1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Osservatorio Crisi Ucraina - Guerra nel Donbass

Discussione in 'Warfare Moderno' iniziata da Pandrea, 27 Gennaio 2014.

  1. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.080
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +701
    In effetti la prima dona da che mi sono fatto anche io è dove li porteranno?
    Lo stretto del Bosforo è virtualmente chiuso ai due paesi belligeranti. Rimane Kaliningrad. Ma non capisco il senso. Come te ho anche io pensato che via ferrovia facevano prima.
    Rimane il fatto che siano salpate. (Se i giapponesi dicono il vero)
     
  2. Darksky

    Darksky Admin Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Novembre 2005
    Messaggi:
    3.366
    Ratings:
    +224
    Non ho mica capito cosa vuoi dire esattamente con questo post :confused:

    Quello che dice la tizia non e' corretto ? Ovvero, l'attuale governo Ucraino e di stampo nazista ?
     
  3. Antigono

    Antigono

    Registrato:
    9 Febbraio 2006
    Messaggi:
    934
    Località:
    Milano
    Ratings:
    +11
    Tutto ciò che segue è "a mio parere".

    No, l'attuale governo Ucraino NON è di stampo nazista e, di sicuro, anche se lo fosse non giustificherebbe l'invasione russa.
    MA se le stesse cose le avesse scritte della Germania ALLORA mezzo mondo ad invocare la punizione divina sui "tedeschi nazisti".
    Ma senza scomodare i tedeschi: ricordi il soldato italiano che aveva esposta la bandiera della marina prussiana del 1866 (terza guerra di indipendenza) nella sua camera?
    Quello che non sopporto sono due pesi e due misure.
    Per rispondere alla tua prima domanda: non lo so.
    Tu che dici.
    Cosa significa aver incorporato un gruppo paramilitare che si rifà all'ideologia nazista (sempre se, come a me pare, sia vero), nelle proprie forze armate? Vuole essere un tentativo di dissinescare un problema? Significa un qualche tipo di riconoscimento? Quello che vuoi, sicuramente "non ha alcun senso" è una sottovalutazione.
     
    • Like Like x 1
    • Agree Agree x 1
  4. GyJeX

    GyJeX

    Registrato:
    6 Dicembre 2005
    Messaggi:
    32.780
    Località:
    santu sezzidu in dommo
    Ratings:
    +10.224
  5. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.080
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +701
    Le ultime stime parlano di oltre 7’000 morti (più delle perdite USA in Irak e Afghanistan messe insieme), cifra non smentita da Mosca .

    Mosca ha invece annunciato di aver impiegato per la prima volta in guerra un missile ipersonico , in occasione del suo bombardamento di ieri su Leopoli.
     
  6. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.080
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +701
    Da Difesa Online


    (di David Rossi)
    19/03/22

    Quanti sono i morti fra le truppe russe in Ucraina? Difficile dirlo: sappiamo solo i nomi di cinque generali - probabilmente, su sette effettivamente uccisi - e di numerosi alti ufficiali che hanno perso la vita in combattimento. Dal momento che i vertici dell’armata di Putin dal 24 febbraio muoiono in proporzione più che in tutte le guerre russe del XX secolo, è facile dedurre che le truppe non possano vedere la morte meno da vicino di chi le guida.

    Dato che dal 2 marzo il Ministero della Difesa tace, dopo aver rivelato comunque un numero cospicuo di morti (vedi articolo), e Putin parla rabbiosamente di “speculazioni sulle perdite militari”, non abbiamo che le stime di parte occidentale e ucraina a cui appoggiarci ma correttezza preferiamo cercare qualcosa vicino al vero da soli.

    Per nostra fortuna, dalla vicina Bielorussia trapelano un po’ di informazioni che ci aiutano ad orientarci e in quel Paese non è ancora calata una cappa impenetrabile per i media come nella Federazione russa (vedi articolo).

    A quanto pare gli ospedali delle maggiori città del Sud del Paese sarebbero al collasso “peggio che ai tempi del COVID” per l’arrivo senza sosta di soldati e ufficiali di Mosca bisognosi di interventi chirurgici e trattamenti urgenti. Ormai le amputazioni di arti e gli interventi salvavita sarebbero eseguiti "senza interruzioni". Deutsche Welle ha incontrato chirurghi che hanno dovuto amputare gli arti di decine di soldati russi in due o tre turni consecutivi, quasi senza sosta.

