1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[AAR] A lezione nel Pacifico - Patton (A) vs Linus (J)

Discussione in 'Le vostre esperienze: AAR' iniziata da GeorgePatton, 15 Maggio 2019.

  1. bacca

    bacca

    Registrato:
    19 Ottobre 2009
    Messaggi:
    9.677
    Località:
    Veneto Indipendente
    Ratings:
    +1.384
    Da sotto Brisbane
     
  2. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    Non mi ricordo più se da terra si riesca a raggiungere Akyab, Cox's Bazar e Chittagong, provenendo da Rangoon? Sto cercando di organizzare la difesa della Birmania e dell'India ed è basilare sapere quanto ci mettono i japs per giungere in India marciando da Rangoon, senza effettuare sbarchi in una delle tre località citate sopra, pratica abbastanza usuale.
     
  3. bacca

    bacca

    Registrato:
    19 Ottobre 2009
    Messaggi:
    9.677
    Località:
    Veneto Indipendente
    Ratings:
    +1.384
    Via terra ci vanno , ci vuole tempo però
     
  4. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    Uhm...non so. Sono indeciso sul da farsi. Conoscendo Linus potrebbe anche prendere armi e bagagli dalla Malesia e sbarcare a Diamond Harbor saltando tutta la Birmania e chiudendo le mie truppe laggiù. Non so che fare.
     
  5. blubasso

    blubasso

    Registrato:
    28 Marzo 2009
    Messaggi:
    3.265
    Località:
    Vienna Austria
    Ratings:
    +655
    Il gioco di Linus ha il pregio di farti vedere bene i tuoi punti deboli e dato che non è detto che attacchi o si concentri su una data zona, ti obbliga a considerare molto bene le tue mosse.
    Fondamentalmente, con altri giocatori fai una guerra, con lui cresci come comandante supremo.
     
    • Agree Agree x 1
  6. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    Sono d’accordo.
    E da qui il titolo di questo AAR. Sono certo che dopo questa partita contro Linus, che duri poco o tanto, spero ovviamente che duri tantissimo perché mi sto davvero divertendo, ne uscirò decisamente più navigato.
     
  7. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    25 dicembre 1941

    Natale di sangue

    DEI

    Dopo lo sbarco a Java, sto mandando avanti piccole TF di inutili AM olandesi che hanno un'autonomia infima e che non raggiungerebbero mai un altro porto sicuro.
    Il mio scopo è quello di far sprecare munizioni alle unità di copertura nemiche (CA e CL e, perché no, BB), in modo che le TF di invasione restino virtualmente indifese e poi colpirle. Con cosa non lo so, mi restano solo unità leggere in zona, tipo PG, KV e quella roba li, però intanto vediamo che succede.
    Con un paio di scontri navali a turno, anche le navi migliori finiranno prima o poi i proiettili no? Qualche danno magari riesco a farlo.

    Australia

    Continua il bagno di sangue a Sidney. Oggi sono intervenute anche le corazzate, che hanno rovesciato sul porto una valanga di fuoco e acciaio, provocando parecchie vittime.
    I danni alle installazioni industriali sono comunque ancora abbastanza contenuti, pensavo peggio.

    Pacifico

    Sono sempre alle prese con tanti SS giapponesi attorno alle acque di Oahu che non riesco a togliere di mezzo, anche per l'esiguo numero di unità di scorta disponibili.
    Attendo con ansia l'arrivo di rinforzi dal continente e/o dall'Atlantico.

    Cina

    Linus sta procedendo a fare pulizia nella zona sud-orientale del paese, regione di Wenchow, ed in quella attorno alla città di Kaifeng.
    Se nella prima spero di resistere il più a lungo, nella seconda ho poca robetta, quindi la partita si chiuderà subito.

    Per la Cina, conto di fare il punto della situazione durante uno dei turni che farò durante il week-end e decidere la strategia da seguire.
     
