1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Libri di storia militare sulla seconda guerra

Discussione in 'Media' iniziata da Ghienar, 28 Luglio 2006.

  1. Ghienar

    Ghienar Banned

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    732
    Ratings:
    +0
    Ciao a tutti, in questi giorni sto rileggendo per la terza volta il libro di Liddell Hart "Storia militare della seconda guerra mondiale" che giudico il miglior libro tattico-strategico-politico sulla WW2.Voi che ne dite?Avete altro da consigliarmi?:sbav:
     
  2. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.604
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    Sulla guerra mondiale in generale ? Se vuoi provare Martin Gilbert poi mi dici cosa ne pensi, lettura scorrevole ma io proprio non sono riuscito a digerirlo... Un ottimo libro è invece quello di John Kegan, mi è piaciuto veramente molto, anche se io pure preferisco Hart, molto più scorrevole e "dall'interno" :)
    Se poi interessa vedere la 2° guerra mondiale dalla parte dei tedeschi c'è La seconda guerra mondiale vista dai Tedeschi l'autore però mi sfugge, l'editore invece me lo ricordo benissimo perchè a suo tempo saccheggiai letteralmente una libreria che aveva quasi tutto di questa casa editrice "Melita Editore"... a più tardi, ora sono connesso a pagamento "perchè noi qui adsl non l'abbiamo"!
     
  3. Ghienar

    Ghienar Banned

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    732
    Ratings:
    +0
    Di Gilbert ho letto "La grande storia della prima guerra mondiale" mentre di Keegan "La grande storia della guerra";provvederò immediatamente a colmare la lacuna comprando quello sulla WW2!Per quanto riguarda l'ultimo testo devi dirmi assolutamente l'autore:sbav: e qualche altro titolo di questa casa editrice!:sbav: :sbav:
     
  4. Caronte

    Caronte

    Registrato:
    16 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.733
    Località:
    in mezzo alla nebbia più fitta
    Ratings:
    +29
    Io invece ti consiglio "storia della seconda guerra mondiale" di Churchill per vederla dalla parte degli inglesi,ma con un poco di riserve.
    Di Hart mi è piaciuto molto anche "seconda guerra mondiale: storia di una sconfitta" per vederla sempre dalla parte dei tedeschi.
    Per gli italiani invece ho trovato solo libri su periodi della guerra e non sull'intero conflitto.
    E' molto bello anche "storia della stupidità militare" di Charles Fair.
     
  5. Caronte

    Caronte

    Registrato:
    16 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.733
    Località:
    in mezzo alla nebbia più fitta
    Ratings:
    +29
    x GyJex: ho letto alcuni commenti sui libri di gilbert; sembra che sia un poco fazioso (molto critico verso i tedeschi e poco verso gli inglesi, come Churchill insomma:facepalm: ). Tu cosa ne dici?
     
  6. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.604
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107

    Quoto :D

    Ho finito quel libro soltanto per non pentirmi completamente di averlo comprato... Però faceva sorridere quando elogiava le fughe dai campi di prigionia tedeschi dei piloti abbattuti alleati, in compenso non c'è traccia delle gesta dei brandeburghesi o della fuga via tunnel di 70 tedeschi dal campo 198 a Bridgend nel marzo '45... esistono solo commandos alleati e fughe di prigionieri alleati... anche i russi sono trattati pessimamente... E' un libro da leggere certo, ma prima di questo ne vengono a vagonate...
     
  7. Ghienar

    Ghienar Banned

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    732
    Ratings:
    +0
    Purtroppo non ci sono tantissimi titoli trattanti la guerra dalla parte dei tedeschi, mi rendo sempre più conto che la storia è fatta dai vincitori...:indiff:
     
  8. Caronte

    Caronte

    Registrato:
    16 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.733
    Località:
    in mezzo alla nebbia più fitta
    Ratings:
    +29
    Dall'altra parte c'è Carrell (lo sto leggendo adesso): i tedeschi furono fermati solo dal clima e dai loro servizi logistici (inefficenti) e non dai russi; i generali tedeschi non fecero mai errori strategici,ma fu tutta colpa degli altri comandi;i russi sono coraggiosi,ma i tedeschi lo sono ancora di più (e poi vincono sempre); se i tedeschi perdono è colpa di insufficente supporto o stanchezza delle truppe (per colpa dei loro comandanti),ma non mancò mai loro il coraggio.
    E' lo stesso problema di libri scritti da alcuni militari sui loro reparti, in cui si parla sempre di atti di coraggio e mai dei crimini di guerra (Decima Mas: gli NP si raccontano ad esempio).
     
  9. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.604
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    Carrell non parla di crimini di guerra, si limita alla stesura degli evvenimenti anche se spesso lo fa con aria di superiorità... cerca di farlo con apatica precisione, ma spesso cade nell' errore del "noi eravamo migliori di loro " che magari all'inizio poteva anche essere vero... nonostante la malcelata faziosità il suo libro sulla campagna di russia è il più completo che esista... Peccato si fermi all'agosto '44....

    La seconda guerra mondiale vista dai Tedeschi di James Lucas

    Di Melita editore ho diversi volumi, però sono diventati introvabili, probabilmente la casa editrice non esiste più...
     
  10. Ghienar

    Ghienar Banned

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    732
    Ratings:
    +0
    Devo assolutamente prenderlo:sbav:

    :piango: :piango:
     
  11. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.604
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    C'è sempre il mercatino dell'usato e le bancarelle alle feste paesane, si trovano cose interessantissime, qualche settimana fa ho trovato "grandi Navi da battaglia tedesche della seconda guerra mondiale" di M.J.Whitley, sempre di Melita editore, un librone rilegato col prezzo di 52.000£ regalato a 10 euri!!
     
