1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

ULTIMATE GENERAL: CIVIL WAR - Cronache di una battaglia

Discussione in 'Strategici - Generale' iniziata da alberto90, 9 Ottobre 2020.

  1. alberto90

    alberto90

    Registrato:
    18 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.443
    Località:
    torino
    Ratings:
    +340
    Salve ragazzi. Non so se questo interessantissimo gioco possa essere inserito in questa categoria, ma essendo uno strategico suppongo di si.
    Per chi non lo conoscesse, Ultimate General: Civil War è un videogioco che, tramite una campagna fatta di singole battaglie, ripercorre gli eventi della Guerra Civile americana. E' possibile impersonare gli Unionisti o i Confederati, per entrambi la campagna è la stessa, ma con obbiettivi di volta in volta diversi.
    E' anche possibile giocare singole battaglie, personalizzabili o predefinite, senza doversi preoccupare di vincerla a tutti i costi per poter proseguire con la campagna.
    Le unità, divise in brigate che possono andare da qualche centinaio di uomini a oltre 2000, possono essere manovrate singolarmente o in gruppo, così come l' artiglieria e la cavalleria. E' anche possibile manovrare i carri che portano rifornimenti di munizioni e armi.
    Per questo primo AAR ( spero di poterne fare altri impostati allo stesso modo ) ho scelto di giocare con la Battaglia di Antietam - combattuta il 17 settembre 1862 - e ho scelto di manovrare gli Unionisti ( sia perchè alla lunga ho acquisito superiorità numerica, sia perchè le battaglie difensive non sono il mio forte ).
    Spero che il racconto della mia personalissima battaglia vi piaccia al punto da spingermi a combatterne altre ... e a raccontarvele.


    ANTIETAM - Scacco nel Maryland
    ANTEFATTO - Come si è arrivati alla battaglia

    L'Armata della Virginia Settentrionale del Generale confederato Robert E. Lee - forte di 45.000 uomini - era entrata nel Maryland a seguito della sua recente vittoria nella Seconda battaglia di Bull Run (per i Confederati "Seconda battaglia di Manassas").
    La strategia di Lee era quella di rinforzarsi con nuovi rifornimenti e nuove truppe fresche (provenienti dal confinante Stato schiavista del Maryland che aveva considerevoli aliquote di simpatizzanti confederati) e di condurre una forte pressione psicologica sull'opinione pubblica del Nord.
    Da quanto risulta, l'impatto sociale delle azioni di Lee ebbe esiti diversi. Gli abitanti del Maryland non furono del tutto convinti dalla musica Maryland! My Maryland! suonata dalle bande dell'Armata della Virginia Settentrionale come Lee aveva sperato e la debole vittoria strategica dell'Armata del Potomac ad Antietam affievolì facilmente ogni successo che Lee avrebbe potuto conseguire nell'attirare dalla sua parte i cuori e le menti della gente del Maryland.
    Mentre l'Armata del Potomac del Mag. Gen. George B. McClellan, forte di 87.000 uomini, stava muovendo per intercettare Lee, un soldato unionista scoprì una minuta dei piani dettagliati della battaglia (Ordinanza generale n. 191) di Lee entro cui erano stati avvolti tre sigari. L'Ordinanza indicava che Lee aveva suddiviso il suo esercito e che lo aveva geograficamente disperso ad Harper's Ferry (West Virginia) e Hagerstown (Maryland), rendendo ogni troncone del suo esercito soggetto ad essere isolato e più particolarmente ad essere sconfitto qualora McClellan avesse saputo muoversi abbastanza rapidamente.
    McClellan attese circa 18 ore prima di decidersi a cogliere il vantaggio che l'azione di intelligence e la sua posizione gli avevano concesso, perdendo in tal modo un'occasione d'oro per sconfiggere in maniera decisiva Lee.
    Vi furono due ingaggi significativi nella Campagna del Maryland prima della battaglia principale di Antietam: la cattura da parte del Ten Gen. Thomas J. "Stonewall" Jackson dell'arsenale militare di Harpers Ferry e l'attacco di McClellan, attraverso le Blue Ridge Mountains, che portò alla Battaglia di South Mountain.

