1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

[AAR] À la guerre comme à la guerre - Linus (J) vs ste_peterpan (A)

Discussione in 'Le vostre esperienze: AAR' iniziata da ITAK_Linus, 15 Aprile 2018.

  1. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.702
    Ratings:
    +1.960
    Martedi' 11 Aprile 1944 - TURNO 857 - TOKIO ORE 02:18

    1) Teatro Perimetro Interno

    Continuo a riorganizzare i gruppi aerei d'addestramento a Onshu.
    Molti gruppi aerei raggiungono Clark Field dall'India per iniziare a fare addestramento in loco. Plausibilmente, appena avro' approntato altri AF in zona, dividero' i vari gruppi in piu' AF per razionalizzare il training. Clark Field, poi, puo' essere massimo lvl8 e quindi non ci stanno proprio.

    Un congruo numero di LCU si prepara a lasciare Onshu in direzione del Pacifico e delle DEI.
    Una divisione di fanteria da Tokio e tre divisioni di fanteria da Luzon andranno dritte a Sumatra e Giava per incrementarne le difese. ENG vari ed AirSupport in quantita' sufficiente integreranno il tutto.
    Le LCU verso il Pacifico sono per difendere alcune basi lasciate un poco indietro in fatto di truppe. In particolare le Marshall sono da difendere meglio e la fondamentale Ponape e' ancora pressoche' deserta (le truppe che erano in loco erano state spedite altrove).
    L'idea qui e' di dispiegare forze minori per rallentare eventuali azioni alleate mentre si appronta la linea successiva (Caroline-Marianne).
    Nelle Marianne appunto devo ancora iniziare a portare le LCU di supporto, mentre ciascuna delle 8 isole ha a disposizione 1 divisione di fanteria veterana ed abbondanti scorte di SUPPLIES/FUEL. Purtroppo, non faro' in tempo a dare forts lvl=9 a tutte le isole ed alcune resteranno a livelli inferiori (7-8).
    Le ART sono pronte a Nagasaki/Sasebo e devo solo caricarle e spedirle. I tank sono ancora da reperire (ho 3 LCU di ARM che vanno nelle Bonin ed un paio di altre LCU che sono ancora sui trasporti).
    Le Bonin dispongono di una divisione ciascuna piu' la 110ma Divisione Fanteria (credo) a Tokio: Divisione Type-C, ha un TOE discutibile ed exp bassa, ma puo' essere airliftata e quindi puo' essere utilizzata per rimpinguare le fila di una base sotto attacco. Alcune unita' di mortai e AT sono, pure, a Tokio pronti per l'airlift. La preparazione e' su Iwo-Jima, base relativamente isolata e sulle cui difese non scommetto eccessivamente a causa degli SL modesti di 25,000.

    In zona DEI sto invece approntando uno schema per proteggere Sumatra e Giava. E' imperativo riuscire ad avere uno schieramento congruo su Sumatra, area di fondamentale importanza per le linee di comunicazione con l'India.
    Alleato ha le CV nelle Aleutine, quindi difficilmente potra' ridispiegare le sue forze prima che io sia riuscito a creare una difesa solida. AF decisamente da migliorare e forts molto bassi pero'. Non ho gli ENG necessari perche' impegnati nelle Marianne e nelle Filippine.

    Filippine che sto iniziando a migliorare, con una difesa incentrata sulle isolette fra Luzon e Mindanao. L'idea e' semplice: le isole dell'Arcipelago delle Filippine sono relativamente protette da bombardamenti navali o sbarchi e possono fornire supporto sia a Mindanao che a Luzon, consentendomi di risparmiare sulle infrastrutture da creare. Luzon sara' difesa all'altezza di Manila, mentre Mindanao sara' protetta in piu' punti per evitare scherzi malsani di Alleato. Peccato che Mayalabay, base al centro di Mindanao, abbia AF massimo di 6: un AF lvl9 in loco sarebbe stato perfetto.
    Mine varie e SNLF/NavGuards dotate di CD completano il quadro delle difese filippine.
    Per ora, nessuna divisione e' assegnata all'area se non come punto di transito o riserva strategica.


    2) Teatro Perimetro Esterno

    Alleato bombarda l'AF di Milne Bay, deserto da piu' di un anno.

    Continua l'avvicendamento di truppe varie nel Pacifico.


    3) Teatro India

    Alleato manda una decina di 4E inglesi in notturna sulla zona di Surate e ne abbatto alcuni. Nessun danno alle piste.
    22 4E arrivano in zona Lahore dove una mia CAP improvvisata di 25 fra George e Nick fanno danni vari e proteggono relativamente le mie truppe. Alleato poi bombarda a terra a Lahore stessa e scopre che ho portato in velocita' 1250AV in citta' contro i suoi 230AV.
    Non solo, la divisione tank inglese in loco e' stata oggi accerchiata con un movimento repentino di tank giapponesi e rischia la distruzione: cio' sarebbe molto bene.
    Credo di non avere forze sufficienti per trattenere Alleato e al tempo stesso distruggere la divisione accerchiata, ma sicuramente infliggero' pesanti perdite, rendendola de facto inutile per molti mesi.

