1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

AAR - War in the West - Torch to Tunisia 42-43

Discussione in 'War in the East' iniziata da maie, 13 Dicembre 2015.

  1. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Maie (Asse) vs Challenging AI (Alleati)

    Torch_Tunisia.jpg

    Stay tuned :cool:
     
    • Like Like x 6
    Ultima modifica: 13 Dicembre 2015
  2. Daniel Morrison

    Daniel Morrison

    Registrato:
    15 Settembre 2008
    Messaggi:
    1.368
    Ratings:
    +162
    Finalmente un AAR su WITW, seguo con piacere!
     
    • Like Like x 1
  3. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Turno 1 - 10 Nov 1942 - Situazione generale

    Come potete vedere dall'immagine qui sotto, la situazione si presenta fin da subito molto particolare per chi, come me, è abituato a WitE (ma anche allo stesso WitW versione base) e alle sue armate cariche di divisioni da decine di migliaia di uomini. Qui (intendo in questo specifico scenario dell'espansione) molte delle unità a disposizione sono della grandezza di battaglione-reggimento-brigata. Ho letto più o meno ovunque che questo scenario garantisce un gioco molto "fluido": sarà sicuramente interessante e divertente, anche perché è la prima volta che lo gioco.

    Turno 1 - Situazione generale.jpg

    Il grosso delle nostre forze sotto il comando di Rommel si trova ovviamente al confine libico-egiziano, di fronte all'8a Armata Britannica. A El-Agheila si trova la divisione La Spezia, a presidio della Linea Marsa-Brega. A Tripoli abbiamo alcune unità italo-tedesche, poi la linea del Mareth.
    La situazione in Tunisia si presenta particolarmente critica: le unità a mia disposizione sono veramente poche. Lato positivo: le unità italiane in zona anche se numericamente esigue presentano un buon morale (in particolare i due battaglioni di commando hanno valore 80, peccato siano solo 1200 uomini).

    Turno 1 - OOB.jpg

    Le sorti della campagna saranno chiaramente decise dalla gestione della logistica. Per gli Alleati, l'avanzata dall'Egitto sarà un incubo: pochi porti, nessuna rete ferroviaria e distanze enormi. Pur non avendo le forze per resistere contro l'8a Armata, devo tentare di rallentarla il più possibile. Ho in mente di utilizzare la Luftwaffe (a seguire farò un'analisi più dettagliata delle forze aeree a mia disposizione) per bombardare i porti libici man mano che il nemico avanza, così da rendere più difficile l'inseguimento.
    Per quanto riguarda i porti, bisogna dire che la situazione è tragica anche per me fin dall'inizio: la quasi totalità dei porti libici parte già danneggiata (50-100%) a causa dei bombardamenti Alleati, eccetto Al Khums (vicino a Tripoli) e Bardia e Tobruk a ridosso del fronte e che presto dovrò abbandonare.
    La situazione dei rifornimenti non è delle migliori per quanto riguarda le unità di Rommel al confine: i supplies si attestano su valori del 25-30%, 5-15% per le munizioni, ok invece il carburante. Il CV delle unità ne risente parecchio e anche le due divisioni Panzer (15a e 21a) non superano un CV di 2 (TOE al 15-20%).

    A breve la sezione aerea del turno.

    Ciao!
     
    • Like Like x 5
    Ultima modifica: 30 Dicembre 2015
  4. ivaldi79

    ivaldi79

    Registrato:
    2 Aprile 2010
    Messaggi:
    1.802
    Ratings:
    +176
    7 giorni per uno scenario cosi piccolo non mi gusta, però ti seguo.

    edit: visto che hai l'espansione , lo scenario alternativo dove muore Hitler comè?
     
  5. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    L'ho acquistata ieri sera, quindi non saprei dirti perché ancora non l'ho provato.

    Ciao!
     
