1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Osservatorio Crisi Ucraina - Guerra nel Donbass

Discussione in 'Warfare Moderno' iniziata da Pandrea, 27 Gennaio 2014.

  1. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    180
    Località:
    Casale Monferrato
    Ratings:
    +53
    Che stesse navigando ad emissioni zero convinto di non essere individuabile per cui non li hanno visti arrivare?
     
  2. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    E' una delle poche spiegazioni possibili, ma sarebbe davvero una mossa ingenua.
     
  3. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    Aggiornamento odierno da R.I.D.

    Ucraina, i Russi avanzano verso Slovyansk22/04/2022 | MARCO RAMIUS

    La notizia più importante delle ultime ore sul fronte della guerra in Ucraina riguarda l’importante battuta d’arresto subita dalla puntata offensiva ucraina che, partendo dal fronte di Karkhiv, era giunta quasi a 35 km dall’importante nodo strategico di Kupiansk dopo avere liberato, percorrendo la strada P07, gli insediamenti di Lebyazhe, Bazalievkae e Shevchenkove. Dopo parecchie ore di intensi combattimenti, è confermato che le unità ucraine (composte soprattutto dall’agguerrita 92ª Brigata Meccanizzata) non sono riuscite a percorrere che pochi chilometri all’infuori di quest’ultimo insediamento, in quanto contrastate duramente da alcuni Battle Group russi fatti accorrere in tutta fretta dal fronte di Izyum. È difficile dire se questo limitato insuccesso ucraino sarà temporaneo o precluderà a una parziale ritirata dalle posizioni conquistate. È un fatto però che l’altrettanto parziale successo russo è frutto dell’incapacità complessiva di mantenere una pressione determinante su 2 contemporanei centri di gravità, ovvero Kupiansk e Izyum

    Ciò non vuol dire che sulla stessa Izyum i Russi non siano stati in grado di cogliere egualmente dei successi di un certo rilievo. La cittadina di Dibrivne, infatti, è stata catturata, ma potrebbe subire la stessa sorte pure Dovhenke, sul quale è stata condotta un’azione “alla Otto Skorzeny”, ovvero un tentativo di infiltrazione di Russi vestiti con uniformi ucraine. Vedremo se i Russi avranno la capacità di mantenere il momentum di queste piccole avanzate necessario a scardinare davvero il robusto dispositivo difensivo ucraino a protezione di Barkhinove e Slovyansk, almeno da questa direzione. Piuttosto, è ad est di Izyum che i Russi stanno mano a mano allargando il fronte offensivo verso Slovyansk, con la conquista degli insediamenti di Pisky Radkivski e Lozove, mentre potrebbe presto entrare in crisi il saliente di Severodonetsk. Dopo Kreminna, difatti, è caduta pure Zarichne ed i Russi stanno facendo affluire truppe di rincalzo per puntare su Lyman. Si tratta di una zona fittamente boscosa, con laghetti e corsi d’acqua, dove molto difficile potrebbe rivelarsi la manovra nel caso gli Ucraini decidessero di dare lì battaglia (l’alternativa è combattere direttamente casa per casa a Slovyansk). L’altro punto focale, Rubizhne, sembra poi quasi del tutto conquistato dai Russi, con la 4ª Brigata di Intervento Rapido della Guardia Nazionale (rinforzata dall’agguerrito Battaglione Georgiano) inviata d’urgenza a cercare di risollevare una situazione sempre più disperata. Più a sud, Popasna sembra egualmente quasi del tutto conquistata dai Russi, e pare proprio che su questo settore soltanto Lysichansk stia riuscendo a resistere senza arretramenti.

    Ancora più a sud, invece, in un’area compresa fra Toretsk e Avdiivka, assalti di truppe sia russe che separatiste sono stati respinti finora con grosse perdite fra gli attaccanti.

    A Mariupol ha avuto pieno successo la sortita dei difensori delle acciaierie Azovstal che erano riusciti a raggiungere il quartiere Primorsky della città, dove ancora alcune sacche di resistenza delle Guardie Confinarie e della Polizia erano concentrate. Gli effettivi di queste unità sono ora anch’essi asserragliati in questa fortezza, che, potenzialmente, potrebbe resistere ancora per molto a lungo, e, quindi inchiodare buona parte dei circa 12 Battle Group russi che al momento la assediano.

    Nel sud, a Zaporizha, una punta russa ha portato la minaccia nell’area dell’insediamento di Temyrivka, solo in apparenza una località minore. In realtà, da li è in teoria possibile prendere alle spalle Huliaiopole, punto che, ripetiamo ancora una volta, costituisce da qualche settimana un serio “grattacapo” per il fronte sud della campagna militare russa.

