1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Prossima patch e DLC "Europa"

Discussione in 'Europa Universalis 4' iniziata da ^_AC_^, 3 Marzo 2019.

  1. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    Colpa mia, sono stato troppo veloce nel riassumere il DD e non sono stato chiaro.
    Come ha spiegato Sir Matthew, intendevo dire che la forma delle nuove province è dovuta soprattutto al gameplay and non segue perciò una vera divisione amministrativa storica. Per usare le parole esatte del DD: "la storica provincia di Trapani avrebbe una dimensione e forma tali che darebbe subito nell'occhio / sarebbe fuori posto rispetto al resto di EU4".
     
    • Like Like x 1
  2. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    EU4 - Development Diary - 28th of May 2019
    Oggi si parla di Italia, cominciando da alcuni nuovi Alberi di Missioni.

    Partiamo da una sorta di problema, ovvero l'Italia unita. L'Italia unita ha un suo Albero di Missioni personalizzato e quando la si crea si perde l'Albero di Missioni originale per ricevere quello nuovo. Questo limita l'ambito delle missioni per gli stati italiani: se si incoraggia il giocatore a conquistare gli altri stati in fretta, questo sarà in grado di unificare l'Italia prima di aver completato metà delle missioni per gli stati minori italiani, non godendo così di parte del contenuto creato apposta.

    Per questo ora le missioni degli stati italiani saranno focalizzati su una regione più ristretta. Vediamo Firenze ad esempio:
    [​IMG]
    Firenze è ancora una repubblica e un comune all'inizio di EU4, anche se già dominata dai Medici.
    Le missioni di Firenze incoraggiano solo in parte a conquistare l'Italia, ma non solo. Molte missioni puntano ad aumentare il potere dello stato e non servono assolutamente a preparare la fine della repubblica e l'affermazione di governo ereditario. Il prestigio e il potere personale sono temi chiave, oltre all'accumulo di denaro. Un'Italia formata da una Firenze che ha completato tutte le sue missioni sarebbe un'Italia oscenamente ricca.

    In contrato con gli obiettivi limitati di Firenze, Venezia è forse quella che si spinge più lontano. Le sue missioni infatti non sono molto focalizzate sull'Italia, ma incoraggiano a tendere i muscoli e ad affermare il proprio potere sia sulla terra firma che oltremare.
    [​IMG]
    Le missioni espansionista incoraggiano a rivisitare i vecchi tempi in cui un doge poteva saccheggiare Costantinopoli e trasformare un regno crociato nello stato cliente di una città stato costruita su una laguna fangosa. Ci sono anche missioni più orientate al futuro che spingono Venezia a considerare i problemi che potrebbero derivare dal Sacro Romano Impero e incoraggiano gentilmente Venezia a distruggere l'Austria e a sentire i lamenti degli Asburgo. Il potere diplomatico della Serena Repubblica viene usato per incoraggiare Venezia ad aumentare la sua maestosità e a rendere i propri ambasciatori dei maestri del mestiere.
    Siamo anche orgogliosi della missione per addestrare Dottori a combattere la peste, cosa che rende gli eventi relativi a malattie molto più rari, rimuovendone completamente alcuni. Non è un vantaggio immediato, ma è bello non avere i propri cittadini contagiati dalla peste.

    Mentre Venezia è concentrata sul Mediterraneo Orientale, Milano è focalizzata sull'Italia.
    [​IMG]
    Milano sotto i Visconti fu una vera potenza. Sotto Gian Galeazzo, dal 1395 al 1402, riuscì a controllare territori che comprendevano Pisa e Siena. Purtroppo alla sua morte le fortune girarono e suo figlio Filippo Maria non ebbe figli maschi. Il caos alla morte di questo nel 1447 portò alla breve Repubblica Ambrosiana e all'ascesa di Casa Sforza.
    Le missioni milanese riflettono le storiche espansioni di Visconti e Sforza, incoraggiando a ripristinare ed espandere i domini di Gian Galeazzo, oltre che a migliore lo sviluppo locale. Un'Italia unita da Milano avrà un forza militare migliore della media e una Lombardia ben sviluppata sotto il proprio controllo.

    ----------------------

    Vediamo ora del contenuto aggiuntivo per Firenze e Milano (ma non ci sarà solo per loro).
    Si voleva da tempo che Firenza mantenesse i Medici al potere anche se nominalmente una repubblica e ora ce l'abbiamo fatta. Il nuovo tipo di riforma di governo della Signoria ora permette candidati dinastici. A differenza della riforma delle dinastie politiche, non ci sono penalità per i candidati dinastici e questi non avranno bonus casuali. Inoltre questa riforma permette di avere Matrimoni Reali. Bologna, Lucca e Siena avranno anche loro questa riforma abilitata dall'inizio. Anche altre repubbliche e stati italiani avranno la possibilità di sceglierla.
    Il governo dei Medici fu interrotto violentemente dall'ascesa del predicatore radicale Savonarola tra il 1494 e il 1498. Alcuni degli eventi esistenti sono ora un Disastro e ne sono stati aggiunti di nuovi. Durante il "falò delle vanità" ci saranno eventi che aumenteranno o ridurranno la popolarità di Savonarola. Se questi diventasse troppo impopolare o dovesse morire, il suo regno terminerebbe e i Medici tornerebbero. Ma se invece Savonarola ottenesse sostegno significativo dalla popolazione, Firenza potrebbe diventare una Teocrazia e sfidare l'ira del Papa.[​IMG]

    Per quanto riguarda Milano invece, non ci piaceva l'assenza di Francesco Sforza dal gioco. Per questo abbiamo modificato radicalmente l'evento della Repubblica Ambrosiana e aggiunto parecchi nuovi eventi, convertendola nuovamente in un Disastro. A certe nazioni sarà offerta la possibilità di rivendicare il trono vacante di Milano, facendo scontrare nazioni europee importanti e potenzialmente scatenando le Guerre d'Italia. Se durante questo Disastro Milano sarà in guerra o starà combattendo ribelli, il rinomato Condottiero Sforza sarà disponibile come Generale. Milano può rifiutare i suoi servigi, ma ci saranno conseguenze: potrebbe schierarsi con i nemici (soprattutto Venezia) o diventare un Pretendente Ribelle.
    Eventualmente Sforza scoprirà che i suoi nemici nella repubblica lo hanno tradito. Storicamente questo portò alla ribellione di Sforza e al suo conquistare il trono, ma il giocatore avrà un'altra opzione. Dare a Sforza il potere militare assoluto della Repubblica trasformerà questa in una Dittatura Militare, una nuova riforma di governo di primo livello. Le Dittature Militari scelgono i sovrani tra i propri Generali e non ci sono elezioni, in maniera simili ai Re Pirati di Golden Century. I punti monarca dipenderanno dalle abilità del generale. Se si opporrà un rifiuto a Sforza, questi potrebbe diventare un Pretendente Ribelle. Ma anche permettergli di governare come tiranno non lo renderà contento e poco dopo si proclamerà Duca. Il giocatore potrà quindi scegliere tra accettare la sua pretesa al trono, ripristinare la Repubblica Ambrosiana o nominare un nuovo Capitano-Generale. La IA di solito sceglierà di continuare a dare potere a Sforza, che eventualmente diventerà Duca. Crediamo che questa sia l'opzione migliore per avere spesso risultato storici con l'IA, dato che affidarsi alle sue capacità di Pretendente non assicurano il risultato. Il giocatore però potrà scegliere senza limitazioni.