  6. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Turno 1 - 10 Nov 1942 - Air Planning

    La situazione aerea all'inizio della campagna si presenta nel modo seguente:

    Turno 1 - Situazione Air.jpg

    La situazione generale non mi soddisfa molto e faccio dei cambiamenti. Ho trasferito diverse unità in modo che possano contribuire attivamente allo sforzo bellico (ad es. molte squadre del X. Flieger Corps in Grecia si trovavano fuori raggio d'azione). Per quanto riguarda invece struttura e aree di competenza lascio quelle originali.

    Air Planning - Fronte libico-egiziano:

    In questo settore, decido di non attaccare direttamente l'8a Armata. Preferisco invece un approccio "indiretto": il X. Flieger Corps dalle sue basi su Creta avrà il compito di infastidire le retrovie del nemico e il transito dei rifornimenti. Recon per identificare i target (D1-D2-D3-D7) e Ground Attack (D4-D5-D6) sull'area di Marsa Matruh con obiettivi il porto e la linea ferroviaria, Naval Patrol lungo la costa. Purtroppo la distanza è tanta e tutte queste missioni si svolgeranno senza scorta, ma decido comunque di correre il rischio.

    Turno 1 - Air Planning - Est.jpg

    Air Planning - Fronte tunisino:

    Il Sicilian Ital. Air Command ha il compito di controllare il Canale di Sicilia-Malta così da generare interdizione (Naval Patrol). Il II. Flieger Corps, invece, si occupa esclusivamente dell'isola-fortezza (Ground Attack). Obiettivo: il porto di livello 4.

    Il Sardinian Ital. Air Command, in modo simile a quanto fatto dal X. Flieger Corps, ha come obiettivo Bone, il suo porto e il tratto di mare di fronte.

    Le squadre del Flieger Corps Tunisia e del II. Flieger Corps si occupano di individuare il nemico che avanza dall'Algeria, con compiti di bombardamento dove possibile sulle unità e sulla rete ferroviaria.

    Turno 1 - Air Planning - Ovest.jpg

    I risultati non sono entusiasmanti. L'atteggiamento offensivo si riflette in perdite elevate (102 aerei abbattuti, 242 danneggiati).
    L'attacco su Bone non causa danni al porto e le ricognizioni riescono a identificare meglio le unità avanzanti dall'Algeria.
    Nel Canale di Malta le squadre italiane generano una buona interdizione ma il conto è salatissimo (vedi sotto). Se non altro, il II. Flieger Corps centra pienamente il suo obiettivo: il porto di Malta è completamente distrutto e le perdite sono tutto sommato contenute (vedi sotto).

    Turno 1 - Air Result - Malta.jpg

    A Est, il X. Flieger Corps registra risultati non in linea con le aspettative. Le mie squadre non riescono a centrare il porto di Marsa Matruh, ma solo la linea ferroviaria.

    A dopo con gli aggiornamenti da terra.

    Ciao!
     
    • Like Like x 2
  7. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Turno 1 - 10 Nov 1942 - Ground Movement

    L'esecuzione della parte terrestre è decisamente veloce.

    Le unità in Tunisia sono frozen e quindi non si muovono per il momento. Lasciano invece Tripoli in direzione Tunisi le seguenti unità:
    - 47th Airlanding Bde
    - 1/L "Imperiali" IT Inf. div
    - 1/131st "Centauro" IT Arm. div

    La Divisione "La Spezia" lascia El Agheila e si dirige a tutta velocità verso Tripoli.

    Le unità di Rommel arretrano con ordine, abbandonando Sollum e Bardia (presidiata dalla relativa guarnigione italiana con fortificazioni livello 3: non mi aspetto seriamente che resista, ma se non altro terrà impegnata qualche unità nemica).
    La nuova linea di difesa si attesta all'altezza di Tobruk.

    Turno 1 - Ground.jpg

    Preferisco ritirare del tutto le due divisioni corazzate di Rommel, che ora si trovano a Bengazi a recuperare le forze. Prevedo di inviarle velocemente in Tunisia.
    Le divisioni di fanteria "Bologna" e "Trieste" si ritirano rispettivamente a Tolemaide e a ovest di Gazala. Entrambe le divisioni non sono infatti in condizioni di combattere: meglio ritirarsi per combattere un altro giorno.

