1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Le terze invasioni barbariche

Discussione in 'Off Topic' iniziata da Alessandro Argeade, 13 Gennaio 2016.

  1. Alessandro Argeade

    Alessandro Argeade

    Registrato:
    3 Ottobre 2015
    Messaggi:
    442
    Ratings:
    +101
    http://www.politico.com/magazine/story/2016/01/europe-refugees-migrant-crisis-men-213500

    Strana ondata di profughi quella che sta sommergendo l'Europa. Pare infatti che siano in grande maggioranza uomini, soprattutto nella fascia 16-20. Un'autentica bomba al testosterone di cui abbiamo già visto gli effetti in Germania a Capodanno.

    Il Canada ha già detto che accoglierà solo donne, bambini e nuclei famigliari completi, ma sappiamo che il Canada è un tipico paese fascista e razzista guidato da Salvini.
     
  2. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    30.600
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +9.106
    ti ricordo che di canadesi ne trovi in ogni angolo di mondo... ci sono negozi, cassetti, armadi pieni di canadesi... Seriamente parlando, eh

    E che dire del WASP di colore che s'è fatto il selfie con LePen ??? Inconcepibile!
     
  3. bacca

    bacca

    Registrato:
    19 Ottobre 2009
    Messaggi:
    9.897
    Località:
    Veneto Indipendente
    Ratings:
    +1.427
    Mi sembra una normale migrazione economica , forse in parte di "illusi" .
    Pure noi in america si andava maschi
     
  4. Gamby

    Gamby

    Registrato:
    5 Ottobre 2011
    Messaggi:
    656
    Località:
    Roma
    Ratings:
    +142
    Il Canada non è un paese fascista e razzista, però fa sicuramente parte di una serie di paesi estremamente elitari, con oltretutto una scarsa consapevolezza della situazione internazionale. Si salvano per il fatto di essere delle vere "isole Felici", soprattutto in termini geografici.
     
  5. Tasso

    Tasso

    Registrato:
    16 Maggio 2008
    Messaggi:
    957
    Località:
    Scandiano(RE)
    Ratings:
    +138
    tremendo. 16 ubriachi a capodanno 16 una vera bomba. un evento epocale da segnare sugli annali
     
  6. Tasso

    Tasso

    Registrato:
    16 Maggio 2008
    Messaggi:
    957
    Località:
    Scandiano(RE)
    Ratings:
    +138
    ma dal momento che il canada non è proprio comodo da raggiungere a piedi si puo' permettere di scegliere, visto che non premono certo ai confini per entrare. e li va a prendere nei campi profughi al confine. quelli che arrivano da noi hanno scaricato la famiglia nei campi suddetti principalmente in Libano.
     
    • Agree Agree x 1
  7. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.643
    Ratings:
    +140
    Come ho già detto altrove, è logico che emigrino per primi coloro che hanno più probbilità di trovare un'occupazione con cui pagare l'arrivo del resto della famiglia.
    Quindi nel caso di islamici giovani maschi, mentre in altri contesti, ad esempio paesi slavi, spesso giovani femmine, la cui prospettiva di lavoro però è abbastanza inconciliabile con i dettami dell'islam.
     
  8. SkySpace

    SkySpace

    Registrato:
    26 Agosto 2009
    Messaggi:
    3.854
    Ratings:
    +193
    fare la badante o pulire i bagni o stirare non mi sembrano contrari ai dettami dell'islam. e sono lavori che affrontano molte donne dell'est, manco tanto giovani. quindi dire che l'immigrazione da est sia in prevalenza composta da donne giovani per prostituirsi mi sembra esagerato. come dire che siano tutti attentatori i giovani islamici. Non trovi @metalupo ?
    @Tasso 16 ubriachi? ma sui giornali non si parlava di 1000 molestatori solo a Colonia? Mi sono perso degli sviluppi?