    Navi varie lasciano Madras con truppe di ogni tipo non piu' necessarie. Altre, salperanno a breve.
    La 53ma Divisione di Fanteria, pressoche' distrutta a Karachi e con soli 50AV residui, andra' a Singapore anziche' Onshu per riprendersi. Una volta che si e' ripresa, si aggiungera' alle 4 divisioni attualmente in movimento verso Sumatra/Giava.
    Un'ulteriore divisione di fanteria estremamente malridotta nella battaglia di Karachi andra', pure, a Singapore per riprendersi e restera' in loco funzionando da riserva tattica (Giava/Sumatra) e strategica (DEI/India/Filippine).

    Centinaia di aerei continuano il movimento dall'India alle Filippine. La caccia pero' va sopratutto nelle DEI, dove fara' addestramento in varie basi.
    La caccia che resta in India, invece, passera' piano piano a modelli piu' performanti per la difesa come Frank-R e George-III. I SR=3 sono scoraggianti, quindi una buona aliquota manterra' l'Oscar-IV cosi da avere un fighter 1E con SR=1 e buon armamento (2x20mm).

    Alleato sweppa anche con dei Corsair una base non presidita, iddio sa perche'.


    4) Fronte ECONOMIA

    Due grassi convogli da circa 280,000ton di FUEL iniziano a scaricare a Onshu. Altri piccoli convogli nelle DEI proseguono la redistribuzione di FUEL/OIL nelle varie basi: ho da svuotare diversi posti.

    La situazione produttiva e' sotto controllo, con quantitativi osceni di aerei sfornati ogni giorno dalle magnifiche industrie imperiali. I bomber sono, come sempre da diversi anni, in sofferenza: solo i Nell veleggiano sui 700 in pool, mentre Frances e Peggy(T) hanno i pool pressoche' vuoti.
    Al prossimo turno faro' un piccolo restyle della produzione.

    I grandi progetti infrastrutturali succhiano molte SUPPLIES, ma l'assenza di combattimenti per circa 1 anno mi ha aiutato.
    L'idea e' adesso di guadagnare quante piu' SUPPLIES possibili in attesa Alleato faccia la sua (prima) mossa.

    I problemi principali da affrontare a livello industriale sono: livello SUPPLIES e quantitativo di piloti.
    Per i piloti posso grossomodo trovare una soluzione, per le SUPPLIES avro' da fare grande attenzione. Non ne ho poche, ma nemmeno troppe.
    Chiaramente, avere India e Cina aiuta assai e quindi ho una flessibilita' notevole.
    Credo che il grosso delle mie spese sia rappresentato dalle costruzioni. Gli ENG consumano un botto di SUPPLIES, specie quando costruiscono oltre il livello massimo della base. In compenso, non posso davvero tagliare su queste spese dato che molte basi sono fondamentali e non posso certo lasciarle senza forts.
    Adesso che sto approntando la linea piu' interna, credo comunque di vedere la luce in fondo al tunnel.
    Presto la Manciuria avra' finito le fortificazioni, cosi' come la parte NORD della Cina (al confine sino-mancese) e le Marianne, altre idrovore di SUPPLIES, saranno pronte.
    Bonin e Kurili sono in dirittura d'arrivo fra pochi turni.
    Restano giusto le isole a SUD di Kyshu, la zona delle Volcano Islands e le Filippine. E, chiaramente, Onshu medesima.


    In termini prettamente organizzativi, mancano truppe nel fronte NORD, dove non ho uno schieramento soddisfacente nonostante siano anni io vi presti attenzione. Credo che incrementero' le difese di Sakhalin e Hokkaido, mentre sto gia' ora dispiegando divisioni lungo la costa EST di Onshu.

    Ho comunque molte truppe a disposizione e posso anche continuare ad attingere dalla Cina, quindi tutto ok direi.

    Nei prossimi due mesi mi arrivano millemila LCU e saranno dispiegate ad ulteriore difesa del perimetro e come riserva.
     
    • Like Like x 1
  2. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.702
    Ratings:
    +1.960
    RITOCCO R&D

    Dunque, attualmente ho soli 3 modelli in R&D: un NF (il Dinah), il Ki-94-II e l'A7M2-Sam.

    Il Ki-94-II non si tocca ed il Sam ha sole 4 fabbriche quasi del tutto riparate e con bonus motori a breve.
    Il che mi dovrebbe dare l'aereo per Settembre-1944.

    In compenso, posso limare ulteriormente la R&D.

    Sono in forte dubbio se pisciare fuori dal vaso e ricercare i jet, cosa che non sarebbe furba dato che ho gia' un modello di fighter performante per il late game e cioe' il Ki-94-II medesimo. I jet purtroppo sono solo IJAAF (l'IJNAF ha un jet bomber armato solo con una bomba da 800KG).
    C'e' la possibilita' tuttavia di ricercare il fighter con motore a razzo dell'IJNAF. Aereo bizzarro con range=1 e 2x30mm in posizione centrale.
    Non mi pare un affarone.

    In tutto cio', pero', esiste la possibilita' di ricercare il Patsy-I, altrimenti detto "il B-29 dei poveri". Range in extended di ben 36hex e carico bellico di 2x250KG. Mi consentirebbe di fare raid in profondita' su basi non protette da CAP.