    Le restanti unità abili al combattimento vengono trasferite tutte (inclusi gli italiani) al comando dell'Afrika Panzer Corps (senza che il limite di comando venga sforato), che prende posizione a est di Gazala.

    La prima linea è formata dalle seguenti unità:
    - 16th "Pistoia" IT Inf. Div
    - PzGren Rgt
    - 1st Luftwaffe Jaeger Bde
    In seconda linea, in modalità 'reserve', ho posizionato:
    - 136th "GGFF" IT Mot. Div (a Tobruk)
    - 90th Lt Mot. Div
    - 164th Lt Mot. Div

    Rommel e il suo QG si trovano a Derna. Conto di mantenere la linea difensiva attuale (Tobruk-El Adem) per almeno una settimana.

    Ciao!
     
    • Like Like x 3
    Ultima modifica: 14 Dicembre 2015
  8. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Turno 2 - 17 Nov 1942

    La settimana si apre in modo tranquillo. Tutto tace sul fronte libico-egiziano: gli inglesi non avanzano per il momento (che siano frozen?). Anche sul fronte tunisino non si registrano combattimenti. L'attività aerea nemica si concentra per lo più tra Malta e la Sicilia, dove gli Alleati tentano di contrastare il controllo del Canale.

    Air Planning

    Le mie direttive aeree rimangono praticamente identiche al turno precedente. Cancello solo le missioni del II. Flieger Corps su Malta: il porto della Valletta è già distrutto e il nemico impiegherà molto tempo per ricostruirlo, inutile bombardare delle macerie.

    Turno 2 - Air Result - Marsa Matruh.jpg

    Buone notizie da Est: il porto di Marsa Matruh è quasi interamente distrutto, continuano anche i bombardamenti della linea ferroviaria costiera. Si concludono in un nulla di fatto invece i miei raid su Bone in Algeria. Poco efficaci anche le missioni di ricognizione sulle truppe nemiche in avanzata verso Tunisi.

    In generale comunque calano le perdite aeree, nonostante il numero di raid rimanga pressoché invariato.

    Turno 2 - Air Result - Total Losses.jpg
    Turno 2 - Air Result - Total Sorties.jpg

    Ground Movement

    Si registra l'arrivo di un nutrito gruppo di nuove unità tra Tripoli e Tunisi. Le unità che erano bloccate nel turno precedente in Tunisia sono ora in grado di muoversi.

    Turno 2 - Reinforcements.jpg

    A Est mantengo le posizioni decise. La divisione "Trieste" raggiunge Derna dove riposerà fino a che non sarà nuovamente in grado di combattere. La divisione "Bologna", benché ancora molto debole, viene invece inviata nelle retrovie dell'Afrika Panzer Corps con lo scopo di prevenire eventuali tentativi Alleati di aggiramento di Tobruk provenienti dal deserto (Bir Hacheim). La "Trieste" e la "Bologna" sono raggruppate nel XXI. Ital. Corps.

    La 21st e la 15th Panzer proseguono la loro strada verso la Tunisia e si trovano ora nei pressi di Marsa Brega: la strada è ancora lunga. Per il momento sono costretto a percorrere tutta la strada "a piedi" perché i porti libici non hanno la capacità necessaria per spedire le due unità direttamente in Tunisia via mare. Nel frattempo il XX Mot. Ital. Corps raggiunge Sirte, da dove si è imbarcata la divisione "La Spezia" con destinazione Sousse, Tunisia: arrivo previsto per la settimana prossima.

    In Tunisia, le nuove unità prendono immediatamente posizione e decido di passare all'attacco, sfruttando il momento di debolezza del nemico (le mie ricognizioni avevano individuato solo 2 piccole unità nemiche nei pressi di Beja a Ovest di Tunisi). Il fulcro del mio attacco sono il "Barenthin Mot. Fallschirmjaeger Rgt" e il "160th PzGren Rgt" che attaccano le unità nemiche con ottimi risultati.