    A ovest di Kherson, il determinato assalto russo nella contesa Oleksandrivka è andato esaurendosi, e si sono avuti ulteriori lanci di lanciarazzi multipli su Mykolaiv.
     
  4. Amadeus

    Amadeus

    Registrato:
    17 Febbraio 2006
    Messaggi:
    1.518
    Ratings:
    +605
    Come ha già lasciato intendere @GeorgePatton, è una spiegazione possibile ma poco probabile.

    L'unico senso di avere un incrociatore classe Slava nella flottiglia che sta (stava?) eseguendo il blocco del porto di Odessa, oltre ad avere una nave comando, è la sua capacità di difesa aerea a lungo raggio tramite gli S-300F. Tra l'altro, l'unica ragione seria per averlo così vicino alla costa, è per interdire con i suddetti SAM non solo la zona di operazioni delle altre navi russe ma anche i cieli sopra la costa e la città di Odessa. Quindi mi pare difficile che fosse volutamente in EMCON e con i sistemi contraerei non allertati. Inoltre, il mai chiarito attacco alla fregata Admiral Essen avvenuto a inizio mese e la dichiarazione russa (senza prove) che la medesima fregata avrebbe distrutto un drone ucraino, lascerebbero pensare che i russi fossero ben consci del fatto che il pericolo principale alle loro unità in alto mare fosse di origine "aerea".

    Poi, come noi giocatori di wargame sappiamo, non è la prima volta che qualcuno, sicuro del suo, muove unità a casaccio giusto perché le ha, poi ci prende una mazzata inaspettata e allora diventa ossessivamente cauto... non possiamo escludere che un mix di incapacità e sufficienza, abbia portato al risultato che abbiamo visto. Magari era in transito verso la zona di pattuglia e aveva l'ordine di accendere i radar solo una volta raggiunto il punto di stazionamento, ma mi pare una scelta che neppure il più sprovveduto dei marinai prenderebbe.

    Comunque sono fiducioso che nelle prossime settimane scopriremo qualcosa in più su quel che è successo e perché è successo.
     
    • Like Like x 2
  5. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
  6. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    32.782
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +10.225
    • Informative Informative x 1
  7. Amadeus

    Amadeus

    Registrato:
    17 Febbraio 2006
    Messaggi:
    1.518
    Ratings:
    +605
    Probabilmente (come l'altra volta) si tratta di un attacco hacker.

    Se veramente i russi metteranno in campo un'operazione di recupero, come si vocifera da giorni, vuol dire che l'affondamento del Moskva è stato dovuto essenzialmente a negligenza e non a deficienze tecniche delle difese contraeree. Altrimenti inviare colà navi-recupero equivarrebbe a un ridicolo suicidio che farebbe impallidire tutte le, pur numerose, prove di dabbenaggine date dalle FFAA russe dall'inizio della guerra.

    D'altro canto mi chiedo che cosa ci sia di così importante da recuperare (in questo momento, poi), dando per assodato che il recupero dell'intera nave è impossibile con i mezzi a disposizione. Testate nucleari? Per tutta una serie di motivi, non ce ne sarebbero dovute essere a bordo (anche se...). Codici e dispositivi crittografici? Sinceramente le comunicazioni militari russe mi sembrano già abbastanza compromesse (a questo punto io li darei apposta i codici agli urcaini... così almeno si fermano qualche giorno per decrittarli :ROFLMAO:). Che altro? C'è rimasta solo la reliquia della Vera Croce... :rolleyes:

    Insomma, non mi sembra un'operazione sensata, il che non esclude che la faranno comunque (come questa dannata guerra, d'altronde).
     
    • Like Like x 1
  8. StarUGO

    StarUGO

    Registrato:
    15 Dicembre 2006
    Messaggi:
    5.919
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +947
    Non potrebbe essere proprio quell'..."anche se" l'ipotesi piu' accreditata?
    Si sa la profondita' in quel punto?
     
  9. kaiser85

    kaiser85

    Registrato:
    29 Marzo 2007
    Messaggi:
    2.211
    Località:
    Catania
    Ratings:
    +523
    Da qualche parte avevo letto che il Moskva si trova adagiato a 50 metri.
     
    • Agree Agree x 1
  10. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    secondo me è proprio per recuperare testate nucleari che secondo me erano a bordo
     
  11. Amadeus

    Amadeus

    Registrato:
    17 Febbraio 2006
    Messaggi:
    1.518
    Ratings:
    +605
    In effetti non mi vengono in mente altri motivi per mettere in piedi un'operazione di recupero in piena guerra e con tutti le altre preoccupazioni che dovrebbero avere. Ma è proprio sciocco avere armi nucleari a bordo in questo scenario in una nave simile (non che il fatto che sia sciocco implichi che non avrebbero mai potuto farlo).
     
