case, travolgendo l'orto di un postino che si era barricato in casa alle prime avvisaglie della battaglia. L'uomo, in lacrime, guardò rassegnato i cingoli che trituravano i suoi ortaggi, mentre la moglie lo consolava con tenere parole di conforto. Il carro avanzò portandosi via anche la staccionata del postino, impennandosi mentre risaliva la cresta.
    -Che diavolo sta facendo? E' un pazzo! Non può andare da solo!- urlò un sergente in direzione della Pantera e del suo capitano, che spuntava dalla torretta brandeggiando la MG.
    Il capitano, stretto nella sua uniforme nera come la morte, si reggeva alla mitragliatrice più che maneggiarla. Il carro procedeva a folle velocità su per il pendio e quando arrivò in cima balzò aldilà sollevandosi da terra.
    A fissare quello spettacolo epico era una squadra di Guardie Sovietiche che scendeva in quell'istante da un cingolato M5. Il sergente Dimitrj Jazil si ritrovò a fissare la canna da 75 mm del Panther, che oscillando si portò in posizione in pochi secondi. Una prima vampata ed una deflagrazione riportarono alla realtà il sergente, che venne scagliato a terra dall'onda d'urto. Iniziarono a volare raffiche di mitragliatrice dal carro e Dimitrj vide chiaramente che un pazzo, vestito di un uniforme nera, brandeggiava quella mitragliatrice mietendo vittime con urla disumane.
    La seconda vampata centrò il cingolato, che si sollevò da terra ricadendo a qualche metro. Altre raffiche falciarono alcuni uomini e ancora il pazzo vestito di morte lanciava quelle urla senza pietà.
    Quando la MG s'inceppò, il capitano ripiombò all'interno del carro, lasciandosi cascare esausto dalla sua postazione, il cannoniere gli fu accanto subito porgendogli una borraccia. L'uomo, dopo aver bevuto, esclamò:
    -Passami un'altra di quelle pasticche, in fretta!-
     
    • Like Like x 2
  7. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    Lui mi scoppia Panther e Jagdtiger, io uso le wunderwaffen e porto a casa un T 70.
    Alla mia magra consolazione mi dice di aggiungere un halftrack M5.
    Nel mentre mi avrà scoppiato pure le Tigri e io magari un sidecar..
    Ho paura a giocare il turno, scommetto che il Maus mi si è impantanato in una pozzanghera o avrà scingolato su una cingomma :D
     
  8. StarUGO

    StarUGO

    Registrato:
    15 Dicembre 2006
    Messaggi:
    5.492
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +906
    Ci hai preso abbastanza.....:D
     
  9. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    Non fa ridere. Non c'è niente da ridere. Tra il legionario e i suoi cazz d'apache e tu con sti IS ho passato mezz'ora a guardare la disfatta di 2 armate.
    Ma poi ti pare possibile che sti polikarpov (che sono biplani in comode uscite mensili Cairo editore) riescono a schivare 3-4 batterie AA manco fossero X Wing? ???
     
  10. StarUGO

    StarUGO

    Registrato:
    15 Dicembre 2006
    Messaggi:
    5.492
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +906
    Per la precisione, uno dei 3 osservatori aerei non e' piu' disponibile in quanto danneggiato dalla suddetta AA.
    Sempre per la precisione,nella scarna grafica di SP si vede poco ma in effetti il simbolo sulle ali dei Polikarpov non e' la stella rossa,ma e' questo:
    download.jpg
    forse spiega l'agilita' nello schivare.....:asd:
     
  11. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    L'UgoSTELLARE sfonda il villaggio a Sud, a Nord perde un IS IV dopo una decina di 8.8.
    I maledetti Iosif Stalin sono maledettamente duri da scoppiare..
    Non è ancora chiaro come andrà a finire, ma è innegabile che mi stia asfaltando.
     
  12. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    I'm back bitchies!!
    N'attimo che svesto i panni del progressista ecogaylesbolsdlgbtetuttcoss friendly e rimetto i panni rossobruni, mi mancavano i 152 del buon ugostellare!