    Infine, esiste anche lo Shinden. Aereo IJNAF che va a ben 466mph ed ha un armamento frontale di 4x30mm oltre che range decoroso di 4hex.

    La soluzione ideale e' di aumentare la R&D sul Sam, aereo che diventera' la spina dorsale dell'IJNAF fino a fine guerra (ed e' pure imbarcato) e, al tempo stesso, mettere qualche fabbrica sul discutibilissimo aereo a razzo IJNAF o sul ME-262 IJAAF.
    Chiaramente il top sarebbe se il Me-262 giapponese fosse IJNAF, ma cosi non e'. Lo Shinden e' molto migliore del Sam ma a questo punto vorrei usare i jet in qualche modo.

    Quindi, probabilmente faro' cosi:
    - 2 fabbriche (su 3) di A6M5 Zero
    - 1 fabbrica di A6M8 Zero (su 1)
    - 1 fabbrica di Tony (su 1)
    - 2 fabbriche di Tojo-IIc (su 8)
    - 1 fabbrica di Jack (che non uso)
    - 2 fabbriche di Judy-IV (su millemila)
    - 1 fabbrica del Kate (su 1)
    - 3 fabbriche R&D del Dinah NF
    Per un totale di 13 fabbriche saranno cosi' reindirizzate:
    I) 4 sull'A7M2-Sam
    II) 6 sul Me-262 IJAAF
    III) 3 sul caccia a razzo IJNAF

    Quando poi il buon Ki-94-II e' ricercato ed il Sam entra in produzione, potro' aumentare la R&D sul jet e magari mi ci scappa anche qualche altra fabbrica sul coso a razzo IJNAF.

    Il costo in SUPPLIES e' relativamente basso visto che le fabbriche che producono gli aerei di cui sopra sono da cambiare a priori vista l'obsolescenza dei modelli in questione. Potrei anche tenerle spente, vero, ma ad un certo punto avrei comunque da cambiarle per produrre roba piu' utile. Il costo in SUPPLIES teorico e' di circa 400,000ton, costo comunque spalmato su oltre un anno, dando cosi un simpatico 32,500ton al mese. Direi che per 1,000ton di SUPPLIES al giorno e' un ottimo investimento: cio' supponendo io tenga le DEI ancora per un po' chiaramente.

    Riparazioni di fabbriche R&D, produzione e motori sono gia' quasi al 100% e quindi sono messo bene.

    A6M8 e' ancora a lungo ahime' il caccia di punta dell'aviazione imbarcata ed eliminerei l'unica fabbrica, ma ho una fabbrica da 1x100 che era quella iniziale dell'A6M2-Zero: a inizio 1944 e' diventata di Sen Baku, upgrade naturale della linea A6M2-Zero, e adesso puo' ulteriormente fare upgrade ad A6M8 alla bisogna.


    Decidero' a breve il da farsi riguardo ai jet (A7M2-Sam lo ricerco comunque).
    Con una R&D decorosa sin da ora, dovrei averli fra Maggio e Luglio del 1945: giusto in tempo per intercettare Enola Gay.
     
  3. duettoalfa

    duettoalfa

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.567
    Località:
    milano
    Ratings:
    +279
    non ti sembra di esagerare?
     
    • Like Like x 1
  4. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.702
    Ratings:
    +1.960
    Eh? In che senso ?
     
  5. Iscandar

    Iscandar

    Registrato:
    23 Novembre 2012
    Messaggi:
    1.116
    Località:
    Palermo
    Ratings:
    +236
    Tra parentesi il Patsy era accreditato per 1000 kg
     
    • Like Like x 1
  6. duettoalfa

    duettoalfa

    Registrato:
    10 Ottobre 2011
    Messaggi:
    2.567
    Località:
    milano
    Ratings:
    +279
    2 miccette da 250 kg, e che ci fai?
     
    • Like Like x 1
  7. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.702
    Ratings:
    +1.960
    E invece....... 2x250KG e' tutto quello che ho.


    Con Sally/Helen ed altre troiate c'ho conquistato mezza Asia. E portano in normal 4x250KG, quindi non e' che sia abituato a robe migliori.
    2x250KG non e' affatto male per gli standard imperiali.
    Gli standard alleati sono altri, ma si sa.....
     
  8. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.702
    Ratings:
    +1.960
    Mercoled' 12 Aprile 1944 - TURNO 858 - TOKIO ORE 00:50

    1) Teatro Perimetro Interno

    Gran parte dei gruppi aerei di bomber sono arrivati dall'India a Clark Field. Adesso il punto e' sviluppare altri AF in zona per spalmarli un attimo (a CF non c'entrano tutti).

    Continuo l'opera di revisione dei gruppi in training a Onshu. Altri due AF sono approntati per supportare il maggior numero di basi coinvolte.

    Nelle Marianne grandi movimenti come solito e sto spendendo un AirFleetHQ dall'India, cosi da poter coprire tutte le isole da una singola base in termini di AirHQ (e, quindi, fra le varie cose, siluri). Da Onshu sono partite oggi un paio di batterie di ART pesante: una va a Guam e l'altra a Rota.
    Ho sopratutto da proteggere il cluster NORD delle Marianne, ma sono anche le basi piu' indietro quanto a forts.