  8. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    26 dicembre 1941

    Java

    continua la mattanza di AM e AMc olandesi attorno a Java. Oggi ne perdo ben 8 in un colpo solo ad opera di una squadra nipponica guidata da 3 CA. Con un autonomia di poche centinaia di km non sono andati lontano. Continuavano a fermarsi per rifornire, fino a che sono stati presi.

    A terra le truppe sbarcate a Loemadjang si spingono fino a Probolinggo, località appena a sud di Malang e sulla strada per Soerabaja.
    E se evacuassi già Soerabaja ammucchiando tutto a Batavia? Giusto per prolungare la resistenza sull'isola. Che ne pensate? Meglio tutto a Batavia o meglio tutto a Java?

    Sumatra

    I parà nipponici sono ad un passo da Palembang e catturano la località di Praboern...qualcosa.


    Pacifico

    Un mio sottomarino silura un AK nemico nei pressi di Eniwetok. Non si sa se fosse carico di truppe, merci oppure vuoto.

    La cosa interessante, invece, è che un solitario AVP (l'americano Heron), fuggito da Manila, incoccia casualmente in un mega convoglio a nord i Marcus Island, comprendente ben 30 AK scortati da 1 CL e 4 E. Ovviamente non succede nulla ma il convoglio, indpendentemente dal fatto che fosse carico o scarico, da o per dove navigava? Marcus Island? Oppure era una flotta d'invasione diretta a Wake?
    Cercherò di indagare con la ricognizione installata sull'atollo che, però, è distante e quindi non copre fino a Marcus.
    In realtà Wake è lontano da tutto e perciò è praticamente indifendibile. Ma la recon, fino a che è in mio posesso, può fornirmi elementi utili sulle intenzioni nemiche. Anche se, a dirla tutta, nssuno aveva avvistato questo convoglio prima d'ora.
    Se il convoglio è carico di truppe e diretto a Wake, la guarnigione non resisterà un giorno. Spero eventualmente di avere il tempo di evacuare la squadriglia di PBY stanziata sull'atollo.

    L'altra notizia relativa a questo settore è, invece, tragica, anche se in parte. Proprio oggi aveva fatto orgogliosamente salpare da Seattle la mitica corazzata Warspite, scortata da un paio di DD e diretta a PH. Purtroppo davanti all'isola Victoria la corazzata inglese è incappata in un sottomarino nipponico, che le ha sparato due siluri nella pancia. La nave è mal messa, con danni notevoli e quindi rientrerà mestamente a Seattle per altre settimane (anzi, mesi), di lavori.

    Malesia

    La morsa si stringe. Le forze nemiche stanno convergendo su Georgetown, su cui stanno ripiegando tutte le mie ultime unità.
    Grazie a qualche sottomarino sto cercando di portare fuori pezzettini di unità che spero di riuscire a ricomporre in futuro (non ho ancora ben capito come funziona questa cosa...)

    Burma

    Ho mosso un paio di LCU fuori da Rangoon, giusto per capire la velocità di marcia. Una in modalità move ed una in modalità combat, in direzione di Prome. Quella in modalità move si muove al doppio dell'altra, ma qui si tratta comunque di un tratto veloce (ferrovia?). Se dovessi ritirarmi oltre Prome in direzione di Akyab, però, la cosa cambierebbe drasticamente. Ancora non so bene cosa fare.
    Sono sempre dell'idea di seguire il consiglio di Bacca, cioè di evitare il buco nero Burma ed evacuare. Ma non so se andare, a piedi, verso Akyab e compagnia bella, oppure, sempre a piedi, verso Imphal ed attestarmi sul confine indo-birmano.
    Mi era anche balenata l'idea di trasferire le truppe, sempre a piedi, in Cina, verso Lashio e Paoshan, per dare una mano ai cinesi.
     
  9. bacca

    bacca

    Registrato:
    19 Ottobre 2009
    Messaggi:
    9.677
    Località:
    Veneto Indipendente
    Ratings:
    +1.384
    Burma puoi anche cercare di tenerla, se però sei saldo a calcutta e colombo
     
  10. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    Ancora non lo sono. Sto pian piando facendo affluire forze, ma le tre brigate indiane e la brigata Gurkha che ho ad inizio partita imbarcate sulle navi le ho fatte sbarcare ad Akyab, Cox's Bazar, Chittagong e Diamond's Harbor.
    Ho la 18. divisione di fanteria britannica che, probabilmente, manderò a Ceylon.
    Che ne pensi? Un po' pochino vero? Per questo sto pensando di evacuare la Birmania e trasferire tutto il possibile sul confine indo-birmano, dove dovranno fermare la marea gialla.
     