    Un medico, garantito dall’anonimato, ha riferito al Daily Mail che “non ci sono abbastanza chirurghi. In precedenza, i cadaveri venivano trasportati dalle ambulanze e caricati sui treni russi. Dopo che qualcuno ha girato un video a riguardo ed è finito Internet, i corpi sono stati caricati di notte per non attirare l'attenzione”.

    Una dottoressa di Mazyr ha riferito a The Times of Israel a meno di una settimana dall’inizio della guerra che c’erano code di autobus con i vetri oscurati, carichi di feriti dall’Ucraina.

    Da inizio marzo, vale a dire più di due settimane fa, a causa dell'enorme numero di soldati russi feriti da curare, sono stati cancellati tutti gli interventi e i ricoveri nelle città del sud della Bielorussia, creando molto malumore fra la popolazione.

    La Fondazione di solidarietà medica bielorussa ha confermato a Deutsche Welle che tutti gli ospedali sono sotto stretto controllo: "Ci sono dipendenti dell'FSB nello staff. Tutti gli edifici sono sotto sorveglianza. Molti medici, che in teoria avrebbero potuto dire qualcosa, sono stati rimossi dagli ospedali e sostituiti da russi”. Va da sé che il personale medico, infermieristico e amministrativo locale è troppo terrorizzato per raccontare le storie dell’orrore che accadono ogni giorno fra corsie e sale operatorie. A un certo punto, nei giorni scorsi sono entrati in servizio dei treni speciali per il trasferimento dei feriti in Russia.

    Intanto, nelle regioni bielorusse al confine con l'Ucraina, gli abitanti riferiscono di una marea crescente di cadaveri e militari orribilmente mutilati spediti fuori dall'Ucraina e poi inviati altrove per ulteriori cure o sepoltura. Fino a una settimana fa, più di 2.500 cadaveri di soldati sarebbero già stati trasferiti da Gomel alla Russia: se considerate che da quelle parti possono arrivare solo i feriti e i morti dalla famosa / famigerata colonna di 64 km che a inizio marzo era scesa proprio da qui in direzione di Kiev ed è stata in gran parte disgregata o distrutta dai resistenti ucraini, capite che - con almeno altri quattro fronti aperti a est e al sud dell’Ucraina - forse una stima a metà fra quella di Washington e quella di Kiev, cioè di almeno 10.000 morti russi in tre settimane e mezzo di guerra non appare irrealistica. Per capirsi, nella prospettiva di una durata di un anno, equivale a oltre 140.000 morti, praticamente un intero esercito.

    Perché muoiono? Perché infuria un combattimento feroce, ma anche e soprattutto perché la lunghezza e la profondità dei fronti non consentono un agevole soccorso dei feriti. Insomma, muoiono per gli errori di pianificazione strategica di Putin e dei suoi alti comandi.

    Francamente, anche a voler dimezzare le perdite rispetto alle nostre stime, cioè a immaginare meno morti di Mosca di quanti prospettati dagli Americani, c’è da domandarsi quanto sia la resilienza delle forze armate russe rispetto a un numero, comunque, non sostenibile di perdite, fra morti e feriti, per qualunque forza armata nel XXI secolo: di certo, i soldati di Mosca non avevano fatto le esercitazioni per tutto questo e per quanto uno strumento militare sia forte non dovrebbe, in una prospettiva razionale, vincere e autodistruggersi allo stesso tempo.
     
  7. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    180
    Località:
    Casale Monferrato
    Ratings:
    +53
    Ma in Russia c'è ancora una forma di coscrizione o il servizio militare è su base volontaria?
     
  8. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.080
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +701
    due anni di servizio obbligatorio (tre in marina)
     
  9. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    180
    Località:
    Casale Monferrato
    Ratings:
    +53
    Allora poveri cristi, mi fanno pena, puoi capire quanto abbiano voglia di essere li e siano motivati...
    Si può discutere all' infinito e con buone ragioni, sulle provocazioni occidentali ed anche sulla loro miopia, ma all' atto pratico chi ha varcato il Rubicone si assume le colpe e si carica sulle spalle i lutti altrui e soprattutto i propri.

    Sinceramente resto sorpreso che il numero elevato delle perdite, sia fonte di stupore, con il volume di fuoco che si riesce a sviluppare in una guerra moderna e con armi sempre più efficienti, non si possono che avere questi risultati.
    Quasi come nel 1914 quando stati maggiori e analisti militari, furono sorpresi dal fatto che i che fucili a retrocarica i cannoni a tiro rapido e le mitragliatrici avevano cambiato completamente la guerra, sia nella tattica, conto del macellaio insostenibile sia nella logistica, insufficienza nella produzione di munizioni di tutti i tipi
     
  10. metalupo

    metalupo

    Registrato:
    20 Ottobre 2006
    Messaggi:
    2.768
    Ratings:
    +152
    Se non si trattasse di un'operazione militare, ma solo di una fornitura militare.
     