    Iwo-Jima arriva domani a forts lvl 6 e posso quindi portar via gli ENG e trasferirvi ulteriori LCU.

    Truppe in Hokkaido ridispiegate un minimo.

    Truppe a Onshu ridispiegate un minimo cosi da avere varie divisioni sulle coste a costruire forts e LCU di AirSupport a costruire AF per i vari training.

    Filippine procedono bene.

    Nelle DEI sto trasferendo truppe dalle Filippine e, presto, da Onshu. Aerei presenti in giuste quantita'.


    2) Teatro Perimetro Esterno

    Alleato lancia un discreto numero di 4E su Milne Bay, base che bombarda da oltre un anno.

    Presumo cerchera' di sbarcarvi prima del 1950 ?

    Inizio a organizzare il prelievo di truppe da Tabiteua per redistribuirle nel settore (e non solo). A Nauru e Ocean Island finisco di caricare gli ultimi pezzi di due LCU di artiglieria pesante: prossima tappa Tabiteuea e poi da li' le inviero' nel CENPAC.

    Convoglio di SUPPLIES e FUEL in organizzazione per le Marshall. Ho da inviare rinforzi ma non ho truppe della giusta taglia.

    A Darwin inizio l'imbarco della 3a Divisione Carri. Ho da decidere dove dispiegarla, anche considerando che delle tre divisioni carri a disposizione del Giappone e' la piu' piccola.
    Non ho le idee chiare.

    Varie LCU di AirSupport si stanno muovendo in Cina: una volta raggiunta Shangai, le mandero' a Giava/Sumatra per incrementare le forze in loco. Credo che dispieghero' le mie truppe in alcune zone preparate ed amen: non ho ne' le risorse per creare una risposta flessibile, ne' il tempo per sviluppare una difesa statica seria.
    L'idea e' di tenere il SUD di Sumatra ben difeso e di fare perno su una coppia di basi (di cui una non sul mare) al centro per evitare uno scollamento della parte NORD e SUD. Il NORD medesimo e' difeso alla meno peggio, tenendo a mente che il target, oltre che difendere Medan ed i suoi pozzi, e' mantenere grossomodo aperta la via marittima dello Stretto di Malacca.

    Giava sara' difesa in modo standard con buone concentrazioni di truppe a Batavia e Soerabaja. Qui il concetto e' che difficilmente potra' muovere in massa al volo (avrebbe da ridispiegare infinite navi e truppe) ed ho il tempo per creare una difesa incentrata su 4-5 AF chiave ed alcune basi opportunamente fortificate.
    Se Alleato dovesse muovere verso la parte meridionale di Giava, poi, avrebbe sia da catturare alcune basi a NORD dell'Australia che da neutralizzare il cluster di Timor&co e tutti i loro AF e basi sviluppate sulle quali potrei fare perno per sfondare il suo fianco.


    3) Teatro India

    La divisione tank inglese viene finalmente accerchiata del tutto a Lahore e Alleato lancia un bomber dopo l'altro sui miei carri fuori da Lahore stessa. Le mie perdite di vehicles sono ingenti (oltre un centinaio), ma raggiungo il risultato di accerchiare il nemico.
    La mia caccia riposa, sopratutto i George sono provatissimi con 9 velivoli pronti su 45. Frank-R in forma migliore e quindi lanciati a coprire una base su cui bislaccamente Alleato lancia i corsair in sweep ad ogni turno.

    Il quantitativo di truppe e navi a Karachi e' enorme, mentre gli aerei sono a migliaia.

    Credo sia ottimo che sia cosi impegnato in India, Teatro lontanissimo da ogni sviluppo interessante.

    La dozzina di divisioni giapponesi impegnate in loco sara' giustamente immolata per allungare il piu' possibile la resistenza e consentire all'Impero di succhiare il succhiabile dalle DEI.

    Anche l'impegno di un congruo numero di CVE ed una CV USN e' importante, visto che sono importanti risorse distaccate da altri fronti.

    La mia linea del fronte e' del tutto flessibile e cerco ancora di capire gli obbiettivi alleati. Nel mentre ho mandato un'unita' semi-suicida ad attraversare il deserto e tagliare la ferrovia che da Karachi arriva a Lahore, cosi da creare scompiglio nella logistica alleata e darmi un poco di aiuto negli assalti prossimi venturi alla divisione tank accerchiata a Lahore.


    4) Fronte ECONOMIA

    Cambiate 4 fabbriche da produzione a R&D di A7M2-Sam. Produrro' in meno:
    - 30 A6M5 Zero (usa l'HA-35 e pool a 500)
    - 30 Tony-Id (usa l'HA-60 e pool a 9 e non usato al fronte, solo nei gruppi training)
    - 60 Tojo-IIc (usa l'HA-35 e pool a 3,500 ed aereo oramai relativamente obsoleto)
    Una fabbrica di non-ricordo-cosa e' cambiata da produzione a ricerca di A6M5c-N Zero, versione night fighter dell'A6M5c. E' un buon aereo come velocita' e armamento, dotato addirittura di una 20mm tipo shrage musik e dell'armamento standard frontale degli Zero. Sara' il mio night fighter IJNAF per il futuro prossimo. E' pure imbarcabile (!).