  12. Rio

    Rio

    Registrato:
    3 Febbraio 2012
    Messaggi:
    1.045
    Ratings:
    +189
    Come interpretate l'attentato di oggi in transnistria?
     
  13. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    32.782
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +10.225
    Che c'è più divertimento a Bryansk di queste notti, luci, percussioni, profumi di primavera...
     
  14. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    upload_2022-4-26_15-7-42.png

    Interessante…postato tre giorni prima dell’attacco
     
  15. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    Sergey Protosenya, 55 anni ex-top manager della Novatek, la seconda più grande compagnia del gas della Russia, è stato trovato morto impiccato il 19 aprile nella sua casa in Catalonia, mentre la moglie e la figlia sono state trovate morte nel loro letto, con ferite da coltello. Vicino al corpo di Protosenya (55 anni), è sono stati trovati un'ascia ed un coltello.

    Vladislav Avaev, ex-vice presidente della Gazprom Bank, è stato trovato morto il 18 aprile all'interno del suo appartamento a Mosca, assieme alla moglie ed alla figlia di 13 anni. Nell'appartamento, chiuso dall'interno, è stata trovata una pistola.

    Vasily Melnikov, è stato trovato morto il 24 marzo, nel suo appartamento di Nizhny Novgorod, assieme alla moglie ed ai due figli. Melnikov, dirigente della compagnia MedStom, che opera nel settore medico e che ha subito pesanti perdite ad opera delle sanzioni occidentali imposte alla Russia, è stato trovato morto nella vasca da bagno con tagli ad un'arteria. La moglie di 41 anni ed i due figli, di 10 e 4 anni, sono stati trovati morti nei rispettivi letti, con ferite da accoltellamento.

    Mikhail Watford, ucraino ma di nascita russo, è stato trovato morto nella sua casa del Surrey (U.K.), il 28 febbraio. Watford, 66 anni, che aveva cambiato il suo cognome originale Tolstosheya, è stato trovato morto impiccato nel suo garage. La moglie e i figli, che si trovavano a casa al momento della sua morte, sono indenni.

    Alexander Tyulyakov, 66 anni, vicedirettore generale del centro per la sicurezza aziendale di Gazprom, è stato trovato morto il 25 febbraio in una dacia nei pressi di San Pietroburgo, impiccato nel garage. Accanto a lui pare sia stata trovata una lettera in cui annunciava la sua decisione di suicidarsi.

    Leonid Shulman, 60 anni, alto dirigente di Gazprom, è stato trovato morto nel bagno della sua dacia, nei pressi di San Pietroburgo. Anche in questo caso pare sia stata trovata una lettera in cui Shulman annunciava la decisione di togliersi la vita.

    Avranno tutti preso uno strano virus...
     
  16. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    Conflitto - Sommario delle attività alle 00.00 del 25.04. 2022

    Suggerisco caldamente di leggere attentamente la parte inerente all’Allargamento del conflitto.

    Quadro generale: Il 25 aprile le forze russe hanno condotto attacchi missilistici di precisione contro sei stazioni ferroviarie ucraine nell'Ucraina centrale e occidentale, nel probabile tentativo di interrompere i rinforzi ucraini verso l'Ucraina orientale e le spedizioni di aiuti occidentali. Una serie di attacchi missilistici russi probabilmente coordinati condotti entro un'ora l'uno dall'altro all'inizio del giorno hanno colpito sei sottostazioni di trazione nelle aree delle stazioni ferroviarie (infrastrutture di trasporto critiche) a Red, Zdolbunov, Zhmernka, Berdichev, Kovel e Korosten attraverso le quali vengono fornite armi straniere e equipaggiamento militare del gruppo di forze ucraine nel Donbas. Altri attacchi missilistici sono stati segnalati a Leopoli e Odessa.

    Di contro gli ucraini hanno colpito un impianto petrolifero e una vicina base militare con riserve di carburante a Bryansk a circa 150 km dal confine con l'Ucraina. L’attacco è stato portato da quattro UAVs Bayraktar TB2 di cui uno è stato abbattuto sulla via del ritorno.

    I contrattacchi ucraini locali hanno ripreso il territorio a nord di Kherson e ad ovest di Izyum nelle ultime 24 ore. Le forze russe continuano a fare pochi progressi negli attacchi sparsi e su piccola scala nell'Ucraina orientale. Le forze ucraine stanno bloccando con successo gli sforzi russi per aggirare le posizioni difensive ucraine intorno a Izyum e le forze russe stanno lottando per completare anche gli accerchiamenti tattici. È improbabile che i contrattacchi ucraini locali nell'Oblast di Kherson si trasformino in una controffensiva più ampia nel breve termine, ma stanno interrompendo gli sforzi russi per catturare completamente l'Oblast di Kherson e probabilmente agiscono come un drenaggio della potenza di combattimento russa che altrimenti potrebbe sostenere lo sforzo principale della Russia nell'Ucraina orientale. Il 24 aprile le operazioni offensive russe nell'Ucraina orientale hanno fatto piccoli progressi intorno a Severodonetsk, conquistando diverse piccole città e stabilendo un ponte di barche sul fiume Krasna a ovest di Severodonetsk. Ulteriori forze russe si stanno schierando per rafforzare gli attacchi sul fronte di Izyum.

