1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

l'Aquila torna a volare 3

Discussione in 'Le vostre esperienze' iniziata da TFT, 17 Agosto 2009.

?

Quale sarà la sorte di Bisanzio?

  1. Europa,Asia e America vedranno la bandiera romana sventolare

    26 voti
    40,0%
  2. Bisanzio tornerà grande e forte

    8 voti
    12,3%
  3. Bisanzio tornerà potente,ma sarà sempre superata dai nuovi Stati Nazionali

    9 voti
    13,8%
  4. Bisanzio tornerà ad essere una potenza regionale

    0 voti
    0,0%
  5. Bisanzio riuscirà a sopravvivere fra stenti ed agonia

    2 voti
    3,1%
  6. Bisanzio sarà conquistata dagli aborigeni dellei Isole Trobriand,con le loro cerbottante

    20 voti
    30,8%
  1. eskil

    eskil

    Registrato:
    14 Settembre 2009
    Messaggi:
    128
    Ratings:
    +0
    ho... ho grande:eek:
    la prossima volta voglio vedere l'aquila in spagna:D... o meglio in iberia
    una volta terminata la conquista dell'india forse mi avventurerò anche io in francia...anche se non credo di riuscirci
     
  2. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    Gli utlimi anni di Andreas II e la Seconda Guerra Franco-Bizantina

    Antefatto

    Dopo la Prima Guerra Franco-Bizantina, lo Stato francese cadde in un profondo periodo di crisi,mentre quello romano prosperava,colonizzando l'Australia e accumulando ducati su ducati,respingendo i tentativi secessionisti dei provenzali. Il Re di Francia invece non riuscì a raccimolare forze sufficenti per contenere le spinte separatiste e le varie ribellioni dei contadini,tre anni dopo la fine della guerra fu infatti costretto a concedere l'indipendenza a:provenza,Bretagna,Cile,Argentina,USA,Canada e Haiti. Ma questo naturalmente non bastò,infatti una folta folla di contadini infuriati prese d'assalto la Bastiglia,decapitò il monarca e dichiarò nata la nuova Repubblica di Francia (anno 1680). Andreas II si fece garante di tutti i nuovi Stati,ma questo ovviamente non gli bastava. Sentiva la fine avvicinarsi,consumato da una terribile malattia, decise allora di condurre una nuova guerra contro il nemico francese prima della sua fine,lasciando l'Impero con i confini sicuri. Naturalmente un attacco diretto a Francia e Spagna poteva apparire troppo dispendioso per Bisanzio,fu quindi dichiarata guerra alla Provenza e i mangiarnae intervennero in suo soccorso,proprio come il Basileus sperava.

    La Guerra (1681-1682)

    i soldati provenzali,forti di dodicimila uomini, cercarono di battere i bizantini sul tempo,muovendosi a sud verso la Linguadoca,presidiata dallo Strategos locale,con appena 9000 uomini. Tuttavia l'arrivo tempestivo dello Strategos di Italia (12mila uomini) riuscì a ribaltare le sorti del conflitto,portando la guerra direttamente in provenza. Frattanto un forte esercito,composto da tre compagnie per un totale di 32mila uomini, si mosse verso Bordeaoux,assediando e conquistando tutto quello che trovava. L'esercito francese,stremato e inferiore di numero,non potè nemmeno competere contro le truppe del re di Britannia (che,trovandosi di fronte ad un bivio,aveva scelto di giurare fedeltà a Bisanzio), costui infatti riuscì a sconfiggere le forze francesi più volte,oppuando tutti i territori occidentali del Paese. L'ultima battaglia fu combattuta nei pressi di Parigi,dove l'esercito romano,aiutato dalle truppe del duca di Liegi,riuscì ad annientare quello francese,subendo pochissime perdite. La guerra avrebbe potuto continuare oltre,se non fosse sopraggiunta la morte del Basileus. Non essendoci un erede abbastanza grande da reggere le sorti imperiali,venne formato un consiglio di reggenza che fece immediatamente pace con i i franco-provenzali,prendendo ben 4 ricche regioni (zona con aerografo nella mappa sono le cessioni francesi).