    LA BATTAGLIA
    Fase 1 - Nicodemus Hill e Dunker Church

    Il primo a giungere in vista delle posizioni confederate a nord della cittadina di Sharpsburg nel Maryland, poco dopo le 5.30 del mattino del 17 settembre 1862 è il Maggior Generale Joseph Hooker, alla testa del I° Corpo forte di poco più di 10.000 uomini e potenziato con 34 cannoni.
    I Confederati, secondo quanto riportato dagli esploratori, si sono trincerati massicciamente attorno alla piccola chiesa protestante di Dunker Church piazzando alcune unità, forse di artiglieria, sulla adiacente collina di Nicodemus Hill.
    Gli ordini del Generale McClellan, in marcia col resto dell' armata Unionista, sono chiari: ingaggiare il nemico e catturare tanto la collina quanto la chiesa e ributtare indietro i Confederati verso l' abitato.
    Hooker, pur non disponendo di un gran numero di uomini, decide di dividere il suo corpo, spedendo quattro brigate e metà dell' artiglieria contro la collina e il resto delle sue forze dritte contro le difese principali di Dunker Church, che intende impegnare almeno fino all' arrivo dei rinforzi, previsto entro un paio d' ore al massimo.
    Gli uomini avanzano lentamente, nell' oscurità che piano piano si fa meno fitta con l' approssimarsi dell' alba, cercando di non farsi individuare dal nemico troppo presto.

    Poco dopo le 6.00, i Confederati individuano il nemico in avanzata e le artiglierie sudiste sparano i primi colpi, che causano le prime perdite e danno inizio ufficiale allo scontro.
    Gli Unionisti rispondono subito dopo con le prime scariche di fucileria che, ostacolate dai muretti a secco dietro i quali si sono trincerati i Sudisti, fanno pochi danni. Appena dopo tuonano anche i cannoni del Nord.
    Mentre lo scontro a nord della chiesa si accende e si ingrossa, mano a mano che affluiscono i rinforzi da entrambe le parti, le brigate nordiste inviate contro la collina, trovatala completamente sguarnita, ne prendono possesso quando sono da poco passate le 6.20 del mattino, rivolgendo subito i cannoni di Monroe contro il fianco sinistro dei Confederati mentre le brigate, con una conversione di 90° si posizionano perpendicolarmente alle difese avanzate confederate avanzando contro le truppe di Early, impegnate frontalmente dagli uomini di Seymour, Magilton e Anderson.
    I Nordisti attaccano con decisione, ma i Confederati, ancora protetti dai muretti a secco, resistono accanitamente infliggendo pesanti perdite al nemico i cui assalti sono respinti uno dopo l' altro.
    Per oltre un' ora i Sudisti resistono a nord della chiesa e ogni assalto nemico respinto infonde in loro sempre più sicurezza: forse la battaglia è già vinta.
    Alle 7.30, puntuali, entrano in campo i rinforzi Nordisti: a est, oltre il fiume Antietam, compare la I° Divisione del V° Corpo di Porter ( 5.700 uomini e 34 cannoni ) con la cavalleria di Pleasonton ( 2.000 uomini e 8 cannoni ); a nord-est il XII° Corpo di Mansfield ( 7.200 uomini e 16 cannoni ) e il II° Corpo di Sumner ( 16.100 uomini e 32 cannoni ).