    Questo è tutto per oggi. Forse parleremo ancora di contenuto per stati italiani in futuro, dato che certamente abbiamo ancora tanto da mostrare. Nei commenti fateci sapere quali missioni e quali eventi storici vorreste vedere per gli stati italiani.
    La prossima settimana però si parlerà dei cambiamenti alla mappa per Francia e Balcani, quindi aspettatevi un DD corpulento!
     
    • Informative Informative x 2
    • Like Like x 1
  3. PPCT

    PPCT

    Registrato:
    19 Agosto 2013
    Messaggi:
    267
    Ratings:
    +40
    Hype a mille, mi pare stiano svolgendo davvero un ottimo lavoro. Spero davvero che la meccanica delle guerre d'Italia funzioni, sarebbe un upgrade notevolissimo all'early game in Europa
     
    • Agree Agree x 1
  4. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    EU4 - Development Diary - 4th of June 2019
    Oggi parliamo della Francia!
    [​IMG]

    La differenza principale facilmente visibili è il ritorno dello "sciame di vassalli". I Ducati di Orleans, Bourbonnais, Auvergne, Armagnac e Foix torneranno insieme alle loro unità specifiche per la Guerra dei Cent'Anni. Ma come faremo a bilanciare questa situazione? Ora lo vediamo.

    Nel 1444 il regno di Francia era molto decentralizzato. La Guerra dei Cent'anni ha costretto il Re a creare nuove tasse per finanziare le proprie truppe e questo ha portato a parecchie rivolte e cospirazioni della nobiltà. Questo conflitto proseguì per gran parte della seconda metà del quindicesimo secolo. Storicamente la corona prevalse e riuscì a portare la Francia verso la centralizzazione e l'assolutismo, ma in EU4 questo non è assicurato. Per questo si è voluto rappresentare potenti Duchi e Conti come vassalli nel 1444.

    • Orléans era il più potenti di essi e spesso il capo della resistenza contro la Corona. Il capo della Casa di Orléans nel 1444 fu Carlo di Valois-Orléans, un cugino del Re che spese 25 anni di prigionia in mano inglese. Suo figlio storicamente diventò Re di Francia a seguito dell'estinzione della ramo principale dei Valois.
    • Il ducato di Borbonè nelle mani di Giovanni II, un nobile che si rivelò essere un bravo condottiero proprio nell'anno in cui inizia il gioco. Storicamente si schierò con il Re ma poi cambio idea dopo aver perso un prestigioso incarico.
    • Armagnac è in una posizione difficile. A causa dell'incasinamento dei confini tipico di CK2, i suoi possedimenti sono sparsi tra la Francia centrale e meridionale. Il suo leader, Giovanni IV, ha recentemente preso parte a una fallita rivolta contro il re ed è perciò tenuto sotto stretto controllo
    • Foix è nelle mani del Conte Gastone IV, Generale Luogotentente delle Armate Francesi di Guascogna e Guienna.

    Si nota facilmente che sia la Francia che i suoi vassalli (nominali e non) hanno alcune province aggiuntive. Come detto in un precedente DD, c'era la volonta di aggiungere Foix, Carcassonne, Toulon e La Marche e così è stato fatto. In futuro DD si vedrà l'importanza di Toulon in una relativa Missione. Abbiamo trovato spazio anche per Forez, dividendo così i possedimenti reali da quelli di Borbone. Blois aggiunge potere al Ducato di Orleans.

    Per rappresentare meglio la divisione tra Borgogna occidentale (Borgogna Ducale) e orientale (Contea Libera di Borgogna del Sacro Romano Impero), abbiamo aggiunto la provincia di Salins con le sue miniere di sale. Questo ha portato a dividere la Borgogna in due ma invece di usare la divisione Imperali abbiamo deciso di creare due stati bilanciati con uno che controlla territori da entrambi i lati, possibilmente portando a futuri conflitti.

    [​IMG]

    Un'altra aggiunta importante è la città stato di Ginevra, rappresentata nel 1444 come vassalla della Savoia. Ginevra rimase vassalla fino al 1524, mantenendo sempre pessimi rapporti col proprio padrone. La Casa di Savoia cercò spesso di aumentare il controllo sulla città ma riuscendo solo ad alienarsi i suoi cittadini. Le autorità locali riuscirono ad allearsi ai Cantoni Svizzeri e la città riuscì alla fine a entrare a far parte della Confederazione Svizzera. Per finire, la vecchia provincia di Savoia è stata divisa nelle nuove province di Anessi e Ciamber.

    [​IMG]
    Allontanandoci dalla Francia, vediamo i Paesi Bassi. Non volevamo aggiungere troppe nuove province, quindi ci sono solo due novità: ‘s-Hertogenbosch si è divisa da Breda mentre Rysel è stata aggiunta alle Fiandre. Il confine tra Utrecht e Frisia è stato rivisto per riflettere meglio la divisione storica delle province. Parlando di Frisia, è stata finalmente aggiunta la cultura Frisiana nelle province di Friesland, Groningen e Ostfriesland. Sono state anche modificate alcune aree della zone.

    Non siamo riusciti a parlare anche dei Balcani, ma lo faremo tra due settimane. La prossima settimana infatti parleremo dei nuovi Alberi delle Missioni per le regioni di Francia e Paesi Bassi.

    ADDENDUM:

    Ora anche Verdun è sulla mappa si potrà combattere quei maledetti tedeschi nelle trincee per anni. Oh aspetta, gioco sbagliato...

    [​IMG]

    Per quanto riguarda gli stati, si è cercato di seguire la divisione storica dell'Ancien Régime..