    Nella parte meridionale, le forze russe hanno continuato a fare pressione e a bombardare i difensori ucraini nell'acciaieria Azovstal di Mariupol. Le forze russe si stanno preparando per nuovi attacchi per catturare l'intera Oblast di Kherson e Zaporizhzhia.

    Le forze russe probabilmente hanno condotto un attacco “false flag”in Transnistria (il territorio occupato illegalmente dalla Russia in Moldova) per amplificare le affermazioni russe di sentimenti anti-russi in Moldova, ma è improbabile che le forze transnistriane entrino in guerra in Ucraina.

    Gli sforzi sono descritti con il metodo dell’orologio, partendo da ovest.

    Sforzo secondario Sumy: Le forze russe sono intervenute con fuoco di artiglieria oltre il confine sulla città di Bilopillya nell'Oblast di Sumy. Le guardie di frontiera ucraine hanno riferito che i proiettili provenivano dall'interno della Russia. Questa è la stessa zona in cui ieri è stato abbattuto un TB2 ucraino e in ritorno da Bryansk.

    Sforzo secondario Kharkiv - Izyum: Il 25 aprile le forze russe hanno mantenuto le loro posizioni intorno alla città di Kharkiv e continuato a sottoporre la città e gli insediamenti circostanti ad attacchi di artiglieria e aviazione. Hanno continuato nei tentativi di occupare Izyum, Barvinkove e Slovyansk.

    Le forze ucraine hanno condotto un contrattacco limitato ed espulso le truppe russe da Zavody, a circa 20 km direttamente a ovest di Izyum.

    È molto probabile che le forze russe ritornino a montare un attacco cercando di avanzare attraverso Zavody per aggirare le difese ucraine più radicate lungo la rotta autostradale diretta a Barvinkove.

    Sforzo principale Oblast' di Donetsk e Luhansk: Il 25 aprile le forze russe hanno continuato a bombardare l'intera linea del fronte riducendo gli attacchi terrestri. Nell'oblast di Luhansk hanno catturato Novotoshkivske, rasa al suolo precedentemente. Le forze russe hanno interrotto la fornitura di elettricità nell'intero oblast di Luhansk.

    Le forze ucraine avrebbero respinto gli assalti russi contro Koroviy Yar e Rubizhne e combattimenti sono in corso a Popasna. Lo stesso giorno, il leader ceceno Ramzan Kadyrov aveva affermato che le forze russe avevano completamente catturato Rubizhne (TBC).

    A ovest di Severodonetsk, le forze russe avrebbero ampliato la testa di ponte sul fiume Krasna con il gittamento di un secondo ponte su pontoni PP-2005 ed hanno assunto una postura difensiva attorno alle città catturate il 24 aprile di Popivka, Pischane, Zhytlivka, Kreminna, Yatsivka, Zelena Dolyna e Zarichne (TBC).

    Le unità da ricognizione russe che il 24 aprile, aggirando Dibrovne, si erano spinte a sud sino a Pashkove hanno assunto un atteggiamento difensivo in attesa dei rinforzi che stanno affluendo, da qui minacciano di tagliare la ferrovia tra Barvinkove e Slovyansk.

    Intenso fuoco di artiglieria è stato segnalato attorno a Marinka, Avdiivka, Dibrovne, Nova Dmytrivka, Korulka, Novotoshkivske, Horlivka, e Lyman dove erano state fermate prima di raggiungere la città. .

    Sforzo principale Mariupol: Il 25 aprile le forze russe hanno continuato a restringere l’area occupata dai difensori ucraini nell'acciaieria Azovstal e hanno continuato i pesanti bombardamenti con l’intenzione di far morire di fame i difensori, che è altamente improbabile che riescano a evadere e quasi certamente sono a corto di rifornimenti. La direzione principale dell'intelligence ucraina (GUR) ha affermato che la Russia potrebbe utilizzare armi chimiche contro le posizioni ucraine per "eliminare" difensori e civili.

    Le forze russe continuano a consolidare il controllo su Mariupol occupata. Il vice primo ministro ucraino Iryna Verrushchuk ha affermato che la Russia continua a rifiutarsi di impegnarsi negli sforzi di evacuazione, negando le affermazioni russe secondo cui le forze russe hanno aperto corridoi umanitari per facilitare l'evacuazione dall'Azovstal.