    Aumentate un poco le fabbriche di motori, sempre in grandissima carenza.

    Convogli di FUEL ed OIL iniziano a fare la rotta Balikpapan/Tarakan - Babeldaob, cosi da avvicinare e centralizzare lo stock della parte EST delle DEI. Babeldaob gia' riceve da Babo/Boela.
    Da Babeldaob, poi, sara' un attimo muovere il tutto verso Onshu.
    Manila riceve via via degli shipments da Singapore (che riceve FUEL/OIL da Sumatra, Miri/Brunei e Rangoon), quando percepisco vi sia una minaccia seria ai miei convogli causa sub.

    I sub alleati, dispiegati da anni nella stessa 'fascia' a SUD di Onshu, apparentemente stanno rientrando verso le Aleutine. Resta da capire se stanno rientrando per rifornirsi e risposizionarsi in zona Kurili per un pre-sbarco oppure se non passeranno nemmeno dalle Aleutine ed andranno direttamente la' .
    Alleato e' molto prevedibile e si possono spottare con giorni (o settimane!) di anticipo i suoi sub circondare il target scelto per un'operazione di qualche tipo.

    Continuo anche a posizionare FP in giro per consentire una migliore NavS diurna/notturna: decido che invece che usare un frammento di unita' aerea (7 apparecchi) per un compito, usero' un'unita' aerea intera (20 apparecchi) per l'area a SUD di Onshu ed il corridoio Onshu-Bonin-Marianne-Caroline.
    Aerei in ASW molto performanti ma pochi numericamente. Credo di dover aggiungere un paio di gruppi di LB per aumentare la pena dei sommergibilisti alleati. L'area fra Onshu e le Bonin e' coperta da 2x31 Helen-IIa con piloti addestratissimi. L'area intorno Nagasaki/Sasebo, punto d'ingresso dei miei convogli di benza, da 81 Judy-IV con piloti eccelsi.

    L'area delle DEI e' costellata di micro-convogli che trasportano RESOURCES (2-3 xAKL in convogli CS), ma Giava e' decisamente in deficit. Non ricordo quante siano le RESOURCES in loco, ne' il quantitativo necessario per soddisfare i bisogni della suddetta Giava, ma sto organizzando qualche convoglio per un totale di 3,000,000ton di RESOURCES da spedire in loco, cosi' da garantirmi una buona autonomia anche se dovesse venire tagliata fuori dal resto dell'Impero per qualunque ragione. Altre basi come Manila, pure, stanno stockando roba.
    Considerato che nella sola Tokio ho 16,000,000 RESOURCES (di per se' sufficienti a 6 mesi di scorte), direi che procede tutto bene nella madrepatria.

    Punti ARMAMENTS a 150,000 e quindi tutto grossomodo sotto controllo. Punti VEHICLES a soli 1,800 e sono in sofferenza da inizio match nonostante una grande produzione. Probabilmente espandero' un poco le fabbriche di VEH, gia' ora ad un esorbitante 350: gli HI non mancano di certo.

    Non mi dispiacerebbe riuscire a velocizzare il processo di ridispiegamento di alcune LCU, ma le navi di scorta serie sono molto impegnate in altri compiti ed i sub alleati sempre presenti, quindi sono vincolato a fare convogli piu' grandi e meglio scortati, rallentando il processo. Inoltre, ci sono dei limiti dati da SL e dimensioni porti una volta arrivati a destinazione.
     
    • Like Like x 1
  9. ex wolf

    ex wolf

    Registrato:
    18 Novembre 2020
    Messaggi:
    149
    Località:
    Casale Monferrato
    Ratings:
    +46
    Mi sono perso qualche passaggio evidentemente, mi sembrava avessi ripreso questa partita come alleato..
     
    • Like Like x 1
  10. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.702
    Ratings:
    +1.960
    A inizio dicembre Stefano si e' rifatto vivo ed abbiamo ripreso adesso che Kaiser si e' arreso
     
  11. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.702
    Ratings:
    +1.960
    Mercoledi' 12 Aprile 1944 - TURNO 858 - TOKIO ORE 00:50

    [NOTA: di nuovo il 12 Aprile perche' mi ero sbagliato coi giorni]

    1) Teatro Perimetro Interno

    Continuo a mandare gruppi aerei a Clark Field dall'India: sono oramai oltre 2.500 gli aerei in loco.
    AirSupport in movimento verso Luzon/Filippine varie.

    Redistribuite alcune divisioni ad Onshu. Ho attualmente 4 divisioni di fanteria unrestricted ed esperte che posso ridispiegare e fungono attualmente da riserva strategica.
    Le coste orientali di Onshu medesima sono adesso presidiate a dovere e sto fortificando l'area.

    In Hokkaido inizio a ridistribuire truppe as well, cosi' da evitare sbarchi bizzarri di Alleato. Bihoro e' il bastione principale, difesa da infinite quantita' di supporti, tre divisioni di fanteria ed una divisione tank.