    Turno 2 - Ground - Attack results.jpg

    Nella prima battaglia, i miei 2 reggimenti mandano in rotta la debole brigata francese "Barre" causando ingenti perdite al nemico. Al secondo scontro prende parte solo il "160th PzGren Rgt" che riesce comunque a far arretrare un battaglione di parà inglesi. Un bel boost al morale!
    Le altre mie unità avanzano sui lati. Questa la situazione a fine turno:

    Turno 2 - Ground - End turn.jpg

    Ho raggruppato tutte le mie unità a Ovest di Tunisi nel LXXXX Corps. Le altre unità più a Sud saranno raggruppate sotto il comando del XX. Mot. Ital Corps (in viaggio da Sirte) appena possibile. Segnalo che la "47th Airlanding Bde" ha occupato e ora presidia il passo Kasserine e la divisione "Centauro" copre il suo fianco Nord.

    In generale il fronte presenta ancora dei grossi buchi, ma se non altro si comincia a intravvedere qualcosa di simile a una linea del fronte.

    Ciao!
     
    • Like Like x 5
  9. hurricane

    hurricane Banned

    Registrato:
    5 Agosto 2014
    Messaggi:
    822
    Ratings:
    +563
    molto interessante : ti seguo !

    PS : ma c'è anche la campagna navale dei convogli ?
     
    • Like Like x 1
  10. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Ciao,

    sì, molto astratta ma c'è. Il manuale dell'espansione nel capitolo relativo a questo scenario spiega che:

    Schermata 2015-12-15 alle 14.22.30.png

    In pratica parto con 150 navi e non ne riceverò nel corso della partita (gli Alleati invece mi pare che ne ricevano un tot a settimana).

    Dalla schermata delle perdite (o in alternativa da quello della produzione) si può verificare l'andamento della situazione. Ad esempio, all'inizio del turno 3 mi risulta che ho perso in totale 6 navi mentre gli Alleati ne hanno perse 21.

    Benché astratta quindi, la parte dei convogli è presente ed è quindi di primaria importanza generare interdizione tramite le missioni di Naval Interdiction/Air Superiority e bombardando i porti nemici che è esattamente quello che sto cercando di fare a Bone, Marsa Matruh e tra Malta e la Sicilia.

    Ciao!
     
  11. Sven_ilVecchio

    Sven_ilVecchio

    Registrato:
    11 Gennaio 2012
    Messaggi:
    268
    Località:
    Tremestieri Etneo
    Ratings:
    +44
    Hai detto che questa estensione è a livello di battaglioni, gli esagono quanti km rappresentano?
     
  12. hurricane

    hurricane Banned

    Registrato:
    5 Agosto 2014
    Messaggi:
    822
    Ratings:
    +563
    La mappa dovrebbe rimanere quella "universale" prevista per WitE, WitW, WitE 2, WiE e quindi 10 miglia per hex.

    Se non è così, non ho capito nulla dell'approccio di Grigsby :D
     
  13. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    10 miglia. Comunque intendevo dire che in questo specifico scenario, in aggiunta alle classiche divisioni-brigate-reggimenti di WitE e WitW, compaiono anche delle unità a livello di battaglione (ad es. i 2 battaglioni di commando italiani).

    Ciao!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
  14. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Turno 3 - 24 Nov 1942

    La settimana si apre con una mossa non totalmente inaspettata da parte del mio nemico: l'8a Armata Britannica tenta l'aggiramento a Sud attraverso il deserto della mia linea difensiva a Tobruk.

    Tra Tunisi e Bizerte registro l'arrivo di nuove unità:
    - il primo reggimento della 10th Panzer Div
    - il secondo reggimento della 1st "Superga" IT Inf. Div
    - il 190th Panzer Battalion (non presente su mappa ma disponibile come support unit) forte di 50 Panzer IIIm e 10 Panzer IVg L/43

    Air Planning

    Per la fase aerea decido di attivare (fino ad ora sono rimasti praticamente inattivi) il Fliegerfuehrer Afrika e il 5th Ital. Air Command in Libia lanciando diverse missioni di Recon sull'area desertica a Sud di Tobruk. Obiettivo: individuare il nemico e quantificare la consistenza del tentativo di aggiramento.