    [​IMG]
     
    • Informative Informative x 1
  5. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    EU4 - Development Diary - 11th of June 2019
    Oggi si parla di Alberi di Missioni.
    Partiamo dall'elefante nella stanza: la Borgogna. Non ne parleremo oggi perché sono il suo albero è legato a nuove feature ed eventi che non abbiamo ancora rivelato. Lo stesso vale per il Papa e per alcuni nazioni tedesche. Torneremo a parlare di queste nazioni in futuro.
    [​IMG]
    L'Albero delle Missioni della Francia è ora uno dei più estesi del gioco. Con la nuova espansioni infatti ci saranno 25 nuove missioni aggiuntive.
    Vediamo in breve. All'inizio si potranno sviluppare due importanti basi navali che nel 1444 non sono ancora sotto controllo francese, ovvero Brest in Bretagna e Toulon in Provenza. Le due avranno però caratteristiche diverse. Toulon avrà un modificatore fisso alla provincia che fornisce Tradizione Navale, oltre a una riduzione di tempi e costi di riparazione nella provincia, rendendola quindi ideale per le operazioni nel Mediterraneo. Brest fornirà invece un edificio nella provincia e 5 Navi Pesanti, che aiuteranno probabilmente a sconfiggere gli Inglesi. Per questo stesso motivo si potrà rafforzare la Vecchia Alleanza, ottenendo un'alleanza con una nazione delle Isole Britanniche con almeno 70 development (non necessariamente la Scozia). Completare la missione offre rivendicazioni sulle province delle isole britanniche controllate da Inghilterra o Gran Bretagna, con la missione "Sconfiggi gli Inglesi" che punta a cacciarli da Londra. Con gli Inglesi sconfitti la Francia dominerà i mari, ottenendo +10% morale navale fino a fine partita.
    Ci saranno anche nuove missioni relative alla situazione interna. Per centralizzarsi sarà prima necessario rompere il potere dei nobili, per poi ricercare l'unità religiosa introducendo le Dragonate, politiche mirate a espellere l'eresia dal pese. Ma non bastava governare lo stato - bisogna diventare lo stato. Distruggere ogni autonomia locale e portare stabilità permetterà di abilitare il modificatore L’Etat c’est moi che sostituisce la vecchia decisione con lo stesso nome. Anche la decisione relativa al Palazzo di Versailles è ora una missione che fornisce prestigio, development a Parigi e un nuovo evento. Per quanto riguarda la Rivoluzione, si può abbracciare o contrastare. In ogni caso porterà a creare Stati Clienti e a proclamare l'Egemonia Francese sull'Europa. Tornando alle missioni, la Francia potrà creare i Moschettieri, con un nuovo evento. Per recuperare i feriti si potrà costruire Les Invalides, ma sarà necessario un elevato limite alle forze terrestri, una università a Parigi e almeno 20 province con un edificio militare. L'effetto è simile a quello dei dottori veneziani, ovvero una riduzione delle probabilità di eventi negativi relativi alla salute. Inoltre ci sarà un bonus al recupero manpower +10% per il resto del gioco.
    Ci sono anche nuovi missioni di conquista in stile napoleonico, ad esempio per annettere l'Alsazia, invadere la Svizzera, abolire il Sacro Romano Impero, "proteggere" la Polonia e per tentare un'invasione della Russia. Assediare con successo Mosca porterà all'evento dell'Incendio di Mosca, che devasterà la città. Far rispettare le rivendicazioni francesi su Napoli porterà a una rivendicazione del trono di Spagna, quindi con una nuova possibile Guerra di Successione Spagnola.
    Per finire ci sono anche nuove missioni coloniali. Si potrà espandere il dominio francese sul Sudamerica e nel Nordamerica. Si potrà anche sostenere l'indipendenza delle colonie americane (con un eventuale accesso perenne al CB Liberazione). Si potrà poi continuare a espandersi raggiungendo le Indie e l'Indocina.


    [​IMG]

    Renato d'Angiò il Buono aveva un sacco di titoli. Regnò come Conte di Provenza e Duca d'Angiò, ma anche come Duca di Lorena grazie al suo matrimonio con la Duchessa Isabella. Prima di inizio partita fu anche Re di Napoli prima di essere cacciato dagli Aragonesi. Inoltre Renato si dichiarava legittimo sovrano di Sicilia, Aragona, Gerusalemme e e aggiunse anche una pretesa all'Ungheria.
    Le missioni provenzali puntano a rendere queste rivendicazioni una realtà. Si parte conquistando la Corsica o raggiungendo 100 development (inizia con 73) per ottenere core su Napoli. Riprendere quest'ultima sarà difficile, ma il successo permetterà di diventare un Regno, oltre a rivendicazioni e/o Union CB su Aragona e Sicilia. Un eventuale successo di questa campagna permetterà di rivendicare Ungheria e Gerusalemme. Diventare Re di Gerusalemme porterà a nuove opportunità nel gioco ma di questo si parlerà in seguito.
    Oltre a questo, la Provenza deve anche badare a unirsi con la Lorena, oltre a stabilire un legame con il Sacro Romano Impero. Lo stato di Avignone è anch'esso un problema da affrontare. Con questa annessione, si potrà dapprima volgere lo sguardo verso l'Occitania e poi verso la Francia stessa. Diventare Re dei Re richiedere 1000 development ma oltre a fornire il rango di Impero fornisce un bonus permanente alla legittimità e una riduzione del 20% del costo di Annessione Diplomatica, utile per integrare le Unioni Personali.
    Il Buon Renato fu anche patrono delle arti, sponsorizzando il Rinascimento. Sarà possibile Sviluppare la Provenza quando Aix avrà almeno 30 development mentre le altre province almeno 15. Successivamente si potrà creare la base navale di Toulon. La Guardia Nazionale Marsigliese richiederà Professionalismo Armate all'80% per ottenere bonus permanente del 25% all'Addestramento.

    Parliamo ora di Paesi Bassi.
    [​IMG]
    Le missioni olandesi sono disponibili sia per i Paesi Bassi che gli stati minori olandesi presenti a inizio partita nel 1444. Questi ultimi però non hanno accesso alle due missioni più a destra, anche se altre missioni li spingono a formare i Paesi Bassi e quindi a sbloccarle. I temi delle missioni sono in generale tre: proteggere i Paesi Bassi, diventare ricchi, andare in posti per diventare ancora più ricchi.
    Molte missioni basati si occupano di proteggere l'indipendenza dello stato. "Affermare la nostra Sovranità" richiede che la nazione sia indipendente e con almeno quattro province. "Mendicanti dei mari" incoraggiano a costruire una flotta rispettabile di navi leggere, utili sia per infastidire i nemici che per ottenere poteri nei nodi commerciali.
    Con lo sviluppo della nazioni, gli interessi economici guardano al di fuori dell'Europa per trovare migliori opportunità di commercio.
    Presto verranno fondate due Compagnie Commerciali, la Compagnia delle Indie Orientali (Vereenigde Oostindische Compangie o VOC) e la Compagnia delle Indie Occidentali (Westindische Compangie o WIC, a volte col prefisso 'Chartered'/Geoctroyeerde). Il VOC fondò colonie dal Sud Africa alle Indie Orientali, riusciendo persino a mettere per breve tempo un piede a Taiwan. Il WIC provò a far lo stesso nelle Americhe, ma fu presto conquistato dai Britannici che trasformarono il porto di New Amsterdam nella città di New York City. I tentativi di rubare il Brasile ai Portoghesi non ebbero successo.
    Per finire, i Paesi Bassi hanno due missioni esclusive che iniziano con 'Strengthen the Vroedschappen' e 'Merge the Stadtholders'. Queste catene si basano sul governo della Repubblica Olandese e sul conflitto tra Orangisti (sostenitori della Casa di Orange) e Statisti (sostenitori della Repubblica) e hanno effetti sul loro equilibrio di potere. Nessuna di essere richiede un specifico livello di controllo Orangista o Statista, ma se ad esempio riesci a portare a termine una Gloriosa Rivoluzione dove un Principe di Orange soggioga con successo la Gran Bretagna, beh di sicuro gli Orangisti riceveranno un aumento a popolarità e influenza. Queste missioni possono essere compensate da missioni di tipo opposto oppure usate per spingere il paese in una direzione precisa.