    Anche io a volte guardando questo fenomeno ho pensato alle invasioni barbariche. che coincide con fratture sempre più profonde nelle istituzioni e nelle società europee come successe con quelle romane. Probabilmente queste analogie non sono del tutto giuste e veritiere. Ma rimane un concetto forte nel mio immaginario e forse anche in quello collettivo...cerco di limitarmi prima di dire altre ed eventuali baggianate. La scrittura mi permette di essere più riflessivo e meno impulsivo a differenza del parlato :)

    Una cosa che mi preoccupa sono certe interviste compiute dai vari programmi che campano su queste cose. Molti di questi rampolli islamici hanno opinioni e comportamenti spesso contrari a tutto ciò che succede da noi o che ci rappresentano. In una di queste interviste nessun islamico si espresse in favore dell'emancipazione femminile considerando le italiane donne non rispettabili anche a causa del loro abbigliamento 'troppo provocatorio': jeans, maglione e tacchi.( <- tanto per rimanere nei temi trattati dalle tv)
    Sì le interviste non possono essere rappresentative di tutti e possono benissimo essere state manipolate. Ma in caso contrario? E se quelle opinioni corrisponde alla mentalità media di quegli uomini che vengono da noi?
    e se a causa dei vincoli legali che ci siamo dati per definirci democratici, questi chiederanno (chiedono) sempre più per quanto concerne diritti e altro? Questo a lungo andare provocherà davvero un cambiamento radicale.
    il fatto che pur di considerarci democratici permettiamo: imam di qualsiasi idea di predicare sul nostro territorio, togliamo simboli ricollegabili alla nostra Storia per non offenderli e altri atti dove ci mettiamo a 90 pur di non ferirli nel loro animo gentile e fragile, è da considerare un errore secondo me.

    Come il fatto di ricercare per forza l'integrazione oltre ad non esserci un vero impegno con un piano chiaro definibile integrazione. Non ti vuoi integrare? L'uscita è di là, arrivederci. Ma bisognerebbe aver chiaro cos'è l'integrazione. E dare una scala di priorità ai valori democratici: il diritto di parola e pensiero permette a chiunque di pensarla diversamente. Quindi anche l'imam straniero che applaude agli attentati, che denigra la società occidentale, sputa sulle nostre tradizioni e si augura in un radicale cambiamento, non possiamo impedirlo. A meno di ritenere che la sua predica inciti all'illegalità. E non lo riteniamo? Lui insieme a tanti suoi collegi farà proselitismo creando dai giovani universitari salafiti o altro.

    Okay mi sono dilungato, perdonate, spero essere stato il più chiaro possibile e pacato. So che è un argomento che scalda gli animi del forum dunque spero di non infiammare nessuno e di poter continuare un costruttivo dibattito :)
     
    • Like Like x 1
  9. Alessandro Argeade

    Alessandro Argeade

    Registrato:
    3 Ottobre 2015
    Messaggi:
    442
    Ratings:
    +101
    A me fa pensare soprattutto come sostituzione etnica delle popolazioni.

    L'Europa moderna è frutto delle ingenti migrazioni tra V e X secolo. I romani tanto per dire non avevano quasi nessuna nozione degli slavi o dei turchi o degli ungheresi, pur possedendo i loro territori attuali. Numerosi popoli sono stati cancellati dalla storia in seguito a queste migrazioni: daci, traci, illiri, iberi, mentre grandi popoli come i greci e i celti sono stati ridotti in piccoli territori.

    L'Europa del XXII secolo sarà etnicamente molto diversa da quella attuale? E badate che non parlo di semplice colore della pelle, ma proprio etnia nel senso di comunanza di lingua, cultura, tradizioni, storia...
     
  10. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.643
    Ratings:
    +140
    Questo lo hai detto tu, non io.
    Risulta però evidente che le competenze e l'emancipazione delle donne dell'est sono nettamente superiori a quella delle donne dei paesi islamici e ciò conta molto nel momento in cui in una famiglia si deve scegliere chi mandare avanti ad aprire la strada in un paese straniero con usanze diverse.
     