    Turno 3 - Tobruk.jpg

    Il risultato delle ricognizioni mi fa dedurre un attacco in forze. Il nemico comunque procede anche lungo la costa (nonostante le ricognizioni sembrerebbero non aver individuato unità in zona): Bardia (e la relativa guarnigione) e Sollum sono cadute in mano inglese.

    Proseguono i raid sul porto di Marsa Matruh ma con meno successo della settimana scorsa: forse il mal tempo sul Mediterraneo Orientale ha influenzato i risultati?

    Cattive notizie anche da Ovest: le mie missioni sul porto di Bone continuano a mancare il loro obiettivo. Le missioni di Recon invece individuano forze nemiche sempre più consistenti in avvicinamento alla linea del fronte lungo le linee ferroviarie che dall'Algeria corrono verso la Tunisia.

    Ground Movement

    La mossa dell'8a Armata Britannica indica che il nemico sta lanciando il suo attacco principale da Sud e o non da Est, frontalmente. Le opzioni sono due a mio avviso:

    - mantenere la posizione a Tobruk, dislocando la 164th Lt. Mot Div e la 90th Lt. Mot Div a protezione delle retrovie (i passi nel Southern Escarpment)

    - abbandonare la linea difensiva e ritirarsi verso Tripoli

    Nonostante sia dubbioso in merito a quale potrebbe essere la reale efficienza delle truppe nemiche dopo l'avanzata nel deserto, decido di abbandonare Tobruk, Bengasi e tutta la Tripolitania. Tenterò una nuova difesa in prossimità della linea Marsa Brega.
    Le unità abbandonano le loro posizioni con i tedeschi in testa (più mobili) e gli italiani (più lenti) a coprire la ritirata (la divisione "Pistoia" in particolare si trova ancora a Derna).

    In Tunisia, anche grazie alle nuove unità arrivate questa settimana, mantengo un atteggiamento aggressivo.
    Nel settore Nord, nei pressi di Souk el Arba il Barenthin Mot. Fallschirmjaeger Rgt e il 160th PzGren Rgt continuano a martellare il 1st BR Parachute Battalion e riporto due vittorie schiaccianti.

    Turno 3 - Ground - Result.jpg

    Lungo la costa, noto l'arrivo di consistenti unità nemiche e quindi preferisco non avanzare oltre ma occupo posizioni facilmente difendibili.

    Nel settore centrale, un'unità di fanteria americana (consistenza non identificata) si è spinta molto in avanti tra Le Kef e Siliana. Decido di tentare un accerchiamento con le mie unità mobili. Accerchiamento che riesce ma la sacca è ben lungi dall'essere chiusa ermeticamente, anche perché le mie ricognizioni aeree hanno identificato unità nemiche in zona.

    Nel settore Sud, continuo a occupare il passo Kasserine mentre il un reggimento della Centauro e il reggimento della divisione "Imperiali" sbarrano la strada a un battaglione americano a Gafsa.

    Nel mentre, la divisione "La Spezia" è sbarcata a Mahdia ed è già in marcia verso il fronte. Il XX. Mot. Ital. Corps è arrivato nel porto di Sfax. Queste le posizioni alla fine della settimana sul fronte tunisino:

    Turno 3 - Ground - End Turn.jpg

    Ciao!
     
    • Like Like x 4
  15. ronnybonny

    ronnybonny Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    6 Febbraio 2009
    Messaggi:
    3.306
    Località:
    Padova e Udine
    Ratings:
    +326
    Gli esagoni verdi sono quelli raggiunti dalla ferrovia/strade?
     
  16. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Ciao,
    no il colore degli esagoni indica il tipo di terreno e nel caso specifico il verde indica un esagono di tipo "clear": pianeggiante. Gli esagoni nelle tonalità ocra indicano invece "sand" o "desert".