    Per finire in passato abbiamo sentito vostre richieste di nuove riforme di governo, come ad esempio una "dittatura stabile". Sotto vedete tre nuove forme di governo che rappresentano proprio questo:
    [​IMG]
    Il Protettorato del Parlamento è una riforma di governo unica disponibile solo per l'Inghilterra se sceglie di schierarsi coi Parlamentaristi nella Guerra Civile Inglese. Rappresenta il "Parlamento superstite" del Lord Protettore Cromwell e dei suoi successori. É una riforma di livello 1 che non ha elezioni ma usa le meccaniche del Parlamento e permette un assolutismo maggiore rispetto ad altre repubbliche.
    La Stratocrazia è disponibile solo per la Prussia, come equivalente repubblicano della riforma della Monarchia Prussiana. La Stratocrazia permette la meccanica della Militarizzazione, ha alto assolutismo e ha un bonus passivo alla Militarizzazione. Inotre i leader non sono scelti per nascita o tramite elezioni. Alla morte del regnante, il sostituto è il miglior generale della nazione che diventa Maresciallo di campo. Le sue statistiche sono basate su qyelle che aveva come generale, alla maniera dei Pirati di Golden Century.
    A proposito di Re Pirati, la riforma della Commissione di Ammiragli permette a una repubblica non piratesca di abbandonare la democrazia e dare il potere alla Marina, con il Lord Ammiraglio a guidare la nazione e scelto tra gli Ammiragli. Per scegliere questa riforma bisogna aver completato le idee navali
    Tutte queste idee sono lontane dagli ideali repubblicani, quindi hanno una riduzione del normale guadagno di tradizione repubblicana.

    Settimana prossima ci sarà l'ultimo DD dedicato alla mappa, questa volta focalizzato su Austria e Balcani.
     
    • Like Like x 2
  6. PPCT

    PPCT

    Registrato:
    19 Agosto 2013
    Messaggi:
    267
    Ratings:
    +40
    Tutto questo è meraviglioso
     
    • Agree Agree x 1
  7. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    EU4 - Development Diary - 18th of June 2019
    Oggi ultimo DD sui cambiamenti alla mappa.

    [​IMG]
    Sono state aggiunte province ma senza aumentare il development per non rendere gli Ottomani troppo forti.
    La Bulgaria è stata divisa in due, con l'aggiunta della Silistria. In totale la Bulgaria ha visto l'aggiunta di 3 nuove province: Tolcu (divisa da Silistre, permette un miglior confine con la Moldavia), Tirnovo (centro di resistenza contro Ottomani) e Kyustendil/Kostendil.
    Anche la Tracia e la Macedonia hanno nuove province. Edirne ha perso l'accesso al mare a causa di Gelibolu/Gallipoli e di Gumulcine. Per finire Selanik contiene solo Salonicco, dato che Siroz controlla l'interno.
    Per quanto riguarda la Grecia, è comparso l'Epiro con la sua capitale Arta, governata dalla dinastia Tocco, mentre è scomparsa Corfù come indipendente. Cefalonia è ora separata da Corfù e governata dall'Epiro. Fan di Bisanzio saranno contenti di governare una nuova provincia a inizio gioco, intorno alla storica città di Corinto. Nel Mare Egeo, Lesbo si è separata da Scio, con Lesbo che ora ha una connesione con Biga mentre Scio è collegata a Sugla.

    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    [​IMG]
    In teoria l'Austria dovrebbe essere divisa in 3 a inizio partita ma per motivi di gameplay continuerà a essre unita.
    Il Tirolo è stato diviso creando Inntal e Etschtal mentre il Sud Tirolo è diventato Trento, ora indipendente. Sono state aggiunte montagne insormontabili tra Tirolo e Venezia. A Est, Kärnten è stata divisa tra Oberkärnten/Villach e Unterkärnten/Klagenfurt. A Nord Linz è diventata Oberenns e ha lasciato spazio a Traungau (con capitale Steyr). Anche Vienna è stata divisa creando Wienerwald/Sankt Pölten.
    Per finire, a sud è comparsa la cultura slovena, comparsa a Görz, Krain e Celje. Quest'ultima appartiene ai conti di Cilli della famiglia tedesca von Cilli.

    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    [​IMG]
    Quest'area deve grande credito alla comunità con i suoi molteplici suggerimenti.
    La vecchia provincia di Dalmatia è ora divisa tra Zara e Spalato mentre Cattaro è stato diviso da Zeta. L'Albania ottiene una seconda provincia, ovvero Krüje. Una grande novità è l'aggiunta dell'Erzegovina, indipendente dal 1435 grazie all'ambizioso Stjepan Vukčić, che governò l'indipendente Ducato di san Sava col titolo di Herzeg. I figli non riuscirono a fermare l'avanzata Ottomana ma il titolo di Herzeg rimase e diede il nome all'Herzegovina.
    Anche la Croazia è sulla mappa, in Unione con l'Ungheria, anche se in teoria fu unita solo nel 1476, ma risulta unita già nel 1444 per motivi di gameplay.

    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    Questo è l'ultimo DD sulla mappa. La prossima settimana si parlerà di Alberi delle Missioni della regione, magari dell'Austria o di un piccolo stato balcano o forse qualcosa di inaspettato. Parleremo anche della successione Ungherese.
    I prossimi DD durante l'estate saranno un po' scarni e parleranno di nazioni specifiche. Al ritorno dalle vacanze estive si parlerà delle nuove meccaniche.

    Bonus mappa della aree nei Balcani:
    [​IMG]
     
    • Like Like x 1
  8. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    EU4 - Development Diary - 25th Of June 2019
    Vediamo oggi alcuni nuovi alberi delle missioni.

    [​IMG]

    Per aumentare le missioni dell'Austria, sono state aggiunte soprattutto missioni sugli affari interni, il governo di popoli soggiogati, essere un buon Imperatore e in generale ottenere una predominanza diplomatica.
    con la nuova missione "La questione Ungherese", se si controlla l'Ungheria e non si ha malcontento, separatismo o autonomia, si potranno ottenere le culture Ungheresi e Slovacche come culture accettate. Nel caso fossero già accettate, si otterrebbe +3 development in Pest e Bratislava. "Impero Multuculturale", la missione successiva, richiedere una situazione simile ma in altre province non tedesche, con l'obiettivo di ottenere una nuova riforma di governo chiamata "Monarchia Imperiale Austriaca".