    I sei anni del Consiglio

    il Consiglio rimase calmo per sei anni,occupandosi solamente di relazioni diplomatiche (ottime furono quelle stabilite con gli USA), e dedicandosi a sedare varie rivolte di malvagi secessionisti. Tuttavia il nuovo sovrano reclamò presto il potere,venne allora posto sul Trono d'Oro il diciannovenne Michele X,uomo energico e spregiudicato,deciso a continuare la politica del padre. Ora che la situazione è propizia (bb SOLO a 20/29), il nuovo signore del Mondo muoverà le sue truppe contro la Francia? oppure scenderà a sud,per riprendere l'antica Iberia? Oppure sarà così audace da tentare entrambe le cose? ai posteri l'ardua sentenza
     

    Files Allegati:

  3. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    TFT sei un grande :approved: Una cosa, Mantova esiste ancora :eek: Annienta i Mantovani :D
     
  4. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    appena finisco i franciosi penso agli spagnoli e ai tirapiedi mantovani :approved:
     
  5. andy

    andy

    Registrato:
    20 Maggio 2008
    Messaggi:
    2.341
    Ratings:
    +114
    Eccezzionale TFT, voglio vedere Pechino Bizantina però ! XD
     
  6. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    Non sarebbe affatto male :approved: Senò portano il made in china dappertutto :D
     
  7. BlackTopo

    BlackTopo

    Registrato:
    6 Luglio 2008
    Messaggi:
    122
    Località:
    Novara
    Ratings:
    +0
    lui porta il made in bisanzio ovunque invece! ;)
     
  8. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361

    o parigi o pechino...entrambe è umanamente impossibile
     
  9. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    TFT non dire così che ce la fai :D
     
  10. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    mo faccio una doccia e ceno,domani vi posto il resoconto...sappiate che ho conquistato il sud della Spagna!
     
  11. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    Wow non vedo l'ora, però gli spagnoli sono belli grandi, punti di prendergli anche le colonie :cautious:
     
  12. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    gli ultimi dieci anni del 1600..l'alba di una nuova era

    Antefatti:
    Michele X,agli inizi degli anni novanta del 1600 assiste alla caduta del secondo Impero per eccellenza,dopo quello francese...la Monarchia spagnola. Re Filippo V di Spagna non vide di buon occhio la creazione di uno stato francese rivoluzionario e quindi,con l'appoggio del vecchio re francese,entrò in guerra con l'obbiettivo di restaurare il monarca. Quello che accadde andò contro ogni previsione e statistica del tempo. L'esercito spagnolo non solo fu fermato sul confine dalle disciplinate truppe della repubblica francese,ma fu anche costretto a ritirarsi sempe più in profondità nel proprio territorio,cedendo sotto i colpi del nemico. Dopo due anni di guerra la Spagna era un paese sfinito,occupato per metà dai francesi e per l'altra metà dai ribelli nobiliari,desideriosi di riprendersi i loro antichi privilegi. Filippo V venne decapitato,insieme al monarca francese,quindi Spagna e Francia raggiunsero un accordo di pace,amicizia e mutua protezione. I nobili presero il potere fondando la Monarchia Amministrativa spagnola,governata da Carlo I. Questo conflitto,seguito dal cambio di governo,costò molto agli iberici,che dovettero concedere l'Indipendenza a Granada,Inghilterra,Scozia,Repubblica Centroamericana e Quebec. Infine agli aragonesi furono concessi ampi territori. Nel frattempo però a Costantinopoli Michele X preparava la sua campagna in territorio francese

    Guerra Bizantino-Avignonese
    Venne dichiarata guerra ad Avignone e come previsto questo fu soccorso da Francia e Quebec. Il misero esercito dell'Antipapa,dotato di armi moderne ma solo di 5000 uomini,non potè nulla contro i 20mila bizantini. L'assedio della fortezza avignonese cominciò,mentre il confine francese era conteso dalle truppe romane; queste erano in netta superiorità numerica (1:5) ma l'esercito repubblicano pareva inarrestabile e tremendamente determinato. Dopo che 70mila bravi ragazzi bizantini pagarono i vari assedi con la vita,Michele X si decise a chiedere la pace. Avignone accettò di arrendersi ed andare in esilio in Sudafrica. La Francia pagò un'indennità di 300 ducati,mentre il Quebec accettò la protezione e la supervisione di Roma. Tutto sommato era andata bene per solo un anno di guerra

