1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Libri: Early Roman Warfare e War and Society in Early Rome

Discussione in 'Antichità' iniziata da mitra, 14 Aprile 2019.

  1. mitra

    mitra

    Registrato:
    5 Febbraio 2006
    Messaggi:
    376
    Ratings:
    +55
    Due interessanti libri dello stesso autore Jeremy Armstrong, di fatto sono pensati per essere complementari, il primo riguarda la parte spiccatamente militare, il secondo l'evoluzione politica delle strutture.

    Basandosi sui dati archeologici recenti e rileggendo con una nuova chiave le fonti, l'autore ipotizza che la guerra nel Lazio Antico, e quindi gli eserciti romani primo del IV secolo, fosse essenzialmente condotta dagli eserciti privati dei clans nobiliari e che questi ultimi fossero mobili, quindi legati specificatamente ad una città, ma, basandosi su una ricchezza non terriera, potessero migrare nella zona di un'altra città (anche di un'etnia differente dai Latini, come Equi o Etruschi). Ci sarebbe stata quindi una graduale formazione del concetto di cittadino Romano, e un graduale fissazione della nobiltà in città

    Gli stessi Re, almeno quelli storicamente plausibili, gli ultimi tre, sarebbe stati solo i più forti capi clan nella zona, a cui i comizi curiati (rappresentanti delle curie della città) delegavano l'imperium, in cambio della protezione.

    Insomma originariamente il rapporto società ed economico tra Roma e la sua nobiltà storica somigliava molto al rapporto tra centri abitati e nobiltà, nelle società celtiche e germaniche evolute.

    Anche dal punto di vista militare, l'autore arguisce che non ci sono evidenze solide per l'adozione della falange di stile greco a Roma; la presenza di armamento di stile greco non presuppone l'impiego delle stesse tattiche (appunto perchè anche per il caso greco è stato ampiamente dimostrato che l'armamento oplitico anticipi di molto l'adozione della falange). L'organizzazione manipolare come descritta alla fine del IV secolo da Livio sarebbe il risultato dell'integrazione graduale lunga due secoli delle warbands dei clans con le forze cittadine.

    War and Society in Early Rome: From Warlords to Generals

    Early Roman Warfare: From the Regal Period to the First Punic War
     
    • Informative Informative x 2

Condividi questa Pagina