    Ciao
     
    • Like Like x 1
  17. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Turno 4 - 1 Dec 1942

    Settimana di fortune alterne. Gli Alleati accerchiano e sorpassano Tobruk e la sua guarnigione, mentre l'aviazione nemica intensifica la sua azione sulla Tunisia.
    Il grosso dell'esercito d'invasione è arrivato in prima linea e le mie unità in Tunisia se accorgono: nei primi due scontri le mie forze sono nettamente inferiori di numero e vengono facilmente sconfitte, mentre nella terza battaglia, l'esperienza e il morale elevato consentono al "Barenthin" Mot. Fallschirmjaeger Rgt di resistere a soverchianti forze nemiche.

    Turno 4 - Allied attacks.jpg

    Settimana importante anche sul fronte dei rinforzi. In Tunisia sbarcano il 2' reggimento della 10th Panzer Div e il 3' e ultimo reggimento della divisione "Superga". Ma l'arrivo sicuramente più interessante è quello della "1./501st Heavy Panzer Company" equipaggiata con ben 9 carri Tigre :cool:

    Turno 4 - Reinforcements.jpg

    Air Planning

    I risultati non entusiasmanti dei primi turni mi spingono a effettuare alcuni cambiamenti. Il 3rd e il 4th Ital. Air Command sono interamente trasferiti in Sicilia. Qui, insieme al Sicilian Ital. Air Command avranno l'incarico di difendere l'isola e di tenere a bada Malta. Per quanta riguarda il Sardinian Ital. Air Command, trasferisco le mie squadre con autonomia più limitata in Tunisia, cosicché possano prendere attivamente parte alla guerra.

    Il II. Flieger Corps, precedentemente basato in Sicilia, si trasferisce interamente nell'area di Tunisi con il compito di assicurare il controllo del cielo nei settori Nord e Centro. Il Flieger Corps Tunisia viene spostato nell'area di Sfax con la responsabilità per il settore Sud del fronte, unitamente al 5th Ital. Air Command.

    Sistemata l'organizzazione, rivedo la parte di pianificazione.

    Turno 4 - Air Planning.jpg

    Buoni risultati per quanto riguarda le Recon e i Gnd Attack sulla Tunisia. Le missioni del Sardinian Ital. Air Command su Bone continuano invece a essere un fallimento totale e le infrastrutture portuali della città non sono intaccate.
    Buone notizie dal fronte libico-egiziano. Il X. Flieger Corps cambia obiettivo (Bardia anziché Marsa Matruh) e riesce a distruggere il 46% del porto.
    Per concludere, perdite contenute e in calo rispetto alla settimana precedente.

    Ground Movement

    In Libia continua la ritirata dell'armata italo-tedesca. La maggior parte delle unità hanno già raggiunto la linea fortificata di Marsa Brega. Rimangono indietro solo 2 divisioni italiane: la "Bologna", 70 miglia a Sud di Bengasi, e la "Pistoia" che si trova ancora tra Derna e Tolemaide. Il prossimo turno cercherò di evacuarla via mare, così da evitare che venga catturata dal nemico che avanza lungo la costa: gli Alleati hanno raggiunto Gazala.
    Nel frattempo, la 21st Panzer Div ha superato Tripoli e si prepara a entrare in Tunisia il prossimo turno, mentre la 15th Panzer Div si trova ancora poco a Sud di Misurata. Una volta raggiunta la Tunisia, comunque intendo far riposare queste due unità prima di impegnarle in combattimento: voglio che la fatica accumulata nella ritirata si riduca e che il TOE sia ripristinato.

    In Tunisia, nonostante l'equilibrio sia stato quasi ristabilito, rimango aggressivo con l'obiettivo di conquistare posizioni strategiche e facilmente difendibili (passi tra le montagne, esagoni montuosi, fiumi).

    Turno 4 - Ground - Results.jpg

    Nel settore Sud, raggruppo le mie unità nel XX. Mot. Ital Corps arrivato di recente dalla Libia. Dopodiché, il 3' reggimento della "Centauro" passa all'attacco e manda in rotta uno scaglione del "509th US Parachute Battalion", infliggendo perdite pesantissime all'unità nemica.