    Guerra Bizantino-Granatina
    Nel 1693 Michele X si mise alla testa di una potentissima armata,di quasi cinquantamila uomini,divisa in tre gruppi,attraversando la penisola iberica e giungendo alle porte dell'Emirato di Granada. il Basileus era ben deciso ad approfittare di questo stato giovane ed isolato,difeso solamente da dodicimila uomini. Quando la guerra fu dichiarata solo Granada oppose una fiera resistenza,per 5 lunghi mesi,ma alla fine non ci fu nulla da fare. l'Emiro divenne un vassallo di Bisanzio e cedette 3/4 delle sue terre ai romani
    Guerra Bizantino-Sabauda
    Nel 1697 Michele era già pronto per un nuova guerra. Il suo obbiettivo sarebbe ricaduto sulla Savoia,una piccola nazione montana indipendente. Michele era intenzionato a creare una serie di vassalli sul confine germanico,assicurandosi una serie di cuscinetti contro il mondo germanico e scandinavo. I savoia però erano alleati dei Provenzali ed erano garantiti da Svizzera,Toscana e Milano. Questo certamente non fece spaventare il Grande Imperatore,che mosse le sue truppe oltre il confine nemico. L'esercito sabaudo venne annientato in un paio di mesi,con conseguente vassallizazione del regno,ma naturalmente la guerra continuò altrove,gallia meridionale e in italia. la Provenza riuscì a resistere per quasi nove mesi,nonostante il suo esercito venisse ripetutamente sconfitto,ma alla fine anch'essa cedette. La SVizzera oppose una fiera resistenza nella propria capitale,rigettando fuori dai propri confini i continui assalti dei bizantini e se la cavò pagando 300 ducati. La Toscana,dopo un brillante inizio in cui riuscì perfino ad occupare Siena,dovette cedere quando vide la sua capitale presa da un esercito di quattordicimila bizantini. A Milano però toccò la sorte peggiore. L'esercito milanese infatti si dimostrò alquanto ostico,sconfiggendo i bizantini a Verona,Friuli e infine assediando Venezia. Un esercito romano di 9000 uomini si mosse allora contro la Lombardia,ma venne respinto dalle rege truppe milanesi,che occuparono perfino la liguria. Alla fine però un esercito di 40mila bizantini massacrò interamente le forze milanesi. Il trattato di pace fece di milano un servo di Bisanzio,annullando il suo status di regno e trasformandolo in un misero Ducato
    L'Impero di Michele X nel 1700

    Nel 1700 Bisanzio è l'unico Impero al mondo,non che lo stato più esteso e più forte militarmente ed economicamente. I suoi mercanti controllano ben 11 COT e ne possiedono 9. L'Impero è decisamente uno stato accentrato,in cui la parola del Basileus è legge,gli altri sono tutti "protetti" dell'Imperatore. L'esercito è sostenuto da una fierissima tradizione militare (55%),prevalentemente terrestre,mentre la marina conta veramente poco. L'aristocrazia ha ancora un certo peso nell'Impero,anche se questo non preclude la possibilità di una classe plutocratica. I cittadini godono di una buona dose di libertà,pochi di loro sono considerati dei servi. L'innovazione è ben accetta in tutto l'Impero: filosofi,scienziati e inventori si stabiliscono quotidianamente alla Corte di Costantinopoli. L'esercito si basa sulla qualità,piuttosto che sulla quantità,mentre i mercanti sono liberi da qualsiasi vincolo. il Basileus garantisce libertà di culto a tutti,nonostante la fede ortodossa sia la religione ufficiale di Stato (professata nei balcani,in parte dell'italia,dell'egitto e della Siria) e circa il 40% della popolazione la professi.
     