    [​IMG]
    Rifiutare permette di ottenere bonus minori ma mantenere le attuali riforme.
    [​IMG]


    Nel ramo "Balcanico" ci sono nuove missioni per addentrarsi in Serbia e Bulgaria e scacciare gli Ottomani dai Balcani. Per quanto riguarda l'Italia, oltre alla già presente Venezia, ci sono nuove missioni per conquistare Milano e Napoli.
    C'è un nuovo grande ramo focalizzato sul Sacro Romano Impero, con molte nuove missioni: nessuna provinca SRE deve essere controllata da non-membri, nessun altra nazione dell'SRE deve essere troppo potente (10 province e non soggiogata), deve essere Sacro (problemi religiosi risolti), deve essere Romano (Roma e il suo controllore devono far parte dell'SRE), deve essere un Impero (passare le riforme). Queste ultime riforme danno +1 Autorità Papale (o altro se non cattolico), +0.1 Autorità Imperiale e +0.5 Assolutismo mentre si è Imperatori.
    Ci sono alcune missioni per espandersi in Germania e a Occidente: collegare Breisgau e Tirolo, vendicarsi di Guglielmo Tell, indebolire la Fancia, conquistare Salzburg, Augsburg e Trento, integrare la Bavaria, gestire il Brandeburgo.
    C'è anche un nuovo ramo coloniale, che parte dall'acquisizione dei Paesi Bassi e riesce a risolvere centinaia di anni di confusione tra due nazioni con nomi simili. Un nuovo ramo economico/amministrativo rende Vienna una capitale mondiale, con almeno 50 development e 6 edifici.
    Per finire il nuovo ramo diplomatico chiede inizialmente di essere una Grande Potenza, alleata con una Grande Potenza e rivale di una Grande Potenza. Avere 5 nazioni dominate dagli Asburgo potrebbe essere più difficile. Altrettando sarà controllare 500 province europee su 800. Ottenere il dominio su o aver sconfitto le altre Grandi Potenze europee darà altri bonus.

    Un'altra modifica. Al momento sia Austria che Ungheria hanno Ladislaus Postumus come erede ma sono considerate persone diverse! D'ora in poi prima di tutto avranno le stesse statistiche. Inoltre entrambi moriranno insieme se dovesse succedere prima di ereditare. Per finire, diventare Re e Archiduca renderà Ungheria in unione personale con l'Austria.
    [​IMG]Per finire, Ungheria e Croatia si uniscono se si crea l'unione personale, per meglio simulare la particolarità della loro relazione.

    Parliamo ora di Serbia.
    [​IMG] Il Despotato di Serbia è in una posizione precaria nel 15esimo secolo. Nella storia fu conquistato dagli Ottomani nel 1459.
    L'espansione serba inizialmente è focalizzata su ex province dell'Impero Serbo, quindi Albania, Macedonia e Grecia Settentrionale. A quel punto ci si potrà espandere a Est (verso Costantinopoli) o a Nord (verso l'Austria). Non sarà facile gestire le culture balcaniche (tra cui la nuove cultura bosniaca) anche se potrà usare la fede per solidificare la conquista.
    Se si vuole usare la diplomazia, ci sono opportunità pacifiche: una buona relazione con l'Ungheria può far ottenere Belgrado senza l'uso della forza.
    Le missioni della Serbia sono focalizzate sulla sopravvivenza e sul reclamare territori perduti, per poi cercare di espandersi e diventare nuovamente un impero.


    Sulla mappa ci sono ora vari stati Crociati: i Cavalieri, Cipro, Epiro, Atene e Naxos. La loro posizione è difficile essendo alla mercè degli Ottomani, come d'altra parte lo sono anche Venezia e Genova. Abbiamo cercado di aggiungere un po' di sostanza a queste nazioni.
    [​IMG]
    Le missioni Crociate sono disponibili anche se si crea Gerusalemme.

    La prima aspirazione di uno Stato Crociata deve essere la Flotta. Con questa si potrà assaltare la Siria, direttamente verso Gerusalemme o passando prima da Antiochia. In quest'ultimo caso si potrà ridare lustro agli Ospedalieri, dando la città ai Cavalieri che diventeranno vassalli. Chi controlla Gerusalemme invece avrà accesso a una nuova riforma di governo:
    [​IMG] Questa riforma dà accesso alle Crociate e al CB della Rimozione dell'Eresia, oltre a un bonus a recupero manpower.
    Estendere le Crociate a tutta la zona farà ottenere un bonus alla conversione. Inoltre l'obiettivo diventerà l'Egitto, con l'obiettivo di creare un Arcivescovado ad Alessandria. Una volta giunti là si sentiranno voci di un'antica reliquia persa in Abissinia...
    [​IMG]
    Che rivelazioni ci saranno per chi aprirà l'Arca?
    La Terra Santa non è l'unico obiettivo degli stati Crociati: anche la Grecia va liberata con una Crociata contro i Turchi. L'obiettivo nominale sarà ricreare l'Impero latino di Costantinopoli, anche se questo non sarà una nazione formabile ma solo un titolo.
    Un'altra minaccia alla Cristianità è rappresentata dai Pirati Berberi del Nord Africa. Malta sarà la base di operazioni giusta per liberare le coste Tunisine e Libiche dalla Pirateria. Dopo aver pacificato il Mediterraneo, si potrà guardare oltre e colonizzare le Americhe, dove sarà possibile cercare la Fonte dell'Eterna Giovinezza.

    Per ora è tutto, anche perché stanno per iniziare le vacanze estive. I prossimi DD saranno quindi ridotti (ad esempio l'albero delle missioni di una sola nazione) dato che molto del personale Paradox sarà in vacanza. Dopo l'estate inizieremo invece a parlare dei grandi cambiamenti della prossima patch + DLC.
     
  9. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    EU4 - Development Diary - 2nd of July 2019
    Come già detto, per la patch + DLC "Europa" si è deciso di prendersi tutto il tempo necessario per fare un buon lavoro. Fino a ora l'obiettivo era un rilascio per la fine di quest'anno, ma per varie ragioni, tra cui le grandi aspettative del team, si è deciso di spostare il rilascio a inizio 2020.

    Ad alcuni questa notizia non piacerà, ma crediamo sia il modo migliore per ottenere la qualità che EU4 si merita.
    Nel frattempo, dato che manca quindi molto tempo, ci sarà una nuova patch dopo l'estate. Questa patch conterrà bugfix e il supporto per i 64 bit, ma niente di quello che è stato discusso finora relativo all'aggiornamento "europeo". Ci saranno maggiori dettaglio dopo le vacanze di Luglio.

    Ah già, Luglio, il temuto mese dove in Svezia tutto si ferma, compresi gli sviluppatori di gioco. Tuttavia il prode neondt ha promesso di fare piccoli Dev Diary per alleviare l'attesa.

    E dopo Luglio? Finora i DD si sono concentrati su nuovo contenuto come Mappa e Missioni, ma poco sulle meccaniche. Dopo le vacanze estive si inizierà a parlare di Meccaniche. In precedenti DD si è parlato di Mercenari, Estates, Cattolicesimo e il Papa. Vedremo se le nostre aspirazioni si sono concretizzate.
    Per ora vi lascio con questi screenshot su cui potreste speculare durante l'estate:

    [​IMG]

    [​IMG]

    [​IMG]

    I normali DD riprenderanno dal 6 Agosto.
     