    La 40ª Brigata Ind. F.M. della Flotta del Pacifico, che ha lasciato Mariupol dopo un breve periodo di “rigenerazione”, è stata localizzata in movimento verso Volnovakha. Le truppe russe ritirate da Mariupol ammontano a circa 6 BTGs, 5 di questi hanno attaccato a nord ovest di Mariupol ed hanno aperto una breccia nelle linee del fronte ucraino intorno a Urozhaine. Le truppe ucraine si sono ritirate e stanno combattendo per mantenere il controllo di Blahodatne e Neskuchne.

    Sforzo secondario meridionale:

    Nell’oblast di Zaporizhzhia sono stati condotti tre attacchi aerei dai russi nell’area di Zelena Pole e gli ucraini si stanno preparando a difesa in attesa di una probabile offensiva russa. Le forze russe hanno raggiunto Malynivka e Avdiivka, ma non riescono a sfondare le linee di difesa ucraine. Tutti gli attacchi del 25 sarebbero stati respinti respinti.

    Nell’oblast' di Kherson le forze russe si stanno consolidando a difesa mentre vengono fatti affluire rinforzi nella parte settentrionale dell'oblast per condurre attacchi limitati a ovest verso Mykolaiv e a nord verso Kryvyi Rih. Bombardamenti su Zeleenodolsk e nelle vicinanze di Inhulets

    Nell’oblast' di Mykolaiv non ci sono stati cambiamenti o attività di rilievo.

    I limitati contrattacchi ucraini nelle ultime 48 ore a nord-ovest della città di Kherson hanno probabilmente interrotto i preparativi offensivi russi e costretto alcune forze russe a ritirarsi a Chornobaivka.

    È probabile che le forze russe abbiano condotto un attacco “false flag”in Transnistria (il territorio occupato illegalmente dalla Russia in Moldova), ma è improbabile che le forze transnistriane intraprendano azioni non supportate in Ucraina. Il Ministero degli Affari Interni della Transnistria ha riferito che forze sconosciute hanno preso di mira il Ministero della Sicurezza di Stato con due lanciagranate il 25 aprile; Funzionari della Transnistria hanno affermato che l'attacco era "un tentativo di seminare panico e paura in Transnistria". Il governo moldavo non ha commentato, per ora, il presunto attacco. Non ci sono stati cambiamenti significativi in quest'area nelle ultime 24 ore.

    Nessuna attività da parte dalle forze russe presenti in Trasnistria (tre Battaglioni Fucilieri Motorizzati).

    Valutazione sulle negoziazioni. Nessuna negoziazione in corso.

    Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, dopo un incontro ieri ad Ankara con il presidente turco Erdogan, oggi è in visita a Mosca dove sarà ricevuto dal presidente russo Vladimir Putin, a seguire un incontro di lavoro con il ministro degli Esteri Sergey Lavrov. Giovedì 28, chiuderà il cerchio, con tappa a Kiev e colloquio con Zelensky. La missione di Guterres ha già raccolto molte critiche, specie da Zelensky.

    Valutazione geo-politica. NSTR

    Valutazione economica. NSTR

    Allargamento del conflitto.

    • L'amministrazione Biden ha delineato una sorprendente ridefinizione del successo degli obiettivi americani nel conflitto: assicurarsi che l'esercito russo non possa più minacciare i suoi vicini: "Vogliamo vedere la Russia indebolita nella misura in cui non può fare nuovamente il tipo di cose che ha fatto invadendo l'Ucraina", ha detto il segretario alla Difesa Lloyd Austin in una conferenza stampa in Polonia, dopo il suo viaggio segreto a Kiev con il Segretario di Stato Antony. L'affermazione segnala una trasformazione del conflitto, contrapponendo gli Stati Uniti più direttamente alla Russia. Ma la nuova posizione degli Stati Uniti potrebbe anche giocare nella narrativa del presidente Vladimir Putin secondo cui la guerra in Ucraina riguarda davvero il desiderio dell'Occidente di soffocare il potere russo e destabilizzare il suo governo.

    • Visita di Blinken e Austin a Kiev, secondo quanto riferito, hanno discusso dell'assistenza alla difesa, dell'aumento della politica delle sanzioni contro la Russia, del sostegno finanziario e delle garanzie di sicurezza. Blinken e Austin durante una visita a Kiev hanno annunciato una nuova assegnazione di 713 milioni di dollari per le esigenze militari all'Ucraina e ad altri 15 paesi (Associated Press).