    Cannoni costieri di varia foggia sono inviati verso le Bonin. Iwo-Jima, la piu' vulnerabile delle tre, riceve a breve i Wake CD, ottima unita' dotata di vari pezzi pesanti. Haha-Jima e Chichi-Jima riceveranno a stretto giro di posta vari cannoni per difendersi dai perfidi alleati. Chichi-Jima ha di default una unita' di CD e quindi non ricevera' una BaseForce.
    Iwo-Jima raggiunge oggi forts lvl=6 ed inizio a reimbarcare i genieri per spedirli a Daito Shoto, isola fra Volcano Islands e Bonin Islands: e' una base di fondamentale importanza e conto di farne una fortezza non indifferente.

    Marianne procedono bene come sempre.

    Nelle DEI la prima divisione di fanteria raggiunge Batavia. Ho 3 altre divisioni di fanteria in navigazione e la famosa 53ma Divisione di Fanteria che fu semi-distrutta difendendo Karachi. Le tre divisioni in arrivo vanno a Sumatra e la 53ma Divisione resta a Singapore per il meritato refit: fara' da riserva di Teatro assieme alla 3a Divisione Tank, in movimento giusto oggi da Darwin.

    AirSupport vario ed eventuale in movimento verso Sumatra/Giava e due brigate di fanteria saranno presto imbarcate ad Onshu per andarsi a basare nella parte meridionale di Giava, dove fungeranno da utili presidi.


    2) Teatro Perimetro Esterno

    Avevo settato un congruo numero di LRCAP su Milne Bay, dove Alleato e' scatenato e manda uno sweep dopo l'altro. La mia caccia soffre molte perdite ma arriva poi ad intercettare i raid di 4E non scortati, abbattendone un congruo numero.

    Io affondo coi Judy una xAK alleata di ritorno da PM verso l'Australia.

    Naviglio vario in movimento dappertutto. L'area del SOPAC in zona Gilbert sta venendo piano piano evacuata, mentre piccoli rinforzi arrivano nelle Marshall, che conto di difendere un poco meglio cosi da evitare inopportuni sfondamenti diretti nel CENPAC.
    Credo sia meglio incanalare Alleato nelle Salomone e nelle Gilbert che nelle Marshall. Le basi principali sono ben difese, ma ho da portare air support aggiuntivo, qualche pezzo d'artiglieria e qualche SNLF extra.

    Nella zona PNG mi preparo a subire l'urto alleato verso lo Stretto di Vitiaz, difeso molto bene. La parte oltre lo Stretto di Vitiaz e' mal difesa perche' mancano ENG.

    Vedo un fracco di naviglio alleato in zona Suva/Noumea, dove fra l'altro sono rientrate le CVE che avevano fatto una scellerata sortita fra Salomone e Gilbert (gia' al 07 Dicembre 1943 Alleato ci aveva rimesso ben 4 CVE in questo modo).

    L'area di Darwin sara' presto posta sotto pressione, ma credo Alleato non sia in grado di capitalizzare sulla marcia verso la citta' a causa di costante assenza di SUPPLIES. Io, per contro, credo di abbandonare presto le solidissime posizioni a NORD di Katherine e ritirarmi direttamente a Darwin, cosi da alleggerire il quantitativo di truppe richiesto. Le zone di Timor e di Saumlaki/Aru Island sono estremamente ben difese in ogni caso. Air support presente a vagonate. Aerei di ogni tipo e foggia pronti a Luzon casomai vi fossero scherzi nel Golfo di Carpentaria.


    3) Teatro India

    Alleato e' scatenato con gli sweep pure qui e mi fa secchi un fracco di aerei che avevo messo in LRCAP. Sciaguratamente, i tre gruppi di Oscar-IV messi in zona Lahore sono composti di novellini con exp miserrima e le perdite sono alte.
    A fine giornata, in ogni settore, perdo 85 aerei contro i 35 alleati. 19 piloti KIA e ben 33 WIA; 0 MIA.

    In realta' non e' cosi male. Presto avro' finito di addestrare i piloti della caccia in Defn e sopratutto potro' combattere su basi preparate e non in LRCAP. A quel punto, Alleato avra' da giocare in modo diverso e non sono sicuro lo sapra' fare.


    4) Fronte ECONOMIA

    Nulla di nuovo.

    Convogli in movimento dovunque per cercare di migliorare la situazione SUPPLIES/FUEL in alcune basi chiave e per trasportare il trasportabile verso la madrepatria.
     
  12. ITAK_Linus

    ITAK_Linus

    Registrato:
    10 Febbraio 2018
    Messaggi:
    3.702
    Ratings:
    +1.960
    Giovedi' 13 Aprile 1944 - TURNO 859 - TOKIO ORE 00:20

    1) Teatro Perimetro Interno

    Continuo i movimenti nel grande NORD e ridispiego ulteriori supporti in zone chiave ad Onshu.

    Alleato ha CV/BB nelle Aleutine, precisamente ad Adak, e credo che fara' presto il blobbone per saltarmi addosso.

    Qui intravedo una possibilita' interessante visto che dovrei essere in grado di ingaggiarlo con le CV e la LBA in schiacciante superiorita': vedremo cosa fa. Credo non abbia abbandonato l'idea di fare il flottone e lanciarlo contro le Kurili (o Hokkaido/Sakhalin), ma so che non puo' credibilmente avere successo. La mia idea di portare la LBA a Clark Field e' appunto anche per essere a portata di rinforzo verso Onshu, dove attualmente schiero solo un 1.500 aerei.