    Porter e i suoi, in base agli ordini, devono catturare Sunken Road e avanzare su Sharpsburg da oriente in modo da tagliare la ritirata ai Sudisti prendendoli alle spalle.
    Il XII° e il II° Corpo invece ricevono l' ordine di rilevare lo stanco e decimato I° Corpo nell' assalto alle difese di Dunker Church, catturando la chiesa e, possibilmente, spingere i nemici verso i fucili del V° Corpo, la cui cavalleria ha il compito di aprire, ovunque possibile, la strada ai fanti intercettando i fuggitivi e sopratutto i carri con le munizioni.
    Tuttavia, nonostante l' ordine, Porter e la cavalleria Nordista non attaccano, ritenendo di non essere abbastanza forti da poter portare a termine l' obbiettivo. Per un' ora e mezza il V° Corpo assiste al dramma che si svolge a qualche centinaio di metri da loro, assordato dai boati dei cannoni che, da ambo gli schieramenti, tuonano senza posa maciullando uomini e creando un mare di crateri nel terreno, storditi dal crepitare continuo di migliaia di fucili, ormai roventi.
    Finalmente, poco dopo le nove del mattino, sopraffatti dal numero dei nemici, i Sudisti cedono piano piano terreno ritirandosi combattendo verso la cittadina, permettendo ai Nordisti di avanzare sulla chiesa tanto contesa da tre ore.
    Alle 9.20 anche Porter e la cavalleria si muovono, superano sotto il fuoco nemico il Middle Bridge e danno battaglia alle difese orientali di Sharpsburg, pur senza troppa convinzione. Basta comunque per convincere i pochi tenaci difensori di Dunker Churc a ritirarsi per andare a rinforzare il fianco minacciato.
    Alle 9.45 gli Unionisti prendono possesso della chiesa e si preparano a muovere sulla cittadina. La prima fase della battaglia termina con un parziale successo Nordista, cui resta ancora da prendere il nodo di Sunken Road prima di poter iniziare ufficialmente l' assalto a Sharpsburg.

    FASE 2 - Sunken Road

    Per qualche minuto, tra le 9.45 e le 10.00 del mattino, la battaglia rallenta, i colpi si fanno più radi e le scariche di fucileria sono più sparpagliate e singhiozzanti. Porter e la cavalleria impegnano il fianco destro dei Confederati e gli unici veri combattimenti si localizzano in quel limitato settore.
    Poco prima delle 10.00 entra in scena la divisione di Slocum ( 3.720 uomini e 4 cannoni ), che avanza lentamente da nord-est avanguardia del VI° Corpo di Torbert.
    A partire dalle 10.00 del mattino lo scontro riprende gradualmente intensità anche a nord, dove gli Unionisti, ricompattate le forze e recuperate un pò di energie, si fanno nuovamente sotto per buttare sempre più indietro i Confederati, concentrando il fuoco, il più possibile, su ogni singolo reggimento o brigata nemica più isolata o in posizione avanzata, ottenendone, spesso dopo solo una micidiale scarica, la fuga quando non la resa.
    In questo modo avanzano con lenta sicurezza seminando il panico tra le linee nemiche, continuamente bersagliate, oltre che dalla fucileria, anche da decine di palle di cannone che grandinano senza posa.

    Alle 10.44 il Maggior Generale Ambrose Burnside, alla testa del IX° Corpo ( 13.000 uomini e 23 cannoni ) e i resti del V° Corpo ( la II° e III° Divisione - altri 6.000 uomini e 13 cannoni ), si presentano ad Est dell' Antietam.
    Burnside sa di dover conquistare il ponte di pietra sul fiume, a Sud-Est di Sharpsburg, e di li avanzare alle spalle dei Confederati per chiuderli in una tenaglia mortale. E subito inizia a far avanzare i suoi verso il manufatto facendoli coprire col tiro dei suoi cannoni. Le due Divisioni di rinforzo del V° Corpo invece muovono sul Middle Bridge, minacciato dai Confederati che stanno respingendo Porter verso il fiume.
    Poco prima delle 11 del mattino la lenta ma continua avanzata dei Nordisti a nord scaccia i Sudisti arroccati a difesa di Sunken Road, prendendo possesso della strada così ferocemente contesa.
    Anche la seconda fase termina, con una vittoria più netta degli Unionisti che ora sono pronti, o quasi, per dare l' assalto alla cittadina di Sharpsburg.