    • La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen durante l’incontro di ieri con il Primo Ministro Indiano Narendra Modi ha dichiarato che "Il risultato della guerra in Ucraina avrà conseguenze anche per la regione indo pacifica. In Europa vediamo la guerra di Putin come una minaccia al sistema di sicurezza dell'Unione Europea, ecco perché faremo il possibile perché Putin vada verso una sconfitta strategica. Ci troviamo davanti a un momento chiave: la risposta che diamo oggi alla Russia definirà il sistema internazionale e la cooperazione globale".

    • Dopo che per tre anni la posizione dell’ambasciatore USA era rimasta ufficialmente vacante Il presidente americano Joe Biden ha nominato Bridget Brink come nuova ambasciatrice Usa in Ucraina. Gli Stati Uniti riapriranno l’ambasciata, prima a Leopoli e quando sarà possibile tornerà a Kiev.

    • Gli Usa hanno invitato una quarantina di Paesi a Ramstein, quindi non solo gli altri 29 partner della Nato, in agenda: gli aiuti militari, il futuro della sicurezza e confronto tra alleati per la fase due della guerra: lunga e con mezzi pesanti senza coinvolgimento diretto. La riunione sarà divisa in tre parti. Si comincerà con la situazione militare nell’Est Ucraina. Poi si discuterà su come mobilitare l’industria della difesa nei diversi Stati per assicurare un flusso continuo di rifornimenti a Kiev. Infine il passaggio più inatteso: Austin sposterà il confronto sulle prospettive dell’Ucraina sul lungo periodo, una volta conclusa la guerra con la Russia. Messa così, sembra una discussione puramente teorica, visto che l’esito dello scontro sembra incerto. Ma, evidentemente, gli Usa considerano possibile una sconfitta militare di Putin. Se così fosse si aprirebbe il problema di come garantire agli ucraini di mantenere un esercito efficiente e super equipaggiato, in grado di scoraggiare altre invasioni e altre avventure.

    • Il rischio di una guerra nucleare non deve essere sottovalutato, ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ai media controllati dallo stato. Lavrov in precedenza aveva affermato che se la terza guerra mondiale dovesse aver luogo, comporterebbe armi nucleari e sarebbe distruttiva.

    Guerra dell'informazione. Continua l’overflow di messaggi da parte del presidente ucraino Zelensky. La campagna dell’informazione russa rimane rivolta alla ricerca di consenso interno.

    Cyber war. I russi continuano a degradare la telefonia mobile alternano forme passive a forme attive di EW, il segnale Starlink è disturbato per diverse ore al giorno. Continua l’impiego di mezzi EW per il degrado, alterazione/negazione del servizio GPS in grandi spazi. Degradando il segnale GPS in Ucraina, rendendolo in gran parte inaffidabile, possono colpire server NTP che utilizzano GPS per la sincronizzazione dell'ora, incidere sul funzionamento di ricevitori GPS militari, munizioni guidate di precisione e UAVs ed UGVs.

    Fonti americane continuano a segnalare l’imminenza di una Cyber-attacks in grande stile contro tutti quei paesi che stanno supportando l’Ucraina.

    Battle Damage Assessment. Per le perdite accertate: https://www.oryxspioenkop.com/.../attack-on-europe...

    Guerra aerospaziale. VKS continua con le sortite aeree nell'Ucraina orientale e meridionale ed ha superato la media di 200 sortite giornaliere portandole a 215. Le forze missilistiche avrebbero colpito almeno 27 strutture militari in Ucraina (fonte Intelligence USA).

    Valutazione meteo. Le previsioni per la maggior parte del Donbas-Kherson comprenderanno un aumento della copertura nuvolosa e temporali, la velocità del vento sarà generalmente in media di 15 kmh. Gli attacchi aerei e di artiglieria rimarranno degradati, mentre la pioggia battente continuerà a limitare i movimenti terrestri.

    Impatto umanitario. NSTR

    Crimini di guerra. Vedi link: https://en.wikipedia.org/wiki/War_crimes_in_the_2022_Russian_invasion_of_Ukraine
     
  17. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    Se è vero stanno davvero cadendo nel ridicolo più completo.