    Nel mentre, riempio i gruppi d'addestramento di aerei moderni, cosi da essere pronto ad ogni evenienza.

    Alleato sta facendo ritirare tutti i sub verso le Aleutine. E' probabile o che li dispieghi intorno alle Kurili o che prima di farlo faccia un refuel/rearm nelle appunto Aleutine.

    Credo l'assalto alle Kurili sia imminente, cosa supportata anche da un punto di vista concettuale: Alleato ha ripreso adesso ed e' baldanzoso, cercando attivita' in giro. Conto di stroncare la cosa affondandogli tutto.

    Nelle Kurili io comunque sono ben difeso e credo possa credibilmente provare ad avere successo solo se ne invade 3 in contemporanea, cosa che penso sia al di la' delle capacita' alleate anche avesse tutte le sue forze a disposizione per l'operazione (mentre molte CVE/BB/CA/DD sono in India o nel SOPAC ed alcune delle divisioni migliori pure). Penso abbia 2 divisioni marines ed una di fanteria USArmy a disposizione a NORD.

    I convogli continuano a muovere febbrilmente nell'area, cosi da evitare di farsi scoprire con le braghe calate.

    Navi varie si portano in posizione, sopratutto quelle con range piu' contenuto e che hanno bisogno di vari refuel prima di arrivare.

    Sub pronti in grandi quantita' (60) a Tokio e dintorni.

    LCU airliftabili pronte ed HQ pronti. AirHQ dovunque.

    Nelle DEI proseguo l'opera di redistribuzione truppe.


    2) Teatro Perimetro Esterno

    Alleato lancia as usual i suoi 4E su Milne Bay in piccoli numeri. M'ero scordato una LRCAP di A6M2-Zero che viene massacrata dallo sweep. Qualche 4E danneggiato.

    Considerato che ha le CV nelle Aleutine, dubito fortemente voglia o possa impegnarsi in zona a breve.

    Le CVE a sua disposizione possono mettere in piedi una CAP che va dai 150 ai 200 Hellcat, cosa che non gli consente di sbarcare di fronte ad una LBA convinta. Al tempo stesso, non credo possa assolutamente sopprimere i miei AF a sufficienza per fare uno sbarco o piu' divisionale.


    3) Teatro India

    Altri sweep infiniti di alleato che non incontrano resistenza. Un raid notturno di 3 Wellington in zona Surat viene massacrato: non capiro' mai perche' Alleato faccia da inizio match 'sti piccoli e futili raid in giro. Su Rabaul ci avra' perso duecento 4E senza ottenere risultato alcuno!

    Una piccola LCU mobile di Alleato cerca di liberare la divisone tank inglese intrappolata a Lahore ma si scontra con due Divisioni di Fanteria imperiale a pieni ranghi e viene fatta a pezzi.
    A Lahore stessa lancio il primo deliberate che ha risultati davvero modesti in termini di perdite inflitte al nemico:
    Ground combat at Lahore (55,10)

    Japanese Deliberate attack

    Attacking force 43426 troops, 345 guns, 322 vehicles, Assault Value = 1983

    Defending force 4753 troops, 91 guns, 442 vehicles, Assault Value = 229

    Japanese adjusted assault: 1115

    Allied adjusted defense: 177

    Japanese assault odds: 6 to 1


    Combat modifiers
    Defender: terrain(+), leaders(+), preparation(-), experience(-)
    Attacker:

    Japanese ground losses:
    6 casualties reported

    Squads: 0 destroyed, 1 disabled
    Non Combat: 0 destroyed, 5 disabled
    Engineers: 0 destroyed, 0 disabled

    Allied ground losses:
    261 casualties reported

    Squads: 0 destroyed, 20 disabled
    Non Combat: 1 destroyed, 13 disabled
    Engineers: 1 destroyed, 14 disabled
    Guns lost 10 (1 destroyed, 9 disabled)
    Vehicles lost 29 (2 destroyed, 27 disabled)

    Assaulting units:
    2nd Tank Division [non ha partecipato all'attacco]
    9th Tank Regiment [non ha partecipato all'attacco]
    4th Tank Regiment [non ha partecipato all'attacco]
    11th Tank Regiment [non ha partecipato all'attacco]
    14th Division
    14th Tank Regiment [non ha partecipato all'attacco]
    26th Division
    8th Tank Regiment
    24th Ind.Mixed Brigade
    2nd Amphibious Brigade

    Defending units:
    31st Armoured Division

    E' per me di capitale importanza riuscire a piegare la divisione tank inglese, ottima unita' che puo' fare sfracelli sulle pianure indiane.