    Nel settore Centro, la sacca che avevo creato il turno precedente ha retto. Dopo aver bombardato le postazioni nemiche nella fase area, lancio il mio attacco sull'unità Alleata accerchiata. Il "1st US Ranger Battalion" viene annientato e si arrende!
    In questo settore, un attacco del "10th IT Mot. Bersaglieri Rgt" contro un battaglione inglese di Commando si risolve in un nulla di fatto.

    Nel settore Nord, il "160th PzGren Rgt" e il "Barenthin Mot. Fallschirmjaeger Rgt" costringono alla ritirata un altro battaglione inglese.

    Queste le posizioni sul fronte tunisino alla fine della settimana:

    Turno 4 - Ground - End Turn.jpg

    Ciao!
     
    • Like Like x 1
    Ultima modifica: 18 Dicembre 2015
  18. maie

    maie

    Registrato:
    18 Luglio 2007
    Messaggi:
    5.377
    Ratings:
    +676
    Turno 5 - 8 Dec 1942

    Settimana tranquilla in Africa. In Libia, l'8a Armata avanza sia lungo la costa (il nemico è a 20 miglia da Derna), sia attraverso il deserto dove ha conquistato Mekili e l'aeroporto di Bir El Gabr e si trova ora a 80 miglia da Bengazi, posizione da cui minaccia di tagliar fuori la divisione "Pistoia".

    In Tunisia, il settore Nord si conferma quello più caldo. In questa zona si concentrano le incursioni aeree del nemico e i suoi 2 attacchi terrestri.

    Turno 5 - Allied Attacks.jpg

    Buona prova di resistenza da parte del Rgt "Barenthin", mentre il battaglione di commando italiano "Bafile" non può nulla contro le soverchianti forze nemiche.

    Continuano ad arrivare nuove unità in Tunisia, tra cui spicca il 3' reggimento della 10th Panzer Div.
    Infine, in Tunisia, il LXXXX Corps viene sostituito da una nuova armata: la 5th Panzer Army.

    Turno 5 - Reinforcements.jpg

    Air Planning

    Sul fronte aereo, mantengo inalterati gli obiettivi in Tunisia. Il Sardinian Ital. Air Command fallisce ancora una volta: dal prossimo turno sospenderò le missioni sul porto di Bone.

    In Libia, invece, il X. Flieger Corps cambia nuovamente target: non più Bardia ma Tobruk. Registro un importante successo, riuscendo a distruggere il 100% delle infrastrutture portuali.

    Ground Movement

    In Libia, prosegue la ritirata delle unità italiane, la divisione "Pistoia", minacciata di essere tagliata fuori, si trova a 10 miglia da Tolemaide dove proverò il prossimo turno ad evacuarla via mare.

    Turno 5 - Ground attacks.jpg

    In Tunisia concentro i miei sforzi sul settore Nord, per controbilanciare la pressione nemica in questa zona. Lancio a mia volta 2 attacchi: nel primo attacco riesco ad ottenere una ritirata, nel secondo invece le forze nemiche riescono a resistere.

    Negli altri settori mi limito ad occupare esagoni vuoti, riposizionare le unità e riorganizzare i comandi. Purtroppo i pochi punti amministrativi a disposizione non mi consentono di cambiare il comando del XX. Mot. Ital. Corps nel settore Sud. Queste le posizioni alla fine del turno:

    Turno 5 - End Turn.jpg

    Ciao!
     
    • Like Like x 2
  19. blizzard

    blizzard Moderator Membro dello Staff

    Registrato:
    13 Ottobre 2011
    Messaggi:
    4.123
    Ratings:
    +1.536
    Di che nazionalità sono le unità blu?
    I tedeschi sono grigi e gli Italiani gialli?
     
  20. Ciotto

    Ciotto

    Registrato:
    4 Marzo 2007
    Messaggi:
    1.780
    Località:
    Lecco
    Ratings:
    +113
    Blu sono i francesi se non sbaglio e gialli gli italiani.
     

Condividi questa Pagina