  11. SkySpace

    SkySpace

    Registrato:
    26 Agosto 2009
    Messaggi:
    3.854
    Ratings:
    +193
    Allora continuo a fraintendere questa frase.
     
  12. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.643
    Ratings:
    +140
    I dettami dell'islam non condannano solo la prostituzione.
    Anche l'educazione della donna è piuttosto mal vista, così come il fatto che abbia contatto con uomini che non siano parenti o marito.
    Tanto per farti un esempio esplicativo.
    In aereoporto, non ricordo se al Cairo o ad Istambul, una donna in burca presenta il passaporto al controllo, l'agente, donna pure lei ma in divisa ed a volto scoperto, le chiede di mostrale il viso, la donna chiama il marito, passato papena prima dallo stesso controllo, che parla con l'agente e poi alza lui il velo alla moglie, in modo che l'agente possa vederle il viso.
    Ti pare che una famiglia con una mentalità simile possa, anche solo pensare di, madare una figlia sola in Europa a lavorare, non a prostituirsi, per pagare il viaggo al resto di loro?
     
  13. SkySpace

    SkySpace

    Registrato:
    26 Agosto 2009
    Messaggi:
    3.854
    Ratings:
    +193
    Ok ora comprendo meglio il tuo post. Ma io, ti dirò, ho altre esperienze. Io ho una compagna universitaria islamica. A parte non mangiare maiale e non bere (cosa che fanno pure certi salutisti o vegani, dunque...) non è tanto diversa dalle altre ragazze. Non porta nemmeno il velo. Lei l'avrebbe indossato come voto di fede ma i suoi gli hanno chiesto di non farlo a causa delle ingerenze in questo periodo sull'islam. Si istruisce come noi ed è autonoma (viaggia in treno e bus senza nessuna presenza maschile).
    La sua famiglia è siriana ma si trasferirono i suoi genitori anni fa in Italia ben prima che lei nascesse.
    Dunque se hanno una visione così emancipata quei siriani che anni fa si trasferirono qua da noi, mi auguro che ce ne siano altri.
    Poi naturalmente gli immigrati non sono tutti siriani..e i siriani non sono tutti uguali.
     
  14. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.643
    Ratings:
    +140
    Non puoi confrontare la famiglia di una ragazza Italiana di origini Siriane con genitori da più di 20 anni residenti in Italia e probabilmente con cittadinanza, con una famiglia Siriana vissuta in Siria fino ad ora, magari anche in un piccolo centro abitato.
    Senza contare tutti gli immigrati che provengono da paesi islamici ancora meno aperti della Siria di Assad.
    Non dico che siano tutti estermisti o fanatici, ma solo che la scelta di chi mandare ad aprire la strada è stata condizionata dalle convenzioni della società in cui sono nati e cresciuti.
     
    • Agree Agree x 1
  15. feste

    feste

    Registrato:
    17 Agosto 2006
    Messaggi:
    2.624
    Località:
    Liguria/Toscana
    Ratings:
    +564
  16. vota dc

    vota dc

    Registrato:
    7 Agosto 2009
    Messaggi:
    354
    Ratings:
    +11
    Non ne sono sicuro. Ad esempio perché non migrano le donne? In Africa lavorano per la maggior parte le donne mentre i maschi bighellonano o giocano alla guerra e neanche sanno chi sono i propri figli.
    In realtà quelli che "stanno vincendo" tipo i curdi sono i pochi che migrano per motivi economici e infatti si portano pure la famiglia dietro (vedi caso Aylan) ma che bisogna pensare di comitive di soli maschi che fuggono dalla Nigeria ogni volta che il governo strappa qualche territorio al controllo di Boko Haram?
     

Condividi questa Pagina