  11. bacca

    bacca

    Registrato:
    19 Ottobre 2009
    Messaggi:
    9.677
    Località:
    Veneto Indipendente
    Ratings:
    +1.384
    Sempre che arrivi la marea gialla in india
     
  12. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    Beh questo si, ma parto dal presupposto che intenda devastare il paese, come ha già fatto in precedenza
     
  13. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    Certo che, all'inizio, il pool aereo degli alleati è sempre desolatamente vuoto. Quand'è che comincia a riempirsi a dovere?
     
  14. supertramp

    supertramp

    Registrato:
    27 Aprile 2009
    Messaggi:
    2.438
    Località:
    Nesso (CO)
    Ratings:
    +330
    E' ancora mooolto lunga...

    I caccia dell'USAAF da un miglioramento dai P40K (09/1942), per poi svoltare con i P47D2 (07/1943).
    Gli HB dal 02/1943 con i B24D1.
    Per l'US Navy da aprile 1943 con Hellcat e il mese dopo un fracco di DB.

    Gli Hurricane IIc invece da giugno 1942 danno una grossa mano in India e Birmania; i britannici dovranno sempre lesinare sui bombardieri.
     
  15. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    In effetti, come alleato non ho avuto modo di giocarci molto, quindi non mi ricordo gran che. Ma quello che mi preoccupa al momento è soprattutto il numero di aerei disponibili, più che il modello. Davvero scarsissimi
     
  16. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    27 dicembre 1941

    Vado un po' a memoria perché non ho il .txt sotto mano, ma non è successo un gran che.

    DEI

    Ho impegnato la Task Force olandese, composta dai 3 CL e dal manipolo di DD, mandandola in una missione semi-suicida contro la flotta d'invasione nipponica che continua a vomitare truppe a Loemadjang. La squadra si è scontrata con una nipponica comprendente 3 CA e quindi non è riuscita ad ottenere risultati apprezzabili. Due o tre colpi contro altrettante navi nemiche e la medesima cosa contro la mia squadra che si è poi ritirata.
    La mossa non ha funzionato, quindi è tempo di fuggire a tutta birra, prima di perderle tutte, anche perché si è verificato un massiccio sbarco sul lato settentrionale dell'isola, appena ad ovest di Soerabaja. Dico massiccio perché, dal combat che scorreva mi ricordo di aver visto sbarcare elementi di almeno tre divisioni di fanteria nemiche (non mi ricordo quali).
    Perciò presumo che la flotta sia supportata da una potente squadra navale che, se passa al di qua dell'isola, farebbe a pezzi in men che non si dica le mie belle navi olandesi.

    Burma

    Ho ripreso i bombardamenti dell'aeroporto di Chiang Mai coni miei B-17. Niente di che, ma almeno uno Zero è stato distrutto al suolo.
    Non ho ancora deciso cosa fare con le mie truppe a Rangoon. So che non reggerebbero l'urto di una massiccia avanzata nemica ma, se questa avanzata, fosse effettutata solo dalle truppe Thai, potrebbero anche reggere per un po'. Quindi penso sia sensato di vedere da cosa è composta la colonna in marcia nella giungla e che sta puntando su Pegu. Li, ad attenderla, ci sono un paio di unità di fanteria, che saranno rinforzate a breve da quelle in ritirata da Moulmein, che ho pensato di spostare a nord al fine di evitare che vengano tagliate fuori. Quando prenderò contatto con le LCU nemiche e vedrò cosa avrò di fronte, prenderò una decisione.
    Intanto ho sbarcato i rinforzi disponibili ad inizio partita, spalmandoli lungo la costa del Golfo del Bengala, tra Akyab, Cox's Bazar, Chittagong, Diamond Harbor e Ceylon. Al momento la 18. divisione di fanteria britannica è sbarcata per intero a Colombo, poi vedrò come distribuirla. Anche in questo caso dipende da se e quante truppe porterò via da Rangoon.