    Files Allegati:

  13. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    Benissimo :approved: Sei un gigante :D Hai 121 anni per conquistare Pechino, Parigi e Madrid :cautious: Forse sono un po' esagerato :D
     
  14. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    è già tanto se faccio Parigi XD
     
  15. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    1700-1710 La Guerra Malacco-Francese

    Antefatto
    Michele X decise di dedicarsi a riammordernare e pacificare il proprio stato,dando vita ad un lungo periodo di pace. I risultati furono immediatamente positivi e nel giro di un paio di anni vennero gettate le basi per l'Università di Tessalonica e le accademie di Cipro e Verona. Per assicurarsi una pace duratura il Basileus aveva garantito la sua neutralità al presidente francese,a patto che questo non intraprendesse ulteriori azioni belliche.

    Guerra e conclusione
    Le parole del Re dei Re,Regnante dei Regnanti furono tuttavia ignorate. In quel tempo la Francia aveva dato via ad una massiccia opera di centralizzazione e espansione del proprio potere,sedando i ribelli in Louisiana e colonizzando alcune piccole isole. Frattanto il re spagnolo venne ucciso e inaugurata una repubblica sul modello francese. Questo fatto diede l'occasione agli scozzesi di ribellarsi,creare uno stato proprio e concludere una tregua con i loro antichi padroni. Naturalmente Bisanzio offrì la protezione al neonato stato scozzese,che divenne un vassallo. Poco dopo però Michele X rimase indignato quando scoprì che i francesi avevano dichiarato guerra a Malacca,nel tentativo di penetrare in Indocina. L'Imperatore non poteva restare a guardare e fu presto guerra contro la Francia,la Scandinavia e il vassallo francese di Borgogna.
    Il fronte francese andò immediatamente bene,con le truppe bizantine che espugnavano una città dopo l'altra,giungendo in un annetto fino a Orlean. Il duca di Borgogna fu invece un ostico avversario,nonostante disponesse di soli 7000 uomini riuscì a sconfiggere le armate bizantine per tre volte,prima di essere sconfitto da ben 35mila fanti romani. Nel frattempo i malvagi fiorentini cercarono di ribellarsi al dominio romano e riuscirono ad occupare la loro città,senza incontrare resistenza,visto che le Legioni erano tutte impegnate in Francia. Fu allora che intervenne il Duca di Ferrara,vassallo di Bisanzio,che con tredicimila uomini sconfisse i rivoltosi. Frattando la guerra al nord era sostanzialmente finita con la Francia totalmente occupata. Le clausole di pace stabilivano ampie cessioni territoriali nel sud francese e una striscia di terra chiamata Borbone. Tuttavia questo non frenò la crisi francese,il cui stato era ancora dominato da varie rivolte secessioniste che rendevano operativo il potere centrale del Presidente solo nel Nord della Francia
     

    Files Allegati:

  16. Markenos

    Markenos

    Registrato:
    11 Marzo 2009
    Messaggi:
    2.324
    Ratings:
    +1
    Che AAr non hai fatto TFT :love::love::love::love::love:
     
  17. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    Altri dodici annio di imprese di Michele X

    Il Gabinetto dei diplomatici e l situazione francese
    Michele X,dall'alto della sua lungimiranza,decise di istituire un organo chiamato Gabinetto,dove i migliori diplomatici bizantini avrebbero aiutato il sovrano negli affari di politica estera. Questa geniale mossa permise al Basileus di muovere celermente contro l'odiata Francia,ancora una volta. La repubblica francese oramai era ridotta alle colonie americane,dove era concentrato il grosso dell'esercito (30mila uomini) mentre in europa il suolo franco era stato spartito fra contadini ribelli,Neves,Guienna,Provenza,Bretagna e Bisanzio. Cinque anni dopo la fine dell'ultima guerra la situazione era identica,percui Michele decise di approfittarne e di prendere ulteriori territori di legittima proprietà dei Romani

    Guerra bizantino-franca
    I francesi non riuscirono nemmeno a mettere in campo un esercito nel loro suolo nativo,fatta eccezione per 5000 contadini ribelli. Mentre in america le truppe del Canada bizantino venivano sconfitte e ripiegavano sulla costa,in europa la francia vedeva cadere tutte le sue fortezze in mano al nemico. In meno di un anno venne siglata la pace,con ulteriori cessioni territoriali