    :kiss:
     
  13. StarUGO

    StarUGO

    Registrato:
    15 Dicembre 2006
    Messaggi:
    5.492
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +906
    • off topic
    Back nel senso del forum o in Italy?
     
  14. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    • off topic
    perchè me ne ero andato dal foro? intervenivo poco ma mi avete fatto un sacco di compagnia quando stavo in U-Bahn!
     
  15. Lirio

    Lirio

    Registrato:
    16 Agosto 2012
    Messaggi:
    2.777
    Località:
    Piemonte
    Ratings:
    +396
    • off topic
    Sarebbe bello vederti giocare di nuovo.
    Fine OT.
     
  16. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.626
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.118
    • off topic
    Ok, metterò una videocamera nella stanza rossa
     
  17. DistruttoreLegio

    DistruttoreLegio

    Registrato:
    13 Settembre 2014
    Messaggi:
    11.144
    Località:
    Monza
    Ratings:
    +1.847
    volete veramente vedere cosa succede nella stanza rossa????
    ok in omaggio con la visione un cucchiaino e un bicchiere con del ghiaccio

    il cucchiaino per cavarsi gli occhi
    il bicchiere per contenere gli occhi e portarli al ospedale
     
  18. qwetry

    qwetry

    Registrato:
    29 Giugno 2006
    Messaggi:
    6.691
    Località:
    Sud
    Ratings:
    +957
    tutto di seguito ci sono:

    3 post off topic sul ritorno in italia di un utente
    2 post off topic in sequenza sul ritorno o no a giocare a steel panthers di gyjex
    una battuta finale (almeno finora) per concludere.

    magari l'avviso di un ritorno al gioco non accompagnata da aggiornamento sulla partita al limite ci può stare in questa fase "soft" in cui si va di soli avvertimenti verbali (a meno di recidività), ma per il resto, per discorsi di questo tipo siete pregati di creare nella sezione off topic un topic dal titolo tipo "bar della sezione steel panthers"
     
    • Agree Agree x 1
    Ultima modifica: 1 Febbraio 2016
  19. Willy il Peyote

    Willy il Peyote

    Registrato:
    19 Settembre 2014
    Messaggi:
    2.394
    Località:
    Land of Boiafaus
    Ratings:
    +581
    Mi ritrovo con il Maus immobilizzato in una posizione pessima, a Sud sono stato travolto dai maledetti IS, al centro vendo cara la pelle ma manco totalmente di supporto corazzato, l'ughetto ha ormai sfondato le mie linee e si è infiltrato con grande maestria, a Nord resisto ma è solo questione di tempo, i ri-maledetti IS sono assai coriacei e la mia artiglieria è stata ormai messa a tacere.
    Insomma, meglio se torno a Bad Tölz a ripassare prima di tentare altre offensive..
     
  20. StarUGO

    StarUGO

    Registrato:
    15 Dicembre 2006
    Messaggi:
    5.492
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +906
    Turno 23
    L'artiglieria russa distrugge un lanciarazzi Wurfgerat nei boschi a sud.
    I crucchi hanno comunque ancora parecchia roba.Due SturmTiger,un paio di Wurfgerat,
    mortai da 120 e anche batterie da 122 catturate.
    A Nord ci sono almeno due compagnie di fanteria tedesca che avanzano per
    dare l'assalto ai due VH sulla collinetta.
    A supporto uno Jadgtiger e il Maus,immobilizzato da un colpo fortunato di
    un Su-100.
    Sulla collinetta a centro-nord,sede di due VH,vengono eliminati i resti di
    due squadre di SS.Il bosco dovrebbe essere pulita.
    Situazione piu' critica nel villaggio al centro-sud.
    E' ricomparsa la fanteria tedesca che ha riconquistato i due VH.
    A sud non sembra che i tedeschi possano riconquistare il villaggio.
     

Condividi questa Pagina