  12. Ghienar

    Ghienar Banned

    Registrato:
    22 Febbraio 2006
    Messaggi:
    732
    Ratings:
    +0
    Aspetta aspetta!Io ho quel libro, davvero notevole!E' stata una gran bella lettura...:sbav: E poi è vero che i mercatini dell'usato sono delle miniere d'oro, io per esempio ho trovato "Storia della Marina Giapponese nella Seconda Guerra Mondiale" di G.Florianello edizione 1972!
     
  13. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.604
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    Pensa te... Chissà chi è il pazzo che si priva di questi volumi sacri per venderli sulle Bancarelle...
     
  14. skuby

    skuby

    Registrato:
    29 Gennaio 2006
    Messaggi:
    1.204
    Ratings:
    +41
    Beh Carell alle volte è veramente insostenibile quando proprio non può sottrarsi all'evidenza dell'errore marchiano da parte dei tedeschi allora la colpa è di Hitler.

    Comunque credo tu intenda il libro più completo edito in italia, perchè in inglese c'è decisamente di meglio.
    Ad esempio "Barbarossa" di Alan Clark è decisamente molto ma molto valido e non mi spiego come mai non sia ancora stato tradotto.
    Anche When Titan Clashed di Glantz è ottimo
     
  15. Kacciak

    Kacciak

    Registrato:
    10 Maggio 2006
    Messaggi:
    9
    Ratings:
    +0
    Sulla seconda guerra mondiale vista e scritta dai russi io trovai un libro in 5 volumi che si intitolava la "Grande guerra patriottica" una opera bellissima anche illustrata e tradotta dal russo a cura di non mi ricordo piu' che casa editrice. Penso che in Italia furono venduti pochissimi pezzi. A me fu proposta da un amico che vendeva libri per gli Editori Riuniti, purtroppo non ce la ho piu' perche' prima di partire per l'Africa la regalai ad un mio carissimo amico compagno di innumerevoli battaglie di Squad Leader della Avalon, qualcuno si ricorda?
    Quello era un libro veramente interessante e completo un po' di parte ma bello. Sarebbe da ricercare per i collezionisti e gli amanti delle bancarelle.
    Erano rilegati in finissima finta pelle verde !!!!!
     
  16. skuby

    skuby

    Registrato:
    29 Gennaio 2006
    Messaggi:
    1.204
    Ratings:
    +41
    Capolavoro assoluto, mi ricordo benissimo la rilegatura, anche se ovviamente scritta totalmente di parte ricordo aveva delle cartine favolose, quando la mia biblioteca lo ha praticamente svenduto senza che io ne fossi a conoscenza ho praticamente pianto due giorni!!!

    E' l'unica opera da collezione (che mi interessa) che ancora non mi appartiene, la DEVO trovare !!!!!
     
  17. Caronte

    Caronte

    Registrato:
    16 Febbraio 2006
    Messaggi:
    2.733
    Località:
    in mezzo alla nebbia più fitta
    Ratings:
    +29
    In vacanza ho letto "storia militare della seconda guerrra mondiale" di Liddell Hart (era l'unico che mi mancava di quell'autore): mi è sembrato abbstanza completo,am ho avuto l'impressione che l'autore avesse molti pregiudizi sugli italiani come soldati e li dipingesse maluccio (anche oltre ir eali fatti). E' una mia impressione o lo hanno notato anche altri?
     
  18. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.604
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    dopotutto è un inglese, però non mi è sembrato calcasse molto la mano, anzi descrivendo la campagna d'africa del 42 di tanto in tanto ci si imbatte in elogi ai combattenti italiani... C'è da dire comunque che ogni tanto gli scappa qualcosa contro gli stessi comandanti inglesi, persino contro l'"imbattuto" Montgomery... Liddle hart rimane comunque abbastanza obbiettivo nella sua stesura...

    Stamane ho scovato un libro sull'Argenta Gap, una pagina di storia che non avevo mai affrontato e che non mi aspettavo sarebbe stata mai presa in considerazione da un autore italiano... Ad una prima occhiata sembra parecchio interessante, è strapieno di dati e testimonianze... Appena ho qualche giorno per leggerlo magari dirò qualcosa di più...
    Ah, approposito di Libri, nessuno ha letto "Dresda" di Frederick Taylor ?
     
  19. skuby

    skuby

    Registrato:
    29 Gennaio 2006
    Messaggi:
    1.204
    Ratings:
    +41
    Il problema di Liddle Hart come di molti autori inglesi è considerare il fronte russo totalmente secondario infatti sono descritte molto bene le operazioni sul fronte occidentale in quasi tutti i loro aspetti mentre sono spesso relegate come secondarie quelle sul fronte russo.
    E' un approccio che a me personalmente non piace (ma che forse è dovuto al fatto che quando è stato scritto gli archivi russi erano di fatto inaccessibili).

    Invece è uscito (per la newton & Compton) L'assedio di Leningrado scritto da Glantz pur avendo tradotto la versione little è sempre una lettura molto interessante.
     
  20. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.604
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.107
    per come vedo io la seconda guerra mondiale, per uomini e mezzi impiegati in russia direi che il fronte secondario sia stato quello occidentale... E' vero Hart se la sbriga piuttosto velocemente quando parla di fronte est, per non parlare della guerra nel Pacifico... Però è anche vero che preferisce (preferiva) parlare di ciò che ha vissuto da vicino....
    Non sapevo ci fossero più versioni dell'assedio di leningrado di Glantz, è davvero una novità... certo che in Italia si va sempre più al risparmio...

    Domanda; Cosa ne pensate dei 4 libri memorialistici di Romersa ? Sono attendibili ??
     

Condividi questa Pagina