    Le foto e il video del fermo di presunti neonazisti accusati del tentato assassinio del giornalista russo Vladimir Soloviev hanno fatto il giro del web, sollevando alcuni dubbi. Lunedì, il presidente Vladimir Putin ha fatto sapere che l’FSB, il Servizio federale per la sicurezza della Federazione russa, «ha arrestato un gruppo terroristico che stava pianificando di assassinare un importante giornalista televisivo». Secondo il leader del Cremlino, dietro al piano sventato ci sarebbe stata la mano dell'Occidente che avrebbe ingaggiato un «gruppo neonazista russo chiamato National Socialism/White Power». Putin ha dichiarato: «Certamente, lo negheranno ora, ma i fatti e le prove sono incontrovertibili».
    Ma sono proprio le prove mostrate a non convincere. Il video dell’arresto, nel quale si vede il materiale sequestrato ai presunti neonazisti, è stato pubblicato su Telegram dall’agenzia filo-governativa RIA Novosti. Alcuni elementi presenti nel filmato hanno subito suscitato più di una perplessità negli analisti occidentali, che hanno parlato di una messinscena, anche abbastanza maldestra, dei russi. Non sono infatti passate inosservate le 3 copie del videogioco «The Sims 3». Secondo diversi giornalisti occidentali, gli uomini incaricati di confezionare «la scena del crimine» avrebbero frainteso gli ordini dei loro superiori, scambiando le schede SIM del telefono con il noto videogame. Ma c'è un'altra ipotesi, più credibile: un'espansione di «The Sims 4», chiamata «Wedding Stories», permette il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Proprio a causa di questa libertà di scelta, il publisher del gioco, Electronic Arts, ha annunciato negli scorsi mesi che il contenuto non sarebbe stato disponibile in Russia, dove «The Sims» è considerato un videogame di «propaganda gay». La community russa del gioco aveva persino lanciato un petizione su Change.org. Il giornalista della BBC Francis Scarr ha diffuso le foto del materiale sequestrato su Twitter parlando di «neonazisti ucraini starter pack» e chiedendosi ironicamente: «Chi l’avrebbe mai detto che fossero così presi con The Sims 3?» Mentre Eliot Higgins, fondatore del gruppo di giornalismo investigativo Bellingcat, ha rincarato la dose, aggiungendo: «Ecco la classica checklist del sabotatore: esplosivi, pistole, Mein Kampf, bandiera nazista, espansioni di The Sims».
    In molti si sono inoltre chiesti come mai un gruppo di terroristi, che dovrebbe agire senza dare nell'occhio, abbia avuto con sé vistose magliette con la svastica, foto di Hitler e altro materiale nazista in grado di attirare subito l'attenzione delle forze di sicurezza. Francis Scarr in seguito ha pubblicato un estratto dalla trasmissione condotta da Soloviev, in cui il giornalista russo afferma che l'ordine di ucciderlo sarebbe arrivato dal presidente ucraino Zelensky «perché voleva lavorare per la tv russa ma non aveva abbastanza talento».
     
  18. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    Sembra incredibile, ma, a distanza di oltre 60 giorni, ancora si sta parlando delle medesime città in cui o attorno a cui si combatteva all'inizio.
    Ecco un aggiornamento di R.I.D.

    Ucraina, gli ultimi aggiornamenti26/04/2022 | IGOR MARKIC

    Sul fronte di Izyum, i Russi hanno cercato di sfruttare la puntata offensiva in direzione di Barkhinove che buon successo aveva avuto nelle scorse ore, attaccando simultaneamente su un ampio fronte comprendente, almeno, Velyka Komyshuvakha, Virnopillya, Nova Dmytrivka, Pashkove, Dovgenke, e Velyka Komyshuvakha. Per il momento, questo allargamento del “fronte in tempesta” non ha avuto successo. Nel settore del saliente di Severodonetsk, un pesante bombardamento russo ha bersagliato, non è ancora chiaro con quali risultati, la stazione di filtraggio sul fiume Severny Donets, che serve praticamente tutte le città del Donbass, compresa la stessa Donetsk, mentre nell’appena occupata Kreminna, durante la cerimonia di giuramento del consiglio municipale appena nominato dai Russi, una bomba è esplosa causando delle vittime. Probabilmente, un altro caso di guerra partigiana dopo quelli registratisi a Kherson e Melitipol e di cui vi abbiamo dato abbondantemente conto su queste colonne. Nella stessa area, si può affermare ora come Zarichne sia ormai sotto il controllo russo, mentre Rubizhne e Popasna ancora resistono, sebbene parzialmente occupate dalle forze di Mosca e dove si continua a combattere casa per casa, situazione condivisa da quello che si trova in procinto di divenire un altro hot spot nelle medesima area, cioè Koroviy Yar. A sud di Lysichansk, però, Novotoshkivske è stata definitivamente occupata dai Russi, dopo essere stata, nei fatti, del tutto rasa al suolo. Il cerchio su Severodonetsk sembra pertanto chiudersi sempre di più. Liman, Yatskivka, Vremivka, Novomyhailivka, Mariinka e Avdiivka sono state tutte oggetto di attacchi terrestri, finora sempre respinti. L’ultima città, tuttavia, ha patito un importante danno alla stazione elettrica, e al momento è al buio. A Mariupol, per tutta la giornata di oggi sono state attaccate, anche con raid aerei, aree attigue all’acciaieria Azovstal, segno ancora l’area non è stata completamente rastrellata dalle forze russe e filo-russe. Più a sud, importanti tentativi terrestri russi su Novomykhailivka e Marinka sono stati respinti, mentre da Vulhedar stanno in successione partendo altre puntate offensive similari a quelle che già in precedenza, ogni 2 o 3 giorni, i Russi tentavano di lanciare in profondità nella parte orientale dell’oblast di Zaporizhia. In tal senso, vanno segnalati duri scontri in direzione dell’insediamento di Vremivka, con gli assalitori alla fine battuti in ritirata, successivamente seguiti da un ancora in corso ben più complessa manovra che sta interessando gli insediamenti di Velyka Novosilka, Novodarivka e Malynivka. Resta da vedere se, qualora abbiano successo, questi tentativi precludano a un’offensiva diretta in direzione di Zaporizha (o anche di Pavlopil), ovvero a un aggiramento alle spalle del dispositivo difensivo ucraino imperniato su Huliaiopole. La linea che corre da quest’ultima cittadina fino a Polonhy e poi Orikhiv sembra dal canto suo sempre più in crisi sotto la pressione russa.
     