  11. Tasso

    Tasso

    Registrato:
    16 Maggio 2008
    Messaggi:
    1.058
    Località:
    Scandiano(RE)
    Ratings:
    +165
    in teoria i soldati di leva, per legge, non possono essere inviati in operazioni fuori dal confine russo. in pratica "pare si dice" che li mandino comunque facendogli firmare una liberatoria preventiva in cui dichiarano di essere in una qualche parte della russia, ma non in ucraina, e ai famigliari venda detto morti in un incidente.
     
  12. Tasso

    Tasso

    Registrato:
    16 Maggio 2008
    Messaggi:
    1.058
    Località:
    Scandiano(RE)
    Ratings:
    +165
    no. ma nemmeno si puo' definire una "democrazia liberale". se proprio ci tieni e hai stomaco forte, nel pomeriggio ho un po' di tempo e apro il verminaio. diciamo che non il governo non è nazista, ma l' influenza dei neonazisti sostenuti e finanziati dal precedente governo, quello battuto da Zel alle ultime elezioni, è ancora presente e significativa, e l' attuale non aveva, nemmeno prima della guerra, la forza di interrompere del tutto le politiche del precedente, e dopo una serie di minacce di morte Zel c'ha mollato, ha cambiato politica, e risultato del compromesso è stato che l' ex comandante del battaglione azov https://it.wikipedia.org/wiki/Andrіj_Bіlec'kyj attualmente è "consulente civile" (non mi chiedere che caspita significhi) del comandante in capo delle forze armate
     
  13. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.080
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +701
    Possiamo guardarla da ogni punto di vista e possiamo anche accettare che tra le fila del governo di Kiev ci fossero dei neonazi.
    Ma chi ha varcato il Rubicone è nel torto marcio e non ci sono giustificazioni di sorta, soprattutto per il fatto che colui che dice di andare a denazificare è un dittatore che opprime il suo popolo, mette in galera o avvelena gli oppositori , sbatte in galera i membri delle comunità LGBT e chi più ne ha più ne metta. Perciò cercare ad ogni costo delle giustificazioni per quel che sta succedendo è, a parer mio, semplicemente assurdo.

    comunque non più assurdo del fatto che finanziamo la guerra di Putin comprandogli gas e petrolio ogni giorno
     
    Ultima modifica: 20 Marzo 2022
  14. cohimbra

    cohimbra

    Registrato:
    10 Marzo 2015
    Messaggi:
    2.804
    Località:
    Livorno
    Ratings:
    +1.145
  15. cohimbra

    cohimbra

    Registrato:
    10 Marzo 2015
    Messaggi:
    2.804
    Località:
    Livorno
    Ratings:
    +1.145
    Se ci comprava le begonie era meglio ma a noi gas e petrolio servono. Magari ce li venderà a prezzo simbolico biden
     
  16. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.080
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +701
    certo che servono. Finché non si fa nulla per liberarsi da questa dipendenza.
    È forse il momento giusto per pensare a delle alternative energetiche.
    Nel frattempo si possono trovare approvvigionamenti alternativi.
    Russia e USA non sono gli unici paesi al mondo che possono rifornire l’UE.
    Il Canada ad esempio ha tra i maggiori giacimenti di gas e petrolio. Poi c’è la Norvegia. Il nord Africa, in particolare modo l’Algeria, la stessa Italia dispone di giacimenti di gas (no non si fa, non fa bene all’ambiente). C’è la possibilità di ottenere energia tramite centrali nucleari (no quello no è pericoloso).
    Ci vuole tempo, impegno e investimenti. Tanti investimenti.
    Nel frattempo il prezzo della benzina schizza a 2.50 e quello del gas raddoppia. Mio dio come faremo! Non si può! È un vero e proprio crimine questo! Non avremo più abbastanza soldi per andare in vacanza o per comprarci l’ultimo modello di iPhone o per uscire a cena tutte le settimane!
    Se quelli muoiono sotto le bombe pazienza ma io in vacanza ci voglio andare e voglio pure potermi permettere di fare il pieno quando voglio. Ed anche accendere il riscaldamento da novembre ad aprile!! Per la miseria! Non ci posso rinunciare
     