    • Informative Informative x 2
    • Like Like x 1
  10. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    EU4 - Development Diary - 9th of July 2019
    Napoli nel 1444 è partner minore in unione con Aragone, con Re Alfonso V che governa entrambe le nazioni. Questo è uno sviluppo recente, dato che Alfonso è il primo Re di Napoli dalla casata dei Trastámara, avendo preso il trono nel 1442 da Re René I.
    Storicamente alla morte di Alfonso la sua eredità tra i suoi eredi, con Napoli indipendente sotto la guida di Ferdinando I. Il trono su contestato da Francia e Spagna e l'invasione francese fu una delle campagne militari più devastanti nelle Guerre d'Italia. Alla fine il trono fu conquistato nuovamente dalla casata di Trastámara (e a seguire Asburgo) e posto in unione alla corona di Spagna.

    In EU4 vorremmo incoraggiare questa competizione per il trono napoletano. Alla morte di Alfonso, Aragona deve decidere se dividere l'eredità come accadde o rifiutare, con nel secondo caso un costo in legittimità e desiderio di libertà per Napoli. L'IA quasi sicuramente seguirà la storia. In seguito sia Francia che Aragona/Spagna otterranno un CB per Ripristinare l'Unione contro Napoli. Questo renderà la vita difficile per il giocatore che vuole mantenere Napoli indipendente.
    Ci sarebbe altro da dire sulla Guerre d'Italia, ma molto è legato al rifacimento dei mercenari che verrà svelato dopo l'estate.
    [​IMG]

    Dopo l'inizio dell'Era dell'Assolutismo, Napoli può avere una catena di eventi per diventare una Repubblica. L'esistente evento della rivolta di Masaniello è stato trasformato in due catene di eventi, una nel caso di Napoli indipendente e una nel caso di partner minore di un'unione personale. Nel primo caso i contadini guidati da Masaniello si ribellano, seguiti alcuni mesi dopo da una rivolta più estesa guidata da Gennaro Annese. Si può scegliere di schierarsi coi ribelli, trasformando Napoli in una Repubblica con la riforma della Signoria. Le monarchie vicine otterrano un CB per cambiare il governo (come per la Repubblica Ambrosiana).
    [​IMG]
    Se invece Napoli è ancora in unione personale, le cose diventano più complicate. In questa versione, una rivale cristiana del padrone di Napoli (preferibilmente Francia e Castiglia) potranno sostenere i ribelli, mandando un nobile e un'armata di volontari per aiutare la rivolta.

    C'è ovviamente un nuovo Albero delle Missioni disponibile per Napoli e peer il nuovo creabile Regno delle Due Sicilie.
    [​IMG]
    La parte principale delle missioni Napoletane cerca di stabilire Napoli come nazione indipedente con un esercito in grado di difenderla. Questo fornisce la necessaria legittimità al re bastardo, non da tutti riconosciuto. Ottenere buone relazioni con lo Stato Papale e diventare un bastione del cattolicesimo sono altre priorità per ottenere buone quantità di Influenza Papale e un bonus permanente alla Tolleranza della Vera Fede. Altre missioni si focalizzano sull'espandersi in Italia. Il piccolo e oscuro Stato dei Presidi fu un territorio in Toscana controllato nominalmente da Napoli ed è un buon CB per soggiogare la Toscana. L'obiettivo in Italia è vincere le Guerre d'Italia controllando (anche tramite vassalli) almeno 25 province nella regione italiana, cosa che fornisce un bonus alla Disciplina dei Mercenari fino a fine partita. Napoli inizia con core su Sicilia e Malta: riunificare le Due Sicilie porterebbe prestigio oltre a creare una nuova nazione. Ottenuta la Sicilia si potranno perseguire le rivendicazioni su Epiro e Atene, portando quindi a una campagna contro gli Otttomani in Grecia. A questo punto si potrà continuare la crociata fino a ottenere il Regno di Gerusalemme. Farlo permette di chiedere aiuto ai ricreati Cavalieri Templari.

    Oltre a un'esercito capace, Napoli necessita di una marina adeguata. Con questa si potranno conquistare le Baleari, la Sardegna e la Corsica. A questo punto due nuovi obiettivi saranno sconfiggere i pirati Berberi e ottenere un'unione personale con l'Aragona. Le ricompense sono rispettivamente +15% Potere Commerciali delle Navi e -15% Desiderio Libertà da developmente dei vassalli.

    Il ramo finale si concentra sugli sviluppi interni delle politiche napoletane: trasformare Napoli in una città rinascimentale, portare il development a 30, controllare i napoli, stabilizzare l'amministrazione.

    Questo conclude Napoli. Per finire vi lascio con un'immagine della nuova forma di Venezia.
    [​IMG]
     
    • Like Like x 1
  11. ^_AC_^

    ^_AC_^ Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    20 Dicembre 2006
    Messaggi:
    2.601
    Ratings:
    +1.059
    EU4 - Development Diary - 16th of July 2019

    Oggi si parla di Palatinate, Mainz, Trier e Cologne. Gli ultimi tre erano Vescovi Elettori ma fino ad ora avevano idee e missioni generiche.
    Partiamo col vedere le nuove idee:
    KOL_ideas = {
    start = {
    global_manpower_modifier = 0.15
    missionaries = 1
    }
    bonus = {
    unjustified_demands = -0.2
    }
    trigger = {
    tag = KOL
    }
    free = yes

    kol_pursuit_of_unity = {
    fabricate_claims_cost = -0.25
    }
    kol_archchancellor_of_italy = {
    prestige_decay = -0.01
    }
    kol_hanseatic_city = {
    development_cost = -0.1
    }
    kol_prime_minister = {
    devotion = 0.5
    legitimacy = 0.5
    global_autonomy = -0.03
    }
    kol_pivotal_ecclesiastic_territory = {
    global_heretic_missionary_strength = 0.03
    }
    kol_shifting_alliances = {
    diplomatic_reputation = 1
    }
    kol_order_of_saint_michael = {
    discipline = 0.05
    }
    }