    Borneo

    Ho tentato un bombardamento contro i pozzi di Miri, utilizzando i bombardieri leggeri olandesi L qualcosa (12 o 212). I danni causati sono davvero pochini (2), però meglio di niente. Almeno uso le forze a disposizione e non le lascio brasare senza fare nulla. Domani si replica, anche se mi aspetto la presenza di una CAP nemica, che oggi era assente.

    Pacifico

    Un sottomarino nemico silura ed affonda una mia petroliera a sud di Midway. Era scortata da 2 DD che non hanno alzato un dito per proteggerla. Perdere le AO fa sempre male ma, per fortuna, almeno di quelle gli americani ne hanno diverse già all'inizio. Sono una fonte preziosa per le mie Task Force che, per altro, hanno diverse basi da cui rifornirsi. Ho sparpargliato in parecchie di esse, per non dover dipendere eslclusivamente da Pearl Harbor.

    Nel Pacifico del Sud, ho sbarcato una piccola unità di fanteria neozelandese su Raoul Is., quell'isoletta che si trova a metà strada tra Tonga e la Nuova Zelanda. Speravo fosse poco difesa, invece ci ho trovato parecchia resistenza. I miei valorosi fanti sono praticamente spacciati. Pazienza.

    Per il resto attendo le future mosse di Linus. Ogni turno cambia di proprietà almeno un atollo. Oggi è il turno di Tabiteuea (e forse anche di qualche altro, non ricordo). Non so se ci è sbarcato qualcuno oppure semplicemente per area di controllo.
    Comunque la posizione del mio avamposto, Canton Island, si fa sempre più difficile. Sta diventando davvero indifendibile, perciò ci lascio solamente un paio di PBY, giusto nella speranza che mi avvisino dell'avvicinamento di una flotta d'invasione nemica (e darmi così il tempo di evacuare gli stessi Catalina). Stessa situazione di Wake. Mi piacerebbe tanto rinforzarla e tenerla ma poi mi tocca anche rifornirla e la sua posizione geografica è davvero un po' scomoda. Inoltre la grande TF incontrata per caso ieri, viste le sue dimensioni, ritengo fosse diretta proprio laggiù, perciò ha poco senso rinforzarla.

    Concludo con una domanda: si riesce a fare arrivare aerei in Birmania partendo dalla East Coast, con scalo nelle Aleutine, URSS e Cina? Intendo volando, non via mare.
     
  17. supertramp

    supertramp

    Registrato:
    27 Aprile 2009
    Messaggi:
    2.438
    Località:
    Nesso (CO)
    Ratings:
    +330
    Le basi sovietiche non possono essere sfruttate dagli aerei alleati, se non erro.
     
  18. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484

    Già, avevo questo sospetto... :(
     
  19. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    28 dicembre 1941

    Turno tutto sommato abbastanza positivo, se si considera la situazione.

    DEI

    I giapponesi, sbarcati ieri a Sorong, (che si trova all'estremità settentrionale della Papua), la conquistano oggi. Caso curioso: l'AKL che si trovava in porto, appare ora fuori dal porto, in mani nemiche. Strano non sia affondata in porto al momento della conquista della base.

    I giapponesi sono ormai i padroni incontrastati dell''area. Qualsiasi nave voglia tranistare o navigare viene bersagliata.
    I miei aerei sono molto attivi, comunque. Si verifica anche un piccolo malinteso a Tjilitjap, dove i miei CW-21B Demon sopravvivono ad un orda di Zero mandati in sweep. Avevo letto male le indicazioni tecniche del velivolo e l'avevo settato a 27 k invece che 20 k (in realtà sono stato doppiamente distratto perché ho settato 28 k invece che 27 k). Linus me l'ha fatto notare e, in effetti, è stato un mio errore. Poco male, perché tanto non ho abbattuto nemmeno uno Zero (figuriamoci!).