    FASE 3 - La tenaglia di Sharpsburg

    Alle 11.15 del mattino le truppe di Burnside attraversano il fiume allargandosi lentamente nella piana mentre le artiglierie, rimaste sull' altra sponda, bersagliano le isolate batterie Sudiste schierate nel settore, consentendo al IX° Corpo di attestarsi saldamente sulla riva ad occidente del fiume.
    Poco a nord il V° Corpo, ormai completo delle sue 3 Divisioni, arresta l' avanzata dei Confederati e si prepara al contrattacco, preludio dell' assalto generale a Sharpsburg.

    Dopo 10 minuti di pausa, tra le 11.30 e le 11.40, i Nordisti scatenano la grande offensiva generale che, sostenuta dal fuoco di decine di cannoni, scompiglia subito le già provatissime linee confederate, spezzandone la compattezza e fiaccandone il morale, già seriamente scosso da quasi sei ore di lotta furiosa.
    Uno dopo l' altro tutti i reggimenti confederati sono spappolati, decimati, respinti e, spesso, distrutti, mentre gli Unionisti avanzano sempre di più portandosi, entro le 12.00 alle prime case della cittadina, nelle cui vie trovano riparo solo poche centinaia di uomini.
    Mezz'ora più tardi, poco dopo le 12.30, a difesa di Sharpsburg sono rimasti non più di sei reggimenti confederati mentre le truppe di Burnside, che premono da Sud, sono già entrate nell' abitato occupandolo in gran parte, scacciandone senza grossi sforzi gli sparuti difensori.

    https://i.postimg.cc/52tCRRFd/20201009150308-1.jpg
    L' ultima resistenza dei Confederati
    Si combatte ancora per oltre 40 minuti, inseguendo i fuggitivi e consolidando il controllo della cittadina mentre il Generale McClellan si premura di scrivere al Presidente Lincoln annunciandogli la vittoria che ha impedito ai Sudisti di Lee di proseguire nell' invasione del Maryland.
    Alle 13.18 la battaglia è ormai finita: i vincitori smettono di dare la caccia agli sconfitti e festeggiano, pur feriti, il trionfo.
    Lee, demoralizzato dallo scacco, raduna i superstiti della sua armata e ripassa il Potomac.


     
    • Like Like x 4
  2. Darksky

    Darksky Admin Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Novembre 2005
    Messaggi:
    3.363
    Ratings:
    +223
    perche' non embeddi le immagini direttamente nel post ?
     
  3. alberto90

    alberto90

    Registrato:
    18 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.443
    Località:
    torino
    Ratings:
    +340
    Perchè, ti sembrerà strano, non mi ricordo come si fa.
     
  4. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.903
    Ratings:
    +1.232
    1) Clicca sul pulsante immagine:
    upload_2020-10-10_13-41-55.png

    2) Inserisci URL immagine:
    upload_2020-10-10_13-43-6.png

    3) PROFIT! :D
    [​IMG]

    Ma anche copia-incolla diretto dell'immagine funziona.
     
  5. alberto90

    alberto90

    Registrato:
    18 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.443
    Località:
    torino
    Ratings:
    +340
    ah okok ...
     
  6. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    4.476
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +602
    Bellissimo questo gioco. Ho solo fatto la prima battaglia Bull Run, come Unionista e sono riuscito a non prenderle. E' già un successo. Lo trovo davvero fantastico e impegnativo.
     
  7. alberto90

    alberto90

    Registrato:
    18 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.443
    Località:
    torino
    Ratings:
    +340
    Io sono riuscito a vincerla sia con l' Unione che con la Confederazione. Ma è tosta soprattutto la campagna
     

Condividi questa Pagina