    kol_pursuit_of_unity:0 "The Pursuit of Territorial Unity"
    kol_pursuit_of_unity_desc:0 "Our territory is geographically divided between the Rhineland and Westphalia. We have to find a way to unite our secular possessions in order to strengthen the bishopric and to centralize the government. Perhaps we can find some forgotten claims in our archives."
    kol_archchancellor_of_italy:0 "Archicancellarius per Italiam"
    kol_archchancellor_of_italy_desc:0 "We hold the title of Archchancellor of Italy within the Holy Roman Empire. Although this title carries little in terms of material power or responsibilities, it does bring with it a certain level of prestige, helping us earn the respect of the other princes."
    kol_hanseatic_city:0 "Hanseatic Trade City"
    kol_hanseatic_city_desc:0 "Because of its central location on the Rhine and its trade links to Western and Eastern Europe, Cologne has traditionally been a leading member of the Hanseatic League. Through its trade with England and its contacts in the league, Cologne has developed into a large and wealthy trade city. By encouraging its further growth, we will secure a bountiful economic dividend in future!"
    kol_prime_minister:0 "Prime Minister of Cologne"
    kol_prime_minister_desc:0 "The governance of a bishopric as large as Cologne requires a lot of time. In order to administrate this land, the Archbishop neglects his spiritual duties, leading to unhappiness among his subjects. By establishing the position of Prime Minister, to whom the secular administration of the Archbishopric will be delegated, the Archbishop will gain more time for the spiritual needs of Cologne's population. "
    kol_pivotal_ecclesiastic_territory:0 "Pivotal Ecclesiastic Territory"
    kol_pivotal_ecclesiastic_territory_desc:0 "As a Bishop-Elector and one of the largest ecclesiastic territories in the Empire, Cologne is a pivotal player in the wars of religion. Our support is likely to be key to the success or downfall of either side in the struggle. We shall make use of this opportunity to spread righteousness and religious correctness across Germany."
    kol_shifting_alliances:0 "Shifting Alliances"
    kol_shifting_alliances_desc:0 "The rule of a bishopric as large as Cologne requires a lot of time. In order to administrate this land, the Archbishop neglects his spiritual duties, leading to unhappiness among his subjects. By establishing the position of Prime Minister, to whom the secular administration of the Archbishopric will be delegated, the Archbishop will gain more time for the spiritual needs of Cologne's population. "
    kol_order_of_saint_michael:0 "Order of St. Michael"
    kol_order_of_saint_michael_desc:0 "It is our duty to bring the nobility of our territory into line with the church’s accepted beliefs in order to defend the faith in our bishopric. For this purpose, we should establish a military order open only to noblemen. This order, with St. Michael as its patron, is going to teach our nobles to pray and to receive the sacraments with a chaste soul. In this way, they will acquire the discipline and zealousness they need to defend our bishopric from its spiritual and other enemies."

    MAI_ideas = {
    start = {
    global_tax_modifier = 0.1
    advisor_pool = 1
    }
    bonus = {
    improve_relation_modifier = 0.3
    }
    trigger = {
    tag = MAI
    }
    free = yes

    mai_archchancellor_of_germany = {
    prestige = 1
    }
    mai_center_of_religious_learning = {
    idea_cost = -0.1
    }
    mai_saint_hildegard = {
    devotion = 1
    legitimacy = 1
    }
    mai_weck_worscht_woi = {
    recover_army_morale_speed = 0.05
    }
    mai_perpetual_privy_council = {
    global_autonomy = -0.05
    }
    mai_rhine_fortress = {
    defensiveness = 0.2
    }
    mai_fifth_season = {
    global_unrest = -1
    }
    }

    mai_archchancellor_of_germany:0 "Archicancellarius per Germaniam"
    mai_archchancellor_of_germany_desc:0 "Ever since the 10th century, the Archbishops of Mainz have held the title of Archchancellor, making them the highest dignitary in the realm second to only the Emperor himself. Our most prestigious duty is to call and organize the Imperial Elections and to guide the other Prince-Electors in their search for a new Emperor."
    mai_center_of_religious_learning:0 "Center of Religious Learning"
    mai_center_of_religious_learning_desc:0 "As one of the great centers of religious learning and theology in all of Europe, Mainz is home to many of the brightest Christian and Jewish scholars. Guarding over them is St. Martin's Cathedral, the episcopal see of our bishop, where Kings and Emperors have been crowned."
    mai_saint_hildegard:0 "Saint Hildegard of Bingen"
    mai_saint_hildegard_desc:0 "Hildegard of Bingen, the 12th century Benedictine abbess and polymath, is revered as a saint in our region. However, her canonisation was hindered by disputes between our previous Archbishops and the Pope. But now Hildegard has finally been accepted in the Roman martyrology, which will foster even greater reverence for her - and for the church in general - among the common folk."
    mai_weck_worscht_woi:0 "Weck, Worscht & Woi"
    mai_weck_worscht_woi_desc:0 "Weck, Worscht un Woi - bread, sausage and wine - is a favourite meal of our subjects. Its simplicity makes it easily transportable, and therefore an optimal food ration for our army. As we possess fertile lands - and the best vineyards in all of Germany - we can easily afford to supply our troops with Weck, Worscht un Woi surely keeping their fighting morale up!"
    mai_perpetual_privy_council:0 "Perpetual Privy Council"
    mai_perpetual_privy_council_desc:0 "The disjointed territory that we rule has made it necessary to create an enduring central administration, the perpetual privy council. From now on, we will impose a more rigid rule on our subjects and deprive the estates of their power as well as hindering them from convening at all."
    mai_rhine_fortress:0 "The Guard of the Rhine"
    mai_rhine_fortress_desc:0 "The German lands have been under threat by enemies from the West ever since the Holy Roman Empire has come into existence, with many foes looking to push us back beyond the Rhine. As the strongest fortress on the west banks of the river, we are the sword and shield of the Empire and it is our holy duty to stand strong against all intruders!"
    mai_fifth_season:0 "The Fifth Season"
    mai_fifth_season_desc:0 "Other less enlightened countries might prohibit criticism of the nobility by the common folk, but this is not the case here in Mainz when the yearly Karneval rolls around. People are free to criticize social and political injustices under the shelter of cap and bells, imitating those of a different social rank for the day. Anyone who is not a fool at Karneval is foolish for the rest of the year!"

    TRI_ideas = {
    start = {
    tolerance_own = 2
    global_manpower_modifier = 0.15
    }
    bonus = {
    discipline = 0.05
    }
    trigger = {
    tag = TRI
    }
    free = yes

    tri_crusader_past = {
    army_tradition = 0.5
    }
    tri_university_of_trier = {
    adm_tech_cost_modifier = -0.1
    }
    tri_archchancellor_of_gaul = {
    ae_impact = -0.1
    }
    tri_landesburgen = {
    defensiveness = 0.1
    global_autonomy = -0.03
    }
    tri_seamless_robe_of_jesus = {
    papal_influence = 1
    monthly_fervor_increase = 0.25
    church_power_modifier = 0.1
    }
    tri_prum_abbey = {
    prestige = 1
    }
    tri_domkapitel = {
    free_adm_policy = 1
    }
    }