    I gialli sbarcano a Balikpapan che, verosimilmente, cadrà già domani, mentre i miei CW-22 Falcon, che ieri hanno bombardato Miri, oggi ci riprovano. Come prevedibile questa volta è presente una CAP, 11 Oscar, che fa a pezzettini i miei aerei. Sono 4 Falcon che precipitano, sui 13 attaccanti.

    Pacifico

    In appoggio al manipolo di valorosi neozelandesi appartenenti ad un distaccamento del (a sua volta) Rarotonga Detachment continua a combattere su Raoul Island. Nonostante l'appoggio del cannoneggiamento apportato dai 2 CL neozelandesi e dalla squadra di superficie australiana, guidata dal CA Australia, la situazione è ormai segnata. Sono riuscito a sbarcare solo una parte del contingente. Poi, non capisco perché, l'AP si è ritirato, nonostante i miei chiari ordini. I 27 soldati ancora in grado di combattere lo faranno fino alla fine.
    I miei preziosi CA/CL/DD ANZAC fuggono lontano. Mi sono trattenuto in questa zona già per troppo tempo però, un piccolo successo le navi Oz l'hanno ottenuto, affondando una flottiglia di 5 PB giapponesi poste a guardia di Raoul Island.

    Tra la Marianne e le Bonin avviene un altro incontro casuale, tra una mia AO edil suo PG di scorta, proveniente dalle Filippine, e 2 TK nipponiche scortate da un DD. Ovviamente non succede niente, peccato.

    Cina

    Anche qui un piccolo malinteso. Non avevamo concordato nessuna HR riguardo agli strategic attack e perciò ho colpito le resources di Canton con ben 10 SB-III. Una forza immensa per gli standard cinesi :p che, però, infliggono 4 hits.
    In effetti era una HR che, normalmente io applico, ovvero quella che proibisce ogni strategic bombing fino al 1944.
    Ci siamo rapidamente accordati e l'abbiamo immessa in vigore.

    Un hex ad est di Sinyang si verifica uno shock attack da parte dei japs, contro mie unità che bloccano le vie di comunicazione nemiche. Linus è stato un po' troppo ottimista, lanciando in shock 3'863 soldati contro oltre 22'000 cinesini, che li fanno a pezzi. Una vittoria che fa bene al morale.

    Burma

    Anche oggi l'unico Zero distrutto è quello fatto esplodere dalle bombe dei B-17 che colpiscono l'aeroporto di Chiang Mai. Un solo B-17 danneggiato, perciò domani si continua.
     
  20. GeorgePatton

    GeorgePatton

    Registrato:
    26 Marzo 2006
    Messaggi:
    3.960
    Località:
    Svizzera
    Ratings:
    +484
    29 dicembre 1941

    DEI


    I japs continuano gli sbarchi nel Borneo, segnatamente a Samarinda (e non Balikpapan, come erroneamente annunciato).
    A Java mi sono fatto sorprendere totalmente fuori posizione. Stavo muovendo unità da Soerabaja a Batavia e, come mi avesse letto nel pensiero, Linus ha sbarcato truppe a Kragan, tagliando praticamente la via di collegamento con Batavia. Ora non posso nemmeno rientrare a Soerabaja perché le truppe sbarcate a Loemadjang mi hanno tagliato la strada. Complimento a me stesso per la genialata. Non che sarebbe cambiato gran che, intendiamoci, al massimo avrei potuto resistere un paio di giorni in più, tutto qua.

    Per il resto niente di particolarmente importante. Cerco di utilizzare ogni aereo che mi è rimasto per dare fastidio alla flotta nipponica, ma senza successo.
    Tutto il naviglio disponibile è già lontanto e si avvicina all'Australia o all'India.

    Malesia

    I japs premono su Alor Star, dove le mie truppe tentano di resistere il più a lungo possibile, al fine di permettere alle altre di entrare a Georgetowm dove moriranno gloriosamente o cadranno progioniere.
     

Condividi questa Pagina