    Io so che Alleato ha circa 6.500AV in India ed almeno 6 divisioni, quindi e' molto probabile che io faccia intervenire la riserva di Teatro (4 divisioni di fanteria gia' in strategic sui treni) in zona Lahore per tenere l'area il tanto che basta da eliminare la divisione tank.
    Il problema sara' far affluire al volo airsupport per rimbalzare l'aviazione alleata e riuscire quindi a sganciarsi quando Alleato arrivera' col blobbone di roba (max 3 turni?).
    Nonostante io possa mettere insieme piu' AV dell'Alleato, non sono affatto fiducioso del poter dar battaglia davanti a Lahore per un tempo sufficiente a far arrendere la divisione tank all'interno della citta', quindi cerchero' di massacrarla il piu' possibile finche' posso e poi mi sgancio.

    Certo, l'idea di far arrendere una divisione tank alleata a meta' 1944 nel NORD dell'India dopo che Alleato e' sbarcato col blobbone davanti a praticamente il nulla mi attira moltissimo.....


    4) Fronte ECONOMIA

    Convogli in movimento dovunque. Sto finendo la benza nel Pacifico e quindi ne invio un poco per prevenire un stock rupture.
    SUPPLIES in buono stato, ma potrei fare un poco meglio.
    Convogli di piccola taglia muovono placidi dappertutto.

    Nelle DEI continuo a ridistribuire FUEL/SUPPLIES ed ho pure iniziato a mandare grandi quantitativi di RESOURCES a Giava, cosi da creare un grande stock in caso venga tagliata fuori. Grandissimi stock di RESOURCES presenti anche a Luzon, che riceve i convogli dalle varie isolette dell'Arcipelago Filippino e via via qualche grande convoglio da 250,000ton da Singapore. Presto avro' da iniziare a svuotare appunto la brava Manila, ma conto di avere ancora tempo e non voglio sprecare FUEL per un trasporto che potrebbe non essere necessario.

    In Manciuria avevo finito l'OIL tempo addietro e mi rendo conto che e' stata una scelta del menga di non preoccuparmi dicendomi che avevo comunque tanta benza: l'OIL viene raffinato dalle raffinerie e produce punti SUPPLIES.
    Appena posso, spedisco un convoglio di circa 100,000ton da Singapore.

    I due convogli di TK/AO veloci (18/19knts) in unloading a Nagasaki/Sasebo finiranno domani di scaricare il loro prezioso carico di 250,000ton di FUEL e ritorneranno giulive a Singapore per caricare la prossima mandata.

    In campo produttivo continuo a dare il massimo in fatto di aviazione, con circa 100 aerei prodotti ogni giorno dalle gloriose fabbriche imperiali.
    Sono indietro riguardo a vari modelli, ma non e' preoccupante. Frank-R e George-III hanno grandi produzioni e quindi i loro stock miglioreranno ASAP; il Peggy(T) ha finito oramai di equipaggiare tutte le squadriglie di LBA possibili e quindi posso iniziare a fare scorte; il buon Frances e' aereo di nicchia; l'ottimo Rex equipaggia poche squadriglie e quindi posso attendere un poco, anche grazie al generoso stock di Rufe.

    A Onshu ho da rivedere alcuni gruppi aerei, equipaggiati con gli immondi Nate o con i poco utili Tony. I Nate saranno cambiati ASAP, mentre i Tony sono il principale aereo da addestramento per Onshu, ma in caso di scontro con le flotte alleate poco utili. Avro' da valutare cosa fare: da un lato voglio usare i Tony per addestramento ed evitare di pagare il costo in SUPPLIES dell'upgrade ad altro modello, dall'altro e' essenziale avere gli aerei migliori possibili gia' pronti casomai Alleato inizi a muovere.

    Cosa molto importante e' che un'ottima parte dei gruppi aerei a Onshu ha adesso ottimi piloti, sopratutto fra TB/DB. Il fatto e' che sto facendo fare un secondo giro di addestramento a grandi quantitativi di piloti, cosi da dar loro skill aggiuntive e migliorarne le performance in generale.
    Un pilota di TB, per esempio, ha fondamentalmente bisogno di NavT. In compenso, se addestrato in NavS migliorera' molto le performance in battaglia (target selection) e se in Defn potra' evitare meglio l'intervento della caccia.
    Un pilota di F, invece, ha si' bisogno di AirSkill, ma anche di Defn (per evitare i dive alleati e migliorare nel dogfight) e non e' affatto male sia bravino in strafe o LowN.

    Addestramento kamikaze procede bene. Devo forzatamente creare pool piu' grandi di kamikaze addestrati e quindi sto iniziando ad usare altri gruppi per il compito. L'idea e' di poter lanciare strike kamikaze senza soluzione di continuita' sul nemico quando sara' il momento.
    Ora come ora la base deputata all'addestramento kamikaze e' Shangai e vi sto concentrando i gruppi dedicati.

    In Manciura presto avro' finito la creazione di forts lungo i confini in alcune basi chiave e potro' iniziare a costruire i forts sulle basi di seconda linea (p.ex. intendo difendere Mudken una volta che la linea di confine e' sfondata) e sulla fondamentale linea di Keijo in Korea, dove conto di dare l'ultima resistenza ai malefici comunisti.

    Per contro, in Cina i forts procedono a rilento e credo che creero' una prima linea di difesa lungo il confine a NORD di Pechino ed una seconda a Pechino medesima: il tutto, sperando che i russi possano essere trattenuti sufficientemente a lungo in altri luoghi.
     
    • Like Like x 1

Condividi questa Pagina