    Guerra bizantino-bretone
    Ma Michele voleva di più,in particolare era interessato alle terre dei bretoni,che ora occupavano tutta la ex costa atlantica francese. Vennero mosse due armate da 23mila uomini in totale e fu la guerra. I bretoni resistettero tenacemente,comandati dal Presidente Filippe,riuscendo perfino a sfondare i confini della Gallia romana,ma alla fine non poterono nulla contro le magnifiche Legioni romane,che li superavano di 6 volte in numero. Il presidente bretone cedette il 70% dei propri territori ai romani e questi poterono felicemente instaurare il Thema di Armorica gallica
     

    Files Allegati:

  18. Ciresola

    Ciresola

    Registrato:
    18 Giugno 2009
    Messaggi:
    3.987
    Località:
    Valeggio sul Mincio, Italy, Italy
    Ratings:
    +32
    Evvai manca poco a Parigi Bizantina :D
     
  19. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    1715-1720 La morte di Michele X,il Consiglio e il nuovo erede



    Michele X spirò nel gennaio del 1715,con grande lutto da parte di tutto l'Impero. Non avendo generato figli a causa della sua sterilità il comando fu affidato ad un consiglio di nobili,in attesa che si trovasse un degno erede fra i suoi cugini o nipoti. Il consiglio fu molto abile nel reprimere le varie rivolte in Gallia,stringere un'alleanza con un piccolo stato tedesco e portare il culto ortodosso fino al cuore dell'egitto. Venne inoltre colonizzata l'Australia centrale. Ma l'erede,fortunatamente non sarebbe tardato a giungere...

    per Grazia di Dio Imperatore dei romani, Sommo pontefice e vicario di Cristo in terra,difensore della cristianità e protettore dei popoli. Imperatore di Gallia Maior e Minor, di Italia, Africa, Aegyptus,Dacia, Ungheria, Achaia, Tracia, Bulgaria,Pannonia,Boemia,Tirolo e oltralpe; di asia minor,di Armenia, Persia,India orientalis et occidentalis,Samarcanta e territori limitrofi al grande Mare Caspio,Signore delle terre d'oltremare,di Nuova Bisanzio (Austrialia),Despota di Taiwan,Sulu,Salomone e Trobriand; Grande Re delle Isole Indiane,Pacifiche,Altantiche,Legittimo Governatore di Quebec,Canada,Florida e Panama...l'illustrissimo Signor...


    a breve si scoprirà,e tutti i nemici si inginocchieranno!
     
  20. TFT

    TFT

    Registrato:
    23 Agosto 2008
    Messaggi:
    3.338
    Località:
    lombardia
    Ratings:
    +361
    I primi 10 anni di Tommaso I

    La presa di potere di Tommaso I,nipote di Michele X,fu l'inizio di una nuova fase espansionistica per l'Impero. Come prima cosa venne dichiarata guerra alla Francia,oramai incapace di difendersi e di schierare truppe sul suo stesso territorio. In sua difesa accorsero la Repubblica di Corisica e gli Stati Uniti. La guerra fu prò una vera e propria passeggiata,in Francia nessun soldato nemico cercò di fermare le truppe romane,mentre i dominii francesi in America crollavano sotto le spinte secessionistiche dei Cerokee e di altri nativi americani. La Corsica,una volta persa la sua flotta nella Battaglia di Cartagine,si arrese e divenne vassalla di Bisanzio. Gli USA pagarono 300 ducati senza nemmeno aver mai preso parte agli scontri e quindi si ritirarono. I francesi,oramai senza speranze,accettarono di cedere un paio di province americane,la Normandia e la città di Poities;la loro storia poteva definitivamente definirsi conclusa,sarebbero bastate due nuove guerre per vedere strappata la bandiera tricolore dei mangiarane. Tommaso fu però anche un grande mecenate e un difensore della fede ortodossa. Questa venne restaurata a forza nei balcani e imposta per tutta la costa egiziana,mentre l'accademmia artistica del Kosovo veniva inaugurata


     

    Files Allegati:

Condividi questa Pagina