  17. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    640
    Ratings:
    +48
    Sospesi dal presidente ucraino i partiti politici "scomodi" dell'opposizione, ovvero "Piattaforma di Opposizione - Per la Vita" e "Blocco di opposizione". Il primo dei due, che rappresenta soprattutto la minoranza russofona, è anche il più grande partito di opposizione (Su 450 seggi, Zelensky conta su una maggioranza di 295 seggi (254 del partito suo e di Bardanov, più 41 di altri partiti alleati), dei 155 seggi rimanenti, 43 sono del partito "Piattaforma di Opposizione - Per la Vita"). Questi due partiti avevano vinto nei collegi delle regioni orientali, in particolare nelle parti degli oblast di Lugansk e Donetsk che erano rimaste sotto controllo del governo ucraino (https://de.wikipedia.org/wiki/Parlamentswahl_in_der_Ukraine_2019), come per esempio a Mariupol! (il punto blu nella mappa: https://de.wikipedia.org/wiki/Parlamentswahl_in_der_Ukraine_2019 - metto la pagina tedesca perché ha più dettagli)

    Qui la notizia come riportata dalla RAI:
    https://www.rainews.it/articoli/202...ssi-1f9be919-5786-4f55-89a7-0f339f30028e.html
     
  18. Basileus Romaion

    Basileus Romaion

    Registrato:
    25 Ottobre 2007
    Messaggi:
    640
    Ratings:
    +48
    veramente non sappiamo se sia così. Più probabile che si siano "sparpagliati" raggiungendo le loro destinazioni.
     
  19. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    5.080
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +701
    e chi lo sa? Io mi limito a copiare citando le fonti. Se ne avete altre che dicono il contrario sarebbe interessante leggerle
     
  20. Tasso

    Tasso

    Registrato:
    16 Maggio 2008
    Messaggi:
    1.058
    Località:
    Scandiano(RE)
    Ratings:
    +165
    ma analizzare e volerci guardare dentro è giustificare? e allora giustifichiamo: una breve sintesi della politica ucraina, che di fatto è una cleptocrazia, del tutto equivalente a quella russa, con la differenza che in russia una fazione, quella legata ha putin, ha prevalso e a condizione non si immischino nella politica putiniana possono depredare chi e come vogliono. in ucraina questo non è successo, e ogni governo è espressione della fazione di oligarchi che prevale in quel momento, con riposizionamenti opportuni tra un governo e l' altro. il sostenitore della destra estremista ucraina era il presidente uscente, Poroshenko. Poroshenko qui lo vediamo sulla sua auto personale, banderamobile, [​IMG] Poroshenko era sostenuto e finanziato da due oligarchi: Ihor Kolomoyskyi e Victor Pinchuk. entrambi hanno contribuito nel 2014 alla creazione nel 2014 del battaglione azov e delle altre milizie neonaziste (erano 40 i battaglioni adesso reggimenti, Azov è solo quello più famoso in occidente, ognuno con il nome di una località del donbass: dnipro, Aidar, kiev 1 kiev 2 ecc per un totale ufficiale di oltre 12.000 uomini. a cui vanno aggiunte altre unità minori di partitucoli locali). nel 2015 Kolomoyskyi e Pinchuk litigano, Pinchuk gli fa causa, e kolomoyski prende a scontrarsi anche con il pupillo di Pinchuk, Poroshenko, e si schiera con la Tymošenko oligarca del gas. ed ecco Zelinski: faceva l' attore e produceva una serie televisiva, di cui era il protagonista, trasmessa dalla TV di Kolomoyskyi, "potere al popolo" storia di uno studente che si ritrova per caso a fare il presidente dell' ucraina, nemico giurato della corruzione. per kolomoyski, Zelinski presidente si rivela una delusione: il "nipote" come lo definisce, non gli restituisce quello che secondo Kolomoyski gli è dovuto, e cioè una banca nazionalizzata nel 2016, perchè erano stati prosciugati i conti e trasferiti i fondi all' estero. poco dopo l' FBI inserisce Kolomoyski nella lista nera ed è in un certo senso il primo oligarca che si ritrova sanzionato. e ovunque ti giri spunta fuori altro oligarca e altra monnezza. la democrazia liberale :) :) bella la politica ucraina bell' ambientino :)

    i nazifascisti: che non esitono sono un invenzione di putin: campo di addestramento modello Hitler-Jugend, finanziati dallo stato: il presidente è ebreo e quindi i nazisti è impossibile: rappresentano i nostri valori e quelli della resistenza, e se ne vantano: (attenzione violenza gratuita) https://twitter.com/Youblacksoul/status/1505364601721999361 ma c'è un aggressore, c'è un aggredito e tanto deve bastare
     
    • Agree Agree x 3

Condividi questa Pagina