  19. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702
    Riporto un interessante report ripreso da Twitter. Autore è David Patrikarakos, noto giornalista britannico che si trova attualmente in Ucraina e che ha intervistato un combattente, un certo Dima. Scremando dalle frasi propagandistiche e dalle sparate, rimane comunque una testimonianza interessante.

    I’ve arrived in Dnipro to begin covering the battle for eastern #Ukraine. Dima has been fighting since early March.

    “It’s like WWII but with modern technology. 2014 was a playground compared to this.”
    “Our greatest ally in this war is #Russia corruption & the nature of its army. The soldier in the field briefs his officer: ‘it’s not good but we’re holding’; next guy reports up: ‘we’re holding’; the next guy: ‘it’s going well! This is why Putin doesn’t know how bad things are.”

    “I didn’t believe the war would happen bc an invasion needs at least 2-1 numerical superiority. I looked on the borders at the army there & it was clear they didn’t have it. This is crazy. Sometimes you play poker with a bad hand. #Russia is playing without any cards at all.”

    “What has shocked me is the callousness of #Russia soldiers to their own men.” He shows me a photo taken from a drone of soldiers eating lunch in a ruined house near several bodies lying in the dirt. “They’re eating 20 meters from the decomposing bodies of their comrades.”

    "They just drop the bodies of their friends into trenches. Sometimes they don’t even bother to cover them We found a grave of 15 bodies a while back. They’d thrown bit of dirt on them but that it was it. They don't even respect to the lives of their own comrades. Incredible."

    Their tactics are insane. Chernobaivka has a small military airport. 17 times they've tried to take it. 17 times we've smashed them. Still they come. Our soldiers ask: "Are they dumb?" No, just incapable of independent thought. They just follow orders – no matter how crazy."

    "Chechen soldiers? Ha We call them TikTok soldiers. They're always filming. We found one who was wounded and trying not to fight but take a selfie." "Their job is not to fight but to shoot Russian boy conscripts who don't want to fight. It's Soviet tactics.

    "I want to say one thing:
    @elonmusk
    's Starlink is what changed the war in #Ukraine's favour. #Russia went out of its way to blow up all our comms. Now they can't. Starlink works under Katyusha fire, under artillery fire. It even works in Mariupol."

    “They use Soviet military tactics, which were out of date 30 years ago. But we study Afghanistan, & Israel. Things have changed! #Russia tries to press with Mass. Our strategy is simple: to destroy as many targets as possible. But we lack resources so must do it creatively.”

    “Look, you can always tell the difference between a partisan strike against a #Russia target & a Russian false flag. The former targets important infrastructure. They just bomb a civilian building or something. Would they ever target something valuable? Not in a million years.”

    "I know you British have a complicated relationship with your prime minister but here
    @BorisJohnson
    has become something of a national hero. We knew from the beginning that Britain was a very ancient and important nation – and it is a country that stands by its word."

    "The NLAWs are the best: easy to use, lock, load and move; without them we wouldn’t be taking out so many Russian tanks. On the subject of tanks: We’ve captured more than 100 enemy tanks. We have a joke in the #ukraine army: our biggest weapons supplier is Russia."



    Chi fosse interessato a leggerlo direttamente lo trova qui:

    (1) David Patrikarakos on Twitter: "“I didn’t believe the war would happen bc an invasion needs at least 2-1 numerical superiority. I looked on the borders at the army there & it was clear they didn’t have it. This is crazy. Sometimes you play poker with a bad hand. #Russia is playing without any cards at all.” https://t.co/KloIEVBNfI" / Twitter


     
  20. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.081
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +702

Condividi questa Pagina