    tri_crusader_past:0 "Crusader Past"
    tri_crusader_past_desc:0 "Centuries ago, many brave men left our country as crusaders to take part in the Crusades. Their deeds are deeply ingrained in the memory of our bishopric. Our coat of arms - Saint George’s Cross - was chosen to honor these crusaders. Let all our soldiers remember our crusading past and be exhorted to show that the fire of times gone by is still in them."
    tri_university_of_trier:0 "University of Trier"
    tri_university_of_trier_desc:0 "The Pope has granted us leave to establish a university in our city, where we can train future priests and administrators for our bishopric. Let us do so and furthermore promote the study of law and medicine, so that we can become a true center of learning and draw students from far and wide."
    tri_archchancellor_of_gaul:0 "Archicancellarius per Galliam"
    tri_archchancellor_of_gaul_desc:0 "As the Archchancellor of Arles, Burgundy and all of France, it is our right and our duty to bring these lost lands back in to the empire. Under our banner shall the Empire in France be restored!"
    tri_landesburgen:0 "Landesburgen"
    tri_landesburgen_desc:0 "We have several castles called "Landesburgen" spread across our secular territory. They serve a vital role in our administration, acting as seats for our officials, toll collection posts and strong positions around which to rally our defense against our foes."
    tri_seamless_robe_of_jesus:0 "The Seamless Robe of Jesus"
    tri_seamless_robe_of_jesus_desc:0 "Helena, mother of the Roman Emperor Constantine the Great, is said to have sent the Holy Robe of Jesus to Trier (then known as Augusta Treverorum) after she discovered it in Jerusalem. It has since been held in a reliquary in Trier’s cathedral, but we sometimes put it on display for the faithful, drawing large numbers of pilgrim to our city for the occasion."
    tri_prum_abbey:0 "Prüm Abbey"
    tri_prum_abbey_desc:0 "Prüm was the favourite monastery of the Carolingians, receiving many privileges and large estates from King Pepin the Short after his marriage to Bertrada the Younger, granddaughter of the founder of the abbey. Over the years, it became not only a beautiful abbey, but also a center of ecclesiastic learning. However, it has declined considerably since those days, and is unable to survive on its own. We shall take over administration of the abbey and restore it to its former glory!"
    tri_domkapitel:0 "Influence of the Domkapitel"
    tri_domkapitel_desc:0 "The Domkapitel or Cathedral Chapter has great influence over the Archbishopric, choosing new Archbishops, deciding when the Archbishop may summon the estates, and ruling in his stead in the case of his absence. Through their vigilance, they will see to it that Trier is always well administered, whether the Archbishop is present or not."

    Per quanto riguarda le missioni, prima di tutto tutte le teocrazie del SRI hanno missioni alternative che sostituiscono la missione di diventare Imperatore. Inoltre i 3 Vescovi Elettori ora hanno 4 nuove missioni in comune: le prima due focalizzate sulle relazioni con l'Imperatore, le altre due sulle relazioni tra di loro. Per finire ognuno di essi ha 1 o 2 missioni specifiche che riflettono le loro diverse situazioni.

    [​IMG]
    (ecco le nuove missioni di Mainz)

    Tra le missioni comuni alle teocrazie del SRI, "House of God" richiede che tutte le province (o almeno 10 se se ne ha di più) abbiano chiese o cattedrali. "The Lord's Army" richiede un esercito di almeno 30 000 uomini o almeno più forte di tutti i vicini. "Divine Empire" richiede di sopravvivere alla Riforma con successo: 50 anni dopo il suo inizio almeno 50 delle 80 province del SRI deve essere della religione scelta.
    Le prime due missioni comuni ai 3 Vescovi elettori sono semplici: avere buone relazioni con l'Imperatore e aver votato l'Imperatore nelle ultime 3 elezioni. Le ultime due invece sono più complicate. La prima richiede di allearsi o conquistare gli altri 2 Vescovi Elettori. La seconda richiede la stessa cosa ma dopo almeno 50 anni dalla Riforma e richiede anche che tutti i Vescovi Elettori abbiano la stessa religione.
    Per finire, ci sono le missioni specifiche per le 3 nazioni:
    • Main deve ottenere il controllo di Erfurt, su cui ha il core a inizio partita. Questo fornisce rivendicazioni su tutte le province comprese tra Mainz ed Erfurt
    • Trier richiede 15 development e la costruzione di una chiesa e di un municipio: in cambio si ottiene un'università!
    • Colonia deve collegare i propri domini (ovvero conquistare Berg); questo la mette nella posizione giusta per dominare il rivale ecclesiastico di Münster; conquistarla fa ottenere rivendicazoni su Hessen e sulla area del Reno Settentrionale

    ---

    Per quanto riguarda il Palatinato, questo ha già delle idee specifiche ma non delle missioni. Storicamente fu potenti ma non riuscirono mai a conquistare il potere o a mantenerne il controllo. Ad esempio Federico V diventò Re di Boemia, ma solo per un inverno.

    [​IMG]
    Le nuove missioni sono nelle prime due colonne.
    Prima bisogna controllare 7 città e avere un esercito di 15 000 uomini. Questo fa ottenere rivendicazioni per unire le proprie province in modo contiguo. A questo punto se i Wittelsbachs di Bavaria esistono ancora, si potrà rivendicare il loro trono. Per finire ci si può rivolgere alla Germania Occidentale per diventare "Re del Reno" soggiogando la maggioranza delle province lungo il Reno.
    [​IMG]
    (ora ci sono numerose province tra Heidelberg e Oberpfalz)

    L'altro ramo invece richiede che il Palatinato diventi leader religioso, in vari modi: controllare un Centro di Riforma con 100% unità religione, oppure diventare leader di una Lega Religiosa oppure vincere le Guerre di Religione (per chi non ha Art of War le condizioni sono diverse). Questa fa ottenere, se la Boemia è libera, un CB per avere un'unione personale con la Boemia valido per 15 anni.
    Una volta controllato l'oriente, bisogna evitare che il Reno possa essere invaso: nessuna nazione Francese deve avere più soldati del Palatinato oppure la Francia deve essere alleata del Palatinato e avere la stessa religione. Nel primo caso si ottiene una rivendicazione sulle province francesi di confine e su Parigi, nel secondo caso si ottengono 200 punti diplomatici e la Francia diventa "amico storico".
    Per completare la gloria del Palatinato, bisogna avere 75 prestigio, 3 consiglieri di livello 3 e una capitale con 30 development.

    ---

    Un'ultima modifica è stata dare un titolo specifico al Palatinato: se è Elettore il suo governo sarà noto come Palatinato Elettorale e il sovrano sarà noto come Elettore Palatino; se invece non è Elettore il governo sarà Contea Palatinata e il sovrano sarà Conte Palatino. A tal proposito, Monarchie del SRI con meno di 50 development saranno chiamate Contee e governate da Conti.
    [​IMG][​IMG]

    Uno screenshot finale:
    [​IMG]
     
  12. Sir Matthew

    Sir Matthew

    Registrato:
    27 Aprile 2012
    Messaggi:
    1.566
    Località:
    Pisa
    Ratings:
    +435
    da quanto letto finora sembra che questo dlc sia più un'espansione dei vecchi tempi!
     
  13. Alessandro Argeade

    Alessandro Argeade

    Registrato:
    3 Ottobre 2015
    Messaggi:
    431
    Ratings:
    +101
    Tutto molto interessante, spero solo che Napoli non sia troppo "railrodata" alla rivoluzione repubblicana
     

Condividi questa Pagina